T-Forum, la vera HiFi alla portata di tuttiAccedi

Benvenuto nell'unico forum in cui 11751 utenti, con i loro 818595 messaggi, hanno scelto di ascoltare con le orecchie, con il cuore e un occhio al portafoglio!

Nuovo look del T-Forum, dai un'occhiata qui.
Il T-Forum ha bisogno del tuo aiuto! Controlla se hai i requisiti necessari e proponiti.
Hai trovato uno spammer nel forum? Segnalalo subito all'amministrazione o a un moderatore!
Diamo il benvenuto ai nostri nuovi moderatori.
Chi sono i top postatori di oggi? Clicca qui per scoprirli.

Controlla qui gli argomenti attivi del giorno.


Eccovi qui perfettamente sintetizzata (con parole altrui) la mia posizione sui cavi USB :)

Condividi

descriptionRe: Eccovi qui perfettamente sintetizzata (con parole altrui) la mia posizione sui cavi USB :)

more_horiz
@lello64 ha scritto:
@beppe61 ha scritto:
Aggiungo- a tali affermazioni, non solo di Mulo e non solo sui cavi, la domanda successiva e': ma sono affermazioni in buona fede od in cattiva fede che nascondono interessi privati?.... visto l'andazzo ed i numerosi operatori del settore camuffati anche da moderatori (anche in questo forum nel recente passato) la prima ipotesi e' faticosa da recepire.



mulo in realtà è il ceo di audioquest che fa finta di essere un trentenne fuori corso

Io invece pensavo che fosse A.J. Van Den Mhul ...

Laughing

descriptionRe: Eccovi qui perfettamente sintetizzata (con parole altrui) la mia posizione sui cavi USB :)

more_horiz
@Fernando Micelli ha scritto:
La... sostanza è che... non ce sostanza!

I cavi, anzi i fili sono fili e tali restano!    

Hanno i loro meriti ed i loro difetti e, in verità, chi li costruisce e li vende lo sa benissimo
perchè li conosce benissimo. Almeno così si spera.

Fare un buon cavo costa poco ed è velleitaria la pretesa che cavo & suo prezzo siano cose
disgiunte ed indipendenti. Chissa poi perchè dovrebbero esserlo.

Cosa vuoi che ti dica, se non che sei bravo a fare i comizi. Non conosci nulla di hi-fi e meno che mai ci capisci qualcosa (perchè solo l'esperienza dell'hi-fi conduce alla conoscenza dell'hi-fi), ma sei bravo a fare i comizi. Micelli for president.

descriptionRe: Eccovi qui perfettamente sintetizzata (con parole altrui) la mia posizione sui cavi USB :)

more_horiz

descriptionRe: Eccovi qui perfettamente sintetizzata (con parole altrui) la mia posizione sui cavi USB :)

more_horiz
Sì ecco il nostro virtuoso affabulatore di Micelli ^

descriptionRe: Eccovi qui perfettamente sintetizzata (con parole altrui) la mia posizione sui cavi USB :)

more_horiz
@Mulo ha scritto:
Sì ecco il nostro virtuoso affabulatore di Micelli ^


No, è la "magia" indimostrabile dei cavi USB, chiaramente


Very Happy

Magìa degna del grande, indimenticato Oronzo...

descriptionRe: Eccovi qui perfettamente sintetizzata (con parole altrui) la mia posizione sui cavi USB :)

more_horiz
"ovviamente" è tutto nella tua testa



Anche perchè, a volerlo, non c'è dimostrazione più facile...

descriptionRe: Eccovi qui perfettamente sintetizzata (con parole altrui) la mia posizione sui cavi USB :)

more_horiz
@Mulo ha scritto:
Con calma perchè mi devo anche laureare Smile


in cosa ?

descriptionRe: Eccovi qui perfettamente sintetizzata (con parole altrui) la mia posizione sui cavi USB :)

more_horiz
giurisprudenza...

descriptionRe: Eccovi qui perfettamente sintetizzata (con parole altrui) la mia posizione sui cavi USB :)

more_horiz
.... lunghi corti grassi secchi ....
nei cavi ci scorre il sangue del suono così come fossero vene.


Al casello dell'autostrada un giorno mi fermò la Guardia di Finanza:
avevo la macchina piena d'attrezzature, molte in vista e molte dentro scatole,
il Finanziere neppure mi degna,
ma comincia a girare attorno alla macchina, scrutando scrutando scrutando ...
si china ... s'avvicina ... aguzza gli occhi ... si fa ombra con la mano ....
- che sono quelle? -
- ehm ... casse acustiche monitor Tannoy -
- mmm ....... è quanta potenza hanno? -
- 120 watt -
- io ho le Yamaha NS 630 e un amplificatore Denon ... che ne dice? -
- ..................... -
naturalmente mi invitò a casa sua per regolare il peso della puntina
e per misurare il triangolo d'ascolto e per pulire le testine del registratore
e per regolare l'azimut ...

e dato che era una famiglia calabrese non volevano più farmi andare via,
dopo due caffè, mezzo chilo di dolci e tre bicchieri di liquore fortissimo e zuccherato
me ne andai ... barcollando ...
sulla strada di ritorno mi ferma la polizia con l'etilometro ....
- .... e ora che gli dico a questi? -
ma il mio sorriso largo come le orecchie e la mia educazione da eschimese
li hanno convinti a lasciarmi andare senza soffiare, senza soffrire ...
ma la testa mi girava,
mi girava così tanto che l'ascolto in stereo dell'autoradio mi pareva in verticale.


Ma i cavetti si fan toccare, li possiamo aggrovigliare, li possiamo costruire,
ogni volta che infilo un Jack nel Jack mi ricordo di mia nonna
e di quel suo religioso gesto d'infilare un po' controluce il filo nella cruna dell'ago
della macchina da cucire ... quanto rumore faceva la Singer,
e quanto rumore in meno dopo una buona lubrificata.

Ogni volta che condisco un giradischi mi ricordo di quel rumore
e il Violista di un'orchestra mi chiese:
- vuoi vedere la camera anecoica di mio nonno? -
- tuo nonno ha una camera anecoica? -
La fabbrica era così grande che occorreva la bicicletta,
la camera anecoica, che serviva a controllare i rumori e le vibrazioni dei prodotti industriali,
era nel bel mezzo di quella fabbrica dove si producevano anche armi e era vietato avvicinarsi.
Per misurare usavano microfoni Brüel & Kjærel.


I cavi che ora ho sono infiniti, sfiniti e auto-costruiti,
attacca e stacca e ogni giorno arrotola e stendi, è l'affidabilità l'unica vera dote,
ci sono percorsi brevi di un metro e percorsi lunghi di 100 metri, 200 metri,
sia analogici che digitali,
spesso, nello stesso cavo microfonico multiplo che per 200 metri porta il segnale,
a ritroso ci scorre il 220 volt che dal generatore mi arriva per accendere il tutto.
(in CA scrivere "a ritroso" è un errore grave!)

Ma un giorno,
quando tutto sarà via radio e tutto sarà alimentato dalle onde gravitazionali,
un bambino dirà:
- fili? cosa sono i fili? una volta c'erano i fili? -
e suo nonno a raccontare, contento del nipotino ad ascoltare ......
anche in guerra si mettevano i fili, quelli del telefono,
un lungo filo arrocchettato che il militare doveva srotolare srotolare e correre
sotto i proiettili imprecisi,
e poi quello del detonatore a comando per far scoppiare le case della gente,
che oltre a quattro mura non aveva nulla, e poi neppure quelle.


"il mare, le antenne e ... i topi d'appartamento"

Spesso ho fatto l'antennista, nell'elettronica l'antenna mi piace,
questa sua sensibilità e capacità di comunicare invisibilmente e senza rumore .....

Porto moglie e figlia al mare per molti giorni ma senza lavoro non so stare,
e soprattutto non ci sa stare chi me lo chiede.

Torno quindi da solo per quattro giorni a casa, e da solo lavoro.
Lavoro sempre e non dormo quasi mai,
mangio ad ore impossibili cose impossibili:
alle quattro di notte un panino che sembra uscito dal coma, comprato in autostrada.

Un giorno di questi sono le 3 e sono già stanco, decido di andare a casa a dormire,
(mi alzerò prima domattina!).
Arrivo a casa e il sonno sparisce, preparo un caffè e accendo il televisore,

ma il terzo canale che replica i telegiornali fa i bruscolini:
- ma perché fa i bruscolini? L'antenna l'ho montata io, è montata bene! -
Decido e salgo sul tetto:
delle due antenne e due preamplificatori nelle due direzioni tutte le combinazioni le provo,
ma i bruscolini rimangono!
è intermodulazione del canale 39 tra 4° e 5° banda, è inevitabile! .... Uffa!

Però quassù sul tetto è bello,
quattro di notte quattro d'agosto e l'aria calda, e nessuno in paese si muove ... e penso:

- ma se invece di fare quello schifo di lavoro,
di registrare e montare per centinaia di ore e ore
musica da sbadiglio a caccia infinita di errori dei musicisti da correggere ....
facessi l'antennista? -

da piccolo mi è smpre piaciuto salire sugli alberi e sui tetti,
gli alberi erano enormi pioppi di 30 metri e i tetti stretti e delicati.

E poi sul tetto penso ....
- ma se ora che sto pensando di fare l'antennista
qui sotto passano i carabinieri e vedono uno sul tetto di una casa
il quattro d'agosto alle quattro di notte,
vestito di nero con una pila in mano, cacciaviti e pinze! .... che dicono?

- che fa lassùù? -
- aggiusto l'antenna ... -
- ... scenda un po'... ! -

e mia moglie che al telefono dice a me che rispondo:
- qui al mare fa caldo -
- qui al fresco fa fresco -

Tutto quanto sopra è stato una piccola premessa per dire una cosa sui cavi antenna:

"il raggio minimo di curvatura" ogni cavo ne ha uno

è la curvatura più stretta che gli si può imporre prima di rovinare seriamente le sue
capacità dielettriche, prima che la sua impedenza venga compromessa.

Anche i cavi USB e digitali ne soffrono.
Credo che tra un cavo ben steso e lo stesso spiegazzato o più volte incurvato
ci sia più differenza di trasmissione che tra due cavi differenti, ovvero?

Se affacciate tra loro PC e DAC, alla giusta distanza per far si che il cavetto sia ben steso,
dovrà esserci di sicuro un miglioramento significativo rispetto che a tenerlo arrotolato un po'.

Notato mai questa differenza?
Nessuno mai ne ha parlato, chissà,
eppure dev'essere grande quanto due cavetti differenti.

Mulo ci sei? A te l'onere e l'onore di provare, io non arrivo a sentire queste differenze,
ma le differenze dielettriche tra steso e più volte curvato sono misurabili, quindi ....
datti da fare e riferisci!

Da ragazzi si faceva il telefono con due barattoli di latta collegati con un filo,
dentro ad un barattolo si parlava e la voce scorreva sul filo fino all'altro barattolo,
si doveva parlare piano,
altrimenti ci si sentiva a vicenda anche con l'altro orecchio.
Se si usava lo spago di canapa funzionava meglio e faceva più chiaro,
se si usava un filo di nailon faceva ovattato e meno forte.
... vedete che anche io le differenze dei fili le sento? (... le sentivo!)

Ora vi faccio vedere cosa ho trovato in internet:
è il grafico del decadimento del nostro udito mentre noi invecchiamo,
l'ho visto su Google, ho fatto click e ......
ho scoperto che lo ha postato Pucciarelli nel Diy...(perché ci sono due i?)...audio.it
ovvero ... la concorrenza noiosa!
Com'è piccolo il mondo! Basta fare click e siamo dappertutto!
(non l'avevo ancora visto questo Diyaudio, c'è anche Gaeo e Dacclor che ride anche lì)
(e anche Stentor uguale a quando era giovane!)



Cavolo! E la curva della mia età?
Non ce l'hanno messa o è sotto che non si vede?

E ancora seriamente sul ..."come suona un cavo":

ma un cavo interferisce per ciò che ha prima e ciò che ha dopo,
cambiando PC e DAC, nulla rimane uguale,
perché un cavo quel qualcosa che deforma lo deforma solo nel sistema inserito,
perché è il circuito entrante ad essere ingannato,
è lui che sbaglia i microscopici livelli e tempi di soglia, è lui che deforma il tempo.

Un cavo non è neppure misurabile, certo che induttanza e capacità ecc ecc lo sono,
ma cosa queste provocano, lo provocano solo al circuito in cui sarà inserito.
Nel porlo tra un generatore con impedenza 50 ohm resistiva
e un misuratore di forme d'onda con impedenza 10 Mohm 5pF che si misura?
La qualità del generatore?

Quindi non ha senso dire: - ho ascoltato quel cavo -
ma eventualmente: - ho ascoltato quel DAC collegato a quel PC con quel cavo -
perché è il DAC che suona o suona peggio, forse all'occorrenza, non il cavo.

Ovvero:
nessuna cosa è più naturale ecologica e innocua di una sigaretta non ancora accesa e aspirata!

Conclusioni?
1) il suono di un cavo non è definibile perché a se stante non esiste
2) le tipiche parole per definirlo non sono adatte a descriverne gli effetti
3) se siete topi d'appartamento portatevi sempre dietro un'antenna
4) se usate il telefono-barattolo non c'è bisogno di fare il numero

descriptionRe: Eccovi qui perfettamente sintetizzata (con parole altrui) la mia posizione sui cavi USB :)

more_horiz
mi hai regalato almeno un paio di sorrisi mentre ti leggevo , grazie Valter.

descriptionRe: Eccovi qui perfettamente sintetizzata (con parole altrui) la mia posizione sui cavi USB :)

more_horiz
@valterneri ha scritto:

ma il terzo canale che replica i telegiornali fa i bruscolini:
- ma perché fa i bruscolini? L'antenna l'ho montata io, è montata bene! -
Decido e salgo sul tetto:
delle due antenne e due preamplificatori nelle due direzioni tutte le combinazioni le provo,
ma i bruscolini rimangono!
è intermodulazione del canale 39 tra 4° e 5° banda, è inevitabile! .... Uffa!


Mmm Ma questa è un'esperienza che risale a qualche anno fa ?

@homesick ha scritto:
mi hai regalato almeno un paio di sorrisi mentre ti leggevo , grazie Valter.

Quoto  Smile .


Hello

P.s.:
@valterneri ha scritto:

spesso, nello stesso cavo microfonico multiplo che per 200 metri porta il segnale,
a ritroso ci scorre il 220 volt che dal generatore mi arriva per accendere il tutto.


Mmm Se lo fai te andrà sicuramente bene: perchè nella mia ignoranza non mi sarebbe sembrato a prima vista molto a norma ...

descriptionRe: Eccovi qui perfettamente sintetizzata (con parole altrui) la mia posizione sui cavi USB :)

more_horiz
Grande! Clap Clap Clap Clap Clap

descriptionRe: Eccovi qui perfettamente sintetizzata (con parole altrui) la mia posizione sui cavi USB :)

more_horiz
@valterneri ha scritto:

...



...



(godibilissima digressione, e impeccabile anche il rammentare il raggio massimo di curvatura dei cavi, nonchè il vero "suono dei cavi", nonchè il telefono col filo... )



Ma...



@valterneri ha scritto:



...
Per misurare usavano microfoni Brüel & Kjærel.


...




Orrified

è stato lo smartphone, vero? Very Happy

descriptionRe: Eccovi qui perfettamente sintetizzata (con parole altrui) la mia posizione sui cavi USB :)

more_horiz
Come annunciato prima ho riprovato l' Audioquest Forest:

Suona esattamente come lo ricordavo. Cioè delicato in generale, e morbido nella gamma media.

Provenendo dall' Atlas Element USB si perdono (esattamente come ricordavo): pulizia del suono in qualche misura, neutralità-musicalità della timbrica (il Forest ha una colorazione cromatica che lo distingue istantaneamente da tutti gli altri cavi USB buoni che ho, che pure si distinguono l'uno dall'altro sotto quest'aspetto), autorevolezza del basso e mediobasso.

Mi piace per l'essere così smilzo e pratico, anche rispetto all'Atlas che è già abbastanza ben gestibile.


Per me non suona bene neanche un terzo del Carbon (che è il rapporto di prezzo fra i 2), che quindi a questo punto mi pare persino conveniente. Non li ho mai confrontati direttamente perchè hanno connettori diversi (USB B vs Mini-B), però la cosa mi pare più che evidente. Come costruzione, poi, il Carbon è di un altro pianeta.


Peccato non abbia il Neutral Cable "Passion" da confrontare all' Audioquest Carbon. Ma non è un dramma.


Ciao

descriptionRe: Eccovi qui perfettamente sintetizzata (con parole altrui) la mia posizione sui cavi USB :)

more_horiz
I miei cavi USB migliori sono sempre l' Audioquest Carbon e, ad una certa distanza, Atlas Element e Chord Silverplus a pari merito (pur essendo ben diversi).

Tuttavia la realtà è che l'uno o l'altro di questi va meglio in funzione dell' 'assetto' dell'impianto & degli altri cavi. Spesso mi trovo 'costretto' a cambiare il cavo USB dopo aver cambiato un cavo di segnale, per esempio.


Detto questo, rimando gli interessati al primo post di questo thread, dove avevo detto le cose più essenziali (credo).


Ciao

descriptionRe: Eccovi qui perfettamente sintetizzata (con parole altrui) la mia posizione sui cavi USB :)

more_horiz
@valterneri ha scritto:

1) il suono di un cavo non è definibile perché a se stante non esiste

Sul serioooooooooo!!!!!??????????? Laughing Hehe

descriptionRe: Eccovi qui perfettamente sintetizzata (con parole altrui) la mia posizione sui cavi USB :)

more_horiz
Voglio dire che per me non è affatto vero..

descriptionRe: Eccovi qui perfettamente sintetizzata (con parole altrui) la mia posizione sui cavi USB :)

more_horiz
@Mulo ha scritto:
@Seo360 ha scritto:


Ma quando mai? Non è assolutamente vero...

Strano però che tu prima dica di sentire una differenza e poi dica che è tutto uguale. Ma sono affari tuoi, non mi cambia nulla.

Ieri sera contemplavo il mio Forest USB A-Mini nel cassetto e mi veniva la voglia di riprovarlo, appena arriva l' Head Bos S USB. Con calma perchè mi devo anche laureare Smile


Ho detto che sembra che ci siano differenze. Sembra. poi facendo ascolti approfonditi, la differenza effettivamente NON l'ho sentita. ma visto che questa è una cosa che mi interessa molto e voglio in parte crederci, mi riservo di provare nuovamente il cavo da 2€ tra qualche giorno. Per vedere se a impatto la qualità sonora generale sia effettivamente diversa.

descriptionRe: Eccovi qui perfettamente sintetizzata (con parole altrui) la mia posizione sui cavi USB :)

more_horiz
Il doppio cieco ha la funzione di evitare le autosuggestioni, quando ci si convince che "qualcosa è cambiato", oltre a variare il nostro grado di attenzione, pare che varii anche la risposta in frequenza del nostro sistema
uditivo, lo stesso meccanismo che ci permette di distinguere una conversazione in mezzo al rumore, è grazie all'azione della membrana tettonica, oltre che del filtraggio a livello di mera attenzione, sono stati fatti studi approfonditi negli ultimi anni.

descriptionRe: Eccovi qui perfettamente sintetizzata (con parole altrui) la mia posizione sui cavi USB :)

more_horiz
@fritznet ha scritto:
Il doppio cieco ha la funzione di evitare le autosuggestioni, quando ci si convince che "qualcosa è cambiato", oltre a variare il nostro grado di attenzione, pare che varii anche la risposta in frequenza del nostro sistema
uditivo, lo stesso meccanismo che ci permette di distinguere una conversazione in mezzo al rumore, è grazie all'azione della membrana tettonica, oltre che del filtraggio a livello di mera attenzione, sono stati fatti studi approfonditi negli ultimi anni.


Scusate, errata corrige, mi pareva di avere scritto un'imprecisione, infatti è "membrana tettoriale" (tectorial membrane) e non tettonica (tectonic, le zolle Very Happy ), tutti questi suffissi mi hanno messo in agitazione Hehe

Mò arriva Enrico Laughing

http://neuroscience.uth.tmc.edu/s2/chapter12.html

descriptionRe: Eccovi qui perfettamente sintetizzata (con parole altrui) la mia posizione sui cavi USB :)

more_horiz
@fritznet ha scritto:
@fritznet ha scritto:
Il doppio cieco ha la funzione di evitare le autosuggestioni, quando ci si convince che "qualcosa è cambiato", oltre a variare il nostro grado di attenzione, pare che varii anche la risposta in frequenza del nostro sistema
uditivo, lo stesso meccanismo che ci permette di distinguere una conversazione in mezzo al rumore, è grazie all'azione della membrana tettonica, oltre che del filtraggio a livello di mera attenzione, sono stati fatti studi approfonditi negli ultimi anni.


Scusate, errata corrige, mi pareva di avere scritto un'imprecisione, infatti è "membrana tettoriale" (tectorial membrane) e non tettonica (tectonic, le zolle Very Happy ), tutti questi suffissi mi hanno messo in agitazione Hehe

Mò arriva Enrico Laughing

http://neuroscience.uth.tmc.edu/s2/chapter12.html



Hehe Eccomi  Hehe





                                                          Laughing

descriptionRe: Eccovi qui perfettamente sintetizzata (con parole altrui) la mia posizione sui cavi USB :)

more_horiz
@enrico massa ha scritto:
@fritznet ha scritto:


Scusate, errata corrige, mi pareva di avere scritto un'imprecisione, infatti è "membrana tettoriale" (tectorial membrane) e non tettonica (tectonic, le zolle Very Happy ), tutti questi suffissi mi hanno messo in agitazione Hehe

Mò arriva Enrico Laughing

http://neuroscience.uth.tmc.edu/s2/chapter12.html



Hehe Eccomi  Hehe





                                                          Laughing


Interventi, i tuoi, sempre precisi e pertinenti. Laughing
E se vogliamo esagerare anche circoncisi Shocked Laughing

descriptionRe: Eccovi qui perfettamente sintetizzata (con parole altrui) la mia posizione sui cavi USB :)

more_horiz
cos'è ? Uno stampo per i tweeter a tromba?

descriptionRe: Eccovi qui perfettamente sintetizzata (con parole altrui) la mia posizione sui cavi USB :)

more_horiz
@fritznet ha scritto:
Il doppio cieco ha la funzione di evitare le autosuggestioni, quando ci si convince che "qualcosa è cambiato", oltre a variare il nostro grado di attenzione, pare che varii anche la risposta in frequenza del nostro sistema
uditivo, lo stesso meccanismo che ci permette di distinguere una conversazione in mezzo al rumore, è grazie all'azione della membrana tettonica, oltre che del filtraggio a livello di mera attenzione, sono stati fatti studi approfonditi negli ultimi anni.

Cazzatissima. Rapidi confronti A-B comportano l'effetto dell'inerzia dell'orecchio (o del cervello) che si "assuefà" ad un suono, appiattendo qualsiasi differenza. Poi uno fa quel che gli pare.


Mi è arrivato un fichissimo adattatore rigido da RCA femmina a spina Mini-Jack della Audioquest. Con tanto di elegante scatolina in cartone e, dentro, plastica. Rimango ammirato nei confronti di questa marca, anche in queste piccole cose. Scommetto che suonerà anche meglio di quelli senza nome che ho, oltre ad essere molto più bello e solido.


Saluti

descriptionRe: Eccovi qui perfettamente sintetizzata (con parole altrui) la mia posizione sui cavi USB :)

more_horiz
'rcamiseria!
E' assolutamente impossibile starvi dietro.

Una qualche risposta però si impone, m'è d'obbligo.

descriptionRe: Eccovi qui perfettamente sintetizzata (con parole altrui) la mia posizione sui cavi USB :)

more_horiz
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum