T-Forum, la vera HiFi alla portata di tuttiAccedi

Benvenuto nell'unico forum in cui 11777 utenti, con i loro 820086 messaggi, hanno scelto di ascoltare con le orecchie, con il cuore e un occhio al portafoglio!

Nuovo look del T-Forum, dai un'occhiata qui.
Il T-Forum ha bisogno del tuo aiuto! Controlla se hai i requisiti necessari e proponiti.
Hai trovato uno spammer nel forum? Segnalalo subito all'amministrazione o a un moderatore!
Diamo il benvenuto ai nostri nuovi moderatori.
Chi sono i top postatori di oggi? Clicca qui per scoprirli.

Controlla qui gli argomenti attivi del giorno.


Condividi

descriptionVinili: conversione analogica-digitale

more_horiz
C'è qualcuno che ha un buon metodo per rippare i vinili?
Premessa: a chi si chiede perché lo faccio, rispondo che non è per ascoltarli con l'impianto principale, ma negli altri impianti che sono privi di giradischi.
Attualmente sto usando il Project Phonobox usb, che è un pre-phono corredato anche di uscita usb. I risultati sono solo discreti e vorrei provare a migliorarli.
In effetti in Project ha un convertitore che esce a soli 16 bit/32,44.1,48 KHz.
Come pc uso un portatile.
Grazie!
study 

descriptionRe: Vinili: conversione analogica-digitale

more_horiz
@p.cristallini ha scritto:
C'è qualcuno che ha un buon metodo per rippare i vinili?
Premessa: a chi si chiede perché lo faccio, rispondo che non è per ascoltarli con l'impianto principale, ma negli altri impianti che sono privi di giradischi.
Attualmente sto usando il Project Phonobox usb, che è un pre-phono corredato anche di uscita usb. I risultati sono solo discreti e vorrei provare a migliorarli.
In effetti in Project ha un convertitore che esce a soli 16 bit/32,44.1,48 KHz.
Come pc uso un portatile.
Grazie!
study 

Perchè sei così sulla difensiva? Prima o poi penso che la mia (piccola) collezione di vinili finirà rippata esattamente come è finita quella in cd. Ma finchè non avrò terminato (iniziato) le modifiche al giradischi ho fatto solo prove.
Comunque per ora ho usato una Emu 1616 pcmcia, impostata a 96/24, ed ho registrato il file direttamente da audacity, purtroppo solo da xp perchè su linux la scheda in questione è supportata solo a 48 KHz.

Lo straccio di editing l'ho sempre fatto da audacity, in pratica mi sono limitato a tagliare l'atterraggio della puntina ad inizio disco, ed il tac-tac-tac finale delle volte in cui mi distraggo a fine disco e non stoppo la registrazione subito.


Mi sono anche divertito a levare qualche click, ovviamente a mano, non sembra male, essendo pigro in modo disumano, non mi passa neanche per la testa di editare i singoli brani, gli LP sono 2 pezzi di musica, lato A e lato B, così come non ho mai interrotto i miei LP tra un brano e l'altro, mi racconto che va bene così anche in versione "liquida" Hehe Hehe Hehe 

per me rimane sempre un bell'ascoltare, anzi, lascerei anche l'atterraggio della puntina, non mi dà nessun fastidio, vuoi mettere sentirlo mentre sei in macchina? Cool 

descriptionRe: Vinili: conversione analogica-digitale

more_horiz
piccolo OT ma neanche troppo
...ma non è legale scaricare la versione rippata, magari da cd in flac, avendo l'originale in vinile?
risulterebbe essere una copia d'uso di un titolo di cui ho l'originale...
quindi legittimo

o no?

descriptionRe: Vinili: conversione analogica-digitale

more_horiz
Grazie per la dritta della scheda Emu, però è un po' cara...!
Sulla legalità o meno dello scaricare da internet non ne ho idea, però io vorrei rippare i vinili in un formato superiore a quello dei cd, ossia almeno 24 bit/96 Khz.

descriptionRe: Vinili: conversione analogica-digitale

more_horiz
@p.cristallini ha scritto:
Grazie per la dritta della scheda Emu, però è un po' cara...!
Sulla legalità o meno dello scaricare da internet non ne ho idea, però io vorrei rippare i vinili in un formato superiore a quello dei cd, ossia almeno 24 bit/96 Khz.
Nuova è improponibile, l'ho vista a 380 €, e non ha senso, anche perchè è obsoleta e non più supportata da Emu, io l'ho trovata usata sulla baia a circa 120 € quasi tre anni fa, c'è di meglio, ma a quel prezzo mi pare una buona scheda.
Se cerchi sul mercatino musicale e simili, ho visto delle Emu 1820 e 1616 a cifre simili (intorno ai 100€), l'ingresso phono della EMu non lo uso comunque, perchè tra quelli (tutti entry level ) che ho in casa preferisco la sezione phono del Cyrus Two.

P.S. Scusa ma vedo che in firma hai il Lehmann, non hai un DAC con un ingresso linea?

descriptionRe: Vinili: conversione analogica-digitale

more_horiz
Non trovo le EMU!
In compenso rovistando in internet ho trovato questa:
http://www.terratec.net/en/products/Phono_PreAmp_iVinyl_2064.html
la si compra a 89 euro, converte a 24/96, accetta sia segnale del gira che segnali a livello linea; però ha anche lo stadio pre-phono, che ovviamente a me non serve ma lo dovrei pagare.
Qualcuno conosce questa Terratec?

descriptionRe: Vinili: conversione analogica-digitale

more_horiz
@fritznet ha scritto:
....così come non ho mai interrotto i miei LP tra un brano e l'altro, mi racconto che va bene così anche in versione "liquida" ..... 


Scusa se mi intrometto.... ma nel caso ti venisse voglia di farlo "ex-post", è sufficiente scrivere un file .cue, elencando i vari brani e la loro durata, poi lo dai in pasto a qualche programma apposito (eg XLD su MAC) è ti generi i tuoi brani spezzati....

Non so se hai mai ascoltato "Lovesexy" di Prince, dove i brani sono volutamente uniti tra loro (anche sul CD).... appena rippato in FLAC la prima cosa che ho fatto è stato "spezzarlo", in barba a Prince....

Per quanto riguarda la scheda per rippare, io stavo invece meditando su questa ESI:

http://www.esi-audio.com/products/u24xl/

descriptionRe: Vinili: conversione analogica-digitale

more_horiz
http://www.creative.com/emu/products/product.aspx?pid=20347

http://www.justmusic.de/en-gb/153891/0204-usb.html

Very Happy 

descriptionRe: Vinili: conversione analogica-digitale

more_horiz
@fritznet ha scritto:
non hai un DAC con un ingresso linea?
potresti citarmi i dac con tale opzione mi sto guardando attorno e questa funzione mi sarebbe utile anche se credo che prenderò una scheda audio estrerna usb (per la musica che ho intenzione rimettermi a suonare ) però mi piacerebbe che accettasse anche i coaxial e le schede audio esterne di solito ce l'hanno

descriptionRe: Vinili: conversione analogica-digitale

more_horiz
@gaeo ha scritto:
@fritznet ha scritto:
non hai un DAC con un ingresso linea?
potresti citarmi i dac con tale opzione mi sto guardando attorno e questa funzione mi sarebbe utile anche se credo che prenderò una scheda audio estrerna usb (per la musica che ho intenzione rimettermi a suonare ) però mi piacerebbe che accettasse anche i coaxial e le schede audio esterne di solito ce l'hanno

DAC in quanto tali non ce ne sono mi sa, ogni tanto mi dimentico che una scheda audio è un DAC e un ADC, ma un DAC è solo un DAC Very Happy 
Le confondo perchè considero (e uso) le mie schede come DAC.
Una buona scheda esterna?
Io non ho grande esperienza su come suonano, ne ho usate solo tre, due M-audio e la Emu.
Ho visto chiedere 100€ per una Emu 1818, mi sono trattenuto Very Happy 
Pare che la Focusrite Scarlett usb vada bene in relazione al costo, ce l'ha Marco Ravich qui sul forum.

Se avessi un budget consistente credo che andrei su una RME, anche se mi incuriosiscono le TC Electronic, ne ho letto molto bene in giro, mi sembra che ce l'abbia Solomon.

Mi sembra di aver letto su BAW tempo fa che Lincetto, a chi gli chiedeva quale era il minimo di scheda audio per iniziare a fare registrazioni di qualità in ambito home, consigliasse di non usare nulla meno di una MOTU, che però non hanno supporto in linux, quindi anche quelle che diventano abbordabili usate le ho lasciato perdere Very Happy 

descriptionRe: Vinili: conversione analogica-digitale

more_horiz
io ho un sony ps-j20 preamplificato collegato ad un imac... porto dentro il suono con cdspindoctor a 96hz/32bit, una volta salvato apro adobe audition con cui eseguo il declikker e declipper e dove opportuno agisco manualmente zoommando il punto incriminato e taglio... una volta fatto questo salvo tutto a 48hz/32bit e rifaccio il declikker e declipper... per poi salvare a 44hz/16bit... l'unica cosa che non trovo in rete è come rendere il suono leggermente più chiaro... ma ho notato che io ascolto la musica con l'equalizzatore di itunes spento e forse è per questo che sento la musica leggermente meno "pulita"

ovviamente quando rippo una canzone da un lp o un 12'' mix (rigorosamente singolarmente) lascio fare al programma il livello di registrazione solo così alla fine dell'opera non ho tagli sulle frequenze... o non rientrare nella lodoss war... di cui ho letto qualcosa in questo bel forum, ma che devo ancora capire bene come funziona il sito DR Database...

descriptionRe: Vinili: conversione analogica-digitale

more_horiz
@azzurro ha scritto:
io ho un sony ps-j20 preamplificato collegato ad un imac... porto dentro il suono con cdspindoctor a 96hz/32bit, una volta salvato apro adobe audition con cui eseguo il declikker e declipper e dove opportuno agisco manualmente zoommando il punto incriminato e taglio... una volta fatto questo salvo tutto a 48hz/32bit e rifaccio il declikker e declipper... per poi salvare a 44hz/16bit... l'unica cosa che non trovo in rete è come rendere il suono leggermente più chiaro... ma ho notato che io ascolto la musica con l'equalizzatore di itunes spento e forse è per questo che sento la musica leggermente meno "pulita"

ovviamente quando rippo una canzone da un lp o un 12'' mix (rigorosamente singolarmente) lascio fare al programma il livello di registrazione solo così alla fine dell'opera non ho tagli sulle frequenze... o non rientrare nella lodoss war... di cui ho letto qualcosa in questo bel forum, ma che devo ancora capire bene come funziona il sito DR Database...



Scusa ma non ti viene il dubbio che dopo due passate di declicker e declipper, una conversione A/D, e due ricampionamenti, il segnale musicale ne soffra un pò?

E poi: il declipper cosa lo usi a fare se il livello lo imposta il programma?
O non funziona il programma (e allora usa altro) oppure fai girare un filtro dinamico che non serve a nient'altro che a perdere tempo e cicli di processore, anzi se è proprio fatto male potrebbe anche incidere sulla dinamica dei brani.

Inoltre se alla fine usi un file 44/16, che senso ha che prima campioni a 96/32?
Tanto vale che converti subito a 44/16 e morta lì.
Anche il passaggio "lascio fare al prog. il livello di reg. solo così non ho tagli sulle frequenze" non mi è chiaro per niente.

In questo caso potrei essere d'accordo se arriva qualcuno e ti dice "non fai prima a prenderti i CD?"   Hehe Hehe Hehe

descriptionRe: Vinili: conversione analogica-digitale

more_horiz
@fritznet ha scritto:


Scusa ma non ti viene il dubbio che dopo due passate di declicker e declipper, una conversione A/D, e due ricampionamenti, il segnale musicale ne soffra un pò?

E poi: il declipper cosa lo usi a fare se il livello lo imposta il programma?
O non funziona il programma (e allora usa altro) oppure fai girare un filtro dinamico che non serve a nient'altro che a perdere tempo e cicli di processore, anzi se è proprio fatto male potrebbe anche incidere sulla dinamica dei brani.

Inoltre se alla fine usi un file 44/16, che senso ha che prima campioni a 96/32?
Tanto vale che converti subito a 44/16 e morta lì.
Anche il passaggio "lascio fare al prog. il livello di reg. solo così non ho tagli sulle frequenze" non mi è chiaro per niente.

In questo caso potrei essere d'accordo se arriva qualcuno e ti dice "non fai prima a prenderti i CD?"   Hehe Hehe Hehe


rispondo in ordine... non essendo appunto un esperto e non trovando nessuno che mi dica che sbaglio spiegandomi il perchè facendo così potrei rovinare il segnale audio è ovvio che continuo sulla mia strada... ed ecco perchè sono qui eheheh

declipper: ho visto su un sito dove fa eccellenti rip che usava questo "filtro" e avendo lo stesso programma ovviamente l'ho fatto anch'io (forse nella speranza di avere lo stesso suono, ma ahimè è impossibile visto i 2 impianti)

importo a 96/32 appunto per fare le modifiche di cui ti ho scritto declipper e declikker così per arrivare al 44/16 sempre con il suono perfetto (ovviamente questo fino a quando nessuno mi spiega perchè non va bene purtroppo vado per tentativi...)

una volta registravo facendo arrivare i led nei punti più alti nei pallini rossi... ma mi hanno fatto notare che le frequenze risultavano tutte tagliate, mentre se lo fa il programma sta dentro alla curva RIAA (ora non saprei spiegati di più...) ... allegherò degli screenshoot... così per farti capire cosa intendo... che magari è una cosa sbagliata...

mah ho anche i cd visto che colleziono... ma ultimamente il suo del cd è troppo alto e non mi piace, soprattutto se mi capita di ascoltare la musica a letto con le cuffie...

descriptionRe: Vinili: conversione analogica-digitale

more_horiz
ho aperto un nuovo messaggio perchè quello precedente non me lo fa modificare... allego qui gli screenshot di cui parlavo prima... mi spiace ma non posso perchè sono un nuovo membro... e neanche per messaggi privati... una restrizione abbastanza ristretta eheheh

descriptionRe: Vinili: conversione analogica-digitale

more_horiz
@azzurro ha scritto:


rispondo in ordine... non essendo appunto un esperto e non trovando nessuno che mi dica che sbaglio spiegandomi il perchè facendo così potrei rovinare il segnale audio è ovvio che continuo sulla mia strada... ed ecco perchè sono qui eheheh

declipper: ho visto su un sito dove fa eccellenti rip che usava questo "filtro" e avendo lo stesso programma ovviamente l'ho fatto anch'io (forse nella speranza di avere lo stesso suono, ma ahimè è impossibile visto i 2 impianti)

importo a 96/32 appunto per fare le modifiche di cui ti ho scritto declipper e declikker così per arrivare al 44/16 sempre con il suono perfetto (ovviamente questo fino a quando nessuno mi spiega perchè non va bene purtroppo vado per tentativi...)

una volta registravo facendo arrivare i led nei punti più alti nei pallini rossi... ma mi hanno fatto notare che le frequenze risultavano tutte tagliate, mentre se lo fa il programma sta dentro alla curva RIAA (ora non saprei spiegati di più...) ... allegherò degli screenshoot... così per farti capire cosa intendo... che magari è una cosa sbagliata...

mah ho anche i cd visto che colleziono... ma ultimamente il suo del cd è troppo alto e non mi piace, soprattutto se mi capita di ascoltare la musica a letto con le cuffie...

descriptionRe: Vinili: conversione analogica-digitale

more_horiz
@azzurro ha scritto:
ho aperto un nuovo messaggio perchè quello precedente non me lo fa modificare... allego qui gli screenshot di cui parlavo prima... mi spiace ma non posso perchè sono un nuovo membro... e neanche per messaggi privati... una restrizione abbastanza ristretta eheheh


Avevo scritto una risposta lunghissima ed è sparita  Crying or Very sad 

In sintesi: il declipper agisce quando c'è una porzione di segnale troppo ampia rispetto alla accettazione dell'ingresso e quindi va in saturazione (che in digitale è molto fastidiosa), se i volumi di registrazione sono corretti, non c'è clipping, quindi il declipper non serve.
Il suono di un ripping è dato da disco>testina-braccio-giradischi>prephono>ADC, in ogni caso è il componente peggiore che determina il risultato finale, non c'è software che tenga  Wink .

La RIAA non c'entra nulla, è una curva di equalizzazione con cui vengono incisi tutti gli LP recenti, è il prephono che si occupa di decodificarla e di amplificare il segnale della testina che è elettricamente molto debole.

Anche il declicker, a meno che tu non abbia dischi molto rovinati, secondo me non serve.

Infine se i flies ottenuti dal ripping li  riproduci sul pc, fai una prova tenendoli a 96KHz/24bit, magari suonano meglio, magari no.

descriptionRe: Vinili: conversione analogica-digitale

more_horiz
woww mi piace una risposta così dove c'è da leggere e imparare... dunque:
per spiegarti meglio ti dico cosa faccio passo dopo passo:

1. lavo il disco con mia piccola e manuale knosti;
2. apro CDspindoctor e seleziono le impostazioni di importatazione 96hz/32bit
3. faccio suonare il disco nei punti che mi sembrano i più alti in fatto di tono (lo chiamo così spero tu capisca), di solito è il ritornello... però mentre faccio suonare il disco ho la possibilità di agire o manualmente sul volume di importazione (cha facevo così tempo fa facendo andare i cursori nel massimo picchio nei led rossi) o "livello automatico": in pratica il programma analizza per 10 secondi credo il pezzo del disco che gli faccio sentire e in base ai picchi di volume si abbassa in automatico.

4. apro adobe audition e faccio le mie dovute conversioni ecc... ma con adobe audion posso vedere le "statistiche di ampiezza" dove mi fa vedere questa finestra (provo a inserire un'immagine): ... questo file è ottenuto con "livello automatico" e poi notare la voce "eventuali campionamenti tagliati" che sono 0 per entrambi i canali....

descriptionRe: Vinili: conversione analogica-digitale

more_horiz

mentre questa è l'analisi fatta su un file il cui volume di registrazione l'ho deciso io (led appena sul rosso nei punti di picco del suono)... e infatti pur sentendosi relativamente bene ha avuto dei tagli alle frequenze di un certo peso... ed è per questo che li sto rifacendo tutti i miei rip... e questo per tornare al discorso della curva RIAA che è uso l'impostazione "livello automatico" del programma... se trovo il punto dove l'ho letto te lo linko...

in effetti il declipper quando mandavo la scansione trovava solo 2/3 punti in cui c'era la distorsione... ma dopo che mi hai detto che potrebbe alterare il mio rip non lo uso più...

descriptionRe: Vinili: conversione analogica-digitale

more_horiz
@azzurro ha scritto:
woww mi piace una risposta così dove c'è da leggere e imparare... dunque:
per spiegarti meglio ti dico cosa faccio passo dopo passo:

1. lavo il disco con mia piccola e manuale knosti;
2. apro CDspindoctor e seleziono le impostazioni di importatazione 96hz/32bit
3. faccio suonare il disco nei punti che mi sembrano i più alti in fatto di tono (lo chiamo così spero tu capisca), di solito è il ritornello... però mentre faccio suonare il disco ho la possibilità di agire o manualmente sul volume di importazione (cha facevo così tempo fa facendo andare i cursori nel massimo picchio nei led rossi) o "livello automatico": in pratica il programma analizza per 10 secondi credo il pezzo del disco che gli faccio sentire e in base ai picchi di volume si abbassa in automatico.

4. apro adobe audition e faccio le mie dovute conversioni ecc... ma con adobe audion posso vedere le "statistiche di ampiezza" dove mi fa vedere questa finestra (provo a inserire un'immagine): ... questo file è ottenuto con "livello automatico" e poi notare la voce "eventuali campionamenti tagliati" che sono 0 per entrambi i canali....


Qualche considerazione:
1) Personalmente (forse perchè sono pigro) laverei i dischi solo quando serve, quindi solo se sono sporchi.

2) Credo che vadano bene anche 96KHz/24 se esiste, visto che i 32bit credo siano ottenuti per interpolazione, non credo tu abbia una scheda audio che riesca a gestire più di 24 bit di campionamento Very Happy 

3) Qui andiamo male, se intendi che fai atterrare la puntina in mezzo ai brani, stai arando dei bei click per i prossimi ascolti  Sad , se invece ti ascoltio il disco e guardi a che livello arrivano i picchi, allora tutto ok.
Sui picchic'è una distinzione da fare, su come sono impostati i peak meter dell'applicazione che usi, se leggono il valore istantaneo (di picco appunto) oppure se fanno una media e di che tipo, guarda nelle impostazioni dell'applicazione.

Se il valore letto è quello istantaneo qualche puntatina veloce sullo zero te la puoi tranquillamente permettere, se il valore è medio no, stai appena sotto, ma non a -10dB!
Ora dovremmo anche vedere che impostazione di lettura dB usano i due software che usi, se quella consumer o quella pro, se vuoi approfondire la questione ti metto un link:

http://en.wikipedia.org/wiki/Line_level

Senza approfondire, è chiaro che se usi due software dovresti impostarli allo stesso modo, se possibile, altrimenti fai confusione.

Ora attenzione, se il volume di registrazione impostandolo in "aut." viene modificato durante la registrazione, stai comprimendo la dinamica del brano, e non è un bene.

Io imposto i volumi senza guadagno e senza attenuazione, mando il segnale in uscita dal pre direttamente alla scheda, senza attenuarlo nè modificarlo, nessun clipping finora.
Il file ottenuto col volume automatico ha un picco max di -10dB, un pò pochi, secondo me.

Inoltre, prova a vedere se Adobe Aud. lo puoi usare anche a risoluzioni migliori di 44/16, magari anche 96/24 come già ti ho scritto,e prova ad ascoltare i brani così ottenuti.

descriptionRe: Vinili: conversione analogica-digitale

more_horiz
adesso sì che non ci sto più capendo nulla... ho provato a cercare nella guida di cd spin doctor la funzione "livello automatico" ma non dice nulla se è istantanea o è una elaborazione di quei pochi secondi che il programma usa per calcolare il livello... però quello che vedo io è che appena i led superano i verdi ed entrano nei gialli il volume di registrazione si abbassa subito, quindi credo che sia instantaneo...

sì per la scheda audio... ho un imac e un sony ps-j20 preamplificato e quindi non credo d'avere una scheda audio così bella sul mac da fare effettivamente importazioni a 32 bit... quindi so già la tua risposta "non importare a 32bit spreco di spazio e sicuramente il livello audio non ne giova...)  Embarassed 

sul fatto che sto comprimendo la dinamica del brano non lo capisco...

descriptionRe: Vinili: conversione analogica-digitale

more_horiz
@azzurro ha scritto:
adesso sì che non ci sto più capendo nulla... ho provato a cercare nella guida di cd spin doctor la funzione "livello automatico" ma non dice nulla se è istantanea o è una elaborazione di quei pochi secondi che il programma usa per calcolare il livello... però quello che vedo io è che appena i led superano i verdi ed entrano nei gialli il volume di registrazione si abbassa subito, quindi credo che sia instantaneo...

sì per la scheda audio... ho un imac e un sony ps-j20 preamplificato e quindi non credo d'avere una scheda audio così bella sul mac da fare effettivamente importazioni a 32 bit... quindi so già la tua risposta "non importare a 32bit spreco di spazio e sicuramente il livello audio non ne giova...)  Embarassed 

sul fatto che sto comprimendo la dinamica del brano non lo capisco...


E' semplicissimo, se imposti il volume fisso in modo da "starci dentro" nei picchi senza saturare, importi la dinamica originale, cioè la differenza tra il suono più debole e quello più forte.

Se invece usi un'applicazione che diminuisce solo i momenti di massima ampiezza, comprimi la dinamica.

Poniamo che sul disco tu abbia il segnale più debole (appena sopra al livello di rumore) pari a -50dB, ed il segnale più forte pari a 0dB, avrai 50dB di escursione dinamica, se con il programma impostato in modalità "aut." nei momenti di picco a 0dB ti abbassa il guadagno per stare lontano dal clipping, mettiamo di 10dB, avrai un rip in cui hai una escursione dinamica di 40dB (la diff. tra -50 e -10) anzichè 50 dB come sul disco.

descriptionRe: Vinili: conversione analogica-digitale

more_horiz
urka boia... non posso crederci... ma il suono, aldilà che non posso paragonare il cd al vinile come suono (nel mio caso e con il mio impianto), è lo stesso risulta più basso... ma tu mi dici che è praticamente il risultato della compressione della dinamica = volume più basso (che non rispecchia il volume master del vinile) e in un certo senso distorto???? oddio ora meno che niente ne conosco... e allora come faccio per avere un rip fede al vinile????

descriptionRe: Vinili: conversione analogica-digitale

more_horiz
@azzurro ha scritto:
urka boia... non posso crederci... ma il suono, aldilà che non posso paragonare il cd al vinile come suono (nel mio caso e con il mio impianto), è lo stesso risulta più basso... ma tu mi dici che è praticamente il risultato della compressione della dinamica = volume più basso (che non rispecchia il volume master del vinile) e in un certo senso distorto???? oddio ora meno che niente ne conosco... e allora come faccio per avere un rip fede al vinile????


Il suono inteso come correttezza timbrica, come ti scrivevo più sopra, è dato dall'insieme della catena, nel caso specifico disco>testina>prephono>ADC>il resto credo sia comune.

Se risulta più basso come volume anche nei picchi è perchè hai delle impostazioni eccessive, se quello che hai postato prima è un valore medio, -10 dB come picco è troppo basso.

Ma in questo caso non c'è da rifare tutto, basta aumentare il guadagno complessivo fino a portare i picchi massimi vicino allo zero dB.

descriptionRe: Vinili: conversione analogica-digitale

more_horiz
ciao Friztnet... scusa del ritardo... ho provato ad alzare il volume di 1db... e mi risultano delle frequenze tagliate... devo rivedere il mio concetto di rip... farò delle prove...

descriptionRe: Vinili: conversione analogica-digitale

more_horiz
volevo cheidere una cosa: quando rippo vedo che i picchi più alti arrivano a -3db (mi sta bene perchè al di sopra le frequenze sarebbero tagliate) quindi quello che vorrei sapere è come fare ad alzare un pò il volume del brano ma tenendo le frequenze intatte... per farvi un'idea rientriamo nella loundness war... perchè spiega esattamente quello che vorrei fare, e fanno vedere che prendono la registrazione gli alzano il volume ma le frequenze nonostante (lo vedo anche io col mio programma) superino i -3db, rimangono perfette senza tagli...

descriptionRe: Vinili: conversione analogica-digitale

more_horiz
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum