T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti
Benvenuto nel T-Forum!
Connettiti in modo da farti riconoscere come membro affezionato, oppure registrati così potrai partecipare attivamente alle discussioni.
Sondaggio
Ti piace il nuovo stile del T-Forum?
Sì, meglio questo nuovo
45% / 27
No, era meglio quello vecchio
55% / 33
Ultimi argomenti
Chromecast audio Ieri alle 10:04 pmlello64
HelP! DAC!Ieri alle 9:46 pmjohnny99
DAC fatto in casaIeri alle 9:17 pmCalbas
topping tp 60Ieri alle 8:33 pmSandrogall
ALIENTEK D8Ieri alle 6:36 pmkalium
SurplusIeri alle 8:06 amgubos
POPU VENUS Ieri alle 6:31 amgigetto
Diffusori Elac.Dom Mar 26, 2017 1:48 pmLele67
Casse KEF LS-50 rovinate?Dom Mar 26, 2017 12:24 pmLele67
I postatori più attivi della settimana
8 Messaggi - 19%
7 Messaggi - 16%
7 Messaggi - 16%
4 Messaggi - 9%
3 Messaggi - 7%
3 Messaggi - 7%
3 Messaggi - 7%
3 Messaggi - 7%
3 Messaggi - 7%
2 Messaggi - 5%
I postatori più attivi del mese
285 Messaggi - 22%
250 Messaggi - 19%
142 Messaggi - 11%
142 Messaggi - 11%
113 Messaggi - 9%
85 Messaggi - 7%
82 Messaggi - 6%
70 Messaggi - 5%
68 Messaggi - 5%
62 Messaggi - 5%
Migliori postatori
Stentor (20392)
20392 Messaggi - 15%
DACCLOR65 (19630)
19630 Messaggi - 15%
schwantz34 (15499)
15499 Messaggi - 12%
Silver Black (15436)
15436 Messaggi - 11%
nd1967 (12803)
12803 Messaggi - 10%
flovato (12509)
12509 Messaggi - 9%
10260 Messaggi - 8%
piero7 (9854)
9854 Messaggi - 7%
wasky (9229)
9229 Messaggi - 7%
fritznet (8853)
8853 Messaggi - 7%
Chi è in linea
In totale ci sono 63 utenti in linea :: 8 Registrati, 1 Nascosto e 54 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

ADOLFO1966, diechirico, enrico massa, Giancarlo Campesan, pallapippo, sagitter, Seti, Tinomn

Vedere la lista completa

Flusso RSS

Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 
Bookmarking sociale
Bookmarking sociale Digg  Bookmarking sociale Delicious  Bookmarking sociale Reddit  Bookmarking sociale Stumbleupon  Bookmarking sociale Slashdot  Bookmarking sociale Yahoo  Bookmarking sociale Google  Bookmarking sociale Blinklist  Bookmarking sociale Blogmarks  Bookmarking sociale Technorati  




Conserva e condividi l'indirizzo di T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti sul tuo sito sociale bookmarking
Condividere
Vedere l'argomento precedenteAndare in bassoVedere l'argomento seguente
avatar
Solomon
Moderatore di sezione
Moderatore di sezione
Data d'iscrizione : 07.07.10
Numero di messaggi : 2237
Località : Palermo
Provincia (Città) : Palermo
Impianto : decisamente multicanale

Alta fedeltà. Dalla registrazione all'ascolto in 8 punti!

il Ven Set 06, 2013 10:06 am
Prendendo spunto da questo post di Goldorak in questo thread  http://www.tforumhifi.com/t38452p15-uscite-bilanciate-m-dac

@goldorak ha scritto: Purtroppo penso nessuno o quasi può essere in grado di affermare che un impianto riproduca un brano in modo impeccabile non essendo presente al momento della registrazione dello stesso per fare un confronto reale.
Volevo ricordare e suggerire che non esiste alcun confronto che un impianto può fare con un evento reale, ma può solo confrontarsi con il brano stesso. La registrazione è l'unico riferimento che abbiamo per assicurarci che il nostro impianto sia corretto*. 

Così per approfondire farò un lungo (e spero utile) esempio Smile

Dalla registrazione all'ascolto in 8 punti Cool


1. Abbiamo un quartetto jazz che suona un live studio. Abbiamo un gruppo x che definiamo con l'espressione generale "sound engineer" che si occupa di registrare, poi mixare, e poi "incidere" il master di questo live studio.

2. Abbiamo un suono che possiamo percepire con le nostre orecchie in vari punti dello studio, abbiamo un suono che farà il suo ingresso trionfale in x microfoni, y preampli, z console. Un suono monitorato da CUFFIE e da diffusori MONITOR (magari attivi per semplificare).

3. Curiosità. Il suono che percepiamo nell'ambiente STUDIO magari differisce già dal suono che sentiamo in cuffia, e quello in cuffia differisce anche da quello percepito dai diffusori monitor. Sfumature o grandi differenze poco importa. Nessuno verrebbe a saperlo, tanto quel suono che si sente nei MONITOR (cuffie e diffusori) non è neppure quello FINALE...

4. I musicisti suonano. Il sound engineer team registra. I musicisti lasciano la sala. Il sound engineer lavora sul materiale registrato, che avrà un suono impostato in fase di ripresa e che comunque sarò DIVERSO dal suono che si percepiva in STUDIO. Differenze sottili o grossolane in base al gusto di tutti gli attori presenti. Differenze.

5. Ma non è ancora finita, adesso si lavora al mix. Ed un SAX che ad un certo momento del brano aveva una fondamentale a 400hz e -20db, viene ritoccata con una catena di effetti e viene abbassata a -24db, per far uscire magari qualche armonica del contrabbasso. O forse viene semplicemente creata una curva di eq per riscaldare un po' il suono del SAX. In ogni caso, quel SUONO DEL SAX (già di per sé falsato in fase di ripresa) viene nuovamente manipolato. Stessa sorte farà la batteria, magari con filtro passa alto, filtri eq, compressori, ecc... stessa sorte agli altri strumenti, chi più chi meno viene ritoccato.

6. Il mix prosegue, e di quel suono percepito dai musicisti in fase di registrazione, rimane ben poco... ora abbiamo un nuovo suono, pronto per il tocco finale in fase di mastering. Compressori, expander, un effetto finto valvolare qui, un riverbero generale lì, ed il "SUONO" come lo vuole la CASA EDITRICE è pronto.

7. Quel suono non ha più nulla dell'originale suonato, se avessimo avuto un analizzatore di spettro ed avessimo studiato creste, livelli, dei vari strumenti in LIVE, avremmo notato differenze anche macroscopiche, tra uno spettro di uno strumento ed il suo SUONO REGISTRATO.

8. Abbiamo il master... se avessimo sovrapposto ad analisi spettrale il suono registrato senza manipolazione alcuna (lasciando solo le "colorazioni" di microfoni, pre, console...) ed il suono finale contenuto nel master troveremmo grandi differenze. Ma questo poco importa... adesso abbiamo una REGISTRAZIONE di un brano... anche se non contiene il suono FEDELISSIMO di un evento REALE, è comunque il nostro UNICO riferimento.



Il nostro impianto suona quella registrazione, che ha la sua matematica, e quella deve arrivare al punto d'ascolto.

QUELLA "MATEMATICA" FACEVA SCHIFO? Il nostro impianto (se è corretto) non potrà fare altro che suonare schifo.

l nostro impianto è scorretto? Chissà magari s'incontra con la matematica sbagliata di quella registrazione generando un che di "piacevole".





CONCLUSIONI IN STUDIO QUARTET
Ora tiriamo le conclusioni. Io sono il musicista che aveva suonato in quel LIVE STUDIO, vorrei risentire quel suono che avevo percepito in quell'occasione, dunque prendo il brano registrato e lo faccio suonare nel mio impianto...

Ehi... ma non suona come l'evento dal vivo! Io c'ero e lo so che non c'entra 'na pizza! Ok la colpa non è dell'impianto... la colpa è del SOUND ENGINEER che ha scelto un suono... ed ha variato tutta le variabili al fine di ottenerlo.

E SAREBBE FOLLE AD ESEMPIO, cambiare tutti i componenti dell'impianto, sperando che questo possa FAR SUONARE IL BRANO COME LO RICORDAVO IN FASE DI ESECUZIONE...

Semplicemente qualcuno dovrebbe dirmi: "OH... SOLOMON, SVEGLIATI... quel ricordo è solo nella tua memoria, il brano adesso è questo... al massimo puoi farlo SUONARE CORRETTAMENTE ED ASSICURARTI CHE STIA SUOANNDO COME IL SOUND ENGINEER HA DECISO DEBBA SUONARE".


Noi facciamo suonare REGISTRAZIONI, che il più delle volte, sono lontane o lontanissime dall'evento REALE.


Speriamo che il SOUND ENGINEER nel suo lavoro possa profondamente capire il sentimento e l'intenzione di una esecuzione e rispettarla al punto da farla ARRIVARE A NOI quanto più RICCA E CORRETTA possibile...

in quel caso... e solo in quel caso... ;)il nostro impianto potrà confrontarsi con lo spettro del reale.

Sfida... assai ardua. Surprised

Per questo esiste il SOUND ENGINEER che azzoppa dinamica, taglia e cuce, equalizza, sbudella, sconvolge e scazza tutta la registrazione per assicurare che possa suonare bene nel primo citofono della signora del palazzo di fronte. Hehe





* Ci sarebbero vari modi per verificare la correttezza di un esecuzione al punto d'ascolto, uno facile ad esempio sarebbe di registrare (con microfono di misura) l'esecuzione di un brano al punto d'ascolto e confrontare lo spettro audio della registrazione con il brano originale. Ovviamente è importante settare il corretto volume affinché il brano registrato al punto d'ascolto suonicon gli stessi livelli del brano originale.

_________________
- Album scelto per adesso: Steven Wilson - Hand. Cannot. Erase. - Kscope - Bluray DTS/LPCM/24-96
- Tu creasti per loro un tempio nell'udito - R.M. Rilke -
avatar
Vella
Membro classe argento
Membro classe argento
Data d'iscrizione : 29.12.10
Numero di messaggi : 3992
Località : Milano
Occupazione/Hobby : finanza/tra un pò scrivo un romanzo
Impianto :
Spoiler:
Asus eeebox+Lubuntu/MPD - Rega Planet 2000 - Benchmark DAC1USB - Electrocompaniet EC3 - Electrocompaniet AW 120 DMB - Duevel Planets - Sennheiser HD600
Chord USB Silver Plus - Mogami 2964 - Atlas Element Integra - WireWorld Stratus 5(2) - QED Anniversary Silver XT Anniversary

Re: Alta fedeltà. Dalla registrazione all'ascolto in 8 punti!

il Ven Set 06, 2013 10:54 am
Bel post Salvo.
Però...
Però uno potrebbe sostenere che il suo obiettivo finale è ascolatare come piace a lui.
La realtà non è replicabile e il sound engineer ci ha messo del suo, bene. E perchè non ci può mettere del suo anche l'ascoltatore, e modificare, per quanto può, il suono, fino a farglielo piacere di più?
Tanto, come detto, la realtà dell'evento ce la siamo giocata.
Si sta ri-producendo un evento sonoro. Magari il sound eng ha fatto pure delle scelte che non mi piacciono, e magari anche all'insaputa dell'artista.
Lui ci ha messo del suo? E allora ce lo mette anche l'audiofilo con le sue scelte. Tiè.
avatar
Solomon
Moderatore di sezione
Moderatore di sezione
Data d'iscrizione : 07.07.10
Numero di messaggi : 2237
Località : Palermo
Provincia (Città) : Palermo
Impianto : decisamente multicanale

Re: Alta fedeltà. Dalla registrazione all'ascolto in 8 punti!

il Ven Set 06, 2013 11:02 am
@Vella ha scritto:Bel post Salvo.
Però...
Però uno potrebbe sostenere che il suo obiettivo finale è ascolatare come piace a lui.
La realtà non è replicabile e il sound engineer ci ha messo del suo, bene. E perchè non ci può mettere del suo anche l'ascoltatore, e modificare, per quanto può, il suono, fino a farglielo piacere di più?
Tanto, come detto, la realtà dell'evento ce la siamo giocata.
Si sta ri-producendo un evento sonoro. Magari il sound eng ha fatto pure delle scelte che non mi piacciono, e magari anche all'insaputa dell'artista.
Lui ci ha messo del suo? E  allora ce lo mette anche l'audiofilo con le sue scelte. Tiè.
Caro Paolo, sono assolutamente d'accordo con te. Infatti si può scegliere la corretta riproduzione all'angolo rosso (hi fi), la riproduzione personalizzata (my fi) all'angolo azzurro, e per quanto mi riguarda anche se i due "sfidanti" dovessero ballare l'hully gully sul ring e divertirsi con tutte le possibili sfumature di queste due possibilità d'ascolto, sarei felice comunque per loro.

Io stesso ho diverse curve di eq dsp e correzioni dirac secondo scazzo del giorno o qualità di registrazione (e poi mi piace sperimentare tutto il suono che c'è).

E posso assicurarti che il più delle volte ascolto piacevolmente in modalità my fi, inserendo anche la mia immagine nell'olografia musicale. Smile






_________________
- Album scelto per adesso: Steven Wilson - Hand. Cannot. Erase. - Kscope - Bluray DTS/LPCM/24-96
- Tu creasti per loro un tempio nell'udito - R.M. Rilke -
avatar
Vella
Membro classe argento
Membro classe argento
Data d'iscrizione : 29.12.10
Numero di messaggi : 3992
Località : Milano
Occupazione/Hobby : finanza/tra un pò scrivo un romanzo
Impianto :
Spoiler:
Asus eeebox+Lubuntu/MPD - Rega Planet 2000 - Benchmark DAC1USB - Electrocompaniet EC3 - Electrocompaniet AW 120 DMB - Duevel Planets - Sennheiser HD600
Chord USB Silver Plus - Mogami 2964 - Atlas Element Integra - WireWorld Stratus 5(2) - QED Anniversary Silver XT Anniversary

Re: Alta fedeltà. Dalla registrazione all'ascolto in 8 punti!

il Ven Set 06, 2013 11:06 am
Ecco, co' 'sto dirac ancora!
Volevo resistere il più possibile, ma finito il trasloco mi sa che me tocca!
Dev'essere troppo divertente e interessante.
avatar
maxanton
Membro di riguardo
Membro di riguardo
Data d'iscrizione : 20.07.10
Numero di messaggi : 633
Località : Lazio / Italia
Provincia (Città) : Roma / Roma
Impianto : Diffusori UNICUM due vie+Focal Chorus 807 V + pre ONCLE Bruno Reference+Adcom 5500+ Poppulse T150+Trends ta 10.2+pre Gomez by Sonic63+finale B&O 125 asx by Sonic63+server musicale by Wasky

Re: Alta fedeltà. Dalla registrazione all'ascolto in 8 punti!

il Ven Set 06, 2013 11:16 am
fermo restando quello che hai detto (che è la pura realtà delle cose) e considerando che ormai i suoni puri iniziali non ci sono più sarebbe possibile per noi cercare di "ritoccare" qualche cattiva registrazione c'è qualche software specifico oppure il solito equalizzatore?
avatar
maxanton
Membro di riguardo
Membro di riguardo
Data d'iscrizione : 20.07.10
Numero di messaggi : 633
Località : Lazio / Italia
Provincia (Città) : Roma / Roma
Impianto : Diffusori UNICUM due vie+Focal Chorus 807 V + pre ONCLE Bruno Reference+Adcom 5500+ Poppulse T150+Trends ta 10.2+pre Gomez by Sonic63+finale B&O 125 asx by Sonic63+server musicale by Wasky

Re: Alta fedeltà. Dalla registrazione all'ascolto in 8 punti!

il Ven Set 06, 2013 11:19 am
qualche volta ho usato Audacity questo Dirac è migliore?
avatar
Solomon
Moderatore di sezione
Moderatore di sezione
Data d'iscrizione : 07.07.10
Numero di messaggi : 2237
Località : Palermo
Provincia (Città) : Palermo
Impianto : decisamente multicanale

Re: Alta fedeltà. Dalla registrazione all'ascolto in 8 punti!

il Ven Set 06, 2013 11:30 am
@maxanton ha scritto:fermo restando quello che hai detto (che è la pura realtà delle cose) e considerando che ormai i suoni puri iniziali non ci sono più sarebbe possibile per noi cercare di "ritoccare" qualche cattiva registrazione c'è qualche software specifico oppure il solito equalizzatore?
Il problema che poni è interessante, e ti assicuro che per una cattiva registrazione non c'è una cura. Mi spiego.
Se la registrazione è COMPRESSA (diciamo DR3-7) non c'è modo per aumentare la dinamica, dunque battaglia persa in partenza.

Se la registrazione non è compressa ma suona male nel tuo impianto, ci sono due possibilità:
1) verifica che il tuo impianto la stia almeno riproducendo in modo corretto (vedi asterisco * nel primo post).
2) se il tuo impianto la suona in modo corretto e non ti piace comunque quel suono, puoi inserire una serie di plugin nella catena DSP (se usi foobar), equalizzazione, gate-expander, pre valvolare, compressore, ecc... al fine di farne la tua versione "master" in real time. Questo solo ed esclusivamente se la traccia ha abbastanza range dinamico (almeno DR12-15) da permetterti modifiche incisive.

Una eventuale correzione ambientale DRC tipo Dirac, può aiutare assai in entrambi i casi Wink 


Per la questione range dinamico, i numeri che cito fanno riferimento al plugin TT DR della Pleasurize Music Foundation http://www.dynamicrange.de/

nota. Attenzione. Audacity è un editor audio. Dirac è una correttore ambientale digitale. Due cose assai diverse Smile

_________________
- Album scelto per adesso: Steven Wilson - Hand. Cannot. Erase. - Kscope - Bluray DTS/LPCM/24-96
- Tu creasti per loro un tempio nell'udito - R.M. Rilke -
avatar
kurt10
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo
Data d'iscrizione : 07.04.08
Numero di messaggi : 1623
Località : .
Impianto : .

Re: Alta fedeltà. Dalla registrazione all'ascolto in 8 punti!

il Ven Set 06, 2013 11:40 am
@maxanton ha scritto:fermo restando quello che hai detto (che è la pura realtà delle cose) e considerando che ormai i suoni puri iniziali non ci sono più sarebbe possibile per noi cercare di "ritoccare" qualche cattiva registrazione c'è qualche software specifico oppure il solito equalizzatore?
http://www.tforumhifi.com/t33121-izotope-ozone-5-eq?highlight=izotope

con le ultime versioni di fooba non va...con jriver nessun problema..
avatar
Silver Black
Amministratore
Amministratore
Data d'iscrizione : 03.02.08
Numero di messaggi : 15436
Località : Veneto, Italia
Occupazione/Hobby : Software developer - Istruttore di Muay Thai
Provincia (Città) : Vicenza (Bassano del Grappa)
Impianto :
Spoiler:
Impianto: ampli: VirtueTwo.2 + JT Dynamic Power Supply (30V, 10A, 300W); diffusori: Proson Conquest 6030 MKII; sorgente: Oppo DV970; cavi segnale: Monster Cable MKII; cavi potenza: Qed Micro





http://www.silvercybertech.com

Re: Alta fedeltà. Dalla registrazione all'ascolto in 8 punti!

il Ven Set 06, 2013 1:56 pm
Si candida al post dell'anno. Ok 

_________________
T-Forum, non solo classe T.
www.tforumhifi.com

Se ti piace la fotografia iscriviti a Lucegrafia, il forum di Fotografia per veri appassionati!
"Una fotografia prima la senti, poi la vedi". (Fabrizio Guerra, fotografo)
www.lucegrafia.net
avatar
robertopisa
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo
Data d'iscrizione : 08.04.10
Numero di messaggi : 1654
Provincia (Città) : Pisa
Impianto :
premi per vedere:

Re: Alta fedeltà. Dalla registrazione all'ascolto in 8 punti!

il Ven Set 06, 2013 3:14 pm
Interessante post... volendolo portare all'estremo, "la" riproduzione stessa dal vivo non esiste perché dipende anche dalla posizione di ascolto: proprio ieri c'era un concerto di una banda qui in centro. A seconda di dove mi mettevo, l'acustica cambiava pesantemente la percezione. Ho provato a due metri dalla banda, in mezzo al loggiato, molto distante ecc. In alcuni casi, la musica era coinvolgente, in altri era piatta da seguire. Stranamente, la posizione migliore era abbastanza distante, lontano dal loggiato, evidentemente le distorsioni alla fine piacciono Smile

Oltre a questo, c'è l'impianto di amplificazione: se ci sono strumenti elettrici e quindi la loro amplificazione, la regolazione al mixer cambia pesantemente la percezione.

Vi confesso che non è che sia rimasto sempre impressionato dalla musica dal vivo, perché anche lì occorre un ambiente adatto. Avevo portato mia figlia teenager a sentire i concerti brandeburghesi di Bach esegui all'aperto: tali esecuzioni erano eseguite in tre parti, in tre momenti diversi del pomeriggio e in tre locazioni diverse, ma con la stessa orchestra. In un ambiente poco adatto (un cimitero monumentale, sotto una loggia un po' dispersiva), mia figlia era distratta anche perché lontani dall'orchestra, il suono era un po' piatto; quando poi siamo passati in un chiostro con giardino (un posto più raccolto e intimo rispetto al primo), eravamo vicini all'orchestra e il suono era pieno di vibrazioni e armoniche, per cui lei (e non solo lei) è rimasta incantata tutto il tempo.

Esistono quindi vari ascolti possibili per la musica dal vivo. Certamente la dinamica è una caratteristica che la distingue rispetto alla riproduzione.

La soluzione? Se la musica risulta piacevole, dopo un po' il nostro cervello fa DSP e finisce per seguire la musica dal vivo invece che la qualità del suono. Certamente la musica piatta (poca dinamica) non aiuta. Forse dovremmo fare lo stesso quando ascoltiamo il nostro impianto Smile
avatar
MANU97
Aiutante Cerimoniere
Aiutante Cerimoniere
Data d'iscrizione : 29.09.11
Numero di messaggi : 2155
Località : Passo del Ghiffi
Occupazione/Hobby : Scuola, Musica e DIY.
Provincia (Città) : GE
Impianto : Ampli:
LM4780-LM3886
Philips 22GH923-
The Wall-
JLH '69
LEAK Stereo 30
Grundig Mini10
Diffu:
Philips 22GL561(AD9710)-
SUB in DCAC-
Sorgente:
Asus Xonar STX+Fb2K



Re: Alta fedeltà. Dalla registrazione all'ascolto in 8 punti!

il Ven Set 06, 2013 4:20 pm
Bravo Solomon, ci voleva un 3D del genere! Quello che il TForum deve avere Smile 

Se mai vi interessasse.... fra un pò di tempo farò un album senza effetti, compressioni...equalizzazzioni...ecc
Puro puro, sciallo sciallo Laughing 
Anche se non vi piacesse, come riferimento del "naturale" credo sia ottimo...
...ma adesso ho ancora molto da lavorarci, quindi abbiate pazienza! Ma arriverò Smile


Hello
avatar
Vella
Membro classe argento
Membro classe argento
Data d'iscrizione : 29.12.10
Numero di messaggi : 3992
Località : Milano
Occupazione/Hobby : finanza/tra un pò scrivo un romanzo
Impianto :
Spoiler:
Asus eeebox+Lubuntu/MPD - Rega Planet 2000 - Benchmark DAC1USB - Electrocompaniet EC3 - Electrocompaniet AW 120 DMB - Duevel Planets - Sennheiser HD600
Chord USB Silver Plus - Mogami 2964 - Atlas Element Integra - WireWorld Stratus 5(2) - QED Anniversary Silver XT Anniversary

Re: Alta fedeltà. Dalla registrazione all'ascolto in 8 punti!

il Ven Set 06, 2013 10:33 pm
@robertopisa ha scritto:
...
Ho provato a due metri dalla banda, in mezzo al loggiato, molto distante ecc. In alcuni casi, la musica era coinvolgente, in altri era piatta da seguire. Stranamente, la posizione migliore era abbastanza distante, lontano dal loggiato, evidentemente le distorsioni alla fine piacciono Smile

.....
- Ehi, ma che modi...
- Mi faccia passare, devo ascoltare più vicino
- E non spinga, che sta facendo?
- Sto inseguendo la dinamica, è una cosa scientifica, si scansi
- E chi è, una sua amica?
- Ma mi faccia il piacere, ora vado al loggiato. Fate spazio, devo sentire la dinamica...
- Sta arrivando il pazzo, ora attacca bottone col riv, il rev, dev'essere malato, stia attenta signora
- Gigetto, vieni via che c'è gente strana... Non si può più ascoltare una banda in pace
avatar
robertopisa
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo
Data d'iscrizione : 08.04.10
Numero di messaggi : 1654
Provincia (Città) : Pisa
Impianto :
premi per vedere:

Re: Alta fedeltà. Dalla registrazione all'ascolto in 8 punti!

il Sab Set 07, 2013 3:40 am
M'è successo in effetti quest'estate... c'erano dei concerti gratuiti di jazz all'aperto e non sai quante volte ho fatto spostare di sedia mia moglie alla ricerca dello spot giusto... credo oramai di essere diventato incosciente da questo punto di vista, ma non riesco più a seguire un concerto dal vivo se non si sente bene. Morale: non venite ai concerti con me se volete evitare l'imbarazzo Smile

Per inciso: un paio di concerti erano di jazz più innovativo e i ragazzi erano davvero bravi ma diversa gente se ne è andata dopo un po', mentre uno era di una presunta banda swing che suonava tutto come fosse "vai col liscio!" in romagnolo e la gente è rimasta (per dirvene una, hanno suonato Piazzolla come se fosse una mazurka, si sarà girato nella tomba...)

Un'altra volta c'era un duo che suonava sulla riva dell'Arno qui a Pisa e mi sono sporto dalla balaustra perché si sentiva meglio (loro erano in basso e io mi affacciavo sulle loro capocce). Moglie e le figlie si sono immediatamente allontanate da me. Poi si è sentita la sirena della croce verde in arrivo e io sono scappato Smile

Mi capita di andare in giro per lavoro e quando vado nelle sale di grandi dimensioni guardo sempre se hanno trattamento acustico visibile e che tipo. A un certo punto c'erano dei colleghi che stavano parlando di cose serie e io sono intervenuto elogiando l'acustica del posto dove stavamo. Per convincerli, ho iniziato a sbattere le mani, clap clap, facendo notare loro come il riverbero fosse controllato. Se vuoi continuo con gli esempi Smile




@Vella ha scritto:
@robertopisa ha scritto:
...
Ho provato a due metri dalla banda, in mezzo al loggiato, molto distante ecc. In alcuni casi, la musica era coinvolgente, in altri era piatta da seguire. Stranamente, la posizione migliore era abbastanza distante, lontano dal loggiato, evidentemente le distorsioni alla fine piacciono Smile

.....
- Ehi, ma che modi...
- Mi faccia passare, devo ascoltare più vicino
- E non spinga, che sta facendo?
- Sto inseguendo la dinamica, è una cosa scientifica, si scansi
- E chi è, una sua amica?
- Ma mi faccia il piacere, ora vado al loggiato. Fate spazio, devo sentire la dinamica...
- Sta arrivando il pazzo, ora attacca bottone col riv, il rev, dev'essere malato, stia attenta signora
- Gigetto, vieni via che c'è gente strana... Non si può più ascoltare una banda in pace
avatar
Vella
Membro classe argento
Membro classe argento
Data d'iscrizione : 29.12.10
Numero di messaggi : 3992
Località : Milano
Occupazione/Hobby : finanza/tra un pò scrivo un romanzo
Impianto :
Spoiler:
Asus eeebox+Lubuntu/MPD - Rega Planet 2000 - Benchmark DAC1USB - Electrocompaniet EC3 - Electrocompaniet AW 120 DMB - Duevel Planets - Sennheiser HD600
Chord USB Silver Plus - Mogami 2964 - Atlas Element Integra - WireWorld Stratus 5(2) - QED Anniversary Silver XT Anniversary

Re: Alta fedeltà. Dalla registrazione all'ascolto in 8 punti!

il Sab Set 07, 2013 3:17 pm
@robertopisa ha scritto:
...
Moglie e le figlie si sono immediatamente allontanate da me. Poi si è sentita la sirena della croce verde in arrivo e io sono scappato Smile

....
Spettacolo!!!! Ma l'avevano chiamata loro?

Ti confesso che il battere le mani nei posti più impensati capita anche a me, ma gli sguardi attoniti che ricevo mi fanno smettere subito!!!
avatar
Silver Black
Amministratore
Amministratore
Data d'iscrizione : 03.02.08
Numero di messaggi : 15436
Località : Veneto, Italia
Occupazione/Hobby : Software developer - Istruttore di Muay Thai
Provincia (Città) : Vicenza (Bassano del Grappa)
Impianto :
Spoiler:
Impianto: ampli: VirtueTwo.2 + JT Dynamic Power Supply (30V, 10A, 300W); diffusori: Proson Conquest 6030 MKII; sorgente: Oppo DV970; cavi segnale: Monster Cable MKII; cavi potenza: Qed Micro





http://www.silvercybertech.com

Re: Alta fedeltà. Dalla registrazione all'ascolto in 8 punti!

il Sab Set 07, 2013 3:30 pm
@robertopisa ha scritto:M'è successo in effetti quest'estate... c'erano dei concerti gratuiti di jazz all'aperto e non sai quante volte ho fatto spostare di sedia mia moglie alla ricerca dello spot giusto... credo oramai di essere diventato incosciente da questo punto di vista, ma non riesco più a seguire un concerto dal vivo se non si sente bene. Morale: non venite ai concerti con me se volete evitare l'imbarazzo Smile

Per inciso: un paio di concerti erano di jazz più innovativo e i ragazzi erano davvero bravi ma diversa gente se ne è andata dopo un po', mentre uno era di una presunta banda swing che suonava tutto come fosse "vai col liscio!" in romagnolo e la gente è rimasta (per dirvene una, hanno suonato Piazzolla come se fosse una mazurka, si sarà girato nella tomba...)

Un'altra volta c'era un duo che suonava sulla riva dell'Arno qui a Pisa e mi sono sporto dalla balaustra perché si sentiva meglio (loro erano in basso e io mi affacciavo sulle loro capocce). Moglie e le figlie si sono immediatamente allontanate da me. Poi si è sentita la sirena della croce verde in arrivo e io sono scappato Smile

Mi capita di andare in giro per lavoro e quando vado nelle sale di grandi dimensioni guardo sempre se hanno trattamento acustico visibile e che tipo. A un certo punto c'erano dei colleghi che stavano parlando di cose serie e io sono intervenuto elogiando l'acustica del posto dove stavamo. Per convincerli, ho iniziato a sbattere le mani, clap clap, facendo notare loro come il riverbero fosse controllato. Se vuoi continuo con gli esempi Smile
AHAH! Sei un grande! E il premio audiofilo dell'anno spetta a... Roberto Pisa! Clap Clap Clap Very Happy

_________________
T-Forum, non solo classe T.
www.tforumhifi.com

Se ti piace la fotografia iscriviti a Lucegrafia, il forum di Fotografia per veri appassionati!
"Una fotografia prima la senti, poi la vedi". (Fabrizio Guerra, fotografo)
www.lucegrafia.net
avatar
Solomon
Moderatore di sezione
Moderatore di sezione
Data d'iscrizione : 07.07.10
Numero di messaggi : 2237
Località : Palermo
Provincia (Città) : Palermo
Impianto : decisamente multicanale

Re: Alta fedeltà. Dalla registrazione all'ascolto in 8 punti!

il Sab Set 07, 2013 3:34 pm
@Vella ha scritto:

Ti confesso che il battere le mani nei posti più impensati capita anche a me, ma gli sguardi attoniti che ricevo mi fanno smettere subito!!!
Confesso anch'io. Pur non essendo un usufruitore puro del clap test, ho la mia triade di app sempre pronta nella home del mio smartphone.
- Spec Scope... analizzatore di spettro con increspature colorate
- Noise Meter... fonometro con misuratore di picco sul nero delle scogliere
- Pitch Lab... accordatore sperimentale, utile per farmi trovare le fondamentali che si stagliano sopra le onde sonore.

Così, nei momenti più impensabili esco l'Android Triade per analizzare il mondo dei suoni nella terraferma.

Una sera di qualche settimana fa ero in giardino, i vicini festeggiavano qualcosa con dispiegamento di forze DJ, diffusori e sub PA. Così da una buona distanza di 20-30mt... mi trovavo a misurare la profondità dei bassi, l'estensione delle alte, i fenomeni di riflessione.

... dimenticavo... tra una misurazione e l'altra ho attivato Shazam: ascoltavano Robin Thicke "Blurred Lines", brano in parte plagiato da "furia cavallo del west", garantito al limone.

Cool 







_________________
- Album scelto per adesso: Steven Wilson - Hand. Cannot. Erase. - Kscope - Bluray DTS/LPCM/24-96
- Tu creasti per loro un tempio nell'udito - R.M. Rilke -
avatar
robertopisa
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo
Data d'iscrizione : 08.04.10
Numero di messaggi : 1654
Provincia (Città) : Pisa
Impianto :
premi per vedere:

Re: Alta fedeltà. Dalla registrazione all'ascolto in 8 punti!

il Dom Set 08, 2013 11:02 am
@Vella ha scritto:
@robertopisa ha scritto:
...
Moglie e le figlie si sono immediatamente allontanate da me. Poi si è sentita la sirena della croce verde in arrivo e io sono scappato Smile

....
Spettacolo!!!! Ma l'avevano chiamata loro?
Loro negano... Smile
avatar
robertopisa
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo
Data d'iscrizione : 08.04.10
Numero di messaggi : 1654
Provincia (Città) : Pisa
Impianto :
premi per vedere:

Re: Alta fedeltà. Dalla registrazione all'ascolto in 8 punti!

il Dom Set 08, 2013 11:05 am
In effetti, tirare fuori il cellulare è più discreto che battere le mani come per schiacciare le zanzare. Mi sa che adotterò il tuo metodo Smile

@Solomon ha scritto:
@Vella ha scritto:

Ti confesso che il battere le mani nei posti più impensati capita anche a me, ma gli sguardi attoniti che ricevo mi fanno smettere subito!!!
Confesso anch'io. Pur non essendo un usufruitore puro del clap test, ho la mia triade di app sempre pronta nella home del mio smartphone.
- Spec Scope... analizzatore di spettro con increspature colorate
- Noise Meter... fonometro con misuratore di picco sul nero delle scogliere
- Pitch Lab... accordatore sperimentale, utile per farmi trovare le fondamentali che si stagliano sopra le onde sonore.

Così, nei momenti più impensabili esco l'Android Triade per analizzare il mondo dei suoni nella terraferma.

Una sera di qualche settimana fa ero in giardino, i vicini festeggiavano qualcosa con dispiegamento di forze DJ, diffusori e sub PA. Così da una buona distanza di 20-30mt... mi trovavo a misurare la profondità dei bassi, l'estensione delle alte, i fenomeni di riflessione.

... dimenticavo... tra una misurazione e l'altra ho attivato Shazam: ascoltavano Robin Thicke "Blurred Lines", brano in parte plagiato da "furia cavallo del west", garantito al limone.

Cool 






avatar
Vella
Membro classe argento
Membro classe argento
Data d'iscrizione : 29.12.10
Numero di messaggi : 3992
Località : Milano
Occupazione/Hobby : finanza/tra un pò scrivo un romanzo
Impianto :
Spoiler:
Asus eeebox+Lubuntu/MPD - Rega Planet 2000 - Benchmark DAC1USB - Electrocompaniet EC3 - Electrocompaniet AW 120 DMB - Duevel Planets - Sennheiser HD600
Chord USB Silver Plus - Mogami 2964 - Atlas Element Integra - WireWorld Stratus 5(2) - QED Anniversary Silver XT Anniversary

Re: Alta fedeltà. Dalla registrazione all'ascolto in 8 punti!

il Dom Set 08, 2013 8:34 pm
@Solomon ha scritto:
....

Così, nei momenti più impensabili esco l'Android Triade per analizzare il mondo dei suoni nella terraferma.
.....

Affascinante.
Sound landscape e Acoustic Ecology.
Per esempio:

http://soundlandscapes.wordpress.com/
(Bellissimo il suono del cigolio di una porta nella chiesa di Saint-Gervais-Saint-Protais a Parigi)

http://soundexplorations.blogspot.it/2012/07/project-analyzing-landscape-sounds.html

http://wfae.proscenia.net/journal/index.html


Vedere l'argomento precedenteTornare in altoVedere l'argomento seguente
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum