T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti
Benvenuto nel T-Forum!
Connettiti in modo da farti riconoscere come membro affezionato, oppure registrati così potrai partecipare attivamente alle discussioni.
Ultimi argomenti
» Classe D low cost
Oggi alle 8:48 Da sportyerre

» Scelta DAC sui 200 euro
Oggi alle 8:40 Da giucam61

» Quali casse da controsoffitto?
Oggi alle 0:43 Da Albert^ONE

» Piastra Teac V-210C (nessun suono)
Oggi alle 0:29 Da Mike Hunt

» THORENS TD 160: aiuto!
Ieri alle 22:22 Da yak66

» pre-phono migliore di quello del mio integrato vintage?
Ieri alle 22:08 Da yak66

» CONSIGLIO PER UN FINALE PER TISBURY AUDIO PREAMPLI LINEA PASSIVO
Ieri alle 21:23 Da homesick

» Beyerdynamic 770 pro 80 ohm - volume basso
Ieri alle 21:11 Da p.cristallini

» Quale scegliere tra Audio Technica LP120USB e Pioneer PL512X?
Ieri alle 21:03 Da athxp

»  Asus XONAR U7 MKII
Ieri alle 19:35 Da timido

» ciò solo 200 euri.... le scinte e il cinesino.... oppure...
Ieri alle 19:19 Da sportyerre

» AudioNirvana Super 12" Cast Frame in cabinet 5.6MKII - risultato finale
Ieri alle 18:51 Da giucam61

» Giradischi
Ieri alle 18:27 Da mimmoscud

» Dac Gustard X20 rapporto prezzo prestazioni stellare.
Ieri alle 17:59 Da giucam61

» Puntina + testina Pioneer PL-320
Ieri alle 17:47 Da mistervolt

» Alimentazione per Logitech Squeezebox Touch
Ieri alle 17:22 Da danilopace

» [MB] M2Tech HiFace Two USB rca
Ieri alle 16:28 Da verderame

» [GE-MI] Vendo Celestion 3
Ieri alle 15:55 Da scontin

» Amplificatori Yamaha A-s1100/2100, chi li conosce ?
Ieri alle 15:07 Da Pinve

» DAC e casse 2.1
Ieri alle 14:48 Da Albert^ONE

» Ampli in classe D - che confusione 3116, Alien, AD18, ....
Ieri alle 11:28 Da asimmetrico

» Galactron pre + finale
Ieri alle 10:27 Da verderame

» Funzionamento Giradischi Dual 1224 - Non si sente
Ieri alle 1:32 Da lello64

» Audioquest Forest usb
Dom 14 Gen 2018 - 23:20 Da giucam61

» Cavo di alimentazione pr. di PD a solo 20 €
Dom 14 Gen 2018 - 22:56 Da wolfman

» Cavi component Hama 1,5m.
Dom 14 Gen 2018 - 22:55 Da wolfman

» Nad D3020 v2
Dom 14 Gen 2018 - 19:45 Da GP9

» Giradischi - piccoli e strani problemi (diario di bordo analogico)
Dom 14 Gen 2018 - 19:43 Da mistervolt

» cosa manca....il giradischi!
Dom 14 Gen 2018 - 18:40 Da joe1976

» Sure Tk 2050 anti bumb
Dom 14 Gen 2018 - 15:57 Da nidzo

Statistiche
Abbiamo 11320 membri registrati
L'ultimo utente registrato è grandegi

I nostri membri hanno inviato un totale di 804650 messaggi in 52165 argomenti
I postatori più attivi del mese
giucam61
 
lello64
 
Masterix
 
mumps
 
scontin
 
nerone
 
timido
 
danilopace
 
GP9
 
potowatax
 

Migliori postatori
Stentor (20392)
 
DACCLOR65 (19633)
 
schwantz34 (15535)
 
Silver Black (15499)
 
nd1967 (12803)
 
flovato (12509)
 
Biagio De Simone (10287)
 
piero7 (9854)
 
fritznet (9329)
 
wasky (9229)
 

Chi è in linea
In totale ci sono 59 utenti in linea: 4 Registrati, 1 Nascosto e 54 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

Adriano Vin, il mascetti, sportyerre, velelfo

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 4379 il Lun 25 Mag 2015 - 15:01
Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 


Bookmarking sociale

Bookmarking sociale digg  Bookmarking sociale delicious  Bookmarking sociale reddit  Bookmarking sociale stumbleupon  Bookmarking sociale slashdot  Bookmarking sociale yahoo  Bookmarking sociale google  Bookmarking sociale blogmarks  Bookmarking sociale live      




Conserva e condividi l'indirizzo di T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti sul tuo sito sociale bookmarking


Sony, la svolta mondiale dell’audio che esclude l’Italia.

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Sony, la svolta mondiale dell’audio che esclude l’Italia.

Messaggio  flovato il Gio 19 Set 2013 - 9:59

http://visionifuture.corriere.it/2013/09/18/sony-la-svolta-mondiale-dellaudio-che-esclude-litalia/

Una buona notizia. E una cattiva. Sul fronte dell’audio. Non è l’inizio di una barzelletta, ma quanto abbiamo avuto modo di vedere all’Ifa il più importante salone dell’elettronica che si è svolto a inizio settembre a Berlino. La buona notizia è questa: una delle major sul fronte musicale, ovvero la Sony,  ha deciso di dare nuovo impulso all’alta risoluzione audio digitale finora rimasta  per lo più patrimonio di un pubblico di nicchia, attraverso una serie di novità sul fronte del software e dell’hardware.

SOFTWARE – La strategia del colosso giapponese, che non dimentichiamo ha creato il cd (con Philips) e il sacd, è quello di portare l’alta risoluzione audio digitale ad un pubblico più ampio. Per prima cosa, a partire dagli Stati Uniti, Sony, che ha chiesto anche la collaborazione di due altre major come Universal e Warner Music, ha aperto il suo catalogo ad alcuni siti da cui è possibile scaricare album e brani in alta risoluzione. In secondo luogo Sony ha creato un portale on line per gli Usa, e uno per l’Europa, in cui da un lato si spiega cos’è l’alta risoluzione e dall’altro ci sono dei link ad alcuni tra i più importanti siti di download di file musicali ad alta risoluzione da cui è possibile ovviamente effettuare acquisti. La differenza tra Stati Uniti ed Europa è che, mentre negli Usa all’interno dei siti consigliati è già possibile trovare titoli del catalogo Sony, al momento non è ancora così per quelli europei.

HARDWARE – Il secondo passo di Sony è quello di accompagnare il fronte software con l’introduzioni di alcuni nuovi prodotti hardware dedicati all’audio. Di diversa fascia di prezzo e con caratteristiche differenti. Si comincia dall”UDA-1 un amplificatore-dac da 799 dollari (stesso prezzo in euro), per arrivare all’HAP-Z1ES un music server-dac (prezzo 1999 dollari, lo stesso in euro) passando per un altro music-server dac, un amplificatore, numerose cuffie e due modelli di micro casse . Quel che più conta sono però due diversi tipi di tecnologia che potrebbero essere decisive per la diffusione di massa dell’alta risoluzione audio. La prima era già nota e si chiama DSEE e permette di ripristinare le alte frequenze che si perdono con la compressione dei brani lossless come gli Mp3. La seconda, contenuta nell’HAP-Z1ES si chiama DSD-remastering, ed è una funzione che permette di trasformare ogni tipo di file musicale realizzato in qualsivoglia in formato digitale (dall’Mp3 al Flac, all’Aiff al Wav, ecc…) in un file DSD 5.6. DSD è una sigla che sta per flusso digitale diretto e indica un formato musicale ad altissima qualità che alla base del super audio cd o sacd, un tipo di disco adatto ad immagazzinare e riprodurre brani musicali ad alta risoluzione, che però non ha avuto il successo commerciale sperato principalmente per questioni legate al prezzo dei lettori e degli stessi dischi. Perché il DSD-remastering è potenzialmente importante? Perché permette di far percepire immediatamente l’esperienza dell’alta risoluzione audio anche se si immette nell’apparecchio un file in formato compresso. A Berlino non è stato però possibile verificare in maniera completa l’efficacia della feature di Sony. Tuttavia negli Usa riviste specializzate come la nota “The Absolute sound” danno un giudizio positivo complessivo dell’operazione della major giapponese, che permette non solo di agevolare l’acquisto di file musicali di utilizzare i file musicali ad alta risoluzione, ma di sentire molto meglio quelli di bassa qualità di cui si è in possesso, facendo capire immediatamente al potenziale acquirente i benefici dell’alta qualità musicale. Che saranno tanto maggiori ovviamente quanto sarà elevato il livello della catena hardware a disposizione. Così l’alta risoluzione audio da settore di nicchia potrebbe diventare fenomeno di massa o quantomeno avere una maggiore diffusione. Tutto bene allora? No, perché c’è la cattiva notizia. Che è questa. Per ora non vedremo niente di tutto questo in Italia. I prodotti Sony hi-res non saranno venduti nel nostro Paese, che avrà quindi (speriamo solo inizialmente) restrizioni non solo sul fronte del software come nel resto d’Europa, ma anche dell’hardware. Sembra che da noi il mercato sia ancora troppo piccolo. Ma, senza l’offerta commerciale, quando mai si creerà un mercato più vasto?
avatar
flovato
UTENTE BANNATO

Data d'iscrizione : 23.12.10
Numero di messaggi : 12509
Impianto : (non specificato)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sony, la svolta mondiale dell’audio che esclude l’Italia.

Messaggio  turo91 il Gio 19 Set 2013 - 10:26

La Sony fa un sacco di robe fighe per l'audio che in Italia purtroppo non importa, tipo il PHA1 che vorrei un sacco.

Quelli riportati nell'articolo però ci sono sul sito italiano http://www.sony.it/product/hcs-home-cinema-speaker/ss-ha1 e http://www.sony.it/product/ricevitori-home-cinema/uda-1 E http://www.sony.it/product/ricevitori-home-cinema/hap-z1es con tutti i relativi prezzi e si possono prenotare.
avatar
turo91
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 02.03.12
Numero di messaggi : 4587
Provincia (Città) : Sbilanciato
Impianto : Laughing

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum