T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti
Benvenuto nel T-Forum!
Connettiti in modo da farti riconoscere come membro affezionato, oppure registrati così potrai partecipare attivamente alle discussioni.
Ultimi argomenti
» Dubbi su Bluetooth
Oggi alle 17:54 Da GP9

» Emu 1212m pci ex
Oggi alle 17:42 Da franz 01

» Am Audio A5 850 euro
Oggi alle 17:41 Da franz 01

» Sony uhp h1
Oggi alle 17:11 Da Luca Marchetti

» Consiglio gruppi power metal
Oggi alle 17:10 Da pij

» Invertire Sx con DX
Oggi alle 16:45 Da hsh1979

» Vu meter audio
Oggi alle 15:57 Da fritznet

» PS Audio Nuwave o M2tech Young
Oggi alle 15:52 Da alessioashtangi

» Consiglio per upgrade diffusori / upgrade impianto
Oggi alle 13:01 Da giucam61

» Aleph 2 classe A 100W di Nelson Pass - chi ben comincia
Oggi alle 12:58 Da neno_07

» aiuto miglioramento sala d'ascolto
Oggi alle 12:10 Da gubos

» problema audio con Thorens TD320MKii
Oggi alle 10:59 Da elmolewis

» Cerco pre prebby hv
Oggi alle 9:59 Da verderame

» [Vendo] Nad C316BEE €210
Oggi alle 8:47 Da Dreammachine

» Acquisto dussun dove ?
Oggi alle 8:43 Da chiccoevani

» Nuovo Douk Dac
Ieri alle 23:55 Da uncletoma

» Consiglio impianto per diffusori KEF Coda 70
Ieri alle 21:44 Da Kha-Jinn

» consiglio su impianto digital
Ieri alle 21:13 Da Piper

» rumore fastidioso da dove viene?
Ieri alle 21:04 Da MaxBal

» Topic'it, nuova applicazione mobile per il T-Forum
Ieri alle 20:27 Da Luca Marchetti

» Foobar 2000 Darkone 4 come installarla!?
Ieri alle 19:19 Da H. Finn

» Fiio A5
Ieri alle 17:25 Da HeyGio'

» Dac
Ieri alle 17:25 Da ftalien77

» ALIENTEK D8 vs FX AUDIO 802C
Ieri alle 13:46 Da Bluesunshine

» Pre per behringer ep1500
Ieri alle 12:30 Da Pinve

» Feedback positivo per Ghiglie
Ieri alle 11:39 Da ghiglie

» I migliori album del 2017
Ieri alle 11:06 Da CHAOSFERE

» Collegamento behringer
Ieri alle 10:06 Da Masterix

» Douk DAC (XMOS+PCM5102/DSD1796): ne vale la pena?
Dom 15 Ott 2017 - 22:13 Da nelson1

» dac cinese...ammazzagiganti?!
Dom 15 Ott 2017 - 20:38 Da giucam61

Statistiche
Abbiamo 11084 membri registrati
L'ultimo utente registrato è HeyGio'

I nostri membri hanno inviato un totale di 797295 messaggi in 51692 argomenti
I postatori più attivi della settimana
giucam61
 
Masterix
 
clipper
 
erduca
 
GP9
 
Kha-Jinn
 
ftalien77
 
Luca Marchetti
 
uncletoma
 
Bluesunshine
 

I postatori più attivi del mese
lello64
 
giucam61
 
nerone
 
dinamanu
 
ftalien77
 
Masterix
 
Kha-Jinn
 
Albert^ONE
 
kalium
 
erduca
 

Migliori postatori
Stentor (20392)
 
DACCLOR65 (19633)
 
schwantz34 (15532)
 
Silver Black (15480)
 
nd1967 (12803)
 
flovato (12509)
 
Biagio De Simone (10275)
 
piero7 (9854)
 
wasky (9229)
 
fritznet (9195)
 

Chi è in linea
In totale ci sono 72 utenti in linea: 5 Registrati, 0 Nascosti e 67 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

enrico massa, genesi10, nerone, Tommaso Cantalice, Valerio Lattante

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 4379 il Lun 25 Mag 2015 - 15:01
Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 


Bookmarking sociale

Bookmarking sociale Digg  Bookmarking sociale Delicious  Bookmarking sociale Reddit  Bookmarking sociale Stumbleupon  Bookmarking sociale Slashdot  Bookmarking sociale Yahoo  Bookmarking sociale Google  Bookmarking sociale Blinklist  Bookmarking sociale Blogmarks  Bookmarking sociale Technorati  




Conserva e condividi l'indirizzo di T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti sul tuo sito sociale bookmarking


Il pre serve per forza?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Il pre serve per forza?

Messaggio  AlchimistaDigitale il Dom 3 Feb 2013 - 18:53

Ciao,

Premetto la mia ignoranza in materia, quindi non so nemmeno bene quale sia l'utilità del Pre.

In ogni caso molti di voi, suggerite di usare i vari tripath con un PRE.

La mia idea di prendere un Ta2024 e' venuta un po' meno dopo tale lettura, in quanto se prendo il TRENDS più un pre vado veramente fuori budget.

A quel punto stavo valutando di prendere il FIIO A1 di cui ho letto pareri molto positivo quasi superiori al ta2024 che tra l'altro include pure un pre...

Suggeriment, esperienze? Qualcuno che ha voglia di spiegarmi meglio il senso del pre?

Grazie

AlchimistaDigitale
Appassionato
Appassionato

Data d'iscrizione : 26.01.13
Numero di messaggi : 347
Località : Torino
Impianto : In Costruzione

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il pre serve per forza?

Messaggio  Cella il Dom 3 Feb 2013 - 21:51

Fantascienza!

L'unico caso in cui il FiiO va meglio del Trends è quello di un abbinamento con i diffusori sbagliati. Con i Tripath si scelgono e casse in base all'amplificatore.

Cella
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 06.04.10
Numero di messaggi : 2715
Impianto : Trends TA-10.2
Kingrex T20U
Topping TP32
Muse MU-T15, MU-15 MK2
SMSL SA-36, SA-36A, SA-S1+, SA-S3+, SA-4S
Audiophonics T-amp, Yuanjing 20, Hlly Tamp-20
Dayton DTA-1, MOKS Fenice 20 MKTII

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il pre serve per forza?

Messaggio  Soligo60 il Dom 3 Feb 2013 - 22:03

La tua domanda è un po' confusa, puoi spiegarti meglio?
Sul TA 2024 non c'é nulla da dire di quanto si già stato scritto, ineccepibile piccolo gioiello, che con quattro componenti attorno, ben scelti, crea poesie... Senza alcun pre.

Soligo60
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 05.04.10
Numero di messaggi : 3296
Località : .
Impianto : .

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il pre serve per forza?

Messaggio  Cella il Dom 3 Feb 2013 - 22:15

Non è lui che sbaglia la domanda ma il forum che alimenta convinzioni errate.

Il fatto che un pre, aumentando il livello del segnale in ingresso porti a convincersi che suoni meglio è in parte una conseguenza della curva di risposta del nostro orecchio, in parte anche vero, perché il segnale aumenta sul rumore.

Ma gli amplificatori operazionali che troviamo nel pre Kingrex, di cui si parla in un'altra discussione, o dentro il FiiO A1, sono identici allo stadio di uscita di molti DAC.

A questo proposito la teoria degli amplificatori dice che a parità di guadagno ogni stadio aggiunto porta un deterioramento del segnale, un aumento della distorsione, che sotto alcune soglie non riusciamo a percepire.

In realtà è come perdere una parte del vantaggio che questi amplificatori offrono.

Cella
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 06.04.10
Numero di messaggi : 2715
Impianto : Trends TA-10.2
Kingrex T20U
Topping TP32
Muse MU-T15, MU-15 MK2
SMSL SA-36, SA-36A, SA-S1+, SA-S3+, SA-4S
Audiophonics T-amp, Yuanjing 20, Hlly Tamp-20
Dayton DTA-1, MOKS Fenice 20 MKTII

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il pre serve per forza?

Messaggio  Soligo60 il Dom 3 Feb 2013 - 22:32

Ergo, teoria sacrosanta, meno roba si mette, meglio si sente!

Soligo60
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 05.04.10
Numero di messaggi : 3296
Località : .
Impianto : .

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il pre serve per forza?

Messaggio  Cella il Dom 3 Feb 2013 - 23:05

Saranno teorie sacrosante, ma non fanno presa, in generale.

L'altra parte della teoria dice che la distorsione aumenta con il guadagno, dunque sentire la riproduzione di un brano a un livello superiore a quello che percepiremmo dal vivo, significa sentirlo non riprodotto più fedelmente, ma più distortamente.

E tralasciamo il fatto che una riproduzione dopata in dB, sempre per il fatto che le nostre orecchie non sono lineari, altererebbe la nostra percezione, magari rendendola più eufonica, ma certamente meno fedele.

Se poi prendiamo l'opera, non è difficile rendersi conto che in un teatro, dal vivo e senza amplificazione bisogna sentire i cantanti, che non possono essere coperti, ma solo accompagnati dal sonoro.

Dunque certe scelte care ai giostrai e ai fan di guerre stellari, sono una deviazione dalla realtà, non il riferimento assoluto. Per avere riferimenti la musica deve essere ascoltata dal vivo, non con trenta impianti diversi.

Cella
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 06.04.10
Numero di messaggi : 2715
Impianto : Trends TA-10.2
Kingrex T20U
Topping TP32
Muse MU-T15, MU-15 MK2
SMSL SA-36, SA-36A, SA-S1+, SA-S3+, SA-4S
Audiophonics T-amp, Yuanjing 20, Hlly Tamp-20
Dayton DTA-1, MOKS Fenice 20 MKTII

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il pre serve per forza?

Messaggio  porfido il Dom 3 Feb 2013 - 23:17

christian.celona ha scritto:

sempre per il fatto che le nostre orecchie non sono lineari, altererebbe la nostra percezione, magari rendendola più eufonica, ma certamente meno fedele.

Ma questo è proprio ció che l'audiofilo insegue, direi... Smile
Sono sempre più convinto che le espressioni "audiofilia" ed "alta fedeltà" non solo non abbiano nulla in comune, ma che addirittura si escludano l'un l'altra...
avatar
porfido
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 23.11.08
Numero di messaggi : 5044
Località : Ronchi (GO)
Impianto :
Spoiler:


Tornare in alto Andare in basso

Re: Il pre serve per forza?

Messaggio  porfido il Dom 3 Feb 2013 - 23:18

christian.celona ha scritto:Per avere riferimenti la musica deve essere ascoltata dal vivo, non con trenta impianti diversi.

BUM! Very Happy
avatar
porfido
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 23.11.08
Numero di messaggi : 5044
Località : Ronchi (GO)
Impianto :
Spoiler:


Tornare in alto Andare in basso

Re: Il pre serve per forza?

Messaggio  grunter il Lun 4 Feb 2013 - 0:06

Io sono un sostenitore della My-Fi, ossia secondo me è bello ciò che piace, come si fa a quantificare la fedeltà all'originale... e poi anche se fossimo in grado di farlo e io preferissi ascoltare un suono meno corrispondente al vero ma che mi piace di più, che colpa dovrei farmene?
In fin dei conti questo hobby non ha come fine ultimo quello di ascoltare la musica nel modo che ci piace di più?
Ciò premesso veniamo alla domanda sul pre... per la mia limitata esperienza posso dire che non c'è (come non c'è praticamente mai) una verità assoluta: in alcuni impianti il pre apporta notevoli miglioramenti al suono, in altri lo peggiora.
Un esempio del primo caso è il mio impianto, due esempi di peggioramento sono l'impianto di Menestrello e di Carletto che infatti ne fanno a meno, e risparmiano dei bei soldini che possono investire altrove.
L'unico modo è provare.
Molto, a mio avviso, dipende dallo stadio di uscita del dac che si utilizza.
avatar
grunter
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 16.12.10
Numero di messaggi : 3935
Località : Pistoia
Occupazione/Hobby : Informatica e Fotografia
Provincia (Città) : PT
Impianto :
Spoiler:

SORGENTE: Player Naudio con mod Robertopisa per upmixing da 2 a 8 canali su pc Windows Server 2012 R2
DAC: Merging Hapi
PRE: Audio Research LS 27
AMPLI: Krell fpb 400cx
CASSE: Vienna Acoustics Beethoven Concert Grand
CAVI ALIMENTAZIONE Neutral Cable Fascino
CAVI POTENZA Viablue sc4
CAVI SEGNALE Gotham GAC-2 Ultra Pro Hi-End
CAVO USB Neutral Cable Passion
CUFFIE: Sennheiser HD-800 - Beyerdynamic T90 - Shure 1840
AMPLI CUFFIE: Violectric V200
DAC/AMPLI CUFFIE: Geek Pulse Infinity - GeekOut1000


http://fsphoto.net63.net

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il pre serve per forza?

Messaggio  porfido il Lun 4 Feb 2013 - 6:44

grunter ha scritto:Io sono un sostenitore della My-Fi, ossia secondo me è bello ciò che piace, come si fa a quantificare la fedeltà all'originale... e poi anche se fossimo in grado di farlo e io preferissi ascoltare un suono meno corrispondente al vero ma che mi piace di più, che colpa dovrei farmene?
In fin dei conti questo hobby non ha come fine ultimo quello di ascoltare la musica nel modo che ci piace di più?

Certo, ci mancherebbe... D'altro canto, in assenza dell'evento registrato tutto è myfi...
L'importante, IMHO, è non confondere la ricerca della fedeltà con il presuntuoso onanismo auricolare di una certa audiofilia, perchè la prima ha come fine ultimo la musica, mentre la seconda sicuramente no...
Ma è solo "filosofia"...

Tornando IT, molto molto IMHO ed anche questo solo "filosoficamente", se non si possiedono giradischi e sorgenti di questo genere, niente pre di certo...
Se la quasi totalità delle sorgenti offre uscite perfettamente in grado di pilotare un ampli, qual'è il senso di inserire un'ulteriore elettronica con tutte le "colorazioni" che questo comporta? Non certo il piacere di utilizzare solo un quarto del potenziometro e scaricare quindi a massa la maggior parte del lavoro del proprio pre... Very Happy
Mi pare piuttosto semplice: il fine sono proprio "le colorazioni" che consentono all'audiofilo di giocare ancora un pó con le "nuances" della sua rielaborazione sonora...
Molto IMHO, un buffer trasparente ed un ottimo potenziometro offrono i vantaggi di un buon pre nell'interfacciamento delle impedenze sorgente-ampli senza subire gli svantaggi del suddetto...

Il buon Nelson Pass dice:

Think of it this way: If you are running your volume control down around 9 o’clock, you are actually throwing away signal level so that a subsequent gain stage can make it back up.
Routinely DIYers opt to make themselves a “passive preamp” - just an input selector and a volume control.
What could be better? Hardly any noise or distortion added by these simple passive parts. No feedback, no worrying about what type of capacitors – just musical perfection.
And yet there are guys out there who don’t care for the result. “It sucks the life out of the music”, is a commonly heard refrain (really - I’m being serious here!). Maybe they are reacting psychologically to the need to turn the volume control up compared to an active preamp.
I suppose if I had to floor the accelerator to drive 55 mph, maybe I’d think the life was being sucked out of my driving. Then again, maybe I like 55. Nice and safe, good gas mileage...
Is impedance matching an issue? Passive volume controls do have to make a trade-off between input impedance and output impedance. If the input impedance is high, making the input to the volume control easy for the source to drive, then the output impedance is also high, possibly creating difficulty with the input impedance of the power amplifier. And vice versa: If your amplifier prefers low source impedance, then your signal source might have to look at low impedance in the volume control.
This suggests the possibility of using a high quality buffer in conjunction with a volume control. A buffer is still an active circuit using tubes or transistors, but it has no voltage gain – it only interposes itself to make a low impedance into a high impedance, or vice versa.
If you put a buffer in front of a volume control, the control’s low impedance looks like high impedance. If you put a buffer after a volume control, it makes the output impedance much lower. You can put buffers before and after a volume control if you want.
The thing here is to try to make a buffer that is very neutral. Given the simple task, it’s pretty easy to construct simple buffers with very low distortion and noise and very wide bandwidth, all without negative feedback.
avatar
porfido
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 23.11.08
Numero di messaggi : 5044
Località : Ronchi (GO)
Impianto :
Spoiler:


Tornare in alto Andare in basso

Re: Il pre serve per forza?

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum