T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti
Benvenuto nel T-Forum!
Connettiti in modo da farti riconoscere come membro affezionato, oppure registrati così potrai partecipare attivamente alle discussioni.
Ultimi argomenti
» Sony uhp h1
Oggi alle 0:57 Da Charli48

» Acquisto dussun dove ?
Oggi alle 0:05 Da uncletoma

» Dubbi su Bluetooth
Oggi alle 0:02 Da Kha-Jinn

» Nuovo Douk Dac
Ieri alle 23:55 Da uncletoma

» Consiglio gruppi power metal
Ieri alle 22:59 Da TODD 80

» Consiglio per upgrade diffusori / upgrade impianto
Ieri alle 22:24 Da Kha-Jinn

» Consiglio impianto per diffusori KEF Coda 70
Ieri alle 21:44 Da Kha-Jinn

» consiglio su impianto digital
Ieri alle 21:13 Da Piper

» rumore fastidioso da dove viene?
Ieri alle 21:04 Da MaxBal

» Topic'it, nuova applicazione mobile per il T-Forum
Ieri alle 20:27 Da Luca Marchetti

» Foobar 2000 Darkone 4 come installarla!?
Ieri alle 19:19 Da H. Finn

» Fiio A5
Ieri alle 17:25 Da HeyGio'

» Dac
Ieri alle 17:25 Da ftalien77

» aiuto miglioramento sala d'ascolto
Ieri alle 17:21 Da ftalien77

» ALIENTEK D8 vs FX AUDIO 802C
Ieri alle 13:46 Da Bluesunshine

» Pre per behringer ep1500
Ieri alle 12:30 Da Pinve

» Feedback positivo per Ghiglie
Ieri alle 11:39 Da ghiglie

» I migliori album del 2017
Ieri alle 11:06 Da CHAOSFERE

» Collegamento behringer
Ieri alle 10:06 Da Masterix

» Douk DAC (XMOS+PCM5102/DSD1796): ne vale la pena?
Dom 15 Ott 2017 - 22:13 Da nelson1

» dac cinese...ammazzagiganti?!
Dom 15 Ott 2017 - 20:38 Da giucam61

» Quale artista Italiano contemporaneo fa CD tecnicamente ben fatti?
Dom 15 Ott 2017 - 20:03 Da settore 7-g

» problema audio con Thorens TD320MKii
Dom 15 Ott 2017 - 18:00 Da Albert^ONE

» Feedback molto positivo per MrTheCarbon
Dom 15 Ott 2017 - 15:45 Da MrTheCarbon

» ALIENTEK D8 [parte 2]
Dom 15 Ott 2017 - 14:19 Da kalium

» ALIENTEK D8 vs Nad3020 vs altro
Dom 15 Ott 2017 - 11:05 Da pigno

» Cannonball Adderley With Bill Evans ‎– Know What I Mean?
Dom 15 Ott 2017 - 10:54 Da lello64

» Buffer B1 di Nelson Pass (work in progress....)
Dom 15 Ott 2017 - 10:40 Da Tommaso Cantalice

» Audioquest Flx Slip 14/4
Dom 15 Ott 2017 - 9:47 Da ciuchino74

» [MC + sped] Vendo Proac response D28 poco usate
Dom 15 Ott 2017 - 1:40 Da luca72c

Statistiche
Abbiamo 11084 membri registrati
L'ultimo utente registrato è HeyGio'

I nostri membri hanno inviato un totale di 797256 messaggi in 51689 argomenti
I postatori più attivi della settimana
erduca
 
giucam61
 
clipper
 
ftalien77
 
Kha-Jinn
 
Masterix
 
uncletoma
 
Bluesunshine
 
GP9
 
Zio
 

I postatori più attivi del mese
lello64
 
giucam61
 
nerone
 
dinamanu
 
ftalien77
 
Masterix
 
Kha-Jinn
 
Albert^ONE
 
kalium
 
erduca
 

Migliori postatori
Stentor (20392)
 
DACCLOR65 (19633)
 
schwantz34 (15532)
 
Silver Black (15480)
 
nd1967 (12803)
 
flovato (12509)
 
Biagio De Simone (10275)
 
piero7 (9854)
 
wasky (9229)
 
fritznet (9193)
 

Chi è in linea
In totale ci sono 38 utenti in linea: 0 Registrati, 0 Nascosti e 38 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

Nessuno

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 4379 il Lun 25 Mag 2015 - 15:01
Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 


Bookmarking sociale

Bookmarking sociale Digg  Bookmarking sociale Delicious  Bookmarking sociale Reddit  Bookmarking sociale Stumbleupon  Bookmarking sociale Slashdot  Bookmarking sociale Yahoo  Bookmarking sociale Google  Bookmarking sociale Blinklist  Bookmarking sociale Blogmarks  Bookmarking sociale Technorati  




Conserva e condividi l'indirizzo di T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti sul tuo sito sociale bookmarking


Beethoven, op. 131; la più grande musica mai scritta ?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Beethoven, op. 131; la più grande musica mai scritta ?

Messaggio  LEPORELLO il Gio 22 Nov 2012 - 15:06

http://m.youtube.com/watch?v=BmyoO3O8Wng&desktop_uri=%2Fwatch%3Fv%3DBmyoO3O8Wng&gl=IT

Una delle più grandi musiche mai scritte nella trascrizione per orchestra d' archi di Dimitri Mitropoulous
Interpretazione di Leonard Bernstein alla guida dei Wiener Philarmoniker

Vi chiederete, perchè mai solo gli ultimi due movimenti ?
Infatti l' opera va ascoltata per intero e preferibilmente nella sua versione originale per quartetto d' archi; detto ciò gli ultimi due movimenti sono i più "immediati" e la versione per compagine orchestrale è sicuramente più "digeribile" per chi si avvicina per la prima volta a questa musica

Anche perchè - forse non molti lo sanno - il compositore solitamente parte dal finale Laughing o da temi ben precisi che trovano poi "ordine" nella sua testolina, il difficile è proprio come iniziare spesso
e qui il maestro iniziò e finì "col botto" seguendo la grande lezione di Haydn,Mozart e Cherubini nel genere e portandola a vette inusitate - e comprensibili a ben pochi all' epoca

L' atto interpretativo - seppur spesso sopravvalutato - risulta fondamentale per "dare giustizia" a certe complesse partiture

E quando si trattava di re-interpretare il nostro Lenny ha dato il meglio e il peggio di sè - per fortuna qui siamo nel primo caso nonostante i suoi mormorii e salti sul podio si sentano chiaramente nella registrazione Hehe


Il quartetto consta di ben sette movimenti - alla faccia delle imposizioni dell' epoca Hehe - e beethoven ormai completamente sordo e in balia dei suoi "fantasmi" in questa sua composizione - l' ultima scritta di tale respiro insieme alla grande fuga op. 133 - riesce ad esplorare a fondo l' animo umano, spingendosi "oltre" e arrivando sino ai confini stessi del "comprensibile" e del conosciuto

Musica e arte senza tempo con ben pochi eguali

Mi rendo conto che il quartetto per archi può sembrare "ostico" per qualcuno, ma se decideste di abbandonarvi alla musica scoprirete che nonostante l' assenza di fiati e strumenti a percussione l' op. 131 è uno dei lavori con più senso del ritmo di tutti i tempi, e in tal senso ha preceduto alcune soluzioni ben più vicine a noi

Insomma, pure chi apprezza solo hip hop, jazz o pop-rock difficilmente potrà rimanere impassibile di fronte al vortice ritmico-melodico e all' inventiva dell' ultimo movimento

Tutto ciò che aveva preceduto e seguirà quest' opera va rapportato ad essa, infatti qui viene portato al limite e messo in discussione il concetto stesso di "forma sonata" e "classicismo"
E allo stesso tempo le idee musicali appaiono più come un tutt' uno - infatti ogni movimento converge nel successivo senza pausa alcuna - e talvolta con anticipazioni tematiche e tonali ben evidenti di ciò che "seguirà"

La composizione parte insolitamente con una fuga lenta che oltre alla splendida tematica musicale dimostra la totale padronanza e conoscenza di tale arte da parte del maestro, da dufay a bach passando per palestrina tutto viene portato ai "limiti" estremi

Nei successivi movimenti si trova tutto ciò che ci si potrebbe aspettare da un quartetto dell' epoca,tema con variazioni nell' andante centrale,uno scherzo,un accenno alla forma sonata ecc. ma il tutto trattato in maniera inusuale, come se quasi il compositore guardasse da lontano e con distacco a certe "imposizioni" formali (infatti lo scherzo non è in forma ternaria,e l' ordine stesso dei movimenti e il loro numero spropositato rompe totalmente con la tradizione)

Sino ad arrivare al colpo di genio finale, il quinto movimento "sfuma" nel solenne tema in sol minore, e proprio quando sembra che non ci sia più speranza" arriva il furibondo finale in netto contrasto che sembra spazzare via (quasi) ogni dubbio, e il ritorno alla forma sonata mantenendo la tonalità in do minore del primo movimento è un netto segnale in tal senso...
Sembra quasi che volesse dire " va bene sperimentare, osare, improvvisare ecc. ma alla fine più o meno inconsciamente si finisce sempre per ritornare a un certo "ordine" precostituito, quell' "intuito" primordiale" che ci fa scegliere ciò che noi riteniamo giusto"

Salvo poi rimettere tutto in discussione nelle ultime battute "troncando" bruscamente il discorso musicale e facendo rimanere in sospeso tutti gli interrogativi precedenti

Il senso del finale a me è sembrato quasi come se Beethoven chiedesse a se stesso e agli altri : " e se fosse tutto inutile ?''

Grazie dell' attenzione e buon ascolto

LEPORELLO
Membro di riguardo
Membro di riguardo

Data d'iscrizione : 18.05.12
Numero di messaggi : 694
Località : L' universo
Occupazione/Hobby : Artista...un tempo...forse
Provincia (Città) : rilassato
Impianto : il mio orecchio e il mio cervello

Tornare in alto Andare in basso

Re: Beethoven, op. 131; la più grande musica mai scritta ?

Messaggio  Smanetton il Gio 22 Nov 2012 - 15:22

Kiss Ok
avatar
Smanetton
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 30.08.08
Numero di messaggi : 2883
Località : Torino
Occupazione/Hobby : Troooppo interessanti!
Provincia (Città) : Torino
Impianto : Nel campo centrale: PC, WaveIo+Audio-gd NFB-12, Notsobad A2x-pro (TA2024 al top!), Mission 780. Nei campi laterali: altri campioni Tripath.

Tornare in alto Andare in basso

Re: Beethoven, op. 131; la più grande musica mai scritta ?

Messaggio  Gappone il Gio 22 Nov 2012 - 18:30

incantato So in love
avatar
Gappone
Membro di riguardo
Membro di riguardo

Data d'iscrizione : 08.06.08
Numero di messaggi : 608
Località : Reggio Emilia
Impianto : Sorgente = SDTrans384 - Odroid C2 con Volumio 2; Dac = La Scala; Finali = Audion Silver Night Anniversary 300B hard wired stereo;
Casse = Autocostruite con 12" Philips; Cavi di segnale = Auditorium23; alimentazione =NC Cooper; digitale = USB iFi Mercury; potenza = Auditorium23

Tornare in alto Andare in basso

Re: Beethoven, op. 131; la più grande musica mai scritta ?

Messaggio  LEPORELLO il Ven 23 Nov 2012 - 14:55

aggiungo per chi fosse interessato la versione originale nell' interpretazione storica del quartetto italiano che si può facilmente trovare su cd


http://www.amazon.com/gp/aw/d/B0000041FM

c' è anche l' integrale ovviamente

LEPORELLO
Membro di riguardo
Membro di riguardo

Data d'iscrizione : 18.05.12
Numero di messaggi : 694
Località : L' universo
Occupazione/Hobby : Artista...un tempo...forse
Provincia (Città) : rilassato
Impianto : il mio orecchio e il mio cervello

Tornare in alto Andare in basso

Re: Beethoven, op. 131; la più grande musica mai scritta ?

Messaggio  luigigi il Ven 23 Nov 2012 - 15:58

LEPORELLO ha scritto:aggiungo per chi fosse interessato la versione originale nell' interpretazione storica del quartetto italiano che si può facilmente trovare su cd


http://www.amazon.com/gp/aw/d/B0000041FM

c' è anche l' integrale ovviamente
mi hai fatto venir la voglia di riascoltarla ... dacci sempre il nostro spunto quotidiano ... Hello
avatar
luigigi
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 06.02.12
Numero di messaggi : 2723
Località : Padania inferiore
Occupazione/Hobby : Formatore , tecnico commerciale, chitarrista
Provincia (Città) : Lodi
Impianto : Dac R2R Soekis elaborato Ciro - CJ PV 10 (A?) - Am Audio A 50 -Magneplanar 1.6 - Cavi Pierpabass - Kimbre timbre -Qed silver - Supra -

http://digilander.libero.it/MSQuintet/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Beethoven, op. 131; la più grande musica mai scritta ?

Messaggio  p.cristallini il Sab 26 Gen 2013 - 22:29

L'interpretazione del Quartetto Italiano è magistrale e si trova anche in vinile. Per chi vuole godere di un'interpretazione più dinamica e drammatica può ascoltare l'Alban Berg Quartet, che ha inciso 3 bellissimi CD con tutti gli ultimi quartetti. La versione orchestrale diretta da Bernstein è una rarissima chicca.
avatar
p.cristallini
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 26.06.11
Numero di messaggi : 2466
Località :
Impianto :
Spoiler:
# 1 - Principale - Thorens TD160B + SME 3009 + Audio Technica AT F-7. Thorens TD145 MKII + Goldring 1042. Lehmann Black Cube SE. Marantz CD72 SE (sola meccanica). PC + JRiver. Gustard U12. DAC Aqvox USB 2 D/A MKII. Pre Docet Lector Zoe. Finale Adcom GFA-555MKII. Magneplanar 2.7QR. Cavi segnale VDH, potenza TNT Triple T. Stanza della musica acusticamente ben trattata.
# 2 - Scrivania - PC + JRiver. DAC diy con WM8741 e TE7022. Pre diy valvolare con 2*GE5670. Finale Trends 10.2 con ali Zetagi. Monovia diy con Fostex 207E. Ampli cuffia Bravo Audio 1. Cuffia AKG701.
# 3 - Thorens TD166 MKV + Goldring 2200 + prephono Monrio ADN-N. PC + JRiver. DAC diy ES9018 e CM6631. Ampli Nad C320BEE. Monovia artigianali con Audionirvana Super 8" Cast Frame BVR + tweeter e subwoofer post.
# Rip vinili con Sound Blaster X-Fi HD.
# In panchina altri oggetti...



Tornare in alto Andare in basso

Grazie

Messaggio  ciotolodifiume il Mar 5 Feb 2013 - 21:22

LEPORELLO ha scritto:Una delle più grandi musiche mai scritte nella trascrizione per orchestra d' archi di Dimitri Mitropoulous
Interpretazione di Leonard Bernstein alla guida dei Wiener Philarmoniker

leggere e ri-leggere le tue parole con il sottofondo della Deutsche G. mi ha regalato una autentica emozione (brivido lungo la schiena) ... ancora grazie

P.S. ho colto i mormorii e salti di Lenny sul podio Smile
avatar
ciotolodifiume
Appassionato
Appassionato

Data d'iscrizione : 06.02.11
Numero di messaggi : 281
Località : vicino Padova
Provincia (Città) : grunt
Impianto :
Spoiler:
HTPC (Foobar2000 pilotato da tablet Android) + Xonar STX + pre e finale Rotel + front JMR + rear Sequence + central B&W + sub passivo Bose vintage + giradischi ProJect Debut Carbon Esprit con M2Red sostituito da Pioneer PL-500x con AudioTecnica XE + cuffie Sennheiser HD-598 + proiettore Optoma HD82 su telo 2,50 m. di base + decoder XDOME HD-1000NC con SKY CINEMA


Tornare in alto Andare in basso

Re: Beethoven, op. 131; la più grande musica mai scritta ?

Messaggio  violoncello il Ven 8 Feb 2013 - 19:03

salve,sono un neofita.per caso parlate del quartetto n.09 opera 59?

violoncello
UTENTE DISISCRITTO

Data d'iscrizione : 08.02.13
Numero di messaggi : 8
Località : Italia
Impianto : (non specificato)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Beethoven, op. 131; la più grande musica mai scritta ?

Messaggio  p.cristallini il Ven 8 Feb 2013 - 19:20

No! Del n.14 op.131, uno del gruppo degli ultimi (op. 127,130,131,132,135, più grande fuga op.133).
avatar
p.cristallini
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 26.06.11
Numero di messaggi : 2466
Località :
Impianto :
Spoiler:
# 1 - Principale - Thorens TD160B + SME 3009 + Audio Technica AT F-7. Thorens TD145 MKII + Goldring 1042. Lehmann Black Cube SE. Marantz CD72 SE (sola meccanica). PC + JRiver. Gustard U12. DAC Aqvox USB 2 D/A MKII. Pre Docet Lector Zoe. Finale Adcom GFA-555MKII. Magneplanar 2.7QR. Cavi segnale VDH, potenza TNT Triple T. Stanza della musica acusticamente ben trattata.
# 2 - Scrivania - PC + JRiver. DAC diy con WM8741 e TE7022. Pre diy valvolare con 2*GE5670. Finale Trends 10.2 con ali Zetagi. Monovia diy con Fostex 207E. Ampli cuffia Bravo Audio 1. Cuffia AKG701.
# 3 - Thorens TD166 MKV + Goldring 2200 + prephono Monrio ADN-N. PC + JRiver. DAC diy ES9018 e CM6631. Ampli Nad C320BEE. Monovia artigianali con Audionirvana Super 8" Cast Frame BVR + tweeter e subwoofer post.
# Rip vinili con Sound Blaster X-Fi HD.
# In panchina altri oggetti...



Tornare in alto Andare in basso

Re: Beethoven, op. 131; la più grande musica mai scritta ?

Messaggio  violoncello il Ven 8 Feb 2013 - 19:34

dell'op.27 sonata al chiaro di luna la migliore,a vostro giudizio, è quella diretta da Von Karajan?

violoncello
UTENTE DISISCRITTO

Data d'iscrizione : 08.02.13
Numero di messaggi : 8
Località : Italia
Impianto : (non specificato)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Beethoven, op. 131; la più grande musica mai scritta ?

Messaggio  p.cristallini il Ven 8 Feb 2013 - 19:59

Karajan è un direttore d'orchestra. La sonata op.27 è per pianoforte. Come interpretazione c'è un megagalattico imbarazzo della scelta, prova a vedere su you tube quella che ti piace di più.
avatar
p.cristallini
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 26.06.11
Numero di messaggi : 2466
Località :
Impianto :
Spoiler:
# 1 - Principale - Thorens TD160B + SME 3009 + Audio Technica AT F-7. Thorens TD145 MKII + Goldring 1042. Lehmann Black Cube SE. Marantz CD72 SE (sola meccanica). PC + JRiver. Gustard U12. DAC Aqvox USB 2 D/A MKII. Pre Docet Lector Zoe. Finale Adcom GFA-555MKII. Magneplanar 2.7QR. Cavi segnale VDH, potenza TNT Triple T. Stanza della musica acusticamente ben trattata.
# 2 - Scrivania - PC + JRiver. DAC diy con WM8741 e TE7022. Pre diy valvolare con 2*GE5670. Finale Trends 10.2 con ali Zetagi. Monovia diy con Fostex 207E. Ampli cuffia Bravo Audio 1. Cuffia AKG701.
# 3 - Thorens TD166 MKV + Goldring 2200 + prephono Monrio ADN-N. PC + JRiver. DAC diy ES9018 e CM6631. Ampli Nad C320BEE. Monovia artigianali con Audionirvana Super 8" Cast Frame BVR + tweeter e subwoofer post.
# Rip vinili con Sound Blaster X-Fi HD.
# In panchina altri oggetti...



Tornare in alto Andare in basso

Re: Beethoven, op. 131; la più grande musica mai scritta ?

Messaggio  violoncello il Sab 9 Feb 2013 - 15:01

p.cristallini ha scritto:Karajan è un direttore d'orchestra. La sonata op.27 è per pianoforte. Come interpretazione c'è un megagalattico imbarazzo della scelta, prova a vedere su you tube quella che ti piace di più.


ho capito,grazie!! si vede che sono un neofita in materia Smile

violoncello
UTENTE DISISCRITTO

Data d'iscrizione : 08.02.13
Numero di messaggi : 8
Località : Italia
Impianto : (non specificato)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Beethoven, op. 131; la più grande musica mai scritta ?

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum