T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti
Benvenuto nel T-Forum!
Connettiti in modo da farti riconoscere come membro affezionato, oppure registrati così potrai partecipare attivamente alle discussioni.
Sondaggio

Ti piace il nuovo stile del T-Forum?

51% 51% [ 73 ]
49% 49% [ 70 ]

Totale dei voti : 143

Ultimi argomenti
» Crescendo by Airtech
Oggi alle 18:34 Da dinamanu

» I cavi di potenza, questi sconosciuti
Oggi alle 18:24 Da nerone

» Musica liquida: che fare?
Oggi alle 18:18 Da gorillone

» Quale Gira ?
Oggi alle 17:20 Da Motogiullare

» Vendo Ampli FDA IAMD V200 90€
Oggi alle 17:13 Da Charli48

» Project Carbon Esprit 2M Red su Subito
Oggi alle 16:57 Da mumps

» Dynamat questo sconosciuto....
Oggi alle 16:46 Da dinamanu

» Smart tv con uscita ottica e ampli con ingressi analogici
Oggi alle 14:55 Da nerone

» [GE] Vendo coppia finali mono Hypex nCore 400
Oggi alle 14:25 Da antbom

» Consiglio cuffie in-ear
Oggi alle 13:28 Da sportyerre

» trasformare portatile vaio in media center per monitor fullhd e impianto hifi
Oggi alle 13:18 Da potowatax

» Clip... altro che Klipsh
Oggi alle 13:18 Da franzfranz

» Amplificatori t-amp principalmente per musica in stereofonia e per l'home theatre
Oggi alle 10:24 Da davidcop68

» Thorens TD 166 Mk V con un canale bassissimo
Oggi alle 9:52 Da Motogiullare

» Vendo Barebone Gigabyte BRIX GB-BKi7HA-7500 [MI-CO-MB-LC]
Ieri alle 23:50 Da wings

» Stamattina... Oggi pomeriggio... Stasera... Stanotte... (parte 14)
Ieri alle 23:23 Da Aunktintaun

» Scelta amplificatore, mi aiutate?
Ieri alle 23:04 Da Aunktintaun

» Gallo Acoustics
Ieri alle 21:42 Da danidani1

» Nuovo TAMP
Ieri alle 15:06 Da RAIS

» Vendo bookshelf Monovia [150 euro]
Ieri alle 14:45 Da MrTheCarbon

»  [PA] Vendo Amplificatore Audio Analogue Puccini SE
Ieri alle 14:30 Da mastri81

» (PA) Boston Acustics VR940
Ieri alle 14:21 Da mastri81

» [SS] Trevi AVX 575 minidiffusori attivi
Ieri alle 11:16 Da Aunktintaun

» Software APM Tool Lite
Ieri alle 10:43 Da gubos

» Riparazione Elettrocompaniet ECI 1
Ieri alle 10:27 Da gubos

» Qualche consiglio [Darkvoice 336+DT990]
Ieri alle 0:09 Da IlTossico

» ALIENTEK D8
Mar 25 Apr 2017 - 23:52 Da giucam61

» Chi mi aiuta con un filtro notch?
Mar 25 Apr 2017 - 23:50 Da giucam61

» Cambio diffussori da scaffale max 500euro
Mar 25 Apr 2017 - 20:11 Da natale55

» Mo-gu S800 - piccolo e combattivo
Mar 25 Apr 2017 - 19:37 Da andzoff

Statistiche
Abbiamo 10766 membri registrati
L'ultimo utente registrato è carbor

I nostri membri hanno inviato un totale di 784520 messaggi in 50993 argomenti
Migliori postatori
Stentor (20392)
 
DACCLOR65 (19630)
 
schwantz34 (15499)
 
Silver Black (15455)
 
nd1967 (12803)
 
flovato (12509)
 
Biagio De Simone (10261)
 
piero7 (9854)
 
wasky (9229)
 
fritznet (8917)
 

Chi è in linea
In totale ci sono 66 utenti in linea :: 8 Registrati, 1 Nascosto e 57 Ospiti :: 1 Motore di ricerca

carbor, gorillone, magistercylindrus, mauretto, nerone, pallapippo, raf980, Seti

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo degli utenti in linea è stato 4379 il Lun 25 Mag 2015 - 15:01
Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 


Bookmarking sociale

Bookmarking sociale Digg  Bookmarking sociale Delicious  Bookmarking sociale Reddit  Bookmarking sociale Stumbleupon  Bookmarking sociale Slashdot  Bookmarking sociale Yahoo  Bookmarking sociale Google  Bookmarking sociale Blinklist  Bookmarking sociale Blogmarks  Bookmarking sociale Technorati  




Conserva e condividi l'indirizzo di T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti sul tuo sito sociale bookmarking

Come Valutare il diffusore acustico

Pagina 1 di 3 1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Come Valutare il diffusore acustico

Messaggio  MorrisBlade il Dom 16 Giu 2013 - 14:39

Vorrie segnalare che nel sito di Mario Bon, che, se capisco bene, è distributori dei Diffusori Opera, si possono trovare una serie di articoli IMHO molto interessanti sui diffusori acustici.

http://mariobon.com/Articoli_nuovi/300_Diffusori_e_Misure_orecchio.htm

http://mariobon.com/index_articoli.htm

Forse per i pù esperti sono cose risapute, ma per i niubbioni come me credo possano essere utili.
Tutto qui. :shockhappy:Passo e chiudo.
avatar
MorrisBlade
Affezionato
Affezionato

Data d'iscrizione : 29.10.11
Numero di messaggi : 114
Località : Milano
Impianto : Lettore CD: Sony CDP 950, Ampli: Trends TA-10.1 & Topping TP22, Casse B&W DM4

Tornare in alto Andare in basso

Come Valutare il diffusore acustico

Messaggio  MorrisBlade il Dom 16 Giu 2013 - 15:02

niente male anche la pagina delle FAQ
http://mariobon.com/indice_faq.htm

del tipo:
Mia suocera parla di continuo e mi impedisce di sentire la musica: posso sopprimerla?
No, in Italia è contro la legge.

oppure
Da quando ho installato l’impianto mia moglie ha chiesto il divorzio. Perché?
È una coincidenza.
Lol eyes shut
avatar
MorrisBlade
Affezionato
Affezionato

Data d'iscrizione : 29.10.11
Numero di messaggi : 114
Località : Milano
Impianto : Lettore CD: Sony CDP 950, Ampli: Trends TA-10.1 & Topping TP22, Casse B&W DM4

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come Valutare il diffusore acustico

Messaggio  Stentor il Dom 16 Giu 2013 - 15:11

Mario Bon è il progettista

Stentor
Membro classe diamante
Membro classe diamante

Data d'iscrizione : 12.07.10
Numero di messaggi : 20392
Località : .
Impianto : .

Tornare in alto Andare in basso

Come Valutare il diffusore acustico

Messaggio  MorrisBlade il Dom 16 Giu 2013 - 15:57

Chiedo venia, non avevo ancora visto il curriculum di tutto rispetto  Embarassed
http://mariobon.com/index_curricolo.html

"Laureato in Fisica Elettronica presso l'Istituto di Fisica Galileo Galilei dell'Università di Padova (tesi: realizzazione di una camera anecoica). Specializzato in acustica, elettroacustica, strumenti per la rilevazione di segnali deboli, analisi spettrale e tecniche di correlazione."
Etc. etc.

mica bau-bau micio-micio ! Surprised
adesso mi spiego il sito così ricco di articoli tecnici
chapeau !
avatar
MorrisBlade
Affezionato
Affezionato

Data d'iscrizione : 29.10.11
Numero di messaggi : 114
Località : Milano
Impianto : Lettore CD: Sony CDP 950, Ampli: Trends TA-10.1 & Topping TP22, Casse B&W DM4

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come Valutare il diffusore acustico

Messaggio  Albert^ONE il Dom 16 Giu 2013 - 16:08

Caspita bellissimo articolo,me lo stò pappando! Dribbling
avatar
Albert^ONE
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 23.10.10
Numero di messaggi : 5364
Località : Lanciano(ch) Abruzzo

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come Valutare il diffusore acustico

Messaggio  Hoogo il Dom 16 Giu 2013 - 16:20

Un pianoforte deve suonare come un pianoforte in qualunque ambiente lo si ascolti e così una tromba. Se tutto il discorso significa che nessuno ascolta il Piano a tre metri di distanza (data la separazione stereo praticata oggi al mix immagino sia questa la distanza cui viene collocato il palcoscenico) ed è dunque normale non riprodurre la reale emissione degli strumenti, dico si, mi sta bene. In tutti gli altri casi no, le argomentazioni di Mario Bon lasciano il tempo che trovano.
avatar
Hoogo
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 01.04.13
Numero di messaggi : 2199
Località : scarificata dalla miseria
Occupazione/Hobby : Musica Cinema Fotografia Informatica Comunicazione
Provincia (Città) : GE
Impianto : Non specificato | Desktop: SMSL SD 398 + SMSL SA 80 + SoundMAGIC HP100 + B&W685 () Wireworld Ultraviolet + Wireworld Luna 7 + MonsterCable XP-HP | Mobile: Sony A865 + Sony XBA3 + un'altra dozzina.

http://www.flickr.com/photos/giannimaselli/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come Valutare il diffusore acustico

Messaggio  MorrisBlade il Dom 16 Giu 2013 - 18:05

Hoogo ha scritto:"Un pianoforte deve suonare come un pianoforte in qualunque ambiente lo si ascolti e così una tromba. Se tutto il discorso significa che nessuno ascolta il Piano a tre metri di distanza (data la separazione stereo praticata oggi al mix immagino sia questa la distanza cui viene collocato il palcoscenico) ed è dunque normale non riprodurre la reale emissione degli strumenti, dico si, mi sta bene. In tutti gli altri casi no, le argomentazioni di Mario Bon lasciano il tempo che trovano."


Hoogo, 
credo che la chiave di lettura qui andrebbe spostata sul piano delle percezioni del nostro cervello, anzichè sui dati misurabili strumentalmente.
 
Forse il seguente è l'esempio sbagliato però in qualche modo vorrei provare a spiegarmi:
 
la sensazione di soffocamento dal caldo che provi quando scendi dall'aereo arrivando in Africa (evento reale) puoi cercare di riprodurla entrando in una sauna o bagno turco (riproduzione)   
Questo non significa che necessariamente tutti i parametri misurabili debbano essere gli stessi ( temperatura, umidità, pressione dell'aria, luce del sole e quant'altro ) 

Se vuoi riprodurre la stessa sensazione serve solo che il messaggio percepito dal nostro cervello sia analogo. 

Pertanto se nei primi secondi ti sembra quasi di soffocare, ti manca l'aria, ecco allora potrai dire di aver comunque riprodotto l'evento ad alta fedeltà.

OK, lo sò mi sono spiegato da schifo Embarassed
Spero che comunque abbiate capito cosa cercavo di dire.
avatar
MorrisBlade
Affezionato
Affezionato

Data d'iscrizione : 29.10.11
Numero di messaggi : 114
Località : Milano
Impianto : Lettore CD: Sony CDP 950, Ampli: Trends TA-10.1 & Topping TP22, Casse B&W DM4

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come Valutare il diffusore acustico

Messaggio  MorrisBlade il Dom 16 Giu 2013 - 18:09

ovviamente quanto sopra si intende IMHO !Smile
avatar
MorrisBlade
Affezionato
Affezionato

Data d'iscrizione : 29.10.11
Numero di messaggi : 114
Località : Milano
Impianto : Lettore CD: Sony CDP 950, Ampli: Trends TA-10.1 & Topping TP22, Casse B&W DM4

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come Valutare il diffusore acustico

Messaggio  Albert^ONE il Dom 16 Giu 2013 - 18:12

Un buon impianto deve cercare di riprodurre nel modo più corretto(live) la musica,più ci si avvicina e migliore sarà la qualità dell'impianto.
avatar
Albert^ONE
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 23.10.10
Numero di messaggi : 5364
Località : Lanciano(ch) Abruzzo

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come Valutare il diffusore acustico

Messaggio  Hoogo il Dom 16 Giu 2013 - 18:21

@MorrisBlade ha scritto:
Hoogo,  credo che la chiave di lettura qui andrebbe spostata sul piano delle percezioni del nostro cervello, anzichè sui dati misurabili strumentalmente.
La percezione si 'inganna' mantenendo intatta la proporzione fra gli strumenti. Visto che andiamo ad esempi: il ns cervello nn è in grado di percepire la velocità senza riferimenti ma solo l'accelerazione e la decelerazione relative. Il ns cervello nn è capace di distinguere alcunché senza riferimenti; lo vedi salendo su un treno in stazione, quando fai fatica a capire se a muoversi sia  la tua carrozza o quella che vedi dal finestrino e senza guardare altro non potresti mai sciogliere il dubbio:-)

Se però conosci come suoni un pianoforte dal vero non ti restano argomenti.
avatar
Hoogo
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 01.04.13
Numero di messaggi : 2199
Località : scarificata dalla miseria
Occupazione/Hobby : Musica Cinema Fotografia Informatica Comunicazione
Provincia (Città) : GE
Impianto : Non specificato | Desktop: SMSL SD 398 + SMSL SA 80 + SoundMAGIC HP100 + B&W685 () Wireworld Ultraviolet + Wireworld Luna 7 + MonsterCable XP-HP | Mobile: Sony A865 + Sony XBA3 + un'altra dozzina.

http://www.flickr.com/photos/giannimaselli/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come Valutare il diffusore acustico

Messaggio  studiohifi il Dom 16 Giu 2013 - 18:43

@Hoogo ha scritto:
@MorrisBlade ha scritto:
Hoogo,  credo che la chiave di lettura qui andrebbe spostata sul piano delle percezioni del nostro cervello, anzichè sui dati misurabili strumentalmente.
La percezione si 'inganna' mantenendo intatta la proporzione fra gli strumenti. Visto che andiamo ad esempi: il ns cervello nn è in grado di percepire la velocità senza riferimenti ma solo l'accelerazione e la decelerazione relative. Il ns cervello nn è capace di distinguere alcunché senza riferimenti; lo vedi salendo su un treno in stazione, quando fai fatica a capire se a muoversi sia  la tua carrozza o quella che vedi dal finestrino e senza guardare altro non potresti mai sciogliere il dubbio:-)

Se però conosci come suoni un pianoforte dal vero non ti restano argomenti.

Hoogo.. da un punto di vista logico fai acqua. se è vero che non riesci a capire se è il treno che parte o quello che vedi dal finestrino non può essere vero nemmeno che il tuo cervello conosce come suona un pianoforte e quindi lo ricorda altrimenti dovresti ricordare pure che è il treno che si muove!!
Hello

studiohifi
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 15.04.13
Numero di messaggi : 1398
Provincia (Città) : Aosta
Impianto : O.o

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come Valutare il diffusore acustico

Messaggio  studiohifi il Dom 16 Giu 2013 - 18:57

@studiohifi ha scritto:
@Hoogo ha scritto:
La percezione si 'inganna' mantenendo intatta la proporzione fra gli strumenti. Visto che andiamo ad esempi: il ns cervello nn è in grado di percepire la velocità senza riferimenti ma solo l'accelerazione e la decelerazione relative. Il ns cervello nn è capace di distinguere alcunché senza riferimenti; lo vedi salendo su un treno in stazione, quando fai fatica a capire se a muoversi sia  la tua carrozza o quella che vedi dal finestrino e senza guardare altro non potresti mai sciogliere il dubbio:-)

Se però conosci come suoni un pianoforte dal vero non ti restano argomenti.

Hoogo.. da un punto di vista logico fai acqua. se è vero che non riesci a capire se è il treno che parte o quello che vedi dal finestrino non può essere vero nemmeno che il tuo cervello conosce come suona un pianoforte e quindi lo ricorda altrimenti dovresti ricordare pure che è il treno che si muove!!
Hello

Comunque credo che MorrisBlade si riferisce alle percezioni, e quindi alle emozioni, che un diffusore o un impianto ti possono restituire.. e questo secondo me è vero anche se non riproduce fedelmente una nota!

studiohifi
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 15.04.13
Numero di messaggi : 1398
Provincia (Città) : Aosta
Impianto : O.o

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come Valutare il diffusore acustico

Messaggio  MorrisBlade il Dom 16 Giu 2013 - 20:01

Occhio! temo che stiamo rischiando di finire OT
 
Ritornando in tema, io credo che l'articolo di Mario Bon ci offra buoni spunti di riflessione per come poter valutare i diffusori tenuto conto del fatto che l'ambiente domestico differisce sostanzialmente da quello di esecuzione originale.
 
In particolare Mario Bon ritiene inutile, se non addirittura dannoso pretendere di riprodurre in ambiente domestico le stesse pressioni sonore riscontrabili negli eventi dal vivo.
 
Hoogo ha manifestato una perplessità sulle argomentazioni di Mario Bon, che forse non abbiamo capito bene.Mmm 

Hoogo,
per favore ci puoi aiutare a capire meglio in quale caso le argomentazioni dell'articolo non ti convicono ? Smile
Grazie 


 
P.S. per quanto riguarda il treno concordo: sul Milano-Roma non mi ero reso conto di filare a 300km/h finchè non ho guardato il monitor che segnalava la velocità  Orrified 
avatar
MorrisBlade
Affezionato
Affezionato

Data d'iscrizione : 29.10.11
Numero di messaggi : 114
Località : Milano
Impianto : Lettore CD: Sony CDP 950, Ampli: Trends TA-10.1 & Topping TP22, Casse B&W DM4

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come Valutare il diffusore acustico

Messaggio  LakyV il Dom 16 Giu 2013 - 22:33

@Albert^ONE ha scritto:Un buon impianto deve cercare di riprodurre nel modo più corretto(live) la musica,più ci si avvicina e migliore sarà la qualità dell'impianto.
Assolutamente d'accordo, ma tieni presente che è molto difficile arrivare ad una riproduzione " reale" in un ambiente domestico.

I volumi e l'SPL saranno gioco forza diversi dall'evento "live", questo perché gli spazi in cui viene suonato/registrato e riprodotto l' evento saranno sicuramente diversi, ed avranno tempi di riverberazione e modi, nonché riflessioni, completamente differenti.

Arrivare ad ascoltare in modo quanto più realistico possibile un evento live di qualsivoglia genere musicale, sarebbe già un grande risultato.
Ciò che davvero conta e' cercare di riprodurre quell'evento in modo che al nostro cervello arrivi un messaggio di " correttezza" acustica e musicale, ogni strumento dovrebbe avere una propria identità data dalla:
Grandezza-dinamica-spazialità-e dal timbro vero e proprio,
Dopo di che si può passare ad osservare/ascoltare la ricostruzione della scena, ma anche qui, non sarà semplice per l'impianto collocare ogni singolo strumento in modo identico a quello dell'evento.

Basta la sola diversa distanza del punto d'ascolto tra l'evento reale e la riproduzione, per far si che tutto sia vanificato, ed anche alzando il volume non è detto che si riesca a coprire/ colmare questa differenza.!!
Anzi si rischia solo di mandare i timpani in crisi, ovviamente più l'impianto sarà spettato bene in tutti i suoi punti, meglio riuscirà a riprodurre l'evento.
avatar
LakyV
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 10.06.12
Numero di messaggi : 2537
Località : San Benigno C.
Occupazione/Hobby : Cuoco per diletto!!!
Provincia (Città) : Torino
Impianto : Sorgenti:Cambridge 650C
Panasonic DVD/CD S42
PC HP-650 Intel core I3
Trasp: Hi-Face 1
DAC : Xindak DAC 5
DAC : SMSL TDA1543
Pre : Sonus Minus ( MOD. BY AAAVT )
Finale : TA 2022 ( work in progress)
Integrato ibrido TA2022 (BTL) 150watt ( BY Roberto Stella)
SMSL TA2020
diffusori: XTZ99.38
Potenza: QED-Anniversary
TNT Star (autocostruiti)
CAT5 (autocostruiti)
G&bl In Argento.
Segnale:
Cambridge S500
Siemens (autocos.semibil.)
Mogami 2534 (by Pirpabass)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come Valutare il diffusore acustico

Messaggio  MorrisBlade il Dom 16 Giu 2013 - 22:59

Grande LakyV !
Tu si che ti sai spiegare bene Ok
avatar
MorrisBlade
Affezionato
Affezionato

Data d'iscrizione : 29.10.11
Numero di messaggi : 114
Località : Milano
Impianto : Lettore CD: Sony CDP 950, Ampli: Trends TA-10.1 & Topping TP22, Casse B&W DM4

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come Valutare il diffusore acustico

Messaggio  studiohifi il Dom 16 Giu 2013 - 23:02

@MorrisBlade ha scritto:Grande LakyV !
Tu si che ti sai spiegare bene Ok

Ok
Con i treni facciamo fatica a capirci Very Happy

studiohifi
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 15.04.13
Numero di messaggi : 1398
Provincia (Città) : Aosta
Impianto : O.o

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come Valutare il diffusore acustico

Messaggio  valterneri il Lun 17 Giu 2013 - 3:12

Cavolo!
Ma che state a leggere senza un minimo di critica intelligente!

Ora non ho voglia di dimostrarvi il non senso, sono le 3,
sono in Svizzera ed è tutto il giorno che ho la cuffia in testa!

Non stanno così le cose, non è questa la realtà,
è cent'anni che sento ripetere la stessa stupidaggine della riproduzione dell'evento sonoro!

Ma una cosa mi ha reso insofferente
perché della riproduzione dei dischi non me ne importa nulla
ma questa non passa!

Bon dice:
Un errore che si fa immancabilmente con i bambini è quello di proibirgli di toccare l’impianto stereo.
E’ inutile: prima o poi lo faranno lo stesso e faranno dei danni….
È meglio insegnare loro come si adopera utilizzando i CD adatti
(Cristina d’Avena, le canzoni dei Puffi, Zecchino d’Oro, ecc.).
Se i bimbi hanno i “loro” CD non toccheranno i vostri.


Cioè:
pur di salvaguardare i nostri cari coni si propina ai bambini musica scema?
Abbiamo un minimo di attenzione per loro?

Si educa con l'esempio, con la fiducia, col rispetto, con la stima,
con la rinuncia ai nostri privilegi, col ripartir da zero assieme a loro!
Educare significa rischiare, l'egoismo non educa!

Potremmo anche infilargli un ago drogato nel braccio,
cosi non ci rompono le puntine! Faremmo meno danni di Cristina D'Avena!

Ok, basta! Tanto la sensibilità non si insegna, se ce l'hai ce l'hai!

Riporto quest'altra frase:
Ma lo scopo dell’Alta Fedeltà non è “clonare” l’evento sonoro ma “riprodurlo”
in modo da conservare la parte più interessante e significativa del messaggio sonoro

Un brano musicale viene eseguito dal vivo, registrato
e quindi riprodotto in un ambiente che è più piccolo dell’ambiente originale.

 
Qui l'errore centenario di fondo trovatevelo da soli, ho sonno!
Quando rientrerò in Patria scriverò.
avatar
valterneri
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 09.10.12
Numero di messaggi : 3644
Provincia (Città) : -
Impianto : -

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come Valutare il diffusore acustico

Messaggio  porfido il Lun 17 Giu 2013 - 6:32

@valterneri ha scritto:Cavolo!
Ma che state a leggere senza un minimo di critica intelligente!

Ora non ho voglia di dimostrarvi il non senso, sono le 3,
sono in Svizzera ed è tutto il giorno che ho la cuffia in testa!

Non stanno così le cose, non è questa la realtà,
è cent'anni che sento ripetere la stessa stupidaggine della riproduzione dell'evento sonoro!

Ma una cosa mi ha reso insofferente
perché della riproduzione dei dischi non me ne importa nulla
ma questa non passa!

Bon dice:
Un errore che si fa immancabilmente con i bambini è quello di proibirgli di toccare l’impianto stereo.
E’ inutile: prima o poi lo faranno lo stesso e faranno dei danni….
È meglio insegnare loro come si adopera utilizzando i CD adatti
(Cristina d’Avena, le canzoni dei Puffi, Zecchino d’Oro, ecc.).
Se i bimbi hanno i “loro” CD non toccheranno i vostri.


Cioè:
pur di salvaguardare i nostri cari coni si propina ai bambini musica scema?
Abbiamo un minimo di attenzione per loro?

Si educa con l'esempio, con la fiducia, col rispetto, con la stima,
con la rinuncia ai nostri privilegi, col ripartir da zero assieme a loro!
Educare significa rischiare, l'egoismo non educa!

Potremmo anche infilargli un ago drogato nel braccio,
cosi non ci rompono le puntine! Faremmo meno danni di Cristina D'Avena!

Ok, basta! Tanto la sensibilità non si insegna, se ce l'hai ce l'hai!

Riporto quest'altra frase:
Ma lo scopo dell’Alta Fedeltà non è “clonare” l’evento sonoro ma “riprodurlo”
in modo da conservare la parte più interessante e significativa del messaggio sonoro

Un brano musicale viene eseguito dal vivo, registrato
e quindi riprodotto in un ambiente che è più piccolo dell’ambiente originale.

 
Qui l'errore centenario di fondo trovatevelo da soli, ho sonno!
Quando rientrerò in Patria scriverò.

Per errore intendi il fatto di continuare a pensare che il nostro impianto debba riprodurre un evento, quando in realtà deve riprodurre una registrazione?
Perchè dell'eventuale suddetto evento resta solo ció che il tecnico ha deciso autonomamente di lasciarci?

P.S. Certo che quest'editor è veramente 'na schifezza da cellulare...
avatar
porfido
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 23.11.08
Numero di messaggi : 5044
Località : Ronchi (GO)
Impianto :
Spoiler:


Tornare in alto Andare in basso

Re: Come Valutare il diffusore acustico

Messaggio  LakyV il Lun 17 Giu 2013 - 7:32

"Ma lo scopo dell’Alta Fedeltà non è “clonare” l’evento sonoro ma “riprodurlo”
in modo da conservare la parte più interessante e significativa del messaggio sonoro

Un brano musicale viene eseguito dal vivo, registrato
È quindi riprodotto in un ambiente che è più più piccolo dell'ambiente originale"


Esatto, anche perché la " clonazione" intesa come riproduzione REALE di un evento live, e' praticamente impossibile all'interno di un ambiente che di base differisce in maniera sostanziale da quello reale!!
avatar
LakyV
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 10.06.12
Numero di messaggi : 2537
Località : San Benigno C.
Occupazione/Hobby : Cuoco per diletto!!!
Provincia (Città) : Torino
Impianto : Sorgenti:Cambridge 650C
Panasonic DVD/CD S42
PC HP-650 Intel core I3
Trasp: Hi-Face 1
DAC : Xindak DAC 5
DAC : SMSL TDA1543
Pre : Sonus Minus ( MOD. BY AAAVT )
Finale : TA 2022 ( work in progress)
Integrato ibrido TA2022 (BTL) 150watt ( BY Roberto Stella)
SMSL TA2020
diffusori: XTZ99.38
Potenza: QED-Anniversary
TNT Star (autocostruiti)
CAT5 (autocostruiti)
G&bl In Argento.
Segnale:
Cambridge S500
Siemens (autocos.semibil.)
Mogami 2534 (by Pirpabass)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come Valutare il diffusore acustico

Messaggio  studiohifi il Lun 17 Giu 2013 - 7:49

Ma lo scopo dell’Alta Fedeltà non è “clonare” l’evento sonoro ma “riprodurlo”
in modo da conservare la parte più interessante e significativa del messaggio sonoro
Un brano musicale viene eseguito dal vivo, registrato
e quindi riprodotto in un ambiente che è più piccolo dell’ambiente originale.


Non ho capito cos'è che va in questa frase...

studiohifi
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 15.04.13
Numero di messaggi : 1398
Provincia (Città) : Aosta
Impianto : O.o

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come Valutare il diffusore acustico

Messaggio  LakyV il Lun 17 Giu 2013 - 8:31

Non c'è nulla che non va!!!
Si tenga anche presente, però, che la registrazione che si va ad ascoltare nell'ambiente domestico, a meno che non si tratti di un vero e proprio "Live" non sarà sgombra da alterazioni, che nel peggiore dei casi possono degradare la riproduzione in maniera sostanziale.

Ogni registrazione non fatta in presa diretta,avrà determinate caratteristiche, molto importante sono quelle relative all'uso di uno o più microfoni, e dalla distanza che essi hanno rispetto ad ogni singolo strumento.
avatar
LakyV
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 10.06.12
Numero di messaggi : 2537
Località : San Benigno C.
Occupazione/Hobby : Cuoco per diletto!!!
Provincia (Città) : Torino
Impianto : Sorgenti:Cambridge 650C
Panasonic DVD/CD S42
PC HP-650 Intel core I3
Trasp: Hi-Face 1
DAC : Xindak DAC 5
DAC : SMSL TDA1543
Pre : Sonus Minus ( MOD. BY AAAVT )
Finale : TA 2022 ( work in progress)
Integrato ibrido TA2022 (BTL) 150watt ( BY Roberto Stella)
SMSL TA2020
diffusori: XTZ99.38
Potenza: QED-Anniversary
TNT Star (autocostruiti)
CAT5 (autocostruiti)
G&bl In Argento.
Segnale:
Cambridge S500
Siemens (autocos.semibil.)
Mogami 2534 (by Pirpabass)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come Valutare il diffusore acustico

Messaggio  porfido il Lun 17 Giu 2013 - 9:02

@LakyV ha scritto:Non c'è nulla che non va!!!
Si tenga anche presente, però, che la registrazione che si va ad ascoltare nell'ambiente domestico, a meno che non si tratti di un vero e proprio "Live" non sarà sgombra da alterazioni, che nel peggiore dei casi possono degradare la riproduzione in maniera sostanziale.

Ogni registrazione non fatta in presa diretta,avrà determinate caratteristiche, molto importante sono quelle relative all'uso di uno o più microfoni, e dalla distanza che essi hanno rispetto ad ogni singolo strumento.

Magari non necessariamente "degradare"... Forse più frequentemente "modificare"...
avatar
porfido
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 23.11.08
Numero di messaggi : 5044
Località : Ronchi (GO)
Impianto :
Spoiler:


Tornare in alto Andare in basso

Re: Come Valutare il diffusore acustico

Messaggio  Zio il Lun 17 Giu 2013 - 9:13

Io seguo la cosa in modo meno "filosofico".

Seguo parecchi concerti rock, e spesso mi capita di pensare che il fonico dovrebbe cambiare mestiere.
Non è un problema di posizionamento in platea o logistico, è proprio che non si riesce a trasmettere al pubblico l'impatto degli strumenti o della voce. Vuoi per le capacità dei tecnici, vuoi per limiti di impianto.

Dando per scontato che in un ambiente casalingo non si può riprodurre l'evento live, per ovvi motivi, io cerco nel mio impianto di fare il "fonico", cioè di riprodurre l'evento come mi sarebbe piaciuto sentirlo al concerto.

Non è facile, ma se fosse facile questo forum non avrebbe motivo di esistere.
Allora mi viene da dire, per fortuna che non è facile! Smile
avatar
Zio
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 06.04.13
Numero di messaggi : 2681
Provincia (Città) : Parma e Verona
Impianto :
Clicca se sei curioso:
Impianto in uso:
- Notebook con Foobar su W7
- Netbook con Daphile
- Douk DAC
- Marantz SR-4400
- Advance Acoustic MAA 406
- Dipolo Diy
- Cavi segnale RCA Diy very cheap
- Cavi potenza TNT Star Diy
- SUB JBL Diy per prima ottava
Nel cassetto:
- Yarland M34 con KT66
- Abletec ALC240
- Luxman C-03
- Breeze Audio TPA3116
- Marantz CD-67 SE
- Thorens TD180 con Goldring 10-20
- EQ YAMAHA EQ-500
- DAC Tascam us144 mkii
- Scythe SCBKS-1100 Kro Craft
- qualche altoparlante
- componenti per Crossover a volontà...
- Notebook con REW e microfono


Clicca se NON sei curioso:
Ma se non sei curioso...
perchè hai cliccato!!





Tornare in alto Andare in basso

Re: Come Valutare il diffusore acustico

Messaggio  valterneri il Lun 17 Giu 2013 - 9:20

@Zio ha scritto:Seguo parecchi concerti rock, e spesso mi capita di pensare che il fonico dovrebbe cambiare mestiere.
Si!
ma di solito gli fanno fare il fonico perché non è riuscito a fare il musicista
ed è meglio che continui a fare il fonico anziché mestieri più importanti.

(per quotare bene si deve fare clik sull'ultima casellina, la pagina, e tutto
torna alla vecchia maniera)
avatar
valterneri
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 09.10.12
Numero di messaggi : 3644
Provincia (Città) : -
Impianto : -

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come Valutare il diffusore acustico

Messaggio  LakyV il Lun 17 Giu 2013 - 9:36

@porfido ha scritto:
@LakyV ha scritto:Non c'è nulla che non va!!!
Si tenga anche presente, però, che la registrazione che si va ad ascoltare nell'ambiente domestico, a meno che non si tratti di un vero e proprio "Live" non sarà sgombra da alterazioni, che nel peggiore dei casi possono degradare la riproduzione in maniera sostanziale.

Ogni registrazione non fatta in presa diretta,avrà determinate caratteristiche, molto importante sono quelle relative all'uso di uno o più microfoni, e dalla distanza che essi hanno rispetto ad ogni singolo strumento.

Magari non necessariamente "degradare"... Forse più frequentemente "modificare"...
Ok, mi sta bene anche modificare, anzi forse meglio che " degradare"
Il concetto comunque è lo stesso..Oki
avatar
LakyV
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 10.06.12
Numero di messaggi : 2537
Località : San Benigno C.
Occupazione/Hobby : Cuoco per diletto!!!
Provincia (Città) : Torino
Impianto : Sorgenti:Cambridge 650C
Panasonic DVD/CD S42
PC HP-650 Intel core I3
Trasp: Hi-Face 1
DAC : Xindak DAC 5
DAC : SMSL TDA1543
Pre : Sonus Minus ( MOD. BY AAAVT )
Finale : TA 2022 ( work in progress)
Integrato ibrido TA2022 (BTL) 150watt ( BY Roberto Stella)
SMSL TA2020
diffusori: XTZ99.38
Potenza: QED-Anniversary
TNT Star (autocostruiti)
CAT5 (autocostruiti)
G&bl In Argento.
Segnale:
Cambridge S500
Siemens (autocos.semibil.)
Mogami 2534 (by Pirpabass)

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 3 1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum