T-Forum, la vera HiFi alla portata di tuttiAccedi

Benvenuto nell'unico forum in cui 11777 utenti, con i loro 820134 messaggi, hanno scelto di ascoltare con le orecchie, con il cuore e un occhio al portafoglio!

Nuovo look del T-Forum, dai un'occhiata qui.
Il T-Forum ha bisogno del tuo aiuto! Controlla se hai i requisiti necessari e proponiti.
Hai trovato uno spammer nel forum? Segnalalo subito all'amministrazione o a un moderatore!
Diamo il benvenuto ai nostri nuovi moderatori.
Chi sono i top postatori di oggi? Clicca qui per scoprirli.

Controlla qui gli argomenti attivi del giorno.


"Credo quindi vedo"

Condividi

description"Credo quindi vedo"

more_horiz
Vogliamo credere solo a ciò che vediamo quando in realtà vediamo solo ciò a cui crediamo.
Siamo convinti che ci sia una realtà granitica, chiara, evidente, palese, che si impone a noi dall’esterno e verso cui dobbiamo adattarci, accondiscendere, stringere patti; una realtà unica ed insindacabile, quella che penetra in noi attraverso i nostri occhi. 
Ma siamo in errore.
Il nostro cervello è sottoposto a milioni di stimoli al secondo e deve per forza di cose fare economia: si comporta similmente ad un radar che intercetta le informazioni significative a seconda dei programmi che vi sono caricati, quindi in riferimento a quelle che decidiamo preventivamente essere informazioni utili per noi stessi. 
Ciò che riteniamo inutile o impossibile viene automaticamente escluso dalle nostre percezioni.
Sono i programmi che abbiamo caricato nel software che ci permettono di vedere un certo tipo di realtà, non è essa che si palesa automaticamente e noi vi crediamo.
Nel momento in cui noi scegliamo di mutare i nostri programmi inconsci (paradigma mentale frutto di anni di condizionamenti) automaticamente inizieremo a percepire una realtà differente.
In definitiva, se noi iniziamo a “credere” in una cosa, “fuori” iniziano a succedere cambiamenti lenti ma significativi che faranno sì che la realtà si allinei con il nostro credo.

(Franceso Pirani – da “Credo quindi Vedo”)

descriptionRe: "Credo quindi vedo"

more_horiz
penitenziagite!!!

descriptionRe: "Credo quindi vedo"

more_horiz
@fritznet ha scritto:
penitenziagite!!!

Ma come sei intelligente

descriptionRe: "Credo quindi vedo"

more_horiz
@Mulo ha scritto:
@fritznet ha scritto:
penitenziagite!!!

Ma come sei intelligente


ma come sei permaloso e serioso...

descriptionRe: "Credo quindi vedo"

more_horiz
@fritznet ha scritto:
penitenziagite!!!


etiam ad Mulum relatum sit ...

descriptionRe: "Credo quindi vedo"

more_horiz
Permaloso? Lo so che non è il posto giusto per i discorsi seri, non lo è mai stato...

Al massimo può andare per gli sfoggi di lat(r)inorum, che non comportano nè riflessione nè approfondimento, e anzi sono uno dei classici indicatori di pigrizia cerebrale.


Ciao

descriptionRe: "Credo quindi vedo"

more_horiz
@Mulo ha scritto:
Permaloso? Lo so che non è il posto giusto per i discorsi seri, non lo è mai stato...

Al massimo può andare per gli sfoggi di lat(r)inorum, che non comportano nè riflessione nè approfondimento, e anzi sono uno dei classici indicatori di pigrizia cerebrale.


Ciao




Quali discorsi seri?


Su come aprono la scena gli atlas-uforobot mkIII?

Su come l'aggiunta di una guaina variopinta in poliestere ad un cavo di alimentazione trifase pirelli renda il medesimo "più dolce sulle medioalte"?



Hehe Hehe Hehe


continua, ti prego Very Happy

Oppure vogliamo parlare del fatto che il nostro sistema percettivo è estremamente impreciso, flessibile, adattabile, suggestionabile?

descriptionRe: "Credo quindi vedo"

more_horiz
@fritznet ha scritto:
@Mulo ha scritto:
Permaloso? Lo so che non è il posto giusto per i discorsi seri, non lo è mai stato...

Al massimo può andare per gli sfoggi di lat(r)inorum, che non comportano nè riflessione nè approfondimento, e anzi sono uno dei classici indicatori di pigrizia cerebrale.


Ciao




Quali discorsi seri?


Su come aprono la scena gli atlas-uforobot  mkIII?

Su come l'aggiunta di una guaina variopinta in poliestere ad un cavo di alimentazione trifase pirelli renda il medesimo "più dolce sulle medioalte"?



Hehe Hehe Hehe


continua, ti prego Very Happy

Oppure vogliamo parlare del fatto che il nostro sistema percettivo è estremamente impreciso, flessibile, adattabile, suggestionabile?

Tu per me non hai nessun sistema percettivo, o se ce l'hai è quello di un primate o poco più. Comunque leggi il post #1, pisellone. E cerca di uscire dalla tua ossessione negativa verso i cavi USB, perchè il discorso è estremamente generale.


Ciao

descriptionRe: "Credo quindi vedo"

more_horiz
@Mulo ha scritto:


Tu per me non hai nessun sistema percettivo, o se ce l'hai è quello di un primate.




Esatto, come il tuo, più o meno Hehe Hehe

@Mulo ha scritto:



Comunque leggi il post #1, pisellone.


Ciao


Esatto, a differenza tua Hehe

descriptionRe: "Credo quindi vedo"

more_horiz
@Mulo ha scritto:
Vogliamo credere solo a ciò che vediamo quando in realtà vediamo solo ciò a cui crediamo.
Siamo convinti che ci sia una realtà granitica, chiara, evidente, palese, che si impone a noi dall’esterno e verso cui dobbiamo adattarci, accondiscendere, stringere patti; una realtà unica ed insindacabile, quella che penetra in noi attraverso i nostri occhi. 
Ma siamo in errore.
Il nostro cervello è sottoposto a milioni di stimoli al secondo e deve per forza di cose fare economia: si comporta similmente ad un radar che intercetta le informazioni significative a seconda dei programmi che vi sono caricati, quindi in riferimento a quelle che decidiamo preventivamente essere informazioni utili per noi stessi. 
Ciò che riteniamo inutile o impossibile viene automaticamente escluso dalle nostre percezioni.
Sono i programmi che abbiamo caricato nel software che ci permettono di vedere un certo tipo di realtà, non è essa che si palesa automaticamente e noi vi crediamo.
Nel momento in cui noi scegliamo di mutare i nostri programmi inconsci (paradigma mentale frutto di anni di condizionamenti) automaticamente inizieremo a percepire una realtà differente.
In definitiva, se noi iniziamo a “credere” in una cosa, “fuori” iniziano a succedere cambiamenti lenti ma significativi che faranno sì che la realtà si allinei con il nostro credo.

(Franceso Pirani – da “Credo quindi Vedo”)


Questa citazione, che condivido anch'io pienamente, si riferisce a tutto.
Proprio a tutto: dall'indeterminatezza della realtà microscopica del mondo dei quanti, alla soggettività delle nostre percezioni ... finendo però anche alla resa dei cavi ... o no?!?

descriptionRe: "Credo quindi vedo"

more_horiz
Ma io lo so di non sapere. Ogni volta infatti tra me e me metto in dubbio tutto quello che credo di sapere, per es. sui cavi USB. Peccato che poi mi smentisco sempre da solo Smile


Ciao e salutami il fantozziano Amministratore che ci scruta tutti da sopra le nuvole, non ascolta le nostre suppliche, & poi fa piovere su di noi i suoi fulmini a gruppi di 3 (lui li chiama "troll del mese"). Shocked

descriptionRe: "Credo quindi vedo"

more_horiz
Comunque, per non svilire troppo l'argomento(anzi, forse si), potrei dirti che le domande che ti poni nel post iniziale (so leggere, grazie, più o meno dal 1968) me le pongo fin da adolescente, fine anni '70 diciamo Very Happy

descriptionRe: "Credo quindi vedo"

more_horiz
@p.cristallini ha scritto:
@Mulo ha scritto:
Vogliamo credere solo a ciò che vediamo quando in realtà vediamo solo ciò a cui crediamo.
Siamo convinti che ci sia una realtà granitica, chiara, evidente, palese, che si impone a noi dall’esterno e verso cui dobbiamo adattarci, accondiscendere, stringere patti; una realtà unica ed insindacabile, quella che penetra in noi attraverso i nostri occhi. 
Ma siamo in errore.
Il nostro cervello è sottoposto a milioni di stimoli al secondo e deve per forza di cose fare economia: si comporta similmente ad un radar che intercetta le informazioni significative a seconda dei programmi che vi sono caricati, quindi in riferimento a quelle che decidiamo preventivamente essere informazioni utili per noi stessi. 
Ciò che riteniamo inutile o impossibile viene automaticamente escluso dalle nostre percezioni.
Sono i programmi che abbiamo caricato nel software che ci permettono di vedere un certo tipo di realtà, non è essa che si palesa automaticamente e noi vi crediamo.
Nel momento in cui noi scegliamo di mutare i nostri programmi inconsci (paradigma mentale frutto di anni di condizionamenti) automaticamente inizieremo a percepire una realtà differente.
In definitiva, se noi iniziamo a “credere” in una cosa, “fuori” iniziano a succedere cambiamenti lenti ma significativi che faranno sì che la realtà si allinei con il nostro credo.

(Franceso Pirani – da “Credo quindi Vedo”)


Questa citazione, che condivido anch'io pienamente, si riferisce a tutto.
Proprio a tutto: dall'indeterminatezza della realtà microscopica del mondo dei quanti, alla soggettività delle nostre percezioni ... finendo però anche alla resa dei cavi ... o no?!?

Dice precisamente quello che ho sempre detto io: che (come in Schopenhauer) la sola "verità" è nella soggettività. Sei ancora pienamente dentro una visione dualistica soggettivo/oggettivo in cui tutto è opinabile, fatta eccezione per una vaga e misteriosa "verità" esterna: non è così. Il soggettivo è oggettivo, e viceversa. Perchè non c'è nessuna esperienza (quindi nessuna rappresentazione) della realtà che possa essere più ampia ed universale di quella del Soggetto che esperisce la realtà. A meno che non vogliate assumere a priori e per pura fede l'esistenza di Dio  Rolling Eyes

Comunque mi fa piacere che tu in generale concordi: vuol dire che almeno su quello che non è Audio c'è ragionevolezza anche da queste parti. Rolling Eyes Wink


Ciao Hello Hello Hello

Ultima modifica di Mulo il Ven 13 Feb 2015 - 20:11, modificato 2 volte

descriptionRe: "Credo quindi vedo"

more_horiz
@Mulo ha scritto:
Ma io lo so di non sapere. Ogni volta infatti tra me e me metto in dubbio tutto quello che credo di sapere, per es. sui cavi USB. Peccato che poi mi smentisco sempre da solo Smile


Ciao e salutami il fantozziano Amministratore che ci scruta tutti da sopra le nuvole, non ascolta le nostre suppliche, & poi fa piovere su di noi i suoi fulmini a gruppi di 3 (lui li chiama "troll del mese"). Shocked


sono un pò invidioso, cercherò di rubarti il titolo, razza di zuzzurellone impenitente Hehe


come vado?


mulaccio, non mi hai ancora detto cosa ne pensi degli ultimi lavori degli eels, se li hai sentiti...

descriptionRe: "Credo quindi vedo"

more_horiz
Oppure, a meno che non vi mettiate passivamente nelle morbide e accoglienti braccia del nuovo dio Scienza & Tecnica.

Peccato che quel dio lì stia sempre più orientandosi a sottoscrivere le molteplici voci sulle differenze palesi nel suono dei cavi USB Laughing


Quindi per una volta Dio è dalla mia parte. Alla faccia del "dio minore" Silver Black e dei suoi fulmini. Hehe


Hello

descriptionRe: "Credo quindi vedo"

more_horiz
@Mulo ha scritto:
Vogliamo credere solo a ciò che vediamo quando in realtà vediamo solo ciò a cui crediamo.
Siamo convinti che ci sia una realtà granitica, chiara, evidente, palese, che si impone a noi dall’esterno e verso cui dobbiamo adattarci, accondiscendere, stringere patti; una realtà unica ed insindacabile, quella che penetra in noi attraverso i nostri occhi. 
Ma siamo in errore.
Il nostro cervello è sottoposto a milioni di stimoli al secondo e deve per forza di cose fare economia: si comporta similmente ad un radar che intercetta le informazioni significative a seconda dei programmi che vi sono caricati, quindi in riferimento a quelle che decidiamo preventivamente essere informazioni utili per noi stessi. 
Ciò che riteniamo inutile o impossibile viene automaticamente escluso dalle nostre percezioni.
Sono i programmi che abbiamo caricato nel software che ci permettono di vedere un certo tipo di realtà, non è essa che si palesa automaticamente e noi vi crediamo.
Nel momento in cui noi scegliamo di mutare i nostri programmi inconsci (paradigma mentale frutto di anni di condizionamenti) automaticamente inizieremo a percepire una realtà differente.
In definitiva, se noi iniziamo a “credere” in una cosa, “fuori” iniziano a succedere cambiamenti lenti ma significativi che faranno sì che la realtà si allinei con il nostro credo.

(Franceso Pirani – da “Credo quindi Vedo”)

Idea

descriptionRe: "Credo quindi vedo"

more_horiz


Hehe Laughing

descriptionRe: "Credo quindi vedo"

more_horiz
@emmeci ha scritto:


Hehe Laughing


diabolico Twisted Evil
Smile Smile Smile
Ok Ok Ok
Clap Clap Clap

descriptionRe: "Credo quindi vedo"

more_horiz
@fritznet ha scritto:





mulaccio, non mi hai ancora detto cosa ne pensi degli ultimi lavori degli eels, se li hai sentiti...



torno agiocare col lego, statemi bbuoni Very Happy

descriptionRe: "Credo quindi vedo"

more_horiz
@Mulo ha scritto:
@p.cristallini ha scritto:


Questa citazione, che condivido anch'io pienamente, si riferisce a tutto.
Proprio a tutto: dall'indeterminatezza della realtà microscopica del mondo dei quanti, alla soggettività delle nostre percezioni ... finendo però anche alla resa dei cavi ... o no?!?

Dice precisamente quello che ho sempre detto io: che (come in Schopenhauer) la sola "verità" è nella soggettività. Sei ancora pienamente dentro una visione dualistica soggettivo/oggettivo in cui tutto è opinabile, fatta eccezione per una vaga e misteriosa "verità" esterna: non è così. Il soggettivo è oggettivo, e viceversa. Perchè non c'è nessuna esperienza (quindi nessuna rappresentazione) della realtà che possa essere più ampia ed universale di quella del Soggetto che esperisce la realtà. A meno che non vogliate assumere a priori e per pura fede l'esistenza di Dio  Rolling Eyes

Comunque mi fa piacere che tu in generale concordi: vuol dire che almeno su quello che non è Audio c'è ragionevolezza anche da queste parti. Rolling Eyes Wink


Ciao Hello Hello Hello



Dato che a mio parere sei molto meno mulo di quello che vuoi apparire ... perché li rompi a tutti con cavi e cuffie e tutte le ragioni che pensi di avere ??!!??

descriptionRe: "Credo quindi vedo"

more_horiz
As I believe the world to be,
so it is.

descriptionRe: "Credo quindi vedo"

more_horiz
@Italiano ha scritto:
As I believe the world to be,
so it is.

Precisamente.

descriptionRe: "Credo quindi vedo"

more_horiz
e chi cazzo è sto Pirani, un giornalista di Focus o fa parte di scientology?


L' avevamo capito che approfondisci le suggestioni, non c'era bisogno di citarci le fonti

descriptionRe: "Credo quindi vedo"

more_horiz
@mako ha scritto:
e chi cazzo è sto Pirani, un giornalista di Focus o fa parte di scientology?


L' avevamo capito che approfondisci le suggestioni, non c'era bisogno di citarci le fonti



Hehe Hehe Hehe

dai, su... è il filosofo di riferimento (del mese) del µlo....

anche te a non conoscerlo... Suspect

descriptionRe: "Credo quindi vedo"

more_horiz
@fritznet ha scritto:
@mako ha scritto:
e chi cazzo è sto Pirani, un giornalista di Focus o fa parte di scientology?


L' avevamo capito che approfondisci le suggestioni, non c'era bisogno di citarci le fonti



Hehe Hehe Hehe

dai, su... è il filosofo di riferimento (del mese) del  µlo....

anche te a non conoscerlo... Suspect


è talmente avanti che è caduto di sotto

descriptionRe: "Credo quindi vedo"

more_horiz
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum