T-Forum, la vera HiFi alla portata di tuttiAccedi

Benvenuto nell'unico forum in cui 11775 utenti, con i loro 820004 messaggi, hanno scelto di ascoltare con le orecchie, con il cuore e un occhio al portafoglio!

Nuovo look del T-Forum, dai un'occhiata qui.
Il T-Forum ha bisogno del tuo aiuto! Controlla se hai i requisiti necessari e proponiti.
Hai trovato uno spammer nel forum? Segnalalo subito all'amministrazione o a un moderatore!
Diamo il benvenuto ai nostri nuovi moderatori.
Chi sono i top postatori di oggi? Clicca qui per scoprirli.

Controlla qui gli argomenti attivi del giorno.


Cavi USB e digitali

Condividi

descriptionRe: Cavi USB e digitali

more_horiz
@wincenzo ha scritto:
Io direi che le prove di ascolto fatte al volo sono inattendibili soprattutto se parliamo di cavi, regno dell'effimero.
Io personalmente riesco a percepire chiaramente differenze quando cambio configurazione dopo un'ascolto abbastanza prolungato, [....] 

Pensa che io ero convinto del contrario. Ho sempre pensato che far passare troppo tempo "cancellasse" la memoria del suono del vecchio componente, rendendo più difficile il confronto.
ho sempre fatto i confronti su 25 -30 secondi di un brano, scelto per valutare un preciso aspetto della riproduzione: dinamica, note basse, acute, tanti strumenti assieme.... mi sembra argomento interessante, da thread separato...

descriptionRe: Cavi USB e digitali

more_horiz
@Guitarfabius ha scritto:
@Switters ha scritto:

Ma io non dico che devi fidarti delle impressioni uditive di qualcun altro, ma almeno delle tue...
Per ora le (poche a dir la verità) prove che ho fatto mi dicono che differenze non ce ne sono.
Per valutare l'importanza della meccanica, ho provato a prendere un cd, ripparlo in flac per bene, e confrontare il flac passato all'Arcam (con usb asincrona) via Wiredworld ultraviolet, da pc linux con Audiophile linux, asio, jack mpd e tutti i crismi, e confrontarlo con il cd suonato dalla meccanica di un lettore DVD da 30 euri e collegato sempre all'Arcam dal suddetto cavetto da 2 euri....
Io non ho sentito alcuna differenza. E' proprio per questo che mi sta passando la voglia di comprare un lettore CD. Con molta probabilità acquisterò un altro dac (probabilmente una scheda EssSabre DIY) perché la mia esperienza dice che la meccanica non c'entra una mazza.
Coi cavi idem. La mia esperienza dice che tra i cavi digitali non c'è differenza. Ora vedo se riesco a farmi prestare un Nordost di segnale, ma la vedo dura. Sul segnale ho confrontato un QED e un Cambridge da una cinquantina di eri l'uno con il solito cavo di segnale smaffo, pure vecchio. Nulla di nulla. Ma 50 euri per un QED posso anche spenderli. Mi piace esteticamente. Mi riprometto di provare il Mogami in configurazione Stentor terminato Neutrik
Ancora nessun esperimento su quelli di alimentazione.
Bene, riepilogando...

Ci sono io che dico che non ho mai sentito due cavi per uso audio suonare uguali tra di loro, senza neppure specificare che appartenessero a diverse categorie di prezzo & prestazioni. Semplicemente tutti i diversi cavi, analogici o digitali, per me hanno sempre suonato diversamente.

Poi arrivi tu e dichiari solennemente che tutti i cavi suonano uguali (non solo i cavi USB, dunque). Persino uno (digitale - proprio la categoria in cui io avrei più da dire riguardo al suonare invariabilmente diversi l'uno dall'altro, e non dico meglio o peggio ma diversi) da 400 euro rispetto ad uno da 2 euro.

Bene, direi che siamo pronti per Scherzi A Parte. LOL

Ultima modifica di fabiog il Lun 14 Ott 2013 - 17:12, modificato 1 volta

descriptionRe: Cavi USB e digitali

more_horiz
@wincenzo ha scritto:
Io direi che le prove d'ascolto fatte al volo sono inattendibili soprattutto se parliamo di cavi, regno dell'effimero.
Io personalmente riesco a percepire chiaramente differenze quando cambio configurazione dopo un'ascolto abbastanza prolungato, intendo un giorno almeno. Allora se cambi sorgente, se cambi opamp o amplificatore senti chiaramente che è cambiato qualcosa. Insomma senza ombra di bubbio.

Adesso diciamoci la verità, quando invece queste prove si fanno sui cavi o su apparecchi dalle prestazioni molto simili, si ha sempre la sensazione che il suono sia un pelo più ... la scena appena più ... il dettaglio un pò più ... etc, il tutto fatto cambiando setup molto in fretta e senza permettere all'orecchio+cervello di memorizzare il suono.
Stiamo parlando di impressioni non di differenze tangibili, a questo aggiungici un bel pò di psicoacustica e ti sei comprato il cavo da 400€ Suicide
Per me c'è da un lato il riscontro immediato (la differenza che ti colpisce all'istante), da un altro la comprensione più approfondita che è possibile solo nel "convivere" con un dato cavo o opamp o elettronica. L'una cosa non esclude l'altra, ma si completano.

Invece i rapidi confronti A-B non valgono nulla, perchè c'è una sorta di "inerzia" dell'orecchio a brevissimo termine.

descriptionRe: Cavi USB e digitali

more_horiz
@fabiog ha scritto:


Poi arrivi tu e dichiari solennemente che tutti i cavi suonano uguali (non solo i cavi USB, dunque). Persino uno (digitale - proprio la categoria in cui io avrei più da dire riguardo al suonare invariabilmente diversi l'uno dall'altro, e non dico meglio o peggio ma diversi) da 400 euro rispetto ad uno da 2 euro.

Bene, direi che siamo pronti per Scherzi A Parte. LOL

Permettimi di precisare....
Ho detto che PER ME, AL MIO ORECCHIO, i due cavi suonano uguali, non che suonano uguali in assoluto
Poi magari ho una ciofeca di impianto, ma questa è la mia esperienza. Volevo solo portarla a vostra conoscenza. Ho anche detto che, dato che sta differenza non la sento, vorrei sapere quali sono le reali differenze tra due cavi, e non parlo di impressioni personali, perché il tuo sentirle equivale al mio non sentirle, ma di numeri, teoria e misure.
fino a quel momento continuerò a dire che AL MIO ORECCHIO un cavo digitale da due euri suona come uno da 400, nel mio impianto.

descriptionRe: Cavi USB e digitali

more_horiz
Aggiungo che la differenza fondamentale che sento io tra i cavi ha a che fare con il contenuto armonico del suono, cioè banalmente detto il suo "colore" o i suoi colori (precisando però che i cavi più miseri hanno una ricchezza armonica tendente allo zero, quindi non serve star tanto a sottilizzare su quale ne sia il colore timbrico prevalente). Per questo la sinergia cavi-elettroniche è tanto importante, quando si cerca un certo tipo di suono che (mi) emozioni e coinvolga, non che appaghi solo a livello cerebrale. Esattamente la stessa ricerca che faccio quando per es. cambio un opamp.

Ultima modifica di fabiog il Lun 14 Ott 2013 - 17:22, modificato 1 volta

descriptionRe: Cavi USB e digitali

more_horiz
@Guitarfabius ha scritto:
@fabiog ha scritto:


Poi arrivi tu e dichiari solennemente che tutti i cavi suonano uguali (non solo i cavi USB, dunque). Persino uno (digitale - proprio la categoria in cui io avrei più da dire riguardo al suonare invariabilmente diversi l'uno dall'altro, e non dico meglio o peggio ma diversi) da 400 euro rispetto ad uno da 2 euro.

Bene, direi che siamo pronti per Scherzi A Parte. LOL
Permettimi di precisare....
Ho detto che PER ME, AL MIO ORECCHIO, i due cavi suonano uguali, non che suonano uguali in assoluto
Poi magari ho una ciofeca di impianto, ma questa è la mia esperienza. Volevo solo portarla a vostra conoscenza. Ho anche detto che, dato che sta differenza non la sento, vorrei sapere quali sono le reali differenze tra due cavi, e non parlo di impressioni personali, perché il tuo sentirle equivale al mio non sentirle, ma di numeri, teoria e misure.
fino a quel momento continuerò a dire che AL MIO ORECCHIO un cavo digitale da due euri suona come uno da 400, nel mio impianto.
Non hai una ciofeca di impianto...

Per la "qualità" delle differenze, ti ho approssimativamente risposto sopra, anche se non certo esaurientemente ma concentrandomi sull'aspetto che per me personalmente è più significativo e "sensibile" nel suono dei cavi. Ah scusa, sono ancora impressioni personali Wink


Comunque ho appena preso un cavo ottico HiDiamond Fiber 1, perchè l' Audioquest Cinnamon Optilink che usavo finora (indipendentemente da quale dei miei DAC ci collegavo) suonava un po' colorato di rosso (quindi una tonalità calda), il che non è sempre desiderabile perchè a volte si desidera più neutralità cromatica (e l'HiDiamond è promesso "estremamente neutro" ed in effetti i miei cavi analogici della stessa marca lo sono). Magari poi essendo un cavo in fibra di vetro, e l' Audioquest in polimero per quanto curato, ci sarà anche un miglioramento della trasparenza, questo lo vedremo.

Ultima modifica di fabiog il Lun 14 Ott 2013 - 17:28, modificato 1 volta

descriptionRe: Cavi USB e digitali

more_horiz
@Guitarfabius ha scritto:
@wincenzo ha scritto:
Io direi che le prove di ascolto fatte al volo sono inattendibili soprattutto se parliamo di cavi, regno dell'effimero.
Io personalmente riesco a percepire chiaramente differenze quando cambio configurazione dopo un'ascolto abbastanza prolungato, [....] 
Pensa che io ero convinto del contrario. Ho sempre pensato che far passare troppo tempo "cancellasse" la memoria del suono del vecchio componente, rendendo più difficile il confronto.
ho sempre fatto i confronti su 25 -30 secondi di un brano,  scelto per valutare un preciso aspetto della riproduzione: dinamica, note basse, acute, tanti strumenti assieme.... mi sembra argomento interessante, da thread separato...
Considera che io sto comunque parlando di apparecchi confrontabili, ovvio che se paragoni oggetti di livello palesemente differente la differenza è lampante. Tuttavia io sono dell'idea che per una piena e consapevole acquisizione delle differenze sia necessario abituarsi al suono da confrontare.

Invece i rapidi confronti A-B non valgono nulla, perchè c'è una sorta di "inerzia" dell'orecchio a brevissimo termine.
è proprio quello che intendo, per questo anche diffido un pò delle recensioni post raduni, dove per necessità di tempo immagino che i confronti siano fatti in fretta ed in più c'è anche una forte suggestione di gruppo.
Ribadisco sto sempre parlando di confronti tra simili, e soprattutto di cavi che hanno sempre differenze sottili Razz

Ultima modifica di wincenzo il Lun 14 Ott 2013 - 17:27, modificato 1 volta

descriptionRe: Cavi USB e digitali

more_horiz
@fabiog ha scritto:
Ah scusa, sono ancora impressioni personali Wink
ti garantisco che ce l'ho messa tutta per cogliere ste differenze. ci sono stato incima tre giorni, a cambiare CD, tra jazz strumentale, voci maschili e femminili, pop, rock...
nulla di nulla... eppure VOLEVO sentire le differenze, anche perché quel cavo veniva via a 150... e se avessi percepito anche un lieve miglioramento, avrei fatto lo sforzo e lo avrei preso.... niente... tutto sempre uguale....

descriptionRe: Cavi USB e digitali

more_horiz
@fabiog ha scritto:
Bene, riepilogando...

Ci sono io che dico che non ho mai sentito due cavi per uso audio suonare uguali tra di loro, senza neppure specificare che appartenessero a diverse categorie di prezzo & prestazioni. Semplicemente tutti i diversi cavi, analogici o digitali, per me hanno sempre suonato diversamente.

Poi arrivi tu e dichiari solennemente che tutti i cavi suonano uguali (non solo i cavi USB, dunque). Persino uno (digitale - proprio la categoria in cui io avrei più da dire riguardo al suonare invariabilmente diversi l'uno dall'altro, e non dico meglio o peggio ma diversi) da 400 euro rispetto ad uno da 2 euro.

Bene, direi che siamo pronti per Scherzi A Parte. LOL

E l'una cosa non smentisce né contraddice l'altra.
A meno di non voler a tutti i costi generalizzare la propria esperienza ed imporla come universalmente valida... Very Happy Very Happy Very Happy

descriptionRe: Cavi USB e digitali

more_horiz
@wincenzo ha scritto:
Ribadisco sto sempre parlando di confronti tra simili, e soprattutto di cavi che hanno sempre differenze sottili Razz
Solo perchè i cavi non possono (beh, entro certi limiti) "equalizzare" il suono, non significa che sono simili, come ho cercato di spiegare. Se ti dico che due cavi li sento istantaneamente suonare diversi, e che sono differenze per me anche decisive, significa che le altrui sottigliezze sono per me differenze assolutamente macroscopiche. Riconosco che la mia sensibilità potrebbe anche fare eccezione.... Solo che a questo punto mi domando il perchè della frequente sintonia che mi riconosco con la stampa specializzata (vedi il recensore dalla sensibilità fine per il buon suono), nonchè con venditori di hi-fi di lunga esperienza che in passato mi hanno confermato quello che io avvertivo a livello cromatico.

descriptionRe: Cavi USB e digitali

more_horiz
@Switters ha scritto:
@fabiog ha scritto:
Bene, riepilogando...

Ci sono io che dico che non ho mai sentito due cavi per uso audio suonare uguali tra di loro, senza neppure specificare che appartenessero a diverse categorie di prezzo & prestazioni. Semplicemente tutti i diversi cavi, analogici o digitali, per me hanno sempre suonato diversamente.

Poi arrivi tu e dichiari solennemente che tutti i cavi suonano uguali (non solo i cavi USB, dunque). Persino uno (digitale - proprio la categoria in cui io avrei più da dire riguardo al suonare invariabilmente diversi l'uno dall'altro, e non dico meglio o peggio ma diversi) da 400 euro rispetto ad uno da 2 euro.

Bene, direi che siamo pronti per Scherzi A Parte. LOL
E l'una cosa non smentisce né contraddice l'altra.
A meno di non voler a tutti i costi generalizzare la propria esperienza ed imporla come universalmente valida... Very Happy Very Happy Very Happy
Questo no.... Dico solo di provare un cavo USB da 45€ come l' Atlas e poi dirmi se sono soldi buttati, anche con un DAC economico.

descriptionRe: Cavi USB e digitali

more_horiz
@fabiog ha scritto:
Questo no.... Dico solo di provare un cavo USB da 45€ come l' Atlas e poi dirmi se sono soldi buttati, anche con un DAC economico.

Fatto! provato un Wireworld ultraviolet (pagato 12 euri, s'è sbagliato il venditore, ma questo è un altro discorso) confrontato con usb da stampante, oltreutto vecchio di circa 10 anni.
Devo dirti il risultato? Laughing Laughing 

descriptionRe: Cavi USB e digitali

more_horiz
Solo che a questo punto mi domando il perchè della frequente sintonia che mi riconosco con la stampa specializzata (vedi il recensore dalla sensibilità fine per il buon suono), nonchè con venditori di hi-fi di lunga esperienza che in passato mi hanno confermato quello che io avvertivo a livello cromatico.
magari perchè tutto il background di recensioni e cromatismi Smile condiziona il tuo ascolto e le tue impressioni.

La dico per scherzo, ma considera che il rame (rosso) suona più caldo dell'argento (grigio) molto probabilmente perchè il tuo cervello è condizionato incosciamente dal colore nel vero senso della parola.
Dal punto di vista tecnico i due metalli hanno solo una piccolissima differenza di resistenza, che rapportata alle lunghezze in gioco si traduce nel fatto che non hanno differenza.

P.S.: a giudicare dal titolo della discussione, si avverte l'assenza dei moderatori Very Happy

descriptionRe: Cavi USB e digitali

more_horiz
@Guitarfabius ha scritto:
@fabiog ha scritto:
Questo no.... Dico solo di provare un cavo USB da 45€ come l' Atlas e poi dirmi se sono soldi buttati, anche con un DAC economico.
Fatto! provato un Wireworld ultraviolet (pagato 12 euri, s'è sbagliato il venditore, ma questo è un altro discorso) confrontato con usb da stampante, oltreutto vecchio di circa 10 anni.
Devo dirti il risultato? Laughing Laughing 
E qui potresti essere tu l'eccezione, visto anche il tuo background per così dire Smile

descriptionRe: Cavi USB e digitali

more_horiz
@wincenzo ha scritto:
Solo che a questo punto mi domando il perchè della frequente sintonia che mi riconosco con la stampa specializzata (vedi il recensore dalla sensibilità fine per il buon suono), nonchè con venditori di hi-fi di lunga esperienza che in passato mi hanno confermato quello che io avvertivo a livello cromatico.
magari perchè tutto il background di recensioni e cromatismi Smile condiziona il tuo ascolto e le tue impressioni.

La dico per scherzo, ma considera che il rame (rosso) suona più caldo dell'argento (grigio) molto probabilmente perchè il tuo cervello è condizionato incosciamente dal colore nel vero senso della parola.
Dal punto di vista tecnico i due metalli hanno solo una piccolissima differenza di resistenza, che rapportata alle lunghezze in gioco si traduce nel fatto che non hanno differenza.

P.S.: a giudicare dal titolo della discussione, si avverte l'assenza dei moderatori Very Happy
Se ti devo dire i colori (ovvero in definitiva il contenuto di armoniche) che tendenzialmente associo ai due metalli, allora: al rame il giallo-verde, all'argento il rosso-blu. Vale a dire che il rame NON suona più caldo cromaticamente, ha solo colori (armoniche dominanti) diversi. Poi è l'insieme del cavo (che è ben più e ben oltre i semplici metalli di cui è fatto) a poter suonare più caldo o più freddo, a seconda dell'interazione conduttori-dielettrici-geometrie. Non parliamo poi di come può comportarsi il rame argentato, o simili abbinamenti eterogenei...

La differenza di resistenza del rame e dell'argento non ha alcun significato pratico e in nessun modo può rendere conto del "suono dei metalli", tanto più che parliamo di cavi di segnale di breve lunghezza dove la resistenza del conduttore (cioè le microscopiche differenze di resistenza, anche fra cavi di prezzi diametralmente opposti) ha di per sè una rilevanza pari allo 0 assoluto.

Si vede benissimo quanto la presunzione tecnica impoverisca e banalizzi una realtà che non riesce (boh almeno par valere per l'ingegnere medio...per quello "di genio" magari il problema si attenua e anche molto) lontanamente a cogliere nella sua articolata complessità.

descriptionRe: Cavi USB e digitali

more_horiz
@fabiog ha scritto:
E qui potresti essere tu l'eccezione, visto anche il tuo background per così dire Smile

Assolutamente.... io infatti non pretendo di avere ragione, volevo solo protare la mia esperienza..
Cosa intendi per Background?

descriptionRe: Cavi USB e digitali

more_horiz
@fabiog ha scritto:
Dico solo di provare un cavo USB da 45€ come l' Atlas e poi dirmi se sono soldi buttati, anche con un DAC economico.

Io non faccio molto testo, l'unico DAC che ho è un Behringer UCA 202 e metterci un cavo che costa più dello scatolino... Smile
Però se dovesse capitarmi è una prova che farò sicuramente.

A dire il vero ho anche una scheda audio USB ma quella la uso solo per fare le misure.

descriptionRe: Cavi USB e digitali

more_horiz
Guitarfabius, per background intendevo semplicemente quello che hai detto, cioè che non senti differenze tra i cavi, a prescindere dai davi USB. Per conto mio comunque non ho mai provato il Wireworld Ultraviolet. Mi interessava solo un po' la nuova versione "7", la precedente non la considero. L' Atlas Element USB è un ottimo cavo dalla solida costruzione ed internamente fatto con ottimi materiali e con varie attenzioni particolari per ridurre al massimo il jitter. Come dalla recensione di Hi-Fi Choice (che lo "recommended"), secondo me il risultato è un cavo che con un DAC dotato di un po' di potenziale (ingresso USB sincrono o asincrono per me non cambia) migliora significativamente il suono nella prospettiva di un ascolto "audiophile". Ovviamente non è l'unico cavo buono in circolazione, ma se Hi-Fi Choice lo raccomanda c'è sicuramente un buon motivo (anche perchè non si tratta di What Hi-Fi).

descriptionRe: Cavi USB e digitali

more_horiz
@fabiog ha scritto:
[...] dotato di un po' di potenziale (ingresso USB sincrono o asincrono per me non cambia) [...]

teoricamente, e sottolineo teoricamente perché non sono un ingegnere elettronico, l'interfaccia USB asincrona dovrebbe eliminare il jitter, o almeno quella componente dovuta alla non perfetta soncronizzazione tra trasmittente e ricevente, in quanto all'ingresso c'è un buffer che memorizza i dati, e li passa al dac "a tempo" col suo clock.
non può che passarli a tempo, in quanto c'è un clock unico che comanda entrambi i chip: l'interfaccia ne trasmetterli e il dac nel riceverli/elaborarli.
Hai mai fatto prove su entrambe le interfacce? (sincrone/asincrone)

descriptionRe: Cavi USB e digitali

more_horiz
@fabiog ha scritto:
@Guitarfabius ha scritto:
Fatto! provato un Wireworld ultraviolet (pagato 12 euri, s'è sbagliato il venditore, ma questo è un altro discorso) confrontato con usb da stampante, oltreutto vecchio di circa 10 anni.
Devo dirti il risultato? Laughing Laughing 
E qui potresti essere tu l'eccezione, visto anche il tuo background per così dire Smile

Magari cavo era falso!!
E il venditore ti ha fatto credere di sbagliarsi Laughing Laughing 
(è solo un'ipotesi...spero per te che il cavo sia buono)
Hello 

descriptionRe: Cavi USB e digitali

more_horiz
@Guitarfabius ha scritto:
@fabiog ha scritto:
[...]  dotato di un po' di potenziale (ingresso USB sincrono o asincrono per me non cambia) [...]
teoricamente, e sottolineo teoricamente perché non sono un ingegnere elettronico, l'interfaccia USB asincrona dovrebbe eliminare il jitter, o almeno quella componente dovuta alla non perfetta soncronizzazione tra trasmittente e ricevente, in quanto all'ingresso c'è un buffer che memorizza i dati, e li passa al dac "a tempo" col suo clock.
non può che passarli a tempo, in quanto c'è un clock unico che comanda entrambi i chip: l'interfaccia ne trasmetterli e il dac nel riceverli/elaborarli.
Hai mai fatto prove su entrambe le interfacce? (sincrone/asincrone)

Quando si arriva a sostenere che sia più importante un pezzo di conduttore rispetto al ricevitore digitale per contenere il jitter, mi sembra che si sconfini nel campo del misticismo audiofilo Very Happy

descriptionRe: Cavi USB e digitali

more_horiz
@fabiog ha scritto:
@wincenzo ha scritto:
magari perchè tutto il background di recensioni e cromatismi :)condiziona il tuo ascolto e le tue impressioni.

La dico per scherzo, ma considera che il rame (rosso) suona più caldo dell'argento (grigio) molto probabilmente perchè il tuo cervello è condizionato incosciamente dal colore nel vero senso della parola.
Dal punto di vista tecnico i due metalli hanno solo una piccolissima differenza di resistenza, che rapportata alle lunghezze in gioco si traduce nel fatto che non hanno differenza.

P.S.: a giudicare dal titolo della discussione, si avverte l'assenza dei moderatori Very Happy
Si vede benissimo quanto la presunzione tecnica impoverisca e banalizzi una realtà che non riesce (boh almeno par valere per l'ingegnere medio...per quello "di genio" magari il problema si attenua e anche molto) lontanamente a cogliere nella sua articolata complessità.
Sono d'accordissimo con te.
Hello 

descriptionRe: Cavi USB e digitali

more_horiz
@wincenzo ha scritto:
@Guitarfabius ha scritto:
teoricamente, e sottolineo teoricamente perché non sono un ingegnere elettronico, l'interfaccia USB asincrona dovrebbe eliminare il jitter, o almeno quella componente dovuta alla non perfetta soncronizzazione tra trasmittente e ricevente, in quanto all'ingresso c'è un buffer che memorizza i dati, e li passa al dac "a tempo" col suo clock.
non può che passarli a tempo, in quanto c'è un clock unico che comanda entrambi i chip: l'interfaccia ne trasmetterli e il dac nel riceverli/elaborarli.
Hai mai fatto prove su entrambe le interfacce? (sincrone/asincrone)
Quando si arriva a sostenere che sia più importante un pezzo di conduttore rispetto al ricevitore digitale per contenere il jitter, mi sembra che si sconfini nel campo del misticismo audiofilo Very Happy

Non mi sembra si stia sostenendo questo.
Ma "ammesso e non concesso" . tu sei davvero certo di poter sostenere il contrario,
e cioè che solo il ricevitore è importante?
In altre parole se un'automobile hai un buon motore le gomme non contano niente?
Se è buono il ricevitore qualsiasi pezzo di conduttore ti darà il massimo?
Sarebbe davvero bello, purtroppo non è così e la realtà è ben diversa.
Hello 

descriptionRe: Cavi USB e digitali

more_horiz
@sonic63 ha scritto:
@wincenzo ha scritto:
Quando si arriva a sostenere che sia più importante un pezzo di conduttore rispetto al ricevitore digitale per contenere il jitter, mi sembra che si sconfini nel campo del misticismo audiofilo Very Happy
Non mi sembra si stia sostenendo questo.
Ma "ammesso e non concesso" . tu sei davvero certo di poter sostenere il contrario,
e cioè che solo il ricevitore è importante?
In altre parole se un'automobile hai un buon motore le gomme non contano niente?
Se è buono il ricevitore qualsiasi pezzo di conduttore ti darà il massimo?
Sarebbe davvero bello, purtroppo non è così e la realtà è ben diversa.
Hello 
Concordo pure io Smile


Il fatto è che per quanto si minimizzi il discorso dei cavi, per i cavi passa pur sempre tutto quello che alla fine ascoltiamo, e sarebbe ridicolo pretendere che non avvenga un apprezzabile degrado all'interno dei cavi se questi sono di miserrima qualità, costruiti per altri scopi (cavi USB informatici per esempio), con materiali generici, laddove persino nei circuiti stampati degli apparecchi hi-fi, o nei piedini dei condensatori (e altri componenti passivi) per uso audio, oggi si usano metalli pregiati & Co.


Guitarfabius, sì che ho fatto prove con interfacce "sincrone e asincrone" e l'ho pure detto..

descriptionRe: Cavi USB e digitali

more_horiz
Tra le 2 teorie 2 certezze sono indiscutibili:
L'ifimediy sabre usb dispone già di un cavo usb integrato!
Qualsiasi impianto senza cavi non suona!
Laughing Laughing Laughing

descriptionRe: Cavi USB e digitali

more_horiz
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum