T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti
Benvenuto nel T-Forum!
Connettiti in modo da farti riconoscere come membro affezionato, oppure registrati così potrai partecipare attivamente alle discussioni.
Sondaggio

Ti piace il nuovo stile del T-Forum?

51% 51% [ 73 ]
49% 49% [ 70 ]

Totale dei voti : 143

Ultimi argomenti
» Amplificatori t-amp principalmente per musica in stereofonia e per l'home theatre
Oggi alle 20:58 Da Egidio Catini

» Consiglio cuffie in-ear
Oggi alle 20:56 Da uncletoma

» Clip... altro che Klipsh
Oggi alle 20:18 Da franzfranz

» Quale Gira ?
Oggi alle 20:12 Da p.cristallini

» I cavi di potenza, questi sconosciuti
Oggi alle 19:13 Da mecoc

» Crescendo by Airtech
Oggi alle 19:10 Da giucam61

» Nuovo TAMP
Oggi alle 15:06 Da RAIS

» Vendo bookshelf Monovia [150 euro]
Oggi alle 14:45 Da MrTheCarbon

»  [PA] Vendo Amplificatore Audio Analogue Puccini SE
Oggi alle 14:30 Da mastri81

» (PA) Boston Acustics VR940
Oggi alle 14:21 Da mastri81

» [SS] Trevi AVX 575 minidiffusori attivi
Oggi alle 11:16 Da Aunktintaun

» Software APM Tool Lite
Oggi alle 10:43 Da gubos

» Riparazione Elettrocompaniet ECI 1
Oggi alle 10:27 Da gubos

» Qualche consiglio [Darkvoice 336+DT990]
Oggi alle 0:09 Da IlTossico

» ALIENTEK D8
Ieri alle 23:52 Da giucam61

» Chi mi aiuta con un filtro notch?
Ieri alle 23:50 Da giucam61

» Cambio diffussori da scaffale max 500euro
Ieri alle 20:11 Da natale55

» Mo-gu S800 - piccolo e combattivo
Ieri alle 19:37 Da andzoff

» quale classe T economico più musicale?
Ieri alle 17:11 Da giucam61

» trasformare portatile vaio in media center per monitor fullhd e impianto hifi
Ieri alle 14:53 Da Sigmud

» Caterham Seven Exclusive
Ieri alle 10:47 Da giucam61

»  Quale amplificatore classe T
Ieri alle 9:36 Da andzoff

» Consiglio lettore Blu-ray
Ieri alle 9:21 Da gianni1879

» Il numero uno ci ha lasciati...
Ieri alle 8:29 Da giucam61

» NuforceDDa 120
Ieri alle 8:16 Da giucam61

» POPU VENUS
Ieri alle 7:55 Da gigetto

» Scelta amplificatore, mi aiutate?
Ieri alle 7:42 Da gigetto

» abrahamsen audio
Lun 24 Apr 2017 - 19:57 Da giucam61

» Ho dato una svecchiata al layout del forum
Lun 24 Apr 2017 - 15:09 Da RAIS

» Costruzione impianto audio...soundbar, 2.1 o 5.1?
Lun 24 Apr 2017 - 14:07 Da nerone

Statistiche
Abbiamo 10765 membri registrati
L'ultimo utente registrato è Pronestì Rocco

I nostri membri hanno inviato un totale di 784426 messaggi in 50989 argomenti
I postatori più attivi della settimana
giucam61
 
kalium
 
Motogiullare
 
gigetto
 
uncletoma
 
nerone
 
Egidio Catini
 
Aunktintaun
 
gianni1879
 
Zio
 

Migliori postatori
Stentor (20392)
 
DACCLOR65 (19630)
 
schwantz34 (15499)
 
Silver Black (15455)
 
nd1967 (12803)
 
flovato (12509)
 
Biagio De Simone (10261)
 
piero7 (9854)
 
wasky (9229)
 
fritznet (8916)
 

Chi è in linea
In totale ci sono 63 utenti in linea :: 5 Registrati, 2 Nascosti e 56 Ospiti :: 1 Motore di ricerca

mecoc, nerone, pallapippo, Seti, TODD 80

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo degli utenti in linea è stato 4379 il Lun 25 Mag 2015 - 15:01
Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 


Bookmarking sociale

Bookmarking sociale Digg  Bookmarking sociale Delicious  Bookmarking sociale Reddit  Bookmarking sociale Stumbleupon  Bookmarking sociale Slashdot  Bookmarking sociale Yahoo  Bookmarking sociale Google  Bookmarking sociale Blinklist  Bookmarking sociale Blogmarks  Bookmarking sociale Technorati  




Conserva e condividi l'indirizzo di T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti sul tuo sito sociale bookmarking

Trasformatore di isolamento della rete elettrica

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Trasformatore di isolamento della rete elettrica

Messaggio  audiofan il Lun 28 Apr 2014 - 20:12

Mi rivolgo ai più tecnici per un chiarimento sui trasformatori.
Credo che cambi poco o nulla specificare il tipo di trasformatore, ad ogni modo preciso che faccio riferimento a quelli monofase a rapporto 1:1 definiti comunemente d'isolamento per la rete elettrica.
Vorrei sapere:
1) come cambia - se cambia - la distorsione della forma d'onda in uscita dal trasformatore in funzione della temperatura di funzionamento (leggi: a freddo appena connesso alla rete elettrica vs temperatura a regime)?
2) come limitare il picco di corrente sul secondario all'atto del collegamento alla rete elettrica del primario? Tale picco può costituire un pericolo per l'incolumità delle apparecchiature ad esso collegate?

Grazie.
avatar
audiofan
Interessato
Interessato

Data d'iscrizione : 11.08.10
Numero di messaggi : 89
Località : Italia
Provincia (Città) : Incazzato!
Impianto : ...

Tornare in alto Andare in basso

Re: Trasformatore di isolamento della rete elettrica

Messaggio  Massimo Bianco il Mar 29 Apr 2014 - 10:07

Ciao.
Riguardo al punto 1:
nel range di funzionamento previsto dal costruttore, non credo che ci siano differenze significative della distorsione.

Riguardo al punto 2:
credo che sia preferibile connettere il carico al secondario del trasformatore di isolamento solo dopo che questo (ovvero il primario) sia stato connesso alla rete elettrica. In passato mi è capitato con una certa frequenza che saltasse il fusibile del lettore CD o di altre apparecchiature con circuiti sempre sotto tensione (stand by) all'atto del collegamento del trasformatore alla rete elettrica.
Delle due l'una: o inserisci un interruttore sulla linea del secondario - meglio ancora se coadiuvato da un cappio RC spegniarco - oppure colleghi fisicamente la spina dell'apparecchiatura alla presa di uscita del trasformatore d'isolamento solo dopo che questo è connesso lato primario alla rete elettrica.
avatar
Massimo Bianco
Interessato
Interessato

Data d'iscrizione : 12.06.11
Numero di messaggi : 99
Località : Italia
Impianto : .

Tornare in alto Andare in basso

Re: Trasformatore di isolamento della rete elettrica

Messaggio  Fat george il Gio 8 Mag 2014 - 16:57

Io ho fatto così: sul secondario ho utilizzato un interuttore industriale a 3 posizioni.

Posizione 0 = Carico tutto spento per manutenzioni
Posizione 1 = Carico che va collegato a una lampada ad incandescenza dal wattaggio sufficente per smorzare lo spunto. Io per 3Kw ho messo una lampada da 500W di quelle alogene.

Posizione 3 = Attivazione carico.

Praticamente alimento il primario del trasformatore.
Metto il succitato interuttore nella posizione 1 e lo lascio per circa 5 o 6 secondi (la lampada si accende e stabilizza il carico). Dopo i 5 secondi metto in posizione 3 per alimentare le elettroniche.
Nella posizione 3 naturalmente la lampada si deve spegnere  Hehe 

Ciao.
avatar
Fat george
Affezionato
Affezionato

Data d'iscrizione : 23.09.10
Numero di messaggi : 166
Località : Veneto
Provincia (Città) : Venezia
Impianto : Ampli: Pioneer SA-5300
Casse: Scott S-176
CD: Onkyo DX7333
Cuffie: Sennheiser HD 580 Precision
DAW con Daphile 22-12-2015 RT

Tornare in alto Andare in basso

Re: Trasformatore di isolamento della rete elettrica

Messaggio  audiofan il Mer 14 Mag 2014 - 19:46

@Fat george ha scritto:Io ho fatto così:  sul secondario ho utilizzato un interuttore industriale a 3 posizioni.

Posizione 0 = Carico tutto spento per manutenzioni
Posizione 1 = Carico che va collegato a una lampada ad incandescenza dal wattaggio sufficente per smorzare lo spunto.  Io per 3Kw ho messo una lampada da 500W di quelle alogene.

Posizione 3 = Attivazione carico.

Praticamente alimento il primario del trasformatore.
Metto il succitato interuttore nella posizione 1 e lo lascio per circa 5 o 6 secondi (la lampada si accende e stabilizza il carico). Dopo i 5 secondi metto in posizione 3 per alimentare le elettroniche.
Nella posizione 3 naturalmente la lampada si deve spegnere  Hehe 

Ciao.

Scusa il riitardo con cui ti rispondo, ma sono stato molto preso dalle rogne lavorative in queste ultime settimane... Mad 
Interessante la tua soluzione, credi che una lampada alogena da 150W possa andare bene per smorzare lo spunto di un trafo monofase da 1000VA?
Toglimi una curiosità, se vuoi, ma un trasformatore senza carico sul secondario, può danneggiarsi?
Grazie.
avatar
audiofan
Interessato
Interessato

Data d'iscrizione : 11.08.10
Numero di messaggi : 89
Località : Italia
Provincia (Città) : Incazzato!
Impianto : ...

Tornare in alto Andare in basso

Re: Trasformatore di isolamento della rete elettrica

Messaggio  valterneri il Mer 14 Mag 2014 - 20:35

@Fat george ha scritto:Io ho fatto così: interruttore a 3 posizioni.
1 = Carico spento
2 = Carico collegato a una lampada da 500W
3 = Attivazione carico
Potresti disegnare lo schema in modo schematico ma chiaro?
avatar
valterneri
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 09.10.12
Numero di messaggi : 3644
Provincia (Città) : -
Impianto : -

Tornare in alto Andare in basso

Re: Trasformatore di isolamento della rete elettrica

Messaggio  valvolas il Gio 15 Mag 2014 - 0:28

@valterneri ha scritto:
@Fat george ha scritto:Io ho fatto così: interruttore a 3 posizioni.
1 = Carico spento
2 = Carico collegato a una lampada da 500W
3 = Attivazione carico
Potresti disegnare lo schema in modo schematico ma chiaro?

secondo me ha usato un commutatore indusriale da pannello (tipo quelli a freccia) al centrle c'e' il secondario,le due posizioni (la prima è a riposo) sequenzialmente la lampada e poi il carico,a farlo meglio si puo' usare un relays temporizzato.

http://www.directindustry.it/fabbricante-industriale/commutatore-rotativo-74674.html
avatar
valvolas
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 26.03.11
Numero di messaggi : 5253
Località : Lombardia
Provincia (Città) : Mi
Impianto : Valvolas minimalist classe A by Gigi6c/finale integrato valvolare 6L6-Ecc88 suitcase
by Gigi6c/pre-minimalist V4 /rotel ra-413/pre tube minimalist 6n6P/pretube bymau ecc88/Ecc82 pretty
casse:indiana line 11 50/national SB-22 alnico/Mayu 103 by Hell67 cavi:di tutto..autocostruito (senza la kriptonite di Urano)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Trasformatore di isolamento della rete elettrica

Messaggio  valterneri il Gio 15 Mag 2014 - 1:30

@valvolas ha scritto:credo sia una cosa cosi,o almeno come lo farei io come soluzione ''manuale''


Appunto:
se fosse un commutatore veloce avrebbe un tempo di passaggio da una posizione all'altra di forse 10 mS,
se la velocità è manuale ne ha di più.

Cosa succede alla FEM di un'induttanza, immersa in un campo magnetico variabile,
nell'esser chiusa, poi aperta e poi richiusa in tempi di 10 mS?
avatar
valterneri
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 09.10.12
Numero di messaggi : 3644
Provincia (Città) : -
Impianto : -

Tornare in alto Andare in basso

Re: Trasformatore di isolamento della rete elettrica

Messaggio  valvolas il Gio 15 Mag 2014 - 1:30

Credo sia una cosa cosi con un semplice commutatore a rotazione bipolare,del resto è la cosa piu semplice anche se manuale.C'e' un breve passaggio temporale all'attimo della commutazione ma tra l'inerzia dei carichi e la velocita' di un semplice contatto bipolare,secondo me nn ci sono problemi di ''vuoto''

avatar
valvolas
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 26.03.11
Numero di messaggi : 5253
Località : Lombardia
Provincia (Città) : Mi
Impianto : Valvolas minimalist classe A by Gigi6c/finale integrato valvolare 6L6-Ecc88 suitcase
by Gigi6c/pre-minimalist V4 /rotel ra-413/pre tube minimalist 6n6P/pretube bymau ecc88/Ecc82 pretty
casse:indiana line 11 50/national SB-22 alnico/Mayu 103 by Hell67 cavi:di tutto..autocostruito (senza la kriptonite di Urano)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Trasformatore di isolamento della rete elettrica

Messaggio  valvolas il Gio 15 Mag 2014 - 1:34

valter x un effetto di telepatia ho corretto il post avendoci pensato anche io  Laughing 
Secondo me l'unico problema potrebbe essere un breve ''scarico'' risolvibile con un cap specifico di quelli da motore RC gia' fatti,magari in parallelo al carico
avatar
valvolas
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 26.03.11
Numero di messaggi : 5253
Località : Lombardia
Provincia (Città) : Mi
Impianto : Valvolas minimalist classe A by Gigi6c/finale integrato valvolare 6L6-Ecc88 suitcase
by Gigi6c/pre-minimalist V4 /rotel ra-413/pre tube minimalist 6n6P/pretube bymau ecc88/Ecc82 pretty
casse:indiana line 11 50/national SB-22 alnico/Mayu 103 by Hell67 cavi:di tutto..autocostruito (senza la kriptonite di Urano)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Trasformatore di isolamento della rete elettrica

Messaggio  valvolas il Gio 15 Mag 2014 - 1:41

In effetti si potrebbe usarlo direttamente sul secondario,il cap e resistenza intendo,cosi tanto per nn lasciarlo a vuoto ad apettare la botta della commutazione
avatar
valvolas
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 26.03.11
Numero di messaggi : 5253
Località : Lombardia
Provincia (Città) : Mi
Impianto : Valvolas minimalist classe A by Gigi6c/finale integrato valvolare 6L6-Ecc88 suitcase
by Gigi6c/pre-minimalist V4 /rotel ra-413/pre tube minimalist 6n6P/pretube bymau ecc88/Ecc82 pretty
casse:indiana line 11 50/national SB-22 alnico/Mayu 103 by Hell67 cavi:di tutto..autocostruito (senza la kriptonite di Urano)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Trasformatore di isolamento della rete elettrica

Messaggio  valvolas il Gio 15 Mag 2014 - 1:53

sono andato a ripescarmi sta cosa al proposito

http://www.elenet.altervista.org/Elettrotecnica/Disturbi_carichi_induttivi.html
avatar
valvolas
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 26.03.11
Numero di messaggi : 5253
Località : Lombardia
Provincia (Città) : Mi
Impianto : Valvolas minimalist classe A by Gigi6c/finale integrato valvolare 6L6-Ecc88 suitcase
by Gigi6c/pre-minimalist V4 /rotel ra-413/pre tube minimalist 6n6P/pretube bymau ecc88/Ecc82 pretty
casse:indiana line 11 50/national SB-22 alnico/Mayu 103 by Hell67 cavi:di tutto..autocostruito (senza la kriptonite di Urano)

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum