T-Forum, not just T-class. Since 2008, the affordable HiFi for you.
Benvenuto nel T-Forum!
Connettiti in modo da farti riconoscere come membro affezionato, oppure registrati così potrai partecipare attivamente alle discussioni.
Cerca
 
 

Risultati secondo:
 

 


Rechercher Ricerca avanzata

Ultimi argomenti
» ALIENTEK D8 vs FX AUDIO 802C
Oggi a 12:27 Da micio_mao

» AUDIOLAB 8000SE
Oggi a 12:08 Da Gabriele Barnabei

» Collegare più sorgenti al T-Amp
Oggi a 11:55 Da Kha-Jinn

» R.I.P GREG LAKE
Oggi a 11:25 Da scontin

» Cavo ad Y RCA per Subwoofer
Oggi a 11:22 Da Kha-Jinn

» Denon PMA 50
Oggi a 11:05 Da Enry

» Una storia di cavi
Oggi a 10:57 Da Angel2000

» Concerto Ian Paice - Pistoia, 8 dicembre
Oggi a 10:50 Da pallapippo

» Consigli per impianto 2.1
Oggi a 10:46 Da Kha-Jinn

» AudioNirvana Super 12" Cast Frame in cabinet 5.6MKII - risultato finale
Oggi a 10:11 Da embty2002

» upgrade 2500 max
Oggi a 9:49 Da titonic

» [VENDO] Vinili classica e altro da 4,90 € in su
Oggi a 6:29 Da savi

» [CB + s.s.] Vendo vinili: ampia scelta
Oggi a 6:12 Da savi

» Stamattina... Oggi pomeriggio... Stasera... Stanotte... (parte 14)
Oggi a 0:36 Da CHAOSFERE

» Nuovo ADCOM GFA-565-SE, acquisto
Ieri a 23:58 Da sound4me

» Pioneer SA-706 non va d'accordo con Canton Quinto 520...
Ieri a 23:30 Da mauretto

» Chi ben comincia...consigli
Ieri a 23:23 Da p.cristallini

» Madame Butterfly
Ieri a 23:02 Da enrico massa

» RCF Stereo Amplifier AF 6181
Ieri a 22:28 Da Aggeo

» cablaggio interno
Ieri a 21:46 Da Angel2000

» (GE) Trasformatore toroidale 230 V~ 2 x 45 V 2 x 3.33 A 300 VA Sedlbauer.
Ieri a 14:44 Da scontin

» Antenna FM
Ieri a 13:37 Da fritznet

» Dac per Koss PortaPro?
Ieri a 13:22 Da mako

» TUTORIAL MODIFICHE TPA 3116 COMPLETO
Ieri a 12:39 Da Angel2000

» El GORDO - una torre senza filtri, si può?
Ieri a 12:23 Da Angel2000

» Cuffie bestbuy 150€ no amplificatore
Ieri a 11:50 Da bob80

» Diffusore bookshelf a due vie con woofer caricato in doppio carico Asimmetrico a vista (DCAAV)
Ieri a 11:45 Da ricky84

» [NO] vendo pre+finale valvole classe A
Ieri a 8:23 Da gigetto

» Confronto tra Breeze full mod. vs Drok ta2024b pareri personali e riflessioni
Ieri a 0:33 Da RAMONE67

» Amplificatore per Scythe SCBKS-1100 Kro Craft Speaker Rev. B, quale migliore?
Mer 7 Dic 2016 - 23:52 Da giucam61

» L'ho fatto, le ho distrutte :D
Mer 7 Dic 2016 - 21:08 Da zimone-89

» Daphile - Audiophile Music Server & Player OS
Mer 7 Dic 2016 - 20:53 Da dinamanu

»  il trends tamp è oggi un oggetto superato?
Mer 7 Dic 2016 - 19:18 Da alexandros

» Quale ampli per le mie Dynaudio M20
Mer 7 Dic 2016 - 18:13 Da dinamanu

» Casse acustiche quali?b&w 684 o IL tesi 560?
Mer 7 Dic 2016 - 16:26 Da rx78

» impianto entry -level
Mer 7 Dic 2016 - 11:12 Da giucam61

» fissa lettore CD
Mer 7 Dic 2016 - 10:54 Da giucam61

» jbl lsr 305 vs krk rokit 6 g3
Mer 7 Dic 2016 - 8:41 Da luigigi

» CAIMAN SEG
Mer 7 Dic 2016 - 0:42 Da Zio

» (NA) Amplificatore Kingrex con DAC usb e uscita cuffie €270+ sped.
Mer 7 Dic 2016 - 0:20 Da sonic63

» Daphile in ram
Mar 6 Dic 2016 - 23:58 Da ghiglie

» Aiuto lenco L75s
Mar 6 Dic 2016 - 20:36 Da Angel2000

» Ho preso le grado sr80e e vi porto un po' di impressioni
Mar 6 Dic 2016 - 19:02 Da dinamanu

» Alimentatore Muse i25w Ta2021 quale connettore?
Mar 6 Dic 2016 - 18:22 Da Tasso

» Messaggio per Valterneri NAD90
Mar 6 Dic 2016 - 18:05 Da enrico massa

» [to]Vincent sp 997 finali mono
Mar 6 Dic 2016 - 14:51 Da krell2

» OLD AKG K141 MONITOR E LITTLE DOT MK II V3.0
Mar 6 Dic 2016 - 14:47 Da sportyerre

» [AN] Teac UD-H01
Mar 6 Dic 2016 - 14:27 Da Masterix

» Player hi fi
Mar 6 Dic 2016 - 11:38 Da santidonau

» ultimo nato (mau 749 R.I.P)
Mar 6 Dic 2016 - 6:01 Da Tommaso Cantalice

Sondaggio

Interessati alla guida per la costruzione di un server audio?

76% 76% [ 148 ]
24% 24% [ 47 ]

Totale dei voti : 195

I postatori più attivi della settimana
CHAOSFERE
 
fritznet
 
lello64
 
dinamanu
 
rx78
 
giucam61
 
gigetto
 
Angel2000
 
schwantz34
 
savi
 

I postatori più attivi del mese
CHAOSFERE
 
dinamanu
 
lello64
 
Angel2000
 
giucam61
 
fritznet
 
gigetto
 
rx78
 
R!ck
 
natale55
 

Migliori postatori
Stentor (20392)
 
DACCLOR65 (19629)
 
schwantz34 (15495)
 
Silver Black (15375)
 
nd1967 (12784)
 
flovato (12509)
 
Biagio De Simone (10219)
 
piero7 (9854)
 
wasky (9229)
 
fritznet (8495)
 

Statistiche
Abbiamo 10371 membri registrati
L'ultimo utente registrato è pturci

I nostri membri hanno inviato un totale di 769528 messaggi in 50066 argomenti
Chi è in linea
In totale ci sono 80 utenti in linea :: 12 Registrati, 2 Nascosti e 66 Ospiti :: 1 Motore di ricerca

___Oscar___, Biagio De Simone, cele, chiccoevani, dinamanu, giusp, Kha-Jinn, micio_mao, Nadir81, potowatax, summicron, valterneri

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo degli utenti in linea è stato 4379 il Lun 25 Mag 2015 - 15:01
Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 


Bookmarking sociale

Bookmarking sociale Digg  Bookmarking sociale Delicious  Bookmarking sociale Reddit  Bookmarking sociale Stumbleupon  Bookmarking sociale Slashdot  Bookmarking sociale Furl  Bookmarking sociale Yahoo  Bookmarking sociale Google  Bookmarking sociale Blinklist  Bookmarking sociale Blogmarks  Bookmarking sociale Technorati  




Conserva e condividi l'indirizzo di T-Forum, not just T-class. Since 2008, the affordable HiFi for you. sul tuo sito sociale bookmarking

Pannelli acustici "t-class" per trattamento della stanza d'ascolto

Pagina 6 di 8 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Pannelli acustici "t-class" per trattamento della stanza d'ascolto

Messaggio  SaNdMaN il Ven 6 Set 2013 - 19:13

@robertopisa ha scritto:Se per questo tutto è un trucco, anche i diffusori in cui un progettista ha scelto di tagliare le frequenze d'incrocio in certo modo anziché in un altro, il punto non è quello. Ammettendo pure che sia un trucco, quello che volevo dire è che con i pannelli si riescono a trattare problemi che con il DRC non si possono trattare e viceversa. Secondo me, è sbagliato dichiarare che con il DRC si possa fare tutto quello che normalmente si può fare con il trattamento acustico di una stanza: ci sono vantaggi e svantaggi in ognuno, altrimenti uno studio pro non spenderebbe 100mila euro per il trattamento acustico se questo si può fare con un sw che costa mille euro. Ma mi sa che siamo un po' OT rispetto all'argomento di questo 3D Smile



@SaNdMaN ha scritto:Roberto anche i pannelli sono un "trucco" e ancora più vistoso di un DRC. Entrambi manipolano (chi via sofware, chi manualmente ) la risposta in frequenza in ambiente.
E' come fare 2+2:  usi carta e penna oppure una calcolatrice. Il risultato non cambia. Anzi probabilmente nel primo caso l'errore umano è più frequente e probatorio.
Infatti il Dirac viene usati in molti studi di registrazione (basta fare un giretto in rete) e continuo ad affermare che non c'è paragone. Sai quanti anni sono che vado dietro ai pannelli in tutte le salse? Sì, aiutano, ma non fanno miracolo e il più delle volte sono dannosi se mal applicati.
Comunque, per dirtene una: con il DRC puoi mettere un diffusore con doppio reflex posteriore "attaccato"al muro" (sì, hai letto bene! Very Happy ) e lo sentirai senza rimbombi o bassi gonfi....semplicemente suonerà come nessun pannello al mondo riuscirebbe a "correggere".
Scusami, ma prima di affermare che i pannelli sono la manna dal cielo dei nostri ambienti hai almeno provato un DRC? Chè da come scrivi penso proprio di no Hello 

SaNdMaN
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 29.09.11
Numero di messaggi : 5972
Provincia (Città) : Roma
Impianto : Sorgente: Marantz CD60004
Trasporto: M2Tech HiFace Two
DAC: Musical Fidelity VDAC II -XMOS PCM5102 DAC - Cambridge Audio DAC100 - Behringer Ultramatch PRO CS4398 a trasformatori
HTCP Silverstone: JRiver con Dirac Live Room Correction
Preamplificatore: Gomez - Prebby HV - PrebbyHeadHV - PreFET
Finali: 2 Adcom GFA 555 - TPA3116 - Abletec 240 - TA 10.2
Diffusori: Focal Aria 906 - Dynaudio DM 2/7 - Cerwin Vega SL15
Cuffie: Grado SR325i - Sennheiser HD600
Ampli Cuffie: JHL class A - Prebby Head HV




Tornare in alto Andare in basso

Re: Pannelli acustici "t-class" per trattamento della stanza d'ascolto

Messaggio  grunter il Ven 6 Set 2013 - 23:00

Roberto ha trattato acusticamente la sua stanza in modo tale che, ti assicuro, non c'è alcun bisogno di drc/dirac, almeno per il mio orecchio.
Si può comunque provare ad usarlo per vedere se c'è un ulteriore miglioramento.
Che poi sia più facile e conveniente usare dirac che non trattare la stanza questo è condivisibile ma che sia a priori la scelta migliore... non so.

grunter
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 16.12.10
Numero di messaggi : 3934
Località : Pistoia
Occupazione/Hobby : Informatica e Fotografia
Provincia (Città) : PT
Impianto :
Spoiler:

SORGENTE: Player Naudio con mod Robertopisa per upmixing da 2 a 8 canali su pc Windows Server 2012 R2
DAC: Merging Hapi
PRE: Audio Research LS 27
AMPLI: Krell fpb 400cx
CASSE: Vienna Acoustics Beethoven Concert Grand
CAVI ALIMENTAZIONE Neutral Cable Fascino
CAVI POTENZA Viablue sc4
CAVI SEGNALE Gotham GAC-2 Ultra Pro Hi-End
CAVO USB Neutral Cable Passion
CUFFIE: Sennheiser HD-800 - Beyerdynamic T90 - Shure 1840
AMPLI CUFFIE: Violectric V200
DAC/AMPLI CUFFIE: Geek Pulse Infinity - GeekOut1000


http://fsphoto.net63.net

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pannelli acustici "t-class" per trattamento della stanza d'ascolto

Messaggio  Solomon il Ven 6 Set 2013 - 23:03

@gaeo ha scritto:e se ascolti il gira come fai?
La correzione tramite Dirac può funzionare anche su segnali analogici acquisiti tramite scheda audio. Teoricamente (sarebbe da provare), se usi una scheda audio con ingressi pre il collegamento potrebbe essere il seguente.
GIRA --- > Pre PHONO ---> Uscita PRE OUT ----> ingresso scheda audio prosumer (tipo TC ELECTRONIC IMPACT TWIN o EMU 1212m ----> Correzione dirac ----> uscita digitale scheda audio -----> ingresso DAC ----> AMPLI -----> DIFFUSORI -----> DIVANO con felicità.


Varianti.
- Se non si è troppo pretenziosi, si può usare l'uscita analogica della scheda audio invece del dac.
- Invece di usare pre-phono esterno si può usare una scheda audio con ingresso phono integrato, vedi E-MU 1616m.


_________________
- Album scelto per adesso: Steven Wilson - Hand. Cannot. Erase. - Kscope - Bluray DTS/LPCM/24-96
- Tu creasti per loro un tempio nell'udito - R.M. Rilke -

Solomon
Moderatore di sezione
Moderatore di sezione

Data d'iscrizione : 07.07.10
Numero di messaggi : 2237
Località : Palermo
Provincia (Città) : Palermo
Impianto : decisamente multicanale

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pannelli acustici "t-class" per trattamento della stanza d'ascolto

Messaggio  Solomon il Ven 6 Set 2013 - 23:05

@robertopisa ha scritto:Secondo me, è sbagliato dichiarare che con il DRC si possa fare tutto quello che normalmente si può fare con il trattamento acustico di una stanza: ci sono vantaggi e svantaggi in ognuno, altrimenti uno studio pro non spenderebbe 100mila euro per il trattamento acustico se questo si può fare con un sw che costa mille euro. Ma mi sa che siamo un po' OT rispetto all'argomento di questo 3D Smile
Roberto, tu che puoi ed hai mezzi e conoscenze, perché non provi Dirac per 14 giorni gratis e misuri il suo risultato al punto d'ascolto? Magari puoi fare anche una comparativa pre e dopo dirac.

Smile

_________________
- Album scelto per adesso: Steven Wilson - Hand. Cannot. Erase. - Kscope - Bluray DTS/LPCM/24-96
- Tu creasti per loro un tempio nell'udito - R.M. Rilke -

Solomon
Moderatore di sezione
Moderatore di sezione

Data d'iscrizione : 07.07.10
Numero di messaggi : 2237
Località : Palermo
Provincia (Città) : Palermo
Impianto : decisamente multicanale

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pannelli acustici "t-class" per trattamento della stanza d'ascolto

Messaggio  SaNdMaN il Ven 6 Set 2013 - 23:07

@grunter ha scritto:Roberto ha trattato acusticamente la sua stanza in modo tale che, ti assicuro, non c'è alcun bisogno di drc/dirac, almeno per il mio orecchio.
Si può comunque provare ad usarlo per vedere se c'è un ulteriore miglioramento.
Che poi sia più facile e conveniente usare dirac che non trattare la stanza questo è condivisibile ma che sia a priori la scelta migliore... non so.
Non metto in dubbio le capacità di Roberto. Ho seguito per molto tempo il suo lavoro e sono convinto che sia eccellente nel progetto ma soprattutto nella sua funzione. Così come stimo Roberto per come si pone e per la passione che condivide con tutti noi.
Il mio discorso verteva principalmente sulla "comodità", "velocità", "personalizzazione" nonchè "misure fatte ad HOC" che il DRC dellea Dirac offre° a 360. E tutto sommato al prezzo di DAC.
IHMO usare il Dirac vale più di ogni cambio diffusori, ampli o qualsivoglia elettronica della catena audio. Mi scuso con Roberto se quello che ho scritto possa essere passato come una critica al suo lavoro che, ripeto, è eccellente sotto tutti i punti di vista.

SaNdMaN
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 29.09.11
Numero di messaggi : 5972
Provincia (Città) : Roma
Impianto : Sorgente: Marantz CD60004
Trasporto: M2Tech HiFace Two
DAC: Musical Fidelity VDAC II -XMOS PCM5102 DAC - Cambridge Audio DAC100 - Behringer Ultramatch PRO CS4398 a trasformatori
HTCP Silverstone: JRiver con Dirac Live Room Correction
Preamplificatore: Gomez - Prebby HV - PrebbyHeadHV - PreFET
Finali: 2 Adcom GFA 555 - TPA3116 - Abletec 240 - TA 10.2
Diffusori: Focal Aria 906 - Dynaudio DM 2/7 - Cerwin Vega SL15
Cuffie: Grado SR325i - Sennheiser HD600
Ampli Cuffie: JHL class A - Prebby Head HV




Tornare in alto Andare in basso

Re: Pannelli acustici "t-class" per trattamento della stanza d'ascolto

Messaggio  gaeo il Ven 6 Set 2013 - 23:59

dico la mia ho sentito spesso software simili funzionare in ambienti più o meno sani anche e soprattutto studi ma a detta dei tecnici/ amici/proprietari non sono mai riusciti ad ottenere miracoli certo aiutano molto costano relativamente poco e sono molto semplici da installare/personalizzare ma un ambiente sano in cui non ci siano grossi problemi da sicuramente migliori risultati quindi mia opinione prima si sistema i problemi dell'ambiente poi per ottenere il massimo si corregge questa è la mia opinione come è mia opinione che l'ascolto del vinile ha qualcosa in più che non mi sento di lanciare fuori dalla finestra per cosa poi? se qualcuno vuole rispondermi il cd prenda vada a prendersi una tanica di benzina e si dia fuoco per l'alta definizione invece ha più di qualche ragione ed infatti una volta sistemato una serie di cose sull'impianto ho intenzione di farmi un bel sistemino per la liquida ma fare una cosa fatta bene ci voglion soldini che non ho!

gaeo
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 10.04.12
Numero di messaggi : 2159
Località : Venezia/Mestre
Occupazione/Hobby : chimico/moto musica
Provincia (Città) : allegro
Impianto : thorens TD320mk2 con puntina ortofon vivo red

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pannelli acustici "t-class" per trattamento della stanza d'ascolto

Messaggio  robertopisa il Sab 7 Set 2013 - 6:25

Ciao ragazzi, volevo dire che non sono contrario al DRC e, anzi, appena finisco di sistemare la stanza, voglio provare DIRAC. Se mi viene la voglia e la forza di farlo, l'ideale sarebbe rimuovere tutto il trattamento che ho fatto, tranne una grossa trappola dietro il punto di ascolto, e usare DIRAC per un po' fino a che il suono non mi soddisfa. Poi rimetterei tutto a posto e chiamerei qualche amico del tforum per una prova comparativa d'ascolto: prima con i pannelli, poi un quarto d'ora per rimuovere i pannelli, e quindi con DIRAC già configurato.

Vorrei però dire, prima ancora di fare come sopra, che la penso come gaeo. Prima cerco di ottimizzare con il trattamento acustico fisico mediante pannelli e trappole utilizzando REW per valutarne l'impatto; poi uso DRC/DIRAC per correggere quello che rimane. Cioè la soluzione migliore potrebbe essere non quella di usare solo l'una o l'altra, ma entrambe per combinare al meglio le loro qualità.

Esempi di cose che credo non si possano fare con DRC, mentre con i pannelli sì.


  • Ritardare le riflessioni laterali delle medio-alte rispetto al suono diretto deflettendo le prime: questo ritardo è importante perché viene usato dall'orecchio per collocare nello spazio la sorgente del suono, quindi il famoso soundstage. Quando si hanno solo due diffusori, non riesco proprio a vedere come fare.
  • Superare i limiti di distorsione del proprio impianto. In alcuni casi estremi in cui non ci sono per niente delle trappole, la curva di riferimento del DRC che uno vuole ottenere richiede all'impianto di realizzare una correzione tale che lo manda in distorsione. In altre parole, anche se sulla carta la correzione prevista dal DRC è perfetta, non è detto che l'impianto riesca a stargli dietro con musica molto dinamica e tanti transienti.


Esempi di cose che credo non si possano fare con i panneli, mentre con il DRC sì.


  • Risposta nelle frequenze basse quasi lineare. Esiste una tecnica che prevede 4 woofer, due attaccati alla parete anteriore e due perfettamente simmetrici attaccati alla parete posteriore. Con il DRC è possibile ritardare e calibrare il segnale sui due woofer posteriori, senza modificare il segnale sui due woofer anteriori, in modo che non ci siano valli e picchi. È una tecnica poco nota, ma non riesco più a trovare il riferimento su gearslutz. Si riesce a ottenere la stessa pressione sonora in quasi tutti i punti della stanza. L'unico problema è paradossalmente dato dalle frequenze medio-alte che decadono con la distanza, per cui conviene comunque scegliere uno spot.
  • Localizzazione 3D del suono. Sempre con 4 altoparlanti, si riesce a collocare con precisione un suono all'interno di una stanza. Se la persona si muove e il movimento è trasmesso al sistema di localizzazione, il sistema adatta il tutto in tempo reale.
  • Calibrazione in tempo reale di situazioni complesse. Ho portato mia figlia al concerto degli 1D a Verona (se avete una figlia teenager, sicuramente conoscete il gruppo). Ero abituato a sentire lunghe prove degli strumenti prima del concerto. Bene, questa cosa invece è durata un quarto d'ora a dir tanto. Mi hanno poi spiegato che esistono dei sistemi SW sofisticati che calibrano il tutto in tempo reale durante il concerto, quando ci sono le persone (siamo delle bass trap), senza più fare tutte le prove prima.


P.S. Non c'è bisogno di scuse, mi sembra che la discussione sia stata tranquilla finora, anche se un po' OT rispetto all'argomento del 3D.

robertopisa
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 08.04.10
Numero di messaggi : 1636
Provincia (Città) : Pisa
Impianto :
premi per vedere:


Tornare in alto Andare in basso

Re: Pannelli acustici "t-class" per trattamento della stanza d'ascolto

Messaggio  luigigi il Sab 7 Set 2013 - 8:00

@SaNdMaN ha scritto:Roberto anche i pannelli sono un "trucco" e ancora più vistoso di un DRC. Entrambi manipolano (chi via sofware, chi manualmente ) la risposta in frequenza in ambiente.
Ale, premesso che a breve, anche per motivi che non c'entrano nulla con la correzione ambientale, ma per usare i pannelli davanti alla maggie come "protezione", realizzerò i pannelli, ti chiedo se per usare DIRAC, è sufficiente un i3 con 4GB di ram. Inoltre, non senti limitazioni alla dinamica ? e, che tu sappia, si può effettuare la calibrazione utilizzando una scheda audio esterna ed un classico microfono con XLR (shre 58 ad es..). Se siamo, come siamo, molto OT, perchè non aprire un 3D apposito ?

luigigi
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 06.02.12
Numero di messaggi : 2596
Località : Padania inferiore
Occupazione/Hobby : Formatore , tecnico commerciale, chitarrista
Provincia (Città) : Lodi
Impianto : Mdac- CJ PV 10 (A?) - Am Audio A 50 -Magneplanar 1.6 - Cavi Pierpabass - Kimbre timbre -Qed silver - Supra -

http://digilander.libero.it/MSQuintet/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pannelli acustici "t-class" per trattamento della stanza d'ascolto

Messaggio  SaNdMaN il Sab 7 Set 2013 - 8:37

@luigigi ha scritto:
@SaNdMaN ha scritto:Roberto anche i pannelli sono un "trucco" e ancora più vistoso di un DRC. Entrambi manipolano (chi via sofware, chi manualmente ) la risposta in frequenza in ambiente.
Ale, premesso che a breve, anche per motivi che non c'entrano nulla con la correzione ambientale, ma per usare i pannelli davanti alla maggie come "protezione", realizzerò i pannelli, ti chiedo se per usare DIRAC, è sufficiente un i3 con 4GB di ram. Inoltre, non senti limitazioni alla dinamica ? e, che tu sappia, si può effettuare la calibrazione utilizzando una scheda audio esterna ed un classico microfono con XLR (shre 58 ad es..). Se siamo, come siamo, molto OT, perchè non aprire un 3D apposito ?
Assolutamente sì Luigi, per tutte le domande. Per le misurazioni uso un ottimo microfono USB della miniDSP. Un microfono omnidirezionale che può essere calibrato tramite file (txt), veramente ben fatto. Avendo un attacco USB mi tolgo anche il pensiero della scheda audio, ecc.

@Roberto e Gaeo: è ovvio che un ambiente già trattato acusticamente è già pronto per "piccole" correzioni fatte dal Dirac. E' come se volessi truccare un cesso (mi servirà tanto, ma tanto fondotinta) e una bella donna (basteranno solo dei piccoli ritocchi) Very Happy 

@Roberto: le scuse mi sono sentite di fartele soprattutto per non fraintendere il mio discorso sul DRC. Sono da sempre convinto che l'ambiente gioca un ruolo determinante ai fini dell'ascolto. Il trattamento con pannelli fatti su "misura" e installati con una certa logica di base mi ha sempre favorevolmente convinto. Più ancora però, mi ha convinto il Dirac, che per quello che fa (non è vero che comprime, distorce, ecc.) ha del "miracoloso".

SaNdMaN
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 29.09.11
Numero di messaggi : 5972
Provincia (Città) : Roma
Impianto : Sorgente: Marantz CD60004
Trasporto: M2Tech HiFace Two
DAC: Musical Fidelity VDAC II -XMOS PCM5102 DAC - Cambridge Audio DAC100 - Behringer Ultramatch PRO CS4398 a trasformatori
HTCP Silverstone: JRiver con Dirac Live Room Correction
Preamplificatore: Gomez - Prebby HV - PrebbyHeadHV - PreFET
Finali: 2 Adcom GFA 555 - TPA3116 - Abletec 240 - TA 10.2
Diffusori: Focal Aria 906 - Dynaudio DM 2/7 - Cerwin Vega SL15
Cuffie: Grado SR325i - Sennheiser HD600
Ampli Cuffie: JHL class A - Prebby Head HV




Tornare in alto Andare in basso

Re: Pannelli acustici "t-class" per trattamento della stanza d'ascolto

Messaggio  robertopisa il Sab 7 Set 2013 - 12:23

Concordo che il mic della miniDSP è ottimo, tra l'altro REW lo prevede tra le sue scelte in alternativa all'ECM 8000. L'unica cosa è che non so se si può usare con un cavo USB molto lungo.

@SaNdMaN. Se hai tempo e voglia, potresti preparare un 3D con una piccola introduzione su come usare DIRAC? A questo punto ci hai incuriositi tutti Smile


@SaNdMaN ha scritto:
@luigigi ha scritto:Ale, premesso che a breve, anche per motivi che non c'entrano nulla con la correzione ambientale, ma per usare i pannelli davanti alla maggie come "protezione", realizzerò i pannelli, ti chiedo se per usare DIRAC, è sufficiente un i3 con 4GB di ram. Inoltre, non senti limitazioni alla dinamica ? e, che tu sappia, si può effettuare la calibrazione utilizzando una scheda audio esterna ed un classico microfono con XLR (shre 58 ad es..). Se siamo, come siamo, molto OT, perchè non aprire un 3D apposito ?
Assolutamente sì Luigi, per tutte le domande. Per le misurazioni uso un ottimo microfono USB della miniDSP. Un microfono omnidirezionale che può essere calibrato tramite file (txt), veramente ben fatto. Avendo un attacco USB mi tolgo anche il pensiero della scheda audio, ecc.

@Roberto e Gaeo: è ovvio che un ambiente già trattato acusticamente è già pronto per "piccole" correzioni fatte dal Dirac. E' come se volessi truccare un cesso (mi servirà tanto, ma tanto fondotinta) e una bella donna (basteranno solo dei piccoli ritocchi) Very Happy 

@Roberto: le scuse mi sono sentite di fartele soprattutto per non fraintendere il mio discorso sul DRC. Sono da sempre convinto che l'ambiente gioca un ruolo determinante ai fini dell'ascolto. Il trattamento con pannelli fatti su "misura" e installati con una certa logica di base mi ha sempre favorevolmente convinto. Più ancora però, mi ha convinto il Dirac, che per quello che fa (non è vero che comprime, distorce, ecc.) ha del "miracoloso".

robertopisa
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 08.04.10
Numero di messaggi : 1636
Provincia (Città) : Pisa
Impianto :
premi per vedere:


Tornare in alto Andare in basso

Re: Pannelli acustici "t-class" per trattamento della stanza d'ascolto

Messaggio  Solomon il Sab 7 Set 2013 - 12:32

@luigigi ha scritto:DIRAC, è sufficiente un i3 con 4GB di ram. Inoltre, non senti limitazioni alla dinamica ? e, che tu sappia, si può effettuare la calibrazione utilizzando una scheda audio esterna ed un classico microfono con XLR (shre 58 ad es..).

Nessun limite nella dinamica, quella ci sarà tutta, semplicemente si dovrà aumentare il volume un po' più del solito, secondo la tipologia di correzione che Dirac sta effettuando (se ad esempio è un caso estremo con voragini di 10db, allora il volume verrà abbassato di 10db per compensare la perdita)

Il microfono deve per forza essere un microfono di misura, con un file di calibrazione anche generico. Il miniDSP va bene, così come un ECM8000 se più comodo e se si possiede già una scheda audio con ingressi XLR / Phantom. Smile


_________________
- Album scelto per adesso: Steven Wilson - Hand. Cannot. Erase. - Kscope - Bluray DTS/LPCM/24-96
- Tu creasti per loro un tempio nell'udito - R.M. Rilke -

Solomon
Moderatore di sezione
Moderatore di sezione

Data d'iscrizione : 07.07.10
Numero di messaggi : 2237
Località : Palermo
Provincia (Città) : Palermo
Impianto : decisamente multicanale

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pannelli acustici "t-class" per trattamento della stanza d'ascolto

Messaggio  scoobydoo il Sab 7 Set 2013 - 12:47

Mentre il 3d si sviluppava in commenti e disserzioni varie sull'utilità o meno del Dirac, ieri sera sono passato all'attacco.
Premetto che il mio ambiente è di dimensioni ridotte e certamente non rappresenta il massimo per ottenere un ascolto come a tutti noi piacerebbe e condiziona enormemente il risultato finale a prescindere da qualsiasi elettronica/componente venga utilizzato. Ha soltanto pochi pregi (a volte importanti a volte meno) : non subisce problemi WAF ed ha elettroniche ed hardware di medio livello.
Ebbene, dopo aver acquistato il microfono Minidsp (quello anche indicato da Alessandro) per le rilevazioni ed il software Dirac da rivenditore italiano (Massimo Insolia), ieri sono stato seguito sia telefonicamente che tramite Teamwiever per almeno un paio di ore durante tutta le fasi iniziali (intallazione, configurazione, rilevazione e creazione dei primi filters set).
Che dire, mi sembra quasi di sparare sulla croce rossa e ripetere solo quanto di positivo si è detto e scritto su quasto favoloso software. Laughing 
Pur non essendo in grado di esprimere considerazioni tecniche e tantomeno utilizzare termini appropriati tanto graditi agli audiofili, posso solo modestamente provare a condividere la mia esperienza.
Per la prima volta e vi giuro che non era mai accaduto prima, mentre ascoltavo uno dei miei brani preferiti (Keiko Matsui - Steps of maya), mia moglie improvvisamente mi ha chiesto di aumentare il volume arrivando sino ad ore 12 e di copiare il brano nel suo ipod. Mia figlia, più avvezza alla tecnologia rispetto alla mamma, è entrata nella mio stanzino con il suo cellulare attivando Shazam per ricercare il brano e memorizzarlo.
Sappiamo perfettamente che raramente le donne ricercano la qualità nell'ascolto come diversamente facciamo noi "maschietti" e, mia moglie non è sicuramente l'eccezione che conferma la regola, tantomeno mia figlia.
Ora, al di là di qualsiasi considerazione di carattere tecnico che lascio ai più esperti, spiegatemi come sia stata possibile una simile cosa, tenuto presente che quel brano lo ascolto almeno una decina di volte ogni giorno, fino a ieri però senza il Dirac e per loro non rappresentava una novità.
Che sia stata la correzione apportata dal Dirac a rendere così tanto appetibile un brano che è lontano un abisso dai generi musicali loro maggiormente graditi ?
Lasciatemi credere che sia così, personalmente non posso fare altro che parlarne bene anche se credo siano necessarie alcune nozioni di base per interpretare correttamente i grafici ed ottenere una correzione più precisa.

Se mi si chiedesse: "vale la pena spendere quasi € 400,00 per un software + il costo del microfono ($ 75,00 + € 40,00 dogana) " ?
Risponderei: "Certamenteeeeeeeeeeeeeeeeeeee" ed aggiungerei "Non sai quanto altro potrai risparmiare dopo" ........ Laughing 
Basterà tenere a bada la scimmietta perchè il risultato che si ottiene con il Dirac supera nell'insieme il miglioramento che possiamo ottenere nel cambiare periodicamente i nostri componenti, anche perchè con il metti/leva che tutti noi facciamo alla fine diventa un caos.

Ai molti che condivideranno poco o nulla di quanto sopra, ai pochi che hanno compreso chiaramente quanto ho espresso, con tutto il mio rispetto,  rivolgo loro una ultima mia personalissima soddisfazione: la mia scimmia è ora in gabbia e credo che rimarrà circoscritta ancora per molto tempo ! Smile

scoobydoo
Appassionato
Appassionato

Data d'iscrizione : 18.12.12
Numero di messaggi : 376
Località : Roma
Occupazione/Hobby : Dipende dall'umore
Provincia (Città) : Dipende dall'occupazione
Impianto :
Spoiler:

Correzione Ambiente/DRC: Dirac Live
Sorgente - Musica liquida da HTPC i5 con Foobar2000
Dac EamLab D101
Pre EamLab Musica C101
Finale Eam Lab Element 302
Cuffie : JVC HA-S400B - HD 650 Senneheiser - Grado Serie one Alessando
Diffusori: Monitor Audio Silver RX6 - Kef LS/50 - Kro Kraft Rev. B
Cavi Portento Audio
Cavi Alim.: Elecaudio 331B - Elecaudio 321B - Olflex 810


Tornare in alto Andare in basso

Re: Pannelli acustici "t-class" per trattamento della stanza d'ascolto

Messaggio  robertopisa il Dom 8 Set 2013 - 13:09

Interessante esperimento. A questo punto, visto che hai microfono miniDSP, scaricati REW e segui la mia guida per fare misurazioni. In particolare, fai una misurazione senza DIRAC LIVE e una con DL attivato. Se posti i due file mdat che ottieni, te li posso commentare.
-R

@scoobydoo ha scritto:Mentre il 3d si sviluppava in commenti e disserzioni varie sull'utilità o meno del Dirac, ieri sera sono passato all'attacco.
Premetto che il mio ambiente è di dimensioni ridotte e certamente non rappresenta il massimo per ottenere un ascolto come a tutti noi piacerebbe e condiziona enormemente il risultato finale a prescindere da qualsiasi elettronica/componente venga utilizzato. Ha soltanto pochi pregi (a volte importanti a volte meno) : non subisce problemi WAF ed ha elettroniche ed hardware di medio livello.
Ebbene, dopo aver acquistato il microfono Minidsp (quello anche indicato da Alessandro) per le rilevazioni ed il software Dirac da rivenditore italiano (Massimo Insolia), ieri sono stato seguito sia telefonicamente che tramite Teamwiever per almeno un paio di ore durante tutta le fasi iniziali (intallazione, configurazione, rilevazione e creazione dei primi filters set).
Che dire, mi sembra quasi di sparare sulla croce rossa e ripetere solo quanto di positivo si è detto e scritto su quasto favoloso software. Laughing 
Pur non essendo in grado di esprimere considerazioni tecniche e tantomeno utilizzare termini appropriati tanto graditi agli audiofili, posso solo modestamente provare a condividere la mia esperienza.
Per la prima volta e vi giuro che non era mai accaduto prima, mentre ascoltavo uno dei miei brani preferiti (Keiko Matsui - Steps of maya), mia moglie improvvisamente mi ha chiesto di aumentare il volume arrivando sino ad ore 12 e di copiare il brano nel suo ipod. Mia figlia, più avvezza alla tecnologia rispetto alla mamma, è entrata nella mio stanzino con il suo cellulare attivando Shazam per ricercare il brano e memorizzarlo.
Sappiamo perfettamente che raramente le donne ricercano la qualità nell'ascolto come diversamente facciamo noi "maschietti" e, mia moglie non è sicuramente l'eccezione che conferma la regola, tantomeno mia figlia.
Ora, al di là di qualsiasi considerazione di carattere tecnico che lascio ai più esperti, spiegatemi come sia stata possibile una simile cosa, tenuto presente che quel brano lo ascolto almeno una decina di volte ogni giorno, fino a ieri però senza il Dirac e per loro non rappresentava una novità.
Che sia stata la correzione apportata dal Dirac a rendere così tanto appetibile un brano che è lontano un abisso dai generi musicali loro maggiormente graditi ?
Lasciatemi credere che sia così, personalmente non posso fare altro che parlarne bene anche se credo siano necessarie alcune nozioni di base per interpretare correttamente i grafici ed ottenere una correzione più precisa.

Se mi si chiedesse: "vale la pena spendere quasi € 400,00 per un software + il costo del microfono ($ 75,00 + € 40,00 dogana) " ?
Risponderei: "Certamenteeeeeeeeeeeeeeeeeeee" ed aggiungerei "Non sai quanto altro potrai risparmiare dopo" ........ Laughing 
Basterà tenere a bada la scimmietta perchè il risultato che si ottiene con il Dirac supera nell'insieme il miglioramento che possiamo ottenere nel cambiare periodicamente i nostri componenti, anche perchè con il metti/leva che tutti noi facciamo alla fine diventa un caos.

Ai molti che condivideranno poco o nulla di quanto sopra, ai pochi che hanno compreso chiaramente quanto ho espresso, con tutto il mio rispetto,  rivolgo loro una ultima mia personalissima soddisfazione: la mia scimmia è ora in gabbia e credo che rimarrà circoscritta ancora per molto tempo ! Smile

robertopisa
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 08.04.10
Numero di messaggi : 1636
Provincia (Città) : Pisa
Impianto :
premi per vedere:


Tornare in alto Andare in basso

Re: Pannelli acustici "t-class" per trattamento della stanza d'ascolto

Messaggio  Solomon il Dom 8 Set 2013 - 14:25

@robertopisa ha scritto:Interessante esperimento. A questo punto, visto che hai microfono miniDSP, scaricati REW e segui la mia guida per fare misurazioni. In particolare, fai una misurazione senza DIRAC LIVE e una con DL attivato. Se posti i due file mdat che ottieni, te li posso commentare.
-R
Sono d'accordo, sono curioso anch'io di conoscere i risultati con e senza Dirac. Io stesso aspetto un po' di tempo libero per fare qualche nuova misura con DIRAC attivo.

Le uniche problematiche potrebbero essere inerenti alla tipologia della misura. DIRAC misura in 9 punti diversi (divano o sedia), 9 punti ad altezze diverse, con tre sweep non usuali.

Rew invece misura in modo differente. In ogni caso qualcosa da analizzare dovrà venire fuori Smile


_________________
- Album scelto per adesso: Steven Wilson - Hand. Cannot. Erase. - Kscope - Bluray DTS/LPCM/24-96
- Tu creasti per loro un tempio nell'udito - R.M. Rilke -

Solomon
Moderatore di sezione
Moderatore di sezione

Data d'iscrizione : 07.07.10
Numero di messaggi : 2237
Località : Palermo
Provincia (Città) : Palermo
Impianto : decisamente multicanale

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pannelli acustici "t-class" per trattamento della stanza d'ascolto

Messaggio  scoobydoo il Dom 8 Set 2013 - 15:58

@Solomon ha scritto:
@robertopisa ha scritto:Interessante esperimento. A questo punto, visto che hai microfono miniDSP, scaricati REW e segui la mia guida per fare misurazioni. In particolare, fai una misurazione senza DIRAC LIVE e una con DL attivato. Se posti i due file mdat che ottieni, te li posso commentare.
-R
Sono d'accordo, sono curioso anch'io di conoscere i risultati con e senza Dirac. Io stesso aspetto un po' di tempo libero per fare qualche nuova misura con DIRAC attivo.

Le uniche problematiche potrebbero essere inerenti alla tipologia della misura. DIRAC misura in 9 punti diversi (divano o sedia), 9 punti ad altezze diverse, con tre sweep non usuali.

Rew invece misura in modo differente. In ogni caso qualcosa da analizzare dovrà venire fuori Smile

Sono alle prime armi con questo software, mentre conosco ancora meno REW.
Ad ogni modo posto le tre immagini che rappresentano rispettivamente:
A) Senza Dirac Live
B) Correzione Dirac Live
C) A e B a confronto
Tenete presente che è stata la prima effettuata e certamente risente sia dell'inesperienza, di un non perfetto posizionamento del microfono e misurazione solo in posizione verticale. Dovrò effettuare a breve, tempo permettendo e assenza in casa di moglie e figli, nuove misurazioni con diffusori maggiormente distanziati e con il microfono in verticale/orizzontale.
A quel punto, ottenuta la lettura/rilevazione di base, potrò divertirmi ad effettuare tutte le modifiche possibili.
La lettura di base rappresenterà quanto di più oggettivo avviene a livello acustco nel mio stanzino, sarà una fotografia senza erronee possibilità di influenze personali, tutto alla faccia pure della psicoacustica ! Laughing 

Seguono le tre immagini (non spaventatevi della prima !) Suicide 



scoobydoo
Appassionato
Appassionato

Data d'iscrizione : 18.12.12
Numero di messaggi : 376
Località : Roma
Occupazione/Hobby : Dipende dall'umore
Provincia (Città) : Dipende dall'occupazione
Impianto :
Spoiler:

Correzione Ambiente/DRC: Dirac Live
Sorgente - Musica liquida da HTPC i5 con Foobar2000
Dac EamLab D101
Pre EamLab Musica C101
Finale Eam Lab Element 302
Cuffie : JVC HA-S400B - HD 650 Senneheiser - Grado Serie one Alessando
Diffusori: Monitor Audio Silver RX6 - Kef LS/50 - Kro Kraft Rev. B
Cavi Portento Audio
Cavi Alim.: Elecaudio 331B - Elecaudio 321B - Olflex 810


Tornare in alto Andare in basso

Re: Pannelli acustici "t-class" per trattamento della stanza d'ascolto

Messaggio  Solomon il Dom 8 Set 2013 - 16:09

@scoobydoo ha scritto:
Sono alle prime armi con questo software, mentre conosco ancora meno REW.
Ad ogni modo posto le tre immagini che rappresentano rispettivamente:
A) Senza Dirac Live
B) Correzione Dirac Live
C) A e B a confronto
Tenete presente che è stata la prima effettuata e certamente risente sia dell'inesperienza, di un non perfetto posizionamento del microfono e misurazione solo in posizione verticale. Dovrò effettuare a breve, tempo permettendo e assenza in casa di moglie e figli, nuove misurazioni con diffusori maggiormente distanziati e con il microfono in verticale/orizzontale.
Attenzione, la curva verde B, non è una curva MISURATA o REALE, ma la curva IDEALE ottimizzata. Diciamo una sorta di ipotesi, neppure una previsione, visto che la misura REALE del POST DIRAC sarà invece più simile sempre e comunque alla A.

Quel che dovrebbe invece cambiare molto è l'impulso (per visualizzare la misura dell'impulso basta premere IMPULSE in alto a sinistra nella finestra dei risultati).

L'unico modo per misurare realmente l'intervento di Dirac è usando un software tipo ARTA o REW.

_________________
- Album scelto per adesso: Steven Wilson - Hand. Cannot. Erase. - Kscope - Bluray DTS/LPCM/24-96
- Tu creasti per loro un tempio nell'udito - R.M. Rilke -

Solomon
Moderatore di sezione
Moderatore di sezione

Data d'iscrizione : 07.07.10
Numero di messaggi : 2237
Località : Palermo
Provincia (Città) : Palermo
Impianto : decisamente multicanale

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pannelli acustici "t-class" per trattamento della stanza d'ascolto

Messaggio  Solomon il Dom 8 Set 2013 - 16:13

@robertopisa ha scritto:Interessante esperimento. A questo punto, visto che hai microfono miniDSP, scaricati REW e segui la mia guida per fare misurazioni. In particolare, fai una misurazione senza DIRAC LIVE e una con DL attivato. Se posti i due file mdat che ottieni, te li posso commentare.

Roberto, vedi nella misura di Scooby la voragine di uno dei due diffusori a 200hz (-12db!!!)? A cosa potrebbe essere dovuta secondo tua esperienza?

Da 800hz in poi il comportamento dei due diffusori diventa più omogeneo, interessante anche sulle altissime dove la perdita comincia a farsi seria solamente dopo i 15k. Buon segno.


_________________
- Album scelto per adesso: Steven Wilson - Hand. Cannot. Erase. - Kscope - Bluray DTS/LPCM/24-96
- Tu creasti per loro un tempio nell'udito - R.M. Rilke -

Solomon
Moderatore di sezione
Moderatore di sezione

Data d'iscrizione : 07.07.10
Numero di messaggi : 2237
Località : Palermo
Provincia (Città) : Palermo
Impianto : decisamente multicanale

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pannelli acustici "t-class" per trattamento della stanza d'ascolto

Messaggio  scoobydoo il Dom 8 Set 2013 - 16:35

@Solomon ha scritto:
@scoobydoo ha scritto:
Sono alle prime armi con questo software, mentre conosco ancora meno REW.
Ad ogni modo posto le tre immagini che rappresentano rispettivamente:
A) Senza Dirac Live
B) Correzione Dirac Live
C) A e B a confronto
Tenete presente che è stata la prima effettuata e certamente risente sia dell'inesperienza, di un non perfetto posizionamento del microfono e misurazione solo in posizione verticale. Dovrò effettuare a breve, tempo permettendo e assenza in casa di moglie e figli, nuove misurazioni con diffusori maggiormente distanziati e con il microfono in verticale/orizzontale.
Attenzione, la curva verde B, non è una curva MISURATA o REALE, ma la curva IDEALE ottimizzata. Diciamo una sorta di ipotesi, neppure una previsione, visto che la misura REALE del POST DIRAC sarà invece più simile sempre e comunque alla A.

Quel che dovrebbe invece cambiare molto è l'impulso (per visualizzare la misura dell'impulso basta premere IMPULSE in alto a sinistra nella finestra dei risultati).

L'unico modo per misurare realmente l'intervento di Dirac è usando un software tipo ARTA o REW.

Dovrebbe essere questa:

scoobydoo
Appassionato
Appassionato

Data d'iscrizione : 18.12.12
Numero di messaggi : 376
Località : Roma
Occupazione/Hobby : Dipende dall'umore
Provincia (Città) : Dipende dall'occupazione
Impianto :
Spoiler:

Correzione Ambiente/DRC: Dirac Live
Sorgente - Musica liquida da HTPC i5 con Foobar2000
Dac EamLab D101
Pre EamLab Musica C101
Finale Eam Lab Element 302
Cuffie : JVC HA-S400B - HD 650 Senneheiser - Grado Serie one Alessando
Diffusori: Monitor Audio Silver RX6 - Kef LS/50 - Kro Kraft Rev. B
Cavi Portento Audio
Cavi Alim.: Elecaudio 331B - Elecaudio 321B - Olflex 810


Tornare in alto Andare in basso

Re: Pannelli acustici "t-class" per trattamento della stanza d'ascolto

Messaggio  robertopisa il Dom 8 Set 2013 - 16:41

+1

Dicevo infatti di usare REW con/senza DIRAC come filtro, perché così vedi cosa succede "realmente" nel punto di ascolto. Si dovrebbe fare perché DIRAC dichiara di agganciarsi tra il driver SW di interfaccia audio del computer e il SW che la usa (sia esso iTunes o REW).

@Solomon ha scritto:
Attenzione, la curva verde B, non è una curva MISURATA o REALE, ma la curva IDEALE ottimizzata. Diciamo una sorta di ipotesi, neppure una previsione, visto che la misura REALE del POST DIRAC sarà invece più simile sempre e comunque alla A.

Quel che dovrebbe invece cambiare molto è l'impulso (per visualizzare la misura dell'impulso basta premere IMPULSE in alto a sinistra nella finestra dei risultati).

L'unico modo per misurare realmente l'intervento di Dirac è usando un software tipo ARTA o REW.

robertopisa
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 08.04.10
Numero di messaggi : 1636
Provincia (Città) : Pisa
Impianto :
premi per vedere:


Tornare in alto Andare in basso

Re: Pannelli acustici "t-class" per trattamento della stanza d'ascolto

Messaggio  robertopisa il Dom 8 Set 2013 - 16:48

La lunghezza d'onda di 200Hz è circa 170cm: potrebbero essere le riflessioni delle pareti laterali o posteriori (se sono a 85 cm circa) oppure tra diffusori (se sono a circa 170 cm di distanza l'uno dall'altro).

Chiedevo i file mdat perché li si vedono più cose oltre alla risposta in frequenza (per esempio, il waterfall e l'ETC).

@Solomon ha scritto:
Roberto, vedi nella misura di Scooby la voragine di uno dei due diffusori a 200hz (-12db!!!)? A cosa potrebbe essere dovuta secondo tua esperienza?

Da 800hz in poi il comportamento dei due diffusori diventa più omogeneo, interessante anche sulle altissime dove la perdita comincia a farsi seria solamente dopo i 15k. Buon segno.



Ultima modifica di robertopisa il Dom 8 Set 2013 - 16:50, modificato 1 volta

robertopisa
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 08.04.10
Numero di messaggi : 1636
Provincia (Città) : Pisa
Impianto :
premi per vedere:


Tornare in alto Andare in basso

Re: Pannelli acustici "t-class" per trattamento della stanza d'ascolto

Messaggio  scoobydoo il Dom 8 Set 2013 - 16:48

@robertopisa ha scritto:+1

Dicevo infatti di usare REW con/senza DIRAC come filtro, perché così vedi cosa succede "realmente" nel punto di ascolto. Si dovrebbe fare perché DIRAC dichiara di agganciarsi tra il driver SW di interfaccia audio del computer e il SW che la usa (sia esso iTunes o REW).

@Solomon ha scritto:
Attenzione, la curva verde B, non è una curva MISURATA o REALE, ma la curva IDEALE ottimizzata. Diciamo una sorta di ipotesi, neppure una previsione, visto che la misura REALE del POST DIRAC sarà invece più simile sempre e comunque alla A.

Quel che dovrebbe invece cambiare molto è l'impulso (per visualizzare la misura dell'impulso basta premere IMPULSE in alto a sinistra nella finestra dei risultati).

L'unico modo per misurare realmente l'intervento di Dirac è usando un software tipo ARTA o REW.
Roberto, proverò certamente con REW dopo aver ripeturo con maggiore cura ed attenzione le rilevazioni con il Dirac.
Non è tanto il tempo necessario che è un problema, ma l'impossibilità di non avere altri rumori/suoni/urla Wink dei componenti familiari.
Ho provato ad imbavagliarli e legarli fuori del terrazzo, ma non è servito a nulla ................... Hehe Hehe Hehe Hehe Hehe 

scoobydoo
Appassionato
Appassionato

Data d'iscrizione : 18.12.12
Numero di messaggi : 376
Località : Roma
Occupazione/Hobby : Dipende dall'umore
Provincia (Città) : Dipende dall'occupazione
Impianto :
Spoiler:

Correzione Ambiente/DRC: Dirac Live
Sorgente - Musica liquida da HTPC i5 con Foobar2000
Dac EamLab D101
Pre EamLab Musica C101
Finale Eam Lab Element 302
Cuffie : JVC HA-S400B - HD 650 Senneheiser - Grado Serie one Alessando
Diffusori: Monitor Audio Silver RX6 - Kef LS/50 - Kro Kraft Rev. B
Cavi Portento Audio
Cavi Alim.: Elecaudio 331B - Elecaudio 321B - Olflex 810


Tornare in alto Andare in basso

Re: Pannelli acustici "t-class" per trattamento della stanza d'ascolto

Messaggio  robertopisa il Dom 8 Set 2013 - 16:51

Se vuoi, conosco un serial killer che lo fa gratis Laughing
-R

@scoobydoo ha scritto:
@robertopisa ha scritto:+1

Dicevo infatti di usare REW con/senza DIRAC come filtro, perché così vedi cosa succede "realmente" nel punto di ascolto. Si dovrebbe fare perché DIRAC dichiara di agganciarsi tra il driver SW di interfaccia audio del computer e il SW che la usa (sia esso iTunes o REW).

Roberto, proverò certamente con REW dopo aver ripeturo con maggiore cura ed attenzione le rilevazioni con il Dirac.
Non è tanto il tempo necessario che è un problema, ma l'impossibilità di non avere altri rumori/suoni/urla Wink dei componenti familiari.
Ho provato ad imbavagliarli e legarli fuori del terrazzo, ma non è servito a nulla ................... Hehe Hehe Hehe Hehe Hehe 

robertopisa
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 08.04.10
Numero di messaggi : 1636
Provincia (Città) : Pisa
Impianto :
premi per vedere:


Tornare in alto Andare in basso

Re: Pannelli acustici "t-class" per trattamento della stanza d'ascolto

Messaggio  luigigi il Gio 24 Ott 2013 - 17:29

" />tp://i55.servimg.com/u/f55/17/37/39/80/img_2012.jpg" />

luigigi
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 06.02.12
Numero di messaggi : 2596
Località : Padania inferiore
Occupazione/Hobby : Formatore , tecnico commerciale, chitarrista
Provincia (Città) : Lodi
Impianto : Mdac- CJ PV 10 (A?) - Am Audio A 50 -Magneplanar 1.6 - Cavi Pierpabass - Kimbre timbre -Qed silver - Supra -

http://digilander.libero.it/MSQuintet/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pannelli acustici "t-class" per trattamento della stanza d'ascolto

Messaggio  verderame il Gio 24 Ott 2013 - 17:34

Interessante, ma i buchi sono fatti in maniera casuale? dalla foto non sembrano ortogonali.

verderame
Appassionato
Appassionato

Data d'iscrizione : 07.01.13
Numero di messaggi : 453
Località : lombardia
Provincia (Città) : mb
Impianto : ampli: Galactron 2121 - Nad C352 - Ta2020 smsl - breeze
Full Statements diy - natalie p diy - rogers clone diy - periakusma diy
Pre: Galactron 2016
dac: asus xonar essence one - hiface two - cambridge dac magic 100 - cube prodigy - superpro 707
ampli cuffie: Bravo audio
Cuffie: AKG 550

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pannelli acustici "t-class" per trattamento della stanza d'ascolto

Messaggio  luigigi il Gio 24 Ott 2013 - 17:38

@verderame ha scritto:Interessante, ma i buchi sono fatti in maniera casuale? dalla foto non sembrano ortogonali.
Se riesco (devo ancora capire come mi è venuto prima...) ti allego foto del cartiglio ormai stropicciato.

La dima di carta è perfetta è quel babbeo che ha fatto i buchi che gli tremava la mano ( il sottoscritto) Ah... per intenderci, ho fatto prima un buco del 3 e poi del 10.
Non ti dico quanti sono stati alla fine i fori. Suicide  Mi trama ancora la mano ...

luigigi
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 06.02.12
Numero di messaggi : 2596
Località : Padania inferiore
Occupazione/Hobby : Formatore , tecnico commerciale, chitarrista
Provincia (Città) : Lodi
Impianto : Mdac- CJ PV 10 (A?) - Am Audio A 50 -Magneplanar 1.6 - Cavi Pierpabass - Kimbre timbre -Qed silver - Supra -

http://digilander.libero.it/MSQuintet/

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 6 di 8 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum