T-Forum, la vera HiFi alla portata di tuttiAccedi

Benvenuto nell'unico forum in cui 11775 utenti, con i loro 819997 messaggi, hanno scelto di ascoltare con le orecchie, con il cuore e un occhio al portafoglio!

Nuovo look del T-Forum, dai un'occhiata qui.
Il T-Forum ha bisogno del tuo aiuto! Controlla se hai i requisiti necessari e proponiti.
Hai trovato uno spammer nel forum? Segnalalo subito all'amministrazione o a un moderatore!
Diamo il benvenuto ai nostri nuovi moderatori.
Chi sono i top postatori di oggi? Clicca qui per scoprirli.

Controlla qui gli argomenti attivi del giorno.


Collegamento altoparlanti: SERIE o PARALLELO? diefferenze qualitative

Condividi

descriptionCollegamento altoparlanti: SERIE o PARALLELO? diefferenze qualitative

more_horiz
Buongiorno, mi sto un pò informando sui collegamenti degli altoparlanti ma finora non ho trovato un granché. Un amico mio che ha studiato elettronica mi ha consigliato di collegare in parallelo perché dice che ai capi arriverebbe lo stesso potenziale.

Ma alle vostre orecchie, ci sono differenze udibili tra un collegamento in serie e uno in parallelo???

descriptionRe: Collegamento altoparlanti: SERIE o PARALLELO? diefferenze qualitative

more_horiz
Ammappete.... con degli amici cosi' di nemici non hai veramente bisogno.
Allora.... come altoparlanti intendi proprio i coni (ed i tweeter) o le casse?
Sei a conoscenza delle impedenze degli stessi?
Sei a conoscenza della capacita' dell'ampli che li pilotera' di erogare corrente sulle varie impedenze?
Ecco queste sono solo le prime tre domande propedeutiche ad una risposta sensata alla tua richiesta....
 Hello

descriptionRe: Collegamento altoparlanti: SERIE o PARALLELO? diefferenze qualitative

more_horiz
@beppe61 ha scritto:
Ammappete.... con degli amici cosi' di nemici non hai veramente bisogno...


 lol! lol! lol!

descriptionRe: Collegamento altoparlanti: SERIE o PARALLELO? diefferenze qualitative

more_horiz
Azzardo una risposta: le casse in parallelo non interferiscono tra di loro, nel senso che sono due circuiti composti da impedenze e condensatori che ricevono lo stesso segnale, ma sono totalmente indipendenti. Quindi, a mio giudizio, fatta salva la capacità di pilotaggio dell'amplificatore, dovrebbe essere la soluzione migliore.

Le casse in serie sommano la capacità e l'induttanza di ognuna, con risultati non prevedibili. Un esempio: immagina che una delle casse posta in serie abbia un picco d'impedenza a una frequenza che l'altra cassa riproduce con minore efficienza: si avrebbe un peggioramento della curva di risposta. Quindi, sempre a mio giudizio, il collegamento in serie ha un senso solo nel caso di quattro casse uguali o se vi è la necessità di non fare scendere troppo l'impedenza totale del sistema.

In alcuni vecchi amplificatori della Grundig, il collegamento con quattro casse è possibile solo in serie, per evitare di abbassare troppo l'impedenza generale, visto che le casse della stessa marca erano tutte da 4 ohm.

descriptionRe: Collegamento altoparlanti: SERIE o PARALLELO? diefferenze qualitative

more_horiz
Le perplessità al collegamento di woofer in serie l'ho letta anch'io più di una volta.

All'ascolto, però, ho sempre preferito la serie al parallelo per un semplice motivo: raddoppiando l'impedenza, diventa un carico più facile per l'amplificatore. Risultato: meno distorsione e maggiore Damping Factor.

descriptionRe: Collegamento altoparlanti: SERIE o PARALLELO? diefferenze qualitative

more_horiz
Si tratta del progetto ciare h03.41, con due woofer hw203 da 8 ohm i quali sono collegati in parallelo. Io vorrei collegarli in modo da ottenere 6 ohm. Avevo pensato ad un collegamento in serie dei woofer e poi collegati in parallelo ad una resistenza da 10 ohms.

Da poco mi sono posto il problema, e alla fine pare che il collegamento in parallelo sia più adeguato ai miei scopi.

descriptionRe: Collegamento altoparlanti: SERIE o PARALLELO? diefferenze qualitative

more_horiz
Ti consiglio di non inventarti cose strane e di rispettare quanto più possibile i parametri di progetto.

descriptionRe: Collegamento altoparlanti: SERIE o PARALLELO? diefferenze qualitative

more_horiz
@Rino88ex ha scritto:
Si tratta del progetto ciare h03.41, con due woofer hw203 da 8 ohm i quali sono collegati in parallelo. Io vorrei collegarli in modo da ottenere 6 ohm. Avevo pensato ad un collegamento in serie dei woofer e poi collegati in parallelo ad una resistenza da 10 ohms.

Da poco mi sono posto il problema, e alla fine pare che il collegamento in parallelo sia più adeguato ai miei scopi.


Per tenere in caldo i watts?
 Laughing 

descriptionRe: Collegamento altoparlanti: SERIE o PARALLELO? diefferenze qualitative

more_horiz
Concordo.

descriptionRe: Collegamento altoparlanti: SERIE o PARALLELO? diefferenze qualitative

more_horiz
@sportyerre ha scritto:
@Rino88ex ha scritto:
Si tratta del progetto ciare h03.41, con due woofer hw203 da 8 ohm i quali sono collegati in parallelo. Io vorrei collegarli in modo da ottenere 6 ohm. Avevo pensato ad un collegamento in serie dei woofer e poi collegati in parallelo ad una resistenza da 10 ohms.

Da poco mi sono posto il problema, e alla fine pare che il collegamento in parallelo sia più adeguato ai miei scopi.


Per tenere in caldo i watts?
 Laughing 


Ok, tornando seri  Smile 

In serie solo altoparlanti uguali, vedi array con tanti altoparlanti dove si riporta il valore finale a quello di un sistema normale giocando su serie e parallelo



oppure una scelta particolare che ha vantaggi di rendimento ma molto complicato da affinare: crossover seriale



In parallelo, l'impedenza diminuisce fino a valori pericolosi

combinando 16 altoparlanti uguali in questa maniera, il risultato resistivo è quello di un altoparlante solo:



si possono anche tirare tre collegamenti orizzontali tra i tre rami e cambia poco

La resistenza da 10 ohm in parallelo ai due altoparlanti in serie è inutile, si butta via la metà della potenza disponibile in calore

descriptionRe: Collegamento altoparlanti: SERIE o PARALLELO? diefferenze qualitative

more_horiz
Sempre questo mio amico che si è laureato in ingegneria elettronica mi ha detto che il collegamento in parallelo di una resistenza non diminuisce la potenza del segnale, abbassa soltanto l'impedenza. Mettiamo che al woofer da 8 ohm collego in parallelo una resitenza da 8 ohms, si dimezza l'impedenza a 4 ohm, si consuma di più e pertanto avrei un raddoppio della potenza con lo stesso voltaggio applicato ottenendo un aumento di pressione sonora di +3dB, non essendoci un altoparlante al posto della resistenza, non avrei il raddoppio della pressione sonora per via del raddoppio della superficie d'emissione.

Una cosa del genere l'ho vista nel progetto Ciare V5, un centrale con 2 woofer HW161N collegati in serie e poi collegati ad una resistenza da 15ohms in parallelo.

Il punto è che collegando in serie, ad un woofer arriva tutta la potenza e al secondo arriva una potenza minore, una cosa del genere mi ha detto, invece con il collegamento in parallelo avrei lo stesso potenziale per entrambi i woofer.

descriptionRe: Collegamento altoparlanti: SERIE o PARALLELO? diefferenze qualitative

more_horiz
@Rino88ex ha scritto:
Sempre questo mio amico che si è laureato in ingegneria elettronica mi ha detto che il collegamento in parallelo di una resistenza non diminuisce la potenza del segnale, abbassa soltanto l'impedenza. Mettiamo che al woofer da 8 ohm collego in parallelo una resitenza da 8 ohms, si dimezza l'impedenza a 4 ohm, si consuma di più e pertanto avrei un raddoppio della potenza con lo stesso voltaggio applicato ottenendo un aumento di pressione sonora di +3dB, non essendoci un altoparlante al posto della resistenza, non avrei il raddoppio della pressione sonora per via del raddoppio della superficie d'emissione.

Una cosa del genere l'ho vista nel progetto Ciare V5, un centrale con 2 woofer HW161N collegati in serie e poi collegati ad una resistenza da 15ohms in parallelo.

Il punto è che collegando in serie, ad un woofer arriva tutta la potenza e al secondo arriva una potenza minore, una cosa del genere mi ha detto, invece con il collegamento in parallelo avrei lo stesso potenziale per entrambi i woofer.


Per il moto perpetuo e la fame nel mondo ci ha già messo mano?

descriptionRe: Collegamento altoparlanti: SERIE o PARALLELO? diefferenze qualitative

more_horiz
@sportyerre ha scritto:


Per il moto perpetuo e la fame nel mondo ci ha già messo mano?


 Graduated Jumping lol

descriptionRe: Collegamento altoparlanti: SERIE o PARALLELO? diefferenze qualitative

more_horiz
@Rino88ex ha scritto:


Il punto è che collegando in serie, ad un woofer arriva tutta la potenza e al secondo arriva una potenza minore, una cosa del genere mi ha detto, invece con il collegamento in parallelo avrei lo stesso potenziale per entrambi i woofer.


Se gli altoparlanti collegati in serie hanno la stessa impedenza, ad ognuno arriva la stessa potenza.
Spero che hai capito male, se no, è grave per chi ha una laurea in elettronica. Laughing 

descriptionRe: Collegamento altoparlanti: SERIE o PARALLELO? diefferenze qualitative

more_horiz
@florin ha scritto:
@Rino88ex ha scritto:


Il punto è che collegando in serie, ad un woofer arriva tutta la potenza e al secondo arriva una potenza minore, una cosa del genere mi ha detto, invece con il collegamento in parallelo avrei lo stesso potenziale per entrambi i woofer.


Se gli altoparlanti collegati in serie hanno la stessa impedenza, ad ognuno arriva la stessa potenza.
Spero che hai capito male, se no, è grave per chi ha una laurea in elettronica. Laughing 

Ma anche per una licenza di media inferiore non è un bel curriculum  Laughing

descriptionRe: Collegamento altoparlanti: SERIE o PARALLELO? diefferenze qualitative

more_horiz
@sportyerre ha scritto:
@florin ha scritto:


Se gli altoparlanti collegati in serie hanno la stessa impedenza, ad ognuno arriva la stessa potenza.
Spero che hai capito male, se no, è grave per chi ha una laurea in elettronica. Laughing 

Ma anche per una licenza di media inferiore non è un bel curriculum  Laughing


Ma no....si è laureato al CEPU....
 Hello 

descriptionRe: Collegamento altoparlanti: SERIE o PARALLELO? diefferenze qualitative

more_horiz
@florin ha scritto:
@Rino88ex ha scritto:


Il punto è che collegando in serie, ad un woofer arriva tutta la potenza e al secondo arriva una potenza minore, una cosa del genere mi ha detto, invece con il collegamento in parallelo avrei lo stesso potenziale per entrambi i woofer.


Se gli altoparlanti collegati in serie hanno la stessa impedenza, ad ognuno arriva la stessa potenza.
Spero che hai capito male, se no, è grave per chi ha una laurea in elettronica. Laughing 


"perchè quando vai ad alimentarli cade lo stesso potenziale ai loro capi, in parallelo vuol dire "con la stessa differenza di potenziale ai capi" e "se invece li metti in serie, cade PRIMA sul primo woofer, poi ne cade un po' meno sul secondo", ecco cosa mi ha detto.

Florin???

descriptionRe: Collegamento altoparlanti: SERIE o PARALLELO? diefferenze qualitative

more_horiz
@Rino88ex ha scritto:
... se invece li metti in serie "cade PRIMA sul primo woofer,
poi ne cade un po' meno sul secondo", ecco cosa mi ha detto.

Vedi, la conoscenza delle cose si trasmette senza errori
se chi sa sa spiegare e chi non sa sa capire,
manca soprattutto la capacità di spiegare, che è ben altra
e più difficile cosa del sapere.

La tua teoria si chiama "beato l'ultimo se il primo è onesto"
ma non si applica in elettronica.
Pensa invece alle lampadine dell'Albero di Natale,
sono tutte in serie come piccoli altoparlanti e fanno tutte la stessa luce.

Pensa ad un torrente con tanti mulini in fila,
che siano 10 o siano 100 l'acqua è sempre la stessa e pari pari arriverà al mare
dopo averli fatti girare tutti.

Di energia potenziale ne rimane finché non finisce
e in elettronica l'energia non viene prodotta se non viene consumata.

descriptionRe: Collegamento altoparlanti: SERIE o PARALLELO? diefferenze qualitative

more_horiz
@Rino88ex ha scritto:
Buongiorno, mi sto un pò informando sui collegamenti degli altoparlanti ma finora non ho trovato un granché. Un amico mio che ha studiato elettronica mi ha consigliato di collegare in parallelo perché dice che ai capi arriverebbe lo stesso potenziale.

Ma alle vostre orecchie, ci sono differenze udibili tra un collegamento in serie e uno in parallelo???

Questa è una di quelle domande da un milione di dollari e... più.

Il linea teorica se i due AP sono uguali e caricati in modo uguale la tensione in arrivo si
divide in parti uguali fra di essi, la corrente in circolo si dimezza ma il livello acustico
prodotto (SPL) resta uguale.

in questo modo la sensibilità NON aumenta mentre raddoppia l'efficenza per effetto della
aumentata superfice radiante.

Il problema, nel caso di due AP operanti nello stesso volume, è che difficilmente vedranno
un carico uguale tanto meno in un box tipo quello del Kit Ciare in questione dove il
posizionamente del tubo di accordo comporta una non indifferente dissimmetrizzazione
delle condizioni di carico.

In altre parole e semplificando al massimo, possiamo pensare il W superiore caricato
"più in sospensione pneumatica" ed il suo collega "più in bass reflex".

In tale condizione i moduli di impedenza dei due woofer non saranno uguali e la condizione
teorica iniziale di equa divisione della tensione non sarà più reale.

Si verificherà che vedremo a ben determinate frequenze muoversi molto di più uno dei due
e magari ad altre frequenze a muoversi sarà il collega.

In tale condizione è del tutto sconsigliabile porre i woofer in serie perchè diverrebbero poco
gestibili sia dal crossover che dal... progettista stesso.

descriptionRe: Collegamento altoparlanti: SERIE o PARALLELO? diefferenze qualitative

more_horiz
@Fernando Micelli ha scritto:
... se i due AP sono uguali e caricati in modo uguale la tensione in arrivo
si divide in parti uguali fra di essi, la corrente in circolo si dimezza
ma il livello acustico prodotto (SPL) resta uguale,
in questo modo la sensibilità NON aumenta
mentre raddoppia l'efficenza per effetto della aumentata superfice radiante...

Puoi spiegarti meglio?

descriptionRe: Collegamento altoparlanti: SERIE o PARALLELO? diefferenze qualitative

more_horiz
@sportyerre ha scritto:

combinando 16 altoparlanti uguali in questa maniera, il risultato resistivo è quello di un altoparlante solo:



si possono anche tirare tre collegamenti orizzontali tra i tre rami e cambia poco

Assolutamente corretto. Tutti i 16 AP saranno ovviamente caricati da loro singolo volume
così che l'impedenza complessiva sarà effettivamente quella del singolo ma la sensibilità
sarà... alle stelle!

@sportyerre ha scritto:

La resistenza da 10 ohm in parallelo ai due altoparlanti in serie è inutile, si butta via la metà della potenza disponibile in calore
E' vero che "si butta via metà tensione" ma così facendo riporto la cella di filtro dei
bassi ad operare sulla impedenza di carico originale, di progetto.

Non sempre un resistore in parallelo ai woofer è deleterio, se vogliamo è inconsueto ed
logicamente dissipa sempre una quota potenza ma a volte porta insospettabili vantaggi
ed utilità che sfuggono a prima vista.

descriptionRe: Collegamento altoparlanti: SERIE o PARALLELO? diefferenze qualitative

more_horiz
@valterneri ha scritto:

Puoi spiegarti meglio?
Si, certo.
Quale parte interessa?

descriptionRe: Collegamento altoparlanti: SERIE o PARALLELO? diefferenze qualitative

more_horiz
@Fernando Micelli ha scritto:
Si, certo. Quale parte interessa?


Questa:
@Fernando Micelli ha scritto:
... se i due AP sono uguali e caricati in modo uguale la tensione in arrivo
si divide in parti uguali fra di essi, la corrente in circolo si dimezza
ma il livello acustico prodotto (SPL) resta uguale,
in questo modo la sensibilità NON aumenta
mentre raddoppia l'efficenza per effetto della aumentata superfice radiante...

descriptionRe: Collegamento altoparlanti: SERIE o PARALLELO? diefferenze qualitative

more_horiz
Intanto completo il... milione di dollari  Laughing 
@Rino88ex ha scritto:

Ma alle vostre orecchie, ci sono differenze udibili tra un collegamento in serie e uno in parallelo???
C'è stato chi ha lamentato un minore controllo e minore prontezza nel collegamento
serie e la fonte era pure autorevole.

Fatto sta che non c'è motivo tecnico per il cui si debba verificare un decadimento delle
prestazioni dello smorzamento ed, anzi, i vantaggi di minore distorsione per minore
richiesta di corrente all'ampli che ha sottolineato Sasachess ai quali io aggiungerei una
netta diminuzione dell'escursione a parità di livello prodotto ed una potenza retta quasi
quadrupla sono, detti vantaggi, innegabili.

descriptionRe: Collegamento altoparlanti: SERIE o PARALLELO? diefferenze qualitative

more_horiz
@valterneri ha scritto:

Questa:
@Fernando Micelli ha scritto:
... se i due AP sono uguali e caricati in modo uguale la tensione in arrivo
si divide in parti uguali fra di essi, la corrente in circolo si dimezza
ma il livello acustico prodotto (SPL) resta uguale,
in questo modo la sensibilità NON aumenta
mentre raddoppia l'efficenza per effetto della aumentata superfice radiante...

Si, ma la parte del carico uguale, la tensione che si dimezza, il livello acustico
invariato o il discorso di sensibilità ed efficienza?

descriptionRe: Collegamento altoparlanti: SERIE o PARALLELO? diefferenze qualitative

more_horiz
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum