T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti
Benvenuto nel T-Forum!
Connettiti in modo da farti riconoscere come membro affezionato, oppure registrati così potrai partecipare attivamente alle discussioni.
Sondaggio
Ti piace il nuovo stile del T-Forum?
Sì, meglio questo nuovo
46% / 32
No, era meglio quello vecchio
54% / 38
Ultimi argomenti
HelP! DAC!Oggi alle 9:50johnny99
POPU VENUS Oggi alle 7:23gigetto
ALIENTEK D8Ieri alle 21:17nerone
DAC fatto in casaLun 27 Mar 2017 - 23:17Calbas
preamplificatoreLun 27 Mar 2017 - 22:38Sandrogall
Consiglio cuffia chiusaLun 27 Mar 2017 - 22:08carlo.bat
Cambio Amplificatore Lun 27 Mar 2017 - 15:25Lele67
I postatori più attivi della settimana
13 Messaggi - 19%
12 Messaggi - 17%
12 Messaggi - 17%
6 Messaggi - 9%
5 Messaggi - 7%
5 Messaggi - 7%
4 Messaggi - 6%
4 Messaggi - 6%
4 Messaggi - 6%
4 Messaggi - 6%
I postatori più attivi del mese
288 Messaggi - 22%
257 Messaggi - 19%
145 Messaggi - 11%
142 Messaggi - 11%
114 Messaggi - 9%
88 Messaggi - 7%
82 Messaggi - 6%
70 Messaggi - 5%
68 Messaggi - 5%
66 Messaggi - 5%
Migliori postatori
Stentor (20392)
20392 Messaggi - 15%
DACCLOR65 (19630)
19630 Messaggi - 15%
schwantz34 (15499)
15499 Messaggi - 12%
Silver Black (15438)
15438 Messaggi - 11%
nd1967 (12803)
12803 Messaggi - 10%
flovato (12509)
12509 Messaggi - 9%
10260 Messaggi - 8%
piero7 (9854)
9854 Messaggi - 7%
wasky (9229)
9229 Messaggi - 7%
fritznet (8857)
8857 Messaggi - 7%
Chi è in linea
In totale ci sono 67 utenti in linea :: 10 Registrati, 1 Nascosto e 56 Ospiti :: 1 Motore di ricerca

Alessandro Asborno, antbom, magistercylindrus, meraviglia, modro, Pinve, savi, sportyerre, valterneri, xam4033

Vedere la lista completa

Flusso RSS

Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 
Bookmarking sociale
Bookmarking sociale Digg  Bookmarking sociale Delicious  Bookmarking sociale Reddit  Bookmarking sociale Stumbleupon  Bookmarking sociale Slashdot  Bookmarking sociale Yahoo  Bookmarking sociale Google  Bookmarking sociale Blinklist  Bookmarking sociale Blogmarks  Bookmarking sociale Technorati  




Conserva e condividi l'indirizzo di T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti sul tuo sito sociale bookmarking
Condividere
Vedere l'argomento precedenteAndare in bassoVedere l'argomento seguente
avatar
cucicu
Membro classe oro
Membro classe oro
Data d'iscrizione : 25.02.11
Numero di messaggi : 5985
Località : Sicilia centrale
Occupazione/Hobby : Ascolti vari
Provincia (Città) : Lungimirante
Impianto : CD rega planet 2000

AMPLI Marantz PM6006

DIFFUSORI Chario 523R

quanto influisce la distanza tra il punto di ascolto e la parete opposta ai diffusori?

il Mar 16 Apr 2013 - 17:24
A me cambia praticamente la vita.....
avatar
Zio
Membro classe argento
Membro classe argento
Data d'iscrizione : 06.04.13
Numero di messaggi : 2651
Provincia (Città) : Parma e Verona
Impianto :
Clicca se sei curioso:
Impianto in uso:
- Notebook con Foobar su W7
- Netbook con Daphile
- Douk DAC
- Marantz SR-4400
- Advance Acoustic MAA 406
- Dipolo Diy
- Cavi segnale RCA Diy very cheap
- Cavi potenza TNT Star Diy
- SUB JBL Diy per prima ottava
Nel cassetto:
- Yarland M34 con KT66
- Abletec ALC240
- Luxman C-03
- Breeze Audio TPA3116
- Marantz CD-67 SE
- Thorens TD180 con Goldring 10-20
- EQ YAMAHA EQ-500
- DAC Tascam us144 mkii
- Scythe SCBKS-1100 Kro Craft
- qualche altoparlante
- componenti per Crossover a volontà...
- Notebook con REW e microfono


Clicca se NON sei curioso:
Ma se non sei curioso...
perchè hai cliccato!!




Re: quanto influisce la distanza tra il punto di ascolto e la parete opposta ai diffusori?

il Mar 16 Apr 2013 - 17:44
Fatti una domanda e datti una risposta... Laughing

Effettivamente anche a me risulta quanto dici: io ascolto musica da un divano. Noto differenza se avanzo o indietreggio con la testa, ma anche se alzo o abbasso la testa. La distanza dalle casse nel mio caso è di circa 3,5m, quindi se mi muovo di avanti di 30 cm, percentualmente non dovrebbe cambiare tanto, ma non è così.

Però ho una soluzione: dopo aver trovato la posizione corretta, basta farsi imbalsamare!! Laughing Laughing Laughing
Facile no...?
avatar
Daniele Pucciarelli
Membro di riguardo
Membro di riguardo
Data d'iscrizione : 24.09.12
Numero di messaggi : 659
Località : Livorno
Occupazione/Hobby : Operaio, autocostruttore diffusori acustici, Redattore del Forum-Magazine DIYAUDIO.IT
Provincia (Città) : Livorno
Impianto : PC TRANSPORT DIY - DAC Teac UD503 - PREAMPLI Atoll PR300SE - FINALE Altason R1 - SINTOAMPLI HT Sony STR DA2400 ES - Diffusori DIY - Cuffie AKG K550 //
https://autocostruzione.altervista.org/

Re: quanto influisce la distanza tra il punto di ascolto e la parete opposta ai diffusori?

il Mar 16 Apr 2013 - 23:18
Ergo, quanto incide la distanza dalla parete posteriore alle nostre orecchie ?

Ovvio che incide tantissimo, poichè le onde stazionarie di un ambiente variano tantissimo da punto a punto. La buona notizia è che le posizioni di massimo picco o di minimo, sono abbastanza predefinibili in base alla geometria dell'ambiente.
La cattiva è che le stazionarie a bassa frequenza NON le puoi eliminare senza interventi molto pesanti.

Ovviamente spostandoti , non solo ti avvicini/allontani alla parete posteriore, ma anche al diffusore. Solitamente quanto più gli altoparlanti posizionati sul diffusore sono distanti tra loro, maggiore sarà la distanza minima" a cui dovrai stare per non modificare pesantemente la risposta del "primo arrivo"; questo succede quando varia parecchio la fase relativa tra i trasduttori. Ma un diffusore "medio", che nasce per ambienti domestici di dimensioni "normali", viene ottimizzato per essere ascoltato da circa 3 metri di distanza. Diciamo da 2 a 4. In questo intervallo, la maggior parte dei diffusori NON varia granchè la risposta direttamente emessa.

Ciao!
avatar
robertopisa
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo
Data d'iscrizione : 08.04.10
Numero di messaggi : 1654
Provincia (Città) : Pisa
Impianto :
premi per vedere:

Re: quanto influisce la distanza tra il punto di ascolto e la parete opposta ai diffusori?

il Mer 17 Apr 2013 - 7:57
Anche le pareti laterali influenzano molto la ricostruzione della scena sonora. Ne parlo in parte nella parte quarta

http://www.tforumhifi.com/t35246-misurare-la-risposta-in-frequenza-nella-stanza-d-ascolto-mini-corso-parte-4

e sto preparando una parte quinta dove questi aspetti sono discussi: è l'effetto parete (SBIR in gergo) che provoca cancellazioni o rafforzamenti di alcune frequenze rispetto alle altre (effetto pettine o comb filtering).
avatar
potowatax
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo
Data d'iscrizione : 07.05.12
Numero di messaggi : 1333
Località : Roma
Occupazione/Hobby : Amminitecnico / In questo momento fieramente "fancazzista"
Provincia (Città) : RM (Roma)/RI (Poggio Moiano)
Impianto : Cliccare per leggere:
Spoiler:

SETUP PRINCIPALE
STORAGE: Synology DS214se
SORGENTE:NAS Synology DS Audio
SORGENTE:Daphile con Logitech Music Server
TRASPORTO Audio-gd DI-V3s,
DAC: Bushmaster MK1
CAVO DAC: autocostruito con cavo per connessioni SATA,
AMPLI: Denon PMA-520AE
CAVI SEGNALE: Proel autocostruiti con connettori Nakamichi
CAVO DI POTENZA: WURTH 2xAWG12 High resolution audio interconnecting cable
DIFFUSORI: Paradigm Atom Monitor V.7

---------------------------------------------------
SETUP SECONDARIO
SORGENTI:Sony CDP 970
AMPLI: Technics SU-700 classe A
CAVO DI POTENZA: WURTH 2xAWG12 High resolution audio interconnecting cable
DIFFUSORI: Vintage Sony SS-70

---------------------------------------------------
SETUP IN CAMERA
SORGENTE: iMac 21.5 late 2009, Daphile con Logitech Music Server, Audirvana Free
STORAGE: Synology DS214se,
DAC/AMPLI CUFFIE: Fiio E10 / Little Dot I+
CUFFIE: Beyerdynamic DT990 Pro 250 Ohm, JVC HA-S400-B-E, Skullcandy Aviator; Sony MDR-CD270

---------------------------------------------------
SETUP UFFICIO
SORGENTE: HP Envy 2TB HD - 8GB RAM
DIFFUSORI ATTIVI: Cambridge Soundworks digital 2.1

---------------------------------------------------
ASCOLTO ANALOGICO (in preparazione)
TURNTABLE: Technics SL-d303 con AT3600
AMPLI (PER ORA): Breeze Audio TPA3116
AMPLI A VALVOLE CON PCL86: da definire (forse il KIT di eNovaz.com)
DIFFUSORI: Autocostruiti Fostex Fe83en
DIFFUSORI: Autocostruiti DCAAV Faital 3fe22


Prossimi obiettivi:
1. AKG K550;

Spoiler:

Non voglio offendere nessuno, ma con tutto quello che viene registrato ed è stato registrato con apparecchiature, cavi e idee nate ancor prima di un apparecchio televisivo, andare a cercare certe raffinatezze con olio di serpente è come prodigarsi di assaggiare la m.... perché la puzza che emana non assicura che sia davvero m....


http://www.photoduets.com

Re: quanto influisce la distanza tra il punto di ascolto e la parete opposta ai diffusori?

il Mer 17 Apr 2013 - 10:12
...anche per me influisce.
Ne discutevo già ieri in un 3d dedicato ai miei diffusori.
Addirittura, se mi allontano gradualmente dal vertice del famoso triangolo, sento il decadimento delle basse frequenze (sempre minimo comunque) e le ritrovo ad una distanza doppia rispetto allo stesso vertice e sicuramente più presenti.
Peccato che si trova proprio sulla porta finestra della stanza! Laughing
avatar
cucicu
Membro classe oro
Membro classe oro
Data d'iscrizione : 25.02.11
Numero di messaggi : 5985
Località : Sicilia centrale
Occupazione/Hobby : Ascolti vari
Provincia (Città) : Lungimirante
Impianto : CD rega planet 2000

AMPLI Marantz PM6006

DIFFUSORI Chario 523R

Re: quanto influisce la distanza tra il punto di ascolto e la parete opposta ai diffusori?

il Mer 17 Apr 2013 - 10:48
il mio problema è che ascolto in una stanza da 4x3, diffusori a torre con reflex posteriore poste a 12 cm dal muro. il punto di ascolto è a 2 mt scarsi, purtroppo per adesso la disposizione è terribile e i diffusori (epos epic 5) sacrificati. ma arriveranno tempi migliori! Smile per percepire la gamma bassa sono costretto ad addossare i diffusori alla parete posteriore, potrei anche metterli a 20-25cm dal muro ma in queso modo non mi arrivano i bassi. Noto che (e da qui l'apertura del 3D) la situazione migliora in maniera esponenziale già indietreggiando il punto di ascolto di circa mezzo metro, quasi a ridosso della parete opposta ai diffusori. non so se dipende dalla parete o dal fatto che il punto di ascolto è pi lontano della casse
avatar
Solomon
Moderatore di sezione
Moderatore di sezione
Data d'iscrizione : 07.07.10
Numero di messaggi : 2237
Località : Palermo
Provincia (Città) : Palermo
Impianto : decisamente multicanale

Re: quanto influisce la distanza tra il punto di ascolto e la parete opposta ai diffusori?

il Mer 17 Apr 2013 - 12:37
@cucicu ha scritto:il mio problema è che ascolto in una stanza da 4x3, diffusori a torre con reflex posteriore poste a 12 cm dal muro. il punto di ascolto è a 2 mt scarsi, purtroppo per adesso la disposizione è terribile e i diffusori (epos epic 5) sacrificati. ma arriveranno tempi migliori! Smile per percepire la gamma bassa sono costretto ad addossare i diffusori alla parete posteriore, potrei anche metterli a 20-25cm dal muro ma in queso modo non mi arrivano i bassi. Noto che (e da qui l'apertura del 3D) la situazione migliora in maniera esponenziale già indietreggiando il punto di ascolto di circa mezzo metro, quasi a ridosso della parete opposta ai diffusori. non so se dipende dalla parete o dal fatto che il punto di ascolto è pi lontano della casse

Potresti provare a 50cm dalla parete di fondo e relative laterali. Dovrebbe andare. Diffusori lontani tra loro circa 200cm.

Per una lettura interessante guarda qui http://www.genelec.com/faq/acoustical/52-i-am-not-getting-enough-bass/


nb. E poi... troppi bassi pochi bassi? Dovresti misurarli, così da capire quali mancano, quali sono enfatizzati. Se non hai setup di misura, andrà bene (e lo ripeto sempre) anche con una ridicola ma utilissima app per android come SpecScope
https://play.google.com/store/apps/details?id=com.nfx.specscope&hl=it

Usando questa mandi in play delle frequenze spot (32hz, 40hz, 50hz, 60hz, 80hz, 100hz, 125hz) per farti una idea di massima. Wink



_________________
- Album scelto per adesso: Steven Wilson - Hand. Cannot. Erase. - Kscope - Bluray DTS/LPCM/24-96
- Tu creasti per loro un tempio nell'udito - R.M. Rilke -
avatar
Daniele Pucciarelli
Membro di riguardo
Membro di riguardo
Data d'iscrizione : 24.09.12
Numero di messaggi : 659
Località : Livorno
Occupazione/Hobby : Operaio, autocostruttore diffusori acustici, Redattore del Forum-Magazine DIYAUDIO.IT
Provincia (Città) : Livorno
Impianto : PC TRANSPORT DIY - DAC Teac UD503 - PREAMPLI Atoll PR300SE - FINALE Altason R1 - SINTOAMPLI HT Sony STR DA2400 ES - Diffusori DIY - Cuffie AKG K550 //
https://autocostruzione.altervista.org/

Re: quanto influisce la distanza tra il punto di ascolto e la parete opposta ai diffusori?

il Mer 17 Apr 2013 - 22:00
@cucicu ha scritto:il mio problema è che ascolto in una stanza da 4x3, diffusori a torre con reflex posteriore poste a 12 cm dal muro. il punto di ascolto è a 2 mt scarsi, purtroppo per adesso la disposizione è terribile e i diffusori (epos epic 5) sacrificati. ma arriveranno tempi migliori! Smile per percepire la gamma bassa sono costretto ad addossare i diffusori alla parete posteriore, potrei anche metterli a 20-25cm dal muro ma in queso modo non mi arrivano i bassi. Noto che (e da qui l'apertura del 3D) la situazione migliora in maniera esponenziale già indietreggiando il punto di ascolto di circa mezzo metro, quasi a ridosso della parete opposta ai diffusori. non so se dipende dalla parete o dal fatto che il punto di ascolto è pi lontano della casse

Ragazzi, i problemi sono due.
Uno, è la distanza del diffusore dalla parete posteriore; distanza che influisce sulla emissione propria (anecoica) del diffusore sotto alle frequenze che il proprio baffle NON riesce a caricare acusticamente (baffle step). Tendenzialmente sotto i 200-500 hz(dipende dalle dimensioni del diffusore). Cui si può aggiungere l'eventuale rinforzo dovuto al solo reflex se posto posteriormente.
Due, è la posizione propria dell'ascoltatore, che influisce in maniera determinante nella percezione dei modi ambientali di risonanza dell'ambiente. Tendenzialmente, al centro della stanza "i bassi" spariscono. Se ti poni vicino ad una parete, invece, "i bassi" sono molto evidenti. Poi ci sono una serie di posizioni, che si ripetono nell'ambiente in maniera ben determinata, che alternano picchi o depressioni di alcune frequenze. Si parla di frequenze sotto alla frequenza di Schroeder, che nei normali ambienti medi delle nostre case è posta sui 250hz.

Ovvio che queste problematiche poi si sommano, e quindi ogni ambiente è un caso a parte. Ma i principi fondamentali dei due punti di cui sopra rimangono.

Ciao!
Vedere l'argomento precedenteTornare in altoVedere l'argomento seguente
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum