T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti
Benvenuto nel T-Forum!
Connettiti in modo da farti riconoscere come membro affezionato, oppure registrati così potrai partecipare attivamente alle discussioni.
Sondaggio
Ti piace il nuovo stile del T-Forum?
Sì, meglio questo nuovo
46% / 32
No, era meglio quello vecchio
54% / 38
Ultimi argomenti
HelP! DAC!Oggi alle 9:50johnny99
POPU VENUS Oggi alle 7:23gigetto
ALIENTEK D8Ieri alle 21:17nerone
DAC fatto in casaLun 27 Mar 2017 - 23:17Calbas
preamplificatoreLun 27 Mar 2017 - 22:38Sandrogall
Consiglio cuffia chiusaLun 27 Mar 2017 - 22:08carlo.bat
Cambio Amplificatore Lun 27 Mar 2017 - 15:25Lele67
I postatori più attivi della settimana
13 Messaggi - 19%
12 Messaggi - 17%
12 Messaggi - 17%
6 Messaggi - 9%
5 Messaggi - 7%
5 Messaggi - 7%
4 Messaggi - 6%
4 Messaggi - 6%
4 Messaggi - 6%
4 Messaggi - 6%
I postatori più attivi del mese
288 Messaggi - 22%
257 Messaggi - 19%
145 Messaggi - 11%
142 Messaggi - 11%
114 Messaggi - 9%
88 Messaggi - 7%
82 Messaggi - 6%
70 Messaggi - 5%
68 Messaggi - 5%
66 Messaggi - 5%
Migliori postatori
Stentor (20392)
20392 Messaggi - 15%
DACCLOR65 (19630)
19630 Messaggi - 15%
schwantz34 (15499)
15499 Messaggi - 12%
Silver Black (15438)
15438 Messaggi - 11%
nd1967 (12803)
12803 Messaggi - 10%
flovato (12509)
12509 Messaggi - 9%
10260 Messaggi - 8%
piero7 (9854)
9854 Messaggi - 7%
wasky (9229)
9229 Messaggi - 7%
fritznet (8857)
8857 Messaggi - 7%
Chi è in linea
In totale ci sono 72 utenti in linea :: 8 Registrati, 1 Nascosto e 63 Ospiti :: 1 Motore di ricerca

antbom, magistercylindrus, meraviglia, modro, Pinve, savi, sportyerre, xam4033

Vedere la lista completa

Flusso RSS

Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 
Bookmarking sociale
Bookmarking sociale Digg  Bookmarking sociale Delicious  Bookmarking sociale Reddit  Bookmarking sociale Stumbleupon  Bookmarking sociale Slashdot  Bookmarking sociale Yahoo  Bookmarking sociale Google  Bookmarking sociale Blinklist  Bookmarking sociale Blogmarks  Bookmarking sociale Technorati  




Conserva e condividi l'indirizzo di T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti sul tuo sito sociale bookmarking
Condividere
Vedere l'argomento precedenteAndare in bassoVedere l'argomento seguente
avatar
fbj
Appassionato
Appassionato
Data d'iscrizione : 11.09.12
Numero di messaggi : 345
Località : altofonte
Occupazione/Hobby : ......
Provincia (Città) : .........................
Impianto : casse : kef q7
casse : fe103en
PRE :srpp by mau749
PRE : TUBE MINIMALIST BY MAU749
ampli : minimalist by hell67
ampli : S.E. EL34


Re: amplificatore classe A

il Sab 8 Giu 2013 - 12:14
@hell67 ha scritto:
@goldaudio ha scritto:[url=http://www.servimg.com/image_preview.php?i=35&u=18335625][/ur

questo e' il moltiplicatore regolabile da 1,5v a 29v 5 ampere
ahi ahi se vede valvolas te picchia sulle manine Laughing Laughing Laughing Laughing Laughing se vuoi far suonare a modo il jlh devi assolutamente togliere la stabilizzata non si addice assolutamente a quel progetto,mi spiego,per suonare suona me è una specie di collo di bottiglia.prova lo schema che ti ho dato e vedrai(sentirai)il brutto anatroccolo trasformarsi in cigno Laughing Laughing Laughing Laughing @valvolas questo è pane per i tuoi denti visto le mille e mille prove che abbiamo fatto Very Happy Very Happy Very Happy Very Happy comunque domenico (e penso di parlare un po a nome di tutti )sei un ottimo costruttore .fai delle cose veramente e indiscutibilmente perfette Ok Ok Ok Ok Ok Ok controllati lo schema di alimentazione che usa quel matto dello zietto e vedrai che appena vede lo schema da te postato ti dira lui stesso quale piu si addice al tuo finale.poi ci sentiamo quando sei libero fammi uno squillo Oki Oki Oki

D'accordo con tutto se te vede valvolas so azz :-) magari lo zietto come dice ottaviano ti da una mano Hehe Hehe
goldaudio
Interessato
Interessato
Data d'iscrizione : 30.05.13
Numero di messaggi : 97
Località : nato a bari vivo a vicenza
Occupazione/Hobby : OPERAIO SUPER APPASSIONATO HIFI
Impianto : amplificatore classe A jlh autocostruito ,casse acustiche autocotruite con componenti hivi research

Re: amplificatore classe A

il Mar 25 Giu 2013 - 14:21
Ciao hell67 come va', questi sono i midwoofer che ti dicevo della hivi . Comunque un saluto a tutti i ragazi del forum.


avatar
valvolas
Membro classe oro
Membro classe oro
Data d'iscrizione : 26.03.11
Numero di messaggi : 5253
Località : Lombardia
Provincia (Città) : Mi
Impianto : Valvolas minimalist classe A by Gigi6c/finale integrato valvolare 6L6-Ecc88 suitcase
by Gigi6c/pre-minimalist V4 /rotel ra-413/pre tube minimalist 6n6P/pretube bymau ecc88/Ecc82 pretty
casse:indiana line 11 50/national SB-22 alnico/Mayu 103 by Hell67 cavi:di tutto..autocostruito (senza la kriptonite di Urano)

Re: amplificatore classe A

il Mar 25 Giu 2013 - 19:44
ah ecco perchè mi fischiavano le orecchie eravate voi vecchie babbione Hehe
Cmq gold hanno ragione se guardi gli schemi di alimentazione a pag 4 di questo argomento trovi delle valide e collaudate soluzioni che nn escludo che oltre che al minimalist siano adattabili anche al tuo bel ampli....abbiamo provato recentemente delle combinazioni giratore piu moltiplicatore/i che hanno dato ottimi risultati purtroppo il limite del giratore pare essere l'utilizzo solo sui bassi assorbimenti di corrente e quindi solo su qlc pre,mentre per il solo moltiplicatore come vedi negli schemi prblm di assorbimenti nn ce ne sono.Qualcuna di queste invasate lo porta a 4 A,e poi ci fa sopra le uova (nel senso che le cuoce sopra Hehe ) anche io sono convinto (ma solo a percezione) come dice Hell che la nn soddisfazione che alcuni manifestano x il jlh,sia da imputarsi in parte alla alimentazione originale
ps una domanda che mi faccio su quell'ampli è dove vanno a comprare dei transistor del 69 forse erano al Germanio
goldaudio
Interessato
Interessato
Data d'iscrizione : 30.05.13
Numero di messaggi : 97
Località : nato a bari vivo a vicenza
Occupazione/Hobby : OPERAIO SUPER APPASSIONATO HIFI
Impianto : amplificatore classe A jlh autocostruito ,casse acustiche autocotruite con componenti hivi research

Re: amplificatore classe A

il Mer 26 Giu 2013 - 6:50
Ciao valvolas, ho gia fatto un moltiplicatore pero' non l'ho sperimentato ancora per una questione di tempo e poi mi sto' dedicando alle casse un po' altrimenti diventano un parto LaughingLaughingLaughingLaughing E COMUNQUE IO TEMPO FA' I TRANSISTOR ORIGINALI LI TROVAI E NON LI PRESI  (MJ480)
avatar
lukyluke
Membro di riguardo
Membro di riguardo
Data d'iscrizione : 04.10.12
Numero di messaggi : 703
Località : Pont Canavese
Occupazione/Hobby : Automotive/Elettronica, fotografia, trekking... ecc...
Provincia (Città) : Torino
Impianto : vari..

Re: amplificatore classe A

il Mer 26 Giu 2013 - 9:38
Per Valvolas,
i MJ480-481 erano dei transistor al silicio con discrete caratteristiche, se ti serve ho il datasheet.
Stò testando una versione rivista del JLH del 69 con tensione singola e condensatori d'uscita usando i BD911 che sono incredibilmente simili alle specifiche degli originali, forse qualcosina in più, al momento stà suonando sul banco devo ancora realizzare il contenitore, ma devo dire che a risentirlo dopo anni è sempre una bella esperienza. Non ho mai trovato un ampli che a questo prezzo suoni in modo simile.
avatar
valvolas
Membro classe oro
Membro classe oro
Data d'iscrizione : 26.03.11
Numero di messaggi : 5253
Località : Lombardia
Provincia (Città) : Mi
Impianto : Valvolas minimalist classe A by Gigi6c/finale integrato valvolare 6L6-Ecc88 suitcase
by Gigi6c/pre-minimalist V4 /rotel ra-413/pre tube minimalist 6n6P/pretube bymau ecc88/Ecc82 pretty
casse:indiana line 11 50/national SB-22 alnico/Mayu 103 by Hell67 cavi:di tutto..autocostruito (senza la kriptonite di Urano)

Re: amplificatore classe A

il Mer 26 Giu 2013 - 10:25
Vi ho fatto questa domanda per un motivo preciso,ho sempre visto in giro lo schema ma distrattamente in quanto in classe A stiamo sul pezzo del minimalist,poi pero' ho notato che molti che lo hanno ascoltato mi pareva nn fossero soddisfatti o quanto meno nn rientrava nelle loro aspettative.A parte il giudizio sull'ascolto chiaramente soggettivo,(premetto che io nn l'ho mai ascoltato) e l'alimentazione che come sapete prediligo non stabilizzata (in linea di massima).La domanda che mi sn fatta era che all'epoca i transistor erano per lo piu' al germanio (forse qualcosa di innovativo al silicio c'era) e cmq tipologie credo nn piu reperibili,mi domandavo come si era fatto a replicarlo se nn utilizzando dei tr compatibili agli originali.Sarebbe interessante in ogni caso provarlo con un'alimentazione no stab.
@gold e provalo quel motliplicatore magari in doppio (uno x canale) qualche sorpresa te la riserva di sicuro soprattutto sulla profondità dei bassi,facci sapere sn sempre interessanti ste cose
avatar
hell67
Membro classe argento
Membro classe argento
Data d'iscrizione : 28.04.11
Numero di messaggi : 2135
Località : vicenza
Occupazione/Hobby : musica e donne e donne e musica(lavoro come un matto)
Provincia (Città) : niente bassi
Impianto : amplificatore classe a autocostruito, fostex fe103en autocostruite

Re: amplificatore classe A

il Mer 26 Giu 2013 - 10:28
@lukyluke ha scritto:Per Valvolas,
i MJ480-481 erano dei transistor al silicio con discrete caratteristiche, se ti serve ho il datasheet.
Stò testando una versione rivista del JLH del 69 con tensione singola e condensatori d'uscita usando i BD911 che sono incredibilmente simili alle specifiche degli originali, forse qualcosina in più, al momento stà suonando sul banco devo ancora realizzare il contenitore, ma devo dire che a risentirlo dopo anni è sempre una bella esperienza. Non ho mai trovato un ampli che a questo prezzo suoni in modo simile.
interessante:)hai lo schema?ed eventualmente i tr sostitutivi?Oki
avatar
valvolas
Membro classe oro
Membro classe oro
Data d'iscrizione : 26.03.11
Numero di messaggi : 5253
Località : Lombardia
Provincia (Città) : Mi
Impianto : Valvolas minimalist classe A by Gigi6c/finale integrato valvolare 6L6-Ecc88 suitcase
by Gigi6c/pre-minimalist V4 /rotel ra-413/pre tube minimalist 6n6P/pretube bymau ecc88/Ecc82 pretty
casse:indiana line 11 50/national SB-22 alnico/Mayu 103 by Hell67 cavi:di tutto..autocostruito (senza la kriptonite di Urano)

Re: amplificatore classe A

il Mer 26 Giu 2013 - 13:41
guarda questa versione abarthizzata a 35/40V con 3055 in uscita....
(occhio a quella R3) questo vuole metterci 24.000 micro di ripple,si va bhe li ci arrangiamo noi Laughing

http://tinholt.eu/jlheng.htm
avatar
Albert^ONE
Membro classe oro
Membro classe oro
Data d'iscrizione : 23.10.10
Numero di messaggi : 5364
Località : Lanciano(ch) Abruzzo

Re: amplificatore classe A

il Mer 26 Giu 2013 - 15:02
Mi raccomando i finali sempre sui 70-80 °C Wink LaughingLaughingLaughingLaughing
avatar
lukyluke
Membro di riguardo
Membro di riguardo
Data d'iscrizione : 04.10.12
Numero di messaggi : 703
Località : Pont Canavese
Occupazione/Hobby : Automotive/Elettronica, fotografia, trekking... ecc...
Provincia (Città) : Torino
Impianto : vari..

Re: amplificatore classe A

il Mer 26 Giu 2013 - 15:07
Ho letto un pò di tempo fà un articolo sull'uso dei 2N3055, lo stesso JLH dava per non udibile la differenza fra i precedenti e questi ultimi, guardando il DS degli originali la parte interessante era la banda passante, intorno ai 4 mhz mentre i 3055 non arrivano ad uno. Per la mia versione ho limitato la tensione di alimentazione a 30 V con una corrente di 1,2-1,5 A in queste condizioni i BD911 (che hanno una dissipazione massima leggermente superiore agli originali) hanno il massimo di banda passante, intorno ai 5 mhz, infatti la risposta all'onda quadra è veramente notevole, tanto che rispetto all'originale ho inserito un passa basso in entrata ed un cdom sul pilota 2n1711. l'unica accortezza che ho avuto è stata di mettere il transistor di potenza con il massimo guadagno collegato al bootstrap superiore. Il JLH nella sua conformazione originale non è proprio un classe A in quanto il bootstrap modula la corrente, le versioni successive con generatore di corrente costante sono diversi. Personalmente ho preferito limitare la potenza a 8-10 W su 8-6 ohm e rimanere in una zona abbastanza tranquilla per i finali. Con un radiatore decente ed una ventolina rallentata per ridurre al minimo il rumore, la temperatura sul tab non supera i 40° considerando anche la resistenza termica di 1,9 C°/Wdel transistor vuol dire che la giunzione è a circa 82-85°.
avatar
Albert^ONE
Membro classe oro
Membro classe oro
Data d'iscrizione : 23.10.10
Numero di messaggi : 5364
Località : Lanciano(ch) Abruzzo

Re: amplificatore classe A

il Mer 26 Giu 2013 - 15:13
Meglio un dissipatore grande che la ventola Wink
avatar
lukyluke
Membro di riguardo
Membro di riguardo
Data d'iscrizione : 04.10.12
Numero di messaggi : 703
Località : Pont Canavese
Occupazione/Hobby : Automotive/Elettronica, fotografia, trekking... ecc...
Provincia (Città) : Torino
Impianto : vari..

Re: amplificatore classe A

il Mer 26 Giu 2013 - 16:19
Certamente avendo disponibilità di soldi e spazio, d'altra parte pensavo di trasferire la compensazione termica all'esterno dell'amplificatore usando un modulatore pwm per regolare la velocità della ventola in base alla temperatura del radiatore
in questo modo dovrebbe diventare meno sensibile alla temperatura ambientale e funzionare a temperatura costante (all'incirca) inoltre in questo modo si semplifica l'evacuazione del calore dal contenitore dell'ampli. IMHO ovviamente

PS non riesco a caricare le immagini del muletto.. mi chiede password e mail
avatar
hell67
Membro classe argento
Membro classe argento
Data d'iscrizione : 28.04.11
Numero di messaggi : 2135
Località : vicenza
Occupazione/Hobby : musica e donne e donne e musica(lavoro come un matto)
Provincia (Città) : niente bassi
Impianto : amplificatore classe a autocostruito, fostex fe103en autocostruite

Re: amplificatore classe A

il Mer 26 Giu 2013 - 16:25
@lukyluke ha scritto:Certamente avendo disponibilità di soldi e spazio, d'altra parte pensavo di trasferire la compensazione termica all'esterno dell'amplificatore usando un modulatore pwm per regolare la velocità della ventola in base alla temperatura del radiatore
in questo modo dovrebbe diventare meno sensibile alla temperatura ambientale e funzionare a temperatura costante (all'incirca) inoltre in questo modo si semplifica l'evacuazione del calore dal contenitore dell'ampli. IMHO ovviamente

PS non riesco a caricare le immagini del muletto.. mi chiede password e mail
devi usare l'icona--hosting---non quella--carica immagine--- in teoria è questo il motivo:ok:
avatar
lukyluke
Membro di riguardo
Membro di riguardo
Data d'iscrizione : 04.10.12
Numero di messaggi : 703
Località : Pont Canavese
Occupazione/Hobby : Automotive/Elettronica, fotografia, trekking... ecc...
Provincia (Città) : Torino
Impianto : vari..

Re: amplificatore classe A

il Mer 26 Giu 2013 - 16:34
l'ho già fatto altre volte, oggi non mi funzionava, al 5°tentativo muletto più risposta all'onda quadra a 20 Khz

http://i83.servimg.com/u/f83/17/84/42/63/p1010912.jpg

http://i83.servimg.com/u/f83/17/84/42/63/p1010913.jpg
avatar
valvolas
Membro classe oro
Membro classe oro
Data d'iscrizione : 26.03.11
Numero di messaggi : 5253
Località : Lombardia
Provincia (Città) : Mi
Impianto : Valvolas minimalist classe A by Gigi6c/finale integrato valvolare 6L6-Ecc88 suitcase
by Gigi6c/pre-minimalist V4 /rotel ra-413/pre tube minimalist 6n6P/pretube bymau ecc88/Ecc82 pretty
casse:indiana line 11 50/national SB-22 alnico/Mayu 103 by Hell67 cavi:di tutto..autocostruito (senza la kriptonite di Urano)

Re: amplificatore classe A

il Gio 27 Giu 2013 - 1:25
sono andato a ripescarmi l'articolo originale cosi cm pubblicato su w. wireless del 69,e ho verificato che quelli erano i transistors per quanto fossero (allora) realmente moderni,e che l'alimentazione originale del costruttore nn era stabilizzata ma formata da un moltiplicatore in doppio vedi link.Per la modifica ''attuale'' postata in precedenza:il 3055 è un bel transistorone da alimentazione certo nn sarebbe la prima volta che si mettono ste cose su uno stadio di linea,pero' secondo me qualcosa di meglio in questa parte ddel circuito si puo' trovare.Vediamo...


http://sound.au.com/tcaas/jlh1969.pdf
avatar
lukyluke
Membro di riguardo
Membro di riguardo
Data d'iscrizione : 04.10.12
Numero di messaggi : 703
Località : Pont Canavese
Occupazione/Hobby : Automotive/Elettronica, fotografia, trekking... ecc...
Provincia (Città) : Torino
Impianto : vari..

Re: amplificatore classe A

il Gio 27 Giu 2013 - 8:51


Questo è lo schema modificato che ho montato, appena torno in Italy e trovo un pò di tempo posto le foto del montaggio definitivo
avatar
valvolas
Membro classe oro
Membro classe oro
Data d'iscrizione : 26.03.11
Numero di messaggi : 5253
Località : Lombardia
Provincia (Città) : Mi
Impianto : Valvolas minimalist classe A by Gigi6c/finale integrato valvolare 6L6-Ecc88 suitcase
by Gigi6c/pre-minimalist V4 /rotel ra-413/pre tube minimalist 6n6P/pretube bymau ecc88/Ecc82 pretty
casse:indiana line 11 50/national SB-22 alnico/Mayu 103 by Hell67 cavi:di tutto..autocostruito (senza la kriptonite di Urano)

Re: amplificatore classe A

il Gio 27 Giu 2013 - 21:24
Nel frattempo sn andato a estrapolare grazie a fbj lo schema originale postato nell'articolo W.W. che come è evidente nn è stabilizzata anche se regolabile,mi sembra un buon punto di partenza x qlc prova soprattutto,se implementata con una CRC di partenza e magari sdoppiata una x canale x scaricare un po il calore e lo stress sui componenti.
Per gli equivalenti moderni si puo' vedere
 
ps un giorno o l'altro capiro' perchè il tipo faceva gli schemi a rovescio da dx a sx,forse era mancino mha....
 
 
" />
avatar
lukyluke
Membro di riguardo
Membro di riguardo
Data d'iscrizione : 04.10.12
Numero di messaggi : 703
Località : Pont Canavese
Occupazione/Hobby : Automotive/Elettronica, fotografia, trekking... ecc...
Provincia (Città) : Torino
Impianto : vari..

Re: amplificatore classe A

il Ven 28 Giu 2013 - 11:53
Ciao, il primo schema proposto propone un alimentatore a moltiplicatore di capacità, il trimmer serve a tarare al minimo il rumore sul guadagno disponibile del darlington, ne sono seguiti tanti altri con sistemi di regolazione più o meno complicati fino ai recenti integrati. La tensione stabilizzata è necessaria in quanto variazioni di qualche volt producono variazioni importanti di corrente e lo schema originale pur essendo abbastanza stabile, con l'aumento della corrente e quindi della potenza dissipata non ha una compensazione automatica e quindi può arrivare alla distruzione dei finali. Uno dei motivi per avere un sistema di dissipazione generoso.
goldaudio
Interessato
Interessato
Data d'iscrizione : 30.05.13
Numero di messaggi : 97
Località : nato a bari vivo a vicenza
Occupazione/Hobby : OPERAIO SUPER APPASSIONATO HIFI
Impianto : amplificatore classe A jlh autocostruito ,casse acustiche autocotruite con componenti hivi research

Re: amplificatore classe A

il Ven 28 Giu 2013 - 14:45
ma tra gli mj480 e gli mj481 passano differenze
avatar
valvolas
Membro classe oro
Membro classe oro
Data d'iscrizione : 26.03.11
Numero di messaggi : 5253
Località : Lombardia
Provincia (Città) : Mi
Impianto : Valvolas minimalist classe A by Gigi6c/finale integrato valvolare 6L6-Ecc88 suitcase
by Gigi6c/pre-minimalist V4 /rotel ra-413/pre tube minimalist 6n6P/pretube bymau ecc88/Ecc82 pretty
casse:indiana line 11 50/national SB-22 alnico/Mayu 103 by Hell67 cavi:di tutto..autocostruito (senza la kriptonite di Urano)

Re: amplificatore classe A

il Ven 28 Giu 2013 - 19:41
@lukyluke ha scritto:Ciao, il primo schema proposto propone un alimentatore a moltiplicatore di capacità, il trimmer serve a tarare al minimo il rumore sul guadagno disponibile del darlington, ne sono seguiti tanti altri con sistemi di regolazione più o meno complicati fino ai recenti integrati.  La tensione stabilizzata è necessaria in quanto variazioni di qualche volt producono variazioni importanti di corrente e lo schema originale pur essendo abbastanza stabile, con l'aumento della corrente e quindi della potenza dissipata non ha una compensazione automatica e quindi può arrivare alla distruzione dei finali. Uno dei motivi per avere un sistema  di dissipazione generoso.
 
L'altra differenza e' che a stabilizzarla diventano delle splendide ''radioline'' Laughing 
Cmq come da schema sopra originale dalla pubblicazione lo schema è a moltiplicatori
e nn ci sono zener (io nn ne vedo almeno) e nella maggior parte degli ampli jap 70's
la linea di principio è quella.Secondo me il fatto che molti lamentino una delusione nella resa di questo ampli penso sia dovuto a quello,forse se l'avessero fatto come da originale...
La mia tensione di rete sta incollata tra 220-230V personalmente la contropartita di stabilizzarla nn mi serve,in quanto 1) non vendo i prodotti che costruisco,ma sono a mio uso e consumo quindi nn ho neanche la remora (giustificata nel caso) di dove andranno a finire a suonare,e quindi nel mio caso specifico ''strozzare'' una alimentazione nn serve,2)quanto a dissiparla posso costruirci una palazzina a due piani in alluminio estruso,secondo te ne vale la pena piazzarmi zener a dx e manca?
avatar
Albert^ONE
Membro classe oro
Membro classe oro
Data d'iscrizione : 23.10.10
Numero di messaggi : 5364
Località : Lanciano(ch) Abruzzo

Re: amplificatore classe A

il Sab 29 Giu 2013 - 1:01
Meglio tanto alluminio! Wink
avatar
lukyluke
Membro di riguardo
Membro di riguardo
Data d'iscrizione : 04.10.12
Numero di messaggi : 703
Località : Pont Canavese
Occupazione/Hobby : Automotive/Elettronica, fotografia, trekking... ecc...
Provincia (Città) : Torino
Impianto : vari..

Re: amplificatore classe A

il Lun 1 Lug 2013 - 10:35
Infatti il circuito originario non era stabilizzato ma solo filtrato, successivamente ne sono state fatte varie versioni di cui la più conosciuta la revisione del 96 con i 2N3055 ed alimentazione stabilizzata, compreso generatore di corrente costante ed alimentazione split. Ne ho realizzato almeno 4 versioni ancora funzionanti presso amici e conoscenti, di cui una con alimentazione pesante trasformatore da 400w e 200 mf per ramo, con temporizzatore sull'alimentazione per evitare lo stacco del contatore.. finali MJ15003 (che consiglio vivamente) usando il generatore di corrente costante la mancanza di stabilizzazione non crea grossi problemi di dissipazione, anche con oltre 2A costanti per finale, in questa condizione il finale eroga intorno i 20W su 8 ohm l'unico problema se ben ricordo è che nonostante la montagna di dissipatore ( sotto 0,5° W) i transistor erano a oltre i 60°. Per quanto mi riguarda però preferisco sempre la vecchia versione, di cui se hai visto lo schema che ho pubblicato, usa una configurazione con condensatori in split ed alimentazione siongola, una soluzione che per me è molto interessante con dei costi appena superiori
avatar
valvolas
Membro classe oro
Membro classe oro
Data d'iscrizione : 26.03.11
Numero di messaggi : 5253
Località : Lombardia
Provincia (Città) : Mi
Impianto : Valvolas minimalist classe A by Gigi6c/finale integrato valvolare 6L6-Ecc88 suitcase
by Gigi6c/pre-minimalist V4 /rotel ra-413/pre tube minimalist 6n6P/pretube bymau ecc88/Ecc82 pretty
casse:indiana line 11 50/national SB-22 alnico/Mayu 103 by Hell67 cavi:di tutto..autocostruito (senza la kriptonite di Urano)

Re: amplificatore classe A

il Lun 1 Lug 2013 - 16:56
raddoppi i moltiplicatori a uno x canale,multiplati naturalmente dopo il ponte o eventuale CRC (se ti piace) oltre a dissipare la meta' pare aumenti l'immagine stereo..
Il costo alla fine aumenta di pochi euro,certo il meglio sarebbe anche raddoppiare i case dividendo lo stadio di linea da quello di alimentazione ed entrando in quello di linea solo con la dc.Mi rendo conto pero' che li aumentano costi e ingombri x via del doppio case,qlcuno qui lo ha sperimentato con risultati soddisfacenti,trafo lontano dallo stadio di linea è solo salutare Laughing 
avatar
hell67
Membro classe argento
Membro classe argento
Data d'iscrizione : 28.04.11
Numero di messaggi : 2135
Località : vicenza
Occupazione/Hobby : musica e donne e donne e musica(lavoro come un matto)
Provincia (Città) : niente bassi
Impianto : amplificatore classe a autocostruito, fostex fe103en autocostruite

Re: amplificatore classe A

il Lun 1 Lug 2013 - 19:48
@valvolas ha scritto:raddoppi i moltiplicatori a uno x canale,multiplati naturalmente dopo il ponte o eventuale CRC (se ti piace) oltre a dissipare la meta' pare aumenti l'immagine stereo..
Il costo alla fine aumenta di pochi euro,certo il meglio sarebbe anche raddoppiare i case dividendo lo stadio di linea da quello di alimentazione ed entrando in quello di linea solo con la dc.Mi rendo conto pero' che li aumentano costi e ingombri x via del doppio case,qlcuno qui lo ha sperimentato con risultati soddisfacenti,trafo lontano dallo stadio di linea è solo salutare Laughing 
ciao maurizio.come hai detto tu i risultati con l'alimentazione separata(fisicamente)sono piu che ottimi in termini sonori.quel"qualcuno"penso sia riferito a me:hehe: Wink Wink in effetti il problema sono i due case separati pero posso garantire che i risultati in termini di silenziosita e qualita sonora sono ottimi.chiaro sia che anche in una configurazione ali+ampli all'interno dello stesso case da ottimi risultati:ok: Ok chiaramente parlando di alimentazione multiplex e assolutamente no,nain,nix nada stab:ok: Hehe Hehe Hehe Hehe
avatar
valvolas
Membro classe oro
Membro classe oro
Data d'iscrizione : 26.03.11
Numero di messaggi : 5253
Località : Lombardia
Provincia (Città) : Mi
Impianto : Valvolas minimalist classe A by Gigi6c/finale integrato valvolare 6L6-Ecc88 suitcase
by Gigi6c/pre-minimalist V4 /rotel ra-413/pre tube minimalist 6n6P/pretube bymau ecc88/Ecc82 pretty
casse:indiana line 11 50/national SB-22 alnico/Mayu 103 by Hell67 cavi:di tutto..autocostruito (senza la kriptonite di Urano)

Re: amplificatore classe A

il Lun 1 Lug 2013 - 20:05
eh si che sei tu che fai ste prove sui moltiplicatori era chiaramente riferito a queste tue ultime prove,lo sbattimento è fare due case per il resto secondo me si ottiene il miglior risultato in termini di ripartizione del calore e l'inevitabile togliersi dalle scatole l'alternata....
Vedere l'argomento precedenteTornare in altoVedere l'argomento seguente
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum