T-Forum, la vera HiFi alla portata di tuttiAccedi

Benvenuto nell'unico forum in cui 11751 utenti, con i loro 818576 messaggi, hanno scelto di ascoltare con le orecchie, con il cuore e un occhio al portafoglio!

Nuovo look del T-Forum, dai un'occhiata qui.
Il T-Forum ha bisogno del tuo aiuto! Controlla se hai i requisiti necessari e proponiti.
Hai trovato uno spammer nel forum? Segnalalo subito all'amministrazione o a un moderatore!
Diamo il benvenuto ai nostri nuovi moderatori.
Chi sono i top postatori di oggi? Clicca qui per scoprirli.

Controlla qui gli argomenti attivi del giorno.


Condividi

descriptionefficenza e qualità

more_horiz
Una domanda per cercare di chiarirmi le idee da felice possessore di un Trends 10.2.

Leggo spesso il consiglio di abbinare delle casse efficenti al suddetto; 90db e oltre...

questo consiglio è solo per scongiurare una possibile resa di volume troppo bassa con casse a bassa efficenza
o a prescindere la sonorità resa da questi diffusori ad alta efficenza migliora la resa
di questa classe di amplificatori?

Mi spiego meglio...(o almeno ci provo).

Del mio vecchio impianto continuo ad usare dei diffusori Rogers LS2/a (da non confondere con
le più blasonate LS3) che come dato di targa dichiara 87db.

Ora la mia è una stanza di 29mq circa e non sento proprio la mancanza di "volume".
Ascolto a quello che per me è un bel volume pieno con potenzionemtro a ore 10/11.

Leggo che ogni 3db in più il volume raddoppia...
Quindi di aumentare/raddoppiare/triplicare l'efficenza/volume non ne sento la necessità...
è solo per capire...

insomma la domanda è questa:

a parità di volume una cassa ad alta efficenza (fatto salvo che ogni diffusore è diverso etc etc)
è da preferire ad una a bassa efficenza per questa ampli classe T?

Da come l'ho capita io l'efficenza mi restituisce solo più volume che non è detto
significhi anche migliore qualità, però volevo cercare di capire se ho ragione o meno.

Grazie dell'attenzione.

descriptionRe: efficenza e qualità

more_horiz
@cornagro ha scritto:

a parità di volume una cassa ad alta efficenza (fatto salvo che ogni diffusore è diverso etc etc)
è da preferire ad una a bassa efficenza per questa ampli classe T?


per come la vedo io se quel "a parità di volume" si riferisce in entrambi i casi ad una riproduzione indistorta (o se preferisci distorta entro i limiti previsti da un ascolto hifi) è assolutamente indifferente che efficienza abbiano i diffusori

descriptionRe: efficenza e qualità

more_horiz
In sostanza l efficenza non e' altro che la qta di db resa da un diffusore applicando una data potenza...
Pero' mi chiedo perche' questo continuo sottolineare che x Tamp meglio se abbiamo oltre 90db di eff? Io con 93db avrei il volume che mi soddisfa a ore 3 del potenziometro...
Certo se di vuole amplificare un salone di 150mq o sonorizzare una discoteca con un Trends il discorso cambia Smile

descriptionRe: efficenza e qualità

more_horiz
Generalmente con questo tipo di amplificatori sono consigliati diffusori ad alta efficienza perché con amplificatori con potenza ridotta se ne ha una riserva maggiore per la riproduzione dei salti dinamici.
Ad esempio, se ascolti ad un volume di 90 dB, con diffusori con una sensibilità di 90 dB utilizzi un watt, con diffusori da 87 dB ne utilizzi 2 di watt. Se nel pezzo che suona c'è un salto di volume (ad esempio da un pianissimo a un pieno orchestrale) di 6 dB questo richiede il quadruplo della potenza, nel primo caso si passerebbe da 1 a 4 watt, nel secondo da 2 a 8 watt, e un amplificatore capace di erogare al massimo 7 watt andrebbe necessariamente in distorsione non riuscendo ad erogare tutta la potenza richiesta.
Peggio ancora andrebbe se il salto di volume fosse maggiore.

PS: spero di non aver sbagliato i conti ma il principio dovrebbe essere corretto...  Cool 

descriptionRe: efficenza e qualità

more_horiz
@cornagro ha scritto:

Pero' mi chiedo perche' questo continuo sottolineare che x Tamp meglio se abbiamo oltre 90db di eff?


forse tu gradisci ascoltare con un volume inferiore alla media delle persone. tutto ciò dando per scontato che per avere quel volume tu non stia tirando il collo all'ampli per cui stai ascoltando clipping.... ovviamente in questo caso per avere quello stesso volume non distorto devi abbassare il volume e quindi necessiti di una maggiore efficienza delle casse. ma ripeto, se il volume che ti soddisfa lo raggiungi senza clipping e di "volume aggiuntivo" non ne hai bisogno, secondo me cambiare diffusori non giova, chiaramente sul piano della pressione acustica raggiungibile.
certo che con un trends e quelle casse fa strano che ti stia bene il volume .... però....

descriptionRe: efficenza e qualità

more_horiz
La risposta di Switter mi soddisfa.
come dicevo io ascolto un volume che per la mia stanza e il mio gusto trovo soddisfacenti non andando praticamente mai oltre ore dodici quindi non penso di essere in distorsione. Per i salti dinamici ho capito il concetto Smile certo se si ascolta Mahler (soprattutto) il discorso dinamico diventa importante.
grazie x i chiarimenti non ci penso neanche (x ora) Smile a cambiare le mie Roger che amo...
allora mi viene da chiedere a chi ha un Tamp da 10w (o meglio il Trends come nel mio caso) e i diffusori con eff > di 90db: a che "ore" e' posizionato il vs potenz quando ascoltate "seriamente"?
Grazie a tutti

descriptionRe: efficenza e qualità

more_horiz
Magari indicando approx i mq della stanza...

descriptionRe: efficenza e qualità

more_horiz
Dipende da cosa si intende per soddisfacente, se lo chiedo a mio figlio significa che i bicchieri della vetrina sono in serio pericolo.
Io con 8 W e 92 db/m di efficienza sono soddisfatto con la manopola a 10 quando vado di LP a 9 quando vado di CD, questo verso le 7 del pomeriggio con bus e metro che passano sotto casa ogni 10 minuti e la innata e irrefrenabile festività rumorosa del popolo partenopeo in una stanza da 4x5 circa. Verso le 10 (esclusi i sabati) vado bene anche con la manopola a ore 8/7.

P.S. per inciso io ho un potenziometro logaritmico da 100K
P.P.S. l'otorino ha detto che ci sento bene

descriptionRe: efficenza e qualità

more_horiz
Effettivamente è tutto relativo...
Il volume che ci "soddisfa" in effetti varia in base all'ora di ascolto e direi anche in base
al genere musicale che si ascolta.

Ascoltare gli AC/DC a volume soddisfacente richiede qualche watt in più
che ascoltare i notturni di Chopin a volume soddisfacente.

Io a casa ascolto (quasi) sempre musica "da camera" (in senso lato).
Formazioni ridotte jazz/acustica/classica.
Non perchè non possa ascoltare altri genere ma perchè quella è la musica che piace a me e quindi mi sono allestito un impianto (in base alle mie possibilità economiche) che mi soddisfi per quel tipo di ascolto.

Ogni tanto ascolto anche del rock elettrico e della musica sinfonica e li onestamente
non sono altrettanto soddiffatto rispetto all'ascolto della mia musica "da camera".
Questo ce l'ho ben chiaro!

Cool 

 Smile 

descriptionRe: efficenza e qualità

more_horiz
Guarda, in linea di massima ti confermo che con 7/8 w di qualita' comunque diffusori da almeno 90 DB/m sono consigliabili. Ora come ti e' stato gia' detto cio' non significa che al di sotto di tale soglia non si sentano bene tuttavia non potrai pretendere delle buone pressioni sonore, il fatto e' fisico.

descriptionRe: efficenza e qualità

more_horiz
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum