T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti
Benvenuto nel T-Forum!
Connettiti in modo da farti riconoscere come membro affezionato, oppure registrati così potrai partecipare attivamente alle discussioni.
Sondaggio
Ti piace il nuovo stile del T-Forum?
Sì, meglio questo nuovo
46% / 32
No, era meglio quello vecchio
54% / 37
Ultimi argomenti
HelP! DAC!Oggi alle 0:39Snap
POPU VENUS Ieri alle 23:37kalium
ALIENTEK D8Ieri alle 21:17nerone
DAC fatto in casaLun 27 Mar 2017 - 23:17Calbas
preamplificatoreLun 27 Mar 2017 - 22:38Sandrogall
Consiglio cuffia chiusaLun 27 Mar 2017 - 22:08carlo.bat
...and Kirishima for all!Lun 27 Mar 2017 - 16:03giucam61
Cambio Amplificatore Lun 27 Mar 2017 - 15:25Lele67
I postatori più attivi della settimana
13 Messaggi - 19%
12 Messaggi - 18%
12 Messaggi - 18%
5 Messaggi - 7%
5 Messaggi - 7%
4 Messaggi - 6%
4 Messaggi - 6%
4 Messaggi - 6%
4 Messaggi - 6%
4 Messaggi - 6%
I postatori più attivi del mese
288 Messaggi - 22%
255 Messaggi - 19%
144 Messaggi - 11%
142 Messaggi - 11%
113 Messaggi - 9%
87 Messaggi - 7%
82 Messaggi - 6%
70 Messaggi - 5%
68 Messaggi - 5%
66 Messaggi - 5%
Migliori postatori
Stentor (20392)
20392 Messaggi - 15%
DACCLOR65 (19630)
19630 Messaggi - 15%
schwantz34 (15499)
15499 Messaggi - 12%
Silver Black (15438)
15438 Messaggi - 11%
nd1967 (12803)
12803 Messaggi - 10%
flovato (12509)
12509 Messaggi - 9%
10260 Messaggi - 8%
piero7 (9854)
9854 Messaggi - 7%
wasky (9229)
9229 Messaggi - 7%
fritznet (8857)
8857 Messaggi - 7%
Chi è in linea
In totale ci sono 27 utenti in linea :: 0 Registrato, 0 Nascosti e 27 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

Nessuno

Vedere la lista completa

Flusso RSS

Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 
Bookmarking sociale
Bookmarking sociale Digg  Bookmarking sociale Delicious  Bookmarking sociale Reddit  Bookmarking sociale Stumbleupon  Bookmarking sociale Slashdot  Bookmarking sociale Yahoo  Bookmarking sociale Google  Bookmarking sociale Blinklist  Bookmarking sociale Blogmarks  Bookmarking sociale Technorati  




Conserva e condividi l'indirizzo di T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti sul tuo sito sociale bookmarking
Condividere
Vedere l'argomento precedenteAndare in bassoVedere l'argomento seguente
avatar
LakyV
Membro classe argento
Membro classe argento
Data d'iscrizione : 10.06.12
Numero di messaggi : 2537
Località : San Benigno C.
Occupazione/Hobby : Cuoco per diletto!!!
Provincia (Città) : Torino
Impianto : Sorgenti:Cambridge 650C
Panasonic DVD/CD S42
PC HP-650 Intel core I3
Trasp: Hi-Face 1
DAC : Xindak DAC 5
DAC : SMSL TDA1543
Pre : Sonus Minus ( MOD. BY AAAVT )
Finale : TA 2022 ( work in progress)
Integrato ibrido TA2022 (BTL) 150watt ( BY Roberto Stella)
SMSL TA2020
diffusori: XTZ99.38
Potenza: QED-Anniversary
TNT Star (autocostruiti)
CAT5 (autocostruiti)
G&bl In Argento.
Segnale:
Cambridge S500
Siemens (autocos.semibil.)
Mogami 2534 (by Pirpabass)

Re: Opera Quinta, ProAc D18 o che altro?

il Sab 1 Giu 2013 - 20:17
Continuò a tifare ProAc, penso che siano universalmente più dotate ed in grado di esprimersi al meglio con più generi musicali, sia rispetto alle Klipsch ( che nessuno me ne voglia) sia delle più neutre Opera, ed anche delle più equilibrate ed eleganti Sonus Faber.

Va da se che il classico Saund "inglese" prevale, e quindi bisogna essere già inizialmente orientati verso quel tipo di suono, sopratutto per quanto riguarda la gamma bassa, che non è tra le più profonde che abbia mai sentito, ma in quanto ad articolazione, estensione, e coerenza.... ha pochi rivali, ovviamente sono particolarmente amante di tale suono, non ne loderei così le doti altrimenti.

Come poi ti ho già detto di persona, sono particolarmente innamorato delle PL200 della MA, ma già siamo su altri prezzi Dribbling Dribbling


avatar
EasyRider_02
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo
Data d'iscrizione : 14.05.12
Numero di messaggi : 1136
Provincia (Città) : Torino
Impianto : SACD: Denon DCD-1500AE
DAC: Wyred 4 Sound DAC-2
Amplificatore: Krell S-300i
Pre-phono: Sonus Faber Quid
Diffusori: Tannoy Prestige Stirling SE
Sorgente digitale: ASUS Eee PC 1015P
Giradischi: Technics SL-3110
SW: Foobar2000
Cavi alimentazione : Elecaudio 331B - Tornado (by Pierpabass)
Cavi segnale: Mogami 2534 - Mogami 2534 XLR bilanciato (by Pierpabass) -
Cavi potenza: TNT TripleT (by me stesso)

Re: Opera Quinta, ProAc D18 o che altro?

il Sab 1 Giu 2013 - 20:20
@wasky ha scritto:
Guarda che combina Bona quando gli cade la chitarra a quel Pisell0n3 di Watanabe Hehe

http://www.youtube.com/watch?v=CtES95ycR8A

Fantastico, non una piega, anzi se la sghignazzava sotto i baffi! Laughing

Comunque bella esibizione.

avatar
Vella
Membro classe argento
Membro classe argento
Data d'iscrizione : 29.12.10
Numero di messaggi : 3992
Località : Milano
Occupazione/Hobby : finanza/tra un pò scrivo un romanzo
Impianto :
Spoiler:
Asus eeebox+Lubuntu/MPD - Rega Planet 2000 - Benchmark DAC1USB - Electrocompaniet EC3 - Electrocompaniet AW 120 DMB - Duevel Planets - Sennheiser HD600
Chord USB Silver Plus - Mogami 2964 - Atlas Element Integra - WireWorld Stratus 5(2) - QED Anniversary Silver XT Anniversary

Re: Opera Quinta, ProAc D18 o che altro?

il Sab 1 Giu 2013 - 22:08
@EasyRider_02 ha scritto:
....

Il problema è che finora non ho trovato diffusori che mi paiano superiori alle mie Sonus Faber.
....


E ce credo!!!
Comunque, secondo me se ti piacciono le tue Sonus Faber, le Klipsch non fanno al caso tuo.
avatar
EasyRider_02
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo
Data d'iscrizione : 14.05.12
Numero di messaggi : 1136
Provincia (Città) : Torino
Impianto : SACD: Denon DCD-1500AE
DAC: Wyred 4 Sound DAC-2
Amplificatore: Krell S-300i
Pre-phono: Sonus Faber Quid
Diffusori: Tannoy Prestige Stirling SE
Sorgente digitale: ASUS Eee PC 1015P
Giradischi: Technics SL-3110
SW: Foobar2000
Cavi alimentazione : Elecaudio 331B - Tornado (by Pierpabass)
Cavi segnale: Mogami 2534 - Mogami 2534 XLR bilanciato (by Pierpabass) -
Cavi potenza: TNT TripleT (by me stesso)

Re: Opera Quinta, ProAc D18 o che altro?

il Dom 2 Giu 2013 - 15:39
@Vella ha scritto:
@EasyRider_02 ha scritto:
....

Il problema è che finora non ho trovato diffusori che mi paiano superiori alle mie Sonus Faber.
....


E ce credo!!!
Comunque, secondo me se ti piacciono le tue Sonus Faber, le Klipsch non fanno al caso tuo.

Beh, insomma, sono dei buoni diffusori, ma non stiamo parlando di top di gamma, quindi confido di poter trovare qualcosa di superiore.

Nel frattempo sto verificando se sia possibile effettuare alcuni spostamenti per disporre della parete più lunga per posizionare l'impianto, cosa che mi consentirebbe una scelta meno condizionata dal collocamento dei diffusori.
avatar
andreac
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo
Data d'iscrizione : 22.09.09
Numero di messaggi : 1041
Occupazione/Hobby : Tecnico aeronautico / motociclismo, basket

Re: Opera Quinta, ProAc D18 o che altro?

il Dom 2 Giu 2013 - 16:22
@EasyRider_02 ha scritto:
@andreac ha scritto:

Non ti sei concesso la possibilità di ascoltare quelle che probabilmente ti avrebbero soddisfatto Smile

Il problema è che finora non ho trovato diffusori che mi paiano superiori alle mie Sonus Faber.[...]

Sei andato anche ad ascoltare qualche realizzazione Giussani Research?

Stentor
Membro classe diamante
Membro classe diamante
Data d'iscrizione : 12.07.10
Numero di messaggi : 20392
Località : .
Impianto : .

Re: Opera Quinta, ProAc D18 o che altro?

il Dom 2 Giu 2013 - 18:37
@andreac ha scritto:
@EasyRider_02 ha scritto:

Il problema è che finora non ho trovato diffusori che mi paiano superiori alle mie Sonus Faber.[...]

Sei andato anche ad ascoltare qualche realizzazione Giussani Research?


Questa è una bella alternativa ! Io ho sentito bene le Delta R9 MKII .... Oki !

Oltretutto fa una specie di noleggio a € 300,00 per qualsiasi diffusore comprese spese di spedizione noleggio che, in caso di acquisto, vengono scalati sul nuovo.
avatar
andreac
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo
Data d'iscrizione : 22.09.09
Numero di messaggi : 1041
Occupazione/Hobby : Tecnico aeronautico / motociclismo, basket

Re: Opera Quinta, ProAc D18 o che altro?

il Dom 2 Giu 2013 - 22:33
@Stentor ha scritto:
Questa è una bella alternativa ! Io ho sentito bene le Delta R9 MKII .... Oki !
Oltretutto fa una specie di noleggio a € 300,00 per qualsiasi diffusore comprese spese di spedizione noleggio che, in caso di acquisto, vengono scalati sul nuovo.

http://www.tforumhifi.com/t36247p15-opera-quinta-proac-d18-o-che-altro#566565
avatar
EasyRider_02
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo
Data d'iscrizione : 14.05.12
Numero di messaggi : 1136
Provincia (Città) : Torino
Impianto : SACD: Denon DCD-1500AE
DAC: Wyred 4 Sound DAC-2
Amplificatore: Krell S-300i
Pre-phono: Sonus Faber Quid
Diffusori: Tannoy Prestige Stirling SE
Sorgente digitale: ASUS Eee PC 1015P
Giradischi: Technics SL-3110
SW: Foobar2000
Cavi alimentazione : Elecaudio 331B - Tornado (by Pierpabass)
Cavi segnale: Mogami 2534 - Mogami 2534 XLR bilanciato (by Pierpabass) -
Cavi potenza: TNT TripleT (by me stesso)

Re: Opera Quinta, ProAc D18 o che altro?

il Dom 2 Giu 2013 - 23:21
@andreac ha scritto:
@EasyRider_02 ha scritto:

Il problema è che finora non ho trovato diffusori che mi paiano superiori alle mie Sonus Faber.[...]

Sei andato anche ad ascoltare qualche realizzazione Giussani Research?


Temo che se ci si stufasse di queste casse sarebbero praticamente invendibili, ma magari è solo una mia fisima.
Stentor
Membro classe diamante
Membro classe diamante
Data d'iscrizione : 12.07.10
Numero di messaggi : 20392
Località : .
Impianto : .

Re: Opera Quinta, ProAc D18 o che altro?

il Lun 3 Giu 2013 - 0:45
@EasyRider_02 ha scritto:
@andreac ha scritto:

Sei andato anche ad ascoltare qualche realizzazione Giussani Research?


Temo che se ci si stufasse di queste casse sarebbero praticamente invendibili, ma magari è solo una mia fisima.

Non entro nel merito del prodotto in oggetto e parlo in generale ..... imho i primi soldi sprecati sono quelli in oggetti che non ti entusiasmano ma hanno il prezzo e son vendibili.

Sopratutto sui diffusori, che sono sempre imho il componente che maggiormente caratterizza l'impianto e attorno a cui costruisci tutto il resto, bisogna scegliere qualcosa che ci convinca al 100% ....io ad esempio ho preso ormai 13 anni fa le mie Focal Mini Utopia e non mi sono mai stufato ..... prenditi il tempo che ti serve ...fai tutti gli ascolti che ritieni giusto e non pensare a strane ipotesi quando le acquisti .....altrimenti cadi nella solita trappola audiofila in cui si acquista per far l'affare o cmq pronti a rivendere .... se prendi qualcosa di livello che ti piace non ti stancherai tanto velocemente .....
avatar
EasyRider_02
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo
Data d'iscrizione : 14.05.12
Numero di messaggi : 1136
Provincia (Città) : Torino
Impianto : SACD: Denon DCD-1500AE
DAC: Wyred 4 Sound DAC-2
Amplificatore: Krell S-300i
Pre-phono: Sonus Faber Quid
Diffusori: Tannoy Prestige Stirling SE
Sorgente digitale: ASUS Eee PC 1015P
Giradischi: Technics SL-3110
SW: Foobar2000
Cavi alimentazione : Elecaudio 331B - Tornado (by Pierpabass)
Cavi segnale: Mogami 2534 - Mogami 2534 XLR bilanciato (by Pierpabass) -
Cavi potenza: TNT TripleT (by me stesso)

Re: Opera Quinta, ProAc D18 o che altro?

il Lun 3 Giu 2013 - 21:56
Caro Ivano, è proprio questa la filosofia che mi guida e, anche se a qualcuno potranno non piacere, non a caso ho tenuto tutti questi anni le mie Sonus Faber, acquistate quando il marchio non aveva certo il blasone di ora e stava cercando un suo spazio in un mondo dell'Hi-Fi che stava mutando. Certamente non acquisterò di impeto, altrimenti l'avrei già fatto con le ottime Kharma. Dovrò cercare di coniugare parecchie cose, privilegiando su tutte, è ovvio (forse neppure troppo Very Happy ), la piacevolezza del suono. Parlo di piacevolezza, perché come hai giustamente ricordato, i diffusori caratterizzano fortemente la sonorità della catena audio.
L'ideale sarebbe sempre poter ascoltare i diffusori nel proprio ambiente, ma purtroppo molto raramente è possibile farlo.
Per quanto riguarda la stima sulla tenuta del valore nel mercato dell'usato, si tratta di un elemento precauzionale, che seppur non predominante, a mio giudizio, non è del tutto trascurabile, pur essendo uno che non ha quasi mai venduto nulla di usato (e non parlo solamente di HiFi) abituato a consumare tutto, fino alla fine.
avatar
EasyRider_02
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo
Data d'iscrizione : 14.05.12
Numero di messaggi : 1136
Provincia (Città) : Torino
Impianto : SACD: Denon DCD-1500AE
DAC: Wyred 4 Sound DAC-2
Amplificatore: Krell S-300i
Pre-phono: Sonus Faber Quid
Diffusori: Tannoy Prestige Stirling SE
Sorgente digitale: ASUS Eee PC 1015P
Giradischi: Technics SL-3110
SW: Foobar2000
Cavi alimentazione : Elecaudio 331B - Tornado (by Pierpabass)
Cavi segnale: Mogami 2534 - Mogami 2534 XLR bilanciato (by Pierpabass) -
Cavi potenza: TNT TripleT (by me stesso)

Re: Opera Quinta, ProAc D18 o che altro?

il Sab 15 Giu 2013 - 11:06
Continua la ricerca e quindi gli ascolti.

Questa settimana sono riuscito a valutare:

- Sonus Faber Cremona M

- Totem Forest

- Ars Aures Mini Sensorial

- Martin Logan Montis

Le mie impressioni:

Sonus Faber - un capolavoro di estetica, in generale quelli prodotti dal marchio italiano rimangono tra i diffusori più affascinanti che si possano trovare in commercio. Purtroppo non posso dire altrettanto del suono che si è rivelato molto deludente con bassi slabbrati e fuori controllo che rendono l'ascolto fastidioso. Una vera delusione per chi, come il sottoscritto, ha potuto godere per anni di ottimi ascolti grazie alle Electa.

Totem - esteticamente siamo su un altro pianeta rispetto a quello Sonus Faber, un parallelepipedo anonimo, per quanto abbastanza curato. Anche con il suono però siamo lontani dalle Cremona, e il miglioramento è deciso. I bassi sono meno profondi, ma ben frenati e comunque piacevoli. Buono il dettaglio, anche se non fanno urlare al miracolo.

Ars Aures - orrende, un monumento funerario, di ottima fattura è vero, ma funeste alla vista. Ottima la gamma medio alta che offre grandissime soddisfazioni e un piacere d'ascolto molto elevato. I bassi, ovviamente, trattandosi di bookshelf, anche se di dimensioni importanti, non impressionano di certo, anzi viene a mancare completamente la gamma più profonda. 

Martin Logan - difficile giudicarne l'estetica visto che si tratta di un pannello elettrostatico, a me piacciono per quell'aria futuristica che questo genere di diffusori mi ha sempre saputo suggerire. Il suono. Beh, qui siamo a livelli di piacevolezza assoluta con una scena impressionante e tutte (forse) le gamme di frequenza udibile presenti. Grazie al sub attivo è possibile fornire un ottimo equilibrio al suono. Sono sempre stato avverso ai pannelli per il problema legato al fuoco che ne rende critico il posizionamento., ebbene questi pannelli sono differenti in quanto essendo curvati riescono a distribuire il suono su un angolo abbastanza ampio ed anche sul piano verticale non sono altamente critici. Il migliore ascolto che sia riuscito a fare in queste settimane. Peccato il costo esorbitante: 10.950 euro di listino!!!!
avatar
Solomon
Moderatore di sezione
Moderatore di sezione
Data d'iscrizione : 07.07.10
Numero di messaggi : 2237
Località : Palermo
Provincia (Città) : Palermo
Impianto : decisamente multicanale

Re: Opera Quinta, ProAc D18 o che altro?

il Sab 15 Giu 2013 - 11:36
@EasyRider_02 ha scritto:
Ars Aures - orrende, un monumento funerario, di ottima fattura è vero, ma funeste alla vista. Ottima la gamma medio alta che offre grandissime soddisfazioni e un piacere d'ascolto molto elevato. I bassi, ovviamente, trattandosi di bookshelf, anche se di dimensioni importanti, non impressionano di certo, anzi viene a mancare completamente la gamma più profonda. 

Le Mini Sensorial, sono il mio bookshelf/monitor preferito, per quanto l'estetica sia discutibile come in tutte le cose (a me piacciono), il suono ha grande capacità di analisi e naturalezza. Non so se dove le hai sentite hanno anche il modello F1 da pavimento. Quelle hanno una gamma bassa profonda ed una impostazione più calda e se possibile ancora più piacevole.

Qui comparativa vs ProAc D28, Penaudio Sara, Reference 3A Veena, Kef R900.
http://all-hi-fi.ru/index.php/obzory/speakers/1020-dva-protiv-treh-v-polzu-horoshego-zvuka.html

_________________
- Album scelto per adesso: Steven Wilson - Hand. Cannot. Erase. - Kscope - Bluray DTS/LPCM/24-96
- Tu creasti per loro un tempio nell'udito - R.M. Rilke -
avatar
francobast
Membro di riguardo
Membro di riguardo
Data d'iscrizione : 17.02.12
Numero di messaggi : 582
Località : piove di sacco
Provincia (Città) : rosa
Impianto : scatoli vari

Re: Opera Quinta, ProAc D18 o che altro?

il Sab 15 Giu 2013 - 11:53
ciao. io le opera quinta le ho avute e per quanto riguarda la gamma medio alta erano perfette. non riuscivano pero' a soddisfarmi i bassi (un po' carenti) ma credo sia una questione legata ai generi musicali che si ascoltano. per le martin logan e in generale per quelli a "pannelli" hanno davvero una marcia in piu' .... ma mi avevano detto che dopo tot anni bisogna "revisionarle". hai provato ad ascoltare i diffusori di Renato Giussani?
avatar
cavicchi
Operatore Hi-Fi
Operatore Hi-Fi
Data d'iscrizione : 18.04.11
Numero di messaggi : 1349
Località : Sant'angelo di piove di sacco
Occupazione/Hobby : tiro a campà
Provincia (Città) : pessimo
Impianto : Lettore cd :Musical Fidelity A3
DAC : Musical Fidelity TRIVISTA 21
Pre-Ampli : AudioSpace Line 1.1
Amplificazione : KRELL KSA-50
Diffusori : PEARL EVOLUTION BALLERINA 401/8 oppure BALLERINA 401/12
http://www.cavihifi.it

Re: Opera Quinta, ProAc D18 o che altro?

il Sab 15 Giu 2013 - 12:43
...OSTI, franco ....
i diffusori di Giussani sono una poesia.
lo dico prima di tutto da "amante della musica".
I diffusori di Giussani sono prima di tutto dei diffusori soavi.
Quanto di meglio ci si possa aspettare in fatto di riproduzione dell'orchestra.....

..ma rispetto all'opera quinta, non si può fare il paragone!
poi tu ascolti minimo con un woofer da 27.....ti piace vincere facile Smile
avatar
EasyRider_02
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo
Data d'iscrizione : 14.05.12
Numero di messaggi : 1136
Provincia (Città) : Torino
Impianto : SACD: Denon DCD-1500AE
DAC: Wyred 4 Sound DAC-2
Amplificatore: Krell S-300i
Pre-phono: Sonus Faber Quid
Diffusori: Tannoy Prestige Stirling SE
Sorgente digitale: ASUS Eee PC 1015P
Giradischi: Technics SL-3110
SW: Foobar2000
Cavi alimentazione : Elecaudio 331B - Tornado (by Pierpabass)
Cavi segnale: Mogami 2534 - Mogami 2534 XLR bilanciato (by Pierpabass) -
Cavi potenza: TNT TripleT (by me stesso)

Re: Opera Quinta, ProAc D18 o che altro?

il Sab 15 Giu 2013 - 13:48
@Solomon ha scritto:
@EasyRider_02 ha scritto:
Ars Aures - orrende, un monumento funerario, di ottima fattura è vero, ma funeste alla vista. Ottima la gamma medio alta che offre grandissime soddisfazioni e un piacere d'ascolto molto elevato. I bassi, ovviamente, trattandosi di bookshelf, anche se di dimensioni importanti, non impressionano di certo, anzi viene a mancare completamente la gamma più profonda. 

Le Mini Sensorial, sono il mio bookshelf/monitor preferito, per quanto l'estetica sia discutibile come in tutte le cose (a me piacciono), il suono ha grande capacità di analisi e naturalezza. Non so se dove le hai sentite hanno anche il modello F1 da pavimento. Quelle hanno una gamma bassa profonda ed una impostazione più calda e se possibile ancora più piacevole.

Qui comparativa vs ProAc D28, Penaudio Sara, Reference 3A Veena, Kef R900.
http://all-hi-fi.ru/index.php/obzory/speakers/1020-dva-protiv-treh-v-polzu-horoshego-zvuka.html

@Solomon - La comparativa, a parte qualche problema con il cirillico, tradotto sommariamente da Google, è interessante e conferma che le ProAc (che non sono ancora riuscito ad ascoltare) sono casse di tutto rispetto accompagnate da queste Ars Aures F1 che non ho potuto ascoltare in quanto in negozio vi era solamente la coppia citata.
Ovviamente il giudizio estetico, ma anche quello musicale, è del tutto personale e comunque si tratta di diffusori dal suono convincente per precisione e dettaglio. Con Art Pepper hanno fornito una grande prova di poco inferiore alle Martin Logan.

@francobast ha scritto:ciao. io le opera quinta le ho avute e per quanto riguarda la gamma medio alta erano perfette. non riuscivano pero' a soddisfarmi i bassi (un po' carenti) ma credo sia una questione legata ai generi musicali che si ascoltano. per le martin logan e in generale per quelli a "pannelli" hanno davvero una marcia in piu' .... ma mi avevano detto che dopo tot anni bisogna "revisionarle". hai provato ad ascoltare i diffusori di Renato Giussani?

No, non ho mai sentito i diffusori di Giussani, ma ho visto i prezzi che, per le torri, sono piuttosto alti ( intendo in valore assoluto). Per quanto riguarda le Opera Quinta durante gli ascolti ho sempre avuto la sensazione che mancasse qualcosa e che la musica non riuscisse a liberarsi completamente, ma fosse sempre "frenata", tanto che non mi sono neppure concentrato troppo sulle frequenze.

Non sapevo che i pannelli necessitassero di manutenzione. Argomento da approfondire. Grazie per la preziosa segnalazione
avatar
francobast
Membro di riguardo
Membro di riguardo
Data d'iscrizione : 17.02.12
Numero di messaggi : 582
Località : piove di sacco
Provincia (Città) : rosa
Impianto : scatoli vari

Re: Opera Quinta, ProAc D18 o che altro?

il Sab 15 Giu 2013 - 17:22
@cavicchi: è vero. a me piacciono anche i bum bum e forse gli ascolti che faccio non corrispondono precisamente ai canoni hifi....ma a me piacciono cosi'.Smile
i woofer sono da 12 pollici.
ricordo che per le opera quinta consigliavano di posizionarle agli angoli della stanza ma nella mia non si poteva fare. mancava quel qualcosa che ora ho

@easyrider: i prezzi di listino delle giussani sono altini ma se ti accontenti di una coppia ex demo la puoi portare a casa a molto meno (fidati). Cool
del bisogno di manutenzione delle martin logan ne avevo parlato forse con stentor ma per essere sincero non avevo approfondito molto il discorso. ti conviene chiedere a esperti.
come sicuramente ti avranno gia' detto l'ideale sarebbe di poterle ascoltare nel proprio ambiente e per questo renato ha cominciato a noleggiare le sue.

buoni ascolti:D
Stentor
Membro classe diamante
Membro classe diamante
Data d'iscrizione : 12.07.10
Numero di messaggi : 20392
Località : .
Impianto : .

Re: Opera Quinta, ProAc D18 o che altro?

il Sab 15 Giu 2013 - 19:39
@francobast ha scritto:@cavicchi: è vero. a me piacciono anche i bum bum e forse gli ascolti che faccio non corrispondono precisamente ai canoni hifi....ma a me piacciono cosi'.Smile

Altro che se sono Hifi ... suonano da urlo !!!!!!!!

Riguardo a oggetti come le ARS Aures Mini Sensorial, e lasciando perdere per un attimo l'estetica, se una persona ha un budget limitato i mini diffusori per me sono preferibili a quelli scarsi di pari prezzo da pavimento ma le mini sensorial (e le cito solo come esempio) cotano € 6.650:


Mentre le Giussani Delta 4 R9 Ex demo costano € 4.490 !!!!

http://www.giussani-research.it/e-shop-prototipi/?lang=it

avatar
EasyRider_02
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo
Data d'iscrizione : 14.05.12
Numero di messaggi : 1136
Provincia (Città) : Torino
Impianto : SACD: Denon DCD-1500AE
DAC: Wyred 4 Sound DAC-2
Amplificatore: Krell S-300i
Pre-phono: Sonus Faber Quid
Diffusori: Tannoy Prestige Stirling SE
Sorgente digitale: ASUS Eee PC 1015P
Giradischi: Technics SL-3110
SW: Foobar2000
Cavi alimentazione : Elecaudio 331B - Tornado (by Pierpabass)
Cavi segnale: Mogami 2534 - Mogami 2534 XLR bilanciato (by Pierpabass) -
Cavi potenza: TNT TripleT (by me stesso)

Re: Opera Quinta, ProAc D18 o che altro?

il Sab 15 Giu 2013 - 21:07
E mi pare di capire che le Giussani sarebbero da preferire... Very Happy
avatar
Albert^ONE
Membro classe oro
Membro classe oro
Data d'iscrizione : 23.10.10
Numero di messaggi : 5364
Località : Lanciano(ch) Abruzzo

Re: Opera Quinta, ProAc D18 o che altro?

il Sab 15 Giu 2013 - 22:22
I Kudos mi sembrano troppo cari.
avatar
EasyRider_02
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo
Data d'iscrizione : 14.05.12
Numero di messaggi : 1136
Provincia (Città) : Torino
Impianto : SACD: Denon DCD-1500AE
DAC: Wyred 4 Sound DAC-2
Amplificatore: Krell S-300i
Pre-phono: Sonus Faber Quid
Diffusori: Tannoy Prestige Stirling SE
Sorgente digitale: ASUS Eee PC 1015P
Giradischi: Technics SL-3110
SW: Foobar2000
Cavi alimentazione : Elecaudio 331B - Tornado (by Pierpabass)
Cavi segnale: Mogami 2534 - Mogami 2534 XLR bilanciato (by Pierpabass) -
Cavi potenza: TNT TripleT (by me stesso)

Re: Opera Quinta, ProAc D18 o che altro?

il Sab 15 Giu 2013 - 23:20
Quale modello Kudos? Ce ne sono di tutti i prezzi.
avatar
Albert^ONE
Membro classe oro
Membro classe oro
Data d'iscrizione : 23.10.10
Numero di messaggi : 5364
Località : Lanciano(ch) Abruzzo

Re: Opera Quinta, ProAc D18 o che altro?

il Dom 16 Giu 2013 - 2:33
Kudos super 20 sono cari Wink
avatar
EasyRider_02
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo
Data d'iscrizione : 14.05.12
Numero di messaggi : 1136
Provincia (Città) : Torino
Impianto : SACD: Denon DCD-1500AE
DAC: Wyred 4 Sound DAC-2
Amplificatore: Krell S-300i
Pre-phono: Sonus Faber Quid
Diffusori: Tannoy Prestige Stirling SE
Sorgente digitale: ASUS Eee PC 1015P
Giradischi: Technics SL-3110
SW: Foobar2000
Cavi alimentazione : Elecaudio 331B - Tornado (by Pierpabass)
Cavi segnale: Mogami 2534 - Mogami 2534 XLR bilanciato (by Pierpabass) -
Cavi potenza: TNT TripleT (by me stesso)

Re: Opera Quinta, ProAc D18 o che altro?

il Dom 16 Giu 2013 - 7:58
E' tutto relativo, ma non mi paiono certo tra i diffusori più cari: Kudos Audio super 20. Girando ho visto molti più diffusori superare queste cifre che restarci sotto. Purtroppo le casse sono un componente altamente oneroso!!! Sad
avatar
Albert^ONE
Membro classe oro
Membro classe oro
Data d'iscrizione : 23.10.10
Numero di messaggi : 5364
Località : Lanciano(ch) Abruzzo

Re: Opera Quinta, ProAc D18 o che altro?

il Dom 16 Giu 2013 - 10:08
Si sicuramente i diffusori sono una bella spesa,ma farmi prendere per i fondelli e farmi spacciare dei diffusori da 4800 euro,con trasduttori(casse) della Seas dal costo commerciale di 500-600 euro,mi rode il culo! Smile

E' un pezzo che non credo alle bobine in argento avvolte dallo zio Tom a Okinawa. Wink Laughing
sonic63
Membro classe oro
Membro classe oro
Data d'iscrizione : 21.12.09
Numero di messaggi : 5276
Località : napoli
Impianto : pre e finali autocostruiti + casse autocostruite

Re: Opera Quinta, ProAc D18 o che altro?

il Dom 16 Giu 2013 - 11:41
@Albert^ONE ha scritto:Si sicuramente i diffusori sono una bella spesa,ma farmi prendere per i fondelli e farmi spacciare dei diffusori da 4800 euro,con trasduttori(casse) della Seas dal costo commerciale di 500-600 euro,mi rode il culo! Smile

E' un pezzo che non credo alle bobine in argento avvolte dallo zio Tom a Okinawa. WinkLaughing

Hai ragione, sono dei bastardi!!!
Anche io non riesco a capire perchè non lavorano gratis,
anticipando pure i soldi e il tempo necessari per le prove e lo sviluppo, per il magazzino e mettendo a disposizione gratis laboratori, trasporti e negozi.
Hello
avatar
EasyRider_02
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo
Data d'iscrizione : 14.05.12
Numero di messaggi : 1136
Provincia (Città) : Torino
Impianto : SACD: Denon DCD-1500AE
DAC: Wyred 4 Sound DAC-2
Amplificatore: Krell S-300i
Pre-phono: Sonus Faber Quid
Diffusori: Tannoy Prestige Stirling SE
Sorgente digitale: ASUS Eee PC 1015P
Giradischi: Technics SL-3110
SW: Foobar2000
Cavi alimentazione : Elecaudio 331B - Tornado (by Pierpabass)
Cavi segnale: Mogami 2534 - Mogami 2534 XLR bilanciato (by Pierpabass) -
Cavi potenza: TNT TripleT (by me stesso)

Re: Opera Quinta, ProAc D18 o che altro?

il Dom 16 Giu 2013 - 12:23
Senza generare polemiche, che tanto lasciano il tempo che trovano, è sicuramente vero che sul mercato vi sono oggetti (parlo nei termini più generali ed estesi) il cui prezzo non ne rispecchia il valore (anche questo nella sua accezione più ampia). Inevitabilmente esisteranno dei diffusori che non valgono il prezzo richiesto, personalmente non dispongo degli strumenti necessari per individuarli e quindi mi fido del mio orecchio e del mio gusto, entrambe le cose tutt'altro che universalmente accettate ed accettabili! Very Happy
Vedere l'argomento precedenteTornare in altoVedere l'argomento seguente
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum