T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti
Benvenuto nel T-Forum!
Connettiti in modo da farti riconoscere come membro affezionato, oppure registrati così potrai partecipare attivamente alle discussioni.
Sondaggio

Ti piace il nuovo stile del T-Forum?

51% 51% [ 73 ]
49% 49% [ 70 ]

Totale dei voti : 143

Ultimi argomenti
» distanza crossover
Oggi alle 8:18 Da mecoc

» Progetto su w3 base bellino
Oggi alle 6:29 Da Luca Marchetti

» Recensione personale Yamaha A-S701
Oggi alle 4:37 Da Kha-Jinn

» [Vendo MI] Cyrus Tuner - 100€ + ss
Ieri alle 23:46 Da sportyerre

» Le mie aj174 in fase fase di lavorazione...
Ieri alle 18:50 Da CHAOSFERE

» Teac ai101?
Ieri alle 17:49 Da giucam61

» Amplificatore con TDA2050
Ieri alle 16:00 Da corry24

» Consiglio amplificatore: Onkyo oppure Nad?
Ieri alle 13:39 Da lello64

» Rasp per il mio primo impiantino
Ieri alle 13:26 Da micio_mao

» Problema FBT jolly 5ab
Ieri alle 13:26 Da erik42788088

» Costruire casse per full range vintage.
Ieri alle 11:01 Da Sigmud

» ALIENTEK D8
Ieri alle 8:19 Da giucam61

» R39 by Bellino
Ven 26 Mag 2017 - 22:14 Da Falco Maurizio

» Restyling cassettine Sony...per fare pratica...
Ven 26 Mag 2017 - 16:45 Da giucam61

» Technics SL 1200 Mk2
Ven 26 Mag 2017 - 12:35 Da Ark

» Lettore ALL IN ONE definitivo
Ven 26 Mag 2017 - 12:01 Da gianni1879

» Yamaha YBA-11 per denon pm520ae?
Ven 26 Mag 2017 - 11:36 Da GP9

» case per tpa3116
Ven 26 Mag 2017 - 10:15 Da nerone

» Entrare nel mondo DIY, ma quale chip usare?
Ven 26 Mag 2017 - 9:35 Da mt196

» [AN] Monitor Audio BX2 black oak
Ven 26 Mag 2017 - 1:33 Da ghiglie

» abrahamsen audio
Ven 26 Mag 2017 - 1:05 Da giucam61

» Foobar e freedb
Gio 25 Mag 2017 - 22:53 Da Calbas

» è possibile che le valvole fischino?
Gio 25 Mag 2017 - 19:22 Da dinamanu

» Chromecast audio... aiuto per usarlo al meglio, adesso solo polvere
Gio 25 Mag 2017 - 9:47 Da sportyerre

» Monofonica con Rcf L12P540
Gio 25 Mag 2017 - 8:52 Da Giovanni duck

» Configurazione Impianto per usufruire musica liquida (TIDAL, NAS etc)
Mer 24 Mag 2017 - 23:31 Da Motogiullare

» Douk DAC (XMOS+PCM5102/DSD1796): ne vale la pena?
Mer 24 Mag 2017 - 22:57 Da joe1976

» Consiglio Ampli.
Mer 24 Mag 2017 - 22:41 Da Falco Maurizio

» LP HiFi News Analogue Test Record +Thorens Td 295 mk4 + Ortofon 2M Blue
Mer 24 Mag 2017 - 19:24 Da giuseppe@scorzelli.it

» scanspeak sta' un pezzo avanti!
Mer 24 Mag 2017 - 16:43 Da dinamanu

Statistiche
Abbiamo 10824 membri registrati
L'ultimo utente registrato è 123lorenz

I nostri membri hanno inviato un totale di 787039 messaggi in 51142 argomenti
I postatori più attivi della settimana
giucam61
 
dinamanu
 
mecoc
 
Falco Maurizio
 
sportyerre
 
Giovanni duck
 
nerone
 
lorect
 
mt196
 
Kha-Jinn
 

Migliori postatori
Stentor (20392)
 
DACCLOR65 (19630)
 
schwantz34 (15503)
 
Silver Black (15459)
 
nd1967 (12803)
 
flovato (12509)
 
Biagio De Simone (10261)
 
piero7 (9854)
 
wasky (9229)
 
fritznet (8998)
 

Chi è in linea
In totale ci sono 44 utenti in linea: 4 Registrati, 0 Nascosti e 40 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

dinamanu, mecoc, p.cristallini, Tommaso Cantalice

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 4379 il Lun 25 Mag 2015 - 15:01
Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 


Bookmarking sociale

Bookmarking sociale Digg  Bookmarking sociale Delicious  Bookmarking sociale Reddit  Bookmarking sociale Stumbleupon  Bookmarking sociale Slashdot  Bookmarking sociale Yahoo  Bookmarking sociale Google  Bookmarking sociale Blinklist  Bookmarking sociale Blogmarks  Bookmarking sociale Technorati  




Conserva e condividi l'indirizzo di T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti sul tuo sito sociale bookmarking


Distributore di rete

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Distributore di rete

Messaggio  vito il Sab 10 Ott 2009 - 19:49

Non avendo cognizioni di elettronica ed essendo poco portato per i lavori di precisione, mosso dal desiderio di fare qualcosa da me mi sto dedicando alla costruzione di cavi di alimentazione e di un distributore di rete per le mie elettroniche.
Ho acquistato tutto il necessario e ho previsto lo schema di collegamento dei cavi.
A questo punto chiedo scusa se pretendo la benchè minima attenzione per questo progetto da pivellini.

Alla prima difficoltà con l'elettronica mi sono fermato. Mi spiego meglio. Ho previsto un interruttore per l'accensione del ditributore di rete ma vorrei mettere un led che indichi lo stato di accensione o meno.
Ho scartato l'interruttore con la spia, per cui ho pensato di inserire un led.
Bene, visto che ho solo tensione a 220 alternata come alimento questo led?

Mi piacerebbe recuperare il materiale necessario da apparecchiature elettroniche in disuso (ho una montagna di alimentatori per pc forse lì trovo qualcosa di utile)

Grazie a chi vorrà rispondermi.
avatar
vito
Membro di riguardo
Membro di riguardo

Data d'iscrizione : 22.03.09
Numero di messaggi : 648
Località : Triggiano (BA)
Impianto : Diffusori Klipsch Heresy III
Ampli: SE KT88/EL34 by Santo,
Sorgenti Trends Audio UD 10.1 Lite - Cambridge 840 c
Cavi: Cavi argento Vincenzo - digitale G&BL

Tornare in alto Andare in basso

Re: Distributore di rete

Messaggio  Barone Rosso il Sab 10 Ott 2009 - 19:59

Penso che la soluzione migliore sia l'interruttore con spia. A meno che tu non riesca a trovare le lampade che mettono dentro a questi interruttori.

A meno che tu non riesca a fare un mini raddrizzatore con un singolo diodo (il led stesso?) e mettendo un resistenza da svariati KOhm fra il led e la 220v.

Ma si deve trovare il led giusto.
avatar
Barone Rosso
Moderatore
Moderatore

Data d'iscrizione : 24.03.08
Numero di messaggi : 8020
Località :
Provincia (Città) : Altrove
Impianto : Z + X = Y

Tornare in alto Andare in basso

Re: Distributore di rete

Messaggio  florin il Sab 10 Ott 2009 - 21:57

@Barone Rosso ha scritto:Penso che la soluzione migliore sia l'interruttore con spia. A meno che tu non riesca a trovare le lampade che mettono dentro a questi interruttori.

A meno che tu non riesca a fare un mini raddrizzatore con un singolo diodo (il led stesso?) e mettendo un resistenza da svariati KOhm fra il led e la 220v.

Ma si deve trovare il led giusto.

Non ho capito che cos'è ''il led giusto'',ma ti posso dire che ho provato un led normale +1 resistenza di 1 Kohm e 16 V alternata,il led se accende consumando 7 mA,questa significa che per 220 V serve una resistenza di 14-15 Kohm.Vito,attenzione la tensione di rete è pericolasa !!!
Ciao,


Ultima modifica di florin il Sab 10 Ott 2009 - 23:27, modificato 1 volta
avatar
florin
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 05.02.09
Numero di messaggi : 3236
Località : torino
Impianto : marantz cd4000 tweakkato,ampli truepath autocostruito,Dynamite 8,dac Florini+WaveIO in I2S

Tornare in alto Andare in basso

Re: Distributore di rete

Messaggio  vito il Sab 10 Ott 2009 - 22:55

grazie ragazzi
avatar
vito
Membro di riguardo
Membro di riguardo

Data d'iscrizione : 22.03.09
Numero di messaggi : 648
Località : Triggiano (BA)
Impianto : Diffusori Klipsch Heresy III
Ampli: SE KT88/EL34 by Santo,
Sorgenti Trends Audio UD 10.1 Lite - Cambridge 840 c
Cavi: Cavi argento Vincenzo - digitale G&BL

Tornare in alto Andare in basso

Re: Distributore di rete

Messaggio  Fabio il Dom 11 Ott 2009 - 0:17

Non capisco perche l'interruttore luminoso ti stia antipatico ma ti sconsiglio il LED, che comunque dovresti parallelare con un diodo motanto in senso inverso e una resistenza di qualche watt in serie ai due, con conseguente dissipazione inutile.
Usa una di quelle lampadine/spie a 220 per montaggio a pannello, che di solito sono al neon ma anche a incandescenza.
Se vai in negozio ne avaranno diversi tipi , se ne trovi sarebbe meglio gia cablata con i fili pressofusi, trattandosi di 220 è più sicuro.


Ultima modifica di Fabio il Dom 11 Ott 2009 - 9:41, modificato 1 volta
avatar
Fabio
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 02.11.08
Numero di messaggi : 2516
Località : Roma
Occupazione/Hobby : informatico aziendale / ozio
Provincia (Città) : pessimo
Impianto : in firma

Tornare in alto Andare in basso

Re: Distributore di rete

Messaggio  Ivan il Dom 11 Ott 2009 - 0:28

@Fabio ha scritto:Usa una di quelle lampadine/spie a 220 per montaggio a pannello, che di solito sono al neon ma anche a incandescenza.
Infatti! Esteticamente non sono il massimo ma fanno al caso tuo. Un bel "led" che va a 220vac e risolvi.
avatar
Ivan
Giovane Saggio del Forum
Giovane Saggio del Forum

Data d'iscrizione : 11.02.08
Numero di messaggi : 4788
Località : Penisola
Impianto : Ctrl+C, Ctrl+V.

Tornare in alto Andare in basso

Re: Distributore di rete

Messaggio  mobius il Dom 11 Ott 2009 - 1:05

@Fabio ha scritto:Non capisco perche l'interruttore luminoso ti stia antipatico...

il bon-ton dell'autocostruzione audiofila indica che il led introduce delle distorsioni. Che queste distorsioni siano udibili o che addirittura esistano non lo so..
avatar
mobius
Appassionato
Appassionato

Data d'iscrizione : 27.12.08
Numero di messaggi : 495
Località : Napoli
Impianto : Sorgenti : Marantz CD-40 / Squeezebox 3
Ampli: Teac A-H01 / Fenice 20 / Trends 10.1 / Breeze TPA3116
Diffusori : Vienna Acoustics Haydn / Mosscade 502


Tornare in alto Andare in basso

Re: Distributore di rete

Messaggio  Barone Rosso il Dom 11 Ott 2009 - 8:17

@florin ha scritto:

Non ho capito che cos'è ''il led giusto'',ma ti posso dire che ho provato un led normale +1 resistenza di 1 Kohm e 16 V alternata,il led se accende consumando 7 mA,questa significa che per 220 V serve una resistenza di 14-15 Kohm.Vito,attenzione la tensione di rete è pericolasa !!!
Ciao,

Semplicemente non ho mai provato. Quindi non saprei dire se un normale led resisterebbe per ore ai 230v inversi.
Comunque penso che basti guardare le caratteristiche tecniche dei led e verificare se resistono a più di 230v inversi.
avatar
Barone Rosso
Moderatore
Moderatore

Data d'iscrizione : 24.03.08
Numero di messaggi : 8020
Località :
Provincia (Città) : Altrove
Impianto : Z + X = Y

Tornare in alto Andare in basso

Re: Distributore di rete

Messaggio  vito il Dom 11 Ott 2009 - 9:45

@Fabio ha scritto:Non capisco perche l'interruttore luminoso ti stia antipatico ma ti sconsiglio il LED, che comunque dovresti parallelare con un diodo motanto in senso inverso e una resistenza di qualche watt in serie ai due, con conseguente dissipazione inutile.
Usa una di quelle lampadine/spie a 220 per montaggio a pannello, che di solito sono al neon ma anche a incandescenza.
Se vai in negozio ne avaranno diversi tipi , se ne trovi sarebbe meglio gia cablata con i fili pressofusi, trattandosi di 220 è più sicuro.
E' semplicemete per una questione estetica. Il led sul pannello frontale è più elegante mentre una lampadina porrebbe problemi di montaggio. L'interruttore illuminato l'ho escluso poichè l'interruttore è previsto sul retro della scatola quindi non assolverebbe al suo compito.
avatar
vito
Membro di riguardo
Membro di riguardo

Data d'iscrizione : 22.03.09
Numero di messaggi : 648
Località : Triggiano (BA)
Impianto : Diffusori Klipsch Heresy III
Ampli: SE KT88/EL34 by Santo,
Sorgenti Trends Audio UD 10.1 Lite - Cambridge 840 c
Cavi: Cavi argento Vincenzo - digitale G&BL

Tornare in alto Andare in basso

Re: Distributore di rete

Messaggio  Fabio il Dom 11 Ott 2009 - 9:49

@Barone Rosso ha scritto:
Semplicemente non ho mai provato. Quindi non saprei dire se un normale led resisterebbe per ore ai 230v inversi.
Comunque penso che basti guardare le caratteristiche tecniche dei led e verificare se resistono a più di 230v inversi.

I LED, almeno quelli classici, hanno una bassa tensione di brekdown inversa, il diodo in controfase servirebbe apposta per questo, ma io sulla 220Vac non li ho mai usati e non li userei.
avatar
Fabio
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 02.11.08
Numero di messaggi : 2516
Località : Roma
Occupazione/Hobby : informatico aziendale / ozio
Provincia (Città) : pessimo
Impianto : in firma

Tornare in alto Andare in basso

Re: Distributore di rete

Messaggio  florin il Dom 11 Ott 2009 - 10:01

@Barone Rosso ha scritto:
@florin ha scritto:

Non ho capito che cos'è ''il led giusto'',ma ti posso dire che ho provato un led normale +1 resistenza di 1 Kohm e 16 V alternata,il led se accende consumando 7 mA,questa significa che per 220 V serve una resistenza di 14-15 Kohm.Vito,attenzione la tensione di rete è pericolasa !!!
Ciao,

Semplicemente non ho mai provato. Quindi non saprei dire se un normale led resisterebbe per ore ai 230v inversi.
Comunque penso che basti guardare le caratteristiche tecniche dei led e verificare se resistono a più di 230v inversi.

Per funzionare un led a bisogno mediamente di 3 V,in questa situazione non si usa nessuna resistenza.Quando la tensione sale si metti in serie una resistenza che abbassa la tensione e limita la corrente e il led vienne alimentato con 3V e la corrente sui 5-10mA.Ci sono led che funzionano con 10-20 mA(quelli grossi) e con 1-5mA quelli piccoli.Sul led non arriva 220V tensione inversa ma solamente 3V.Ne io non ho mai provato alimentare(prove ho fatto) per tempi molto lunghi un led con tensione alternata,ma non credo che succede qualcosa di male se la resistenza limita in modo giusto la corrente .
Ciao,
avatar
florin
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 05.02.09
Numero di messaggi : 3236
Località : torino
Impianto : marantz cd4000 tweakkato,ampli truepath autocostruito,Dynamite 8,dac Florini+WaveIO in I2S

Tornare in alto Andare in basso

Re: Distributore di rete

Messaggio  Ivan il Dom 11 Ott 2009 - 10:02

@vito ha scritto:
E' semplicemete per una questione estetica. Il led sul pannello frontale è più elegante mentre una lampadina porrebbe problemi di montaggio. L'interruttore illuminato l'ho escluso poichè l'interruttore è previsto sul retro della scatola quindi non assolverebbe al suo compito.
Forse c'è un po' di confusione, la lampadina da pannello è del tutto simile a questa:

Esteticamente non è il massimo ma non riesco a capire dove siano le difficoltà di montaggio?
avatar
Ivan
Giovane Saggio del Forum
Giovane Saggio del Forum

Data d'iscrizione : 11.02.08
Numero di messaggi : 4788
Località : Penisola
Impianto : Ctrl+C, Ctrl+V.

Tornare in alto Andare in basso

Re: Distributore di rete

Messaggio  Fabio il Dom 11 Ott 2009 - 10:09

@florin ha scritto: Sul led non arriva 220V tensione inversa ma solamente 3V

Con una semplice resistenza in serie, quando il led non conduce arriva tutta la semionda a 220Vac ai suoi capi, anzi direi più di 300, senza calcolare i disturbi, visto che parliamo di valore efficace.
Se non gli metti un'altro diodo invertito in parallelo, che in questa situazione conduce, o/e un partitore resistivo, quest'ultimo limiterebbe la tensione, non credo proprio che il LED possa sopportarli.
Ma vale la pena usare resistenze di potenza, più un diodo e mettiamoci anche un condensatorino ad alta tensione per i disturbi, il tutto per alimentare un LED?
Io intendevo appunto quella che mostra Ivan, che probabilmente è una spia al neon.
Per intenderci una cosa del genere:
http://cgi.ebay.it/NEON-Indicator-Light-220V-AC-6mm-Mounting-Hole_W0QQitemZ180368637566QQcmdZViewItemQQptZAU_B_I_Electrical_Test_Equipment?hash=item29fecefe7e&_trksid=p3286.m63.l1177

che trovi in qualsiasi negozietto di elettronica e persino in qualcuno di elettricità.
avatar
Fabio
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 02.11.08
Numero di messaggi : 2516
Località : Roma
Occupazione/Hobby : informatico aziendale / ozio
Provincia (Città) : pessimo
Impianto : in firma

Tornare in alto Andare in basso

Re: Distributore di rete

Messaggio  florin il Dom 11 Ott 2009 - 10:36

@Fabio ha scritto:
@florin ha scritto: Sul led non arriva 220V tensione inversa ma solamente 3V

Con una semplice resistenza in serie, quando il led non conduce arriva tutta la 220V ai suoi capi, anzi direi più di 300, senza calcolare i disturbi, visto che parliamo di valore efficace.
Se non gli metti un'altro diodo invertito in parallelo, che in questa situazione conduce, o/e un partitore resistivo, quest'ultimo limiterebbe la tensione, non credo proprio che il LED possa sopportarli.
Ma vale la pena usare resistenze di potenza per un LED?

Ho collegato un led alla corrente di rete e ti posso dire che funziona,la resistenza è di 50 Kohm/2w e la corrente di 3,7mA.Qualcuno usava invece di una resistenza ,un condensatore di 10 nF/500v(si può provare con condensatori più piccoli,non mi ricordo esattamente)
avatar
florin
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 05.02.09
Numero di messaggi : 3236
Località : torino
Impianto : marantz cd4000 tweakkato,ampli truepath autocostruito,Dynamite 8,dac Florini+WaveIO in I2S

Tornare in alto Andare in basso

Re: Distributore di rete

Messaggio  florin il Dom 11 Ott 2009 - 10:54

@florin ha scritto:
@Fabio ha scritto:
@florin ha scritto: Sul led non arriva 220V tensione inversa ma solamente 3V

Con una semplice resistenza in serie, quando il led non conduce arriva tutta la 220V ai suoi capi, anzi direi più di 300, senza calcolare i disturbi, visto che parliamo di valore efficace.
Se non gli metti un'altro diodo invertito in parallelo, che in questa situazione conduce, o/e un partitore resistivo, quest'ultimo limiterebbe la tensione, non credo proprio che il LED possa sopportarli.
Ma vale la pena usare resistenze di potenza per un LED?

Ho collegato un led alla corrente di rete e ti posso dire che funziona,la resistenza è di 50 Kohm/2w e la corrente di 3,7mA.Qualcuno usava invece di una resistenza ,un condensatore di 10 nF/500v(si può provare con condensatori più piccoli,non mi ricordo esattamente)

Sono passati 20 minuti e tutto va bene,lascerò il led acceso fino a domani e vi dirò cos'è successo.
avatar
florin
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 05.02.09
Numero di messaggi : 3236
Località : torino
Impianto : marantz cd4000 tweakkato,ampli truepath autocostruito,Dynamite 8,dac Florini+WaveIO in I2S

Tornare in alto Andare in basso

Re: Distributore di rete

Messaggio  florin il Dom 11 Ott 2009 - 11:10

@vito ha scritto:
@Fabio ha scritto:Non capisco perche l'interruttore luminoso ti stia antipatico ma ti sconsiglio il LED, che comunque dovresti parallelare con un diodo motanto in senso inverso e una resistenza di qualche watt in serie ai due, con conseguente dissipazione inutile.
Usa una di quelle lampadine/spie a 220 per montaggio a pannello, che di solito sono al neon ma anche a incandescenza.
Se vai in negozio ne avaranno diversi tipi , se ne trovi sarebbe meglio gia cablata con i fili pressofusi, trattandosi di 220 è più sicuro.
E' semplicemete per una questione estetica. Il led sul pannello frontale è più elegante mentre una lampadina porrebbe problemi di montaggio. L'interruttore illuminato l'ho escluso poichè l'interruttore è previsto sul retro della scatola quindi non assolverebbe al suo compito.

Vito hai raggione il led è più estetico di una spia al neon,ma è anche pericoloso se le gambe del led e la resistenza non sono ben isolati dal frontale,(collega il contenitore se è di metallo alla terra),fai tanta attenzione!!!
avatar
florin
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 05.02.09
Numero di messaggi : 3236
Località : torino
Impianto : marantz cd4000 tweakkato,ampli truepath autocostruito,Dynamite 8,dac Florini+WaveIO in I2S

Tornare in alto Andare in basso

Re: Distributore di rete

Messaggio  Fabio il Dom 11 Ott 2009 - 12:03

Se i costruttori indicano una tensione inversa di esercizio di 5-15V ci sarà pure un motivo.
Il fatto che poi il led non si bruci sistematicamente non significa che non stia lavorando in zone per cui non è stato costruito e non garantirei per la sua integrita e longevità di esercizio.
Pare che i LED alimentati al contrario abbiano un comportamento con effetto zener.
Questi tipi qui si sono divertiti a fare qualche prova:
http://www.electroportal.net/admin/wiki/ldiodoledetensioneinversa
avatar
Fabio
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 02.11.08
Numero di messaggi : 2516
Località : Roma
Occupazione/Hobby : informatico aziendale / ozio
Provincia (Città) : pessimo
Impianto : in firma

Tornare in alto Andare in basso

Re: Distributore di rete

Messaggio  florin il Dom 11 Ott 2009 - 12:44

@Fabio ha scritto:Se i costruttori indicano una tensione inversa di esercizio di 5-15V ci sarà pure un motivo.
Il fatto che poi il led non si bruci sistematicamente non significa che non stia lavorando in zone per cui non è stato costruito e non garantirei per la sua integrita e longevità di esercizio.
Pare che i LED alimentati al contrario abbiano un comportamento con effetto zener.
Questi tipi qui si sono divertiti a fare qualche prova:
http://www.electroportal.net/admin/wiki/ldiodoledetensioneinversa

Ho letto ,cose interessanti,ma qualcuno diceva che il suo led a resistito 34 minuti(se mi ricordo bene),il mio led sta sotto tensione da più di 90 minuti .La resistenza di 50Kohm era caldina,l'ho cambiata con una di 82Kohm/2W,il consumo è sceso a 2,4 mA,la resistenza scalda di meno.Ho provato mettere al posto della resistenza un condensatore di 10nF/500V,ma il led si è brucciato subbito.Vi dirò domani come sono andate le cose.
Buona domenica,
avatar
florin
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 05.02.09
Numero di messaggi : 3236
Località : torino
Impianto : marantz cd4000 tweakkato,ampli truepath autocostruito,Dynamite 8,dac Florini+WaveIO in I2S

Tornare in alto Andare in basso

Re: Distributore di rete

Messaggio  Fabio il Dom 11 Ott 2009 - 13:16

@florin ha scritto:
Ho letto ,cose interessanti,ma qualcuno diceva che il suo led a resistito 34 minuti(se mi ricordo bene),il mio led sta sotto tensione da più di 90 minuti .La resistenza di 50Kohm era caldina,l'ho cambiata con una di 82Kohm/2W,il consumo è sceso a 2,4 mA,la resistenza scalda di meno.Ho provato mettere al posto della resistenza un condensatore di 10nF/500V,ma il led si è brucciato subbito.Vi dirò domani come sono andate le cose.
Buona domenica,

Mettendo il solo condensatore, il picco del reverse voltage "teorico" si raddoppia.
E' come un circuito raddrizzatore con un diodo e un condensatore a valle che si carica, quando poi si inverte la semionda ti ritroveresti le due tensioni in serie ai capi del LED.
Sembrerebbe però che il LED, oltre una certa tensione inversa entra in una sorta di breakdown controllato e conduce, questo fa si che la teoria non si manifesta nella realtà, ma comunque la tensione inversa vista dal LED aumenta di qualcosa, ossia della tensione di carica del condensatore in quel momento, che dovrebbe essere pari a quella in cui inizia a condurre il LED.
Qalcola poi anche che a livello transitorio non c'è più la resistenza al limitare il picco di corrente nel momento del "breakdown". Evidentemente eri al limite della rottura e gli hai dato il colpo di grazia.
Se proprio volete usare un LED classico, oltre la resistenza e l'eventuale condensatore, metteteci un diodo in parellelo con polarità invertita oppure collegatelo tramite un partitore che in condizioni di non conduzione del LED presenti in uscita una tensione non superiore alla Vr del LED stesso.
Esistono anche LED bipolari ma, tuttavia sono dell'opinione che usare un LED standard per la 220V non è proprio il massimo della praticità.
avatar
Fabio
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 02.11.08
Numero di messaggi : 2516
Località : Roma
Occupazione/Hobby : informatico aziendale / ozio
Provincia (Città) : pessimo
Impianto : in firma

Tornare in alto Andare in basso

Re: Distributore di rete

Messaggio  vito il Dom 11 Ott 2009 - 14:04

Sono contento di aver messo in movimento un po di persone. Sono quelle domande apparentemente stupide che offrono però spunti di discussione. Io intanto ho trovato questo http://xoomer.virgilio.it/rosnigr/elettronica5.html
avatar
vito
Membro di riguardo
Membro di riguardo

Data d'iscrizione : 22.03.09
Numero di messaggi : 648
Località : Triggiano (BA)
Impianto : Diffusori Klipsch Heresy III
Ampli: SE KT88/EL34 by Santo,
Sorgenti Trends Audio UD 10.1 Lite - Cambridge 840 c
Cavi: Cavi argento Vincenzo - digitale G&BL

Tornare in alto Andare in basso

Re: Distributore di rete

Messaggio  piero7 il Dom 11 Ott 2009 - 14:24

Ma qual'è il senso di alimentare un led a 220v? Una bassa tensione se c'è un circuito in quel contenitore è comunque presente, e per quello che assorbe un led non può arrecare nessun fastidio/disturbo a quel circuito, mentre portare una tensione alternata o pulsante in giro per il case potrebbe pure favorire ronzii e/o disturbi.

Trovo la cosa estremamente inutile e per niente conveniente.
avatar
piero7
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 06.06.09
Numero di messaggi : 9854
Località : Somewhere over the rainbow
Impianto :

Tornare in alto Andare in basso

Re: Distributore di rete

Messaggio  Fabio il Dom 11 Ott 2009 - 14:35

@vito ha scritto:Sono contento di aver messo in movimento un po di persone. Sono quelle domande apparentemente stupide che offrono però spunti di discussione. Io intanto ho trovato questo http://xoomer.virgilio.it/rosnigr/elettronica5.html

Esattamente.
Li si usa principalemente il condensatore per far cadere la tensione.
Fatti due conti nel circuito scorrono circa 10mA, che si dividono tra il led e il diodo.
Io, se possibile, mi terrei anche più alto con i valori di voltaggio del condensatore, considerando che va tenuto presente il valore dichiarato riferito alla funzionamento in alternata, che è notevolmente più basso di quello dichiarato in continua.

@piero7 ha scritto:Ma qual'è il senso di alimentare un led a 220v?

Il senso è che, se ho capito cosa lui vuol intendere per "distributore di rete", ossia una sorta di ciabatta, hai solo la 220 a disposizione.


Ultima modifica di Fabio il Dom 11 Ott 2009 - 14:41, modificato 1 volta
avatar
Fabio
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 02.11.08
Numero di messaggi : 2516
Località : Roma
Occupazione/Hobby : informatico aziendale / ozio
Provincia (Città) : pessimo
Impianto : in firma

Tornare in alto Andare in basso

Re: Distributore di rete

Messaggio  vito il Dom 11 Ott 2009 - 16:15

Posto qualche foto tanto per chiarire la cosa.




Ho previsto due linee: una non filtrata e l'altra filtrata. come filtro di rete ho usato uno smontato da un alimentatore per pc.

Sulla linea filtrata prevedo di allacciare le sorgenti, sull'altra l'amplificatore visto che da qualche parte ho letto che il filtro non fa molto bene alle amplificazioni.

Devo solo inserire un fusibile e il famingerato led. Che dite un fusibile da 16A va bene? o ne devo mettere uno più piccolo?
avatar
vito
Membro di riguardo
Membro di riguardo

Data d'iscrizione : 22.03.09
Numero di messaggi : 648
Località : Triggiano (BA)
Impianto : Diffusori Klipsch Heresy III
Ampli: SE KT88/EL34 by Santo,
Sorgenti Trends Audio UD 10.1 Lite - Cambridge 840 c
Cavi: Cavi argento Vincenzo - digitale G&BL

Tornare in alto Andare in basso

Re: Distributore di rete

Messaggio  piero7 il Dom 11 Ott 2009 - 18:26

Ops, sorry, non avevo capito che si trattava di una ciabatta...
avatar
piero7
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 06.06.09
Numero di messaggi : 9854
Località : Somewhere over the rainbow
Impianto :

Tornare in alto Andare in basso

Re: Distributore di rete

Messaggio  Fabio il Dom 11 Ott 2009 - 19:22

@vito ha scritto:Devo solo inserire un fusibile e il famingerato led. Che dite un fusibile da 16A va bene? o ne devo mettere uno più piccolo?

Io il fusibile non ce lo avrei neanche messo , comunque 16A son un po' tantini, ti salta prima il quadro elettrico, che ci devi attaccare 2 stufette?
avatar
Fabio
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 02.11.08
Numero di messaggi : 2516
Località : Roma
Occupazione/Hobby : informatico aziendale / ozio
Provincia (Città) : pessimo
Impianto : in firma

Tornare in alto Andare in basso

Re: Distributore di rete

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum