T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti
Benvenuto nel T-Forum!
Connettiti in modo da farti riconoscere come membro affezionato, oppure registrati così potrai partecipare attivamente alle discussioni.
Sondaggio
Ti piace il nuovo stile del T-Forum?
Sì, meglio questo nuovo
46% / 27
No, era meglio quello vecchio
54% / 32
Ultimi argomenti
HelP! DAC!Ieri alle 23:46johnny99
ALIENTEK D8Ieri alle 20:36kalium
SurplusIeri alle 10:06gubos
POPU VENUS Ieri alle 8:31gigetto
Diffusori Elac.Dom 26 Mar 2017 - 15:48Lele67
Casse KEF LS-50 rovinate?Dom 26 Mar 2017 - 14:24Lele67
I postatori più attivi della settimana
8 Messaggi - 19%
7 Messaggi - 16%
7 Messaggi - 16%
4 Messaggi - 9%
3 Messaggi - 7%
3 Messaggi - 7%
3 Messaggi - 7%
3 Messaggi - 7%
3 Messaggi - 7%
2 Messaggi - 5%
I postatori più attivi del mese
285 Messaggi - 22%
250 Messaggi - 19%
142 Messaggi - 11%
142 Messaggi - 11%
113 Messaggi - 9%
85 Messaggi - 7%
82 Messaggi - 6%
70 Messaggi - 5%
68 Messaggi - 5%
62 Messaggi - 5%
Migliori postatori
Stentor (20392)
20392 Messaggi - 15%
DACCLOR65 (19630)
19630 Messaggi - 15%
schwantz34 (15499)
15499 Messaggi - 12%
Silver Black (15436)
15436 Messaggi - 11%
nd1967 (12803)
12803 Messaggi - 10%
flovato (12509)
12509 Messaggi - 9%
10260 Messaggi - 8%
piero7 (9854)
9854 Messaggi - 7%
wasky (9229)
9229 Messaggi - 7%
fritznet (8853)
8853 Messaggi - 7%
Chi è in linea
In totale ci sono 43 utenti in linea :: 4 Registrati, 0 Nascosti e 39 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

landrupp, mrcrowley, pallapippo, Snap

Vedere la lista completa

Flusso RSS

Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 
Bookmarking sociale
Bookmarking sociale Digg  Bookmarking sociale Delicious  Bookmarking sociale Reddit  Bookmarking sociale Stumbleupon  Bookmarking sociale Slashdot  Bookmarking sociale Yahoo  Bookmarking sociale Google  Bookmarking sociale Blinklist  Bookmarking sociale Blogmarks  Bookmarking sociale Technorati  




Conserva e condividi l'indirizzo di T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti sul tuo sito sociale bookmarking
Condividere
Vedere l'argomento precedenteAndare in bassoVedere l'argomento seguente
avatar
pallapippo
Membro classe oro
Membro classe oro
Data d'iscrizione : 20.02.08
Numero di messaggi : 5040
Provincia (Città) : Pistoia (Montecatini Terme)
Impianto :
Spoiler:
Sorgenti:
cdp: Advance Acoustic MCD 203, modificato (con GE Jan 5751)

giradischi: Pioneer PL-112D; testina: Audio-Techica AT95 EB;

liquida:Asus Eee PC 1001PX; software: wtfplay; dac: Geek Out 450;


pre: Yaqin MS-12B modificato da MaurArte (valvole Mullard CV4003 KB/D e Tungsol 12AX7)

finale: Connexelectronic TA3020 V2a con alimentatore A1000SMPS, il tutto modificato ed assemblato da Vincenzo;

casse: Sonus Faber "Concerto" Grand Piano.

Cuffia: Akg K270, pilotata da equalizzatore JVC Sea-10 ed ampli "CMoy by Biosciencegeek" (TLE2062);

cavi segnale: XLR ---> RCA by Vincenzo; Mogami "Stentor"; artigianali assemblati con RG58;
cavi potenza: Transparent HP 14-4 (biwiring)
cavi alimentazione: by Vincenzo; by bobby052cavihifi; A.V.A.
distr. di rete: by bobby052cavihifi.

Re: Il mito della superiorità del vinile

il Lun 11 Ago 2014 - 23:05
@fritznet ha scritto:M'avanza del frassino, un motorino (premotec), un perno, un tubo di titanio...


  


Aspetto che si organizzino da loro, ci credo io nell'autodeterminazione   Laughing 
 Idea Proponi loro una consultazione online  Laughing .


 Hello

P.s.:  Sad un altro 3d andato in vacca. Va be'. Pur sempre meglio "in vacca" che "in mulo" Laughing .
avatar
fritznet
Membro classe oro
Membro classe oro
Data d'iscrizione : 27.02.10
Numero di messaggi : 8853
Località : Querceto
Provincia (Città) : .
Impianto : lol-fi

Re: Il mito della superiorità del vinile

il Lun 11 Ago 2014 - 23:17
@pallapippo ha scritto:
@fritznet ha scritto:M'avanza del frassino, un motorino (premotec), un perno, un tubo di titanio...


  


Aspetto che si organizzino da loro, ci credo io nell'autodeterminazione   Laughing 
 Idea Proponi loro una consultazione online  Laughing .


 Hello

P.s.:  Sad un altro 3d andato in vacca. Va be'. Pur sempre meglio "in vacca" che "in mulo" Laughing .

Spero non sia andato in vacca per merito mio, anzi forse c'era già andato?   

Comunque dai, tanto i thread come questo e quelli inerenti la risoluzione dei files digitali sono periodici, si ripropongono a scadenze quasi esatte  Smile 
tableturn
Novizio
Novizio
Data d'iscrizione : 11.08.14
Numero di messaggi : 2
Provincia (Città) : torino
Impianto : (non specificato)

Re: Il mito della superiorità del vinile

il Mar 12 Ago 2014 - 6:32
Grazie! Era solo per capire se continuare a seguire questo forum...

Vabbè espatrierò anche per l'hi-fi....

Ciao !


 Hola 
avatar
robertopisa
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo
Data d'iscrizione : 08.04.10
Numero di messaggi : 1654
Provincia (Città) : Pisa
Impianto :
premi per vedere:

Re: Il mito della superiorità del vinile

il Mar 12 Ago 2014 - 8:21
Uno può amare i sedili in pelle della carrozza trainata dai cavalli e il piacere della frusta, non potendola usare in privato con costume di lattice e mascherina sado-maso Smile

Oppure uno può amare una Ferrari ipertecnologica con cui rimorchiare una biondona carnosa e usare la frusta nell'altro modo Smile

È inutile dirvi cosa è il vinile e cosa è il digitale... Laughing
avatar
Marco Ravich
Membro classe argento
Membro classe argento
Data d'iscrizione : 20.04.09
Numero di messaggi : 3940
Località : Marche
Occupazione/Hobby : musica / informatica
Provincia (Città) : Macerata
Impianto : i5 @ HFX Classic > Zoom R16 > Yamaha A-760 > Canton GLE 70
http://www.forart.it/

Re: Il mito della superiorità del vinile

il Mar 12 Ago 2014 - 8:38
La verità sta nel mezzo: acusticamente parlando, il vinile è superiore "sulla carta"... il suo problema principe è la modalità di lettura, che introduce parecchi messaggi sonori indesiderati (fruscio e quant'altro) nonché usura.

Se inventassero un lettore di vinili analogico che riuscisse a "tir fuori" il suono dai supporti senza contatto fisico diretto, probabilmente non ci sarebbe partita.
avatar
emmeci
Membro classe oro
Membro classe oro
Data d'iscrizione : 11.10.10
Numero di messaggi : 5599
Occupazione/Hobby : Musica, Natura, Fotografia
Provincia (Città) : Roma
Impianto : Miliardi di elettroni che agitandosi... fanno musica!

Re: Il mito della superiorità del vinile

il Mar 12 Ago 2014 - 8:58
@Marco Ravich ha scritto:La verità sta nel mezzo: acusticamente parlando, il vinile è superiore "sulla carta"... il suo problema principe è la modalità di lettura, che introduce parecchi messaggi sonori indesiderati (fruscio e quant'altro) nonché usura.

Se inventassero un lettore di vinili analogico che riuscisse a "tir fuori" il suono dai supporti senza contatto fisico diretto, probabilmente non ci sarebbe partita.

 Very Happy Ma... l'hanno pure inventato, e la cosa non è poi così recente:

http://www.elpj.com/

ma quei "pochissimi" che hanno avuto la fortuna di ascoltarlo non ne hanno parlato in termini... entusiastici.

In realtà la tecnica di modulazione PDM, poi sfruttata da Sony per i SACD, è molto più "analogica" che "digitale" come concetto, ma anche qui tra produttori e mercato la cosa non è stata gestita benissimo, e non credo che la recente diffusione di DAC che leggono DSD possa intaccare da una parte il PCM e dall'altra chi continua a sostenere il vinile che, come ho detto tantissime volte, se derivato da registrazioni digitali a bassa densità (CD o poco più) non ha nessun senso, se non quello puramente legato al possesso fisico dell'oggetto! Lo dico a cuor leggero perchè qualcuno di questi prodotti l'ho anche acquistato, l'importante è avere la consapevolezza di quello che si fa! Poi magari mi capita di comprare qualche vinile '70-'80 usato a due spiccioli e... riparte la magia!  Very Happy 
avatar
robertopisa
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo
Data d'iscrizione : 08.04.10
Numero di messaggi : 1654
Provincia (Città) : Pisa
Impianto :
premi per vedere:

Re: Il mito della superiorità del vinile

il Mar 12 Ago 2014 - 9:28
analogico puro = digitale con risoluzione subatomica e frequenza elevatissima

Putroppo non esistono entrambi Smile

Credo che, alla fine, il vinile (≠ analogico puro) suoni piacevole perché molti ambienti non sono trattati e le distorsioni del vinile interagiscono bene. Un po' come il sound of wall di Phil Spector per far sentire meglio il suono nelle radio AM, tant'è vero che i sopravvissuti dei Beatles hanno rilasciato Let it be... Naked che è lo stesso album senza però le modifiche volutamente introdotte da Phil Spector.

In ambiente trattato e con un impianto digitale di pari valore a un esoterico giradischi+braccio+testina+preamp phono, credo che la differenza si senta a favore del digitale.

Occorrerebbe convincere Marco Benedetti a fare una confronto in un ambiente trattato professionalmente...

-R

@Marco Ravich ha scritto:La verità sta nel mezzo: acusticamente parlando, il vinile è superiore "sulla carta"... il suo problema principe è la modalità di lettura, che introduce parecchi messaggi sonori indesiderati (fruscio e quant'altro) nonché usura.

Se inventassero un lettore di vinili analogico che riuscisse a "tir fuori" il suono dai supporti senza contatto fisico diretto, probabilmente non ci sarebbe partita.
paolofb65
Appassionato
Appassionato
Data d'iscrizione : 03.04.11
Numero di messaggi : 317
Occupazione/Hobby : Impiegato/slotcar-audio
Provincia (Città) : La Spezia
Impianto : Sorgenti:WD TV Live, LG BD550, Maranz cd 6002. Ampli: Trends Ta 10.1 moddato, Breeze Audio TPA3116, SMSL SA 60, SMSL SA-S3 Onkyo TX SR 608. Diffusori Magnat Quantum 551 - B&W DM 580. Cavi diy low cost (Mogami Stentor - Tasker)

Re: Il mito della superiorità del vinile

il Mar 12 Ago 2014 - 10:39
@emmeci ha scritto:
@Marco Ravich ha scritto:La verità sta nel mezzo: acusticamente parlando, il vinile è superiore "sulla carta"... il suo problema principe è la modalità di lettura, che introduce parecchi messaggi sonori indesiderati (fruscio e quant'altro) nonché usura.

Se inventassero un lettore di vinili analogico che riuscisse a "tir fuori" il suono dai supporti senza contatto fisico diretto, probabilmente non ci sarebbe partita.

 Very Happy Ma... l'hanno pure inventato, e la cosa non è poi così recente:

http://www.elpj.com/

ma quei "pochissimi" che hanno avuto la fortuna di ascoltarlo non ne hanno parlato in termini... entusiastici.

In realtà la tecnica di modulazione PDM, poi sfruttata da Sony per i SACD, è molto più "analogica" che "digitale" come concetto, ma anche qui tra produttori e mercato la cosa non è stata gestita benissimo, e non credo che la recente diffusione di DAC che leggono DSD possa intaccare da una parte il PCM e dall'altra chi continua a sostenere il vinile che, come ho detto tantissime volte, se derivato da registrazioni digitali a bassa densità (CD o poco più) non ha nessun senso, se non quello puramente legato al possesso fisico dell'oggetto! Lo dico a cuor leggero perchè qualcuno di questi prodotti l'ho anche acquistato, l'importante è avere la consapevolezza di quello che si fa! Poi magari mi capita di comprare qualche vinile '70-'80 usato a due spiccioli e... riparte la magia!  Very Happy 

11.800 € + tax + s.s. (modello base senza optional ovviamente) senza essere soddisfatti...
Evvai Tafazzi: oh oh oh, oh oh oooh.... Very Happy 
avatar
emmeci
Membro classe oro
Membro classe oro
Data d'iscrizione : 11.10.10
Numero di messaggi : 5599
Occupazione/Hobby : Musica, Natura, Fotografia
Provincia (Città) : Roma
Impianto : Miliardi di elettroni che agitandosi... fanno musica!

Re: Il mito della superiorità del vinile

il Mar 12 Ago 2014 - 10:49
@paolofb65 ha scritto:
@emmeci ha scritto:

 Very Happy Ma... l'hanno pure inventato, e la cosa non è poi così recente:

http://www.elpj.com/

ma quei "pochissimi" che hanno avuto la fortuna di ascoltarlo non ne hanno parlato in termini... entusiastici.

In realtà la tecnica di modulazione PDM, poi sfruttata da Sony per i SACD, è molto più "analogica" che "digitale" come concetto, ma anche qui tra produttori e mercato la cosa non è stata gestita benissimo, e non credo che la recente diffusione di DAC che leggono DSD possa intaccare da una parte il PCM e dall'altra chi continua a sostenere il vinile che, come ho detto tantissime volte, se derivato da registrazioni digitali a bassa densità (CD o poco più) non ha nessun senso, se non quello puramente legato al possesso fisico dell'oggetto! Lo dico a cuor leggero perchè qualcuno di questi prodotti l'ho anche acquistato, l'importante è avere la consapevolezza di quello che si fa! Poi magari mi capita di comprare qualche vinile '70-'80 usato a due spiccioli e... riparte la magia!  Very Happy 

11.800 € + tax + s.s. (modello base senza optional ovviamente) senza essere soddisfatti...
Evvai Tafazzi: oh oh oh, oh oh oooh.... Very Happy 

 Hehe Eggià... senza contare che un altro formato, contrariamente a quanto si crede "analogico" di lettura senza "contatto", è miseramente naufragato dopo pochi anni dalla messa in commercio! (vedi storia del Laserdisc)
avatar
valterneri
Membro classe argento
Membro classe argento
Data d'iscrizione : 09.10.12
Numero di messaggi : 3639
Provincia (Città) : -
Impianto : -

Re: Il mito della superiorità del vinile

il Mar 12 Ago 2014 - 13:33
@tableturn ha scritto:.... quanto sareste disposti a spendere per ascoltare musica "pura"
da una sorgente analogica?

Non ho capito il significato oppure il fine di questa tua domanda,
ma non ho capito neppure le ironie delle successive risposte.

E' sufficiente acquistare un biglietto per un qualunque concerto di musica
amplificata,
è quasi tutto analogico e non ci sono memorie buffer digitali,
con la classica era sufficiente ascoltare il concerto di Vienna via radio,
fino a qualche anno fa era tutto analogico anch'esso.
Ora, sia l'elaborazione degli effetti, che la radiotrasmissione, sono digitali,
e forse tutti hanno, da qualche anno, notato che la qualità è migliorata,
a dispetto del digitale? Per merito del digitale?

E' sufficiente entrare in uno studio di registrazione,
io ho un piccolo interruttore e posso ascoltare i musicisti che suonano
in "diretta dal vivo" in sala (solo classica, rarissimamente Jazz)
in totale analogico, in preamplificazione digitale o in conversione A/D/A
senza latenza apprezzabile.
La differenza dei tre modi? La differenza che i musicisti sentono?
Nessuna!
Saranno sordi questi musicisti?

Questa settimana scorsa ho registrato Le Quattro Stagioni
ed il solista aveva un violino Stradivari,
in passato ho avuto in sala un quintetto d'archi con
tre Stradivari, un Amati e un Guarnieri (22 milioni di euro)
solo io, con scarpe da ginnastica
e il mio solito comportamento/andamento da gatto, avevo accesso in sala.

Saranno sordi?
Sentiranno le differenze dovute alle misteriose e innaturali distorsioni digitali?
Non le hanno sentite!
Saranno poco avvezzi o smaliziati?

La posizione dei microfoni, di solito da uno a due metri dallo strumento,
viene aggiustata con spostamenti finali di due centimetri,
la posizione, centratura e simmetria delle casse nell'ambiente d'ascolto
e del divano d'ascolto ha una precisione di un centimetro.
Le casse sono elettrostatiche e l'amplificatore valvolare, per fare scena.
Quei musicisti apprezzano facilmente spostamenti di due centimetri del microfono,
o la differenza tra microfoni,
ma del cambio di un convertitore non avvertono traccia.

Aneddoto:
nella sala di una rivista specializzata italiana
a inizio era digitale venne fatta una prova d'ascolto:
un filo di collegamento diretto
contro una conversione analogico-digitale-analogico con convertitore Sony.
Risultato 1: nessuno sentiva differenze (è una prova pubblicata negli anni '80)
Risultato 2: "la zappa nei piedi" ovvero ...

con quel risultato si sarebbe sancito l'inutilità della rivista in era digitale,
da quel giorno "gli ascoltoni" delle riviste hanno preso il sopravvento
e sono arrivate le eclatanti differenze tra metodi di conversione,
bit, dither, sampling ... bla bla bla - bla bla bla ...

Uffa che nenia noiosa!

Ho una poltrona tipo "seduta dallo psicologo"
una cuffia AKG K1000 pilotata in classe A buona e vera,
se qualcuno si vuole accomodare ad occhi chiusi a sentir differenze
offro anche il pranzo in una trattoria straordinaria che ho qui vicino.


Il vinile però ha un grande ed apprezzato pregio: i suoi difetti!
e in questo mondo vedo che
droga, alcool, fumo e tubi di scappamento vanno per la maggiore.
Alla mia domanda: - perché? - ad un drogato che barcollava
lui rispose: - è come fare sesso senza durar fatica! -

E' faticoso uscire dalla nostra propria mentalità!
E' un nuovo doloroso incerto parto.
L'unica prova d'intelligenza dell'essere umano.
avatar
robertopisa
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo
Data d'iscrizione : 08.04.10
Numero di messaggi : 1654
Provincia (Città) : Pisa
Impianto :
premi per vedere:

Re: Il mito della superiorità del vinile

il Mar 12 Ago 2014 - 14:24
Bellissimo intervento!
-R

@valterneri ha scritto:Non ho capito il significato oppure il fine di questa tua domanda,
ma non ho capito neppure le ironie delle successive risposte.

E' sufficiente acquistare un biglietto per un qualunque concerto di musica
amplificata,
è quasi tutto analogico e non ci sono memorie buffer digitali,
con la classica era sufficiente ascoltare il concerto di Vienna via radio,
fino a qualche anno fa era tutto analogico anch'esso.
Ora, sia l'elaborazione degli effetti, che la radiotrasmissione, sono digitali,
e forse tutti hanno, da qualche anno, notato che la qualità è migliorata,
a dispetto del digitale? Per merito del digitale?

E' sufficiente entrare in uno studio di registrazione,
io ho un piccolo interruttore e posso ascoltare i musicisti che suonano
in "diretta dal vivo" in sala (solo classica, rarissimamente Jazz)
in totale analogico, in preamplificazione digitale o in conversione A/D/A
senza latenza apprezzabile.
La differenza dei tre modi? La differenza che i musicisti sentono?
Nessuna!
Saranno sordi questi musicisti?

Questa settimana scorsa ho registrato Le Quattro Stagioni
ed il solista aveva un violino Stradivari,
in passato ho avuto in sala un quintetto d'archi con
tre Stradivari, un Amati e un Guarnieri (22 milioni di euro)
solo io, con scarpe da ginnastica
e il mio solito comportamento/andamento da gatto, avevo accesso in sala.

Saranno sordi?
Sentiranno le differenze dovute alle misteriose e innaturali distorsioni digitali?
Non le hanno sentite!
Saranno poco avvezzi o smaliziati?

La posizione dei microfoni, di solito da uno a due metri dallo strumento,
viene aggiustata con spostamenti finali di due centimetri,
la posizione, centratura e simmetria delle casse nell'ambiente d'ascolto
e del divano d'ascolto ha una precisione di un centimetro.
Le casse sono elettrostatiche e l'amplificatore valvolare, per fare scena.
Quei musicisti apprezzano facilmente spostamenti di due centimetri del microfono,
o la differenza tra microfoni,
ma del cambio di un convertitore non avvertono traccia.

Aneddoto:
nella sala di una rivista specializzata italiana
a inizio era digitale venne fatta una prova d'ascolto:
un filo di collegamento diretto
contro una conversione analogico-digitale-analogico con convertitore Sony.
Risultato 1: nessuno sentiva differenze (è una prova pubblicata negli anni '80)
Risultato 2: "la zappa nei piedi" ovvero ...

con quel risultato si sarebbe sancito l'inutilità della rivista in era digitale,
da quel giorno "gli ascoltoni" delle riviste hanno preso il sopravvento
e sono arrivate le eclatanti differenze tra metodi di conversione,
bit, dither, sampling ... bla bla bla - bla bla bla ...

Uffa che nenia noiosa!

Ho una poltrona tipo "seduta dallo psicologo"
una cuffia AKG K1000 pilotata in classe A buona e vera,
se qualcuno si vuole accomodare ad occhi chiusi a sentir differenze
offro anche il pranzo in una trattoria straordinaria che ho qui vicino.


Il vinile però ha un grande ed apprezzato pregio: i suoi difetti!
e in questo mondo vedo che
droga, alcool, fumo e tubi di scappamento vanno per la maggiore.
Alla mia domanda: - perché? - ad un drogato che barcollava
lui rispose: - è come fare sesso senza durar fatica! -

E' faticoso uscire dalla nostra propria mentalità!
E' un nuovo doloroso incerto parto.
L'unica prova d'intelligenza dell'essere umano.
Albers
Membro classe argento
Membro classe argento
Data d'iscrizione : 25.10.10
Numero di messaggi : 2784
Località : ----
Impianto : ----

Re: Il mito della superiorità del vinile

il Mar 12 Ago 2014 - 15:08
@fritznet ha scritto:M'avanza del frassino, un motorino (premotec), un perno, un tubo di titanio...


  


Aspetto che si organizzino da loro, ci credo io nell'autodeterminazione   Laughing


p.s.

a proposito di vinili e giradischi, qualcuno ha una betoniera usata da vendere?

monofase, 220V of course.

una betoniera è rumorosa federico!... ed i vicini, cattivi per definizione... e poi non credo che si profilino all'orizzonte ipotesi di una prossima sanatoria edlizia  Smile
 
avatar
fritznet
Membro classe oro
Membro classe oro
Data d'iscrizione : 27.02.10
Numero di messaggi : 8853
Località : Querceto
Provincia (Città) : .
Impianto : lol-fi

Re: Il mito della superiorità del vinile

il Mar 12 Ago 2014 - 21:41
Qua nessun vicino Amedeo, meglio la betoniera del mal doi schiena, lo so che sono rumorose, ma non devo farci girare dei vinili, banalmente devo impastarci del calcestruzzo per rappezzare la strada, prima di spaccare (ancora) una sospensione  Hehe 

Valter non era ironia, sto solo cercando una betoniera, gira anch'essa, chissà che wow & flutter  Very Happy 
avatar
pallapippo
Membro classe oro
Membro classe oro
Data d'iscrizione : 20.02.08
Numero di messaggi : 5040
Provincia (Città) : Pistoia (Montecatini Terme)
Impianto :
Spoiler:
Sorgenti:
cdp: Advance Acoustic MCD 203, modificato (con GE Jan 5751)

giradischi: Pioneer PL-112D; testina: Audio-Techica AT95 EB;

liquida:Asus Eee PC 1001PX; software: wtfplay; dac: Geek Out 450;


pre: Yaqin MS-12B modificato da MaurArte (valvole Mullard CV4003 KB/D e Tungsol 12AX7)

finale: Connexelectronic TA3020 V2a con alimentatore A1000SMPS, il tutto modificato ed assemblato da Vincenzo;

casse: Sonus Faber "Concerto" Grand Piano.

Cuffia: Akg K270, pilotata da equalizzatore JVC Sea-10 ed ampli "CMoy by Biosciencegeek" (TLE2062);

cavi segnale: XLR ---> RCA by Vincenzo; Mogami "Stentor"; artigianali assemblati con RG58;
cavi potenza: Transparent HP 14-4 (biwiring)
cavi alimentazione: by Vincenzo; by bobby052cavihifi; A.V.A.
distr. di rete: by bobby052cavihifi.

Re: Il mito della superiorità del vinile

il Mar 12 Ago 2014 - 21:58
@fritznet ha scritto:
Spero non sia andato in vacca per merito mio, anzi forse c'era già andato?
Tranquillo: come dicevo, meglio in vacca che in mulo  Laughing    

@fritznet ha scritto:Comunque dai, tanto i thread come questo e quelli inerenti la risoluzione dei files digitali sono periodici, si ripropongono a scadenze quasi esatte  Smile 
Ora che mi ci fai pensare, cominciano a mancarmi le zuffe sulle Klipsh ...   Laughing 

 Hello
Albers
Membro classe argento
Membro classe argento
Data d'iscrizione : 25.10.10
Numero di messaggi : 2784
Località : ----
Impianto : ----

Re: Il mito della superiorità del vinile

il Mer 13 Ago 2014 - 10:06
@fritznet ha scritto:Qua nessun vicino Amedeo, meglio la betoniera del mal doi schiena, lo so che sono rumorose, ma non devo farci girare dei vinili, banalmente devo impastarci del calcestruzzo per rappezzare la strada, prima di spaccare (ancora) una sospensione  Hehe 
...
 Very Happy 
ciao, la strada non la devi sistemare col cls - rigido - ma col conglomerato bituminoso - elastico - , prima o poi sei punto e a capo con quello cementizio...
chiama un amico ingegnere locale e ti fai suggerire l'iter e i costi: se la strada è esclusivamente tua non lesinare sulle spese e, soprattutto, non improvvisare; se no, sollecita chi di dovere.  
 Smile 
paolofb65
Appassionato
Appassionato
Data d'iscrizione : 03.04.11
Numero di messaggi : 317
Occupazione/Hobby : Impiegato/slotcar-audio
Provincia (Città) : La Spezia
Impianto : Sorgenti:WD TV Live, LG BD550, Maranz cd 6002. Ampli: Trends Ta 10.1 moddato, Breeze Audio TPA3116, SMSL SA 60, SMSL SA-S3 Onkyo TX SR 608. Diffusori Magnat Quantum 551 - B&W DM 580. Cavi diy low cost (Mogami Stentor - Tasker)

Re: Il mito della superiorità del vinile

il Mer 13 Ago 2014 - 10:14
@valterneri ha scritto:
Il vinile però ha un grande ed apprezzato pregio: i suoi difetti!

Questa frase è grandissima!!
Posso usarla con un paio di miei amici audioni (audifili co..ioni)? Hehe 
Faccio notare che con opportune modifiche si adatta benissimo alla diatriba valvole vs transistor... Laughing Laughing Laughing
avatar
valterneri
Membro classe argento
Membro classe argento
Data d'iscrizione : 09.10.12
Numero di messaggi : 3639
Provincia (Città) : -
Impianto : -

Re: Il mito della superiorità del vinile

il Mer 13 Ago 2014 - 10:29
eilà!
sei nuovo nel Forum ma hai già scovato i nostri temi filosofici più profondi,
ma non illuderti di aver già panoramizzato:

suonano meglio i fili tondi o i fili quadrati?
le spurie di rete si fermano col silicone?
la tachipirina toglierà ai bit il problema del dither?

ma adesso ti coinvolgo in una riflessione che rifletto da tempo:
se i condensatori coi loro difetti d'induttanza e perdita
fanno male al suono,
perché ce li mettono sempre più grossi?

paolofb65, scappa scappa finché sei in tempo!
avatar
emmeci
Membro classe oro
Membro classe oro
Data d'iscrizione : 11.10.10
Numero di messaggi : 5599
Occupazione/Hobby : Musica, Natura, Fotografia
Provincia (Città) : Roma
Impianto : Miliardi di elettroni che agitandosi... fanno musica!

Re: Il mito della superiorità del vinile

il Mer 13 Ago 2014 - 10:33
@paolofb65 ha scritto:
@valterneri ha scritto:
Il vinile però ha un grande ed apprezzato pregio: i suoi difetti!

Questa frase è grandissima!!
Posso usarla con un paio di miei amici audioni (audifili co..ioni)? Hehe 
Faccio notare che con opportune modifiche si adatta benissimo alla diatriba valvole vs transistor... Laughing Laughing Laughing

 Mmm Quindi secondo te tutti coloro che ancora posseggono un giradischi ed ascoltano LP et altro in vinile sono... coglioni?
Forse un pochino si, se non altro perché, a differenza di chi ormai la musica la scarica e basta, sono costretti a spendere qualche soldino per approvvigionarsi di musica!  I see 
avatar
Nadir81
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo
Data d'iscrizione : 12.05.14
Numero di messaggi : 1065
Provincia (Città) : Via Lattea
Impianto : Fujitsu Futro S450 con Daphile
Scheda Audio: Weiliang DAC AK4399 upgradato con HDAM
Trasporto: Gustard U12 Xmos 384kHz 32 bit
Amp cuffia: Little Dot 1+ con OPA2107 e valvole WE408A,
Cavo Ampli Cuffia: Mogami 2534 con connettori Nakamichi;
Cuffia: Alessandro MS1i con bowls pads + tape mod.
Amp diffusori: Breeze Audio TPA3116 (2 x 55 W)+ alimentatore lineare Alpha Elettronica (20 V);
Speakers: Wharfedale 10.1
Cavo Diffusori: Rca Transparent The Link 200

Re: Il mito della superiorità del vinile

il Mer 13 Ago 2014 - 11:49
Mi pare che si faccia confusione tra supporto e fonte...per i dischi usciti nell'era analogica e registrati in analogico, il vinile uscito all'epoca (o ristampe analogiche) è il supporto migliore, perché contiene una fonte più pura, senza i limiti del redbook e senza pasticci di compressori, equalizzatori etc.
Questo l'ho sperimentato infinite volte.
Per i dischi recenti, se viene usato un master differente e superiore, anche qui vince il vinile.
E quasi sempre anche per i dischi recenti, mentre il cd suona da schifo, compresso alla morte, il vinile ha un DR quasi raddoppiato e suona decisamente meglio (perché la fonte è di qualità superiore e preparata per gli audiofili che non hanno bisogno di volumi sparati e clipping su lettorini mp3, non perché il supporto sia magico).
Potrei riportare infiniti esempi di dischi recenti che usano fonte superiore (non compressa, molto più dinamica) nella versione vinilica...da Queen of Denmark di John Grant a Random Access Memories dei Daft Punk.


Ultima modifica di Nadir81 il Mer 13 Ago 2014 - 11:51, modificato 1 volta
beppe61
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo
Data d'iscrizione : 11.07.10
Numero di messaggi : 1601
Località : .
Provincia (Città) : .
Impianto : .

Re: Il mito della superiorità del vinile

il Mer 13 Ago 2014 - 11:50
Intervengo per porre un altro lato allo sfaccettatissimo diamante delle varie visioni......
Al di la' della superiorita' di un formato sull'altro (superiorita' evidentemente risicata in ambo i lati), ma se io ho gia' svariati LP e CD, un giradischi ed un lettore cd, ed ascolto con piacere entrambi senza tante fisime, ma perche' mi devo smenare a capire quale e' il migliore?
Se il mio gira mi facesse schifo lo venderei, se il mio CD player facesse lo stesso idem, mi dispiacerebbe per il software a me gradito che dovrei rimpiazzare, ma cosi' non e', quindi...la discussione che scopo ha?
Indirizzare un neofita su un supporto piuttosto che un altro?
Stabilire scientificamente la superiorita' di uno sull'altro?
Passare qualche ora di questo Agosto un po' caldo ed un po' freddo?
Con stima verso tutti gli intervenuti al 3d  Hello 
avatar
fritznet
Membro classe oro
Membro classe oro
Data d'iscrizione : 27.02.10
Numero di messaggi : 8853
Località : Querceto
Provincia (Città) : .
Impianto : lol-fi

Re: Il mito della superiorità del vinile

il Mer 13 Ago 2014 - 12:00
@emmeci ha scritto:
@paolofb65 ha scritto:

Questa frase è grandissima!!
Posso usarla con un paio di miei amici audioni (audifili co..ioni)? Hehe 
Faccio notare che con opportune modifiche si adatta benissimo alla diatriba valvole vs transistor... Laughing Laughing Laughing

 Mmm Quindi secondo te tutti coloro che ancora posseggono un giradischi ed ascoltano LP et altro in vinile sono... coglioni?
Forse un pochino si, se non altro perché, a differenza di chi ormai la musica la scarica e basta, sono costretti a spendere qualche soldino per approvvigionarsi di musica!  I see 

A volte un pò coglione mi sento anche io, comunque, scusate la pioggia di banalità, i dischi, i cd, i files, sono per me, solo mezzi per ascoltare la musica, di cosa sia "superiore" o "inferiore" mi importa quasi zero (mp3 non ne ho in effetti...).

Va bene tutto, i cd li uso (ne ho forse il triplo degli LP), agli LP invece ci sono proprio affezionato, oltre che usarli, ma non subisco il feticismo insano nè degli analogisti, nè degli hi-fi addicted in genere, ascolto e basta , anzi, ascolto e godo  Laughing 
avatar
fritznet
Membro classe oro
Membro classe oro
Data d'iscrizione : 27.02.10
Numero di messaggi : 8853
Località : Querceto
Provincia (Città) : .
Impianto : lol-fi

Re: Il mito della superiorità del vinile

il Mer 13 Ago 2014 - 12:19
Scusate, col gprs resto un pò indietro  Laughing 

Condivido il post di Beppe, ovviamente...

Un piccolo appunto, da rompiscatole  Laughing , al buon Nadir:

Non è che i dischi dell'era analogica non venissero compressi, equalizzati, e filtrati eh?

C'erano certi rack, ovviamente analogici, con di tutto e di più  Very Happy 

Nessuno strumento di un disco "rock" veniva ( o viene) registrato "nature", quello della purezza dell'analogico è già in sè una contraddizione, i "pro" del settore potranno dare dettagli maggiori, persino il flauto di Ian Anderson, tanto per fare un esempio, suona diverso (compresso) da come suona un flauto traverso dal vivo, etc etc

Il fatto è che tante, troppe registrazioni odierne sono veramente livellate al basso, sia dinamicamente che timbricamente, ed è un vero peccato, come si dice spesso, perchè con le attrezzature odierne ottenere buone registrazioni costa molto, molto meno che trenta-quaranta anni fa...

avatar
Nadir81
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo
Data d'iscrizione : 12.05.14
Numero di messaggi : 1065
Provincia (Città) : Via Lattea
Impianto : Fujitsu Futro S450 con Daphile
Scheda Audio: Weiliang DAC AK4399 upgradato con HDAM
Trasporto: Gustard U12 Xmos 384kHz 32 bit
Amp cuffia: Little Dot 1+ con OPA2107 e valvole WE408A,
Cavo Ampli Cuffia: Mogami 2534 con connettori Nakamichi;
Cuffia: Alessandro MS1i con bowls pads + tape mod.
Amp diffusori: Breeze Audio TPA3116 (2 x 55 W)+ alimentatore lineare Alpha Elettronica (20 V);
Speakers: Wharfedale 10.1
Cavo Diffusori: Rca Transparent The Link 200

Re: Il mito della superiorità del vinile

il Mer 13 Ago 2014 - 12:44
@fritznet ha scritto:
Non è che i dischi dell'era analogica non venissero compressi, equalizzati, e filtrati eh?

C'erano certi rack, ovviamente analogici, con di tutto e di più   Very Happy 

Nessuno strumento di un disco "rock" veniva ( o viene) registrato "nature", quello della purezza dell'analogico è già in sè una contraddizione, i "pro" del settore potranno dare dettagli maggiori, persino il flauto di Ian Anderson, tanto per fare un esempio, suona diverso (compresso) da come suona un flauto traverso dal vivo, etc etc



Certo, lo so...il problema è che oggi è un disastro.
Ti farei l'elenco di tutti i dischi che mi piacciono e in un modo o nell'altro fanno pietà su cd: o perché sono ipercompressi e in clipping, o perché troppo muddy, o perché si era perso il master e hanno usato un vinyl rip fatto male e declickato in automatico con un software distruttivo, o perché hanno applicato eco alle voci e sottratto strumenti, o perché sono iper-bright e tutto suona di carta velina...o perché ci sono abbassamenti di volume a metà brano (come in Felona e Sorona) etc.
avatar
emmeci
Membro classe oro
Membro classe oro
Data d'iscrizione : 11.10.10
Numero di messaggi : 5599
Occupazione/Hobby : Musica, Natura, Fotografia
Provincia (Città) : Roma
Impianto : Miliardi di elettroni che agitandosi... fanno musica!

Re: Il mito della superiorità del vinile

il Mer 13 Ago 2014 - 13:55
@fritznet ha scritto:
@emmeci ha scritto:

 Mmm Quindi secondo te tutti coloro che ancora posseggono un giradischi ed ascoltano LP et altro in vinile sono... coglioni?
Forse un pochino si, se non altro perché, a differenza di chi ormai la musica la scarica e basta, sono costretti a spendere qualche soldino per approvvigionarsi di musica!  I see 

A volte un pò coglione mi sento anche io, comunque, scusate la pioggia di banalità, i dischi, i cd, i files, sono per me, solo mezzi per ascoltare la musica, di cosa sia "superiore" o "inferiore" mi importa quasi zero (mp3 non ne ho in effetti...).

Va bene tutto, i cd li uso (ne ho  forse il triplo degli LP), agli LP invece ci sono proprio affezionato, oltre che usarli, ma non subisco il feticismo insano nè degli analogisti, nè degli hi-fi addicted in genere, ascolto e basta , anzi, ascolto e godo  Laughing 

 Very Happy Mbe Fede è inutile che te lo dica, ma lo dico lo stesso, siamo sulla stessa lunghezza d'onda! Quello che mi genera un "leggerissimo" fastidio, ma roba da poco, perchè ormai sarà l'eta o quello che volete, tendo a non "turbarmi" più di tanto, almeno per queste cose, è quando qualcuno traccia la "strada maestra" e la indica come la unica percorribile per quel "godimento" di cui parlavi anche tu!
E' vero ormai di certi argomenti se n'è parlato fino allo sfinimento, qualcuno, non mi riferisco a nessuno in particolare sia ben chiaro, sono convinto che "ne parla" e basta senza mai aver provato con le proprie orecchie esperienze di riproduzione musicale diverse. Poi... gli Mp3 in macchina li ascolto anch'io, tanto col rumore di fondo che c'è sta a guarda la fedeltà!  Laughing 
paolofb65
Appassionato
Appassionato
Data d'iscrizione : 03.04.11
Numero di messaggi : 317
Occupazione/Hobby : Impiegato/slotcar-audio
Provincia (Città) : La Spezia
Impianto : Sorgenti:WD TV Live, LG BD550, Maranz cd 6002. Ampli: Trends Ta 10.1 moddato, Breeze Audio TPA3116, SMSL SA 60, SMSL SA-S3 Onkyo TX SR 608. Diffusori Magnat Quantum 551 - B&W DM 580. Cavi diy low cost (Mogami Stentor - Tasker)

Re: Il mito della superiorità del vinile

il Mer 13 Ago 2014 - 15:50
@valterneri ha scritto:eilà!
sei nuovo nel Forum ma hai già scovato i nostri temi filosofici più profondi,
ma non illuderti di aver già panoramizzato:

suonano meglio i fili tondi o i fili quadrati?
le spurie di rete si fermano col silicone?
la tachipirina toglierà ai bit il problema del dither?

ma adesso ti coinvolgo in una riflessione che rifletto da tempo:
se i condensatori coi loro difetti d'induttanza e perdita
fanno male al suono,
perché ce li mettono sempre più grossi?

paolofb65, scappa scappa finché sei in tempo!

Urcus, due msg e già ho combinato un casino! Smile 
Ma noo, non scappo... sono tre anni che "succhio il  sapere dal forum", è arrivato il momento di "contribuire" in qualche modo.
Per quanto riguarda i condensatori, se ti riferisci - ti do del tu - a quelli sull'alimentazione dovrebbero essere sempre più "grossi" per abbattere il ripple, poi anche per un problema di costi e ingombri,  quindi per un costruttore piazzare un condensatore grosso costa e ingombra meno di 5 piccoli (con medesimo valore totale e probabile minore esr equivalente). Sono comunque convinto che la maggior parte degli amplificatori in commercio sono sottodimensionati come capacità occorrente per tenere a bada il ripple.
Per quanto riguarda quelli sul segnale avevo sentito una storia che parlava anche lì di esr,  spessore del dielettrico, banda passante e sfasamenti, ma non saprei riassumerla.
Vedere l'argomento precedenteTornare in altoVedere l'argomento seguente
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum