T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti
Benvenuto nel T-Forum!
Connettiti in modo da farti riconoscere come membro affezionato, oppure registrati così potrai partecipare attivamente alle discussioni.
Sondaggio

Ti piace il nuovo stile del T-Forum?

51% 51% [ 73 ]
49% 49% [ 70 ]

Totale dei voti : 143

Ultimi argomenti
» Alimentatore Lineare Audiophonics per RaspBerry PI 3 B
Oggi alle 14:21 Da Adr2016

» Miglior Integrato usato per 500 euro
Oggi alle 13:29 Da Adr2016

» ALIENTEK D8 [parte 2]
Oggi alle 12:22 Da giucam61

» Ci risiamo
Ieri alle 22:42 Da zimone-89

» Consiglio sull usato
Ieri alle 20:34 Da giucam61

» Stamattina... Oggi pomeriggio... Stasera... Stanotte... (parte 14)
Ieri alle 19:56 Da CHAOSFERE

» Cannucce nel condotto reflex
Ieri alle 18:00 Da giucam61

» (PD) vendo m2tech Young prima serie
Ieri alle 17:00 Da alluce

» vendo: Focusrite, Scarlett 2I4 2Nd Gen, 2 In 4 Out Interfaccia Audio Usb
Ieri alle 15:38 Da mumps

» cd723 + SL PG200A
Ieri alle 15:32 Da arivel

» La mia opinione sul tpa3116
Ieri alle 13:02 Da fritznet

» Ciare PH 250 - Le contro Zu in stile italiano
Ieri alle 9:08 Da Tancredi76

» INDIPENDENTEMENTE DALLA CLASSE DI FUNZIONAMENTO ...
Dom 25 Giu 2017 - 23:30 Da uncletoma

» Collegamento tra sorgenti digitali
Dom 25 Giu 2017 - 23:28 Da giucam61

» Messaggi Privati
Dom 25 Giu 2017 - 21:00 Da lello64

» volumio
Dom 25 Giu 2017 - 20:57 Da pigno

» casse per PC
Dom 25 Giu 2017 - 17:53 Da Kha-Jinn

» Il mio angolo e non solo
Dom 25 Giu 2017 - 17:16 Da SubitoMauro

» aiuto miglioramento sala d'ascolto
Dom 25 Giu 2017 - 16:41 Da gubos

» Upgrade pre-phono
Dom 25 Giu 2017 - 15:35 Da Curelin

» POPU VENUS
Dom 25 Giu 2017 - 14:10 Da lello64

» Quali diffusori ?
Dom 25 Giu 2017 - 12:30 Da nerone

» consiglio cuffia chiusa di ogni marca
Dom 25 Giu 2017 - 11:33 Da iceman

» nad c326bee - opinioni
Dom 25 Giu 2017 - 10:21 Da giucam61

» LECTOR
Dom 25 Giu 2017 - 8:42 Da gigetto

» Bit non-perfect
Dom 25 Giu 2017 - 0:21 Da fritznet

» Trovatemi un DAC
Sab 24 Giu 2017 - 23:32 Da Calbas

» i misteri sono tanti: io ne ho uno nuovo penso!
Sab 24 Giu 2017 - 23:16 Da Calbas

» Dual1019 testina rotta
Sab 24 Giu 2017 - 20:00 Da solitario

» giradischi
Sab 24 Giu 2017 - 18:00 Da solitario

Statistiche
Abbiamo 10865 membri registrati
L'ultimo utente registrato è franc-1910

I nostri membri hanno inviato un totale di 789254 messaggi in 51242 argomenti
I postatori più attivi della settimana
nerone
 
giucam61
 
Nadir81
 
Alessandro Smarrazzo
 
fritznet
 
Adr2016
 
kalium
 
Gabrielefenu
 
lello64
 
dieggs
 

Migliori postatori
Stentor (20392)
 
DACCLOR65 (19630)
 
schwantz34 (15508)
 
Silver Black (15460)
 
nd1967 (12803)
 
flovato (12509)
 
Biagio De Simone (10261)
 
piero7 (9854)
 
wasky (9229)
 
fritznet (9067)
 

Chi è in linea
In totale ci sono 68 utenti in linea: 8 Registrati, 0 Nascosti e 60 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

Adr2016, Adriano Vin, enrico massa, franci92, kalium, misterdadone, prenotazione4222, sportyerre

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 4379 il Lun 25 Mag 2015 - 15:01
Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 


Bookmarking sociale

Bookmarking sociale Digg  Bookmarking sociale Delicious  Bookmarking sociale Reddit  Bookmarking sociale Stumbleupon  Bookmarking sociale Slashdot  Bookmarking sociale Yahoo  Bookmarking sociale Google  Bookmarking sociale Blinklist  Bookmarking sociale Blogmarks  Bookmarking sociale Technorati  




Conserva e condividi l'indirizzo di T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti sul tuo sito sociale bookmarking


Misurare con buona approssimazione gli incroci

Pagina 2 di 3 Precedente  1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Misurare con buona approssimazione gli incroci

Messaggio  valterneri il Ven 18 Lug 2014 - 22:01

Ho letto libri, soprattutto recenti, sui filtri cross-over, straordinariamente banali,
naturalmente non si può chiedere a Nuova Elettronica di essere esaustivo
in un solo articolo,
esaustivo e chiaro poi è impossibile.
Chi sa costruire a fondo un filtro non compra certo Nuova Elettronica per saperlo,
chi non lo sa non può iniziare con la matematica complessa o con strumenti di misura
20 volte più costosi degli altoparlanti in costruzione.
Ora sono tempi più facili, una scheda, un programma e via,
prima un analizzatore era cosa per pochi.

Comunque su resistenze con valore simile all'effettiva impedenza nel punto
di taglio da risultati alquanto precisi,
l'imprecisione si ha solo quando si va per i 4 8 16 di targa.

I coni hanno impedenze anomale solo fuori zona filtro,
nella risonanza e relativamente in alto per i woofer,
nelle zone utili al filtro le variazioni sono alquanto prevedibili e quiete.


Ma io ho scritto: la prova su resistenze è un primo passo,
quella con i coni applicati è il passo successivo
e poi verrà la misura in aria.

Prendete ad esempio la revisione auto con freni e potenza misurati
su due rulli in rotazione,
altra cosa è due tonnellate in movimento sull'asfalto,
ma è sempre pur una prova valida.
Poi, naturalmente, non si fa scuola guida sui rulli.


Daniele ciao!
sei utile indispensabile e insofferente!
è normale:
l'insofferenza è la malattia professionale dei perfezionisti nel mondo imperfetto,
ma non diventarci permaloso!
Che già sul forum ci sono Valterneri Florin e Albers a esserlo e sono già in troppi!
avatar
valterneri
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 09.10.12
Numero di messaggi : 3673
Provincia (Città) : -
Impianto : -

Tornare in alto Andare in basso

Re: Misurare con buona approssimazione gli incroci

Messaggio  Daniele Pucciarelli il Ven 18 Lug 2014 - 22:30

@valterneri ha scritto:Ho letto libri, soprattutto recenti, sui filtri cross-over, straordinariamente banali,
naturalmente non si può chiedere a Nuova Elettronica di essere esaustivo
in un solo articolo,
esaustivo e chiaro poi è impossibile.
Chi sa costruire a fondo un filtro non compra certo Nuova Elettronica per saperlo,
chi non lo sa non può iniziare con la matematica complessa o con strumenti di misura
20 volte più costosi degli altoparlanti in costruzione.
Ora sono tempi più facili, una scheda, un programma e via,
prima un analizzatore era cosa per pochi.

Comunque su resistenze con valore simile all'effettiva impedenza nel punto
di taglio da risultati alquanto precisi,
l'imprecisione si ha solo quando si va per i 4 8 16 di targa.

I coni hanno impedenze anomale solo fuori zona filtro,
nella risonanza e relativamente in alto per i woofer,
nelle zone utili al filtro le variazioni sono alquanto prevedibili e quiete.


Ma io ho scritto: la prova su resistenze è un primo passo,
quella con i coni applicati è il passo successivo
e poi verrà la misura in aria.

Prendete ad esempio la revisione auto con freni e potenza misurati
su due rulli in rotazione,
altra cosa è due tonnellate in movimento sull'asfalto,
ma è sempre pur una prova valida.
Poi, naturalmente, non si fa scuola guida sui rulli.


Daniele ciao!
sei utile indispensabile e insofferente!
è normale:
l'insofferenza è la malattia professionale dei perfezionisti nel mondo imperfetto,
ma non diventarci permaloso!
Che già sul forum ci sono Valterneri Florin e Albers a esserlo e sono già in troppi!

Ma vai tranquillo! Smile Smile
Forse prima sono stato troppo "antipatico" (nel caso me ne dispiaccio, ma mica devo prendere moglie qua sul forum.......),  ma se provi a misurare l'incrocio prima con una resistenza e poi con un tweeter o un midrange a cupola che abbiano un bel picco di impedenza alla risonanza...........poi mi fai sapere le differenze.  Cool  

Ciao!
avatar
Daniele Pucciarelli
Membro di riguardo
Membro di riguardo

Data d'iscrizione : 24.09.12
Numero di messaggi : 660
Località : Livorno
Occupazione/Hobby : Operaio, autocostruttore diffusori acustici, Redattore del Forum-Magazine DIYAUDIO.IT
Provincia (Città) : Livorno
Impianto : PC TRANSPORT DIY - DAC Teac UD503 - PREAMPLI Atoll PR300SE - FINALE Altason R1 - SINTOAMPLI HT Sony STR DA2400 ES - Diffusori DIY - Cuffie AKG K550 //

https://autocostruzione.altervista.org/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Misurare con buona approssimazione gli incroci

Messaggio  Rino88ex il Sab 19 Lug 2014 - 13:20

@valterneri ha scritto:Credo che né Nuova Elettronica abbia sbagliato,
né il tuo amico ingegnere abbia detto una cosa illogica.

Misurare, direi "testare", un filtro su resistenze
è un buon metodo di partenza per verificarne la correttezza del funzionamento
e la precisione dei valori,
poi metterci gli altoparlanti è tutt'altra cosa e quindi è il passo successivo,
tutt'altra cosa ulteriore poi è il misurare "in aria", ulteriore passo ancora.

Il tuo amico ha ragione perché non ha parlato di "misurare"
cosa di cui invece voi state discutendo,
ma, ed è ben altra cosa, di calcolare:

" va presa in considerazione la resistenza elettrica,
e che poi il taglio è approssimativo
a meno che non si impieghino equazioni infinite non lineari "

(calcolare e misurare sono due cose ben differenti)
Acquisite tutti i parametri e i moduli dei coni e dei componenti,
tutti i moduli delle componenti parassite dei coni e del filtro,
e tentate di calcolarne il comportamento prevedibile, non finirete mai!

Occorre anche far mente locale che tutte le formule che si trovano sparse
in rete e nelle riviste,
basano il loro calcolo su resistenze e non su carichi complessi,
quindi, se è nulla il misurare su resistenze
si annullano anche tutti questi programmini di calcolo dei filtri.

------------------------------------------------------------------

una mia osservazione e indicazione

fate attenzione:
il punto di incrocio e di contatto delle curve elettriche misurate sui coni applicati
non è la vera frequenza d'incrocio, per ovvi motivi .......


Finalmente qualcuno che è riuscito a cogliere l'idea che cercavo di trasmettere. Infatti credo chce abbiamo detto le stesse cose però usando parole diverse. Ricordati che sul valore dell'impedenza interviene il filtro stesso e anche il tipo di carico o persino il fonoassorbente (se non sbaglio).

Questi due microfoni onnidirezionali vanno bene per effettuare le misurazioni???
http://www.ebay.it/itm/Dayton-Audio-iMM-6-Calibrated-Measurement-Microphone-for-Tablets-Phones-390-810-/221474535195?pt=LH_DefaultDomain_0&hash=item3390e9371b

http://www.ebay.it/itm/Dayton-Audio-EMM-6-Electret-Measurement-Microphone-390-801-/321439088443?pt=LH_DefaultDomain_0&hash=item4ad7433f3b

E che software andrebbe bene???? Possibilmente se gratuito. E che altro mi servirebe. Vi ringrazio in anticipo
avatar
Rino88ex
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 24.03.14
Numero di messaggi : 1178
Località : Pesaro
Occupazione/Hobby : Di tutto
Provincia (Città) : Pesaro
Impianto : AKG K240 MKII + AKG K99
Pioneer DV-696k + Denon PMA-510AE
Denon avr1513 + Acoustic Research Spirit 132

www.andeanvox.com

http://www.andeanvox.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Misurare con buona approssimazione gli incroci

Messaggio  valterneri il Sab 19 Lug 2014 - 14:06

@Rino88ex ha scritto:Questi due microfoni onnidirezionali vanno bene per effettuare le misurazioni?
E che software andrebbe bene?
Su questo non ti so rispondere,
sono allergico ai "programmini" e un microfono calibrato da 16 euro
non mi pare possibile.

Però in questo ti ha già risposto bene Daniele.

Io invece vorrei consigliarti di astenerti dal misurare troppo,
e soprattutto in aria,
affina invece le orecchie e decidi emotivamente.

Costruisci il cross-over prototipo all'esterno della cassa
e piano piano modificalo aggiungendo e togliendo.

Se, come si dice in questo forum,
gli strumenti di misura non sono capaci di dirci perché un cavetto
"suona meglio di un altro"
di fronte ad un cross-over e coni figuriamoci .... sono spacciati!
(strumenti di misura economici poi ....)

Ma spiegando più seriamente:
l'analisi e la comprensione di misure comprendenti l'acustica e la percezione
sono molto complesse.
avatar
valterneri
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 09.10.12
Numero di messaggi : 3673
Provincia (Città) : -
Impianto : -

Tornare in alto Andare in basso

Re: Misurare con buona approssimazione gli incroci

Messaggio  Daniele Pucciarelli il Sab 19 Lug 2014 - 14:58

[quote="valterneri"]
@Rino88ex ha scritto:
...................
Io invece vorrei consigliarti di astenerti dal misurare troppo,
e soprattutto in aria,
affina invece le orecchie e decidi emotivamente.

Costruisci il cross-over prototipo all'esterno della cassa
e piano piano modificalo aggiungendo e togliendo.

Se, come si dice in questo forum,
gli strumenti di misura non sono capaci di dirci perché un cavetto
"suona meglio di un altro"
di fronte ad un cross-over e coni figuriamoci .... sono spacciati!
(strumenti di misura economici poi ....)

Ma spiegando più seriamente:
l'analisi e la comprensione di misure comprendenti l'acustica e la percezione
sono molto complesse.

Questo in neretto lo condivido....il resto no.
O meglio: per sapere dove e se una misura può arrivare a raccontare la verità, si deve farla e saperla fare. Smile

Ciao!
avatar
Daniele Pucciarelli
Membro di riguardo
Membro di riguardo

Data d'iscrizione : 24.09.12
Numero di messaggi : 660
Località : Livorno
Occupazione/Hobby : Operaio, autocostruttore diffusori acustici, Redattore del Forum-Magazine DIYAUDIO.IT
Provincia (Città) : Livorno
Impianto : PC TRANSPORT DIY - DAC Teac UD503 - PREAMPLI Atoll PR300SE - FINALE Altason R1 - SINTOAMPLI HT Sony STR DA2400 ES - Diffusori DIY - Cuffie AKG K550 //

https://autocostruzione.altervista.org/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Misurare con buona approssimazione gli incroci

Messaggio  Daniele Pucciarelli il Sab 19 Lug 2014 - 16:07

@Rino88ex ha scritto:

Finalmente qualcuno che è riuscito a cogliere l'idea che cercavo di trasmettere. Infatti credo chce abbiamo detto le stesse cose però usando parole diverse. Ricordati che sul valore dell'impedenza interviene il filtro stesso e anche il tipo di carico o persino il fonoassorbente (se non sbaglio).

Questi due microfoni onnidirezionali vanno bene per effettuare le misurazioni???
http://www.ebay.it/itm/Dayton-Audio-iMM-6-Calibrated-Measurement-Microphone-for-Tablets-Phones-390-810-/221474535195?pt=LH_DefaultDomain_0&hash=item3390e9371b

http://www.ebay.it/itm/Dayton-Audio-EMM-6-Electret-Measurement-Microphone-390-801-/321439088443?pt=LH_DefaultDomain_0&hash=item4ad7433f3b

E che software andrebbe bene???? Possibilmente se gratuito. E che altro mi servirebe. Vi ringrazio in anticipo

Non ho esperienze di misurazioni con smartphone, tablet e quant'altro...Però qualcosa mi dice che se hai un normale PC, le puoi fare molto più precise!

SETUP BASE per misure acustiche e di impedenza:
- Come software puoi utilizzare ARTA v 1.82, che se non sbaglio, funziona anche senza licenza. Ma con funzionalità limitate (non puoi salvare le misurazioni fatte, ma puoi interamente utilizzare il programma, salvando le schermate dei grafici catturandole come immagine. Per iniziare va bene. http://www.artalabs.hr/download.htm
- Poi serve un PC non antidiluviano con prese USB 2.0. Diciamo che se il PC non ha più di dieci anni, generalmente va benissimo.
- Al fine di evitare schede audio che abbiano per forza l'alimentazione Phantom integrata (utilizzata su molti microfoni di misura), ed anche per altri motivi, consiglio di acquistarne uno autoalimentato. Per esempio il "Superlux ECM 888 B" si autoalimenta con una pila interna. http://www.thomann.de/it/superlux_ecm_888_b.htm (49 euro, con l'ottima features dell'alimentazione integrata)
- Si potrebbe utilizzare anche la scheda audio integrata del PC, ma a dire il vero, sono spesso molto scarse. Inoltre con certe misure, se siamo inesperti e disattenti, si possono fare "errori" che la potrebbero danneggiare! E bruciare una scheda audio integrata nella scheda madre di un PC non è una bella cosa..... Quindi, per spendere poco, averne una dalle caratteristiche di linearità e rumore soddisfacenti, e non rischiare quella interna, potrei consigliare la seguente: http://www.thomann.de/it/behringer_ucontrol_uca_222.htm (19 euro)
- Solitamente il microfono va collegato all'ingresso sinistro della scheda audio. Left-IN. Percui servirà il seguente cavo più il successivo adattatore:
http://www.thomann.de/it/the_sssnake_sk23315_xlr_patch.htm (4,5 euro. Ho messo un cavo di soli 1.5metri poiché la scheda audio NON ha ingressi bilanciati, e nel cavso di cavi molto lunghi potrebbe captare rumori. In ogni caso aggingendo i 30cm dell'adattatore qui sotto, può andare bene. Dovrete stare con il PC abastanza vicini al microfono di misura.
http://www.thomann.de/it/pro_snake_tpa_1003_mr.htm (5 euro)
- Un cavalletto telescopico per microfoni : http://www.thomann.de/it/millenium_ms2005_mic_stand.htm (10 euro)
- Seve un amplificatore audio per inviare segnali ai diffusori/altoparlante per i quali si vogliano fare misure acustiche. Va benissimo un qualsiasi amplificatore HiFi, anche economico, a stato solido, e se possibile in classe AB (ossia, non classe T o D che spesso variano la loro risposta in frequenza in base al carico applicato). Credo che se amate l'HiFi un amplificatore cel'avete di già.

Con il setup qui sopra avete il necessario fare misure ACUSTICHE e di IMPEDENZA di discreta qualità . Costo totale: (49+19+4,5+5+10 +spedizione 20 = circa 110 euro).
Per fare misure su segnali elettrici, invece, (come per misurare il segnale in arrivo ad un altoparlante filtrato da un crossover) serve un escamotage derivato dalle misure acustiche; ma senza utilizzare il microfono!.....Ne potremo riparlare.

Ovviamente ci si deve mettere un po' di impegno, per fare qualcosa di tangibile ed abbastanza ripetibile.  Ok

Ciao! 
Per fare misure su segnali "elettrici", invece, dovete munirvi di una semplice interfaccia tra scheda audio
avatar
Daniele Pucciarelli
Membro di riguardo
Membro di riguardo

Data d'iscrizione : 24.09.12
Numero di messaggi : 660
Località : Livorno
Occupazione/Hobby : Operaio, autocostruttore diffusori acustici, Redattore del Forum-Magazine DIYAUDIO.IT
Provincia (Città) : Livorno
Impianto : PC TRANSPORT DIY - DAC Teac UD503 - PREAMPLI Atoll PR300SE - FINALE Altason R1 - SINTOAMPLI HT Sony STR DA2400 ES - Diffusori DIY - Cuffie AKG K550 //

https://autocostruzione.altervista.org/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Misurare con buona approssimazione gli incroci

Messaggio  Daniele Pucciarelli il Sab 19 Lug 2014 - 16:20

schema misurazione IMPEDENZA




schema misurazioni ACUSTICHE single channel




schema misurazioni ACUSTICHE semi-dual channel
avatar
Daniele Pucciarelli
Membro di riguardo
Membro di riguardo

Data d'iscrizione : 24.09.12
Numero di messaggi : 660
Località : Livorno
Occupazione/Hobby : Operaio, autocostruttore diffusori acustici, Redattore del Forum-Magazine DIYAUDIO.IT
Provincia (Città) : Livorno
Impianto : PC TRANSPORT DIY - DAC Teac UD503 - PREAMPLI Atoll PR300SE - FINALE Altason R1 - SINTOAMPLI HT Sony STR DA2400 ES - Diffusori DIY - Cuffie AKG K550 //

https://autocostruzione.altervista.org/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Misurare con buona approssimazione gli incroci

Messaggio  Rino88ex il Dom 20 Lug 2014 - 13:10

@valterneri ha scritto:Su questo non ti so rispondere,
sono allergico ai "programmini" e un microfono calibrato da 16 euro
non mi pare possibile.

Però in questo ti ha già risposto bene Daniele.

Io invece vorrei consigliarti di astenerti dal misurare troppo,
e soprattutto in aria,
affina invece le orecchie e decidi emotivamente.

Costruisci il cross-over prototipo all'esterno della cassa
e piano piano modificalo aggiungendo e togliendo.

Se, come si dice in questo forum,
gli strumenti di misura non sono capaci di dirci perché un cavetto
"suona meglio di un altro"
di fronte ad un cross-over e coni figuriamoci .... sono spacciati!
(strumenti di misura economici poi ....)

Ma spiegando più seriamente:
l'analisi e la comprensione di misure comprendenti l'acustica e la percezione
sono molto complesse.

Effettivamente io ho fatto così, ho calcolato un tot e poi con l'aiuto dell'orecchio, ho modificato svariate volte fino a giungere ad un risultato per me coerente. Però poter avere una misura sotto mano renderebbe le cose più facili. E darebbe una base più concreta ai risultati raggiunti ed essere più credibile.

Soprattutto, vorrei misurare l'effettiva frequenza di taglio del filtro, verificare se il taglio misurato equivale a quello calcolato. E togliere ogni dubbio. E facilitare la costruzione di filtri.

@Daniele Pucciarelli ha scritto:

SETUP BASE per misure acustiche e di impedenza:
- Come software puoi utilizzare ARTA v 1.82, che se non sbaglio, funziona anche senza licenza. Ma con funzionalità limitate (non puoi salvare le misurazioni fatte, ma puoi interamente utilizzare il programma, salvando le schermate dei grafici catturandole come immagine. Per iniziare va bene. http://www.artalabs.hr/download.htm
- Poi serve un PC non antidiluviano con prese USB 2.0. Diciamo che se il PC non ha più di dieci anni, generalmente va benissimo.
- Al fine di evitare schede audio che abbiano per forza l'alimentazione Phantom integrata (utilizzata su molti microfoni di misura), ed anche per altri motivi, consiglio di acquistarne uno autoalimentato. Per esempio il "Superlux ECM 888 B" si autoalimenta con una pila interna. http://www.thomann.de/it/superlux_ecm_888_b.htm (49 euro, con l'ottima features dell'alimentazione integrata)
- Si potrebbe utilizzare anche la scheda audio integrata del PC, ma a dire il vero, sono spesso molto scarse. Inoltre con certe misure, se siamo inesperti e disattenti, si possono fare "errori" che la potrebbero danneggiare! E bruciare una scheda audio integrata nella scheda madre di un PC non è una bella cosa..... Quindi, per spendere poco, averne una dalle caratteristiche di linearità e rumore soddisfacenti, e non rischiare quella interna, potrei consigliare la seguente: http://www.thomann.de/it/behringer_ucontrol_uca_222.htm (19 euro)
- Solitamente il microfono va collegato all'ingresso sinistro della scheda audio. Left-IN. Percui servirà il seguente cavo più il successivo adattatore:
http://www.thomann.de/it/the_sssnake_sk23315_xlr_patch.htm (4,5 euro. Ho messo un cavo di soli 1.5metri poiché la scheda audio NON ha ingressi bilanciati, e nel cavso di cavi molto lunghi potrebbe captare rumori. In ogni caso aggingendo i 30cm dell'adattatore qui sotto, può andare bene. Dovrete stare con il PC abastanza vicini al microfono di misura.
http://www.thomann.de/it/pro_snake_tpa_1003_mr.htm (5 euro)
- Un cavalletto telescopico per microfoni : http://www.thomann.de/it/millenium_ms2005_mic_stand.htm (10 euro)
- Seve un amplificatore audio per inviare segnali ai diffusori/altoparlante per i quali si vogliano fare misure acustiche. Va benissimo un qualsiasi amplificatore HiFi, anche economico, a stato solido, e se possibile in classe AB (ossia, non classe T o D che spesso variano la loro risposta in frequenza in base al carico applicato). Credo che se amate l'HiFi un amplificatore cel'avete di già.

Grazie per tutte le info e i  prezzi. Sempre su quel sito ho trovato anche il Superlux ECM999, come ti sembra (lo usa il recensore di nonsoloaudiofili.com)? e il Berhinger ECM8000??? (però costa di più). Ma il microfono che hai postato ha il vantaggio di avere un'autoalimentazione.

Per quanto riguarda la scheda audio penso di farne a meno, poiché quella che ho integrata sulla mia Asrock Z77 M4 Pro mi pare migliore. Quindi sostanzialmente serve solo un buon microfono. E per calibrarlo??? E per misurare l'impedanza? Come ottenere i 2,83v per realizzare le misurazioni???

Per fare a meno della camera anecoica, ho letto in giro che alcuni misurano all'aperto, come idea è fattibile??? Di fronte al mio garage ho una piazzola ed un parco, con una prolunga potrei mettermi in mezzo e misurare...


@Daniele Pucciarelli ha scritto:
Per fare misure su segnali elettrici, invece, (come per misurare il segnale in arrivo ad un altoparlante filtrato da un crossover) serve un escamotage derivato dalle misure acustiche; ma senza utilizzare il microfono!.....Ne potremo riparlare.

Ciao! 
Per fare misure su segnali "elettrici", invece, dovete munirvi di una semplice interfaccia tra scheda audio

Ma, non sarebbe comodo: misurare prima solo l'altoparlante, poi misurare l'altoparlante collegato al filtro, e infine confrontare i grafici??? Alla fine, oltre al risultato complessivo del diffusore, è ciò che interesserebbe di più.
avatar
Rino88ex
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 24.03.14
Numero di messaggi : 1178
Località : Pesaro
Occupazione/Hobby : Di tutto
Provincia (Città) : Pesaro
Impianto : AKG K240 MKII + AKG K99
Pioneer DV-696k + Denon PMA-510AE
Denon avr1513 + Acoustic Research Spirit 132

www.andeanvox.com

http://www.andeanvox.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Misurare con buona approssimazione gli incroci

Messaggio  Daniele Pucciarelli il Dom 20 Lug 2014 - 13:13

@Daniele Pucciarelli ha scritto:
Non ho esperienze di misurazioni con smartphone, tablet e quant'altro...Però qualcosa mi dice che se hai un normale PC, le puoi fare molto più precise!

SETUP BASE per misure acustiche e di impedenza:
- Come software puoi utilizzare ARTA v 1.82, che se non sbaglio, funziona anche senza licenza. Ma con funzionalità limitate (non puoi salvare le misurazioni fatte, ma puoi interamente utilizzare il programma, salvando le schermate dei grafici catturandole come immagine. Per iniziare va bene. http://www.artalabs.hr/download.htm
- Poi serve un PC non antidiluviano con prese USB 2.0. Diciamo che se il PC non ha più di dieci anni, generalmente va benissimo.
- Al fine di evitare schede audio che abbiano per forza l'alimentazione Phantom integrata (utilizzata su molti microfoni di misura), ed anche per altri motivi, consiglio di acquistarne uno autoalimentato. Per esempio il "Superlux ECM 888 B" si autoalimenta con una pila interna. http://www.thomann.de/it/superlux_ecm_888_b.htm (49 euro, con l'ottima features dell'alimentazione integrata)
- Si potrebbe utilizzare anche la scheda audio integrata del PC, ma a dire il vero, sono spesso molto scarse. Inoltre con certe misure, se siamo inesperti e disattenti, si possono fare "errori" che la potrebbero danneggiare! E bruciare una scheda audio integrata nella scheda madre di un PC non è una bella cosa..... Quindi, per spendere poco, averne una dalle caratteristiche di linearità e rumore soddisfacenti, e non rischiare quella interna, potrei consigliare la seguente: http://www.thomann.de/it/behringer_ucontrol_uca_222.htm (19 euro)
- Solitamente il microfono va collegato all'ingresso sinistro della scheda audio. Left-IN. Percui servirà il seguente cavo più il successivo adattatore:
http://www.thomann.de/it/the_sssnake_sk23315_xlr_patch.htm (4,5 euro. Ho messo un cavo di soli 1.5metri poiché la scheda audio NON ha ingressi bilanciati, e nel cavso di cavi molto lunghi potrebbe captare rumori. In ogni caso aggingendo i 30cm dell'adattatore qui sotto, può andare bene. Dovrete stare con il PC abastanza vicini al microfono di misura.
http://www.thomann.de/it/pro_snake_tpa_1003_mr.htm (5 euro)
- Un cavalletto telescopico per microfoni : http://www.thomann.de/it/millenium_ms2005_mic_stand.htm (10 euro)
- Seve un amplificatore audio per inviare segnali ai diffusori/altoparlante per i quali si vogliano fare misure acustiche. Va benissimo un qualsiasi amplificatore HiFi, anche economico, a stato solido, e se possibile in classe AB (ossia, non classe T o D che spesso variano la loro risposta in frequenza in base al carico applicato). Credo che se amate l'HiFi un amplificatore cel'avete di già.

Con il setup qui sopra avete il necessario fare misure ACUSTICHE e di IMPEDENZA di discreta qualità . Costo totale: 110 euro
[Per fare misure su segnali elettrici, invece, (come per misurare il segnale in arrivo ad un altoparlante filtrato da un crossover) serve un escamotage derivato dalle misure acustiche; ma senza utilizzare il microfono!.....Ne potremo riparlare.

Ovviamente ci si deve mettere un po' di impegno, per fare qualcosa di tangibile ed abbastanza ripetibile.  Ok

Ciao! 
Per fare misure su segnali "elettrici", invece, dovete munirvi di una semplice interfaccia tra scheda audio

ATTENZIONE : NEL SETUP SOPRAINDICATO SERVE ANCHE UN PREAMPLIFICATORE MICROFONICO
PERCUI PERDE LA SUA ECONOMICITA' DI BASE CHE AUSPICAVO.
Scusate...

CONSIGLIO DUNQUE (COME SETUP DI BASE) IL SEGUENTE



SETUP BASE per misure acustiche e di impedenza:
- Come software puoi utilizzare ARTA v 1.82, che se non sbaglio, funziona anche senza licenza. Ma con funzionalità limitate (non puoi salvare le misurazioni fatte, ma puoi interamente utilizzare il programma, salvando le schermate dei grafici catturandole come immagine.
http://www.artalabs.hr/download.htm
- Poi serve un PC non antidiluviano con prese USB 2.0. Diciamo che se il PC non ha più di dieci anni, generalmente va benissimo.
- Al fine di evitare schede audio che abbiano per forza l'alimentazione Phantom integrata (utilizzata su molti microfoni di misura), ed anche per altri motivi, consiglio di acquistarne uno autoalimentato. Per esempio il "Superlux ECM 888 B" si autoalimenta con una pila interna.
http://www.thomann.de/it/superlux_ecm_888_b.htm (49 euro, con l'ottima features dell'alimentazione integrata)
- Il microfono di cui sopra è utilizzabile con una scheda audio integrata del PC con ingresso microfonico (di tipo "multiplex" che è la regola per quelle degli ultimi 10 anni)  Solitamente il microfono va collegato all'ingresso sinistro della scheda audio. Left-IN. Percui servirà il seguente cavo adattatore :
http://www.thomann.de/it/pro_snake_tpy_2003_kbb.htm (5 euro)
Ed il seguente cavo che dal microfono va ad uno dei jack femmina del cavo adattatore:
http://www.thomann.de/it/the_sssnake_smp6bk_mikrofonkabel.htm (5 euro)
- Un cavalletto telescopico per microfoni : http://www.thomann.de/it/millenium_ms2005_mic_stand.htm (10 euro)
- Seve un amplificatore audio per inviare segnali ai diffusori/altoparlante per i quali si vogliano fare misure acustiche. Va benissimo un qualsiasi amplificatore HiFi, anche economico, a stato solido, e se possibile in classe AB (ossia, non classe T o D che spesso variano la loro risposta in frequenza in base al carico applicato). Credo che se amate l'HiFi un amplificatore cel'avete di già.

Con il setup qui sopra avete il necessario fare misure ACUSTICHE e di IMPEDENZA di discreta qualità . Costo totale: (49+5+5+10 +spedizione 20 = circa 90 euro).
Per fare misure su segnali elettrici, invece, (come per misurare il segnale in arrivo ad un altoparlante filtrato da un crossover) serve un escamotage derivato dalle misure acustiche; ma senza utilizzare il microfono!.....Ne potremo riparlare.

Ovviamente ci si deve mettere un po' di impegno, per fare qualcosa di tangibile ed abbastanza ripetibile.  Ok

Ciao!
avatar
Daniele Pucciarelli
Membro di riguardo
Membro di riguardo

Data d'iscrizione : 24.09.12
Numero di messaggi : 660
Località : Livorno
Occupazione/Hobby : Operaio, autocostruttore diffusori acustici, Redattore del Forum-Magazine DIYAUDIO.IT
Provincia (Città) : Livorno
Impianto : PC TRANSPORT DIY - DAC Teac UD503 - PREAMPLI Atoll PR300SE - FINALE Altason R1 - SINTOAMPLI HT Sony STR DA2400 ES - Diffusori DIY - Cuffie AKG K550 //

https://autocostruzione.altervista.org/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Misurare con buona approssimazione gli incroci

Messaggio  Daniele Pucciarelli il Dom 20 Lug 2014 - 16:46

@Rino88ex ha scritto:
Effettivamente io ho fatto così, ho calcolato un tot e poi con l'aiuto dell'orecchio, ho modificato svariate volte fino a giungere ad un risultato per me coerente. Però poter avere una misura sotto mano renderebbe le cose più facili. E darebbe una base più concreta ai risultati raggiunti ed essere più credibile.
Soprattutto, vorrei misurare l'effettiva frequenza di taglio del filtro, verificare se il taglio misurato equivale a quello calcolato. E togliere ogni dubbio. E facilitare la costruzione di filtri.
Mi dispiace per gli "aficionados" della progettazione ad orecchio (non è esattamente il tuo caso....), ma essa è assolutamente riposta al "caso"; sono talmente tante le problematiche difficilmente risolvibili ad orecchio che io consiglio caldamente di IMPOSTARE SEMPRE il progetto, in maniera "scientifica".
SOLO DOPO una progettazione con basi REALI e TANGIBILI, si potrà valutare ad orecchio; anzi, è opportuno farlo! Ma anche una eventuale modifica che vorremmo fare dopo una sensazione di ascolto, va POI sempre "controllata" con misure e simulazioni.
Faccio un esempio: molti altoparlanti possono interagire in maniera negativa ed addirittura pericolosa con un filtraggio fatto un po' "a caso": vedasi tweeter e midrange con picco di impedenza alla risonanza pronunciato.

Per cui, se si fanno misure & ascolti in TANDEM, si può verificare PERCHE' si ottengono certi risultati, e su quali parametri abbiamo agito.
Mica poco! Wink


@Rino88ex ha scritto:Ma, non sarebbe comodo: misurare prima solo l'altoparlante, poi misurare l'altoparlante collegato al filtro, e infine confrontare i grafici??? Alla fine, oltre al risultato complessivo del diffusore, è ciò che interesserebbe di più.

Ma infatti la misura della risposta elettrica ai capi di un altoparlante filtrato serve principalmente per valutare se altoparlanti la cui integrità e legata al taglio "elettrico", siano in sicurezza (tweeter e midrange). Oppure, per completezza di informazione.
D'altra parte era l'oggetto di questo 3D.....
avatar
Daniele Pucciarelli
Membro di riguardo
Membro di riguardo

Data d'iscrizione : 24.09.12
Numero di messaggi : 660
Località : Livorno
Occupazione/Hobby : Operaio, autocostruttore diffusori acustici, Redattore del Forum-Magazine DIYAUDIO.IT
Provincia (Città) : Livorno
Impianto : PC TRANSPORT DIY - DAC Teac UD503 - PREAMPLI Atoll PR300SE - FINALE Altason R1 - SINTOAMPLI HT Sony STR DA2400 ES - Diffusori DIY - Cuffie AKG K550 //

https://autocostruzione.altervista.org/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Misurare con buona approssimazione gli incroci

Messaggio  Albers il Gio 24 Lug 2014 - 11:28

@valterneri ha scritto:
@Albers ha scritto:...........................

NDR: effettivamente ultimamente Albers scrive un po' difficile
@Daniele Pucciarelli ha scritto:... ma io non sono sicuro di aver capito quel che hai espresso...

NDR: effettivamente ultimamente Albers scrive un po' difficile

Però, dato che mi ha dato ragione, io gongolo!

ma che pena!! che delusione!...

Albers
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 25.10.10
Numero di messaggi : 2784
Località : ----
Impianto : ----

Tornare in alto Andare in basso

Re: Misurare con buona approssimazione gli incroci

Messaggio  valterneri il Gio 24 Lug 2014 - 13:59

@Albers ha scritto:ma che pena!! che delusione!...
che da poco più di un anno scrivi effettivamente difficile, è vero!
che spesso non mi dai ragione, è vero!
che spesso sei deluso di tutti, è vero!
e quindi una volta che mi dai apertamente ragione vuoi che non ne sia contento?

(che noi siamo come siamo e gli altri come crediamo è una contraddizione)


Anche Daniele mi da torto:
@Daniele Pucciarelli ha scritto:Mi dispiace per gli "aficionados" della progettazione ad orecchio, ma essa è assolutamente riposta al "caso"; sono talmente tante le problematiche difficilmente risolvibili ad orecchio che .....
In verità io misuro tutto
e l'orecchio lo guardo come un attore che recita,
ma in questo sopra non hai ragione, affidarsi all'orecchio non è affidarsi al caso:

il suono degli strumenti nasce ad orecchio
l'intonazione si forma e si stabilizza ad orecchio
le intenzioni musicali di un gruppo si formano ad orecchio
il missaggio di un disco
la scelta del microfono più adatto
gli effetti da dare o non dare alla chitarra e al basso
la posizione dello strumento nell'acustica naturale o artificiale
Fender o Gibson
elettrostatica o dinamica ....

L'orecchio è uno straordinario strumento
a cui non sfugge nulla di ciò che è importante o sottile, inutile o piacevole,

l'unico suo presunto difetto che mette a disagio l'ingegnere progettista
è che non traduce quel che crede in numeri,
ma questa mi pare invece una limitazione del progettista, non dell'orecchio.

E anche ....
nessuno meglio degli svizzeri, dei giapponesi e dei tedeschi
sanno usare numeri e misuratori,
nessuno nella storia peggio degli svizzeri, dei giapponesi e dei tedeschi
hanno saputo costruire casse,
le migliori sono degli inglesi che misurano in base 12 come le uova
degli italiani che se la cavano sempre "con il genio della fantasia"
e degli americani,
che non rispettano mai le regole se non le loro.

Le migliori casse sono nate da culture che sanno ascoltare la musica,
non che hanno saputo guardare i grafici.
avatar
valterneri
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 09.10.12
Numero di messaggi : 3673
Provincia (Città) : -
Impianto : -

Tornare in alto Andare in basso

Re: Misurare con buona approssimazione gli incroci

Messaggio  valterneri il Gio 24 Lug 2014 - 14:28

@valterneri ha scritto:nessuno ... sanno
nessuno ... hanno

AAAAAAAARGGGGHHHHHHH!!!!!!!!!!!!!!!
HO FATTO DUE ERRORI D'ORTOGRAFIA CHE RIMARRANNO INDELEBILI!!!

Come si fa a distruggere il forum con tutto il DB?
avatar
valterneri
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 09.10.12
Numero di messaggi : 3673
Provincia (Città) : -
Impianto : -

Tornare in alto Andare in basso

Re: Misurare con buona approssimazione gli incroci

Messaggio  fritznet il Gio 24 Lug 2014 - 15:23

@valterneri ha scritto:
@valterneri ha scritto:nessuno ... sanno
nessuno ... hanno

AAAAAAAARGGGGHHHHHHH!!!!!!!!!!!!!!!
HO FATTO DUE ERRORI D'ORTOGRAFIA CHE RIMARRANNO INDELEBILI!!!

Come si fa a distruggere il forum con tutto il DB?



 Hehe Hehe Hehe Dribbling Dribbling Dribbling Hehe Hehe Hehe 



indelebilmente scolpiti nei bit,




e che erroracci poi... Very Happy 

credo si possano giustificare come conseguenza dell'affondo di fioretto da parte di albers, ma non vorrei fornirti alibi. Smile




p.s. sui diffusori concordo, sui post di albers, no, per me, solitamente, è limpido quello che scrive
avatar
fritznet
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 27.02.10
Numero di messaggi : 9067
Località : Querceto
Provincia (Città) : .
Impianto : lol-fi


Tornare in alto Andare in basso

Re: Misurare con buona approssimazione gli incroci

Messaggio  niko35 il Gio 24 Lug 2014 - 15:55

Non ho letto tutta la discussione poi diventa a tratti comica.....ma Rino e altri, neanche vi rendete conto della disinformazione che fate sui cross-passivi.
Per quelli che leggono, leggete con attenzione quello che scrive Daniele Pucciarelli, vero competente che fra l'altro ha progettato da zero dei diffusori moolto bensuonanti, direi voce autorevole del mondo dell'autocostruzione di diffusori. Saluti, Nicola
Ps, non ho la pazienza e ne il tempo di rispondere a eventuali repliche.
avatar
niko35
Appassionato
Appassionato

Data d'iscrizione : 09.09.13
Numero di messaggi : 486
Località : Quaelà
Provincia (Città) :
Impianto : Pc-Foobar-Asio-dmx6fire-Nad c320bee-Denon pma1500r-Rotel-RB-06-Diffusori autocostruiti.
Matrix M-Stage---K612pro

Tornare in alto Andare in basso

Re: Misurare con buona approssimazione gli incroci

Messaggio  Rino88ex il Gio 24 Lug 2014 - 16:23

@niko35 ha scritto:Non ho letto tutta la discussione poi diventa a tratti comica.....ma Rino e altri, neanche vi rendete conto della disinformazione che fate sui cross-passivi.
Per quelli che leggono, leggete con attenzione quello che scrive Daniele Pucciarelli, vero competente che fra l'altro ha progettato da zero dei diffusori moolto bensuonanti, direi voce autorevole del mondo dell'autocostruzione di diffusori. Saluti, Nicola
Ps, non ho la pazienza e ne il tempo di rispondere a eventuali repliche.

Spiegati meglio per favore, appena avrai il tempo.
A proposito dei filtri: NESSUNO POTREBBE MISURARE L'EFFETTIVA FREQUENZA DI TAGLIO, MISURANDO PRIMA L'ALTOPARLANTE E POI, COLLEGANDO UN'INDUTTANZA O UN CONDENSATORE IN SERIE, PER FAVORE???????
avatar
Rino88ex
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 24.03.14
Numero di messaggi : 1178
Località : Pesaro
Occupazione/Hobby : Di tutto
Provincia (Città) : Pesaro
Impianto : AKG K240 MKII + AKG K99
Pioneer DV-696k + Denon PMA-510AE
Denon avr1513 + Acoustic Research Spirit 132

www.andeanvox.com

http://www.andeanvox.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Misurare con buona approssimazione gli incroci

Messaggio  Daniele Pucciarelli il Gio 24 Lug 2014 - 17:22

@valterneri ha scritto:
Anche Daniele mi da torto:

@Daniele Pucciarelli ha scritto:Mi dispiace per gli "aficionados" della progettazione ad orecchio, ma essa è assolutamente riposta al "caso"; sono talmente tante le problematiche difficilmente risolvibili ad orecchio che .....
In verità io misuro tutto
e l'orecchio lo guardo come un attore che recita,
ma in questo sopra non hai ragione, affidarsi all'orecchio non è affidarsi al caso:

il suono degli strumenti nasce ad orecchio
l'intonazione si forma e si stabilizza ad orecchio
le intenzioni musicali di un gruppo si formano ad orecchio
il missaggio di un disco
la scelta del microfono più adatto
gli effetti da dare o non dare alla chitarra e al basso
la posizione dello strumento nell'acustica naturale o artificiale
Fender o Gibson
elettrostatica o dinamica ....

L'orecchio è uno straordinario strumento
a cui non sfugge nulla di ciò che è importante o sottile, inutile o piacevole,

l'unico suo presunto difetto che mette a disagio l'ingegnere progettista
è che non traduce quel che crede in numeri,
ma questa mi pare invece una limitazione del progettista, non dell'orecchio.

E anche ....
nessuno meglio degli svizzeri, dei giapponesi e dei tedeschi
sanno usare numeri e misuratori,
nessuno nella storia peggio degli svizzeri, dei giapponesi e dei tedeschi
hanno saputo costruire casse,
le migliori sono degli inglesi che misurano in base 12 come le uova
degli italiani che se la cavano sempre "con il genio della fantasia"
e degli americani,
che non rispettano mai le regole se non le loro.

Le migliori casse sono nate da culture che sanno ascoltare la musica,
non che hanno saputo guardare i grafici.

Hai sbagliato a quotare solo UNA PARTE di quello che ho scritto..... Wink

Se non si fosse capito, io continuo a pensare che una sana PROGETTAZIONE è ALLA BASE di qualsiasi cosa tu voglia "fare" con un minimo di cognizione di causa. Gli ASCOLTI ed il "fine tuning" vengono DOPO, e non per questo sono meno importanti. Rappresentano la prova in pista di un automobile che ovviamente viene prima progettata al computer.
E stai certo che se si sbaglia il "progetto di base" (vuoi perché non si è saputo "progettare" bene, vuoi perché la parola progetto non rientra nel nostro vocabolario.....), ad orecchio non potrai affinare alcunché.

Te lo immagini uno che elabora motori da corsa affidandosi solo alla prova in pista, ma non li sa progettare e neanche li prova sul banco? Te lo immagini uno che progetta una elettronica senza prendere in mano una calcolatrice o un programma CAD? Guarda che chi dice che lo fa , è perché ha copiato un progetto altrui...

Tornando ai nostri diffusori, mi pare ovvio che i primi ASCOLTI, con le successive modifiche che ne derivano, sono assolutamente DOVEROSI, OBBLIGATORI e fanno parte della seconda parte di un progetto nato sulla carta e sviluppatosi poi con un prototipo funzionante. Wink

Quindi, per favore, non mi affibbiare la semplicistica immagine di quello che misura, calcola e NON ascolta!
Ciao
avatar
Daniele Pucciarelli
Membro di riguardo
Membro di riguardo

Data d'iscrizione : 24.09.12
Numero di messaggi : 660
Località : Livorno
Occupazione/Hobby : Operaio, autocostruttore diffusori acustici, Redattore del Forum-Magazine DIYAUDIO.IT
Provincia (Città) : Livorno
Impianto : PC TRANSPORT DIY - DAC Teac UD503 - PREAMPLI Atoll PR300SE - FINALE Altason R1 - SINTOAMPLI HT Sony STR DA2400 ES - Diffusori DIY - Cuffie AKG K550 //

https://autocostruzione.altervista.org/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Misurare con buona approssimazione gli incroci

Messaggio  Daniele Pucciarelli il Gio 24 Lug 2014 - 17:27

@niko35 ha scritto:Non ho letto tutta la discussione poi diventa a tratti comica.....ma Rino e altri, neanche vi rendete conto della disinformazione che fate sui cross-passivi.
Per quelli che leggono, leggete con attenzione quello che scrive Daniele Pucciarelli, vero competente che fra l'altro ha progettato da zero dei diffusori moolto bensuonanti, direi voce autorevole del mondo dell'autocostruzione di diffusori. Saluti, Nicola
Ps, non ho la pazienza e ne il tempo di rispondere a eventuali repliche.

Ti ringrazio.
Ma sei stato anche troppo buono!  Kiss 

Ciao! Smile
avatar
Daniele Pucciarelli
Membro di riguardo
Membro di riguardo

Data d'iscrizione : 24.09.12
Numero di messaggi : 660
Località : Livorno
Occupazione/Hobby : Operaio, autocostruttore diffusori acustici, Redattore del Forum-Magazine DIYAUDIO.IT
Provincia (Città) : Livorno
Impianto : PC TRANSPORT DIY - DAC Teac UD503 - PREAMPLI Atoll PR300SE - FINALE Altason R1 - SINTOAMPLI HT Sony STR DA2400 ES - Diffusori DIY - Cuffie AKG K550 //

https://autocostruzione.altervista.org/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Misurare con buona approssimazione gli incroci

Messaggio  porfido il Gio 24 Lug 2014 - 17:36

@niko35 ha scritto:ma Rino e altri, neanche vi rendete conto della disinformazione che fate sui cross-passivi.
Per quelli che leggono, leggete con attenzione quello che scrive Daniele Pucciarelli,

Ma no, dai, solo Rino!  Laughing Laughing Laughing 
Quoto assolutamente su Pucciarelli!
avatar
porfido
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 23.11.08
Numero di messaggi : 5044
Località : Ronchi (GO)
Impianto :
Spoiler:


Tornare in alto Andare in basso

Re: Misurare con buona approssimazione gli incroci

Messaggio  Rino88ex il Gio 24 Lug 2014 - 18:25

MA QUINDI: COME SI CALCOLA LA FREQUENZA DI TAGLIO??? Postate formule.

Qualcuno ha mai misurato il complesso filtro-altoparlante per verificare se il taglio corrisponde o meno??? Tanto basta vedere da dove incomincia ad attenuare e/o fino a quando attenua, provando con un singolo componente (6dB/ott.)

Si impiega il valore dell'impedenza o della resistenza elettrica??? Se fosse la seconda, il fatto di sostituire gli altoparlanti con delle resistenze avrebbe un senso.

Allora il Superlux ecm888b va più che bene per effettuare le misurazioni??? Mi sembra la scelta più conveniente sia per il prezzo sia per il fatto che non abbisogna di nient'altro che di collegarlo al pc. Esistono alternative valide e magari più economiche?
avatar
Rino88ex
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 24.03.14
Numero di messaggi : 1178
Località : Pesaro
Occupazione/Hobby : Di tutto
Provincia (Città) : Pesaro
Impianto : AKG K240 MKII + AKG K99
Pioneer DV-696k + Denon PMA-510AE
Denon avr1513 + Acoustic Research Spirit 132

www.andeanvox.com

http://www.andeanvox.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Misurare con buona approssimazione gli incroci

Messaggio  Fernando Micelli il Gio 24 Lug 2014 - 18:53

'rcamiseria chè roba!

Ciao Daniele, è un po' che non... ci si legge.

Fernando Micelli
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 29.04.11
Numero di messaggi : 1317
Località : Maruggio (TA)
Impianto : Amplificatore Mosfet 250 + Casse 4,5 vie

Tornare in alto Andare in basso

Re: Misurare con buona approssimazione gli incroci

Messaggio  Daniele Pucciarelli il Gio 24 Lug 2014 - 22:34

@Rino88ex ha scritto:MA QUINDI: COME SI CALCOLA LA FREQUENZA DI TAGLIO??? Postate formule.

Qualcuno ha mai misurato il complesso filtro-altoparlante per verificare se il taglio corrisponde o meno??? Tanto basta vedere da dove incomincia ad attenuare e/o fino a quando attenua, provando con un singolo componente (6dB/ott.)

Si impiega il valore dell'impedenza o della resistenza elettrica??? Se fosse la seconda, il fatto di sostituire gli altoparlanti con delle resistenze avrebbe un senso.

Allora il Superlux ecm888b va più che bene per effettuare le misurazioni??? Mi sembra la scelta più conveniente sia per il prezzo sia per il fatto che non abbisogna di nient'altro che di collegarlo al pc. Esistono alternative valide e magari più economiche?

Se non usi un simulatore che preveda l'utilizzo della CURVA del modulo di impedenza reale, il calcolo risulterà sempre sballato.

Per quanto riguarda il microfono, quello va bene. Ti invito a leggere...... >> http://www.diyaudio.it/threads/1104-SETUP-MINIMO-per-misure-acustiche-elettriche-di-discreta-precisione-per-Diffusori

Ciao!
avatar
Daniele Pucciarelli
Membro di riguardo
Membro di riguardo

Data d'iscrizione : 24.09.12
Numero di messaggi : 660
Località : Livorno
Occupazione/Hobby : Operaio, autocostruttore diffusori acustici, Redattore del Forum-Magazine DIYAUDIO.IT
Provincia (Città) : Livorno
Impianto : PC TRANSPORT DIY - DAC Teac UD503 - PREAMPLI Atoll PR300SE - FINALE Altason R1 - SINTOAMPLI HT Sony STR DA2400 ES - Diffusori DIY - Cuffie AKG K550 //

https://autocostruzione.altervista.org/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Misurare con buona approssimazione gli incroci

Messaggio  Daniele Pucciarelli il Gio 24 Lug 2014 - 22:36

@Fernando Micelli ha scritto:'rcamiseria chè roba!
E' dura.... Wink
Ma finchè la passione "regge", ci provo.  Crazy 


@Fernando Micelli ha scritto:
Ciao Daniele, è un po' che non... ci si legge.

Vieni a trovarmi dalle parti di Diyaudio.it. Smile
Anche lì non è sempre una passeggiata....

Ciao!
avatar
Daniele Pucciarelli
Membro di riguardo
Membro di riguardo

Data d'iscrizione : 24.09.12
Numero di messaggi : 660
Località : Livorno
Occupazione/Hobby : Operaio, autocostruttore diffusori acustici, Redattore del Forum-Magazine DIYAUDIO.IT
Provincia (Città) : Livorno
Impianto : PC TRANSPORT DIY - DAC Teac UD503 - PREAMPLI Atoll PR300SE - FINALE Altason R1 - SINTOAMPLI HT Sony STR DA2400 ES - Diffusori DIY - Cuffie AKG K550 //

https://autocostruzione.altervista.org/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Misurare con buona approssimazione gli incroci

Messaggio  Fernando Micelli il Ven 25 Lug 2014 - 23:48

Grazie per l'invito, Daniele,

ma non ho nè i cavi giusti n'è il...
pre di ordinanza.

Fernando Micelli
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 29.04.11
Numero di messaggi : 1317
Località : Maruggio (TA)
Impianto : Amplificatore Mosfet 250 + Casse 4,5 vie

Tornare in alto Andare in basso

mi spieghi

Messaggio  avel30 il Dom 27 Lug 2014 - 19:18

@Daniele Pucciarelli ha scritto:RISPOSTA "ELETTRICA" AI MORSETTI DEI SINGOLI ALTOPARLANTI FILTRATI, DI UN DIFFUSORE A 2 VIE

Faccio notare che l'incrocio elettrico è attorno ai 6100hz

Cortesemente mi spieghi come hai misurato le risposte dei singoli altoparlanti filtrati ?

Come hai messo assieme i due grafici delle risposte ?

Il programma è ARTA ?
grazie




RISPOSTA "ACUSTICA" DEI SINGOLI ALTOPARLANTI FILTRATI, DEL SOLITO DIFFUSORE DI SOPRA

Notare come l'incrocio acustico sia invece sui 3500hz.......


SONO DUE COSE CORRELATE TRA LORO, MA DIVERSE. Wink
avatar
avel30
Interessato
Interessato

Data d'iscrizione : 29.10.10
Numero di messaggi : 28
Località : Caserta
Occupazione/Hobby : audiocostruzione
Provincia (Città) : CE
Impianto : Buffer fet classe A : progetto Costruire HIFI - Amplificatore Albarry 408 modifica Ciuffoli, nuovo circuito protezione - Casse autocostruite DELTA 4 R5 (progetto R.Giussani) 4 vie : Scanspeak TW e HTW - planare NEO8 B&G - WF MAD 1259 FS 16Hz 30cm 12" - lettore CD LINN Mimik - DAC 707 Populse modifica ex Audioscheggia, trasformatori uscita - ASUS I3 -XUBUNTU 14.04 + JACK + Aqualug (lossless software) -

http://italiahiendclub.wordpress.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Misurare con buona approssimazione gli incroci

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 3 Precedente  1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum