T-Forum, not just T-class. Since 2008, the affordable HiFi for you.
Benvenuto nel T-Forum!
Connettiti in modo da farti riconoscere come membro affezionato, oppure registrati così potrai partecipare attivamente alle discussioni.
Cerca
 
 

Risultati secondo:
 

 


Rechercher Ricerca avanzata

Ultimi argomenti
» Recupero vinile rovinato
Oggi a 5:40 pm Da fritznet

» JRiver 22
Oggi a 5:10 pm Da Nadir81

» Stamattina... Oggi pomeriggio... Stasera... Stanotte... (parte 14)
Oggi a 4:39 pm Da fritznet

» nuove diva 262
Oggi a 4:38 pm Da lello64

» Quale cavo ottico per il CD?
Oggi a 4:01 pm Da gigetto

» VENDO Kit preamplificatore Sbilanciato->Bilanciato per Anaview/hypex/icepower ecc
Oggi a 3:48 pm Da MrTheCarbon

» Quale ampli per le mie Dynaudio M20
Oggi a 3:35 pm Da dinamanu

» Problemi con la rotazione a 45RPM - Thorens
Oggi a 3:11 pm Da enrico massa

» Giradischi - quesiti & consigli
Oggi a 2:52 pm Da p.cristallini

» leboncoin.fr: Qualcuno è riuscito a comprare qualcosa?
Oggi a 2:04 pm Da R!ck

» AUDIOLAB 8000SE
Oggi a 1:38 pm Da Gabriele Barnabei

» [Risolto]ECC99
Oggi a 11:55 am Da dinamanu

» Confronto tra Breeze full mod. vs Drok ta2024b pareri personali e riflessioni
Oggi a 11:12 am Da kondor

» Player hi fi
Oggi a 11:09 am Da Tasso

» Lettore CD max 200 euro
Oggi a 10:32 am Da dinamanu

» ALIENTEK D8 vs FX AUDIO 802C
Oggi a 10:07 am Da gigetto

» (BO) vendo diffusori Klipsch Heresy 3 1200 euro+ss
Oggi a 8:27 am Da schwantz34

» impianto entry -level
Oggi a 8:20 am Da giucam61

» NO al solito condotto reflex
Ieri a 10:17 pm Da Abe1977

» Amplificatore per chiudere il cerchio
Ieri a 6:14 pm Da Sistox

» Monitor Audio Silver 1 vs B6W 686 s2
Ieri a 5:45 pm Da dinamanu

» TUTORIAL MODIFICHE TPA 3116 COMPLETO
Ieri a 5:32 pm Da Angel2000

» Player portatile
Ieri a 5:13 pm Da p.cristallini

» Fonometro Professionale
Ieri a 3:01 pm Da Docarlo

» Suono un pò duro.....
Ieri a 2:53 pm Da gigetto

» Acquisto Amplificatore Integrato + Diffusori. Help me !
Ieri a 8:43 am Da natale55

» RI-dividere tracce da unico file
Ieri a 8:16 am Da lello64

» CAIMAN SEG
Ieri a 8:14 am Da Masterix

» Chromecast audio e spotify.
Ieri a 7:04 am Da sportyerre

» Rotel RA 1570 con dac incorporato.
Ieri a 5:40 am Da micio_mao

» alimentatore autocostruito per alta fedeltà da 7/10 A
Gio Dic 01, 2016 11:01 pm Da dinamanu

» Canale che gracchia e sparisce su Musical Fidelity A1
Gio Dic 01, 2016 10:45 pm Da dinamanu

» Amplificatore per Scythe SCBKS-1100 Kro Craft Speaker Rev. B, quale migliore?
Gio Dic 01, 2016 8:26 pm Da Angel2000

» quale alimentatore già pronto all'uso per un TPA 3116?
Gio Dic 01, 2016 8:06 pm Da Angel2000

» (SR+SS) Kit pcb Pass Aleph 3 + componenti
Gio Dic 01, 2016 6:48 pm Da tix88

» Daphile - Audiophile Music Server & Player OS
Gio Dic 01, 2016 11:12 am Da luigigi

» Vintage VS nuovo ma new entry...
Gio Dic 01, 2016 9:58 am Da emmeci

» Consiglio amplificatore buon rapporto qualità/prezzo
Gio Dic 01, 2016 9:15 am Da dinamanu

» Verdi - consigli per gli acquisti
Gio Dic 01, 2016 9:10 am Da luigigi

» Pioneer PL12 in pensione.....o forse no?
Gio Dic 01, 2016 8:52 am Da Motogiullare

» Little Dot MKII e Little Dot I+ appena arrivati...inizia il test-confronto con le AKG K550.
Mer Nov 30, 2016 11:48 pm Da YAPO

» Messaggio per Valterneri NAD90
Mer Nov 30, 2016 9:28 pm Da beppe61

» Berlioz "symphonie fantastique
Mer Nov 30, 2016 8:56 pm Da Milanraf

» Alternativa a Volumio: Moode Audio!
Mer Nov 30, 2016 7:11 pm Da eddy1963

» Cd conviene ripararlo o....
Mer Nov 30, 2016 3:55 pm Da gigetto

» aiuto! amplificatore DENON PMA520AE e diffusori AIWA sxANS70
Mer Nov 30, 2016 3:52 pm Da giucam61

» Amplificatore morto e giradischi con presa differente
Mer Nov 30, 2016 3:01 pm Da giucam61

» Vendo Tweeter Ciare HT200 [40 euro spediti
Mer Nov 30, 2016 1:00 pm Da MrTheCarbon

» Cross-over digitale senza DAC...
Mer Nov 30, 2016 12:44 pm Da dinamanu

» Cuffie per DAC PRO-JECT HEAD BOX S USB
Mer Nov 30, 2016 9:12 am Da sportyerre

Sondaggio

Interessati alla guida per la costruzione di un server audio?

76% 76% [ 148 ]
24% 24% [ 47 ]

Totale dei voti : 195

Migliori postatori
Stentor (20392)
 
DACCLOR65 (19629)
 
schwantz34 (15480)
 
Silver Black (15370)
 
nd1967 (12784)
 
flovato (12509)
 
Biagio De Simone (10215)
 
piero7 (9854)
 
wasky (9229)
 
fritznet (8460)
 

Statistiche
Abbiamo 10362 membri registrati
L'ultimo utente registrato è Gabriele Barnabei

I nostri membri hanno inviato un totale di 768862 messaggi in 50036 argomenti
Chi è in linea
In totale ci sono 100 utenti in linea :: 7 Registrati, 4 Nascosti e 89 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

Adriano Vin, Kha-Jinn, Nadir81, pentagramma, sh4d3, Tasso, V-Twin

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo degli utenti in linea è stato 4379 il Lun Mag 25, 2015 1:01 pm
Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 


Bookmarking sociale

Bookmarking sociale Digg  Bookmarking sociale Delicious  Bookmarking sociale Reddit  Bookmarking sociale Stumbleupon  Bookmarking sociale Slashdot  Bookmarking sociale Furl  Bookmarking sociale Yahoo  Bookmarking sociale Google  Bookmarking sociale Blinklist  Bookmarking sociale Blogmarks  Bookmarking sociale Technorati  




Conserva e condividi l'indirizzo di T-Forum, not just T-class. Since 2008, the affordable HiFi for you. sul tuo sito sociale bookmarking

Un Single Ended didattico(o forse no?!?)

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Un Single Ended didattico(o forse no?!?)

Messaggio  Andrea Zani il Mar Lug 17, 2012 7:08 am

@mau749 ha scritto:Non era mia intenzione metterti in crisi, come ripeto la mia era ed è solo un'opinione.

Se sei "corto" con la corrente dei filamenti, anche se, almeno in teoria con 2.5A ci stai ancora dentro (750mA*3=2.25A) potresti sempre utilizzare per il white follower le classiche ECC88 che assorbono 375 mA di filamento con in più il vantaggio che l'impedenza d'uscita si ridurrebbe ulteriormente attestandosi a circa 10 ohm.

In questo caso ovviamente dovresti riferire ad un adeguato potenziale i filamenti per non sforare con le Vkf: circa 35-40V potrebbero essere un valore utilizzabile portando nel contempo la tensione sul catodo della 6N6P a circa 3V (un led blu ad alta luminosità) in luogo dei 4V di progetto.

In questo modo sul catodo della ECC88 alta del W.F. hai circa 100V e quindi con una Vkf reale di circa 60-65V ancora ben dentro le specifiche del tubo.

La mia perplessità non riguardava tanto (o solo) l'impiego del buffer in uscita a fet quanto piuttosto quella della reale necessità o convenienza di impiegare il carico induttivo nello stadio precedente: avere qualcosa a valle, sia esso a tubi o a SS non consente in ogni caso, a mio parere, di sfruttare appieno le potenzialità ed i vantaggi di questo caricamento.

Ti dico tutto questo perché sto molto lentamente assemblando un nuovo pre che utilizza una tipologia molto simile a quella che ti ho postato con il primo stadio di guadagno con le 6S2S (le equivalenti russe delle 6J5: triodo singolo molto simile ad una sezione della 6SN7) ma con il solo C4S sull'anodo (senza giratore quindi) e lo stadio in uscita con le 6SN7 in white follower alimentate a circa 300V.

L'impedenza d'uscita è ancora dell'ordine dei 15-16 ohm e le distorsioni praticamente non misurabili, dell'ordine dello 0.01% per più di 3V RMS in uscita.
750mA ma sul DS riporta un +-75 mA che mi farebbe stare assai poco tranquillo,a meno che non misurare il reale assorbimento di ogni valvola.
ho un pre con le ecc88 ma purtroppo una valvola ha iniziatoa fare un rumore strano,è proprio la valvola! scambiando i canali il rumore si sposta con essa.
quindi dovrei acquistare altre due valvole,che potrebbe non essere un problema.
In casa ho delle insulse ecc83 che non vedo bene come buffer...
Hai argomentato molto bene la tua teoria sul carico anodico e in questo contesto effettivamente non ha molto senso ,dato che dopo il SE segue un buffer.
Eventualmente riferire a massa i filamenti non sarebbe un problema,
però forse non sarebbe meglio acquistare un trasformatore da 6,3V 1,5 A da usare per la prima valvola e usare quello che ho per le altre due?
eventualmente anche altre valvole possono andare?
tipo 6N1P-EB hanno 600mA di filamento e Ukh 120+ e 250-
per gli altri paramentri e impedenza d'uscita non saprei valutare se sono adatte

Andrea Zani
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 21.05.10
Numero di messaggi : 1763
Località : Ponderano(Bi)
Occupazione/Hobby : /Parassita Circuitale
Impianto : non finirò mai
di lavorarci

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un Single Ended didattico(o forse no?!?)

Messaggio  mau749 il Mar Lug 17, 2012 8:07 am

Si possono usare le 6N1P al posto delle ECC88 e lo schema finale potrebbe essere questo:



L'impedenza d'uscita si può calcolare da qui:




ed in queste nuove condizioni vale ancora circa 10 ohm (aumenta la rp del tubo ma diminuisce la Rk)

Consiglierei comunque il riferimento dei filamenti agli stessi 35-40V ipotizzati per le ECC88 per stare più tranquilli.


_________________
Ciao, Maurizio
"... non è importante il colore del gatto... l'importante è che prenda i topi!"

mau749
Moderatore di sezione
Moderatore di sezione

Data d'iscrizione : 08.01.12
Numero di messaggi : 987
Località : ROCCASECCA (FR)
Occupazione/Hobby : ingegnere progettista strutturale/musica e fotografia
Provincia (Città) : tendenzialmente ottimista
Impianto : dual mono SE 300B, dual mono PP 6B4G, dual mono PP EL34, fullrange Fostex Fe126 backhorn e tanto altro...

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un Single Ended didattico(o forse no?!?)

Messaggio  Andrea Zani il Mar Lug 17, 2012 8:37 am

nel frattempo ho simulato:

mi dava 125 volt di catodo della valvola alta il limite è 120.
Quindi:
125-6.3-80=38.7
catodo valvola bassa:
3-6.3-80=-83.3
tu hai mantenuto il giratore..
perche hai abbassato il catodo della 6n6?

Andrea Zani
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 21.05.10
Numero di messaggi : 1763
Località : Ponderano(Bi)
Occupazione/Hobby : /Parassita Circuitale
Impianto : non finirò mai
di lavorarci

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un Single Ended didattico(o forse no?!?)

Messaggio  mau749 il Mar Lug 17, 2012 12:58 pm

La mia simulazione con le SG3(105V) ed SG2(75V) mi da valori leggermente diversi per le tensioni nei vari punti, segnatamente il valore della tensione di placca sulla 6N6P.

Il motivo della diminuzione della tensione sul catodo delle 6N6P è determinato semplicemente dalla volontà di avere un certo margine di accettazione per il white follower e quindi restare abbastanza lontano da Vg=0 con il rischio di andare in griglia positiva con le 6N1P.

Nella prima simulazione nella quale i led sono stati sostituiti dall'equivalente resistenza + condensatore si vede come con circa -4.1V sul catodo la tensione di placca della 6N6P è circa 123.175V mentre sul catodo della 6N1P alta, con circa 3V sul catodo di quella bassa ci sono 123.283V e quindi una Vg = 123.283-123.175=0.108V molto prossima a zero.




Di contro, come si vede nella seconda simulazione, abbassando la tensione sul catodo delle 6N6P a circa 2.95V la condizione diventa Vg = 104.597-102.148= 2.449V che consente un buon margine di accettazione.




Ecco spiegato il motivo.

_________________
Ciao, Maurizio
"... non è importante il colore del gatto... l'importante è che prenda i topi!"

mau749
Moderatore di sezione
Moderatore di sezione

Data d'iscrizione : 08.01.12
Numero di messaggi : 987
Località : ROCCASECCA (FR)
Occupazione/Hobby : ingegnere progettista strutturale/musica e fotografia
Provincia (Città) : tendenzialmente ottimista
Impianto : dual mono SE 300B, dual mono PP 6B4G, dual mono PP EL34, fullrange Fostex Fe126 backhorn e tanto altro...

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un Single Ended didattico(o forse no?!?)

Messaggio  Andrea Zani il Mar Lug 17, 2012 3:01 pm

ok però non capisco perche continuo ad avere risultati sulla tensioni leggermente diversi,anche durante la simulazione della distorsione con l'ultimo circuito si vede solo mezza sinusoide come se fosse un classe b..
o è il mio pc oppure è microcap che funziona male

Andrea Zani
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 21.05.10
Numero di messaggi : 1763
Località : Ponderano(Bi)
Occupazione/Hobby : /Parassita Circuitale
Impianto : non finirò mai
di lavorarci

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un Single Ended didattico(o forse no?!?)

Messaggio  Andrea Zani il Mar Lug 17, 2012 6:39 pm

Ora però credo sia meglio passare a qualche sperimentazione pratica.
le stabilizzatrici le ho,le 6n1 stanno arrivando,quindi appena arriva anche la raddrizzatrice parto.
Solo un paio di domande ancora,in ultima analisi il giratore è da utilizzare oppure no?
io sarei propenso,non tanto per motivi legati esclusivamente al comportamento eletrico ma più che altro all'aspetto sonoro,poi magari in realtà,le i due aspetti sono correlati.
Per i catodi posso utilizzare il led blu oppure devo per forza utilizzare la combinazione R/C?

non mi è molto chiaro questo:
"Nella prima simulazione nella quale i led sono stati sostituiti dall'equivalente resistenza + condensatore si vede come con circa -4.1V sul catodo la tensione di placca della 6N6P è circa 123.175V mentre sul catodo della 6N1P alta, con circa 3V sul catodo di quella bassa ci sono 123.283V e quindi una Vg = 123.283-123.175=0.108V molto prossima a zero."
ovvero il 4,1v è negativo? perche non esce con un segno meno nella simulazione?
e ha a che fare con il grafico che si usa per la polarizzazione?
ovvero questo:

ovvero i -4v che si vedono sull'ascisse che serve per stabilire il punto di lavoro?
grazie

Andrea Zani
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 21.05.10
Numero di messaggi : 1763
Località : Ponderano(Bi)
Occupazione/Hobby : /Parassita Circuitale
Impianto : non finirò mai
di lavorarci

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un Single Ended didattico(o forse no?!?)

Messaggio  mau749 il Mar Lug 17, 2012 10:50 pm

Assolutamente nulla vieta di utilizzare il giratore come carico induttivo per la 6N6P.

Il mio discorso era più filosofico che pratico nel senso che in un contesto come quello in oggetto la vere qualità tecniche del carico anodico induttivo non saranno pienamente apprezzate: questo non toglie, e l'ho specificato chiaramente mi pare, che invece le sue qualità sonore rimangano piacevolmente presenti ed assolutamente valide.

Per quel che riguarda l'altro discorso e cioè la Vg, detta anche "base della griglia", il ragionamento è semplice, indipendentemente dall'aver indicato il segno che è sempre negativo.

Partiamo dall'assunto che in una valvola, per amplificare un segnale in ingresso e restando in classe A1, la sua griglia deve essere sempre negativa rispetto al catodo.

Nel caso del primo stadio la griglia è a massa in virtù della resistenza fra l'ingresso sulla griglia e la massa stessa e lo è perché, almeno in teoria, la griglia non assorbe corrente e quindi in quella resistenza la corrente è nulla e di conseguenza il potenziale ai suoi capi è uguale ed uguale a zero.

Il catodo è sollevato da massa tramite una resistenza (o un led) ad un potenziale positivo (+4.1V) perché in questi componenti invece circola la corrente di riposo del tubo e di conseguenza la griglia (che è a massa) è più negativa del catodo proprio di questo valore.

Lo stesso ragionamento vale anche per l'ingresso del white follower dove ora però il potenziale di griglia non è più a massa ma al valore della tensione sulla placca dello stadio precedente essendo questi accoppiati direttamente in continua.

Ci sono tubi, segnatamente di potenza, che possono lavorare o sono stati addirittura progettati per lavorare in griglia positiva e cioè in quella che si definisce classe A2, come le 211/845 o anche le 300B e le 2A3.

Il vantaggio della classe A2 in questi casi è essenzialmente quello di poter "spremere" più potenza dalla valvola, tanto per fare un esempio la 300B eroga circa 5W in classe A1 e circa 9W se spinta a fondo in classe A2.

Il rovescio della medaglia di un simile funzionamento è quello di dover prevedere un driver in grado di erogare parecchia corrente, qualche decina di mA, su impedenze piuttosto basse quali sono quelle che si hanno quando la griglia diventa positiva (per le solite 300B circa 20K).

Ecco allora che le curve caratteristiche delle valvole dovrebbero essere più chiare: nei tubi di segnale, tranne qualche rarissimo caso come proprio la ECC99/E182CC/6N6P, sono tracciate curve solo per valori negativi delle tensione di griglia con il limite superiore a Vg=0 che significa interdizione del tubo, mentre per i grossi triodi a riscaldamento diretto si possono vedere valori anche di Vg = +30V.

Il vantaggio tecnico del carico anodico induttivo, utilizzando tubi piuttosto "robusti", è proprio l'ideale per queste situazioni.

Infine puoi tranquillamente utilizzare i led per le polarizzazioni sui catodi: io in simulazione ho utilizzato il parallelo resistenza/condensatore solamente per comodità e per un maggior controllo di tutti i parametri del punto di lavoro scelto.

Spero di essere stato sufficientemente chiaro.

_________________
Ciao, Maurizio
"... non è importante il colore del gatto... l'importante è che prenda i topi!"

mau749
Moderatore di sezione
Moderatore di sezione

Data d'iscrizione : 08.01.12
Numero di messaggi : 987
Località : ROCCASECCA (FR)
Occupazione/Hobby : ingegnere progettista strutturale/musica e fotografia
Provincia (Città) : tendenzialmente ottimista
Impianto : dual mono SE 300B, dual mono PP 6B4G, dual mono PP EL34, fullrange Fostex Fe126 backhorn e tanto altro...

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un Single Ended didattico(o forse no?!?)

Messaggio  Andrea Zani il Mer Lug 18, 2012 2:18 pm

sei stato come al solito mooolto chiaro,ora rileggo quanto sopra per bene ma credo di aver capito,al massimo chiedo lumi Embarassed Smile
Grazie

Andrea Zani
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 21.05.10
Numero di messaggi : 1763
Località : Ponderano(Bi)
Occupazione/Hobby : /Parassita Circuitale
Impianto : non finirò mai
di lavorarci

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un Single Ended didattico(o forse no?!?)

Messaggio  Andrea Zani il Mer Lug 18, 2012 2:37 pm

nel post precedente dici di aver abbassato il catodo da 4 a 2,9V per un motivo ben preciso,hai tenuto conto della polarizzazione del catodo dello stadio con le 6n6p e 6n1,proprio per evitare che si vada con griglia a potenziale 0,o peggio in positiva.
Hai preso in considerazione la tensione sull'anodo della 6n6p che poi è quella presente sulla griglia dela 6n1 alta hai cambiato la polarizzazione dei catodi per evitare che si vada in griglia positiva con le 6n1...è corretto?
e per la 6n1 bassa idem nella griglia non scorre corrente,quindi a potenziale 0, quindi risulta negativa in base alla tensione che presenta sul catodo ovvero 2,9v
piano ma ci sto arrivando forse.. Very Happy
grazie

Andrea Zani
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 21.05.10
Numero di messaggi : 1763
Località : Ponderano(Bi)
Occupazione/Hobby : /Parassita Circuitale
Impianto : non finirò mai
di lavorarci

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un Single Ended didattico(o forse no?!?)

Messaggio  mau749 il Mer Lug 18, 2012 3:37 pm

Perfetto, è esattamente così... Clap Clap

Una cosa ancora: con carico anodico classico, sia esso una resistenza o un'induttanza, al variare della polarizzazione del catodo varia anche la corrente di riposo, oltre che la tensione di placca perché la retta di carico sulle curve caratteristiche è inclinata ed il punto di lavoro si sposta su di essa.

Nel caso del CCS (C4S) invece, proprio in virtù del fatto che abbiamo imposto costante la corrente, al variare della polarizzazione di catodo la corrente di riposo evidentemente non varia il che si traduce sulle curve caratteristiche in una retta di carico orizzontale.

Se tracci le due diverse rette di carico sulle curve caratteristiche potrai facilmente notare come, una volta "azzeccato" il valore della corrente di riposo ed il punto di lavoro, determinato in questo caso solo dalla polarizzazione del catodo, la linearità del tubo con corrente costante è sicuramente maggiore (curve ben equidistanziate e parallele) di quanto non lo sia con il carico anodico classico.

E' (anche) questo uno dei vantaggi del CCS.

_________________
Ciao, Maurizio
"... non è importante il colore del gatto... l'importante è che prenda i topi!"

mau749
Moderatore di sezione
Moderatore di sezione

Data d'iscrizione : 08.01.12
Numero di messaggi : 987
Località : ROCCASECCA (FR)
Occupazione/Hobby : ingegnere progettista strutturale/musica e fotografia
Provincia (Città) : tendenzialmente ottimista
Impianto : dual mono SE 300B, dual mono PP 6B4G, dual mono PP EL34, fullrange Fostex Fe126 backhorn e tanto altro...

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un Single Ended didattico(o forse no?!?)

Messaggio  Andrea Zani il Mer Lug 18, 2012 5:58 pm

io bravo seee..
Clap Clap grazie a te.
il ccs mi piace sempre di più,ho provato a tracciare alcune rette per identificare il punto di lavoro
guarda:

più o meno eh non si può essere molto precisi sul quel disegno.
dovrebbe essere corretto,se non si usasse il ccs la linea seguirebbe una curva e il punto di lavoro si sposterebbe durante il funzionamento.

Andrea Zani
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 21.05.10
Numero di messaggi : 1763
Località : Ponderano(Bi)
Occupazione/Hobby : /Parassita Circuitale
Impianto : non finirò mai
di lavorarci

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un Single Ended didattico(o forse no?!?)

Messaggio  mau749 il Mer Lug 18, 2012 10:48 pm

Esattamente così.

Il punto di lavoro si sposta comunque sulla retta di carico perché ovviamente dipende dal segnale in ingresso che fa variare la base della griglia attorno al punto di riposo (Vg=-3V circa), nel nostro caso cioè da vg=0 a Vg=-6V.

Se non ci fosse il CCS la retta di carico non sarebbe più orizzontale ma inclinata e passante per il punto di lavoro scelto (ia=11 mA, V=102V e Vg=-3V) e per il punto ia=0, V=180V pari cioè alla tensione di alimentazione del tubo per corrente di placca nulla.

Su questa retta (non curva) si sposta il punto di lavoro per la stessa variazione della base della griglia: se la tracci vedi subito come gli spazi fra le varie curve di Vg siano molto meno paralleli ed equidistanti, sintomo di minore linearità.

Ora devi cominciare ad assemblare qualcosa, io con il mio pre, quasi simile, sono a buon punto, poi mi dedicherò al PP di 6B4G.

_________________
Ciao, Maurizio
"... non è importante il colore del gatto... l'importante è che prenda i topi!"

mau749
Moderatore di sezione
Moderatore di sezione

Data d'iscrizione : 08.01.12
Numero di messaggi : 987
Località : ROCCASECCA (FR)
Occupazione/Hobby : ingegnere progettista strutturale/musica e fotografia
Provincia (Città) : tendenzialmente ottimista
Impianto : dual mono SE 300B, dual mono PP 6B4G, dual mono PP EL34, fullrange Fostex Fe126 backhorn e tanto altro...

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un Single Ended didattico(o forse no?!?)

Messaggio  andzoff il Gio Lug 19, 2012 5:13 am

Congratulazioni, ottimo lavoro. Clap

andzoff
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 01.07.11
Numero di messaggi : 1189
Località : Roma
Provincia (Città) : Roma
Impianto :
Spoiler:

Sorgente: WD TV Live
Alimentatore: Mean Well S-60-24
Ampli: Breeze Audio TPA3116
Diffusori: Indiana Line Tesi 204

Sono stato assente dal forum dal 14 set 2013 all'11 ott 2014 per mancanza di impianto.
Ma ora finalmente tutto riparte.


Tornare in alto Andare in basso

Re: Un Single Ended didattico(o forse no?!?)

Messaggio  Andrea Zani il Gio Lug 19, 2012 2:45 pm

@andzoff ha scritto:Congratulazioni, ottimo lavoro. Clap
grazie

Andrea Zani
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 21.05.10
Numero di messaggi : 1763
Località : Ponderano(Bi)
Occupazione/Hobby : /Parassita Circuitale
Impianto : non finirò mai
di lavorarci

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un Single Ended didattico(o forse no?!?)

Messaggio  Andrea Zani il Gio Lug 19, 2012 2:46 pm

@mau749 ha scritto:Esattamente così.

Il punto di lavoro si sposta comunque sulla retta di carico perché ovviamente dipende dal segnale in ingresso che fa variare la base della griglia attorno al punto di riposo (Vg=-3V circa), nel nostro caso cioè da vg=0 a Vg=-6V.

Se non ci fosse il CCS la retta di carico non sarebbe più orizzontale ma inclinata e passante per il punto di lavoro scelto (ia=11 mA, V=102V e Vg=-3V) e per il punto ia=0, V=180V pari cioè alla tensione di alimentazione del tubo per corrente di placca nulla.

Su questa retta (non curva) si sposta il punto di lavoro per la stessa variazione della base della griglia: se la tracci vedi subito come gli spazi fra le varie curve di Vg siano molto meno paralleli ed equidistanti, sintomo di minore linearità.

Ora devi cominciare ad assemblare qualcosa, io con il mio pre, quasi simile, sono a buon punto, poi mi dedicherò al PP di 6B4G.
si appena arriva il materiale comincio,in aria ovviamente.. Very Happy almeno per quel che riesco..

Andrea Zani
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 21.05.10
Numero di messaggi : 1763
Località : Ponderano(Bi)
Occupazione/Hobby : /Parassita Circuitale
Impianto : non finirò mai
di lavorarci

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un Single Ended didattico(o forse no?!?)

Messaggio  Andrea Zani il Sab Lug 28, 2012 2:09 pm

sono arrivate le 6n1 e dovrebbero arrivare anche le regolatrici da 75V manca la raddrizzatrice e ho quasi tutto,quando arriva il materiale faccio una foto di gruppo.
Non contento di tutti gli schemi partoriti fino ad ora ne aggiungo un'altro:

In pratica ho eliminato la resistenza di limitazione in corrente per le regolatrici,ho spostato il c4s e l'ho utilizzato per limitare la corrente al posto della res, impostato al valore di polarizzazione desiderato per lo stadio a catodo comune ovvero circa 11,5mA.
Quindi ho eliminato la resistenza e utilizzato il c4s non solo per limitare la corrente delle regolatrici ma anche per impostare la corrente di polarizzazione dello stadio.
il tutto si traduce in un componente in meno.
mi è sorto anche un'altro dubbio,per lo stadio white power devo usare per la valvola alta lo stesso triodo per entrambi i canali e idem per quella bassa?(tipo srpp per intenderci)
oppure dato che riferisco a massa i filamenti posso utilizzare le due sezioni della stessa valvola per un canale?

Andrea Zani
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 21.05.10
Numero di messaggi : 1763
Località : Ponderano(Bi)
Occupazione/Hobby : /Parassita Circuitale
Impianto : non finirò mai
di lavorarci

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un Single Ended didattico(o forse no?!?)

Messaggio  mau749 il Dom Lug 29, 2012 10:05 pm

Avere il C4S prima o dopo le regolatrici non è, almeno in teoria, esattamente la stessa cosa anche se nella pratica il risultato potrebbe essere lo stesso.

Con il C4S a valle delle stabilizzatrici questo regola solamente la corrente di riposo nei tubi mentre se a monte regola la somma delle correnti nei tubi e nelle stabilizzatrici.

Ora se il C4S è unico per i due canali le normali tolleranze dei tubi probabilmente faranno sì che comunque le correnti di riposo delle due sezioni della prima valvola non saranno identiche e quindi che il C4S sia prima o dopo le stabilizzatrici cambia poco.

Diverso il discorso se invece i C4S sono uno per canale, cosa che io consiglio caldamente: in questo caso la regolazione delle correnti di riposo è assolutamente precisa ed indipendente dalla dispersione dei parametri delle sezioni del primo tubo ed ovviamente i C4S devono essere a valle delle stabilizzatrici.

Per quanto riguarda il white follower, con un riferimento dei filamenti adeguato, puoi tranquillamente utilizzare le due sezioni della stessa valvola.

_________________
Ciao, Maurizio
"... non è importante il colore del gatto... l'importante è che prenda i topi!"

mau749
Moderatore di sezione
Moderatore di sezione

Data d'iscrizione : 08.01.12
Numero di messaggi : 987
Località : ROCCASECCA (FR)
Occupazione/Hobby : ingegnere progettista strutturale/musica e fotografia
Provincia (Città) : tendenzialmente ottimista
Impianto : dual mono SE 300B, dual mono PP 6B4G, dual mono PP EL34, fullrange Fostex Fe126 backhorn e tanto altro...

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un Single Ended didattico(o forse no?!?)

Messaggio  Andrea Zani il Lun Lug 30, 2012 8:42 am

userò un c4s per ogni canale.
quindi utilizzerò la soluzione con il c4s a valle delle stabilizzatrici e la res per limitare la corrente delle stesse.
grazie

Andrea Zani
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 21.05.10
Numero di messaggi : 1763
Località : Ponderano(Bi)
Occupazione/Hobby : /Parassita Circuitale
Impianto : non finirò mai
di lavorarci

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum