T-Forum, la vera HiFi alla portata di tuttiAccedi

Benvenuto nell'unico forum in cui 11751 utenti, con i loro 818603 messaggi, hanno scelto di ascoltare con le orecchie, con il cuore e un occhio al portafoglio!

Nuovo look del T-Forum, dai un'occhiata qui.
Il T-Forum ha bisogno del tuo aiuto! Controlla se hai i requisiti necessari e proponiti.
Hai trovato uno spammer nel forum? Segnalalo subito all'amministrazione o a un moderatore!
Diamo il benvenuto ai nostri nuovi moderatori.
Chi sono i top postatori di oggi? Clicca qui per scoprirli.

Controlla qui gli argomenti attivi del giorno.


Condividi

descriptionSistema Motional FeedBack, si può realizzare?

more_horiz
Ero ragazzino quando ascoltai delle piccole e brutte casse della Philips che suonavano meglio di tanti mastodonti dell'epoca. Rimasi impressionato dalla mole e dalla pulizia dei bassi. Pur bistrattando i prodotti della casa belga, abbagliato come tanti dallo scintillio dei componenti provenienti dal Sol Levante, mi accattai un catalogo della marca, dal quale appresi che si trattavano di casse amplificate dotate del sistema Motional FeedBack che, grazie a un sensore posto sul woofer, garantiva una estrema linearità di risposta ai bassi con distorsioni molto contenute.
Sono passati molti anni e di quel sistema non si è più parlato. Girovagando in rete ho visto che è tutt'ora molto apprezzato e usato saltuariamente in realizzazioni esoteriche, ma non ho trovato progetti per realizzarlo.
Data la mia limitata esperienza in campo di progettazione di circuiti, lancio la palla (in tutti i sensi) ai DIYer del Forum: è possibile realizzare un sistemino MFB di semplice fattura e basso costo?

descriptionRe: Sistema Motional FeedBack, si può realizzare?

more_horiz
Albik, puo mettere qualche foto presa dalla rete? Io sono ancora alla ricerca di casse Philips che un negozio di cd usati qui a Genova usa come test per i vinili, sono minidiffusori plasticosi, della meta degli anni '80, con midwoofer giallo, tipo kevlar e tweeter caricato a tromba, sorprendenti nella resa sonora, il negoziante mi disse che li aveva pagati una miseria, ma che non se ne separerebbe mai, sono quelle piccole chicche che sanno ancora sorprenderti.

descriptionRe: Sistema Motional FeedBack, si può realizzare?

more_horiz
Quelle che ho ascoltato erano simili a queste.
http://kvdijke.radiocollection.net/nl/philips/22rh541.html

C'è anche lo schema elettrico.

descriptionRe: Sistema Motional FeedBack, si può realizzare?

more_horiz
Nel mare magnum della rete, districandomi tra siti tedeschi e ostrogoti, brillantemente (si fa per dire) tradotti grazie a un noto traduttore on line, sono arrivato a queste conclusioni:
1) - il sensore può essere piezolettrico o a condensatore, da applicare sulla cupola del woofer, ben incollata, meglio se con un materiale gommoso che funga da smorzatore per le vibrazioni (forse per le alte frequenze?);
2) - il segnale del sensore può essere amplificato tramite un opamp, che a sua volta controlla la controreazione dell'amplificatore vero e proprio;
3) - il sistema funziona sino a 4000 hz, dipende dalla qualità e sensibilità del sensore.

Direi che si presterebbe perfettamente per un sub amplificato di piccole dimensioni che copra la gamma di frequenza 20 hz - 100hz.

descriptionSi può realizzare eccome!

more_horiz
Ciao Albik, sono nuovo del forum, anche se lo leggo spesso da anni.
Ne approfitto per un saluto a tutti!
Ho deciso di registrarmi proprio per risponderti: eccome se si può fare, il Motional Feedback "a casa"!
Il sottoscritto costruì un subwoofer Motional Feedback verso la fine degli anni '80... (...sì, io ho mezzo secolo ormai! Smile
Mi ispirò un articolo della rivista "Progetto di Elektor", che riprendeva pari pari gli articoli di Elektor, appunto, storica rivista olandese dell'epoca.
Destinai al "sacrificio" un misero woofer di recupero da 12" marchiato Meriphon, proveniente da un economicissimo ampli da chitarra o basso, boh. (Qt alto, bobinetta e magnetino).
Costruii i circuiti come descritto nella rivista (ma modificandone il layout come avevo il vizio di fare, sennò non ero contento) ed un economico ampli da circa 80 watt rms, alimentato a 50+50 volt con 4 finali 3055 tirati per il collo, roba da due soldi.
Che dire...il risultato fu SCONCERTANTE!
Da un cubo di truciolare di nemmeno 40 cm. per lato, con un volume di carico assegnato al woofer totalmente arbitrario, stavano uscendo bassi tra i più puliti e profondi mai sentiti!
Qualcosa, nella pulizia del suono, simile all'inarrivabile -per me- Volkswoofer della M&K di un danaroso amico; guardacaso anche quel sub era controreazionato MFB.
L'articolazione e la progressione con cui scendeva in frequenza lasciava basiti.
Uno switch mi permetteva di bypassare in tempo reale la MFB: senza MFB, il suono era esattamente quello che ci si aspettava da un economico woofer da 12" caricato in sospensione pneumatica in un volume ridotto: la gobba di esaltazione sui bassi tra i 60 e i 150 Hz, l'assenza di bassi profondi, confusione, rimbombo, scarsa articolazione. Con MFB inserita, un altro mondo: nessuna esaltazione indesiderata, i bassi scendevano solidi senza alcuna fatica apparente rivelando suoni prima inudibili; e, sorprendentemente, questo non era associato ad un aumento di escursione, anzi se ben ricordo il woofer si muoveva addirittura meno. Inizialmente mi trovai a switchare continuamente quel deviatore, stupito.
Ricordo che la presenza del misero sub si faceva ben sentire sulle fondamentali anche durante l'ascolto di una coppia di enormi reflex con woofer da 18" costruiti all'epoca!
Usai quel sub per anni, esteticamente restò sempre un orrendo prototipo.
Pensai più volte di perfezionarlo, e preparai vari woofer più "nobili"per tale scopo, modificandoli e montandovi il trasduttore piezo.
Poi mi entusiasmai per altri progetti e lasciai perdere la MFB...eh, noi appassionati autocostruttori siamo così. :-D
Ma tuttora mi stupisce lo scarso interesse suscitato dalla MFB sugli autocostruttori: sì è vero, la realizzazione di un sub MFB necessita di un po' di manualità in più ed inoltre trattandosi di un circuito "closen loop" funziona solo unendo permanentemente vari "blocchi": il trasduttore di movimento sul woofer, il piccolo circuito adattatore di impedenza a op-amp nelle immediate vicinanze del woofer (sul cestello), un circuito di controllo MFB vero e proprio con vari op-amp (mi sembra 3 o 4) che comprende anche il passabasso, ed infine un finale di potenza con un determinato guadagno fisso, da tarare sperimentalmente.
Non esattamente una passeggiata alla portata di tutti, soprattutto la realizzazione del circuito stampato dell'unità di controllo.
Ma vi posso garantire: NE VALE LA PENA! :-)
Non oso pensare cosa si possa ottenere oggi con un moderno woofer ad alta escursione ed un bel modulo amp D-class...beh, probabilmente qualcosa che si avvicina ai costosissimi sub Velodyne di fascia alta...che sono MFB! Strano, eh?! ;-)
Ah, se serve, dovrei avere l'articolo originale.

Urca che prolisso come primo mex nel forum....sorry.

Max

The Porter


descriptionRe: Sistema Motional FeedBack, si può realizzare?

more_horiz
Intanto benvenuto nel forum e grazie per la tua testimonianza, che apre uno spiraglio nella mia finora vana ricerca. Se puoi, pubblica lo schema o il link a esso. Sarebbe bello se i veterani del forum gli dessero una occhiata per migliorarlo e aggiornarlo.

P.s. Siamo coetanei, stessa passione per l'autocostruzione, solo che la mia punta di diamante è stata la progettazione e realizzazione di un cacciatopi a ultrasuoni utilizzando due ne555 e un tweeter piezo Motorola (che spreco...)

descriptionscansioni diy MFB

more_horiz
Ecco le scansioni...
Titolo dell'articolo sulla realizzazione di un sub MFB diy: "Come ti dinamizzo la cassa acustica".
Perdonatemi per la qualità, sono fotocopie della rivista Progetto di ottobre 1987 che mi prestò un amico al tempo (tra amici squattrinati vigeva ovviamente il "magazine-sharing").
C'è pure qualche mio scarabocchio oltre a residui di saldatura sopra: ...eeh, pagine vissute! Smile
Ora mi accorgo che nell'articolo non c' è traccia del layout del circuito stampato: a voi il "piacere" di disegnarlo e realizzarlo, quindi, ehm.
Se non siete pratici, una millefori può andar egualmente bene, in fondo non è molto complesso.
Per qualsiasi informazione non esitate a chiedermi.

descriptioneccole, sorry

more_horiz
http://i19.servimg.com/u/f19/19/20/67/09/110.jpg

http://i19.servimg.com/u/f19/19/20/67/09/210.jpg

http://i19.servimg.com/u/f19/19/20/67/09/310.jpg

http://i19.servimg.com/u/f19/19/20/67/09/410.jpg

http://i19.servimg.com/u/f19/19/20/67/09/510.jpg

Spero aver fatto giusto, come capirete non ho dimestichezza coi forum.

descriptionRe: Sistema Motional FeedBack, si può realizzare?

more_horiz
Grazie, sembra un circuito abbastanza semplice. I tweeter piezo e i woofer da sacrificare li ho (vecchie casse sony da compattone) ora devo solo trovare il tempo!

descriptionRe: Sistema Motional FeedBack, si può realizzare?

more_horiz
Bene, mi fa piacere esserti stato utile.
Un consiglio: per questioni di adattamento ambientale e di interfacciamento coi diffusori, renderei variabile il passabasso del circuito, che nello schema è fisso.
Nel mio avevo semplicemente reso variabili le resistenze R5/R6 oppure R7/R8 tramite un doppio potenziometro e qualche altra piccola modifica circuitale...
Oppure puoi aggiungere un semplice stadio passabasso variabile all'ingresso.
Altra soluzione molto budget ma efficace se non vuoi smanettare troppo col saldatore: ti procuri un vecchio crossover attivo regolabile per auto, che sui siti di annunci trovi ormai a pochi euro, da mettere a monte del circuito di controllo; potresti così bypassare IC2, IC3 e IC4, che formano il sommatore L-R ed il passabasso fisso, (già incorporati sull'eventuale crossover attivo esterno), semplificandoti la realizzazione.
Con un quadruplo op-amp tipo 074 faresti tutto, anzi ti avanza un op-amp e ci fai un subsonico a 15 Hz, che male non fa se usi ancora i dischi neri! Smile
Saluti.

descriptionRe: Sistema Motional FeedBack, si può realizzare?

more_horiz
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum