T-Forum, la vera HiFi alla portata di tuttiAccedi

Benvenuto nell'unico forum in cui 11751 utenti, con i loro 818603 messaggi, hanno scelto di ascoltare con le orecchie, con il cuore e un occhio al portafoglio!

Nuovo look del T-Forum, dai un'occhiata qui.
Il T-Forum ha bisogno del tuo aiuto! Controlla se hai i requisiti necessari e proponiti.
Hai trovato uno spammer nel forum? Segnalalo subito all'amministrazione o a un moderatore!
Diamo il benvenuto ai nostri nuovi moderatori.
Chi sono i top postatori di oggi? Clicca qui per scoprirli.

Controlla qui gli argomenti attivi del giorno.


Pulizia vinile

Condividi

descriptionPulizia vinile

more_horiz
ciao...ho comprato da pochi giorni un Rega Rp1 e mi sto riascoltando molti vinili che non utilizzavo da anni...nonostante uso spazzola Super Exstatic e uno sprai per vinile(wittner plattofix)...il risultato non è dei migliori...e in questo momento non posso spendere soldi per quell'attrezzo lavavinile...ci sono modi più economici o qualche sprai o prodotto che mi consigliate?

descriptionRe: Pulizia vinile

more_horiz
interessa pure a me Cool

descriptionRe: Pulizia vinile

more_horiz
http://www.tforumhifi.com/t19098-pulizia-vinili?highlight=pulizia

Buona lettura Hello

descriptionSenza tante storie!

more_horiz
I dischi in vinile si lavano come i piatti.
Senza tante storie!
Naturalmente con acqua solo tiepida, sapone liquido neutro e spugna morbida.
Dopo si devono obbligatoriamente asciugare, con pelle di daino o simile.
Dopo due o tre lavaggi l'etichetta tenderà a rovinarsi,
ma di lavaggi ne occorre solo uno, poi si può continuare con le spazzole in carbonio.
Ma il modo migliore poi di procedere non è pulirli, ma non sporcarli!

E' obbligatorio pulire, con panno umido e poi asciugandole, anche le buste all'interno.
Guardate con una potente lente anche la puntina, non deve avere sporco appiccicato
sotto al mento.
Il tappetino del giradischi naturalmente dev'essere pulitissimo.

descriptionRe: Pulizia vinile

more_horiz
proprio stasera ,ascoltavo "hotel california" degli eagles ...era da moltissimi anni che non usavo quell'LP ...e sentivo il rumore sei solchi troppo evidente...menomale che il suono era ottimo,non opaco o cupo...solo che in sottofondo si sente molto il solco o forse il ruotare del piatto...cmq sia,un rumore forte e sempre presente..per fortuna che solo a pochi altri LP è così evidente...poi il giradischi ,un REGA RP1 è nuovissimo!!!

lavandolo potrei risolverlo? o è difettoso ormai?

thanksss

descriptionRe: Pulizia vinile

more_horiz
Lavare un disco è sempre solo positivo, magari inutile, ma non dannoso,
puoi provare.
Ma che puntina hai?
Sicuro che sia integra e che sia montata e calibrata bene?
Peso, antiskating, verticalità, angolo, overhang ecc ..

A volte i dischi sono balordi di nascita, quelli che venivano ristampati in Italia tutti!
A volte il rumore di tracciamento non si sente perché viene coperto dalla musica forte.

descriptionRe: Pulizia vinile

more_horiz
imho se uno vuole ascoltare i vinili deve mettere in preventivo l'acquisto almeno di una knosti, gli altri metodi non mi convincono Suspect altrimenti meglio continuare ad ascoltare cd o meglio darsi alla liquida Smile

descriptionRe: Pulizia vinile

more_horiz
@fulvio 222 ha scritto:
imho se uno vuole ascoltare i vinili deve mettere in preventivo l'acquisto almeno di una knosti, gli altri metodi non mi convincono Suspect altrimenti meglio continuare ad ascoltare cd o meglio darsi alla liquida Smile



Concordo , da possessore di circa 300 lp , da quando avevo 13 anni (ne ho quasi 50 !)
ho preso questa estate una Knosti ed ho provato a lavare i miei affezionati album che da una decina di anni erano riposti in una libreria in taverna ; hanno preso freddo e umidità ...bhe , come rinati , l'operazione di lavaggio è anche divertente e molto "analogica" nel senso che chi non ha pazienza , amore per i dischi e un pò di manualità lasci perdere, ma una volta lavati e lasciati ad asciugare , risentirli suonare è quasi commovente.
Aerate la stanza perchè il liquido per lavare i dischi è un pò forte e dà alla testa se inalato , anche un quarto d'ora è sufficente per emozioni lisergiche ! Hehe Hehe

descriptionRe: Pulizia vinile

more_horiz
@rferrinid ha scritto:
@fulvio 222 ha scritto:
imho se uno vuole ascoltare i vinili deve mettere in preventivo l'acquisto almeno di una knosti, gli altri metodi non mi convincono Suspect altrimenti meglio continuare ad ascoltare cd o meglio darsi alla liquida Smile



Concordo , da possessore di circa 300 lp , da quando avevo 13 anni (ne ho quasi 50 !)
ho preso questa estate una Knosti ed ho provato a lavare i miei affezionati album che da una decina di anni erano riposti in una libreria in taverna ; hanno preso freddo e umidità ...bhe , come rinati , l'operazione di lavaggio è anche divertente e molto "analogica" nel senso che chi non ha pazienza , amore per i dischi e un pò di manualità lasci perdere, ma una volta lavati e lasciati ad asciugare , risentirli suonare è quasi commovente.
Aerate la stanza perchè il liquido per lavare i dischi è un pò forte e dà alla testa se inalato , anche un quarto d'ora è sufficente per emozioni lisergiche ! Hehe Hehe



...ma infatti anche io credo che la prenderò...anche se ho solo una 70na di LP...ma ho comprato a dicembre un REGA RP1 apposta per sfruttarli meglio...solo che il mio dubbio adesso,è sapere se un lavaggio o lifting al vinavil Hehe ...possa eliminare quel fastidioso rumore di fondo del solco che è accentuato solo in alcuni LP...o forse dipende anche dal PRE dell'amplificatore TECHNICS in mio possesso?

descriptionRe: Pulizia vinile

more_horiz
La polvere e lo sporco provocano il rumore di fondo , è innegabile .
Un pre può generare rumore se non è messo a massa con il giradischi o ad alto volume , ma è un rumore costante ed "elettrico" . Gli scricchiolii della polvere fanno parte del mondo analogico , si sa.
Ad ogni modo , per sedare ogni dubbio , io con la knosti ed un buon lavaggio di alcuni lp vecchiotti e parecchio sporchi , mi sono stupitodel risultato . Considera che li ho lavati , fatti girare si e no una decina di volte un senso orario ed antiorario , ma c'è chi li tiene a mollo per decine di minuti per disco per poi rilavarli in una vaschetta knosti con acqua distillata etc etc.
Per provare , una knosti completa costa sui 60 euro , forse meno .
A me è sembrata ottima , non vedo l'ora di tornare in campagna a dedicare un'oretta alla pulzia dei miei amati vinili.

Puoi , comunque , provare con un disco nuovo se il rumore è attribuibile ad altri fattori elettronici (taratura dell'impianto e pre , varie).
Io ho fatto così , mi sono preso un lp180gr audiophile (alan parson project , eye in the sky) e con quello ho sentito il mio giradischi per testarne le potenzialità e la taratura (l'ho appena fatto sistemare , poverino ha 36 anni di onorata carriera sulle spalle).
Il suono è gradevole , poi mi sono divertito a lavare i "vecchi" con la knosti... molti rumori di fondo sono spariti.
Non aspettarti l'assenza totale , questo fa parte del mondo analogico , ma lavare e ri-lavare non fa male ai dischi.
Ed è un modo di ascoltare la musica che sa di magico.

descriptionRe: Pulizia vinile

more_horiz
si si...grazie...dei rumori di fondo so...anche io sono un'amante del vinile da piccolo!!!...non parlo di scricchiolii o piccoli scoppiettii ,so che non spariranno mai...ma di un vero e proprio rumore di fondo,forse del piatto che gira o dei solchi rovinati,per fortuna solo a determinati LP...ad altri si sente solo ad alto volume!!!...è proprio un rumore costante e fastidioso...per fortuna però che l'acustica del disco invece è perfetta!!!...ecco perchè volevo capire se possa risolverlo lavandolo oppure è solo rovinato!!!


passando invece al trattamento con colla vinilica,ti posso confermare,come ho scritto in un altro post,che un LP nemmeno troppo vecchio...che il suono era molto cupo,distorceva etc...è rinato!!!spettacolare!!!

descriptionRe: Pulizia vinile

more_horiz
Scusate ma chi ha provato col vinavil è un metodo sicuro? basta farci uno strato sopra e toglierlo quando si è asciugato ?

descriptionRe: Pulizia vinile

more_horiz
io l'ho provato una sola volta...su un disco ...ELECTRIC dei THE CULT...su una facciata che credevo ormai rovinata definitivamente...allora azzardanodimi una prima volta ne avevo messo poco di strato ed era un disatro!!!...avevo pensato di aver dato la mazzata finale al disco!!!...per fortuna che in un post di questo forum spiegavano che nel caso il primo strato non andava bene senza preoccupazioni bastava mettere altro vinavil creando un bello strato e magari in un punto estremo mettere un pezzo di carta,in modo che s'inizia poi da quel punto a togliere il vinavil...solo una volta asciugato perfettamente!!!

io con tanta ansia ho aspettato...ma per fortuna è andato a buon fine...ma è stato abbastanza lungo il processo ed il vinavil non se ne veniva proprio perfettamente come si vede in alcuni video(forse a causa del doppio tentativo,dopo il primo fallito)...ma pian pian se ne viene!!!

e il disco suona una merviglia!!! brilla!!!

descriptionRe: Pulizia vinile

more_horiz
@gaeo ha scritto:
Scusate ma chi ha provato col vinavil è un metodo sicuro? basta farci uno strato sopra e toglierlo quando si è asciugato ?


Da video su youtube sembra un metodo sicuro , basta avere un pò di manualità e pazienza.
Avendo però da pulire circa 330 lp , e considerando che col vinavil ci vuole un'ora per far asciugare la colla ...la vedo lunga , molto lunga...più pratica la knosti.In due minuti i dischi sono asciutti e pronti per essere ascoltati.
E poi considerate anche che i dischi tendono a raccogliere polvere nel tempo , elettricità statica e ditate , umidità ritornato anche se sono stati lavati e/o vinavilizzati
Per cui vince la knosti in praticità

descriptionRe: Pulizia vinile

more_horiz
@rferrinid ha scritto:
@gaeo ha scritto:
Scusate ma chi ha provato col vinavil è un metodo sicuro? basta farci uno strato sopra e toglierlo quando si è asciugato ?


Da video su youtube sembra un metodo sicuro , basta avere un pò di manualità e pazienza.
Avendo però da pulire circa 330 lp , e considerando che col vinavil ci vuole un'ora per far asciugare la colla ...la vedo lunga , molto lunga...più pratica la knosti.In due minuti i dischi sono asciutti e pronti per essere ascoltati.
E poi considerate anche che i dischi tendono a raccogliere polvere nel tempo , elettricità statica e ditate , umidità ritornato anche se sono stati lavati e/o vinavilizzati
Per cui vince la knosti in praticità


si infatti...la prenderò più in la...per adesso troppe spese...poi ho da poco lasciato 300€ per il REGA...che comunque è stata una bella spesa...usavo un piatto kenwood proveniente dalla "perla nera"...

posso chiedere un'altra cosa...ho invece un altro LP..."the final cut dei pink floyd"...che scricchiola maledettamente...forse carico di energia elettrostatica...uso come sopra una spazzola antistatica e uno spray wittner...ma non cambia molto...un lavaggio con la knosty risolve o potrebbe bastare una spazzola nuova o un panno antistatico?

descriptionRe: Pulizia vinile

more_horiz
@rferrinid ha scritto:
[quote="gaeo]
Da video su youtube sembra un metodo sicuro , basta avere un pò di manualità e pazienza.
Avendo però da pulire circa 330 lp , e considerando che col vinavil ci vuole un'ora per far asciugare la colla ...


...magari un'ora...ha me ci ha messo un giorno intero...per fortuna che gli LP veramente disastrati son pochi per ora!!!

descriptionRe: Pulizia vinile

more_horiz
Avevo comunque intenzione di prendere una lavadischi simile ma nel frattempo volevo ripulire quelli messi peggio...
inoltre volevo sapere dagli altri vinilisti del forum se si può fare qualcosa per i pop che avvengono soprattutto quando c'è molta umidità

descriptionRe: Pulizia vinile

more_horiz
@chopper77 ha scritto:
@rferrinid ha scritto:
[quote="gaeo]
Da video su youtube sembra un metodo sicuro , basta avere un pò di manualità e pazienza.
Avendo però da pulire circa 330 lp , e considerando che col vinavil ci vuole un'ora per far asciugare la colla ...


...magari un'ora...ha me ci ha messo un giorno intero...per fortuna che gli LP veramente disastrati son pochi per ora!!!

Ci sono varie versioni di Vinavil, forse alcune si asciugano prima..
Certo che (fatta una prova con il primo) quando la si usa è meglio stenderla su molti dischi contemporaneamente altrimenti non se ne viene fuori..

descriptionDuri e spendaccioni!

more_horiz
I vinile è plastica e si lava come i piatti, la polvere che ci sta dentro non è esoterica.
Detersivo! (per piatti per mani per capelli)
Se volete esagerare: Sgrassatore Universale Chante Clair.
Se volete far meglio: invece di una spugna morbida potete usare lo spazzolino in microfili al carbonio.

L'etichetta si protegge lucidandola con un pulitore cerato per mobili in legno.

Il rumore di tracciamento ha origine nella fabbricazione e nell'uso successivo.

Usavano a volte vinile riciclato di dischi invenduti tranciando prima
il tondo delle etichette per restituirle alla SIAE.
In Italia lo facevano spesso, per i 45 giri sempre!
Usavano anche vinile nuovo ma di minor purezza
oppure anche toglievano precocemente il vinile appena pressato dalla pressa ancora calda
per risparmiare 5/6 secondi di ciclo per ogni LP.
L'acqua non aveva ancora fatto raffreddare bene i dischi pressatori e il vinile si staccava filando (microscopicamente).
Questo gerererà rumore per sempre.

Uno dei metodi per diminuire il rumore di tracciamento (dopo averli lavati!)
è quello di leggerli ancora umidi di acqua distillata.
Comunque poi vanno assolutamente asciugati con pelle di daino o simile!

descriptionRe: Pulizia vinile

more_horiz
@valterneri ha scritto:
I vinile è plastica e si lava come i piatti, la polvere che ci sta dentro non è esoterica.
Detersivo! (per piatti per mani per capelli)
Se volete esagerare: Sgrassatore Universale Chante Clair.
Se volete far meglio: invece di una spugna morbida potete usare lo spazzolino in microfili al carbonio.

L'etichetta si protegge lucidandola con un pulitore cerato per mobili in legno.

Il rumore di tracciamento ha origine nella fabbricazione e nell'uso successivo.

Usavano a volte vinile riciclato di dischi invenduti tranciando prima
il tondo delle etichette per restituirle alla SIAE.
In Italia lo facevano spesso, per i 45 giri sempre!
Usavano anche vinile nuovo ma di minor purezza
oppure anche toglievano precocemente il vinile appena pressato dalla pressa ancora calda
per risparmiare 5/6 secondi di ciclo per ogni LP.
L'acqua non aveva ancora fatto raffreddare bene i dischi pressatori e il vinile si staccava filando (microscopicamente).
Questo gerererà rumore per sempre.

Uno dei metodi per diminuire il rumore di tracciamento (dopo averli lavati!)
è quello di leggerli ancora umidi di acqua distillata.
Comunque poi vanno assolutamente asciugati con pelle di daino o simile!


Interessante disanima .
ma usare le spazzole della knosti con una soluzione di acqua e sapone va bene ?
E poi spendaccioni ... al massimo la knosti , abbiamo parlato di vinavil , mica della nitty gritty! Wink

descriptionSpendaccioni e devastatori dell'ambiente!

more_horiz
Vinavil!
Vi rendete conto di quante tonnellate di vinavil userete?
In 50 anni sono stati prodotti circa 25 miliardi di LP.
20 grammi a facciata fa 1000000 di tonnellate di vinavil !!!

Il detersivo per piatti invece fa anche bene ai pesci, che non si lavano mai!
E il surf viene anche meglio!

descriptionVabbè. torno serio.

more_horiz
Non conosco la Knosti, né le sue spazzole.

Una spugna morbida lava bene,
ma una spazzola morbida a peli sottilissimi penetrerebbe meglio dentro al solco.
Quella famosa in microfili al carbonio va bene, un rimedio buono è un pennello
in setola sintetica sottile per vernici all'acqua tagliate un poco con un taglio netto con le forbici.
Non troppo corte, solo per creare un profilo piatto.

descriptionRe: Pulizia vinile

more_horiz
@valterneri ha scritto:
,
una spazzola morbida a peli sottilissimi penetrerebbe meglio dentro al solco.
Quella famosa in microfili al carbonio va bene .
.


sarebbe?
un link per l'acquisto o almeno per sapere com'è fatta ?

descriptionRe: Pulizia vinile

more_horiz
@valterneri ha scritto:
Non conosco la Knosti, né le sue spazzole.

Una spugna morbida lava bene,
ma una spazzola morbida a peli sottilissimi penetrerebbe meglio dentro al solco.
Quella famosa in microfili al carbonio va bene, un rimedio buono è un pennello
in setola sintetica sottile per vernici all'acqua tagliate un poco con un taglio netto con le forbici.
Non troppo corte, solo per creare un profilo piatto.


questo sistema serve anche per la cariche elettrostatiche?...come scrivevo prima...oltre a quell'LP che si sente molto il rumore dei solchi...ne ho un'altro dei PINK FLOYD che ha un eccessivo accumulo di cariche elettrostatiche...scricchiola eccessivamente!!!

descriptioncariche elettrostatiche e spazzola

more_horiz
Quella che io ho è la STAF Carbon-Cleaner,
che somiglia a questa Stanton:

http://www.zecchinimusica.it/data/images/nuovo/P03280_01_STANTON_CFB1.jpg

Dato che è in carbone conduttivo, oltre a pulire, aiuta anche a ridurre le cariche elettrostatiche.

Per togliere le cariche elettrostatiche si può semplicemente passare sul disco in rotazione
un panno in microfibra, di quelli per spolverare, leggermente inumidito.

descriptionRe: Pulizia vinile

more_horiz
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum