T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti
Benvenuto nel T-Forum!
Connettiti in modo da farti riconoscere come membro affezionato, oppure registrati così potrai partecipare attivamente alle discussioni.
Sondaggio

Ti piace il nuovo stile del T-Forum?

51% 51% [ 73 ]
49% 49% [ 70 ]

Totale dei voti : 143

Ultimi argomenti
» Ifi iPurifier2
Oggi alle 18:17 Da sportyerre

» distanza crossover
Oggi alle 18:16 Da mecoc

» Le mie aj174 in fase fase di lavorazione...
Oggi alle 17:53 Da CHAOSFERE

» Denon Pma50 o tengo L'Alientek D8?
Oggi alle 17:27 Da nerone

» AudioNirvana Super 12" Cast Frame in cabinet 5.6MKII - risultato finale
Oggi alle 17:08 Da Mariandrea La Rocca

» Teac ai101?
Oggi alle 14:25 Da mt196

» TEAC CD-Z5000 CD PLAYER-con doppio TDA1541+KSS210A Unico e raro cd player
Oggi alle 14:09 Da argonath07

» PyCorePlayer
Oggi alle 12:15 Da scontin

» Lottando con raspberry e volumio
Oggi alle 11:04 Da dtraina

» Progetto su w3 base bellino
Oggi alle 9:24 Da CHAOSFERE

» Recensione personale Yamaha A-S701
Oggi alle 4:37 Da Kha-Jinn

» [Vendo MI] Cyrus Tuner - 100€ + ss
Ieri alle 23:46 Da sportyerre

» Amplificatore con TDA2050
Ieri alle 16:00 Da corry24

» Consiglio amplificatore: Onkyo oppure Nad?
Ieri alle 13:39 Da lello64

» Rasp per il mio primo impiantino
Ieri alle 13:26 Da micio_mao

» Problema FBT jolly 5ab
Ieri alle 13:26 Da erik42788088

» Costruire casse per full range vintage.
Ieri alle 11:01 Da Sigmud

» ALIENTEK D8
Ieri alle 8:19 Da giucam61

» R39 by Bellino
Ven 26 Mag 2017 - 22:14 Da Falco Maurizio

» Restyling cassettine Sony...per fare pratica...
Ven 26 Mag 2017 - 16:45 Da giucam61

» Technics SL 1200 Mk2
Ven 26 Mag 2017 - 12:35 Da Ark

» Lettore ALL IN ONE definitivo
Ven 26 Mag 2017 - 12:01 Da gianni1879

» Yamaha YBA-11 per denon pm520ae?
Ven 26 Mag 2017 - 11:36 Da GP9

» case per tpa3116
Ven 26 Mag 2017 - 10:15 Da nerone

» Entrare nel mondo DIY, ma quale chip usare?
Ven 26 Mag 2017 - 9:35 Da mt196

» [AN] Monitor Audio BX2 black oak
Ven 26 Mag 2017 - 1:33 Da ghiglie

» abrahamsen audio
Ven 26 Mag 2017 - 1:05 Da giucam61

» Foobar e freedb
Gio 25 Mag 2017 - 22:53 Da Calbas

» è possibile che le valvole fischino?
Gio 25 Mag 2017 - 19:22 Da dinamanu

» Chromecast audio... aiuto per usarlo al meglio, adesso solo polvere
Gio 25 Mag 2017 - 9:47 Da sportyerre

Statistiche
Abbiamo 10824 membri registrati
L'ultimo utente registrato è 123lorenz

I nostri membri hanno inviato un totale di 787079 messaggi in 51143 argomenti
I postatori più attivi della settimana
giucam61
 
dinamanu
 
mecoc
 
mt196
 
Falco Maurizio
 
sportyerre
 
nerone
 
Giovanni duck
 
lorect
 
CHAOSFERE
 

Migliori postatori
Stentor (20392)
 
DACCLOR65 (19630)
 
schwantz34 (15503)
 
Silver Black (15459)
 
nd1967 (12803)
 
flovato (12509)
 
Biagio De Simone (10261)
 
piero7 (9854)
 
wasky (9229)
 
fritznet (8998)
 

Chi è in linea
In totale ci sono 63 utenti in linea: 7 Registrati, 0 Nascosti e 56 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

Ark, dinamanu, lello64, Luca Marchetti, sportyerre, wincenzo, Zio

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 4379 il Lun 25 Mag 2015 - 15:01
Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 


Bookmarking sociale

Bookmarking sociale Digg  Bookmarking sociale Delicious  Bookmarking sociale Reddit  Bookmarking sociale Stumbleupon  Bookmarking sociale Slashdot  Bookmarking sociale Yahoo  Bookmarking sociale Google  Bookmarking sociale Blinklist  Bookmarking sociale Blogmarks  Bookmarking sociale Technorati  




Conserva e condividi l'indirizzo di T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti sul tuo sito sociale bookmarking


Il problema delle tre pareti (the gentleman version)...

Pagina 3 di 4 Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Il problema delle tre pareti (the gentleman version)...

Messaggio  porfido il Sab 6 Ott 2012 - 11:35

@masmau ha scritto:Per fortuna che questo era il gentleman version....

Sì, ma nel senso che "gentleman" lo è Parham, non i forumer! Very Happy
avatar
porfido
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 23.11.08
Numero di messaggi : 5044
Località : Ronchi (GO)
Impianto :
Spoiler:


Tornare in alto Andare in basso

Re: Il problema delle tre pareti (the gentleman version)...

Messaggio  masmau il Sab 6 Ott 2012 - 11:41

Wink

masmau
Appassionato
Appassionato

Data d'iscrizione : 29.12.09
Numero di messaggi : 425
Località : Cecina (LI)
Impianto : Sorgente: Philips CD 582-Ampli:Topping TP 20--Diffusori:monovia con hi vi b3n-

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il problema delle tre pareti (the gentleman version)...

Messaggio  Oscar il Sab 6 Ott 2012 - 11:49

@porfido ha scritto:
@Oscar ha scritto:Ma se non leggete il primo post e i link con i relativi file postati, di che stiamo a parlare???
Di cosa vuoi discutere se NON SAI di cosa si stà discutendo??
Avete solamente voglia di far polemica a tutti i costi perchè uno vi stà dicendo che "forse" c'è qualcosa che non và??
Leggi e poi ne riparliamo!

Vabbè, scusami...
E' che nel primo post e nel link inserito non c'è alcun filtro tranne quello di Vincenzo...
Ti riferisci ai cenni sulla struttura dei filtri nel link?
Tra le altre cose, si dice che Parham sia stato influenzato dalle Klipsch, non che le cloni...
Comunque, vabbè...
Magari ti calmi un pò?

Calmarmi?? Quando mi prendete per i fondelli senza neanche sapere il motivo, se permetti la cosa me le fà girare un attimino!
RIPETO: leggete TUTTO il link e i vari file dove l'autore spiega il suo "modus operandi".
Se siete leggermente infarinati di tecnica vi farete due risate, se no abboccherete con tutte le scarpe come stanno facendo molti altri.
Riporto una sua parte quotata:

This is what drove the first constant directivity loudspeaker developed by π Speakers, the Constant Directivity Cornerhorn. The designer, Wayne Parham, had been influenced by the Klipsch Cornerhorn, but wondered if it couldn’t be improved by focusing on the directivity aspect rather than the acoustic load. He reasoned that the corner provided what amounted to a large constant directivity horn, and that the labyrinth inside might be omitted.

Cioè, tradotto:
Questo è ciò che ha spinto il primo diffusore a direttività costante sviluppata da π Speakers, la Tromba ad angolo a direttività costante. Il designer, Wayne Parham, era stato influenzato dal Cornerhorn Klipsch, ma si chiese se non poteva essere migliorato, concentrandosi sull'aspetto direttività piuttosto che il carico acustico. Pensava che l'angolo fornito quello che ammontano a una tromba a direttività costante di grandi dimensioni, e che l'interno labirinto può essere omessa.

Il "labirinto" interno delle Horn poteva essere omesso!!! Ma dico io! Un progettista di trombe che afferma una cosa simile???
Allora non sà proprio un gazz di cos'è una tromba e come è fatta! Non sà perchè e per come funziona una tromba!
Sfrutta le pareti di una stanza come se fosse una tromba, ma non sà che nelle Horn l'angolo/muro posteriore è solamente l'ultima parte della tromba ripiegata interna che poi alla fine determina il caricamento acustico dell'altoparlante!
Altro che problema delle tre pareti o condividere il proprio sapere con altri!
Questo condivide una PROFONDISSIMA IGNORANZA con gli altri e niente altro!
Ma dico io, ma se le cose non le sapete, studiate!
avatar
Oscar
Appassionato
Appassionato

Data d'iscrizione : 12.04.10
Numero di messaggi : 266
Località : Roma
Occupazione/Hobby : Fonico/modificatore
Provincia (Città) : Bastardo dentro
Impianto : lettore cd Sony CDP-X777es modificato,
dac Audio Alchemy DDE3.0 modificato,
pre a valvole Stealth a due telai,
2 finali Forte Audio model3 modificati in biamplificazione verticale
diffusori Infinity RS4.5
Cavi di segnale Audio Note e Cardas, VDH potenza, MIT alimentazione

http://it.groups.yahoo.com/group/Suzuki_DR600/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il problema delle tre pareti (the gentleman version)...

Messaggio  Oscar il Sab 6 Ott 2012 - 11:49

@porfido ha scritto:
@masmau ha scritto:Per fortuna che questo era il gentleman version....

Sì, ma nel senso che "gentleman" lo è Parham, non i forumer! Very Happy

BRAVO!! Continua così!
avatar
Oscar
Appassionato
Appassionato

Data d'iscrizione : 12.04.10
Numero di messaggi : 266
Località : Roma
Occupazione/Hobby : Fonico/modificatore
Provincia (Città) : Bastardo dentro
Impianto : lettore cd Sony CDP-X777es modificato,
dac Audio Alchemy DDE3.0 modificato,
pre a valvole Stealth a due telai,
2 finali Forte Audio model3 modificati in biamplificazione verticale
diffusori Infinity RS4.5
Cavi di segnale Audio Note e Cardas, VDH potenza, MIT alimentazione

http://it.groups.yahoo.com/group/Suzuki_DR600/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il problema delle tre pareti (the gentleman version)...

Messaggio  porfido il Sab 6 Ott 2012 - 11:54

@Oscar ha scritto:
@porfido ha scritto:

Vabbè, scusami...
E' che nel primo post e nel link inserito non c'è alcun filtro tranne quello di Vincenzo...
Ti riferisci ai cenni sulla struttura dei filtri nel link?
Tra le altre cose, si dice che Parham sia stato influenzato dalle Klipsch, non che le cloni...
Comunque, vabbè...
Magari ti calmi un pò?

Calmarmi?? Quando mi prendete per i fondelli senza neanche sapere il motivo, se permetti la cosa me le fà girare un attimino!
RIPETO: leggete TUTTO il link e i vari file dove l'autore spiega il suo "modus operandi".
Se siete leggermente infarinati di tecnica vi farete due risate, se no abboccherete con tutte le scarpe come stanno facendo molti altri.
Riporto una sua parte quotata:

This is what drove the first constant directivity loudspeaker developed by π Speakers, the Constant Directivity Cornerhorn. The designer, Wayne Parham, had been influenced by the Klipsch Cornerhorn, but wondered if it couldn’t be improved by focusing on the directivity aspect rather than the acoustic load. He reasoned that the corner provided what amounted to a large constant directivity horn, and that the labyrinth inside might be omitted.

Cioè, tradotto:
Questo è ciò che ha spinto il primo diffusore a direttività costante sviluppata da π Speakers, la Tromba ad angolo a direttività costante. Il designer, Wayne Parham, era stato influenzato dal Cornerhorn Klipsch, ma si chiese se non poteva essere migliorato, concentrandosi sull'aspetto direttività piuttosto che il carico acustico. Pensava che l'angolo fornito quello che ammontano a una tromba a direttività costante di grandi dimensioni, e che l'interno labirinto può essere omessa.

Il "labirinto" interno delle Horn poteva essere omesso!!! Ma dico io! Un progettista di trombe che afferma una cosa simile???
Allora non sà proprio un gazz di cos'è una tromba e come è fatta! Non sà perchè e per come funziona una tromba!
Sfrutta le pareti di una stanza come se fosse una tromba, ma non sà che nelle Horn l'angolo/muro posteriore è solamente l'ultima parte della tromba ripiegata interna che poi alla fine determina il caricamento acustico dell'altoparlante!
Altro che problema delle tre pareti o condividere il proprio sapere con altri!
Questo condivide una PROFONDISSIMA IGNORANZA con gli altri e niente altro!
Ma dico io, ma se le cose non le sapete, studiate!

Guarda, ti leggo molto convinto, quindi, senza alcuna vena polemica, ti invito per amor della comunità a spiegare questi concetti a Parham nel suo forum, che ci vuole?
Basta tradurre in inglese quello che hai appena scritto e postarlo, perchè no?
Condividere le proprie convinzioni è sempre un atto apprezzabile, perchè non farlo?
avatar
porfido
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 23.11.08
Numero di messaggi : 5044
Località : Ronchi (GO)
Impianto :
Spoiler:


Tornare in alto Andare in basso

Re: Il problema delle tre pareti (the gentleman version)...

Messaggio  Oscar il Sab 6 Ott 2012 - 12:07

Ripeto: non ho nessun interesse di controbattere queste "idee" con l'autore.
Non me ne frega niente e non me ne viene niente.
Volevo solamente mettervi sull'attenti, visto che da come e cosa scrivete, siete palesemente ignoranti in materia(nel senso buono del termine) e che quindi vi avvisavo che dovevate prendere con le "pinze" quello che si poteva trovare sul web e da questo tizio in particolare.
Poi se basta crearsi un sito web e un forum per farsi dare una "importanza" tecnica, allora io sono una nullità.
Ma preferisco rimanere una nullità e uno "qualunque" invece di andare in giro a fare certe "figuracce"...
Dal basso della mia poca "autorevolezza" tecnica da praticone della domenica, vi ho fatto partecipi di alcune considerazioni tecniche ben motivate, ma a quanto pare sembra che io stia parlando ad un muro di gomma.
Ottimo, non mi sento di fare battaglie e men che meno, contro i mulini a vento.
Quindi, amici come prima e buona lettura a tutti quanti.
Ognuno rimanga delle sue idee e nelle sue PROFONDISSIME convinzioni.
Un saluto
avatar
Oscar
Appassionato
Appassionato

Data d'iscrizione : 12.04.10
Numero di messaggi : 266
Località : Roma
Occupazione/Hobby : Fonico/modificatore
Provincia (Città) : Bastardo dentro
Impianto : lettore cd Sony CDP-X777es modificato,
dac Audio Alchemy DDE3.0 modificato,
pre a valvole Stealth a due telai,
2 finali Forte Audio model3 modificati in biamplificazione verticale
diffusori Infinity RS4.5
Cavi di segnale Audio Note e Cardas, VDH potenza, MIT alimentazione

http://it.groups.yahoo.com/group/Suzuki_DR600/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il problema delle tre pareti (the gentleman version)...

Messaggio  porfido il Sab 6 Ott 2012 - 12:08

@Oscar ha scritto:
Riporto una sua parte quotata:

This is what drove the first constant directivity loudspeaker developed by π Speakers, the Constant Directivity Cornerhorn. The designer, Wayne Parham, had been influenced by the Klipsch Cornerhorn, but wondered if it couldn’t be improved by focusing on the directivity aspect rather than the acoustic load. He reasoned that the corner provided what amounted to a large constant directivity horn, and that the labyrinth inside might be omitted.

Cioè, tradotto:
Questo è ciò che ha spinto il primo diffusore a direttività costante sviluppata da π Speakers, la Tromba ad angolo a direttività costante. Il designer, Wayne Parham, era stato influenzato dal Cornerhorn Klipsch, ma si chiese se non poteva essere migliorato, concentrandosi sull'aspetto direttività piuttosto che il carico acustico. Pensava che l'angolo fornito quello che ammontano a una tromba a direttività costante di grandi dimensioni, e che l'interno labirinto può essere omessa.

Il "labirinto" interno delle Horn poteva essere omesso!!! Ma dico io! Un progettista di trombe che afferma una cosa simile???
Allora non sà proprio un gazz di cos'è una tromba e come è fatta! Non sà perchè e per come funziona una tromba!
Sfrutta le pareti di una stanza come se fosse una tromba, ma non sà che nelle Horn l'angolo/muro posteriore è solamente l'ultima parte della tromba ripiegata interna che poi alla fine determina il caricamento acustico dell'altoparlante!
Altro che problema delle tre pareti o condividere il proprio sapere con altri!
Questo condivide una PROFONDISSIMA IGNORANZA con gli altri e niente altro!
Ma dico io, ma se le cose non le sapete, studiate!

Tra le altre cose, se mi permetti, traduci correttamente la parte quotata:
He reasoned that the corner provided what amounted to a large constant directivity horn, and that the labyrinth inside might be omitted.

Tu scrivi:
Pensava che l'angolo fornito quello che ammontano a una tromba a direttività costante di grandi dimensioni, e che l'interno labirinto può essere omessa.

La corretta traduzione è:
Egli ragionò sul FATTO CHE L'ANGOLO PROVVEDEVA A FORNIRE UNA TROMBA A DIRETTIVITA' COSTANTE DI GRANDI DIMENSIONI e che il labirinto interno sarebbe potuto essere omesso.

Se mi permetti, quindi, io non vedo qualcuno che non sappia cos'è una tromba, ma semplicemente uno che decide di usare UNA TROMBA CONICA fornita dall'ambiente stesso anzichè UNA TROMBA ESPONENZIALE costruita all'interno del fasciame del diffusore...
Questo molto IMHO, eh, ci mancherebbe, ed è un'intuizione più che una convinzione, vista la mia totale ignoranza in materia....


Ultima modifica di porfido il Sab 6 Ott 2012 - 12:14, modificato 1 volta
avatar
porfido
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 23.11.08
Numero di messaggi : 5044
Località : Ronchi (GO)
Impianto :
Spoiler:


Tornare in alto Andare in basso

Re: Il problema delle tre pareti (the gentleman version)...

Messaggio  porfido il Sab 6 Ott 2012 - 12:12

@Oscar ha scritto: alcune considerazioni tecniche ben motivate

Mmm
avatar
porfido
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 23.11.08
Numero di messaggi : 5044
Località : Ronchi (GO)
Impianto :
Spoiler:


Tornare in alto Andare in basso

Re: Il problema delle tre pareti (the gentleman version)...

Messaggio  Oscar il Sab 6 Ott 2012 - 12:52

@porfido ha scritto:Tra le altre cose, se mi permetti, traduci correttamente la parte quotata:
He reasoned that the corner provided what amounted to a large constant directivity horn, and that the labyrinth inside might be omitted.

Tu scrivi:
Pensava che l'angolo fornito quello che ammontano a una tromba a direttività costante di grandi dimensioni, e che l'interno labirinto può essere omessa.

La corretta traduzione è:
Egli ragionò sul FATTO CHE L'ANGOLO PROVVEDEVA A FORNIRE UNA TROMBA A DIRETTIVITA' COSTANTE DI GRANDI DIMENSIONI e che il labirinto interno sarebbe potuto essere omesso.

Se mi permetti, quindi, io non vedo qualcuno che non sappia cos'è una tromba, ma semplicemente uno che decide di usare UNA TROMBA CONICA fornita dall'ambiente stesso anzichè UNA TROMBA ESPONENZIALE costruita all'interno del fasciame del diffusore...
Questo molto IMHO, eh, ci mancherebbe, ed è un'intuizione più che una convinzione, vista la mia totale ignoranza in materia....

Ecco, fallo rimanere mooolto IHMO, perchè se solamente te avessi avuto una leggerissima infarinatura tecnica di come funziona un caricamento a tromba, non avresti MAI scritto delle considerazioni simili.
Come dire: hai intuizioni mooolto errate, non le far diventare delle convinzioni.
avatar
Oscar
Appassionato
Appassionato

Data d'iscrizione : 12.04.10
Numero di messaggi : 266
Località : Roma
Occupazione/Hobby : Fonico/modificatore
Provincia (Città) : Bastardo dentro
Impianto : lettore cd Sony CDP-X777es modificato,
dac Audio Alchemy DDE3.0 modificato,
pre a valvole Stealth a due telai,
2 finali Forte Audio model3 modificati in biamplificazione verticale
diffusori Infinity RS4.5
Cavi di segnale Audio Note e Cardas, VDH potenza, MIT alimentazione

http://it.groups.yahoo.com/group/Suzuki_DR600/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il problema delle tre pareti (the gentleman version)...

Messaggio  porfido il Sab 6 Ott 2012 - 12:58

@Oscar ha scritto:
@porfido ha scritto:Tra le altre cose, se mi permetti, traduci correttamente la parte quotata:
He reasoned that the corner provided what amounted to a large constant directivity horn, and that the labyrinth inside might be omitted.

Tu scrivi:
Pensava che l'angolo fornito quello che ammontano a una tromba a direttività costante di grandi dimensioni, e che l'interno labirinto può essere omessa.

La corretta traduzione è:
Egli ragionò sul FATTO CHE L'ANGOLO PROVVEDEVA A FORNIRE UNA TROMBA A DIRETTIVITA' COSTANTE DI GRANDI DIMENSIONI e che il labirinto interno sarebbe potuto essere omesso.

Se mi permetti, quindi, io non vedo qualcuno che non sappia cos'è una tromba, ma semplicemente uno che decide di usare UNA TROMBA CONICA fornita dall'ambiente stesso anzichè UNA TROMBA ESPONENZIALE costruita all'interno del fasciame del diffusore...
Questo molto IMHO, eh, ci mancherebbe, ed è un'intuizione più che una convinzione, vista la mia totale ignoranza in materia....

Ecco, fallo rimanere mooolto IHMO, perchè se solamente te avessi avuto una leggerissima infarinatura tecnica di come funziona un caricamento a tromba, non avresti MAI scritto delle considerazioni simili.
Come dire: hai intuizioni mooolto errate, non le far diventare delle convinzioni.

ok, farò così, se lo dici tu....
avatar
porfido
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 23.11.08
Numero di messaggi : 5044
Località : Ronchi (GO)
Impianto :
Spoiler:


Tornare in alto Andare in basso

Re: Il problema delle tre pareti (the gentleman version)...

Messaggio  sonic63 il Sab 6 Ott 2012 - 13:04

@Oscar ha scritto: quindi vi avvisavo che dovevate prendere con le "pinze" quello che si poteva trovare sul web e da questo tizio in particolare.
Poi se basta crearsi un sito web e un forum per farsi dare una "importanza" tecnica, allora io sono una nullità.
Ma preferisco rimanere una nullità e uno "qualunque" invece di andare in giro a fare certe "figuracce"...
Dal basso della mia poca "autorevolezza" tecnica da praticone della domenica, vi ho fatto partecipi di alcune considerazioni tecniche ben motivate, ma a quanto pare sembra che io stia parlando ad un muro di gomma.
Ottimo, non mi sento di fare battaglie e men che meno, contro i mulini a vento.
Quindi, amici come prima e buona lettura a tutti quanti.
Ognuno rimanga delle sue idee e nelle sue PROFONDISSIME convinzioni.
Un saluto

Comportandoti come fai non sei molto diverso dal tizio in questione.
Lui fà delle affermazioni, secondo te sbagliate, che tu contesti, ma se non spieghi dove sono sbagliate come si fà a capire chi ha ragione?
Le tue critiche restano solo aria fritta, come tante cose che girano sul web.
Anche perchè le tue "considerazioni tecniche ben motivate" io non le ho viste.
Amici come prima ! E buona lettura anche a te.
Hello

sonic63
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 21.12.09
Numero di messaggi : 5350
Località : napoli
Impianto : pre e finali autocostruiti + casse autocostruite

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il problema delle tre pareti (the gentleman version)...

Messaggio  Oscar il Sab 6 Ott 2012 - 13:09

Un angolo di una stanza NON è una tromba conica!
Non si carica un diffusore in reflex se lo si vuole poi caricare frontalmente contemporaneamente a "tromba".
Non si usano condotti reflex così piccoli, c'è un ben determinato rapporto tra superficie altoparlante e diametro reflex, che sotto una certa soglia creano solamente distorsioni e niente altro.
Va bene come considerazioni tecniche o volete anche le formule???
avatar
Oscar
Appassionato
Appassionato

Data d'iscrizione : 12.04.10
Numero di messaggi : 266
Località : Roma
Occupazione/Hobby : Fonico/modificatore
Provincia (Città) : Bastardo dentro
Impianto : lettore cd Sony CDP-X777es modificato,
dac Audio Alchemy DDE3.0 modificato,
pre a valvole Stealth a due telai,
2 finali Forte Audio model3 modificati in biamplificazione verticale
diffusori Infinity RS4.5
Cavi di segnale Audio Note e Cardas, VDH potenza, MIT alimentazione

http://it.groups.yahoo.com/group/Suzuki_DR600/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il problema delle tre pareti (the gentleman version)...

Messaggio  porfido il Sab 6 Ott 2012 - 13:13

@Oscar ha scritto:Un angolo di una stanza NON è una tromba conica!
Non si carica un diffusore in reflex se lo si vuole poi caricare frontalmente contemporaneamente a "tromba".
Non si usano condotti reflex così piccoli, c'è un ben determinato rapporto tra superficie altoparlante e diametro reflex, che sotto una certa soglia creano solamente distorsioni e niente altro.
Va bene come considerazioni tecniche o volete anche le formule???

Direi che manca il "ben motivate"...

Se ti potessero interessare altre considerazioni tecniche ben motivate, puoi leggere questo interessante documento che descrive la relazione tra volume del cabinet ed area del condotto reflex secondo Parham:
www.pispeakers.com/PiAlign.doc

oppure, più semplicemente:


The reflex tuning is slightly overdamped, which is characteristic of most of my designs. It provides a response curve that is similar to sealed, in that rolloff is gradual and smooth. But you gain the benefits of a vented cabinet, mainly increased LF and reduced excursion. I believe this is the best overall solution because it provides the highest degree of cone control without resorting to a huge basshorn. A basshorn would also open up another whole other can of worms, because they have their own set of problems for home hifi use, in my opinion. So to me, the reflex cabinet is king for hifi bass.

Don't forget that in a home sound environment - indoors, in a room - everything below the Schroeder frequency (around 150Hz or so) is smeared by boundary reflections. If you think about it, the best thing you can do is actually to provide some "jitter" in the reflections, decorrelating them or moving them around a little bit in time to average out the sound field. This goes in the opposite direction of what we would want outdoors or in a very large auditorium. Indoors, I want a point source above 150Hz, but I want multiple source positions and tunings below 100Hz. Between those ranges, I want transition where the multiple distributed sound sources gradually fade to a single source around the Schroeder frequency.

Regarding the three π vent, I would agree that it is not a large port, but I've never run into airspeed problems with it. There isn't a lot of displacement, really. I suppose if one were to pump a lot of content through them under 30Hz they would probably chuff, but that would be a problem anyway, since that's below the passband and the woofer would be unloaded. One would want to high-pass them at 30Hz in that scenario, really, sort of a prosound situation.
avatar
porfido
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 23.11.08
Numero di messaggi : 5044
Località : Ronchi (GO)
Impianto :
Spoiler:


Tornare in alto Andare in basso

Re: Il problema delle tre pareti (the gentleman version)...

Messaggio  Oscar il Sab 6 Ott 2012 - 19:25

Se per voi quelle sono argomentazioni tecniche ben motivate...ok.
AVETE RAGIONE VOI, stò sbagliando io
Un saluto a tutti e continuate così, andate bene per la vostra strada...
avatar
Oscar
Appassionato
Appassionato

Data d'iscrizione : 12.04.10
Numero di messaggi : 266
Località : Roma
Occupazione/Hobby : Fonico/modificatore
Provincia (Città) : Bastardo dentro
Impianto : lettore cd Sony CDP-X777es modificato,
dac Audio Alchemy DDE3.0 modificato,
pre a valvole Stealth a due telai,
2 finali Forte Audio model3 modificati in biamplificazione verticale
diffusori Infinity RS4.5
Cavi di segnale Audio Note e Cardas, VDH potenza, MIT alimentazione

http://it.groups.yahoo.com/group/Suzuki_DR600/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il problema delle tre pareti (the gentleman version)...

Messaggio  porfido il Sab 6 Ott 2012 - 19:33

@Oscar ha scritto:Se per voi quelle sono argomentazioni tecniche ben motivate...ok.
AVETE RAGIONE VOI, stò sbagliando io
Un saluto a tutti e continuate così, andate bene per la vostra strada...

Facile così... Wink
Un saluto anche a te.
avatar
porfido
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 23.11.08
Numero di messaggi : 5044
Località : Ronchi (GO)
Impianto :
Spoiler:


Tornare in alto Andare in basso

Re: Il problema delle tre pareti (the gentleman version)...

Messaggio  Oscar il Sab 6 Ott 2012 - 20:43

OK, ciaooo
avatar
Oscar
Appassionato
Appassionato

Data d'iscrizione : 12.04.10
Numero di messaggi : 266
Località : Roma
Occupazione/Hobby : Fonico/modificatore
Provincia (Città) : Bastardo dentro
Impianto : lettore cd Sony CDP-X777es modificato,
dac Audio Alchemy DDE3.0 modificato,
pre a valvole Stealth a due telai,
2 finali Forte Audio model3 modificati in biamplificazione verticale
diffusori Infinity RS4.5
Cavi di segnale Audio Note e Cardas, VDH potenza, MIT alimentazione

http://it.groups.yahoo.com/group/Suzuki_DR600/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il problema delle tre pareti (the gentleman version)...

Messaggio  gaeo il Lun 8 Ott 2012 - 8:54

madòòòòò io stavo leggendo con interesse e( magari anche con ragione )arriva uno che si incacchia e urla sono delle sonore cagate allora chiedo a questo signor OSCAR :"per cortesia io non ne capisco niente di come si progetta una cassa mi potrebbe spiegare a me con estrema calma che io non le ho mancato di rispetto come fare delle casse che non risentano del posizionamento?" perché non capendo niente capisco solo l'atteggiamento da io sò e voi no che sta tenendo e ciò non fa che mettere lei dalla parte del torto e non mi sposta tanto dal pensare di comprare uno dei kit del personaggio magari se mantiene un atteggiamento positivo e costruttivo riesce a far capire a chi vuole cosa sta dicendo in modo da evitare/mi di spendere soldi impropriamente.... la ringrazio anticipatamente se avrà la cortesia di preservare il mio portafoglio da spese insensate
avatar
gaeo
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 10.04.12
Numero di messaggi : 2159
Località : Venezia/Mestre
Occupazione/Hobby : chimico/moto musica
Provincia (Città) : allegro
Impianto : thorens TD320mk2 con puntina ortofon vivo red

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il problema delle tre pareti (the gentleman version)...

Messaggio  Switters il Lun 8 Ott 2012 - 10:29

@porfido ha scritto:
@Oscar ha scritto:Un angolo di una stanza NON è una tromba conica!
[...]

Direi che manca il "ben motivate"...
[...]


Da quanto ho capito un angolo non è una tromba perché viene meno la caratteristica della tromba di essere un adattatore di impedenza acustica tra il cono dell'altoparlante (bassa impedenza) e l'aria (alta impedenza).
Della tromba conserva invece l'aspetto di aumento di efficienza, poiché riduce lo spazio in cui il cono emette suoni, quindi l'energia acustica acustica disperdendosi in uno spazio inferiore produce un volume maggiore (a parità di distanza dall'altoparlante).

Ripeto: da quanto ho capito eh... ben vengano precisazioni e smentite...


Switters
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 24.02.11
Numero di messaggi : 5072
Località : Milano
Provincia (Città) : Milano
Impianto : solo stereo, non HiFi...


Tornare in alto Andare in basso

Re: Il problema delle tre pareti (the gentleman version)...

Messaggio  Tonyartemide il Lun 8 Ott 2012 - 18:54

A questo punto, meglio TROMBARE e passa la paura! Laughing
avatar
Tonyartemide
Membro di riguardo
Membro di riguardo

Data d'iscrizione : 15.06.12
Numero di messaggi : 796
Località : Martina Franca (TA)
Occupazione/Hobby : Medico
Provincia (Città) : Non ne parliamo
Impianto : Diffusori Proac Response 2.5 Clone con super crossovers e Fostex 206
Pre linea Musical Technology C3 a valvole
Pre Phono TP-Audio a valvole
CDP: Cambridge Audio Azur 550 C
Giradischi Thorens TD 160
Finale Harman Kardon HK680
Cavi di potenza: Van Den Hul Hybrid
Cavi di segnale: Mogami 2535 Stentor ed altri


Tornare in alto Andare in basso

Re: Il problema delle tre pareti (the gentleman version)...

Messaggio  Tonyartemide il Gio 18 Ott 2012 - 21:27

Riesumo questo post, per darvi delle impressioni personali nel mio ambiente di ascolto:
Le mie torri Proac Response 2.5 clone, suonano bene a 70-76 cm dalla parete di fondo, minimo. Evidentemente il problema delle 3 pareti si riduce allontanando il più possibile i diffusori dalla parete di fondo e laterali e spostando indietro il punto di ascolto. In queste condizioni, non solo ci sono tutte le frequenze, ma si apprezzano anche tridimensionalità, ariosità, focalizzazione spaziale.
avatar
Tonyartemide
Membro di riguardo
Membro di riguardo

Data d'iscrizione : 15.06.12
Numero di messaggi : 796
Località : Martina Franca (TA)
Occupazione/Hobby : Medico
Provincia (Città) : Non ne parliamo
Impianto : Diffusori Proac Response 2.5 Clone con super crossovers e Fostex 206
Pre linea Musical Technology C3 a valvole
Pre Phono TP-Audio a valvole
CDP: Cambridge Audio Azur 550 C
Giradischi Thorens TD 160
Finale Harman Kardon HK680
Cavi di potenza: Van Den Hul Hybrid
Cavi di segnale: Mogami 2535 Stentor ed altri


Tornare in alto Andare in basso

Re: Il problema delle tre pareti (the gentleman version)...

Messaggio  Enry il Gio 18 Ott 2012 - 21:35

E' vero anche per il mio caso ciò che ha scritto Tonyartemide....tutti i miglioramenti di tridimensionalità, ariosità, focalizzazione li ho nettamente percepiti riposizionando in modo abbastanza accurato i miei diffusori secondo il metodo cardas....anche se a scapito di una lieve ma percepibile diminuzione delle basse frequenze...
I miei al momemto sono posizionati a 1,9m dalla parete di fondo e sono perfettamente paralleli luno all altro.
avatar
Enry
Membro di riguardo
Membro di riguardo

Data d'iscrizione : 29.01.11
Numero di messaggi : 783
Località : Ferrara
Provincia (Città) : è dura stare al mondo...!
Impianto : ...in fase . . .

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il problema delle tre pareti (the gentleman version)...

Messaggio  fritznet il Gio 18 Ott 2012 - 22:12

E' normale che sia così, allontanando i diffusori dall'incrocio delle pareti diminuiscono le interferenze distruttive apportate dalle prime riflessioni, soprattutto in gamma media ed acuta, quindi il messaggio stereofonico ne esce più simile all'originale, permettendo una ricostruzione scenica più corretta.

avatar
fritznet
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 27.02.10
Numero di messaggi : 8998
Località : Querceto
Provincia (Città) : .
Impianto : lol-fi


Tornare in alto Andare in basso

Re: Il problema delle tre pareti (the gentleman version)...

Messaggio  Fernando Micelli il Ven 19 Ott 2012 - 0:29

@Tonyartemide ha scritto:Riesumo questo post, per darvi delle impressioni personali nel mio ambiente di ascolto:
Le mie torri Proac Response 2.5 clone, suonano bene a 70-76 cm dalla parete di fondo, minimo. Evidentemente il problema delle 3 pareti si riduce allontanando il più possibile i diffusori dalla parete di fondo e laterali e spostando indietro il punto di ascolto. In queste condizioni, non solo ci sono tutte le frequenze, ma si apprezzano anche tridimensionalità, ariosità, focalizzazione spaziale.
Tempo che non sia proprio così. Allontanando dalle pareti, semmai, peggiori le cose.

Ormai sembra che la...madre di tutti i problemi sia "il problema delle tre pareti".

Non è così, questo è uno e forse pure il più prevedibile dei problemi.

Il problema grosso in un ambiente sono le stazionarie legate alle dimensioni fisiche ed
ai modi principali e secondari di risonanza, il suo tempo di riverbero (RT), ed il livello di
assorbimento.

Poi vengono "le tre pareti"!

Prova ne è che il nostro Tony allontanando i diffusori dai muri ha peggiorato il problema
delle tre pareti (che ha rotto veramente!) ma ha contemporaneamente ridotto l'eccitazione
dei modi di risonanza primari e le stazionarie del suo ambiente, inoltre ora ha più suono
diretto e probabilissimamente... meno bassi!

E chè dice? "...suonano bene!".

Visto?


Fernando Micelli
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 29.04.11
Numero di messaggi : 1317
Località : Maruggio (TA)
Impianto : Amplificatore Mosfet 250 + Casse 4,5 vie

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il problema delle tre pareti (the gentleman version)...

Messaggio  Biagio De Simone il Ven 19 Ott 2012 - 0:56

@Fernando Micelli ha scritto:
@Tonyartemide ha scritto:Riesumo questo post, per darvi delle impressioni personali nel mio ambiente di ascolto:
Le mie torri Proac Response 2.5 clone, suonano bene a 70-76 cm dalla parete di fondo, minimo. Evidentemente il problema delle 3 pareti si riduce allontanando il più possibile i diffusori dalla parete di fondo e laterali e spostando indietro il punto di ascolto. In queste condizioni, non solo ci sono tutte le frequenze, ma si apprezzano anche tridimensionalità, ariosità, focalizzazione spaziale.
Tempo che non sia proprio così. Allontanando dalle pareti, semmai, peggiori le cose.

Ormai sembra che la...madre di tutti i problemi sia "il problema delle tre pareti".

Non è così, questo è uno e forse pure il più prevedibile dei problemi.

Il problema grosso in un ambiente sono le stazionarie legate alle dimensioni fisiche ed
ai modi principali e secondari di risonanza, il suo tempo di riverbero (RT), ed il livello di
assorbimento.

Poi vengono "le tre pareti"!

Prova ne è che il nostro Tony allontanando i diffusori dai muri ha peggiorato il problema
delle tre pareti (che ha rotto veramente!) ma ha contemporaneamente ridotto l'eccitazione
dei modi di risonanza primari e le stazionarie del suo ambiente, inoltre ora ha più suono
diretto e probabilissimamente... meno bassi!

E chè dice? "...suonano bene!".

Visto?

Ma poi saranno tre pareti? Mmm A me sembrano di più, ma potrei sbagliare.
avatar
Biagio De Simone
Membro classe diamante
Membro classe diamante

Data d'iscrizione : 29.12.10
Numero di messaggi : 10261
Località : ............
Occupazione/Hobby : mi occupo di far avere piena consapevolezza ai B.M. delle loro reali possibilità.
Provincia (Città) : eccellente
Impianto : comprato al MEDIAWORLD, ma a me serve per ascoltare musica, non per guardarlo, peggio ancora mostrarlo.

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il problema delle tre pareti (the gentleman version)...

Messaggio  fritznet il Ven 19 Ott 2012 - 1:18

Infatti contribuiscono tutte e sei, o quante sono (se la stanza non è un parallelepipedo) Very Happy
avatar
fritznet
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 27.02.10
Numero di messaggi : 8998
Località : Querceto
Provincia (Città) : .
Impianto : lol-fi


Tornare in alto Andare in basso

Re: Il problema delle tre pareti (the gentleman version)...

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 3 di 4 Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum