T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti
Benvenuto nel T-Forum!
Connettiti in modo da farti riconoscere come membro affezionato, oppure registrati così potrai partecipare attivamente alle discussioni.
Ultimi argomenti
sky in wi fiOggi alle 11:01pallapippo
ALIENTEK D8Oggi alle 10:39Snap
queOggi alle 0:54Allen smithee
POPU VENUS Ieri alle 19:05giucam61
Smsl ad18Mer 22 Mar 2017 - 19:57MaxDrou
(NA) Triangle MimimunMer 22 Mar 2017 - 13:17sonic63
Posso usare un ta 2024 Mar 21 Mar 2017 - 20:12RAIS
PC per la musicaMar 21 Mar 2017 - 17:45Snap
Vendo Cayin 220 CUMar 21 Mar 2017 - 15:22wolfman
[ARGHHH!!!] ;)Mar 21 Mar 2017 - 15:09Alessandro Marchese
Nad 1000 o nad c350Mar 21 Mar 2017 - 10:24Motogiullare
(RM) Cuffie Nad Viso hp50Lun 20 Mar 2017 - 23:20kocozze
US3, mi aiutate?Lun 20 Mar 2017 - 21:41vinse
Sondaggio
Ti piace il nuovo stile del T-Forum?
Sì, meglio questo nuovo
52% / 12
No, era meglio quello vecchio
48% / 11
I postatori più attivi della settimana
54 Messaggi - 24%
49 Messaggi - 21%
38 Messaggi - 17%
17 Messaggi - 7%
16 Messaggi - 7%
13 Messaggi - 6%
11 Messaggi - 5%
10 Messaggi - 4%
10 Messaggi - 4%
10 Messaggi - 4%
I postatori più attivi del mese
252 Messaggi - 21%
222 Messaggi - 19%
142 Messaggi - 12%
128 Messaggi - 11%
100 Messaggi - 8%
72 Messaggi - 6%
71 Messaggi - 6%
68 Messaggi - 6%
62 Messaggi - 5%
61 Messaggi - 5%
Migliori postatori
Stentor (20392)
20392 Messaggi - 15%
DACCLOR65 (19630)
19630 Messaggi - 15%
schwantz34 (15499)
15499 Messaggi - 12%
Silver Black (15427)
15427 Messaggi - 11%
nd1967 (12803)
12803 Messaggi - 10%
flovato (12509)
12509 Messaggi - 9%
10260 Messaggi - 8%
piero7 (9854)
9854 Messaggi - 7%
wasky (9229)
9229 Messaggi - 7%
fritznet (8852)
8852 Messaggi - 7%
Chi è in linea
In totale ci sono 63 utenti in linea :: 11 Registrati, 2 Nascosti e 50 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

alephotos, Alessandro Asborno, almo70, Calbas, mauretto, meraviglia, pallapippo, pturci, Snap, thechain, xam4033

Vedere la lista completa

Flusso RSS

Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 
Bookmarking sociale
Bookmarking sociale Digg  Bookmarking sociale Delicious  Bookmarking sociale Reddit  Bookmarking sociale Stumbleupon  Bookmarking sociale Slashdot  Bookmarking sociale Yahoo  Bookmarking sociale Google  Bookmarking sociale Blinklist  Bookmarking sociale Blogmarks  Bookmarking sociale Technorati  




Conserva e condividi l'indirizzo di T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti sul tuo sito sociale bookmarking
Condividere
Vedere l'argomento precedenteAndare in bassoVedere l'argomento seguente
avatar
fritznet
Membro classe oro
Membro classe oro
Data d'iscrizione : 27.02.10
Numero di messaggi : 8852
Località : Querceto
Provincia (Città) : .
Impianto : lol-fi

Re: Sfatare un mito: diffusori vicino alla parete

il Mar 13 Nov 2012 - 22:43
@R!ck ha scritto:Se ti permettono di assorbire parte dell'energia delle onde sonore delle basse frequenze che normalmente viene riflessa dalle pareti ci dovrebbe anche essere una riduzione generalizzata delle risonanze...

No, quello che viene assorbita è la trasmissione dell'energia residua via parete, le risonanze modali geometriche, per me rimangono tali e quali IMHO.
avatar
robertopisa
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo
Data d'iscrizione : 08.04.10
Numero di messaggi : 1654
Provincia (Città) : Pisa
Impianto :
premi per vedere:

Re: Sfatare un mito: diffusori vicino alla parete

il Mar 13 Nov 2012 - 22:54
Sì anche quello e se le pareti della camera sono forate in punti opportuni ottieni anche un risuonatore, ecc. Comunque sotto il pavimento uno può costruirci anche un subwoofer, sicuramente conoscete il sito :-) http://www.royaldevice.com/custom.htm



@fritznet ha scritto:
@R!ck ha scritto:Se ti permettono di assorbire parte dell'energia delle onde sonore delle basse frequenze che normalmente viene riflessa dalle pareti ci dovrebbe anche essere una riduzione generalizzata delle risonanze...

No, quello che viene assorbita è la trasmissione dell'energia residua via parete, le risonanze modali geometriche, per me rimangono tali e quali IMHO.
avatar
fritznet
Membro classe oro
Membro classe oro
Data d'iscrizione : 27.02.10
Numero di messaggi : 8852
Località : Querceto
Provincia (Città) : .
Impianto : lol-fi

Re: Sfatare un mito: diffusori vicino alla parete

il Mar 13 Nov 2012 - 22:59
@robertopisa ha scritto:Sì anche quello e se le pareti della camera sono forate in punti opportuni ottieni anche un risuonatore, ecc. Comunque sotto il pavimento uno può costruirci anche un subwoofer, sicuramente conoscete il sito :-) http://www.royaldevice.com/custom.htm


Non è stato il primo, se la memoria non mi inganna, Bartolomeo Aloia a fine anni '70 parlava di sub a tromba integrati nella muratura, non ricordo se erano suoi o li aveva costruiti su commissione.

Avessi un garage o una cantina molto più grandi, la cazzuola la so usare Very Happy
avatar
robertopisa
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo
Data d'iscrizione : 08.04.10
Numero di messaggi : 1654
Provincia (Città) : Pisa
Impianto :
premi per vedere:

Re: Sfatare un mito: diffusori vicino alla parete

il Mar 13 Nov 2012 - 23:09
Noooo, non mi dire che lo faresti davvero :-)


@fritznet ha scritto:
Non è stato il primo, se la memoria non mi inganna, Bartolomeo Aloia a fine anni '70 parlava di sub a tromba integrati nella muratura, non ricordo se erano suoi o li aveva costruiti su commissione.

Avessi un garage o una cantina molto più grandi, la cazzuola la so usare Very Happy
avatar
fritznet
Membro classe oro
Membro classe oro
Data d'iscrizione : 27.02.10
Numero di messaggi : 8852
Località : Querceto
Provincia (Città) : .
Impianto : lol-fi

Re: Sfatare un mito: diffusori vicino alla parete

il Mar 13 Nov 2012 - 23:20
@robertopisa ha scritto:Noooo, non mi dire che lo faresti davvero :-)


@fritznet ha scritto:
Non è stato il primo, se la memoria non mi inganna, Bartolomeo Aloia a fine anni '70 parlava di sub a tromba integrati nella muratura, non ricordo se erano suoi o li aveva costruiti su commissione.

Avessi un garage o una cantina molto più grandi, la cazzuola la so usare Very Happy

Molte tentazioni, pochissimo tempo libero, alla fine no, speravo di tenermi le cose più folli per la pensione, ma lasciamo perdere, sarà già tanto arrivarci intero Laughing

Comunque sono restato letteralmente basito dalla regolazione dinamometrica delle viti del baffle dei diffusori ATC, quando si dice non lasciare niente al caso, ci deve essere dietro un progetto accuratissimo.

Molto belli anche i pannelli, mi hanno incuriosito anche i supporti, sono autocostruiti?
Sandwich di materiali diversi?
avatar
grunter
Membro classe argento
Membro classe argento
Data d'iscrizione : 16.12.10
Numero di messaggi : 3934
Località : Pistoia
Occupazione/Hobby : Informatica e Fotografia
Provincia (Città) : PT
Impianto :
Spoiler:

SORGENTE: Player Naudio con mod Robertopisa per upmixing da 2 a 8 canali su pc Windows Server 2012 R2
DAC: Merging Hapi
PRE: Audio Research LS 27
AMPLI: Krell fpb 400cx
CASSE: Vienna Acoustics Beethoven Concert Grand
CAVI ALIMENTAZIONE Neutral Cable Fascino
CAVI POTENZA Viablue sc4
CAVI SEGNALE Gotham GAC-2 Ultra Pro Hi-End
CAVO USB Neutral Cable Passion
CUFFIE: Sennheiser HD-800 - Beyerdynamic T90 - Shure 1840
AMPLI CUFFIE: Violectric V200
DAC/AMPLI CUFFIE: Geek Pulse Infinity - GeekOut1000

http://fsphoto.net63.net

Re: Sfatare un mito: diffusori vicino alla parete

il Mer 14 Nov 2012 - 0:00
@Robertopisa ha scritto:Il risultato è che il suono è meno colorato ma non scialbo, anzi, spero che almeno Grunter possa ripassare a casa così può dirti la differenza in maniera indipendente. Basta poi togliere i pannelli per verificare la differenza.
Certo che passo a trovarti, basta concordare un momento adatto ad entrambi.

Volevo ribadire la mia opinione rispetto a drc che ho già espresso in un altro 3d (non ricordo quale però Embarassed ).
Il drc funziona, l'ho sperimentato a casa di Sergio.
In particolar modo a casa sua c'è un certo eccessivo riverbero sulle medio alte che fa sì che non si riesca bene a delineare il punto del palcoscenico virtuale in cui suona un determinato strumento.
Con il drc attivo i riverberi/echi scompaiono magicamente e tutto è ben delineabile/identificabile.
MA, ed il ma per me è bello grosso, l'uso del drc limita dinamicamente il suono, si ha come l'impressione che ci sia un abile fantino che fa andare il cavallo (le casse in questo caso) al trotto anzichè al galoppo e in un certo senso si limita la loro esuberanza, nel bene ma anche nel male.
Quindi la mia opinione in merito è questa.
1. Se possibile interveniamo cercando di trattare acusticamente la stanza oppure spostando i diffusori in una diversa zona in cui possano esprimersi meglio (vedi come è successo a casa mia proprio dietro consiglio di Roberto)
2. Se il punto 1 non ha sortito effetti positivo o si è impossibiltati a provare (vedi problemi di convivenza familiare o di mobili e simili) allora il drc può allievare i problemi.
Stentor
Membro classe diamante
Membro classe diamante
Data d'iscrizione : 12.07.10
Numero di messaggi : 20392
Località : .
Impianto : .

Re: Sfatare un mito: diffusori vicino alla parete

il Mer 14 Nov 2012 - 0:49
@grunter ha scritto:
Il drc funziona, l'ho sperimentato a casa di Sergio.
In particolar modo a casa sua c'è un certo eccessivo riverbero sulle medio alte

Sulle medio alte non funziona più come un equalizzatore che come DRC? Very Happy
avatar
grunter
Membro classe argento
Membro classe argento
Data d'iscrizione : 16.12.10
Numero di messaggi : 3934
Località : Pistoia
Occupazione/Hobby : Informatica e Fotografia
Provincia (Città) : PT
Impianto :
Spoiler:

SORGENTE: Player Naudio con mod Robertopisa per upmixing da 2 a 8 canali su pc Windows Server 2012 R2
DAC: Merging Hapi
PRE: Audio Research LS 27
AMPLI: Krell fpb 400cx
CASSE: Vienna Acoustics Beethoven Concert Grand
CAVI ALIMENTAZIONE Neutral Cable Fascino
CAVI POTENZA Viablue sc4
CAVI SEGNALE Gotham GAC-2 Ultra Pro Hi-End
CAVO USB Neutral Cable Passion
CUFFIE: Sennheiser HD-800 - Beyerdynamic T90 - Shure 1840
AMPLI CUFFIE: Violectric V200
DAC/AMPLI CUFFIE: Geek Pulse Infinity - GeekOut1000

http://fsphoto.net63.net

Re: Sfatare un mito: diffusori vicino alla parete

il Mer 14 Nov 2012 - 0:52
@Stentor ha scritto:
@grunter ha scritto:
Il drc funziona, l'ho sperimentato a casa di Sergio.
In particolar modo a casa sua c'è un certo eccessivo riverbero sulle medio alte

Sulle medio alte non funziona più come un equalizzatore che come DRC? Very Happy
No perchè non le attenua ma elimina le riflessioni dovute alle pareti / mobili.
avatar
gaeo
Membro classe argento
Membro classe argento
Data d'iscrizione : 10.04.12
Numero di messaggi : 2159
Località : Venezia/Mestre
Occupazione/Hobby : chimico/moto musica
Provincia (Città) : allegro
Impianto : thorens TD320mk2 con puntina ortofon vivo red

Re: Sfatare un mito: diffusori vicino alla parete

il Mer 14 Nov 2012 - 1:22
@R!ck ha scritto:Anche coi pannelli però è difficile averla vinta delle risonanze sotto una certa frequenza.
Un pannello di rockwool da 40 mm da 60kg/m3 non assorbe praticamente nulla intorno ai 100hz
http://www.costruirehifi.net/forum/viewtopic.php?t=83
Scusa vorrei correggere il tuo tiro hai perfettamente ragione nel dire che con un pannello di materiale assorbente si fà molto poco ma ed è un grosso MA (Laughing ) ci sono 3 modi per abbattere i moti stazionari e le onde riflesse assorbimento (quello da te citato) ,risonanza e riverberazione e sotto a certe frequenze si usa o la riverberazione o la risonanza con cui puoi lavorare a frequenze molto più basse ed i pannelli citati lavorano proprio per risonanza quindi essendo spesso solo 6 mm lavora a seconda del posizionamento a frequenze inferiori ai 1000 o addirittura penso che possano arrivare ai 200 forse addirittura ai 50hz
avatar
roby2k
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo
Data d'iscrizione : 27.10.08
Numero di messaggi : 1392
Località : santa maria capua vetere
Provincia (Città) : CE
Impianto : 1) HTPC, scheda audio esi U46XL, pre SRPP di ECC82 con controllo volume a relais 50k, Adcom GFA-545, TDL MC, clone proac 2.5, sistema 3 vie triamplificato.
DRCizzato.

Re: Sfatare un mito: diffusori vicino alla parete

il Mer 14 Nov 2012 - 9:09
@grunter ha scritto:[
Volevo ribadire la mia opinione rispetto a drc che ho già espresso in un altro 3d (non ricordo quale però Embarassed ).
Il drc funziona, l'ho sperimentato a casa di Sergio.
In particolar modo a casa sua c'è un certo eccessivo riverbero sulle medio alte che fa sì che non si riesca bene a delineare il punto del palcoscenico virtuale in cui suona un determinato strumento.
Con il drc attivo i riverberi/echi scompaiono magicamente e tutto è ben delineabile/identificabile.
MA, ed il ma per me è bello grosso, l'uso del drc limita dinamicamente il suono, si ha come l'impressione che ci sia un abile fantino che fa andare il cavallo (le casse in questo caso) al trotto anzichè al galoppo e in un certo senso si limita la loro esuberanza, nel bene ma anche nel male.

La soluzione è partire fin dall'inizio con un po' di margine di dinamica che è quello che ho fatto io utilizzando diffusori capaci di grandi pressioni, ovviamente anche le amplificazioni dovranno essere all'altezza.
Ecco perchè lo suggerisco vivamente a robertopisa, il suo impianto ha già queste caratteristiche, e anche di più.



avatar
grunter
Membro classe argento
Membro classe argento
Data d'iscrizione : 16.12.10
Numero di messaggi : 3934
Località : Pistoia
Occupazione/Hobby : Informatica e Fotografia
Provincia (Città) : PT
Impianto :
Spoiler:

SORGENTE: Player Naudio con mod Robertopisa per upmixing da 2 a 8 canali su pc Windows Server 2012 R2
DAC: Merging Hapi
PRE: Audio Research LS 27
AMPLI: Krell fpb 400cx
CASSE: Vienna Acoustics Beethoven Concert Grand
CAVI ALIMENTAZIONE Neutral Cable Fascino
CAVI POTENZA Viablue sc4
CAVI SEGNALE Gotham GAC-2 Ultra Pro Hi-End
CAVO USB Neutral Cable Passion
CUFFIE: Sennheiser HD-800 - Beyerdynamic T90 - Shure 1840
AMPLI CUFFIE: Violectric V200
DAC/AMPLI CUFFIE: Geek Pulse Infinity - GeekOut1000

http://fsphoto.net63.net

Re: Sfatare un mito: diffusori vicino alla parete

il Mer 14 Nov 2012 - 12:30
@roby2k ha scritto:
@grunter ha scritto:[
Volevo ribadire la mia opinione rispetto a drc che ho già espresso in un altro 3d (non ricordo quale però Embarassed ).
Il drc funziona, l'ho sperimentato a casa di Sergio.
In particolar modo a casa sua c'è un certo eccessivo riverbero sulle medio alte che fa sì che non si riesca bene a delineare il punto del palcoscenico virtuale in cui suona un determinato strumento.
Con il drc attivo i riverberi/echi scompaiono magicamente e tutto è ben delineabile/identificabile.
MA, ed il ma per me è bello grosso, l'uso del drc limita dinamicamente il suono, si ha come l'impressione che ci sia un abile fantino che fa andare il cavallo (le casse in questo caso) al trotto anzichè al galoppo e in un certo senso si limita la loro esuberanza, nel bene ma anche nel male.

La soluzione è partire fin dall'inizio con un po' di margine di dinamica che è quello che ho fatto io utilizzando diffusori capaci di grandi pressioni, ovviamente anche le amplificazioni dovranno essere all'altezza.
Ecco perchè lo suggerisco vivamente a robertopisa, il suo impianto ha già queste caratteristiche, e anche di più.




Il drc va provato e poi si può stabilire se piace di più il suono con o senza.
avatar
roby2k
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo
Data d'iscrizione : 27.10.08
Numero di messaggi : 1392
Località : santa maria capua vetere
Provincia (Città) : CE
Impianto : 1) HTPC, scheda audio esi U46XL, pre SRPP di ECC82 con controllo volume a relais 50k, Adcom GFA-545, TDL MC, clone proac 2.5, sistema 3 vie triamplificato.
DRCizzato.

Re: Sfatare un mito: diffusori vicino alla parete

il Mer 14 Nov 2012 - 12:38
@grunter ha scritto:
Il drc va provato e poi si può stabilire se piace di più il suono con o senza.

Appunto: va provato.
avatar
Biagio De Simone
Membro classe diamante
Membro classe diamante
Data d'iscrizione : 29.12.10
Numero di messaggi : 10260
Località : ............
Occupazione/Hobby : mi occupo di far avere piena consapevolezza ai B.M. delle loro reali possibilità.
Provincia (Città) : eccellente
Impianto : comprato al MEDIAWORLD, ma a me serve per ascoltare musica, non per guardarlo, peggio ancora mostrarlo.

Re: Sfatare un mito: diffusori vicino alla parete

il Mer 14 Nov 2012 - 14:13
@roby2k ha scritto:
@grunter ha scritto:
Il drc va provato e poi si può stabilire se piace di più il suono con o senza.

Appunto: va provato.
diavolo tentatore. Twisted Evil Wink
avatar
porfido
Membro classe oro
Membro classe oro
Data d'iscrizione : 23.11.08
Numero di messaggi : 5043
Località : Ronchi (GO)
Impianto :
Spoiler:

Re: Sfatare un mito: diffusori vicino alla parete

il Mer 14 Nov 2012 - 18:39
Decisamente quoto Roby...
Va provato e va (molto IMHO) tenuto conto del fatto che sia DRC che REW debbano essere adattati alle proprie esigenze!
Con DRC, ma soprattutto con REW, la personalizzazione è decisamente possibile ed aggiungerei quasi doverosa!
Le varie possibilità tra cui quelle di poter selezionare il range di frequenze da trattare, QUANTI FILTRI UTILIZZARE, settare il massimo guadagno delle enfasi nonchè il minimo delle attenuazioni , le curve target (interessantissime IMHO) etc. etc. estendono enormemente le possibilità offerte da questi strumenti...
Credo che vederli come un accessorio da applicare una sola volta in automatico sia fondamentalmente un errore, visto che l'affinamento credo richieda parecchia sperimentazione...
In ogni caso, il setup di misura minimo (direi, tra l'altro, piuttosto economico...) consente anche di valutare strumentalmente l'influsso dei trattamenti ambientali passivi o addirittura aiutare nel posizionamento dei diffusori...
Senza dubbio bisogna rompersi un bel pò i maroni... Smile
E poi, diciamocelo, se la rogna ce l'hai a 30hz, hai voglia a correggere passivamente, no? Smile
avatar
roby2k
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo
Data d'iscrizione : 27.10.08
Numero di messaggi : 1392
Località : santa maria capua vetere
Provincia (Città) : CE
Impianto : 1) HTPC, scheda audio esi U46XL, pre SRPP di ECC82 con controllo volume a relais 50k, Adcom GFA-545, TDL MC, clone proac 2.5, sistema 3 vie triamplificato.
DRCizzato.

Re: Sfatare un mito: diffusori vicino alla parete

il Mer 14 Nov 2012 - 19:03
@porfido ha scritto:Decisamente quoto Roby...
Va provato e va (molto IMHO) tenuto conto del fatto che sia DRC che REW debbano essere adattati alle proprie esigenze!
Con DRC, ma soprattutto con REW, la personalizzazione è decisamente possibile ed aggiungerei quasi doverosa!
Le varie possibilità tra cui quelle di poter selezionare il range di frequenze da trattare, QUANTI FILTRI UTILIZZARE, settare il massimo guadagno delle enfasi nonchè il minimo delle attenuazioni , le curve target (interessantissime IMHO) etc. etc. estendono enormemente le possibilità offerte da questi strumenti...
Credo che vederli come un accessorio da applicare una sola volta in automatico sia fondamentalmente un errore, visto che l'affinamento credo richieda parecchia sperimentazione...
In ogni caso, il setup di misura minimo (direi, tra l'altro, piuttosto economico...) consente anche di valutare strumentalmente l'influsso dei trattamenti ambientali passivi o addirittura aiutare nel posizionamento dei diffusori...
Senza dubbio bisogna rompersi un bel pò i maroni... Smile
E poi, diciamocelo, se la rogna ce l'hai a 30hz, hai voglia a correggere passivamente, no? Smile

Oki
avatar
robertopisa
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo
Data d'iscrizione : 08.04.10
Numero di messaggi : 1654
Provincia (Città) : Pisa
Impianto :
premi per vedere:

Re: Sfatare un mito: diffusori vicino alla parete

il Gio 15 Nov 2012 - 19:53
@porfido ha scritto:
E poi, diciamocelo, se la rogna ce l'hai a 30hz, hai voglia a correggere passivamente, no? Smile

Se il problema è dovuto a una cancellazione dovuta a inversione di fase, a voglia a usare DRC, non serve... è matematica: -x + x = 0 comunque fissi x...

Con questo non voglio dire che il DRC non serva ma dalle discussioni sopra sembra che uno con il DRC ci possa fare tutto. Se gli studi di mastering pro usano il costosissimo trattamento passivo (puoi arrivare tranquillamente a 100mila euro...) invece del più economico DRC, ci sarà un motivo... nessuno butta al vento i soldi...

Per esempio, in uno dei Blackbird studios, non ci sono due barrette della stessa lunghezza e vedete quante ce ne sono in totale...

avatar
porfido
Membro classe oro
Membro classe oro
Data d'iscrizione : 23.11.08
Numero di messaggi : 5043
Località : Ronchi (GO)
Impianto :
Spoiler:

Re: Sfatare un mito: diffusori vicino alla parete

il Gio 15 Nov 2012 - 20:27
@robertopisa ha scritto:
@porfido ha scritto:
E poi, diciamocelo, se la rogna ce l'hai a 30hz, hai voglia a correggere passivamente, no? Smile

Se il problema è dovuto a una cancellazione dovuta a inversione di fase, a voglia a usare DRC, non serve... è matematica: -x + x = 0 comunque fissi x...

Con questo non voglio dire che il DRC non serva ma dalle discussioni sopra sembra che uno con il DRC ci possa fare tutto. Se gli studi di mastering pro usano il costosissimo trattamento passivo (puoi arrivare tranquillamente a 100mila euro...) invece del più economico DRC, ci sarà un motivo... nessuno butta al vento i soldi...

Per esempio, in uno dei Blackbird studios, non ci sono due barrette della stessa lunghezza e vedete quante ce ne sono in totale...


Hai assolutamente ragione: DRC non è affatto la panacea per tutti i mali, ci mancherebbe altro!
Credo però che ciò che affermi a proposito del problema di fase sia errato, nel senso che se DRC agisse solo sull'ampiezza sarebbe così, ma in realtà lavora anche e soprattutto sulle fasi proprio per annullare gli effetti del fenomeno che descrivi... Infatti è decisamente utile nel risolvere uno dei più frequenti problemi di fase nell'ambito audio domestico: l'incrocio sub-satelliti, che credo quasi tutti abbiamo affrontato almeno una volta e può comportare cancellazioni macroscopiche...
Credo che l'errore sia quello di continuare a definirlo un semplice equalizzatore, cosa che in realtà non è affatto, visto che lavora anche nel dominio del tempo, etc. etc. ...
Sull'utilizzo negli studi pro davvero non saprei, però vedo che prodotti professionali per la correzione ambientale ce n'è un bel pò:
http://www.mixonline.com/Results/?cx=012233305324114920625%3Abogz03jxqpi&cof=FORID%3A11&ie=UTF-8&q=room+correction&sa=Search&siteurl=mixonline.com%2Fgear%2Freviews%2Fkrk-systems-ergo-review-1009%2F&ref=www.google.it%2Furl%3Fsa%3Dt%26rct%3Dj%26q%3D%26esrc%3Ds%26source%3Dweb%26cd%3D4%26cad%3Drja%26ved%3D0CD8QFjAD%26url%3Dhttp%253A%252F%252Fmixonline.com%252Fgear%252Freviews%252Fkrk-systems-ergo-review-1009%252F%26ei%3DPDylUMOkFdDMsgbA0IC4Cg%26usg%3DAFQjCNGLhvh7LiJE-Cr7GpSsPWSVPPFT_g&ss=2902j640304j15

Credo che il problema in ambito pro sia anche un pò "filosofico" Very Happy...
Qui un'interessante discussione tra Sbragion ed un "operatore pro" su drc, nel quale si evidenziano pro e contro da parte dei due:
http://www.duffroomcorrection.com/wiki/Room_correction_limits

In ogni caso, ti porto il mio esempio:
la disgraziatissima forma della mia stanza comportava un enfasi di quasi 6db (ovviamente variabile in base a diversi fattori) a 36hz circa...
Un disastro...
Senza DRC mi sarei potuto attaccare tranquillamente al tram... Laughing



avatar
roby2k
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo
Data d'iscrizione : 27.10.08
Numero di messaggi : 1392
Località : santa maria capua vetere
Provincia (Città) : CE
Impianto : 1) HTPC, scheda audio esi U46XL, pre SRPP di ECC82 con controllo volume a relais 50k, Adcom GFA-545, TDL MC, clone proac 2.5, sistema 3 vie triamplificato.
DRCizzato.

Re: Sfatare un mito: diffusori vicino alla parete

il Gio 15 Nov 2012 - 20:55
apprezzo veramente la perseveranza di porfido.....

io ho gettato la spugna in quanto a far capire la potenza del drc.


E pensare che in questo tempo che si è impiegato a riempire questo 3d, robertopisa avrebbe potuto procurarsi un microfono e imparato le basi per drcizzare il suo favoloso impanto.

Peccato, non sai che ti perdi.......
avatar
robertopisa
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo
Data d'iscrizione : 08.04.10
Numero di messaggi : 1654
Provincia (Città) : Pisa
Impianto :
premi per vedere:

Re: Sfatare un mito: diffusori vicino alla parete

il Gio 15 Nov 2012 - 21:31
Francamente sono contento di come suona la mia stanza adesso... ho messo il DRC tra le cose da provare, mi prestano pure un microfono. Al momento però ho solo il mio lettore CD come sorgente perché il mio DAC è fuori, non saprei quindi come applicare il DRC.

Inoltre non capisco perché mi mettete in bocca cose che non ho detto. Riconosco le qualità del DRC ma non è che risolva tutto... mi sembra invece che i fautori del DRC pensino che il trattamento passivo sia solo un caso speciale del DRC. Ho i miei dubbi su questa posizione... forse dovreste provare voi il trattamento passivo :-)


@roby2k ha scritto:apprezzo veramente la perseveranza di porfido.....

io ho gettato la spugna in quanto a far capire la potenza del drc.


E pensare che in questo tempo che si è impiegato a riempire questo 3d, robertopisa avrebbe potuto procurarsi un microfono e imparato le basi per drcizzare il suo favoloso impanto.

Peccato, non sai che ti perdi.......


Ultima modifica di robertopisa il Gio 15 Nov 2012 - 21:32, modificato 1 volta
avatar
gaeo
Membro classe argento
Membro classe argento
Data d'iscrizione : 10.04.12
Numero di messaggi : 2159
Località : Venezia/Mestre
Occupazione/Hobby : chimico/moto musica
Provincia (Città) : allegro
Impianto : thorens TD320mk2 con puntina ortofon vivo red

Re: Sfatare un mito: diffusori vicino alla parete

il Gio 15 Nov 2012 - 21:32
Essendo stato per anni nell'ambito pro posso garantire che il trattamento passivo viene prima di tutto per il semplice fatto che non puoi applicare il drc a uno strumento acustico ....
avatar
roby2k
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo
Data d'iscrizione : 27.10.08
Numero di messaggi : 1392
Località : santa maria capua vetere
Provincia (Città) : CE
Impianto : 1) HTPC, scheda audio esi U46XL, pre SRPP di ECC82 con controllo volume a relais 50k, Adcom GFA-545, TDL MC, clone proac 2.5, sistema 3 vie triamplificato.
DRCizzato.

Re: Sfatare un mito: diffusori vicino alla parete

il Gio 15 Nov 2012 - 21:45
@gaeo ha scritto:Essendo stato per anni nell'ambito pro posso garantire che il trattamento passivo viene prima di tutto per il semplice fatto che non puoi applicare il drc a uno strumento acustico ....

ecco perchè il nostro amico robertopisa trova negli studi di registrazione tutto quell'ambaradan di trattamento acustico, ed è giustissimo che sia così.

Ma ci vuole così tanto a capirlo?
avatar
roby2k
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo
Data d'iscrizione : 27.10.08
Numero di messaggi : 1392
Località : santa maria capua vetere
Provincia (Città) : CE
Impianto : 1) HTPC, scheda audio esi U46XL, pre SRPP di ECC82 con controllo volume a relais 50k, Adcom GFA-545, TDL MC, clone proac 2.5, sistema 3 vie triamplificato.
DRCizzato.

Re: Sfatare un mito: diffusori vicino alla parete

il Gio 15 Nov 2012 - 22:01
@robertopisa ha scritto:Francamente sono contento di come suona la mia stanza adesso... ho messo il DRC tra le cose da provare, mi prestano pure un microfono. Al momento però ho solo il mio lettore CD come sorgente perché il mio DAC è fuori, non saprei quindi come applicare il DRC.

Inoltre non capisco perché mi mettete in bocca cose che non ho detto. Riconosco le qualità del DRC ma non è che risolva tutto... mi sembra invece che i fautori del DRC pensino che il trattamento passivo sia solo un caso speciale del DRC. Ho i miei dubbi su questa posizione... forse dovreste provare voi il trattamento passivo :-)


@roby2k ha scritto:apprezzo veramente la perseveranza di porfido.....

io ho gettato la spugna in quanto a far capire la potenza del drc.


E pensare che in questo tempo che si è impiegato a riempire questo 3d, robertopisa avrebbe potuto procurarsi un microfono e imparato le basi per drcizzare il suo favoloso impanto.

Peccato, non sai che ti perdi.......

trattamento passivo? io ho una sala dedicata, ci ho giocato per anni con pannelli fonoassorbenti, pannelli risonanti, ultimamente feci anche un risonatore di helmoltz di circa 300 litri....... Penso non sia poco.
Tutto ha sempre sortito dei risultati validi, chi più e chi meno...
Però che faticata ragazzi, mal di schiena a go go...
Ovviamente dei pannelli li ho lasciati, quelli essenziali sulle prime riflessioni e poi vai di drc che appunto ti fa anche capire se i pannelli vanno bene o sono da spostare ecc.....
avatar
robertopisa
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo
Data d'iscrizione : 08.04.10
Numero di messaggi : 1654
Provincia (Città) : Pisa
Impianto :
premi per vedere:

Re: Sfatare un mito: diffusori vicino alla parete

il Gio 15 Nov 2012 - 23:55
Hai un dispositivo apposito per il DRC oppure usi il computer?


@roby2k ha scritto:
@robertopisa ha scritto:Francamente sono contento di come suona la mia stanza adesso... ho messo il DRC tra le cose da provare, mi prestano pure un microfono. Al momento però ho solo il mio lettore CD come sorgente perché il mio DAC è fuori, non saprei quindi come applicare il DRC.

Inoltre non capisco perché mi mettete in bocca cose che non ho detto. Riconosco le qualità del DRC ma non è che risolva tutto... mi sembra invece che i fautori del DRC pensino che il trattamento passivo sia solo un caso speciale del DRC. Ho i miei dubbi su questa posizione... forse dovreste provare voi il trattamento passivo :-)



trattamento passivo? io ho una sala dedicata, ci ho giocato per anni con pannelli fonoassorbenti, pannelli risonanti, ultimamente feci anche un risonatore di helmoltz di circa 300 litri....... Penso non sia poco.
Tutto ha sempre sortito dei risultati validi, chi più e chi meno...
Però che faticata ragazzi, mal di schiena a go go...
Ovviamente dei pannelli li ho lasciati, quelli essenziali sulle prime riflessioni e poi vai di drc che appunto ti fa anche capire se i pannelli vanno bene o sono da spostare ecc.....
avatar
roby2k
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo
Data d'iscrizione : 27.10.08
Numero di messaggi : 1392
Località : santa maria capua vetere
Provincia (Città) : CE
Impianto : 1) HTPC, scheda audio esi U46XL, pre SRPP di ECC82 con controllo volume a relais 50k, Adcom GFA-545, TDL MC, clone proac 2.5, sistema 3 vie triamplificato.
DRCizzato.

Re: Sfatare un mito: diffusori vicino alla parete

il Ven 16 Nov 2012 - 0:14
@robertopisa ha scritto:Hai un dispositivo apposito per il DRC oppure usi il computer?


@roby2k ha scritto:

trattamento passivo? io ho una sala dedicata, ci ho giocato per anni con pannelli fonoassorbenti, pannelli risonanti, ultimamente feci anche un risonatore di helmoltz di circa 300 litri....... Penso non sia poco.
Tutto ha sempre sortito dei risultati validi, chi più e chi meno...
Però che faticata ragazzi, mal di schiena a go go...
Ovviamente dei pannelli li ho lasciati, quelli essenziali sulle prime riflessioni e poi vai di drc che appunto ti fa anche capire se i pannelli vanno bene o sono da spostare ecc.....

microfono autocostruito con capsula microfonica panasonic wm61a.
Uso il computer e la scheda audio integrata alla scheda madre.
Lo stesso pc lo uso come sorgente uscendo con la spdif coassiale integrata alla mainboard verso il dac.
La risposta all'impulso l'acquisisco con rew e tutto il resto con la drc-interface passando per adobe audition che mi serve solo per convertire il file in pcm.
avatar
robertopisa
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo
Data d'iscrizione : 08.04.10
Numero di messaggi : 1654
Provincia (Città) : Pisa
Impianto :
premi per vedere:

Re: Sfatare un mito: diffusori vicino alla parete

il Ven 16 Nov 2012 - 0:53
Grazie per la risposta: quindi il DRC non lo fai in tempo reale ma ti crei file PCM dagli originali che poi esegui, giusto?

@roby2k ha scritto:
@robertopisa ha scritto:Hai un dispositivo apposito per il DRC oppure usi il computer?



microfono autocostruito con capsula microfonica panasonic wm61a.
Uso il computer e la scheda audio integrata alla scheda madre.
Lo stesso pc lo uso come sorgente uscendo con la spdif coassiale integrata alla mainboard verso il dac.
La risposta all'impulso l'acquisisco con rew e tutto il resto con la drc-interface passando per adobe audition che mi serve solo per convertire il file in pcm.
Vedere l'argomento precedenteTornare in altoVedere l'argomento seguente
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum