T-Forum, la vera HiFi alla portata di tuttiAccedi

Benvenuto nell'unico forum in cui 11751 utenti, con i loro 818596 messaggi, hanno scelto di ascoltare con le orecchie, con il cuore e un occhio al portafoglio!

Nuovo look del T-Forum, dai un'occhiata qui.
Il T-Forum ha bisogno del tuo aiuto! Controlla se hai i requisiti necessari e proponiti.
Hai trovato uno spammer nel forum? Segnalalo subito all'amministrazione o a un moderatore!
Diamo il benvenuto ai nostri nuovi moderatori.
Chi sono i top postatori di oggi? Clicca qui per scoprirli.

Controlla qui gli argomenti attivi del giorno.


Cavi di alimentazione unknow.

Condividi

descriptionRe: Cavi di alimentazione unknow.

more_horiz
http://www.clonesaudio.com/#!amp/clj5

descriptionRe: Cavi di alimentazione unknow.

more_horiz
Che vuoi farci... Giovanni ha l'orecchio oramai modificato geneticamente dall'ascolto del suo sabre, tutto il resto gli sembra nasale Laughing

Stiamo sintonizzati sulresto...

@flovato ha scritto:
Lol eyes shut  Lol eyes shut  Lol eyes shut 

Non sto nella pelle... Giovanni ha massacrato il mio impianto.
Nasale, sordo, gli sembra di sentire una radiolina mono.

 lol! 

Spotify non ne parliamo, per lui ha schifezza inascoltabile.

Invece a me le delizie che ha portato piacciono un sacco.
Primo finale CloneAudio costo circa 400 euro 25 watt.

I T se li mangia tutti, rispetto al mio Marantz perde un po in controllo ma per il resto va pure meglio, medie avanti godibilissime, musicalità eccelsa.
Prezzo prestazioni veramente notevole.

Tra un po mettiamo su il NAIM... Stay Tunes.

descriptionRe: Cavi di alimentazione unknow.

more_horiz
@robertopisa ha scritto:
Che vuoi farci... Giovanni ha l'orecchio oramai modificato geneticamente dall'ascolto del suo sabre, tutto il resto gli sembra nasale Laughing

Stiamo sintonizzati sulresto...



Giovanni è un grande intenditore e molte delle sue critiche sono oggettive, il problema è che senza budget sono già stato bravo a far suonare il tutto in modo decente.  Smile 

Cmq è appena partito e come sempre mi ha omaggiato di varie ed eventuali... come sempre un signore.  Ok 

È stata una giornata intensa e piena di attacca/stacca.
Mi ha confermato la bontà di uno dei due cavi stranamente inserito nel pre, l'altro è sempre rimasto connesso quindi non è stato possibile valutare nulla.

Riordino le idee e poi scrivo qualche altra impressione.

 Wink

descriptionRe: Cavi di alimentazione unknow.

more_horiz
@valvolas ha scritto:
Certo che col pre suonano peggio e suoneranno peggio con qualsiasi cosa NON sia digitale,e ti spiego dove sta il trucco quei cavi sono fatti x le sorgenti digitali ed i dac in realta' non apportano nulla se non il fare da filtro sia in ingresso che nei ''ritorni'' in pratica le apparecchiature digitali acquisiscono e il piu delle volte rendono sulla rete un sacco di porcherie che si ripercuotono sul resto della catena.Quando tu arresti (con cosa lo devi chiedere al costruttore ma c'e' solo l'imbarazzo della scelta nella componentistica passiva) queste emi/spurie (chiamale come vuoi tu) il suono resta asciutto non si mescola al resto,E' quello che otterresti mettendo un separatore 1:1 sulle sorgenti,ambedue le soluzioni :cavi di ''arresto'' (passatemi il termine) e separatori NON vanno bene sugli stadi di linea nel senso che strizzano il suono,ma sulle sorgenti digitali fanno bene o male il loro sporco lavoro


Ho dato per scontato che foste a conoscenza del mio condizionatore di rete by Sonic.
Quello è sempre attivo nelle sorgenti digitali.

descriptionRe: Cavi di alimentazione unknow.

more_horiz
I separatori servono a mantenere un isolamento galvanico tra la rete di casa e l'utilizzatore intressato,se tu gia' hai 1:1 quello di ciro mi pare di avere capito,l'unica parte ''scoperta'' potrebbe essere la vicinanza fisica tra i vari cavi di alimentazione anche perche' questi stanno ''dopo'' il separatore e li' il trafo gia' non interviene piu,sarebbe meglio nn siano mai adiacenti tra loro quelli di sorgente e quelli di linea e a maggior ragione quelli di segnale che devono stare alla larga il piu possibile dal resto del mondo,cambiando anche i cavi potresti avere tolto anche questa fonte di disturbo,tieni presente che sono idee di massima,io ho ambedue le cose;mi ero fatto i cavi per le sorgenti anni fa, poi ho recuperato un 1:1 e le sorgenti le ho messe sotto tutte a questo.Il mio problerma principale era il pc x la liquida che mandava in giro di tutto,il lettore dvd sta sotto anche lui al separatore,sul tuner analogico ho fatto qlc prova ma mi sono fatto convinto che stia meglio sotto la rete ''non filtrata'' insieme agli stadi di linea

descriptionRe: Cavi di alimentazione unknow.

more_horiz
Scherzavo un po', in effetti Giovanni ha sempre portato cose interessanti ai meeting. Non pensavo che un finale Naim avesse così successo, mi ero fatto l'idea che i prodotti Naim, seppur buoni, fosse molto sopravvalutati come prezzo.

@flovato ha scritto:

Giovanni è un grande intenditore e molte delle sue critiche sono oggettive, il problema è che senza budget sono già stato bravo a far suonare il tutto in modo decente.  Smile 

descriptionRe: Cavi di alimentazione unknow.

more_horiz
Sembra che il condizionatore di rete faccia miracoli sulle elettroniche digitali Smile

descriptionRe: Cavi di alimentazione unknow.

more_horiz
@valvolas ha scritto:
I separatori servono a mantenere un isolamento galvanico tra la rete di casa e l'utilizzatore intressato,se tu gia' hai 1:1 quello di ciro mi pare di avere capito,l'unica parte ''scoperta'' potrebbe essere la vicinanza fisica tra i vari cavi di alimentazione anche perche' questi stanno ''dopo'' il separatore e li' il trafo gia' non interviene piu,sarebbe meglio nn siano mai adiacenti tra loro quelli di sorgente e quelli di linea e a maggior ragione quelli di segnale che devono stare alla larga il piu possibile dal resto del mondo,cambiando anche i cavi potresti avere tolto anche questa fonte di disturbo,tieni presente che sono idee di massima,io ho ambedue le cose;mi ero fatto i cavi per le sorgenti anni fa, poi ho recuperato un 1:1 e le sorgenti le ho messe sotto tutte a questo.Il mio problerma principale era il pc x la liquida che mandava in giro di tutto,il lettore dvd sta sotto anche lui al separatore,sul tuner analogico ho fatto qlc prova ma mi sono fatto convinto che stia meglio sotto la rete ''non filtrata'' insieme agli stadi di linea


Ottime testimonianze, ho in mente di far venire a casa mia il titolare di Faber Cavi che ho incontrato al Gran Galà e si era reso disponibile... sentiremo in ogni caso l'entusiasmo è un po calato per via del prezzo... prenderò un po di tempo per valutare varie soluzioni. Giovanni ha comunque confermato che ci sono variazioni notevoli tra cavo e cavo.

descriptionRe: Cavi di alimentazione unknow.

more_horiz
@robertopisa ha scritto:
Non pensavo che un finale Naim avesse così successo, mi ero fatto l'idea che i prodotti Naim, seppur buoni, fosse molto sopravvalutati come prezzo.


Premetto che NAIM mi sta sulle balle per via dei connettori dei diffusori che mi costringono ad usare le spade ma cmq suona molto musicale.
Il mio top resta sempre la classe A ma cmq ci si può accontentare.
Il controllo in basso è sufficiente per controllare la gran parte dei diffusori, medie gradevolissime, dettaglio come dev'essere e cioè non maniacale.
Ampli che si fa ascoltare con gran piacere.

descriptionRe: Cavi di alimentazione unknow.

more_horiz
@flovato ha scritto:
@valvolas ha scritto:
I separatori servono a mantenere un isolamento galvanico tra la rete di casa e l'utilizzatore intressato,se tu gia' hai 1:1 quello di ciro mi pare di avere capito,l'unica parte ''scoperta'' potrebbe essere la vicinanza fisica tra i vari cavi di alimentazione anche perche' questi stanno ''dopo'' il separatore e li' il trafo gia' non interviene piu,sarebbe meglio nn siano mai adiacenti tra loro quelli di sorgente e quelli di linea e a maggior ragione quelli di segnale che devono stare alla larga il piu possibile dal resto del mondo,cambiando anche i cavi potresti avere tolto anche questa fonte di disturbo,tieni presente che sono idee di massima,io ho ambedue le cose;mi ero fatto i cavi per le sorgenti anni fa, poi ho recuperato un 1:1 e le sorgenti le ho messe sotto tutte a questo.Il mio problerma principale era il pc x la liquida che mandava in giro di tutto,il lettore dvd sta sotto anche lui al separatore,sul tuner analogico ho fatto qlc prova ma mi sono fatto convinto che stia meglio sotto la rete ''non filtrata'' insieme agli stadi di linea


Ottime testimonianze, ho in mente di far venire a casa mia il titolare di Faber Cavi che ho incontrato al Gran Galà e si era reso disponibile... sentiremo in ogni caso l'entusiasmo è un po calato per via del prezzo... prenderò un po di tempo per valutare varie soluzioni. Giovanni ha comunque confermato che ci sono variazioni notevoli tra cavo e cavo.


Le differenze stanno su quanto quei cavi filtrano i ritorni dalle sorgenti,di massima dovresti avere buoni risultati se continui ad usare il condizionatore schermi e adegui i cavi alimentazione delle sorgenti avendo cura di distanziarli dagli altri (ci sono dei fascettatori a spirale a poco prezzo e trasparenti) e con particolare riferimento a quelli segnali che mi auguro siano schermati,tendenzialmente non sono mai favorevole come cavi segnali agli smaltati da avvolgimenti infilati in una cannuccia di plastica riempita di borotalco/olio,non tanto perche' dubito della loro resa all'ascolto,quanto perche' ormai le alimentazioni swicthing e tutte le AF che girano difficilmente lasceranno senza rogne il percorso segnale.poi questo genere di cose hanno parecchie variabili a partire dalla catena al posizionamento a quanto l'ambiente è o meno irradiato e come.Il mio vicino ad esempio vive nel wifi probabilmente ha anche la corda dello scarico dell'acqua del cesso comandata da wifi,l'altro giorno ho dovuto fissargli il canale del modem perche' ormai nel casino del suo ambiente il suo pc arrancava in giro per i canali cercando l'handshake.Il suo muro confina col mio figurati se non schermassi i cavi segnali,l'alternativa sarebbe il cannone elettronico da sparargli sulle elettroniche e se qualcuno pensa che scherzo conosco qualcuno che esasperato da una discoteca adiacente lo ha fatto davvero.....
ps ah il cannone elettronico funzionava (fin troppo bene  Hehe )

descriptionRe: Cavi di alimentazione unknow.

more_horiz
è stato un piacere passare qualche ora in compagnia di Fabio  Kiss
sono d'accordo con lui, il Naim è stato una conferma, per solidità e controllo, oltre ad un buona musicalità, conferma che il suo nome è una garanzia.
Poi, ovviamente, stiamo parlando del entry level... Rolling Eyes 
Io, invece sono rimasto "emozionato" dal Clone Audio, un piccolo ampli di grandissima musicalità, magari (sicuramente) non controllatissimo, ma "gustoso" veramente un bel suono.

Ma erano i cavi quello che cercava Fabio
abbiamo inserito gli ormai vecchi  Tellurum Black che hanno "sistemato" l'impianto, Naim o CloneAudio, non ha fatto differenza.

Tutto questo, pero, dopo che è stato sostituito un cavo che alimentava il buon vecchio pre CJ.
Perché appena arrivato, dopo "baci e abbracci", Fabio mi esortava ad ascoltare Spotify come la "nuova rivoluzione".... beh dopo il primo ascolto mi stavo prendendo su per andare.... veramente una cosa.... Laughing 
sto estremizzando ma il suono era chiuso intubato senza spessore (è difficile anche da spiegare  Laughing )
Cambiato cavo che alimentava il pre con quello tipo "canna gas" e le cose sono diventate nitide, aperte con i giusto contorni.  Ok 
L'altro lo abbiamo lasciato dov'era, sul dac, e li è rimasto.

A conferma....  Twisted Evil

descriptionRe: Cavi di alimentazione unknow.

more_horiz
Giovanni non hai mai scritto così tanto... che succede ?  Laughing 
Scherzo, è un piacere leggerti, ora tocca a me venire a trovarti.

A presto.  Wink 

descriptionRe: Cavi di alimentazione unknow.

more_horiz
@flovato ha scritto:
@Albert^ONE ha scritto:
Aspetto con ansia i commenti e le foto!  Smile 


I Tellurium hanno massacrato i miei Audioquest... ma c'era da immaginarselo.
Nantra musica, tutto più equilibrato niente musica sparata in faccia.

Foto... arrivano più tardi... dopo il caffè.  Wink


Ciao ragazzi, mi inserisco perchè i tellurium che ho in prova (30 giorni di tempo per renderli presi da Playstereo) stanno per fare la via del ritorno a Pescara.
Infatti mentre con la versione 1.0 del mio impianto andavano alla grande, ora con ampli più potente e casse più avare ho avuto la dimostrazione che "le dimensioni contano", infatti dei ben più economici viablue (ma disezione molto più ampia, dovrebbero essere degli 8 awg se non sbaglio) hanno avuto la meglio sui tellurium.
Intendiamoci... non che vadano male ma comunque i viablue si sono fatti valere di più soprattutto per una gamma bassa più estesa e per una maggiore pulizia in generale.
E si che proprio la sensazione di pulizia e precisione unita ad una gamma bassa notevole erano gli aspetti che mi piacevano di più nei tellurium con le casse e l'ampli precedente.
Insomma come sempre le sinergie fanno la differenza ma non va nemmeno dimenticato l'aspetto sezione (anche se nella maggior parte dei casi un 12awg può essere sufficiente).
Mi sono riletto una pagina che avevo già visto tempo fa http://mariobon.com/Articoli/scegliere_il_cavo.htm che spiega che possono essere necessarie "sezioni" più grandi.

descriptionRe: Cavi di alimentazione unknow.

more_horiz
@grunter ha scritto:
... infatti dei ben più economici viablue (ma disezione molto più ampia, dovrebbero essere degli 8 awg se non sbaglio) hanno avuto la meglio sui tellurium.


Anche Giovanni mi ha riferito la stessa cosa, questi viablue vanno provati urgentemente.
È sempre bello leggerti Fede, ci vediamo live presto.  Hello

descriptionRe: Cavi di alimentazione unknow.

more_horiz
@grunter ha scritto:

Mi sono riletto una pagina che avevo già visto tempo fa http://mariobon.com/Articoli/scegliere_il_cavo.htm che spiega che possono essere necessarie "sezioni" più grandi.


Ho dato una letta veloce al link che hai messo e guarda cosa scrivono:

<<La miglior teminazione è il cavo spellato (senza banane e senza forcelle).>>

È una vita che le mie orecchie me lo dicono e mo me tocca pure leggerlo.  Laughing 

descriptionRe: Cavi di alimentazione unknow.

more_horiz
@flovato ha scritto:
@grunter ha scritto:
... infatti dei ben più economici viablue (ma disezione molto più ampia, dovrebbero essere degli 8 awg se non sbaglio) hanno avuto la meglio sui tellurium.


Anche Giovanni mi ha riferito la stessa cosa, questi viablue vanno provati urgentemente.
È sempre bello leggerti Fede, ci vediamo live presto.  Hello


In questo momento sto godendo alla grande... ho qui un oggettino progrettato in canada ma di provenienza Padova che mi sta facendo aprire le orecchie più che posso... che roba...
stavo giusto riflettendo che purtroppo gli apparati più costosi sono il più delle volte anche quelli che suonano meglio, eccome... dunque purtroppo l'utopia della classe T che fa ascoltare bene come se spendessimo tanti soldi in più è come continuare a credere a Babbo Natale... come mi dispiace.... magari fosse vera  Sad Sad Sad Mad

descriptionRe: Cavi di alimentazione unknow.

more_horiz
@flovato ha scritto:
@grunter ha scritto:

Mi sono riletto una pagina che avevo già visto tempo fa http://mariobon.com/Articoli/scegliere_il_cavo.htm che spiega che possono essere necessarie "sezioni" più grandi.


Ho dato una letta veloce al link che hai messo e guarda cosa scrivono:

<<La miglior teminazione è il cavo spellato (senza banane e senza forcelle).>>

È una vita che le mie orecchie me lo dicono e mo me tocca pure leggerlo.  Laughing 


Infatti per contenere i costi l'ho preso così.
Su audiophonics viene poco più di 13€ al metro... solo che devo imparare a spellare il cavo e giuntare insieme a manina i cavi 2 a 2 quelli opposti (e si che sono imbranato... mi sa che mi faccio aiutare dalla moglie).

descriptionRe: Cavi di alimentazione unknow.

more_horiz
@grunter ha scritto:
@flovato ha scritto:


Anche Giovanni mi ha riferito la stessa cosa, questi viablue vanno provati urgentemente.
È sempre bello leggerti Fede, ci vediamo live presto.  Hello


In questo momento sto godendo alla grande... ho qui un oggettino progrettato in canada ma di provenienza Padova che mi sta facendo aprire le orecchie più che posso


Resonessence Labs?

descriptionRe: Cavi di alimentazione unknow.

more_horiz
@grunter ha scritto:


In questo momento sto godendo alla grande... ho qui un oggettino progrettato in canada ma di provenienza Padova che mi sta facendo aprire le orecchie più che posso




Secondo me ci sono amp che suonano meglio dei bryston e costano meno... Smile

descriptionRe: Cavi di alimentazione unknow.

more_horiz
E no... non ci siete... non si tratta di Bryston e nemmeno di Resonessence Labs.
Il Bryston ce l'ho come pre.
Questo è un dac in prestito che è mostruoso.

descriptionRe: Cavi di alimentazione unknow.

more_horiz
@grunter ha scritto:
E no... non ci siete... non si tratta di Bryston e nemmeno di Resonessence Labs.
Il Bryston ce l'ho come pre.
Questo è un dac in prestito che è mostruoso.


Da Padova ?
Sarà mica roba di Marco ?
Se è il suo ovvio che suona uno spettacolo.  Smile 

PS: Sui cavi sopra ho fatto confusione, Gio parlava di cavi BlueJeans e non ViaBlue.

descriptionRe: Cavi di alimentazione unknow.

more_horiz
@Matteo-
Tanto per farti un esempio il mio Lynx Hilo ha un basso impastato e confuso rispetto a questo dac.... il che è tutto dire.

descriptionRe: Cavi di alimentazione unknow.

more_horiz
@grunter ha scritto:
@Matteo-
Tanto per farti un esempio il mio Lynx Hilo ha un basso impastato e confuso rispetto a questo dac.... il che è tutto dire.


Se è quello che penso costa troppo indipendentemente da come suona  Laughing 
Comunque i canadesi si difendono bene, il Concero HD è notevole.

descriptionRe: Cavi di alimentazione unknow.

more_horiz
Letta la descrizione anche per me è quello di Marco: il miglior Dac da me mai sentito.

descriptionRe: Cavi di alimentazione unknow.

more_horiz
Come mai questo alone di mistero?
Non potete dirci di che dac si tratta?

descriptionRe: Cavi di alimentazione unknow.

more_horiz
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum