T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti
Benvenuto nel T-Forum!
Connettiti in modo da farti riconoscere come membro affezionato, oppure registrati così potrai partecipare attivamente alle discussioni.
Sondaggio

Ti piace il nuovo stile del T-Forum?

51% 51% [ 73 ]
49% 49% [ 70 ]

Totale dei voti : 143

Ultimi argomenti
» Consiglio preamplificatore lesahifi
Oggi alle 10:24 Da dinamanu

» Consiglio: impianto si o no e cosa (poco spazio, max 600€)
Oggi alle 9:31 Da dinamanu

» Blood Sweat Tears
Ieri alle 23:21 Da andy65

» Quali album per iniziare ad ascoltare jazz?
Ieri alle 21:22 Da lello64

» ALIENTEK D8 [parte 2]
Ieri alle 19:54 Da giatz83

» Gilmour, Live at Pompeii
Ieri alle 19:31 Da fuscusmic

» SMSL M7: il dac definitivo alla portata di tutti?
Ieri alle 18:54 Da Nadir81

» Primo Impianto Hi-Fi
Ieri alle 18:01 Da dinamanu

» Technics SU-V2A
Ieri alle 15:50 Da Massimo Cogo

» JAZZ - È morto Hank Jones
Ieri alle 15:21 Da Albert^ONE

» Rimetto in vendita tutti i miei Blu-Ray
Ieri alle 12:07 Da wolfman

» ciò solo 200 euri.... le scinte e il cinesino.... oppure...
Mar 19 Set 2017 - 23:56 Da dinamanu

» [GE] CMoyy DIY potenziato - 60 € s.s. incluse
Mar 19 Set 2017 - 23:26 Da sh4d3

» The Oscar Peterson Trio - We Get Requests
Mar 19 Set 2017 - 21:29 Da andy65

» [cerco]Lettore CD da usare come meccanica
Mar 19 Set 2017 - 20:29 Da rattaman

» [NA] Vendo Wadia 151 Power Dac - 350 euro spedito
Mar 19 Set 2017 - 17:57 Da MrTheCarbon

» YAMAHA WX-A50 Qualcuno l'ha sentito?
Mar 19 Set 2017 - 17:02 Da Baron Birra

» [Vendo] SuperPro 707 DAC USB 3
Mar 19 Set 2017 - 16:49 Da dmnet75

» [MI + sped] Amplificatore per cuffie Yulong A28 classe A bilanciato garanzia perfetto
Mar 19 Set 2017 - 15:22 Da vale69

» Consiglio su amplificatore stereo
Mar 19 Set 2017 - 15:03 Da zermak

» Cyrus 3
Mar 19 Set 2017 - 14:40 Da Pinve

» Quale AB là posto del D8 ?
Mar 19 Set 2017 - 14:21 Da dinamanu

» Charlie Haden che mito!
Mar 19 Set 2017 - 14:01 Da andy65

» Napoli Centrale
Mar 19 Set 2017 - 12:29 Da Ivan

» potenza Alientek D8 / FX 802
Mar 19 Set 2017 - 7:56 Da stefa

» Ricordando Miles Davis
Lun 18 Set 2017 - 22:23 Da andy65

» Marcus Miller Panther
Lun 18 Set 2017 - 22:20 Da andy65

» Vangelis - Blade runner
Lun 18 Set 2017 - 21:12 Da sportyerre

» Buste viniliche
Lun 18 Set 2017 - 20:40 Da andy65

» Bill Evans arruginito.....
Lun 18 Set 2017 - 20:33 Da andy65

Statistiche
Abbiamo 11023 membri registrati
L'ultimo utente registrato è Celestino Benazzi

I nostri membri hanno inviato un totale di 795070 messaggi in 51557 argomenti
I postatori più attivi della settimana
dinamanu
 
lello64
 
giucam61
 
nerone
 
andy65
 
Nadir81
 
Kha-Jinn
 
giatz83
 
pallapippo
 
Baron Birra
 

Migliori postatori
Stentor (20392)
 
DACCLOR65 (19633)
 
schwantz34 (15512)
 
Silver Black (15477)
 
nd1967 (12803)
 
flovato (12509)
 
Biagio De Simone (10275)
 
piero7 (9854)
 
wasky (9229)
 
fritznet (9180)
 

Chi è in linea
In totale ci sono 64 utenti in linea: 4 Registrati, 0 Nascosti e 60 Ospiti :: 1 Motore di ricerca

dinamanu, francossido, grgrvl, Nadir81

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 4379 il Lun 25 Mag 2015 - 15:01
Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 


Bookmarking sociale

Bookmarking sociale Digg  Bookmarking sociale Delicious  Bookmarking sociale Reddit  Bookmarking sociale Stumbleupon  Bookmarking sociale Slashdot  Bookmarking sociale Yahoo  Bookmarking sociale Google  Bookmarking sociale Blinklist  Bookmarking sociale Blogmarks  Bookmarking sociale Technorati  




Conserva e condividi l'indirizzo di T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti sul tuo sito sociale bookmarking


Il "Nuovo" in musica nel XXI secolo

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Il "Nuovo" in musica nel XXI secolo

Messaggio  fritznet il Dom 26 Ott 2014 - 18:38

valterneri ha scritto:... una riflessione e una frase, una frase e spero riflessioni:
il giornalista scrive:

"I Cream .. perdono un pezzo della loro storia,
e la storia della musica perde l'ennesimo tassello
"

e penso,
mentre il passato ha prodotto "cultura e musica di rottura" col passato precedente,
esiste un "oggi" slegato e sconnesso da quel passato che sta fisicamente morendo?

1-Esiste musica oggi che non sia una replica e che abbia spazi e orizzonti più ampi?
2-Qualcosa che trascina e non piccoli rivoli di nicchia?
3-Qualcosa che ha più spazio nel futuro che nel passato?
...

Scusa Valter ma su un thread luttuoso non riesco ad andare OT.

1_ No, però temo che lo stesso rock innovativo degli anni '60, a chi conosceva bene la storia della musica popolare precedente, suonasse molto meno innovativo.
2_ No, credo di no, tranne i fenomeni da classifica.
3_No, la musica popolare come fenomeno anche culturale è morta anni fa, ora esiste solo l'industria che produce e sfrutta prodotti confezionati su misura.

Se ne avessi le capacità dialettiche, analitiche e storiografiche mi piacerebbe anche sottolineare il fatto che già a partire dal primo novecento i compositori moderni sono seguiti da un pubblico sempre più rarefatto, cosa che riguarda, credo, anche l'arte contemporanea.

Non so se siano fenomeni reversibili, a breve termine.

Tornando alla musica "popolare", credo che le ibridazioni possibili di stilemi abbiano concluso le possibili combinazioni, tutto è già stato scritto, in tutte le possibili varianti, o quasi.

IL tutto, ovviamente, IMHO.
avatar
fritznet
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 27.02.10
Numero di messaggi : 9180
Località : Stolvizza
Provincia (Città) : soot al buondì motta
Impianto : lol-fi


Tornare in alto Andare in basso

Re: Il "Nuovo" in musica nel XXI secolo

Messaggio  emmeci il Dom 26 Ott 2014 - 19:05

Il piacere della scoperta ed il godimento della musica è nell'orecchio e nel cervello di chi l'ascolta.
Ad un certo punto della vita è consolatorio e defaticante considerare che:
tutto quello che doveva essere composto e suonato e stato fatto e più o meno lo si è ascoltato.
Poi esistono le complesse e variegate chiavi di lettura, proprie di ogni diversa generazione e sottocultura (questo accade a partire dall'America già dagli anni '50).
Un altro grosso problema è l'enorme offerta, fiumi di uscite discografiche ogni settimana inondano la rete... chi ha il tempo per seguirle tutte o perlomeno quelle dei "generi" che si pensa ci interessino?

E non osate chiedermi i "nomi"! Evil or Very Mad Ognuno si trovi i suoi, magari smettendo per qualche anno di ascoltare impianti e soprattutto cavi e tornando alla musica... ecchécazzarola!!! Laughing
avatar
emmeci
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 11.10.10
Numero di messaggi : 5599
Occupazione/Hobby : Musica, Natura, Fotografia
Provincia (Città) : Roma
Impianto : Miliardi di elettroni che agitandosi... fanno musica!

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il "Nuovo" in musica nel XXI secolo

Messaggio  schwantz34 il Dom 26 Ott 2014 - 19:11

emmeci ha scritto:smettendo per qualche anno di ascoltare impianti e soprattutto cavi e tornando alla musica... ecchécazzarola!!! Laughing

Clap Clap Clap Clap Clap Clap Clap Clap Clap Clap Clap Clap Clap Clap
avatar
schwantz34
Membro classe diamante
Membro classe diamante

Data d'iscrizione : 28.10.08
Numero di messaggi : 15512
Località : Caerdydd
Provincia (Città) : Caerdydd
Impianto : minimalista, uso un vecchio walkman con gli auricolari...

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il "Nuovo" in musica nel XXI secolo

Messaggio  mauz il Mer 5 Nov 2014 - 17:37

fritznet ha scritto:
valterneri ha scritto:... una riflessione e una frase, una frase e spero riflessioni:
il giornalista scrive:

"I Cream .. perdono un pezzo della loro storia,
e la storia della musica perde l'ennesimo tassello
"

e penso,
mentre il passato ha prodotto "cultura e musica di rottura" col passato precedente,
esiste un "oggi" slegato e sconnesso da quel passato che sta fisicamente morendo?

1-Esiste musica oggi che non sia una replica e che abbia spazi e orizzonti più ampi?
2-Qualcosa che trascina e non piccoli rivoli di nicchia?
3-Qualcosa che ha più spazio nel futuro che nel passato?
...

Scusa Valter ma su un thread luttuoso non riesco ad andare OT.

1_ No, però temo che lo stesso rock innovativo degli anni '60, a chi conosceva bene la storia della musica popolare precedente, suonasse molto meno innovativo.
2_ No, credo di no, tranne i fenomeni da classifica.
3_No, la musica popolare come fenomeno anche culturale è morta anni fa, ora esiste solo l'industria che produce e sfrutta prodotti confezionati su misura.

Se ne avessi le capacità dialettiche, analitiche e storiografiche mi piacerebbe anche sottolineare il fatto che già a  partire  dal primo novecento i compositori moderni sono seguiti da un pubblico sempre più rarefatto, cosa che riguarda, credo, anche l'arte contemporanea.

Non so se siano fenomeni reversibili, a breve termine.

Tornando alla musica "popolare", credo che le ibridazioni possibili di stilemi abbiano concluso le possibili combinazioni, tutto è già stato scritto, in tutte le possibili varianti, o quasi.

IL tutto, ovviamente, IMHO.
Belle domande, che generano altre domande. tra cui: è importante? cioé, la colonna sonora della vita dei musicofili non è più emozionante di quella di chi si emoziona comunque per musiche più spiccie. è solo una questione culturale, che magari a noi ci rende più brillante il primo, quando non è detto però che lo stesso si possa dire di altre sue qualità. che è per tutti e due la colonna sonora della propria vita, vissuta nel proprio tempo. che dopotutto ha un limite. pensate se il rock fosse immortale... mi sembrerebbe mostruoso, antistorico e ingiusto verso tutti i canoni precedenti.
ok, per farmi perdonare, guarda qua che strumentino acustico e innovativo

roba da turchi

avatar
mauz
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 24.01.10
Numero di messaggi : 3121
Località : collina
Provincia (Città) : (BI)
Impianto :
NVA a30px
Royd Merlin
Bushmaster DAC
SONY CDP338ESD
SONY XDR F1HD
Mac Mini

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il "Nuovo" in musica nel XXI secolo

Messaggio  fritznet il Gio 6 Nov 2014 - 2:10

curiosissimo... non capisco se il riverbero e il delay sono aggiunti o sono l'effetto del viaggio delle vibrazioni da un risuonatore all'altro, quando cade la mazzetta non sembra ci sia molta ambienza aggiunta, però ad orecchio sembrano aggiunti effetti con mano pesante

Concordo sulla unicità (sincronica) delle colonne sonore di una vita, e anche sulla loro pari dignità, ci mancherebbe, allo stesso modo di chi ricorda con simpatia i film dei Vanzina piuttosto che di Kubrick.
Io però pur non avendo nessuna spocchia intellettuale (non potrei permettermela, non ne ho i mezzi), così come trovo mortalmente noioso certo cinema, non riesco proprio ad ascoltarla certa musica (fenomeni da classifica), ci ho provato, ma non ce la faccio, non è snobismo, è proprio noia Very Happy
avatar
fritznet
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 27.02.10
Numero di messaggi : 9180
Località : Stolvizza
Provincia (Città) : soot al buondì motta
Impianto : lol-fi


Tornare in alto Andare in basso

Re: Il "Nuovo" in musica nel XXI secolo

Messaggio  mauz il Gio 6 Nov 2014 - 11:37

a ma certo, piace quel che piace, e lo snobismo è solo desiderio di rango e non è detto che c'entri niente con le cose in sé.
non so se la trappola sonora sia un fake, potrebbe essere un sistema di ferramenta musicale basato sulle molle Laughing
http://vimeo.com/44541637
avatar
mauz
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 24.01.10
Numero di messaggi : 3121
Località : collina
Provincia (Città) : (BI)
Impianto :
NVA a30px
Royd Merlin
Bushmaster DAC
SONY CDP338ESD
SONY XDR F1HD
Mac Mini

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il "Nuovo" in musica nel XXI secolo

Messaggio  fritznet il Gio 6 Nov 2014 - 11:48

No no, più che un fake stavo pensando ai dettagli "tecnici", dal video appena postato si capisce meglio, in pratica le corde (che non sono solo corde) sono unite ai risuonatori (delle percussioni) tramite molle metalliche, non corde , oppure anche tramite molle.

Ora mi spiego riverbero e delay, le molle venivano usate per i riverberi fino a non troppi anni fa, il suono viaggiando attraverso le molle si riverbera senza elettronica Laughing

lo vedrei bene in scuderia con loro
avatar
fritznet
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 27.02.10
Numero di messaggi : 9180
Località : Stolvizza
Provincia (Città) : soot al buondì motta
Impianto : lol-fi


Tornare in alto Andare in basso

Re: Il "Nuovo" in musica nel XXI secolo

Messaggio  valterneri il Gio 6 Nov 2014 - 13:03

fritznet ha scritto:... mi piacerebbe anche sottolineare che già a partire dal primo novecento
i compositori moderni sono seguiti da un pubblico sempre più rarefatto,
cosa che riguarda, credo, anche l'arte contemporanea.
Dal dopoguerra, e forse anche prima,
la musica contemporanea accademica si è chiusa in se stessa
e da anni ormai se ne è pentita,
ma non credo che gli stessi compositori abbiano più la cultura e le capacità
necessarie per riuscire a fare musica interessante ai più,
forse i nuovissimi compositori ancora sconosciuti,
che sono positivamente inquinati.
Ma nessuno ascolta musica contemporanea accademica, è ormai musica inutile
e socialmente ininfluente.

emmeci ha scritto:... Un altro grosso problema è l'enorme offerta,
fiumi di uscite discografiche ogni settimana inondano la rete...
chi ha il tempo per seguirle tutte o perlomeno quelle che si pensa ci interessino?:
Stessa cosa e ben più grave accade ai libri
che non si possono leggere di sottofondo, facendo altro.
Oggi è troppo facile pubblicare cose senza spessore, né ricerca, né lavoro.

Mauz scrive:
" pensate se il rock fosse immortale... mi sembrerebbe mostruoso,
antistorico e ingiusto verso tutti i canoni precedenti ..."


E siamo già alla quarta riedizione del Rock,
ed ogni riedizione lo rende assieme sia immortale che morto.
Credo che siano due le molle potenti che generano ascolto:
1) ascoltare qualcosa per differenziarci
2) ascoltare qualcosa per appartenere

La prima è figlia della solitudine, del volerla superare chiedendo attenzioni.
La seconda è figlia della nostalgia, di appartenere per essere compresi.

Entrambe non sono né cultura né futuro, forse la musica non precorre il mondo,
lo accompagna e semplicemente lo descrive.
avatar
valterneri
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 09.10.12
Numero di messaggi : 3687
Provincia (Città) : -
Impianto : -

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il "Nuovo" in musica nel XXI secolo

Messaggio  emmeci il Gio 6 Nov 2014 - 14:37

valterneri ha scritto:

E siamo già alla quarta riedizione del Rock,
ed ogni riedizione lo rende assieme sia immortale che morto.
Credo che siano due le molle potenti che generano ascolto:
1) ascoltare qualcosa per differenziarci
2) ascoltare qualcosa per appartenere

La prima è figlia della solitudine, del volerla superare chiedendo attenzioni.
La seconda è figlia della nostalgia, di appartenere per essere compresi.

Entrambe non sono né cultura né futuro, forse la musica non precorre il mondo,
lo accompagna e semplicemente lo descrive.

Cool Insomma ascoltare qualcosa solo perchè mi va' di farlo e ne traggo piacere non è contemplata nelle opzioni? Debbo per forza essere malato di inguaribile nostalgia e sentirmi solo? Surprised
avatar
emmeci
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 11.10.10
Numero di messaggi : 5599
Occupazione/Hobby : Musica, Natura, Fotografia
Provincia (Città) : Roma
Impianto : Miliardi di elettroni che agitandosi... fanno musica!

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il "Nuovo" in musica nel XXI secolo

Messaggio  valterneri il Gio 6 Nov 2014 - 14:49

emmeci ha scritto:Debbo per forza essere malato di inguaribile nostalgia e sentirmi solo? Surprised
Si, ammettilo! Ti senti solo!
Non è per questo che si sta sui forum?

Ascoltare con piacere significa cullarsi, quindi tornare molto indietro,
e quella cassa col timbro e ritmo del cuore?
Il ritmo preciso infatti è una sicurezza, è sicurezza,
sopra ci costruisci quello che vuoi, ma sotto c'è sempre quello che conosci.
Credo che il periodo più felice della nostra vita sia il mese precedente alla nascita,
cullati dal ritmo del cuore e protetti dai suoni improbabili.
avatar
valterneri
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 09.10.12
Numero di messaggi : 3687
Provincia (Città) : -
Impianto : -

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il "Nuovo" in musica nel XXI secolo

Messaggio  emmeci il Gio 6 Nov 2014 - 14:55

valterneri ha scritto:
Si, ammettilo! Ti senti solo!

Rolling Eyes Mmm Si... a volte mi sembra proprio di esserlo, ma poi passa! Laughing

avatar
emmeci
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 11.10.10
Numero di messaggi : 5599
Occupazione/Hobby : Musica, Natura, Fotografia
Provincia (Città) : Roma
Impianto : Miliardi di elettroni che agitandosi... fanno musica!

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il "Nuovo" in musica nel XXI secolo

Messaggio  valterneri il Gio 6 Nov 2014 - 15:08

emmeci ha scritto:Si... a volte mi sembra proprio di esserlo, ma poi passa! Laughing

a parte l'uso del maschile (che sarà un errore d'ortografia?)
è molto bella:

...... al mio fianco
c'è solo l'ombra.
E mi sarai lontano mille volte,
e poi, per sempre. Io non so frenare
quest'angoscia che monta dentro al seno;
essere solo.


e poi Montale che nomina per sua famiglia due piccioni
e poi Pascoli e poi Leopardi ..... basta basta, sono troppe!
avatar
valterneri
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 09.10.12
Numero di messaggi : 3687
Provincia (Città) : -
Impianto : -

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il "Nuovo" in musica nel XXI secolo

Messaggio  fritznet il Gio 6 Nov 2014 - 15:27

Come Mauro per me la musica è un piacere estetico, m'importa poco che sia o meno condiviso, elitario o altro, scusate la franchezza.

poi può fare piacere, ad esempio, che io e Mauro pare che abbiamo quasi gli stessi dischi (ma lui mi sa che ne ha di più Crying or Very sad Laughing ), ma la cosa non aumenta nè diminuisce il piacere dell'ascoltare la musica che amo.


Se dovessi finire i miei giorni come l'astronauta di 2001 Space Odissey, mi porterei almeno un mp3, a costo di litigare col monolite Hehe

Il concetto di solitudine IMHO attiene alla musica solo riguardo ai suoi aspetti sociali, non nella fruizione pura e semplice.
avatar
fritznet
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 27.02.10
Numero di messaggi : 9180
Località : Stolvizza
Provincia (Città) : soot al buondì motta
Impianto : lol-fi


Tornare in alto Andare in basso

Re: Il "Nuovo" in musica nel XXI secolo

Messaggio  emmeci il Gio 6 Nov 2014 - 15:38

fritznet ha scritto:Come Mauro per me la musica è un piacere estetico, m'importa poco che sia o meno condiviso, elitario o altro, scusate la franchezza.

poi può fare piacere, ad esempio, che io e Mauro pare che abbiamo quasi gli stessi dischi  (ma lui mi sa che ne ha di più Crying or Very sad Laughing ), ma la cosa non aumenta nè diminuisce il piacere dell'ascoltare la musica che amo.


Se dovessi finire i miei giorni come l'astronauta di 2001 Space Odissey, mi porterei almeno un mp3, a costo di litigare col monolite Hehe

Il concetto di solitudine IMHO attiene alla musica solo riguardo ai suoi aspetti sociali, non nella fruizione pura e semplice.

Wink Comunque sulla "quantità" di LP... non è vero! Evil or Very Mad Sono venuto a sapere che c'hai il "tesoretto" nascosto nel soppalco... accaparratore! Kiss
OT nidificato... mamma mia che 'sta a venì giù da queste parti!!! Il cielo si è fatto nero all'improvviso (1) e... pioggia a secchiate! (2)

(1)

(2)

avatar
emmeci
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 11.10.10
Numero di messaggi : 5599
Occupazione/Hobby : Musica, Natura, Fotografia
Provincia (Città) : Roma
Impianto : Miliardi di elettroni che agitandosi... fanno musica!

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il "Nuovo" in musica nel XXI secolo

Messaggio  valterneri il Gio 6 Nov 2014 - 15:44

fritznet ha scritto:.. per me la musica è un piacere estetico,
m'importa poco che sia o meno condiviso, elitario o altro ...
.. il concetto di solitudine attiene alla musica solo riguardo ai suoi aspetti sociali,
non nella fruizione pura e semplice.
Non te la cavi così, se fossero puri e semplici suoni ti piacerebbero anche i midi,
magari i midi tra dieci anni senza nessuno dietro,
o che qualcuno racconta e tu ascolti è solo suono,
o che tuo padre ti legge un libro è solo un libro.

La musica non è neanche semplice relazione, ma appartenenza,
è nata con la gente in cerchio, magari di fronte al Dio di comodo, è nata
per sentirci una comunità, o per sentirci una comunità attorno.
E' nata per proteggerci. Puro suono estetico? Neanche i fuochi artificiali lo sono.

La musica è la chiave dell'appartenenza.

avatar
valterneri
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 09.10.12
Numero di messaggi : 3687
Provincia (Città) : -
Impianto : -

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il "Nuovo" in musica nel XXI secolo

Messaggio  fritznet il Gio 6 Nov 2014 - 16:17

valterneri ha scritto:
Non te la cavi così, se fossero puri e semplici suoni ti piacerebbero anche i midi,
magari i midi tra dieci anni senza nessuno dietro,
o che qualcuno racconta e tu ascolti è solo suono,
o che tuo padre ti legge un libro è solo un libro.

La musica non è neanche semplice relazione, ma appartenenza,
è nata con la gente in cerchio, magari di fronte al Dio di comodo, è nata
per sentirci una comunità, o per sentirci una comunità attorno.
E' nata per proteggerci. Puro suono estetico? Neanche i fuochi artificiali lo sono.

La musica è la chiave dell'appartenenza.


I midi no, sono noiosi, ma ho passato moltissimo tempo a cavare suoni (non musica) da un paio di synth analogici e da versioni software dei medesimi, filtri, inviluppi, noise etc, divertendomi moltissimo, sarò in relazione con le macchine, boh... Very Happy

bada, non sto negando o sminuendo gli aspetti "sociali" ed affettivi che menzioni tu, dico solo che gli aspetti legati alla fruizione di musica possono essere molteplici, ed in proporzioni diverse
avatar
fritznet
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 27.02.10
Numero di messaggi : 9180
Località : Stolvizza
Provincia (Città) : soot al buondì motta
Impianto : lol-fi


Tornare in alto Andare in basso

Re: Il "Nuovo" in musica nel XXI secolo

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum