T-Forum, la vera HiFi alla portata di tuttiAccedi

Benvenuto nell'unico forum in cui 11751 utenti, con i loro 818599 messaggi, hanno scelto di ascoltare con le orecchie, con il cuore e un occhio al portafoglio!

Nuovo look del T-Forum, dai un'occhiata qui.
Il T-Forum ha bisogno del tuo aiuto! Controlla se hai i requisiti necessari e proponiti.
Hai trovato uno spammer nel forum? Segnalalo subito all'amministrazione o a un moderatore!
Diamo il benvenuto ai nostri nuovi moderatori.
Chi sono i top postatori di oggi? Clicca qui per scoprirli.

Controlla qui gli argomenti attivi del giorno.


PrePhono: esterno o integrato?

Condividi

descriptionPrePhono: esterno o integrato?

more_horiz
Ciao,

secondo la vostra esperienza i vari prephono integrati negli amplificatori technics, yamaha e pioneer, qualitativamente come sono?

Meglio un prephono esterno?

Grazie

descriptionRe: PrePhono: esterno o integrato?

more_horiz
prodotti commerciali di solito hanno circuiti integrati come prephono,il dedicato e' un argomento delicato come puoi notare 'poco affrontato'' anche dagli autocostruttori per ovii motivi

descriptionRe: PrePhono: esterno o integrato?

more_horiz
@valvolas ha scritto:
prodotti commerciali di solito hanno circuiti integrati come prephono,il dedicato e' un argomento delicato come puoi notare 'poco affrontato'' anche dagli autocostruttori per ovii motivi


Quoto.
I pre phono buoni costano e difficilmente sono in un integrato; esistono eccezioni su ampli da almeno 4 cifre e la prima cifra non è nè 1 nè 2, probabilmente

descriptionRe: PrePhono: esterno o integrato?

more_horiz
@gorillone ha scritto:
@valvolas ha scritto:
prodotti commerciali di solito hanno circuiti integrati come prephono,il dedicato e' un argomento delicato come puoi notare 'poco affrontato'' anche dagli autocostruttori per ovii motivi


Quoto.
I pre phono buoni costano e difficilmente sono in un integrato; esistono eccezioni su ampli da almeno 4 cifre e la prima cifra non è nè 1 nè 2, probabilmente


Non sarebbe poi economicamente un ''salasso' costruttivo piu che altro il problema della rete riia che e' un po' rognosa,ne abbiamo messo in piedi uno a componenti discreti che stiamo provando piu per il gusto di affrontare il problema
che per l'utilizzo in se stesso  (il mio gira sta in cantina da 20 anni) cmq se supera la ''beta'' dell'utente del forum che ce l'ha in mano lo postiamo e chi vuole se lo realizza

descriptionRe: PrePhono: esterno o integrato?

more_horiz
@valvolas ha scritto:
...

cmq se supera la ''beta'' dell'utente del forum che ce l'ha in mano lo postiamo e chi vuole se lo realizza


Questa si che è una notizia interessante, altro che "che cavo indosso oggi"  Laughing 

descriptionRe: PrePhono: esterno o integrato?

more_horiz
@fritznet ha scritto:
@valvolas ha scritto:
...

cmq se supera la ''beta'' dell'utente del forum che ce l'ha in mano lo postiamo e chi vuole se lo realizza


Questa si che è una notizia interessante, altro che "che cavo indosso oggi"  Laughing 


niente di particolare un progetto rca rivisitato con componenti ancora facilemnte trovabili,la solita alimentazione schiaccia ronzii,al momento promette bene,il ragazzo ha i suoi tempi quando ha finito lo spedisce ad un altro piu esigente,nel frattempo se da' l'ok anche lui,lo pcbizziamo e lo postiamo.
La faccenda dei cavi era una diatriba rispetto a chi vuole gas e chi ascolta piu soft,il fulcro secondo me era questo,ogni tanto ci pizzichiamo elegantemente,e ne4l pieno rispetto reciproco...E' un hobby non una guerra civile

descriptionRe: PrePhono: esterno o integrato?

more_horiz
@valvolas ha scritto:


niente di particolare un progetto rca rivisitato con componenti ancora facilemnte trovabili,la solita alimentazione schiaccia ronzii,al momento promette bene,il ragazzo ha i suoi tempi quando ha finito lo spedisce ad un altro piu esigente,nel frattempo se da' l'ok anche lui,lo pcbizziamo e lo postiamo.
La faccenda dei cavi era una diatriba rispetto a chi vuole gas e chi ascolta piu soft,il fulcro secondo me era questo,ogni tanto ci pizzichiamo elegantemente,e ne4l pieno rispetto reciproco...E' un hobby non una guerra civile


Ma infatti non mi riferivo a questa discussione, ma ad altro  Laughing 

Spero allora a breve di leggere qualcosa sul prephono a discreti.

Si può sapere chi ci ha messo le mani (e la testa) , oppure tutti i dettagli solo a tempo debito?
Non vorrei rovinare la sorpresa a nessuno, se di sorpresa si tratta.

descriptionRe: PrePhono: esterno o integrato?

more_horiz
@fritznet ha scritto:
@valvolas ha scritto:


niente di particolare un progetto rca rivisitato con componenti ancora facilemnte trovabili,la solita alimentazione schiaccia ronzii,al momento promette bene,il ragazzo ha i suoi tempi quando ha finito lo spedisce ad un altro piu esigente,nel frattempo se da' l'ok anche lui,lo pcbizziamo e lo postiamo.
La faccenda dei cavi era una diatriba rispetto a chi vuole gas e chi ascolta piu soft,il fulcro secondo me era questo,ogni tanto ci pizzichiamo elegantemente,e ne4l pieno rispetto reciproco...E' un hobby non una guerra civile


Ma infatti non mi riferivo a questa discussione, ma ad altro  Laughing 

Spero allora a breve di leggere qualcosa sul prephono a discreti.

Si può sapere chi ci ha messo le mani (e la testa) , oppure tutti i dettagli solo a tempo debito?
Non vorrei rovinare la sorpresa a nessuno, se di sorpresa si tratta.


Si lo so a cosa ti riferivi,lo stesso tread al quale mi riferivo io che non parlavo di questo sul ''pizzicarci'' era riferito NON a te,ma a QUEL tread.Le mani ce le mettono i soliti quindi a 10 mani,il progetto è sulla falsariga RIIA di un RCA credo degli anni 70 l'ho mulettato sentendo ''a zio'' e l'esimio che è un nostalgico del gira per eventuali aggiustamenti e cambio transistor.Il muletto ora lo ha uno di noi che faceva il DJ in gioventu' quindi ha giradischi da ''fare girare'' ho ancora qualche dubbio sul livello di tensione che nelle prove era sotto di 4V di quello previsto lo stadio di per se' come alimentazione va bene silenzioso senza rumori ne' disturbi,andiamo sul sicuro su quelli di derivazione di Mau che abbiamo gia' affinato sulla v3 e altrove.Va comunque iniettato in un pre (nel ns caso e' la V3 o la nuova V4) prima del finale il passaggio successivo e' che va all'esimio che spacca sempre il capello in 4,non credo la rete RIIA sia da aggiustare.Francamente su questi pre c'e' poco da inventarsi,non avendo il gira e non potendolo provare quando ho dato il muletto che ho messo in piedi ho un po' incrociato le dita,pur essendo stato attento ai passaggi del segnale sulla millefori,in realta' e' partito al primo colpo senza rumori.Quando supera il test ''esimio'' lo postiamo,non ci sono misteri ma e' inutile postarlo ora e poi cambiare le gomme in corsa se viene fuori qualche miglioria

descriptionRe: PrePhono: esterno o integrato?

more_horiz
@valvolas ha scritto:
@gorillone ha scritto:


Quoto.
I pre phono buoni costano e difficilmente sono in un integrato; esistono eccezioni su ampli da almeno 4 cifre e la prima cifra non è nè 1 nè 2, probabilmente


Non sarebbe poi economicamente un ''salasso' costruttivo piu che altro il problema della rete riia che e' un po' rognosa,ne abbiamo messo in piedi uno a componenti discreti che stiamo provando piu per il gusto di affrontare il problema
che per l'utilizzo in se stesso  (il mio gira sta in cantina da 20 anni) cmq se supera la ''beta'' dell'utente del forum che ce l'ha in mano lo postiamo e chi vuole se lo realizza

inutilizzato?... che giradischi hai in cantina?

descriptionRe: PrePhono: esterno o integrato?

more_horiz
Un vecchio Pioneer anni 80,non ricordo piu il modello se lo prende mio figlio,quando si ''degna'' insieme a una catena che sta da parte,perche' il ''signorino'' si fa sistemare dal padre quello che gli serve,poi pensi che si sbatta x venirselo a prendere?Ma figurati... Very Happy

descriptionRe: PrePhono: esterno o integrato?

more_horiz
@valvolas ha scritto:
Un vecchio Pioneer anni 80,non ricordo piu il modello se lo prende mio figlio,quando si ''degna'' insieme a una catena che sta da parte,perche' il ''signorino'' si fa sistemare dal padre quello che gli serve,poi pensi che si sbatta x venirselo a prendere?Ma figurati... Very Happy


Ciao, grazie per la risposta;
che dire? Un vecchio Pioneer anni 80 è un po’, come dire, generico, diciamo!… poi tiri fuori una cosa che a trovarla adesso non spendi meno di 8/900 euro tipo questo
come se tu dicessi: ho una vecchia Renault anni 70 come questa … che, trovandola oggi, non la porti a casa per meno di 80k euro.  Very Happy 
… non ho capito cosa ci faccia tuo figlio con  una catena, comunque, il fatto solo che pensi ad un giradischi ha, di per sé, la mia ammirazione… il ‘signorino’. Darei un mignolo per tornare ad esserlo anch'io, mauro… mi auguro solo, per te e per lui, abbia meno di, diciamo, 40 anni…  Very Happy
abbracci, a te ed al giovanotto  Smile

descriptionRe: PrePhono: esterno o integrato?

more_horiz
Dipende dal modello,può essere ottimo oppure farlocco Wink

descriptionRe: PrePhono: esterno o integrato?

more_horiz
Spesso, in questi casi, il peso è quello che fa la differenza: quelli plasticosi fanno un po' schifo!  Smile 

descriptionRe: PrePhono: esterno o integrato?

more_horiz
@Albers ha scritto:
@valvolas ha scritto:
Un vecchio Pioneer anni 80,non ricordo piu il modello se lo prende mio figlio,quando si ''degna'' insieme a una catena che sta da parte,perche' il ''signorino'' si fa sistemare dal padre quello che gli serve,poi pensi che si sbatta x venirselo a prendere?Ma figurati... Very Happy


Ciao, grazie per la risposta;
che dire? Un vecchio Pioneer anni 80 è un po’, come dire, generico, diciamo!… poi tiri fuori una cosa che a trovarla adesso non spendi meno di 8/900 euro tipo questo
come se tu dicessi: ho una vecchia Renault anni 70 come questa … che, trovandola oggi, non la porti a casa per meno di 80k euro.  Very Happy 
… non ho capito cosa ci faccia tuo figlio con  una catena, comunque, il fatto solo che pensi ad un giradischi ha, di per sé, la mia ammirazione… il ‘signorino’. Darei un mignolo per tornare ad esserlo anch'io, mauro… mi auguro solo, per te e per lui, abbia meno di, diciamo, 40 anni…  Very Happy
abbracci, a te ed al giovanotto  Smile


Per motivi anagrafici ho usato LP x anni,e ne ho ancora come ricordo,originali nell'anno di uscita di beatles pink floyd genesis ELP Who,Bowie e buona parte della new wave anni 70/80,Avevo da ragazzo un piatto (finito chissa' dove) collegato ad un National a bobine tipo revox che faceva anche da ampli/monitor,pur riconoscendo che a tuttora il vinile è la migliore sorgente o cmq la piu' ''reale'' non ho piu voglia di sbattimenti polvere,custodie nel verso giusto etc...
Cmq la stessa domanda del ''cosa se ne fa'' del giradischi quando non ha i vinili me la sono fatta anche io,ma faccio lo gnorri vediamo come va a finire,l'ampli (puo scegliere tra 4 modelli purche' si decida) e le casse (vuole le mie indiana line da 90W) li puo attaccare anche al pc o al ipod,come sorgente intendo..
Di giradischi ultimamente ne vedo pochi ma fino ad un paio di anni fa il rigattiere ne aveva a mazzi (akai,jvc..insomma roba commerciale anni 70) francamente non gli ho mai chiesto ne il prezzo ne lo stato d'uso,perche' di affrontare il problema della meccanica non ne ho mezza di voglia,oltre allo sbarrimento di cui sopra x la custodia e la cura dei vinili...

descriptionRe: PrePhono: esterno o integrato?

more_horiz
@valvolas ha scritto:


Per motivi anagrafici ho usato LP x anni,e ne ho ancora come ricordo,originali nell'anno di uscita di beatles pink floyd genesis ELP Who,Bowie e buona parte della new wave anni 70/80,Avevo da ragazzo un piatto (finito chissa' dove) collegato ad un National a bobine tipo revox che faceva anche da ampli/monitor,pur riconoscendo che a tuttora il vinile è la migliore sorgente o cmq la piu' ''reale'' non ho piu voglia di sbattimenti polvere,custodie nel verso giusto etc...
Cmq la stessa domanda del ''cosa se ne fa'' del giradischi quando non ha i vinili me la sono fatta anche io,ma faccio lo gnorri vediamo come va a finire,l'ampli (puo scegliere tra 4 modelli purche' si decida) e le casse (vuole le mie indiana line da 90W) li puo attaccare anche al pc o al ipod,come sorgente intendo..
Di giradischi ultimamente ne vedo pochi ma fino ad un paio di anni fa il rigattiere ne aveva a mazzi (akai,jvc..insomma roba commerciale anni 70) francamente non gli ho mai chiesto ne il prezzo ne lo stato d'uso,perche' di affrontare il problema della meccanica non ne ho mezza di voglia,oltre allo sbarrimento di cui sopra x la custodia e la cura dei vinili...


Anch'io ho parecchi lp, dagli anni 70bassi in originale, e moltissimi 78 rpm, mio padre è stato un precursore del bel suono in casa ed io con lui, appena dopo; adesso li tengo io.
Perchè sbattimenti? quali? io e i miei figli abbiamo 6 giradischi in casa e l'ultimo che ho rimaneggiato è stato un sony dd fine anni 70 che ho comprato 'nulla' e che ho settato nelle quattro cose che sappiamo. Stop, gli altri non li regolo da secoli. Perchè non è necessario se non sposti il setup, le leggende delle microtarature ad ogni passaggio di una mosca lasciamola ai 'babbi' - come diciamo i siculi -. Macchè verso giusto, lavadischi, cura dei dischi, MECCANICA come 'spauracchio' o stupidaggini simili, mauro su, un giradischi lo si sistema per bene e... va, semplicemente; i dischi meno li tocchi e meglio è, come le orecchie, passi un panno - ma solo in quelli più luridi comprati usati ed il resto lo fa lo stilo in tempi successivi.
Come dire: ma guidare un auto è di una difficoltà inumana!! sapessi quante cose da fare contemporaneamente!...
Usa tutte le potenzialità oggi disponibili, faccio altrettanto io, non lasciare però in disparte gli lp, sono quelli che suonano meglio, che appagano più di tutte le altre forme di supporto musicale e mi pare che lo confermassi anche tu prima. Se non, beh, allora no! per carità... ciao  Smile 

descriptionRe: PrePhono: esterno o integrato?

more_horiz
Ho notato che molti (Ma NON TUTTI) autocostruttori della mia eta' cioe' quelli che avevano il giradischi (perche' allora quello c'era) preferiscono costruirsi un valvolare che tirare fuori il gira dalla cantina Laughing ,pur essendo INNEGABILE la qualita' della sorgente.Gli lp ormai sono di difficle reperibilita' e diventa cmq piu macchinoso e specializzato (vedi stadio prephono) come trasduttore per uno che ''testa'' le sue costruzioni.Io stesso per provare quel piccolo prephono ho dovuto darlo ad uno dei pochi di noi che ancora tiene i gira.Probabilmente chi si diverte a costruire,che di fatto si fa un impianto ''ad hoc'' preferisce concentrarsi sulla parte ampli e alimentazione,e si ricorda (se non giovanissimo) le problematiche del vinile lo spazio di ingombro,la pulizia del supporto,e preferisce ''testare'' col digitale dei cd,che ''butta sotto'' alla veloce.Mi pare invece che l'audiofilo PURO ma non autocostruttore sia piu' portato a stare sul vinile,naturalmente come in tutte le cose ci sono le eccezioni,mi sto riferendo naturalmente ad un uso ricorrente perche' lasciare il gira sul mobile e usarlo una volta l'anno nn lo si puo' far rientrare nella casistica.Conosco degli appassionati di musica (gente da migliaia di supporti) magari anche del mestiere come giornalisti che da anni stanno ancorati al cd x comodita'

descriptionRe: PrePhono: esterno o integrato?

more_horiz
@valvolas ha scritto:
Ho notato che molti (Ma NON TUTTI) autocostruttori della mia eta' cioe' quelli che avevano il giradischi (perche' allora quello c'era) preferiscono costruirsi un valvolare che tirare fuori il gira dalla cantina Laughing ,pur essendo INNEGABILE la qualita' della sorgente.Gli lp ormai sono di difficle reperibilita' e diventa cmq piu macchinoso e specializzato (vedi stadio prephono) come trasduttore per uno che ''testa'' le sue costruzioni.Io stesso per provare quel piccolo prephono ho dovuto darlo ad uno dei pochi di noi che ancora tiene i gira.Probabilmente chi si diverte a costruire,che di fatto si fa un impianto ''ad hoc'' preferisce concentrarsi sulla parte ampli e alimentazione,e si ricorda (se non giovanissimo) le problematiche del vinile lo spazio di ingombro,la pulizia del supporto,e preferisce ''testare'' col digitale dei cd,che ''butta sotto'' alla veloce.Mi pare invece che l'audiofilo PURO ma non autocostruttore sia piu' portato a stare sul vinile,naturalmente come in tutte le cose ci sono le eccezioni,mi sto riferendo naturalmente ad un uso ricorrente perche' lasciare il gira sul mobile e usarlo una volta l'anno nn lo si puo' far rientrare nella casistica.Conosco degli appassionati di musica (gente da migliaia di supporti) magari anche del mestiere come giornalisti che da anni stanno ancorati al cd x comodita'


Sono dello stesso avviso, l'ultimo prephono me lo sono costruito per collegare il giradischi al PC per rippare la mia collezione di dischi, che ho registrato con audacity e salvato in flac. La musica liquida è troppo comoda, non entro nel merito della qualità, spesso ascolto musica mentre faccio altro, soprattutto al pc e la comodità di reperire quanto si cerca senza la fisicità del supporto è veramente un più a cui non sò rinunciare. Probabilmente non sono abbastanza audiofilo, semplicemente mi piace ascoltare "bene"senza dovermi dedicare esclusivamente all'ascolto.

descriptionRe: PrePhono: esterno o integrato?

more_horiz
e va beh... il giradischi è un oggetto di inimmaginabile complessità e scomodità, polveroso sino all'inverosimile e complicatissimo da gestire se non si insegni, da ordinario come minimo, al mit di boston; chi ne faccia uso, è inteso abbia già firmato un atto di sottomissione col quale si impegni ad escludere dalla propria scelta audio qualsiasi altra tipologia di riproduzione sonora. amen

descriptionRe: PrePhono: esterno o integrato?

more_horiz
@valvolas ha scritto:
Ho notato che molti (Ma NON TUTTI) autocostruttori della mia eta' cioe' quelli che avevano il giradischi (perche' allora quello c'era) preferiscono costruirsi un valvolare che tirare fuori il gira dalla cantina Laughing ,pur essendo INNEGABILE la qualita' della sorgente.Gli lp ormai sono di difficle reperibilita' e diventa cmq piu macchinoso e specializzato (vedi stadio prephono) come trasduttore per uno che ''testa'' le sue costruzioni.Io stesso per provare quel piccolo prephono ho dovuto darlo ad uno dei pochi di noi che ancora tiene i gira.Probabilmente chi si diverte a costruire,che di fatto si fa un impianto ''ad hoc'' preferisce concentrarsi sulla parte ampli e alimentazione,e si ricorda (se non giovanissimo) le problematiche del vinile lo spazio di ingombro,la pulizia del supporto,e preferisce ''testare'' col digitale dei cd,che ''butta sotto'' alla veloce.Mi pare invece che l'audiofilo PURO ma non autocostruttore sia piu' portato a stare sul vinile,naturalmente come in tutte le cose ci sono le eccezioni,mi sto riferendo naturalmente ad un uso ricorrente perche' lasciare il gira sul mobile e usarlo una volta l'anno nn lo si puo' far rientrare nella casistica.Conosco degli appassionati di musica (gente da migliaia di supporti) magari anche del mestiere come giornalisti che da anni stanno ancorati al cd x comodita'


Perchè dici che gli LP sono di difficile reperibilità? trovo quasi tutto il vecchio e tutto il nuovo

descriptionRe: PrePhono: esterno o integrato?

more_horiz
Boh, io non trovo alcuno sbattimento con il mio Thorens.
Una volta che è stato settato, e non è necessario prendere il patentino alla Nasa, ha il solo compito di produrre musica e mica devo cambiargli l'olio o fargli la convergenza ogni tot.
Vinile se ne trova ancora in quantità, anche se i prezzi sono altini.
Mettere un disco sul piatto non mi crea particolari sforzi, ascolto l'album per intero, senza zapping e con un mood diverso.
Per il pre phono ho a casa da 3 giorni un Lehmann ed ho incrementato notevolmente il tasso di goduria  Laughing 

descriptionRe: PrePhono: esterno o integrato?

more_horiz
Forse mi spiego male,anzi sicuramente e' cosi,perche' quando tre ti contestano quello che dici è sicuro che ti spieghi male.Io (ma anche altri che sento quotidianamente) siamo autocostruttori,qualcuno fa le casse qualcuno le elettroniche,ma cosa fa è un dettaglio.L'autocostruttore NON è in primis un audiofilo ma uno che utilizza il suo tempo,con saldatore multimetro e se puo qualche strumento in piu.Il suo accostamento è certamente legato ad ottenere un suono che gli piace,(per tagliarmi a misura le tre catene autocostruite ci ho messo 2 anni),ma l'ascolto ''fine a se stesso'' inteso come piacere dell'ascolto diventa secondario.Un a.c. passa piu tempo sul tavolo del suo lab,che sulla poltrona d'ascolto.Certo anche io a volte mi abbatto sul divano e mi ascolto il classe A con la musica che preferisco magari ci passo tutta la sera,ma sono piu le volte che ho davanti la matassina di stagno e metto in piedi quello che ho pensato giorni prima,o di cui ho discusso con altri.Un altro strumento che raramente un a.c. usa è per esempio la cuffia se non x necessita' di non litigare con quelli che gli stanno attorno a causa dei volumi.
Nonostante il rembambimento che avanza so che riuscirei ancora a usare un giradischi come quando ascoltavo dodicenne Revolver,o sgt Pepper oppure dark side o Atom in anteprima italiana da Londra,con un thorens MK (bho) di un amico,perche' il mio era piu modesto,ma probabilmente per prendersi il carico di utilizzare un supporto piu' impegnativo occorre essere un audifilo puro,cosa che difficilmente si trova tra gli ac.Si probabilmente troverei anche i vinili conoscendo da anni qualche giornalista musicale e buyer di grossi distributori,credo non mi sarebbe difficile magari facendo qualche telefonata avrei anche pezzi un po' rari o edizioni limitate.Ma francamente finche' ho la passione di costruire,anche solo x hobby riverso le mie energie in questo senso.Ribadendo che il vinile è la sorgente migliore secondo me in assoluto.Magari andando avanti negli anni puo' essere che mi parta la voglia di rimettermi in piedi un gira fatto bene e lasci il saldatore nel cassetto un po di piu.Chi puo' dirlo...

descriptionRe: PrePhono: esterno o integrato?

more_horiz
@valvolas ha scritto:
Forse mi spiego male,anzi sicuramente e' cosi,perche' quando tre ti contestano quello che dici è sicuro che ti spieghi male.Io (ma anche altri che sento quotidianamente) siamo autocostruttori,qualcuno fa le casse qualcuno le elettroniche,ma cosa fa è un dettaglio.L'autocostruttore NON è in primis un audiofilo ma uno che utilizza il suo tempo,con saldatore multimetro e se puo qualche strumento in piu.Il suo accostamento è certamente legato ad ottenere un suono che gli piace,(per tagliarmi a misura le tre catene autocostruite ci ho messo 2 anni),ma l'ascolto ''fine a se stesso'' inteso come piacere dell'ascolto diventa secondario.Un a.c. passa piu tempo sul tavolo del suo lab,che sulla poltrona d'ascolto.Certo anche io a volte mi abbatto sul divano e mi ascolto il classe A con la musica che preferisco magari ci passo tutta la sera,ma sono piu le volte che ho davanti la matassina di stagno e metto in piedi quello che ho pensato giorni prima,o di cui ho discusso con altri.Un altro strumento che raramente un a.c. usa è per esempio la cuffia se non x necessita' di non litigare con quelli che gli stanno attorno a causa dei volumi.
Nonostante il rembambimento che avanza so che riuscirei ancora a usare un giradischi come quando ascoltavo dodicenne Revolver,o sgt Pepper oppure dark side o Atom in anteprima italiana da Londra,con un thorens MK (bho) di un amico,perche' il mio era piu modesto,ma probabilmente per prendersi il carico di utilizzare un supporto piu' impegnativo occorre essere un audifilo puro,cosa che difficilmente si trova tra gli ac.Si probabilmente troverei anche i vinili conoscendo da anni qualche giornalista musicale e buyer di grossi distributori,credo non mi sarebbe difficile magari facendo qualche telefonata avrei anche pezzi un po' rari o edizioni limitate.Ma francamente finche' ho la passione di costruire,anche solo x hobby riverso le mie energie in questo senso.Ribadendo che il vinile è la sorgente migliore secondo me in assoluto.Magari andando avanti negli anni puo' essere che mi parta la voglia di rimettermi in piedi un gira fatto bene e lasci il saldatore nel cassetto un po di piu.Chi puo' dirlo...


Ok, adesso ho capito  Very Happy 
Discorso più che lecito, anzi, appassionato.
Io purtroppo sono una capra con l'elettronica, ma immagino le soddisfazioni a sentir cantare qualcosa che uno si è costruito con le sue mani e ingegno.

PS: sarebbe bello avere una lista dei tanti costruttori presenti, divisa per città e con eventuale disponibilità a prendere commissioni.

descriptionRe: PrePhono: esterno o integrato?

more_horiz
@valvolas ha scritto:
Forse mi spiego male,anzi sicuramente e' cosi,perche' quando tre ti contestano quello che dici è sicuro che ti spieghi male.Io (ma anche altri che sento quotidianamente) siamo autocostruttori,qualcuno fa le casse qualcuno le elettroniche,ma cosa fa è un dettaglio.L'autocostruttore NON è in primis un audiofilo ma uno che utilizza il suo tempo,con saldatore multimetro e se puo qualche strumento in piu.
...
...

Non sono daccordo, un autocostruttore, in campo hifi in questo caso, è principalmente un audiofilo, cioè uno che ama 'ascoltar bene' la musica ed il fatto che si cimenti personalmente al raggiungimento dello scopo ne accentua l'esserlo: 'audiofilo'.
Immagino di essere uno dei tre che citi - dire x,y,z ha detto o quotare… no eh! - e vorrei dirti che non ‘ti ‘ - caso mai: ‘vi’ - ho contestato nulla, in genere sono molto rispettoso delle scelte di ciascuno.
Ma visto che tu e lukyluke avete battuto più volte il tasto della comodità, delle ‘problematiche del vinile’, ho fatto una battuta ironico/sarcastica, molto innocente.
Che contestato! cosa vuoi che mi importi delle vostre preferenze in campo audio, dai su…  Smile 
Era come dire: ci si può ritagliare, se lo si voglia e se ne abbia il tempo, un momento della propria giornata per ascoltare un giradischi suonare senza porsi particolari problemi di gestione dello stesso, malgrado in tutto il resto del proprio tempo si usino regolarmente tutte le più avanzate e sofisticate potenzialità che la tecnologia elettronica attuale ci abbia sciorinato, nel campo della riproduzione audio in questo caso.
Che poi è quello che faccio io ogni giorno, oltretutto sono anch’io un appassionato del fai da te - credo di aver capito che tu faccia l’autocostruttore da appassionato e che di lavoro tu faccia altro - , autocostruisco tutto quello che posso e voglio, 'autofaccio' tutto quello che riesco a fare, in tutti i campi ed il tutto con enorme soddisfazione personale.
L’una cosa non esclude l’altra, è la passione che decide.
ciao

descriptionRe: PrePhono: esterno o integrato?

more_horiz
Penso che essere un autocostruttore non escluda di essere un audiofilo o viceversa, come in tutte le attività umane ci sono priorità diverse per ciascuno di noi, magari diverse a seconda dell'umore e del momento. Tutti i punti di vista sono validi, per questo ho scritto che "per me e per le mie orecchie" mi è sufficiente l'ascolto di un certo tipo e che lo sbatto di cercarmi il disco, metterlo sul piatto ecc eccc.. supera i vantaggi acustici "sempre per me ovviamente".. Certo che in laboratorio non ho il giradischi ed utilizzo solo il lettore Cd, al computer idem e ascolto quasi solo liquida, sul main ho di tutto e quindi posso scegliere, LP, CD. Cassette, SADC Liquida ecc.. è altrettanto ovvio che in laboratorio ed al pc la musica l'ascolto mentre si fanno altre attività, quando invece mi siedo in salotto è per ascoltare "la musica" un pò come quando si và a concerto... Le aspettative sono diverse, ma in tutti i casi mi piace ascoltare bene.. IMHO ovviamente

descriptionRe: PrePhono: esterno o integrato?

more_horiz
@AlchimistaDigitale ha scritto:
Ciao,

secondo la vostra esperienza i vari prephono integrati negli amplificatori technics, yamaha e pioneer, qualitativamente come sono?

Meglio un prephono esterno?

Grazie

Beh, se posso dire la mia, ho avuto modo di ascoltare degli ottimi integrati con la scheda Phono, vedi Audiogram o Arcam, e delle pessime schede phono esterne, (non faccio nomi).
Sembrerà ovvio ma forse a volte è necessario dirlo, ascoltare nella propria catena e farsi una propria opinione, credo che sia la migliore soluzione. 
Qualcuno ha parlato del Lehman, sono pienamente d'accordo un prephono raffinatissimo, per quanto riguarda poi la musica in vinile, non ci sono paragoni, scomoda difficile da gestire, tutto ciò che volete, ma imbattibile.
IMHO.

descriptionRe: PrePhono: esterno o integrato?

more_horiz
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum