T-Forum, la vera HiFi alla portata di tuttiAccedi

Benvenuto nell'unico forum in cui 11755 utenti, con i loro 818716 messaggi, hanno scelto di ascoltare con le orecchie, con il cuore e un occhio al portafoglio!

Nuovo look del T-Forum, dai un'occhiata qui.
Il T-Forum ha bisogno del tuo aiuto! Controlla se hai i requisiti necessari e proponiti.
Hai trovato uno spammer nel forum? Segnalalo subito all'amministrazione o a un moderatore!
Diamo il benvenuto ai nostri nuovi moderatori.
Chi sono i top postatori di oggi? Clicca qui per scoprirli.

Controlla qui gli argomenti attivi del giorno.


Condividi

descriptionGavin Harrison - batterista dei Porcupine Tree -

more_horiz
Apro questo post in onore di questo grande musicista, segnalandovelo proprio perchè non è uno dei tanti batteristi in circolazione, Gavin è un ricercatore dello strumento e la sua tecnica è in continua evoluzione, insomma un vero Masterclass come pochi altri. Nel maggio 2007 e nel 2008, è stato votato miglior batterista progressive dell'anno dalla rivista Modern drummer.

E' autore di:
1) Rhythmic Illusions 1999 (libro + cd)
2) Rhythmic Perspectives 2000 (libro + cd)
3) Rhythmic Visions 2002 (DVD)
4) Rhythmic Horizons 2006 (DVD)

Da due interviste al batterista:

...sei l’autore di una sorta di quadrilogia. Mi riferisco ai due libri Rhythmic Illusions e Rhythmic Prospectives, e ai due dvd Rhythmic Visions e Rhythmic Horizons: qual è il fi lo conduttore che unisce questi lavori?

Anche se vengono affrontati temi differenti, si tratta di strumenti volti a sviluppare una sorta di tecnica mentale. L’espressione che preferisco usare al riguardo è design ritmico”. Vorrei farti un esempio. E’ facile essere affascinato dai fi ll di batteria dei nostri idoli, ma ciò a cui bisognerebbe sempre prestare attenzione è proprio il disegno ritmico,
ovvero al modo di pensare il ritmo. Ed è questo che rende ciascun musicista diverso dall’altro. Senza dimenticare, però, l’importanza della melodia e dell’armonia. Tutti questi elementi, messi insieme, contribuiscono alla musicalità: il vero obiettivo per ogni batterista.

Puoi spiegarci i concetti di “dislocazione degli accenti”, “suddivisioni”, “scale ritmiche” e “modulazioni ritmiche” che sono alla base del tuo brillante stile?

Hai letto i miei libri? Ho pubblicato molti libri e DVD: "Rhythmic Illusions", "Rhythmic Perspectives", "Rhythmic Visions" e "Rhythmic Horizons", accomunati dallo stesso concetto. Si tratta di manipolare il ritmo, manipolare l’idea del pubblico che ascolta un normale rock beat, che ascolta “bum pa, bum bum pa”. Il pubblico pensa automaticamente che debba essere “uno, due, tre, quattro” ok? Ora, se produco questo ritmo, ma non accentuo “uno”, forse inizio con “due”. Wow! Il pubblico viene abbagliato perché ascolta il ritmo e lo organizza naturalmente in modo ordinato nella sua testa, giusto? Io ne sono consapevole e perciò posso manipolare la percezione del ritmo per attirare l’attenzione e per creare un senso di liberazione, naturalmente solo per un momento, per permettere a tutti di pensare.


Discografia:
* Alice 1992 "Mezzogiorno Sulle Alpi"
* Angela Baraldi 2001 "Rosasporco"
* B J Cole 1989 "Transparent Music"
* BJ Cole 1995 "Heart Of The Moment"
* Black 1988 "Comedy"
* Blackfield 2004 "Blackfield"
* Blackfield 2007 "Blackfield II"
* Camouflage 1991 "Meanwhile"
* Carlo Fimiani 2007 "Too Early"
* Cavani 1993 "Alza La Testa"
* Chizuko Yoshihiro 1993 "Conscious Mind"
* Claudio Baglioni 1992 "AncorAssieme"
* Claudio Baglioni 1992 "Assieme"
* Claudio Baglioni 1995 "Io Sono Qui"
* Claudio Baglioni 1996 "Attori e Spettatori"
* Claudio Baglioni 1997 "Anime In Gioco"
* Claudio Baglioni 1998 "A-Live"
* Claudio Baglioni 1999 "Viaggiatore sulla coda del tempo"
* Claudio Baglioni 2000 "Acustico"
* Claudio Baglioni 2003 "Sono Io"
* Claudio Baglioni 2005 "Cresendo e Cercando"
* Claudio Baglioni 2006 "Quelli Degli Altri Tutti Qui"
* Dave Stewart & Barbara Gaskin 1990 "The Big Idea"
* Dave Stewart & Barbara Gaskin 1991 "Spin"
* Dave Stewart & Barbara Gaskin 2009 "Green & Blue"
* David Devant & His Spirit Wife 1996 "Ginger"
* Devogue 1997 "Devogue"
* Dizrhythmia 1987 " Dizrhythmia"
* Donna Gardier 1990 "I'll Be There"
* Ed Poole 2008 "ED 4"
* Eddie and The Tide 1986
* Eros Ramazzotti 1995 "Più bella cosa" Live
* Eugenio Finardi 1990 "La Forza Dell'amore"
* Eugenio Finardi 1991 "Millennio"
* Fiorella Mannoia 1992 "I Treni A Vapore"
* Franco Battiato 1993 " Caffe' de la Paix"
* Franco Battiato 1996 "L'Imboscata"
* Franco Battiato 1996 "L'ombra della Luce"
* Franco Battiato 1998 "Gommalacca"
* Froon 1987 " Froon"
* Gail Ann Dorsey 1988 "The Corporate World"
* Gavin Harrison 1997 "Sanity & Gravity"
* Gavin Harrison & 05Ric 2007 "Drop"
* Gavin Harrison & 05Ric 2009 "Circles"
* Heraldo Zuniga 2001 "Triangulo De Musgo"
* Iggy Pop 1986 "Ritz N.Y.C Live "Real Wild Child Live"
* Incognito 1991 "Inside Life"
* Jakko 2006 "The Bruised Romantic Glee Club"
* Jakko 1994 "Kingdom Of Dust"
* Jakko 1994 "Mustard Gas And Roses"
* Jakko 1996 "Are My Ears On Wrong?"
* Jakko 1997 "Road To Ballina"
* Kevin Ayers 1992 "Still Life With Guitar"
* Lene Lovich 1990 "March"
* Lewis Taylor 2000 "Lewis 2"
* Lisa Stansfield 1997 "Never gonna give you up" Live
* Lisa Stansfield 1999 "Swing"
* Lisa Stansfield 2001 "831 - Change"
* Manfred Mann 1996 "Soft Vengeance"
* Manolo Garcia 2002 "Nunca El Tiempo Es Perdido"
* Mick Karn 1995 "The Tooth Mother"
* Mieko Shimizu 1990 "A Road Of Shells"
* Miss Thi 1991 "Lover"
* No-Man 2008 "Schoolyard Ghosts"
* O.S.I 2009 "Blood"
* Patty Pravo 2002 "Radio Station"
* Paolo Gianolio 2009 "Pane e Nuvole"
* Paul Young 1995 "Grazing In The Grass" Live
* Peter Cox 2001 "Flame Still Burns"
* Porcupine Tree 2002 "In Absentia"
* Porcupine Tree 2003 "XM"
* Porcupine Tree 2005 "Deadwing"
* Porcupine Tree 2005 "Up The Downstair" reissue
* Porcupine Tree 2005 "XM2"
* Porcupine Tree 2007 "Fear of a Blank Planet"
* Porcupine Tree 2007 "Nil Recurring"
* Porcupine Tree 2009 "The Incident"
* Raf 1993 "Cannibali"
* Richard Barbieri/Tim Bowness 1994 "Flame"
* Richard Barbieri 2008 "Stranger Inside"
* Rob Cowen/Beverly Craven 2004 "Lady Advertiser"
* Sam Brown 1987 "Stop!"
* Sarah Jane Morris 1988 "Can't Get To Sleep"
* Saro Cosentino 1997 "Ones & Zeros"
* Shari Belafonte 1989 "Shari"
* Sharon Rose 1994 “Never Be The Same”
* Sheila Nicholls 2002 "Wake"
* Shooter 1999 "..And Your Point?"
* Shooter 1999 "Life's A Bitch"
* Stefano Panunzi 2005 “Timelines”
* Steve Thorne 2007 "Emotional Creatures part 2"
* Steven Wilson 2008 "Insurgentes"
* Three Blind Mice 2007 "Good Grief"
* The Kings Of Oblivion 1987 "Big Fish Popcorn
* Tom Robinson & Jakko 1988 "We've Never Had It So Good"
* Yasuaki Shimizu 1989 "Aduna"
* Zerra One 1986 "The Domino Effect"




descriptionRe: Gavin Harrison - batterista dei Porcupine Tree -

more_horiz
Molto bravo, ma personalmente lo trovo freddo... o meglio... per il Sound dei Porcupinee Tree va benissimo, ma per un Peter Gabriel (l'ho visto in tour con lui) preferisco mille volte un Manu Katché.

Insomma un po' il discorso ceh si fa tra i Dream Theater (bravissimi tecnicamente, ma non particolarmente ispirati IMHO) e gruppi meno tecnici che sanno dare emozioni grandissime (per esempio i Marillion con Steve Hogarth)

Io amo batteristi tipo Phil Collins o Bill Brudford... dove più che la tecnica (comunque sopraffina) si esalta la capacità di "emozionare"

_________________
Bisogna assomigliare alle parole che si dicono. Forse non parola per parola, ma insomma ci siamo capiti [Saltatempo di Stefano Benni]
Chi non sa ridere non è una persona seria [Fryderyk Chopin]

descriptionRe: Gavin Harrison - batterista dei Porcupine Tree -

more_horiz
Se si deve parlare di batteristi da urlo..,


IMHO:

il più grande è (o è stato) Carl Palmer;

molto bravo (purtroppo è sicuramente stato, R.I.P.) Cozy Powell (io lo conosco per i Rainbow);

ottimi anche Phil Collins, Stewart Copeland, Bill Bruford, Clem Burke (Blondie);

degli attuali, Matt Cameron (Pearl Jam) e Tré Cool (Green days).

Italiani? L'inossidabile Franz Di Cioccio.

Sicuramente ce ne sono altri, al momento che si distinguano mi sono venuti in mente questi.





Hello

Ultima modifica di pallapippo il Sab 3 Ott 2009 - 13:03, modificato 1 volta

descriptionRe: Gavin Harrison - batterista dei Porcupine Tree -

more_horiz
Ottimo intervento!
Quando vidi i PT, rimasi molto colpito dalla bravura del batterista!

A parte Bruford e Collins e i batteristi che hanno un anima più jazz quali Cobham e se vogliamo Palmer, tra i miei preferiti spicca Peart dei Rush

descriptionRe: Gavin Harrison - batterista dei Porcupine Tree -

more_horiz
@pallapippo ha scritto:

Italiani? L'inossidabile Franz Di Cioccio.

Tra gli italiani anche l'ex-goblin non è malaccio, Wink come si chiama...che non mi viene... Embarassed

descriptionRe: Gavin Harrison - batterista dei Porcupine Tree -

more_horiz
Ragazzi state nominando il fior fiore dei drummers mondiali, mica robetta.

Sono cresciuto a King Crimson, Genesis, Yes, Soft Machine e via dicendo, quindi i batteristi che avete citato li conosco bene.

Manu Katché è un grande, lo conosco perchè ha suonato anche con Sting, ma in quel ambito perferisco un Vinnie Colaiuta... seven days ha fatto scuola.

Aggiungerei poi Steve Gadd che ha collaborato con Chick Corea, Paul Simon, George Benson e un' altra migliaia di artisti.

Non ci scordiamo di Bonham dotato di una tecnica non incredibile ma di uno swing e di una genialità mostruosi, ancora oggi punto di riferimento per il rock drumming.

Di italiani come diceva Ivan c'è Agostino Marangolo dei Goblin, Roberto Gatto in ambito jazz, Ellade Bandini (il mio preferito), Franz di Cioccio, Alfredo Golino, il mitico Tullio De Piscopo, Walter Calloni... etc etc

descriptionRe: Gavin Harrison - batterista dei Porcupine Tree -

more_horiz
ciao ragazzi sono di più di 20 anni che seguo concerti ne ho visti di batteristi che fanno paura a suonare gavin harrison è fantastico ma il mio preferito è sempre dave lombardo è una cosa che è impossibile x altri batteristi fare tra l'altro la musica che suona

descriptionRe: Gavin Harrison - batterista dei Porcupine Tree -

more_horiz
Come mai nessuno ha citato il sontuoso ALAN WHITE degli YES Mad

descriptionRe: Gavin Harrison - batterista dei Porcupine Tree -

more_horiz
forse perchè è più famoso bruford che white negli yes.
ha fatto parte dei top di gamma degli yes a parte tales of e ralayer, che poi quest'ultimo a me piace particolarmente.

nel jazz ci aggiungerei anche un certo tony williams che ancora minorenne girava con il "gruppo elettrico" del dark magus davis.

descriptionRe: Gavin Harrison - batterista dei Porcupine Tree -

more_horiz
@robertor ha scritto:
forse perchè è più famoso bruford che white negli yes.
ha fatto parte dei top di gamma degli yes a parte tales of e ralayer, che poi quest'ultimo a me piace particolarmente.


Bruford ha dato il massimo con i King Krimson... più adatto al suo stile, parere del tutto personale ovviamente.

@robertor ha scritto:

nel jazz ci aggiungerei anche un certo tony williams che ancora minorenne girava con il "gruppo elettrico" del dark magus davis.


Tony Williams... altro mostro sacro Very Happy

descriptionRe: Gavin Harrison - batterista dei Porcupine Tree -

more_horiz
...mmm... Mmm
Stilerei un elenco troppo lungo dei miei preferiti... ma tra i "nuovi" nessuno ha ancora citato il bravissimo Carter Beauford della Dave Matthews Band, o il fenomenale Dennis Chambers, o ancora l'ottimo Tom Brechtlein che guida la sezione ritmica dei "Blue Line" di Robben Ford con Roscoe Beck...
Tutti raccomandatissimi!
Laughing

descriptionRe: Gavin Harrison - batterista dei Porcupine Tree -

more_horiz
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum