T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti
Benvenuto nel T-Forum!
Connettiti in modo da farti riconoscere come membro affezionato, oppure registrati così potrai partecipare attivamente alle discussioni.
Ultimi argomenti
» Consiglio ragionato per upgrade diffusori
Oggi alle 1:45 Da lello64

» Ion Systems Obelisk 100 - amplinglese amato da Joe Akroyd (Royd Audio)
Oggi alle 1:01 Da fritznet

» (CD)ilemma
Ieri alle 16:19 Da potowatax

» tappetino per giradischi
Ieri alle 1:05 Da giucam61

» [Vendo] Amplificatore cuffie Little Dot 1+ a 90 euro + s.s.
Ven 20 Lug 2018 - 21:01 Da Nadir81

» Google Home
Ven 20 Lug 2018 - 17:29 Da ftalien77

» Vinili Usati ? costano come nuovi !
Ven 20 Lug 2018 - 17:00 Da nerone

» ALIENTEK D8 [parte 2]
Ven 20 Lug 2018 - 15:14 Da almo70

» Ampli integrato classe AB tra i 500 e i 700 Euro
Ven 20 Lug 2018 - 14:50 Da danilopace

» Chiarimento su Dac e chromecast audio
Ven 20 Lug 2018 - 9:54 Da ftalien77

» Consiglio DAC/AMP per AKG K240 mkll
Gio 19 Lug 2018 - 21:35 Da mumps

» vendo cuffie sennheiser hd 598sr
Gio 19 Lug 2018 - 18:44 Da mumps

» Info QED profile audio, WW Luna 7, Mogami W3106 e Mogami W2964
Gio 19 Lug 2018 - 16:24 Da Alex23

» LT+sped) Prephono LesaHifi Archimede
Gio 19 Lug 2018 - 16:04 Da joe1976

» [VENDO] Cavi originali (due) per cuffie Sennheiser HD600 e HD650 a 16 EUR + S.S.
Gio 19 Lug 2018 - 15:49 Da Nadir81

» [Vendo] Grado extension cable originale 4,5 metri - 25 euro + spedizione
Gio 19 Lug 2018 - 15:28 Da Nadir81

» [VENDO] [ROMA/ITALIA] Perreaux SXH2 (Ampli cuffie) - 300€ inclusa spedizione
Gio 19 Lug 2018 - 15:21 Da donluca

» [VENDO] [ROMA/ITALIA] HiFiMan HE-400 (Cuffie) - 250€ spedizione inclusa
Gio 19 Lug 2018 - 15:19 Da donluca

» Che mi dite del Luxman lv-105?
Gio 19 Lug 2018 - 14:11 Da mauretto

» [RG+ sp] Ampl x cuffie Lehmann clone 30€ compreso sped.
Gio 19 Lug 2018 - 11:08 Da sportyerre

» Magnetofono Geloso G681
Mer 18 Lug 2018 - 21:38 Da sportyerre

» Chromecast Audio - Vostre opinioni ed esperienze
Mer 18 Lug 2018 - 15:18 Da ftalien77

» Come sparare da Chromecast AUDIO da NAS (no DLNA) con APP Android
Mer 18 Lug 2018 - 15:14 Da ftalien77

» Hard disk esterno per musica liquida
Mer 18 Lug 2018 - 8:25 Da almo70

» Cyrus one d
Mer 18 Lug 2018 - 7:27 Da GP9

» Comsiglio lettore cd/sacd "top gamma"
Mar 17 Lug 2018 - 16:23 Da gianni1879

» Canton CT-1000............ follia audiofila [mini-recensione]
Mar 17 Lug 2018 - 11:36 Da antimateria

» Vendo amplificatore integrato ibrido Peachtree iNova
Lun 16 Lug 2018 - 22:10 Da p.cristallini

» Cuffie home per pop rock.
Lun 16 Lug 2018 - 21:36 Da Adriano61

» Eliminare Bump
Lun 16 Lug 2018 - 17:18 Da Samuele

Statistiche
Abbiamo 11734 membri registrati
L'ultimo utente registrato è il napoletano

I nostri membri hanno inviato un totale di 815894 messaggi in 52966 argomenti
I postatori più attivi della settimana
lello64
 
Nadir81
 
mumps
 
nerone
 
ftalien77
 
diechirico
 
antbom
 
Pinve
 
potowatax
 
Olegol
 

Migliori postatori
Stentor (20392)
 
DACCLOR65 (19633)
 
schwantz34 (15631)
 
Silver Black (15543)
 
nd1967 (12810)
 
flovato (12509)
 
Biagio De Simone (10302)
 
piero7 (9854)
 
fritznet (9645)
 
wasky (9229)
 

Chi è online?
In totale ci sono 18 utenti in linea: 0 Registrati, 1 Nascosto e 17 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

Nessuno

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 4379 il Lun 25 Mag 2015 - 15:01
Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 


Bookmarking sociale

Bookmarking sociale digg  Bookmarking sociale delicious  Bookmarking sociale reddit  Bookmarking sociale stumbleupon  Bookmarking sociale slashdot  Bookmarking sociale yahoo  Bookmarking sociale google  Bookmarking sociale blogmarks  Bookmarking sociale live      




Conserva e condividi l'indirizzo di T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti sul tuo sito sociale bookmarking


Quale Amp Classe T?

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Andare in basso

Re: Quale Amp Classe T?

Messaggio  madqwerty il Gio 9 Lug 2009 - 15:44

@Andrea Gianelli ha scritto:
la classe T è diversa dalla classe D e unisce all'efficienza di quest'ultima la qualità "teorica" dei classe AB.

Dico teorica in quanto si tratta di un circuito integrato senza componenti a massa, il che lo rende armonicamente più ricco e timbricamente completo rispetto a qualsiasi tradizionale classe A/AB.
ciao, queste 2 affermazioni mi incuriosiscono, percui chiedo ulteriori info :

- la classeT, è un'implementazione proprietaria e ottimizzata della classe D (categoria decisamente generica) in quale ambito tecnico può essere paragonato alla classe A oppure AB ? oppure intendi dire come risultati ottenuti , grafici , valori strumentali e/o impressioni di ascolto? l'unico ambito comunte tra un T e un AB mi viene da pensare siano i finali in push-pull, ma mi pare un po' poco, visto l'ambito di utilizzo totalmente diverso..

- "senza componenti a massa" intendi dire a terra? a massa (0V circuitali) di roba ce ne va, giustamente.. Smile
nell'eventualità, come leghi questa caratteristica con ricchezza armonica e completezza timbrica ?

Smile Hello
avatar
madqwerty
Moderatore
Moderatore

Data d'iscrizione : 11.12.08
Numero di messaggi : 6279
Località : Chivasso (TO)
Occupazione/Hobby : IT
Impianto : Powered by T-Forum :-)

Torna in alto Andare in basso

Re: Quale Amp Classe T?

Messaggio  H. Finn il Ven 10 Lug 2009 - 15:55

Ciao Cesare
@cestma ha scritto:
Sui monovia ci sono discussioni infinite. Ogni progetto andrebbe ascoltato per quello che è, non puoi basarti sulla semplice prova di una tipologia qualsiasi per estenderne le caratteristiche a tutta la "famiglia".
Buon lavoro! Laughing
.
Dove sto io (Costa Azzurra) é estremamente difficile Suicide trovare qualche posto dove ascoltare sia i monovia che diffusori più "classici" quali gli Indiana Line. I monovia Audio Nirvana sembrano consigliati da Tnt Audio. Tu cosa ne pensi e cosa pensi dei monovia in genere rispetto a diffusori come gli Indiana?
Faccio una domanda forse bizzarra: secondo te quale "lascia passare" meglio il suono originale?

Ciao
avatar
H. Finn
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 02.07.09
Numero di messaggi : 2616
Occupazione/Hobby : Architetto / Yoga, Canottaggio, Nuoto, Bici, Musica....
Provincia (Città) : Costa Azzurra - Francia
Impianto : Cresce... ;-]]

Torna in alto Andare in basso

Re: Quale Amp Classe T?

Messaggio  Andrea Gianelli il Ven 10 Lug 2009 - 19:10

@madqwerty ha scritto:"senza componenti a massa" intendi dire a terra? a massa (0V circuitali) di roba ce ne va, giustamente.. Smile
nell'eventualità, come leghi questa caratteristica con ricchezza armonica e completezza timbrica ?

Smile Hello
Sto cercando io stesso di capirci qualcosa, tra fumo e arrosto (gradito il supporto tecnico di ognuno): http://motxam.interfree.it/fenice20.html
Tali teorie sono a me incomprensibili, ma suscitano comunque la mia curiosità... sai dirmi tu qualcosa in merito?
avatar
Andrea Gianelli
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 12.07.08
Numero di messaggi : 2608
Località : S. Pietro all'Olmo
Occupazione/Hobby : Consulente
Provincia (Città) : Milano
Impianto : Lettore Philips CD460, amplificatore "BeoAffordable" (con modulo Bang&Olufsen ICEpower 50ASX2 e pre phono/linea integrati by Camillo Gianelli), diffusori a sospensione pneumatica Boston Acoustics T-930 "improved" con woofer Indiana Line W20.

Torna in alto Andare in basso

Re: Quale Amp Classe T?

Messaggio  Barone Rosso il Ven 10 Lug 2009 - 19:28

@Andrea Gianelli ha scritto:
@madqwerty ha scritto:"senza componenti a massa" intendi dire a terra? a massa (0V circuitali) di roba ce ne va, giustamente.. Smile
nell'eventualità, come leghi questa caratteristica con ricchezza armonica e completezza timbrica ?

Smile Hello
Sto cercando io stesso di capirci qualcosa, tra fumo e arrosto (gradito il supporto tecnico di ognuno): http://motxam.interfree.it/fenice20.html
Tali teorie sono a me incomprensibili, ma suscitano comunque la mia curiosità... sai dirmi tu qualcosa in merito?

Prima di tutto non fa confronti con altri amplificatori.

Se poi il carico reale sono dei diffusori, con filtri e parte meccanica annessa è probabile che inducano una considerevole distorsione.

Dovrebbe mostrare la stessa cosa anche su di un carico resistivo (carico reale ideale), cosa che non fa.

Il primo grafico mostra la risposta in frequenza a vuoto (senza attaccato nulla) (in bianco) e con un diffusore, in verde.

Il secondo grafico mostra lo spettro di frequenze provocate dalla distorsione a 1000 Hz, la riga verticale sul 1000 è la fondamentale le altre sono le linee di distorsione.
avatar
Barone Rosso
Moderatore
Moderatore

Data d'iscrizione : 24.03.08
Numero di messaggi : 8036
Località :
Provincia (Città) : Altrove
Impianto : Z + X = Y

Torna in alto Andare in basso

Re: Quale Amp Classe T?

Messaggio  Blue Dun il Sab 11 Lug 2009 - 3:28

Claudio Arzani ha scritto:Ciao Blue Dun,
Anch'io novizio e perfettamente d'accordo con te.
Mi sto "costruendo" un impianto e cercando di capire che t-amp procurarmi.
E che casse procurarmi Mmm
Ero partito entusiasta per dei monovia autocostruiti con gli Audio Nirvana.
Poi qualcuno suggerisce: si ma sono duri, pochi bassi e gli acuti diminuiscono coll'aumentare del diametro (se ho capito bene).
Cosa ne pensi? Rispetto alle tue casse o alle Indiana Line (che già conosco)?
Come ho scritto altrove: Quale "lascia passare" meglio il suono originale? (é questo lo scopo, no?) Holy
Bye bye Ciao Claudio

ti rispondo su questo thread in quanto mi sembra più adatto.
Premetto che ho iniziato quest'avventura in classe T proprio cercando un progetto DIY per un paio di diffusori. L'idea era quella di utilizzare dei full range in quanto non necessitando essi di crossover il lavoro sarebbe risultato più semplice.
...Poi ho scoperto la classe T e le mie ricerche in internet si sono concentrate sull'amplificatore. A questo punto ho sentito la necessità di fissare un riferimento per capire di cosa si stava parlando e, grazie al T-forum, le mie scelte, all'epoca (ca. quattro mesi fa), si sono concentrate tra il Trends TA 10.1 e alla Sure TA2024. Quest'ultima però necessitava di alcuni tweaking (ed io non avevo mai preso in mano un saldatore!). Poi ho scelto per il Trends (e ne sono più che contento Very Happy).

.....suspect: ma ...però...e quella Sure?....Ne parlano molto bene.....

Un mese dopo ho iniziato ad intraprenedre l'avventura dei tweaking (più contento di questa scelta, sia in valore assoluto che per per la soddisfazione di aver elaborato da me la scheda).
Poi ho cotruito i cavi di Vincenzo. Ottimi!
E siamo giunti al problema delle casse. Qui dovevo nuovamente fissare un riferimento e dopo un po' di notti passate su questo forum ho scelto le Mosscade 502. Non ho avuto spiacevoli sorprese, anzi sono rimasto molto sorpreso per il rapporto qualità/prezzo!

Adesso ho costruito il pre fet di Maurate ed il salto di qualità è veramente notevole.

Dopo questo lungo preambolo ti posso dire che, ascoltando in una stanza di ca. 20 m quadri, sono molto soddisfatto del risultato:

-il Trends va molto bene e sembra scendere più in basso, ma con meno dettaglio, mentre la Sure ha più dinamica, più dettaglio in generale, ricostruisce una scena più ampia creando un maggiore effetto "aria attorno agli strumenti" e dà l'impressione e di avere qualche W in più.
-Le casse sembrano essere "pulite e precise", i bassi non sono gonfi ed invadenti e la scena semrbra abbastanza ampia e dettagliata (IMHO l'impatto sonoro superficiale si trasforma in ricostruzione scenica). NB: non ho fatto confronti con le altre casse di cui si parla nel forum!
-Dopo aver fatto un po' di errori con i condensatori (ho montato i cond. Nichicon HZ per motherboard e mi sono trovato con un suono sbilanciato verso la gamma alta) ho migliorato la timbrica con i Rubycon. Quindi, a mio parere, i condensatori, anche quelli elettrolitici, sono molto importanti per "regolare la timbrica".
-Dopo aver inserito il pre a fet la scena, la dinamica (e la potenza?) sono aumentate di molto. Sono inoltre sparite delle distorsioni nei passaggi più complicati di alcuni brani. Da qui il sospetto che sia più importante lavorare a monte dell'ampli.

....Ho messo le batterie..... ....altro salto di qualità....

Dopo averti (e avervi) imposto questo lungo monologo, ti posso dire che, a mio parere, per come l' ho affrontata io, la classe T è una grande opportunità per divertirsi nel DIY spendendo pochi soldini e vivendo grandi emozioni sia nell'ascolto che nella sorpresa riguardo alle possibilità Hi-end sulle quali questa tecnologia IMHO apre seriamnte delle finestre.
Io ho avuto la necessità di crearmi dei riferimenti e per questo mi sono basato sulle esperienze del forum dedicando molte, ma molte ore alla lettura dei threads. Alla fine, per la legge dei grandi numeri, le cose sembrano risultare abbastanza semplici e chiare.
Penso che per i watt ci sia sempre tempo [difatti ho già ordinato la Sure TK2050 Hehe Hehe Hehe ]!

PS: (quello che interessava a te!) ho una seria intenzione di affrontare un progetto DIY full range con degli altoparlanti Jordan JX92S (87 db), che, da come si è stato detto da amici esperti in materia, suonano veramente bene. Però non sono di facile reperibilità e costicchiano (relativamente). Secondo me con una buona catena a monte (batterie e pre in primis) possono essere ben pilotati nonstante la bassa sensibiltà. E' solo una questione di tempo, ma prima o poi ci provo!

Per ora mi concentrerò sull'alimentazione.

Scusate di nuovo lo sproloquio, ma per il momento sto ancora vivendo la cosa con molto fervore!
Very Happy
avatar
Blue Dun
Interessato
Interessato

Data d'iscrizione : 01.07.09
Numero di messaggi : 32
Località : Trieste
Impianto : T-class.

Torna in alto Andare in basso

Re: Quale Amp Classe T?

Messaggio  Andrea Gianelli il Sab 11 Lug 2009 - 14:08

@Barone Rosso ha scritto:
@Andrea Gianelli ha scritto:
@madqwerty ha scritto:"senza componenti a massa" intendi dire a terra? a massa (0V circuitali) di roba ce ne va, giustamente.. Smile
nell'eventualità, come leghi questa caratteristica con ricchezza armonica e completezza timbrica ?

Smile Hello
Sto cercando io stesso di capirci qualcosa, tra fumo e arrosto (gradito il supporto tecnico di ognuno): http://motxam.interfree.it/fenice20.html
Tali teorie sono a me incomprensibili, ma suscitano comunque la mia curiosità... sai dirmi tu qualcosa in merito?

Prima di tutto non fa confronti con altri amplificatori.

Se poi il carico reale sono dei diffusori, con filtri e parte meccanica annessa è probabile che inducano una considerevole distorsione.

Dovrebbe mostrare la stessa cosa anche su di un carico resistivo (carico reale ideale), cosa che non fa.

Il primo grafico mostra la risposta in frequenza a vuoto (senza attaccato nulla) (in bianco) e con un diffusore, in verde.

Il secondo grafico mostra lo spettro di frequenze provocate dalla distorsione a 1000 Hz, la riga verticale sul 1000 è la fondamentale le altre sono le linee di distorsione.
Hello Un grazie di cuore per la spiegazione: mi piacerebbe approfondire la questione con entrambi, dato che mi pare di capire abbiate una competenza specifica in materia o quantomeno una solida base di elettronica, giusto?
In particolare come vedete, al di là di pregiudizi e/o simpatie/antipatie personali, le teorie sul CCI di Massimo Ambrosini? In proposito vi anticipo che a settembre, nei pressi di Milano (luogo e data ancora da definirsi) si terrà un meeting al quale intendo partecipare e mi piacerebbe vi fosse anche la presenza di almeno uno di voi. Sappiatemi dire.
In ogni caso, da quanto sopra deduco due peculiarità della metodologia di prova adottata: senza carico e con carico ideale (per le amplificazioni Grundig), il che mi spinge ad ipotizzare risultati ben diversi in presenza di altre elettroacustiche al posto delle Grundig Box 400, partner ideali per gli integratini della casa tedesca. Suspect
Qualunque opinione (e, soprattutto, considerazione tecnica) in merito è particolarmente preziosa, gradita e davvero auspicata! Please
In particolare quel che vorrei capire è perchè le catene full-Grundig o Grundig-LT suonino così stramaledettamente bene come a detta di tutti coloro che le hanno provate, anche dopo aver avuto sistemi ipercostosi.
Questo è ciò che mi piacerebbe verificare di persona, con l'aiuto di tutti coloro che vorranno seguirmi in questa esperienza, mettendo a disposizione la loro preparazione teorica e tecnica, al fine di spiegarne il perchè o, alla peggio, smascherare l'eventuale inganno... Mmm
Attendo fiducioso! Hoping
avatar
Andrea Gianelli
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 12.07.08
Numero di messaggi : 2608
Località : S. Pietro all'Olmo
Occupazione/Hobby : Consulente
Provincia (Città) : Milano
Impianto : Lettore Philips CD460, amplificatore "BeoAffordable" (con modulo Bang&Olufsen ICEpower 50ASX2 e pre phono/linea integrati by Camillo Gianelli), diffusori a sospensione pneumatica Boston Acoustics T-930 "improved" con woofer Indiana Line W20.

Torna in alto Andare in basso

Re: Quale Amp Classe T?

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum