T-Forum, la vera HiFi alla portata di tuttiAccedi

Benvenuto nell'unico forum in cui 11775 utenti, con i loro 819997 messaggi, hanno scelto di ascoltare con le orecchie, con il cuore e un occhio al portafoglio!

Nuovo look del T-Forum, dai un'occhiata qui.
Il T-Forum ha bisogno del tuo aiuto! Controlla se hai i requisiti necessari e proponiti.
Hai trovato uno spammer nel forum? Segnalalo subito all'amministrazione o a un moderatore!
Diamo il benvenuto ai nostri nuovi moderatori.
Chi sono i top postatori di oggi? Clicca qui per scoprirli.

Controlla qui gli argomenti attivi del giorno.


Collegamento altoparlanti: SERIE o PARALLELO? diefferenze qualitative

Condividi

descriptionRe: Collegamento altoparlanti: SERIE o PARALLELO? diefferenze qualitative

more_horiz
@valterneri ha scritto:
@fritznet ha scritto:
... 3 dB al raddoppio di superficie radiante ...

L'errore è questo, la superficie radiante!
Non va sommata perché non è un'entità elettrica,
se hai già sommato le singole potenze che i coni ricevono/emettono
hai già anche sommato le superfici radianti che questi Watt muovono.


Prima ho scritto una menzogna: "non so più come dirvelo"
ne troverò così tanti di modi da stemperarvi fino alla fine dell'anno!


 Judge 
Bene la sentenza e' cassata...


Resta da stabilire come si sia diffusa questa credenza e chi siano i mandanti.

descriptionRe: Collegamento altoparlanti: SERIE o PARALLELO? diefferenze qualitative

more_horiz
ane chianu!  Laughing  ca mo rria l'appellu!  study 

descriptionRe: Collegamento altoparlanti: SERIE o PARALLELO? diefferenze qualitative

more_horiz
@Rino88ex ha scritto:
se aumenta l'impedanza, la potenza (e/o pressione sonora) diminuisce. Alla fine rimane invariata perché aumenta la superficie di emissione

Rino ciao, eccoti finalmente!
Nelle pagine precedenti, per difendere il tuo amico ingegnere, ho stirazzhiato
la verità ma nessuno poi mi è saltato addosso
forse perché mi hanno preso per scemo e mi hanno lasciato stare.

Per spiegare l'errore della tua affermazione
ti esplico un sacro Principio della Termodinamica:

Io do a Fritznet 1000 lire per comprare 10 piatti di minestra
e dato che lui poi li ha comprati davvero
ne abbiamo 20,
10 che aveva i soldi per farlo e 10 che lo ha davvero fatto.

10 Volt 10 Ohm:

10 per 10 uguale 100 diviso 10 uguale 10
10 diviso 2 uguale 5
5 per 5 uguale 25 diviso 10 uguale 2,5
2,5 più 2,5 uguale 10 ............... che voto gli diamo?
o sbaglia la matematica o sbaglia la fisica

descriptionRe: Collegamento altoparlanti: SERIE o PARALLELO? diefferenze qualitative

more_horiz
@Rino88ex ha scritto:
... se aumenta l'impedanza, la potenza (e/o pressione sonora) diminuisce.

Se l'aumento di impedenza è ottenuto serializzando gli AP la potenza richiesta
all'ampli diminuisce ma NON la pressione sonora che resta invariata.

Pregherei di non mettere in dubbio questa Legge della Fisica se no non si va avanti.

@Rino88ex ha scritto:
Alla fine rimane invariata perché aumenta la superficie di emissione

Questo invece è giusto intendendo che la pressione sonora resta invariata.

Metterei un punto fermo:

- Due o più altoparlanti in serie producono lo stesso livello acustico del singolo assorbendo
però nettamente meno potenza.

- La potenza richiesta da N altoparlanti in serie, pur producendo sempre lo stesso livello
del singolo, è paria a quella del singolo diviso il numero di altoparlanti serializzati.

descriptionRe: Collegamento altoparlanti: SERIE o PARALLELO? diefferenze qualitative

more_horiz
@valterneri ha scritto:
@Rino88ex ha scritto:
se aumenta l'impedanza, la potenza (e/o pressione sonora) diminuisce. Alla fine rimane invariata perché aumenta la superficie di emissione

Rino ciao, eccoti finalmente!
Nelle pagine precedenti, per difendere il tuo amico ingegnere, ho stirazzhiato
la verità ma nessuno poi mi è saltato addosso
forse perché mi hanno preso per scemo e mi hanno lasciato stare.

Per spiegare l'errore della tua affermazione
ti esplico un sacro Principio della Termodinamica:

Io do a Fritznet 1000 lire per comprare 10 piatti di minestra
e dato che lui poi li ha comprati davvero
ne abbiamo 20,
10 che aveva i soldi per farlo e 10 che lo ha davvero fatto.

10 Volt 10 Ohm:

10 per 10 uguale 100 diviso 10 uguale 10
10 diviso 2 uguale 5
5 per 5 uguale 25 diviso 10 uguale 2,5
2,5 più 2,5 uguale 10 ............... che voto gli diamo?
o sbaglia la matematica o sbaglia la fisica



Aaaaaaaaarrrrrggghh!!!Mi associo a zi' Bruno,non ci sto capendo un ca77777ooooooo! Ironic  Mad  Crazy  Orrified  Arrgh!  Hola  Punishment

descriptionRe: Collegamento altoparlanti: SERIE o PARALLELO? diefferenze qualitative

more_horiz
@Biagio De Simone ha scritto:
ane chianu!  Laughing  ca mo rria l'appellu!  study 


NO!
Dopo la cassazione, che fa' giurisprudenza, l'unica via e' un referendum abrogativo della legge  Laughing

Scherzo, ovviamente, attendo con interesse le considerazioni di Fernando.

descriptionRe: Collegamento altoparlanti: SERIE o PARALLELO? diefferenze qualitative

more_horiz
@beppe61 ha scritto:
@Biagio De Simone ha scritto:
ane chianu!  Laughing  ca mo rria l'appellu!  study 


NO!
Dopo la cassazione, che fa' giurisprudenza, l'unica via e' un referendum abrogativo della legge  Laughing

Scherzo, ovviamente, attendo con interesse le considerazioni di Fernando.


era un altro appello quello a cui si riferiva Biagio  Laughing 

me ne vado a mangiare, oggi che posso  Hehe Hehe Hehe 



una bella minestra di Ohm Suspect Orrified Arrgh! 





se Ohm non si offende andrò di piadina, mi sà che è più leggera  Very Happy 

descriptionRe: Collegamento altoparlanti: SERIE o PARALLELO? diefferenze qualitative

more_horiz
@beppe61 ha scritto:
@Biagio De Simone ha scritto:
ane chianu!  Laughing  ca mo rria l'appellu!  study 


NO!
Dopo la cassazione, che fa' giurisprudenza, l'unica via e' un referendum abrogativo della legge  Laughing

Scherzo, ovviamente, attendo con interesse le considerazioni di Fernando.

Insisto, ci sarebbe il consiglio di stato. Smile

descriptionRe: Collegamento altoparlanti: SERIE o PARALLELO? diefferenze qualitative

more_horiz
@Fernando Micelli ha scritto:
Se l'aumento di impedenza è ottenuto serializzando gli AP la potenza richiesta
all'ampli diminuisce ma NON la pressione sonora che resta invariata.
Pregherei di non mettere in dubbio questa Legge della Fisica se no non si va avanti.

Quindi:
Se l'efficienza dei trasduttori è del 4% (valore abbastanza frequente)
Fornendo al sistema 100 Watt si producono 4 Watt acustici e 96 Watt termici.

Mettendo due altoparlanti in serie, per la legge di ohm, si assorbono, in totale
dall'amplificatore, solo 50 Watt e i 4 Watt acustici totali rimangono costanti

Mettendo 4 altoparlanti in serie si assorbono solo 25 Watt
e i 4 Watt totali emessi rimangono costanti

Mettendo 8 altoparlanti in serie si assorbono 12.5 Watt
e i 4 Watt emessi rimangono costanti

Mettendone 16 si assorbono in totale 6,25 Watt
ma ancora il sistema emette 4 Watt acustici

il prossimo passaggio dei 32 altoparlanti non posso farlo
perché Gesù si arrabbierebbe
perché gli ruberei il trucco della moltiplicazione dei pani.

PS: i 4 Watt di "energia acustica" sono energia vera
che si trasformeranno pian piano in energia termica.

E' per questo che consiglio d'applicare il Primo Principio della Termodinamica.

descriptionRe: Collegamento altoparlanti: SERIE o PARALLELO? diefferenze qualitative

more_horiz
@fritznet ha scritto:

era un altro appello quello a cui si riferiva Biagio  Laughing 

se Ohm non si offende andrò di piadina, mi sà che è più leggera  Very Happy 


Quale  Surprised ?

La piadina la scaldi  con una resistenza elettrica, quindi Ohm te lo ritrovi comunque sullo stomaco  Very Happy

descriptionRe: Collegamento altoparlanti: SERIE o PARALLELO? diefferenze qualitative

more_horiz
@beppe61 ha scritto:
@fritznet ha scritto:

era un altro appello quello a cui si riferiva Biagio  Laughing 

se Ohm non si offende andrò di piadina, mi sà che è più leggera  Very Happy 


Quale  Surprised ?

La piadina la scaldi  con una resistenza elettrica, quindi Ohm te lo ritrovi comunque sullo stomaco  Very Happy



ci boffo sopra e la mangio tiepida  Laughing 

descriptionRe: Collegamento altoparlanti: SERIE o PARALLELO? diefferenze qualitative

more_horiz
OK, troppo cazzeggio.

Vi saluto.

descriptionRe: Collegamento altoparlanti: SERIE o PARALLELO? diefferenze qualitative

more_horiz
@Fernando Micelli ha scritto:
OK, troppo cazzeggio.

Vi saluto.


Fernando scusa, ma siamo abituati così...  non credevo fosse un problema.

Il fatto che dica parecchie stupidaggini (quelle intenzionali) non significa che non prendo in considerazione quello che viene scritto seriamente.
Parlo per me, ma credo che valga anche per altri.

Ultima modifica di fritznet il Dom 6 Apr 2014 - 12:32, modificato 1 volta

descriptionRe: Collegamento altoparlanti: SERIE o PARALLELO? diefferenze qualitative

more_horiz
@valterneri ha scritto:
@Fernando Micelli ha scritto:
Se l'aumento di impedenza è ottenuto serializzando gli AP la potenza richiesta
all'ampli diminuisce ma NON la pressione sonora che resta invariata.
Pregherei di non mettere in dubbio questa Legge della Fisica se no non si va avanti.

Quindi:
Se l'efficienza dei trasduttori è del 4% (valore abbastanza frequente)
Fornendo al sistema 100 Watt si producono 4 Watt acustici e 96 Watt termici.

Mettendo due altoparlanti in serie, per la legge di ohm, si assorbono, in totale
dall'amplificatore, solo 50 Watt e i 4 Watt acustici totali rimangono costanti

Mettendo 4 altoparlanti in serie si assorbono solo 25 Watt
e i 4 Watt totali emessi rimangono costanti

Mettendo 8 altoparlanti in serie si assorbono 12.5 Watt
e i 4 Watt emessi rimangono costanti

Mettendone 16 si assorbono in totale 6,25 Watt
ma ancora il sistema emette 4 Watt acustici

il prossimo passaggio dei 32 altoparlanti non posso farlo
perché Gesù si arrabbierebbe
perché gli ruberei il trucco della moltiplicazione dei pani.

PS: i 4 Watt di "energia acustica" sono energia vera
che si trasformeranno pian piano in energia termica.

E' per questo che consiglio d'applicare il Primo Principio della Termodinamica.




Forse comincio a capire Mad  Mmm 

Per semplificare,la potenza generata dall'amp gli altoparlanti(supposti identici)se la dividono tra di loro,da buoni amici Cool ?Spiegazione da niubbo per niubbi afro ?

descriptionRe: Collegamento altoparlanti: SERIE o PARALLELO? diefferenze qualitative

more_horiz
Fernà, capisco che il ragù bolle in pentola, ma quando mai il cazzegio ha fatto male?  Smile Dopo pranzo siamo tutti più che interessati all'argomento, ma permettici qualche battuta di alleggerimento. Smile 

descriptionRe: Collegamento altoparlanti: SERIE o PARALLELO? diefferenze qualitative

more_horiz
@fritznet ha scritto:
@Fernando Micelli ha scritto:
OK, troppo cazzeggio.
Vi saluto.

Fernando scusa, ma siamo abituati così...  non credevo fosse un problema.

No, il problema è che sono io stemperante, che esagero in difesa di quel che credo
(che credo di sapere, dice Sonic)
Mi è già successo con Florin che non mi replica più,
e mi è successo anche con Sonic che ora mi replica solo indirettamente,
ma io "faccio la guerra" solo contro chi ho stima, ma a volte non sono forse chiaro.
Ti ho già detto che sono deluso di me stesso.

Fernando, questo è il problema che pongo:
Abbiamo un generatore di energia elettrica: l'amplificatore
e un trasduttore di energia da elettrica in acustica: l'altoparlante

Che l'altoparlante sia un solo cono o un sistema di coni non importa,
emette suono misurabile in watt acustici, che in fisica sono watt reali

man mano che cresce l'impedenza (dovuta alla somma in serie)
l'amplificatore fornisce meno energia
e il sistema emette sempre la stessa energia
fino a che l'energia fornita è inferiore all'energia emessa

Come è possibile?
Il sistema potrà anche via via divenire più efficiente
ma non certo iniziare a creare l'energia mancante.

Ripeto per chi legge e non conosce la fisica elementare:
i watt acustici sono vibrazioni, non sensazioni.

descriptionRe: Collegamento altoparlanti: SERIE o PARALLELO? diefferenze qualitative

more_horiz
Se conosco un poco Fernando, e lo conosco, credo di poterti dire che stai sbagliando, non è il discutere con Valter Neri ad infastidirlo anzi direi che il terreno con cui vorrebbe confrontarsi, senza per forza voler avere ragione a tutti i costi, Fernando e disponibile a cambiare idea e soprattutto sperimentare per convincersi delle sue o dell'altrui ragioni. Temo invece che è più un atteggiamento come il mio, per quanto leggero, forse troppo, a convincerlo ad ascoltare musica e proseguire nei suoi studi da cui spesso ricava ampia soddisfazione. Mi scuso se ho contribuito a rendere tutto più difficile con i miei interventi un poco dissacratori, non ne avevo intenzione, e spero che Fernando continui a esprimere le sue opinioni, delle quali ho il massimo rispetto.  Embarassed 

descriptionRe: Collegamento altoparlanti: SERIE o PARALLELO? diefferenze qualitative

more_horiz
@Biagio De Simone ha scritto:
Se conosco un poco Fernando, e lo conosco, credo di poterti dire che stai sbagliando, non è il discutere con Valter Neri ad infastidirlo anzi direi che il terreno con cui vorrebbe confrontarsi, senza per forza  voler avere ragione a tutti i costi, Fernando e disponibile a cambiare idea e soprattutto sperimentare per convincersi delle sue o dell'altrui ragioni. Temo invece che  è più un atteggiamento come il mio, per quanto leggero, forse troppo, a convincerlo ad ascoltare musica e proseguire nei suoi studi da cui spesso ricava ampia soddisfazione. Mi scuso se ho contribuito a rendere tutto più difficile con i miei interventi un poco dissacratori, non ne avevo intenzione, e spero che Fernando continui a esprimere le sue opinioni, delle quali ho il massimo rispetto.  Embarassed 

Biagio ti voglio come mio avvocato x sempre!!!!Faresti assolvere anche un serial killer con la gente ritrovata nel freezer   Hehe  Hehe  Hehe  Hehe

descriptionRe: Collegamento altoparlanti: SERIE o PARALLELO? diefferenze qualitative

more_horiz
@valter prova a spostare l'asse sul ''passaggio logico'' energia corrente,la corrente che attraversa i tre  (oppure ''n'') è la stessa (vedi mulini) ognuno se uguali dissipera' la stessa potenza (o meglio avra' la stessa cdt) la somma delle c.d.t. o delle potenze assorbite (v*I) sara' quella totale erogata dal generatore,che NON puo' essere superata.Magari diventa piu' facile farsi una idea

descriptionRe: Collegamento altoparlanti: SERIE o PARALLELO? diefferenze qualitative

more_horiz
@valvolas ha scritto:
valter prova a spostare l'asse sul ''passaggio logico'' energia-corrente,
la corrente che attraversa i tre (oppure ''n'') è la stessa (vedi mulini) ...


La corrente "che scorre" non è di competenza dell'amplificatore,
e all'aumentare dei coni non è la stessa che con uno solo,
ma inversamente proporzionale alla resistenza totale,
ovvero alla somma degli ohm dei coni.
Più sono e meno corrente scorre,
quindi l'assorbimento totale di energia man mano scende.

Un cono 8 ohm
quattro coni 32 ohm

se l'amplificatore fornisce 20 V
dentro 8 ohm scorrono 2,5 A e si sviluppano 50 watt
dentro 32 ohm scorrono 0.625 A e si sviluppano 12,5 watt in totale,
ovvero 3,125 watt per cono

Giussani in pratica dice che 4 coni con 3,125 watt ciascuno
producono la stessa quantità di suono di uno solo con 50 watt tutti per lui.

descriptionRe: Collegamento altoparlanti: SERIE o PARALLELO? diefferenze qualitative

more_horiz
@valvolas ha scritto:
@Biagio De Simone ha scritto:
Se conosco un poco Fernando, e lo conosco, credo di poterti dire che stai sbagliando, non è il discutere con Valter Neri ad infastidirlo anzi direi che il terreno con cui vorrebbe confrontarsi, senza per forza  voler avere ragione a tutti i costi, Fernando e disponibile a cambiare idea e soprattutto sperimentare per convincersi delle sue o dell'altrui ragioni. Temo invece che  è più un atteggiamento come il mio, per quanto leggero, forse troppo, a convincerlo ad ascoltare musica e proseguire nei suoi studi da cui spesso ricava ampia soddisfazione. Mi scuso se ho contribuito a rendere tutto più difficile con i miei interventi un poco dissacratori, non ne avevo intenzione, e spero che Fernando continui a esprimere le sue opinioni, delle quali ho il massimo rispetto.  Embarassed 

Biagio ti voglio come mio avvocato x sempre!!!!Faresti assolvere anche un serial killer con la gente ritrovata nel freezer   Hehe  Hehe  Hehe  Hehe

Il problema è proprio questo, e cioè non stiamo parlando di un serial killer, ma di una persona disponibile a frequentare anche chi di cadaveri nel freezer c'è li ha per davvero.  Mmm

descriptionRe: Collegamento altoparlanti: SERIE o PARALLELO? diefferenze qualitative

more_horiz
@valterneri ha scritto:
@sonic63 ha scritto:
Secondo me uno dei limiti all'aumento infinito di sensibilità
è il fatto che per avere quell'aumento di sensibilità il gruppo di altoparlanti
deve comportarsi come un'unica sorgente.
E man mano che aumenta il numero degli altoparlanti
questa frequenza si abbassa.


Le tranquille onde del mare se mese tutte assieme in un punto
squarcerebbero la Terra, ma anche così distribuite, in totale,
contengono la stessa quantità di energia totale che dal sole è arrivata.
Ed il Primo Principio della Termodinamica dice che ....

Occorrono 8192 coni per amplificare a 131 dB i Pink Floyd con un solo Watt.
Si può fare! (ma i Pink Floyd esistono ancora?)


capoooo!!!!!!!  Laughing Laughing Laughing  SI! almeno nella mia mente e nel mio  I love you   Laughing Laughing Laughing 

descriptionRe: Collegamento altoparlanti: SERIE o PARALLELO? diefferenze qualitative

more_horiz
se lo lasciassi lebero il mio otl non suonerebbe piu' cosi  Dribbling Dribbling Dribbling 
quindi po' strilla e rivolgerzi a l'onu ...o a chi ie pare  Hehe Hehe Suspect  che da li nun escie PIU'  Embarassed  o almeno finche nun se esauriscono le valvole  Laughing Laughing Laughing 

descriptionRe: Collegamento altoparlanti: SERIE o PARALLELO? diefferenze qualitative

more_horiz
Mi sembra la barzelletta ... un Francese, un Tedesco, un Inglese ... poi arriva l'Italiano ... ma non sono io ...  Laughing 

Secondo me dipende dall'amplificatore.  Hehe 

Se lo pensiamo come un generatore di tensione costante e potenza infinita allora metteremo ap in parallelo a raffica. Purtoppo la potenza di un ampli quella è. L'operazione sarebbe inutile.

Se la tensione è costante e metto gli ap in serie poichè la potenza è vu quadro su erre, arrivando al limite di infiniti altoparlanti avremo una corrente e quindi una potenza nulla.

Potremmo pensare all'amplificatore come ad un generatore di potenza.

Però ognuno è libero di scegliersi l'amplificatore che vuole (il modello che aveva supposto per argomentare).

Infine bisognerebbe sapere se e come varia l'efficienza in funzione della tensione applicata. Ma a questo non so rispondere, anche perchè rischio di rompere ... la suspance ... Pop corn

descriptionRe: Collegamento altoparlanti: SERIE o PARALLELO? diefferenze qualitative

more_horiz
@Eulero ha scritto:
Mi sembra la barzelletta ... un Francese, un Tedesco, un Inglese ... poi arriva l'Italiano ... ma non sono io ...  Laughing 

Secondo me dipende dall'amplificatore.  Hehe 

Se lo pensiamo come un generatore di tensione costante e potenza infinita allora metteremo ap in parallelo a raffica. Purtoppo la potenza di un ampli quella è. L'operazione sarebbe inutile.

Se la tensione è costante e metto gli ap in serie poichè la potenza è vu quadro su erre, arrivando al limite di infiniti altoparlanti avremo una corrente e quindi una potenza nulla.

Potremmo pensare all'amplificatore come ad un generatore di potenza.

Però ognuno è libero di scegliersi l'amplificatore che vuole (il modello che aveva supposto per argomentare).

Infine bisognerebbe sapere se e come varia l'efficienza in funzione della tensione applicata. Ma a questo non so rispondere, anche perchè rischio di rompere ... la suspance ... Pop corn


No Eulero, non e' una barzelletta, e' un quesito tecnico tutt'altro che irrisolvibile, che in un certo senso spartisce quelle che sono conoscenze diffuse come reali dalla realta' dei fatti (che, come avrai letto nei post precedenti comprendono anche nomi famosi dell'hi fi italiana)
La pochezza dell'argomento, come in genere dell' hi fi, ha forse impedito finora di approfondire e conoscere, ma vista la buona volonta' e la qualita' degli intervenuti non lascerei decadere la questione, anzi ampliandola anche al discorso amplificazione... magari in un'altro 3d.
 Hello 

descriptionRe: Collegamento altoparlanti: SERIE o PARALLELO? diefferenze qualitative

more_horiz
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum