T-Forum, la vera HiFi alla portata di tuttiAccedi

Benvenuto nell'unico forum in cui 11751 utenti, con i loro 818577 messaggi, hanno scelto di ascoltare con le orecchie, con il cuore e un occhio al portafoglio!

Nuovo look del T-Forum, dai un'occhiata qui.
Il T-Forum ha bisogno del tuo aiuto! Controlla se hai i requisiti necessari e proponiti.
Hai trovato uno spammer nel forum? Segnalalo subito all'amministrazione o a un moderatore!
Diamo il benvenuto ai nostri nuovi moderatori.
Chi sono i top postatori di oggi? Clicca qui per scoprirli.

Controlla qui gli argomenti attivi del giorno.


Condividi

descriptiondiffusori e fonti di calore?????

more_horiz
Ciao a tutti, ho da un paio d'anni sistemato in un angolo dell ateverna di casa un modesto impianto composto da ampli NAD 356, lettore Pioneer e diffusori B&W 684, che fino a pochi gg fa mi ha dato solamente grandi soddisfazioni, quando durante un pranzo con un amico musicista mi ha fatto notare che le casse (la dx, in particolare) sono troppo vicine al caminetto.

Il caminetto (aperto su due lati) viene acceso meno di 10 volte all'anno e il fuoco rispetto alla cassa destra si trova ad una distanza di almeno un metro e separato anche da una griglia parascintille che assorbe parzialmente il calore....

dicevo fino a domenica vivevo felice, ma adesso sono un pò in fissa! L'amico suddetto dice che non c'è cosa peggiore che l'eccessivo calore per i diffusori, perché alcuni componenti potrebbero scollarsi....Che ne pensate, potrebbe avere ragione????

descriptionRe: diffusori e fonti di calore?????

more_horiz
@shrike ha scritto:
Ciao a tutti, ho da un paio d'anni sistemato in un angolo dell ateverna di casa un modesto impianto composto da ampli NAD 356, lettore Pioneer e diffusori B&W 684, che fino a pochi gg fa mi ha dato solamente grandi soddisfazioni, quando durante un pranzo con un amico musicista mi ha fatto notare che le casse (la dx, in particolare) sono troppo vicine al caminetto.

Il caminetto (aperto su due lati) viene acceso meno di 10 volte all'anno e il fuoco rispetto alla cassa destra si trova ad una distanza di almeno un metro e separato anche da una griglia parascintille che assorbe parzialmente il calore....

dicevo fino a domenica vivevo felice, ma adesso sono un pò in fissa! L'amico suddetto dice che non c'è cosa peggiore che l'eccessivo calore per i diffusori, perché alcuni componenti potrebbero scollarsi....Che ne pensate, potrebbe avere ragione????



Suggerirei un approccio razionale, un bel termometro digitale con memoria, piazzato mediamente a ridosso del diffusore arrostito troppo riscaldato, se la temperatura supera di otto/dieci gradi la temperatura media ambientale, forse è meglio spostarlo, altrimenti credo che una differenza di 4/8 gradi sia ininfluente, più che altro se l'ambiente è umido, potrebbero esserci sbalzi notevoli tra quello vicino al caminetto e quello lontano, anche se bisogna tenere conto che nei diffusori se ci sono parti in massello, sono sempre trattate con procedimenti (fondi sintetici, vernici poliuretaniche etc)che rendono tali parti in pratica insensibili alle variazioni di umidità ambientale.

Ultima modifica di fritznet il Mer 11 Mar 2015 - 16:53, modificato 1 volta (Motivazione : typos)

descriptionRe: diffusori e fonti di calore?????

more_horiz
Per scollare dei componenti dal diffusore per effetto del calore occorrono (IMHO) temprarure altine, e questo non dovrebbe essere, ma come giustamente suggerito, con un termometro passa la paura.

La questione principale è data a mio avviso dalla differenza di temperatura tra il lato sottoposto al calore e quello in ombra.
Se la differenza di temperatura si aggira ragionevolmente intorno ai 10 gradi, non vedrei grossi problemi, se fosse oltre potresti avere una dilatazione dei componenti scaldati che potrebbe a lungo andare causare scollamenti sulla cassa, dove il legno è incollato. E' come se la cassa si ingrandisse solo da un lato, e non tutta insieme, quindi qualche problema con il tempo potrebbe anche esserci.

Una delle mie casse è a 40cm dal termosifone e ad i metro dal climatizzatore, in 14 anni mai avuto problemi e considera che quel termosifone è acceso tutti gli inverni. Adesso che ci penso... non ho mai controllato la temperatura...  Mmm

Prima di fasciarsi la testa... termometro! E poi se ne riparla...

Hello

descriptionRe: diffusori e fonti di calore?????

more_horiz
...un termosifone scalda nettamente meno di un caminetto, tant'è vero che ad un termosifone magari ci appoggi pure il sedere, ma ad un caminetto no! Laughing

Di solito sostare in prossimità di una stufa o di un caminetto, anche se chiuso dietro ad un vetro, per un diffusore non è il massimo, tuttavia non dovrebbe essere difficile valutare se può essere dannoso, metti una mano sul diffusore quando il caminetto è acceso se lo senti rovente allontanalo.
Col termometro, ovviamente, fai un lavoro ancora più fino.
Io più che dello scollaggio avrei paura delle membrane in gomma degli altoparlanti, quelle si seccano e si cuociono che è un piacere! Sad

descriptionRe: diffusori e fonti di calore?????

more_horiz
Io ho una cassa a 1/2 mt dal fianco della stufa a pellet (il frontale è nettamente più caldo) ed è un problema che tengo d'occhio, anche se in verità posso farci ben poco perché dovrei rivoluzionare l'intera sala per risolvere.
Il lato esposto è "tiepido" ma non credo allarmante, però misurare la temperatura è una cosa che può essere effettivamente utile.

descriptionRe: diffusori e fonti di calore?????

more_horiz
A distanze così ravvicinate un caminetto può irradiare anche molto calore. Non ci terrei assolutamente alcun diffusore! Pensa al legno della cassa ed alle parti mobili degli altoparlanti...
Se lo accendi meno di dieci volte l'anno, la cosa migliore è spostare il diffusore in queste occasioni e morta lì.

descriptionRe: diffusori e fonti di calore?????

more_horiz
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum