T-Forum, la vera HiFi alla portata di tuttiAccedi

Benvenuto nell'unico forum in cui 11751 utenti, con i loro 818600 messaggi, hanno scelto di ascoltare con le orecchie, con il cuore e un occhio al portafoglio!

Nuovo look del T-Forum, dai un'occhiata qui.
Il T-Forum ha bisogno del tuo aiuto! Controlla se hai i requisiti necessari e proponiti.
Hai trovato uno spammer nel forum? Segnalalo subito all'amministrazione o a un moderatore!
Diamo il benvenuto ai nostri nuovi moderatori.
Chi sono i top postatori di oggi? Clicca qui per scoprirli.

Controlla qui gli argomenti attivi del giorno.


Condividi

descriptionDifferenza fra diffusori a bassa e alta sensibilita'

more_horiz
Sono inesperto. Scusate la domanda elementare o, peggio, stupida.
Se a 1 metro di distanza un Watt da' 90 dB di pressione sonora (e 90 dB sono gia' tanti per un normale ascolto in ambiente domestico, cosi' almeno ho letto...) che senso pratico ha distinguere fra casse a bassa sensibilita' (85/88 dB) e casse ad alta sensibilita' (90 o poco piu' dB) per una differenza cosi' piccola? Cos'e' che non ho capito? Inoltre: se le casse sono componenti passivi che di proprio non possono generare potenza ma solo sopportarla quale criterio tecnico devo applicare per stabilire quale amplificatore puo' pilotarle adeguatamente? Esempio concreto:
Casse B&W 686 s2: potenza raccomandata ampli 25-100watt su 8 ohm.
L'amplificatore Rotel Ra 12 di 60 watt per canale e' adeguato o no? E perché?. Sia in caso di risposta positiva che negativa. Se e' vero che il miglior giudice e' il proprio orecchio, ciononostante vorrei che mi chiarisce l'aspetto tecnico.

descriptionRe: Differenza fra diffusori a bassa e alta sensibilita'

more_horiz
Io non sono il più esperto, ma provo a darti la mia versione in attesa che altri ti rispondano a dovere.
Ogni 3db di incremento si raddoppia la potenza.
Ciò significa che tra 85db e 91db la potenza aumenta di 4 volte, non è poco.
Significa che per avere 91db con un casssa da 91db basta 1w di potenza.
Per avere 91db con una cassa da 85db servono 4w.
Ma se i di diventano 94, nel primo caso bastano 2w, nel secondo ne servono 8.
La differenza inizia ad essere sensibile...

Inoltre quando si ascolta musica (registrata correttamente) a volumi ad esempio di 70db, ci saranno dei picchi dinamici che potrebbero essere indicativamente di 15, ma anche 20db. Ecco che da 70 arrivi a 90db.

Inoltre per identificare un amplificatore adeguato, la potenza raccomandata è un forte indizio, ma non è l'unico. Altoparlanti di grande diametro normalmente richiedono corrente, non solo potenza.
Quindi le cose si complicano.
A mio avviso il Rotel è una macchina più che dignitosa e sufficientemente in grado di pilotare le B&W.
Ad esempio un 60W di un amplificatore in classe D, normalmente ha meno capacità di erogare corrente, quindi lo vedrei meno indicato.

Spero di averti chiarito qualcosa: una precisazione. C'è chi ritiene che 90db non siano alta sensibilità. Per alta si parte da 93db in su. Ma c'è chi ritiene 93db una sensibilità normale... insomma, non c'è un limite, dipende dai gusti...

descriptiondifferenza fra diffusori a bassa e alta sensibilita'

more_horiz
Ti ringrazio Stefano per aver perso un po' del tuo tempo per me e per essere stato cosi' chiaro. Tuttavia, poiché mi accosto solo ora alla materia i dubbi e le domande restano molti. Continuando nell'esempio fattomi, se ho ben capito, poiche' le casse B&W sono da 85 dB e per averne 91 occorrono 4 Watt, per avere 100dB (e, credo, saremmo gia' a livelli da discoteca - se sbaglio correggimi...) di watt ne basterebbero 32. Ma allora perché, per pilotarle, e' consigliato un amplificatore con potenza compresa fra 25 e 100 Watt? Con un amplificatore da 25 watt come suonerebbero? E con uno da 100? Forse la risposta e': bisogna provare ad ascoltarle? E lo stesso varrebbe per ogni valore intermedio, come nell'esempio dell'amplificatore rotel da 60 watt (per canale). Ti ringrazio per le tua pazienza e mi scuso per avere probabilmente detto delle fesserie...

descriptionRe: Differenza fra diffusori a bassa e alta sensibilita'

more_horiz
@chicco ha scritto:
Ti ringrazio Stefano per aver perso un po' del tuo tempo per me e per essere stato cosi' chiaro. Tuttavia, poiché mi accosto solo ora alla materia i dubbi e le domande restano molti. Continuando nell'esempio fattomi, se ho ben capito, poiche' le casse B&W sono da 85 dB e per averne 91 occorrono 4 Watt, per avere 100dB (e, credo, saremmo gia' a livelli da discoteca - se sbaglio correggimi...) di watt ne basterebbero 32. Ma allora perché, per pilotarle, e' consigliato un amplificatore con potenza compresa fra 25 e 100 Watt?  Con un amplificatore da 25 watt come suonerebbero? E  con uno da 100? Forse la risposta e': bisogna provare ad ascoltarle? E lo stesso varrebbe per ogni valore intermedio, come nell'esempio dell'amplificatore rotel da 60 watt (per canale). Ti ringrazio per le tua pazienza e mi scuso per avere probabilmente detto delle fesserie...

Seguendo il ragionamento è corretto ipotizzare che per avere 100db occorrano 32W.
Se non erro con le nuove leggi in discoteca non si possono (o potrebbero) superare i 95db. Ma se i 95db sono a 1m dalla cassa è un conto, ma se sono al centro della pista da ballo le cose cambiano alquanto. Non sono molto pratico di discoteche, quindi non vado altre... anzi... forse ho già esagerato! Smile

Come giustamente dici tu, sarebbe ottimale poter sentire l'accoppiata, ma sarebbe ancora meglio sentirla nella stanza dove si ascolta abitualmente l'impianto. Molte volte suona (o risuona) più la stanza dell'impianto.

Un amplificatore più potente in linea di massima ti permette di soddisfare i picchi dinamici con una distorsione del suono inferiore, che si traduce in miglior qualità, anche a bassi volumi.
Se le casse sono un po' dure (85db non sono da primato) un ampli che riesce a fornire tanta corrente riesce a farle suonare anche a bassi volumi, altrimenti rischi di perdere impatto, specialmente sulla sezione dei bassi. Per questo qualcuno ha inventato il loudness che normalmente non è visti di buon grado da chi se ne intende. Il mio pre ha il tasto loudness, ma è del 1984... e comunque non lo utilizzo mai!

descriptionRe: Differenza fra diffusori a bassa e alta sensibilita'

more_horiz
tutto dipende dalla corrente erogata dall'ampli , purtroppo , non sempre alta potenza significa tanta corrente erogata in picco , io avevo un piccolo inglesino ( creek cas4040 ) da 30 watt . abbiamo fatto un sacco di prove con le casse piu' ostiche , anche le nagneplanar msg ( mi pare ) il possessore delle casse le usava con un pre e finale yamaha da 100 watt( mi pare) erano quelli color champagne e il finale aveva 2 grossi w meter a tutto fronatale ( come il finale aa delle zio) bhe , in conclusione il finale su brfani con grande dinamica e a volumi elevati andava in protezione , il piccolino le faceva suonare alla grande e se non erro costava un decimo del pre e finale .quibdi come dice zio , tutto è da provare con la propria musica e nel proprio ambiente. ritornando al creek , sono veramente dispiaciuto di averlo venduto, non credo ci sia piu' niente di simile in giro. sto' facendo il fili ad un mio collega ma non me lo vuole vendere , sigh

descriptionRe: Differenza fra diffusori a bassa e alta sensibilita'

more_horiz
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum