T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti
Benvenuto nel T-Forum!
Connettiti in modo da farti riconoscere come membro affezionato, oppure registrati così potrai partecipare attivamente alle discussioni.
Sondaggio

Ti piace il nuovo stile del T-Forum?

51% 51% [ 73 ]
49% 49% [ 70 ]

Totale dei voti : 143

Ultimi argomenti
» Behringer ep1500
Oggi alle 19:32 Da dinamanu

» Arcam FMJ A19
Oggi alle 19:27 Da dinamanu

» BILL EVANS: La magia di un trio riscoperto
Oggi alle 18:56 Da magistercylindrus

» [SS+sped] Cabinet Ciare H07 per PH 250
Oggi alle 18:45 Da Aunktintaun

» ciò solo 200 euri.... le scinte e il cinesino.... oppure...
Oggi alle 18:11 Da lello64

» Un incredibile diluvio sonoro lungo 11 minuti!
Oggi alle 17:32 Da mauretto

» il dubbio...
Oggi alle 16:10 Da giucam61

» SMSL M7: il dac definitivo alla portata di tutti?
Oggi alle 16:08 Da pallapippo

» Steely Dan
Oggi alle 14:54 Da lello64

» Fx-Audio D802
Oggi alle 14:05 Da Kha-Jinn

» Lista JAZZ BOX SET in vendita
Ieri alle 23:47 Da andy65

» AMPLIFICATORI VINTAGE
Ieri alle 23:45 Da nerone

» Nuovo Douk Dac
Ieri alle 20:45 Da uncletoma

» Consiglio: impianto si o no e cosa (poco spazio, max 600€)
Ieri alle 19:20 Da dinamanu

» Spyro Gyra
Ieri alle 18:51 Da andy65

» l'audiofilo chi e' secondo voi?
Ieri alle 17:48 Da Kha-Jinn

» Gegè Telesforo - Nu Joy
Ieri alle 16:45 Da potowatax

» Wynton Marsalis
Ieri alle 14:45 Da andy65

» ECM Selected Recording
Ieri alle 14:32 Da andy65

» LP jazz a Roma da non perdere
Ieri alle 14:25 Da andy65

» Roy Hargrove
Ieri alle 14:09 Da andy65

» Mel Lewis & The Jazz Orchestra - Make Me Smile & Other New Works by Bob Brookmeyer
Ieri alle 14:04 Da andy65

» Bill Evans - From Left to Right
Ieri alle 14:02 Da andy65

» concerti al manzoni di milano
Ieri alle 14:01 Da andy65

» John Coltrane - Giant Steps
Ieri alle 13:58 Da andy65

» ecco l'onesto epigono ...Johnny Winter con Muddy Waters e JL Hooker
Ieri alle 13:44 Da andy65

» Tre magiche chitarre
Ieri alle 11:24 Da Zio

» Consiglio (conferma?) Nuovo Impianto (Budget 400 euro )
Ieri alle 10:43 Da nerone

» Marantz PM6006 da Amazon UK (Home AV Direct)
Ieri alle 9:56 Da giucam61

» CD SPECIALE! Di HANK JONES "blueseggiante" (per amanti jazz alla Oscar Peterson)
Ieri alle 9:33 Da andy65

Statistiche
Abbiamo 11030 membri registrati
L'ultimo utente registrato è kaiokaio

I nostri membri hanno inviato un totale di 795349 messaggi in 51576 argomenti
I postatori più attivi della settimana
dinamanu
 
andy65
 
giucam61
 
lello64
 
nerone
 
Nadir81
 
Kha-Jinn
 
Albert^ONE
 
pallapippo
 
uncletoma
 

Migliori postatori
Stentor (20392)
 
DACCLOR65 (19633)
 
schwantz34 (15512)
 
Silver Black (15477)
 
nd1967 (12803)
 
flovato (12509)
 
Biagio De Simone (10275)
 
piero7 (9854)
 
wasky (9229)
 
fritznet (9180)
 

Chi è in linea
In totale ci sono 75 utenti in linea: 5 Registrati, 0 Nascosti e 70 Ospiti :: 1 Motore di ricerca

amordechai, dinamanu, embty2002, futuroblu, p.cristallini

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 4379 il Lun 25 Mag 2015 - 15:01
Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 


Bookmarking sociale

Bookmarking sociale Digg  Bookmarking sociale Delicious  Bookmarking sociale Reddit  Bookmarking sociale Stumbleupon  Bookmarking sociale Slashdot  Bookmarking sociale Yahoo  Bookmarking sociale Google  Bookmarking sociale Blinklist  Bookmarking sociale Blogmarks  Bookmarking sociale Technorati  




Conserva e condividi l'indirizzo di T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti sul tuo sito sociale bookmarking


Linea elettrica dedicata all'hifi

Pagina 1 di 3 1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Linea elettrica dedicata all'hifi

Messaggio  Silver Black il Mar 29 Mag 2012 - 19:17

Siccome sto studiando l'impianto elettrico della casa nuova e sono previsti lavori pesanti (muri da rompere, ecc. ristrutturazione totale insomma), ho pensato anche: "perchè non fare una linea elettrica dedicata per l'impianto hifi?".

Che ne pensat? E' inutile? E' troppo costoso? Che requisiti dovrebbe avere?
Come avrete capito ne so proprio poco, ma sentendo in giro di eventuali benefici miracolosi (equivalenti all'uso di batterie, a quanto dicono) mi sta venendo la voglia di modificare ulteriormente l'impianto elettrico (già faccio mettere la GigaLAN in quasi ogni stanza!).

_________________
T-Forum, non solo classe T.
www.tforumhifi.com

Se ti piace la fotografia iscriviti a Lucegrafia, il forum di Fotografia per veri appassionati!
"Una fotografia prima la senti, poi la vedi". (Fabrizio Guerra, fotografo)
www.lucegrafia.net
avatar
Silver Black
Amministratore
Amministratore

Data d'iscrizione : 04.02.08
Numero di messaggi : 15477
Località : Veneto, Italia
Occupazione/Hobby : Software developer - Istruttore di Muay Thai
Provincia (Città) : Vicenza (Bassano del Grappa)
Impianto :
Spoiler:
Impianto: ampli: VirtueTwo.2 + JT Dynamic Power Supply (30V, 10A, 300W); diffusori: Proson Conquest 6030 MKII; sorgente: Oppo DV970; cavi segnale: Monster Cable MKII; cavi potenza: Qed Micro






http://www.silvercybertech.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Linea elettrica dedicata all'hifi

Messaggio  Barone Rosso il Mar 29 Mag 2012 - 20:05

Il grosso dei disturbi elettrici viene da fuori e non da casa.
Quindi ho qualche dubbio sulla sua utilità.

Poi sono cosa che vanno bene a chi usa i classe A da 500W e non il virtue audio (che ha il grande vantaggio di consumare poco).

avatar
Barone Rosso
Moderatore
Moderatore

Data d'iscrizione : 24.03.08
Numero di messaggi : 8035
Località :
Provincia (Città) : Altrove
Impianto : Z + X = Y

Tornare in alto Andare in basso

Re: Linea elettrica dedicata all'hifi

Messaggio  SaNdMaN il Mar 29 Mag 2012 - 20:18

Silver Black ha scritto:Siccome sto studiando l'impianto elettrico della casa nuova e sono previsti lavori pesanti (muri da rompere, ecc. ristrutturazione totale insomma), ho pensato anche: "perchè non fare una linea elettrica dedicata per l'impianto hifi?".

Che ne pensat? E' inutile? E' troppo costoso? Che requisiti dovrebbe avere?
Come avrete capito ne so proprio poco, ma sentendo in giro di eventuali benefici miracolosi (equivalenti all'uso di batterie, a quanto dicono) mi sta venendo la voglia di modificare ulteriormente l'impianto elettrico (già faccio mettere la GigaLAN in quasi ogni stanza!).


Quoto Barone Rosso. L'unica cosa che puoi fare è la configurazione a stella che si fa nella ciabatte. In questo caso la faresti nell'impianto di casa. Usando cavi di dimensioni adeguate (almeno 2.5mm.).
Il resto, come dice Barone, viene da fuori. Però in questo modo almeno ottimizzi la linea di casa senza "ponti" e con un cavo adeguato.
Per sapere se la tua rete elettrica è buona o scarsa dovresti misurarla. Non sempre si hanno 220v in tutte le ore del giorno. C'è un strumento dedicato che misura la corrente. Dovresti provare a misurarla da dove entra in casa, in orari diversi (mattina, pomeriggio, sera). Se è stabile avrai valori molto vicini alla 220. In caso contrario valori molto diversi. In quel caso ci vorrebbe uno stabilizzatore di rete. Peccato che costa una fortuna.
avatar
SaNdMaN
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 29.09.11
Numero di messaggi : 5972
Provincia (Città) : Roma
Impianto : Sorgente: Marantz CD60004
Trasporto: M2Tech HiFace Two
DAC: Musical Fidelity VDAC II -XMOS PCM5102 DAC - Cambridge Audio DAC100 - Behringer Ultramatch PRO CS4398 a trasformatori
HTCP Silverstone: JRiver con Dirac Live Room Correction
Preamplificatore: Gomez - Prebby HV - PrebbyHeadHV - PreFET
Finali: 2 Adcom GFA 555 - TPA3116 - Abletec 240 - TA 10.2
Diffusori: Focal Aria 906 - Dynaudio DM 2/7 - Cerwin Vega SL15
Cuffie: Grado SR325i - Sennheiser HD600
Ampli Cuffie: JHL class A - Prebby Head HV




Tornare in alto Andare in basso

Re: Linea elettrica dedicata all'hifi

Messaggio  sickshotshow il Mar 29 Mag 2012 - 20:30

Silver Black ha scritto:Siccome sto studiando l'impianto elettrico della casa nuova e sono previsti lavori pesanti (muri da rompere, ecc. ristrutturazione totale insomma), ho pensato anche: "perchè non fare una linea elettrica dedicata per l'impianto hifi?".

Che ne pensat? E' inutile? E' troppo costoso? Che requisiti dovrebbe avere?
Al di là del carico che ci devi connettere male non fa di certo, però non saprei dirti quanto miglioramento potrai rilevare.

Questa estate prevedo di tirarmi una linea dedicata per l'impianto stereo direttamente dal contatore Enel. L'unica interruzione sarà per metterci differenziale e magnetotermico dedicato. Passerò un cavo schermato dentro una canalina esterna fino alla ciabatta dell'impianto. Visto che il lavoro lo faccio io le spese sono basse: circa 50 euro tra cavo schermato e salvavita presi da ebay...
Quando avrò finito vi racconterò le mie impressioni, male che vada ho speso poco Smile
avatar
sickshotshow
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 15.04.11
Numero di messaggi : 1502
Provincia (Città) : Padova
Impianto :
Spoiler:

Sorgenti: Asus EEEPC
Dac: Micromega Mydac
Giradischi: Manticore Mantra, Rega RB250, Denon DL103, Lehmann Black Cube
Pre: Pass B1 Buffer
Finali: Pass Mini Aleph
Diffusori: Sony SS-X9ED, Cambridge Audio S30
Cavi:
usb: Wireworld Ultraviolet
segnale: JPS clone
potenza: Audioquest FLX 14.4
alim: Elecaudio CS-331B


Tornare in alto Andare in basso

Re: Linea elettrica dedicata all'hifi

Messaggio  sickshotshow il Mar 29 Mag 2012 - 20:35

SaNdMaN ha scritto:Per sapere se la tua rete elettrica è buona o scarsa dovresti misurarla. Non sempre si hanno 220v in tutte le ore del giorno. C'è un strumento dedicato che misura la corrente. Dovresti provare a misurarla da dove entra in casa, in orari diversi (mattina, pomeriggio, sera). Se è stabile avrai valori molto vicini alla 220. In caso contrario valori molto diversi. In quel caso ci vorrebbe uno stabilizzatore di rete. Peccato che costa una fortuna.
Da qualche anno la tensione della rete elettrica in italia è 230v. Per misurarla basta un qualsiasi tester.
avatar
sickshotshow
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 15.04.11
Numero di messaggi : 1502
Provincia (Città) : Padova
Impianto :
Spoiler:

Sorgenti: Asus EEEPC
Dac: Micromega Mydac
Giradischi: Manticore Mantra, Rega RB250, Denon DL103, Lehmann Black Cube
Pre: Pass B1 Buffer
Finali: Pass Mini Aleph
Diffusori: Sony SS-X9ED, Cambridge Audio S30
Cavi:
usb: Wireworld Ultraviolet
segnale: JPS clone
potenza: Audioquest FLX 14.4
alim: Elecaudio CS-331B


Tornare in alto Andare in basso

Re: Linea elettrica dedicata all'hifi

Messaggio  Albert^ONE il Mar 29 Mag 2012 - 20:35

Metti cavi di dimensioni adeguate in tutta la casa e configurazione a stella,per il resto serve un condizionatore di rete che ti pulisce la 220 da tutte le porcherie della linea Enel. Wink
avatar
Albert^ONE
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 23.10.10
Numero di messaggi : 5421
Località : Lanciano(ch) Abruzzo

Tornare in alto Andare in basso

Re: Linea elettrica dedicata all'hifi

Messaggio  MrTheCarbon il Mar 29 Mag 2012 - 20:50

Valvolas mi consigliava un separatore galvanico per i rumori che provenivano dal pc sull'impianto .. e in generale dalla rete elettrica..

http://www.tforumhifi.com/t18071-condizionatori-di-rete?highlight=condizionatori+di+rete

qui se ne parla, vedi se trovi qualcosa, chissà che non trovi un mostro come quelli di gigi6c (ultime 2 pagine)

per quel che ho capito è un trasformatore AC AC con rapporto 1:1 quindi non trasforma la corrente, però è come se la corrente che va al tuo impianto sia generata da un trasformatore indipendente e quindi separata almeno parzialmente dalla "sporcizia" nella rete elettrica.. il problema sono i costi.. ma non so, qualcosa forse lo trovi
avatar
MrTheCarbon
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 29.06.11
Numero di messaggi : 1418
Impianto : Decente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Linea elettrica dedicata all'hifi

Messaggio  Barone Rosso il Mar 29 Mag 2012 - 21:07

MrTheCarbon ha scritto:Valvolas mi consigliava un separatore galvanico per i rumori che provenivano dal pc sull'impianto .. e in generale dalla rete elettrica..

http://www.tforumhifi.com/t18071-condizionatori-di-rete?highlight=condizionatori+di+rete

qui se ne parla, vedi se trovi qualcosa, chissà che non trovi un mostro come quelli di gigi6c (ultime 2 pagine)

per quel che ho capito è un trasformatore AC AC con rapporto 1:1 quindi non trasforma la corrente, però è come se la corrente che va al tuo impianto sia generata da un trasformatore indipendente e quindi separata almeno parzialmente dalla "sporcizia" nella rete elettrica.. il problema sono i costi.. ma non so, qualcosa forse lo trovi

Un trafo 1:1, dovrebbe essere molto potetene (e costoso) per non perdere la capacita della 230v.
Inoltre tutti gli hi-fi hanno il trafo che è separato galvanicamente.

Secondo me la soluzione, al massimo, è quella di farsi tirare un cavo dal contatore ad un presa specifica, se non costa troppo, se poi gli mette pure una ciabatta filtrata e anti-fulmine è OK.


Pero tutto questo non rimuove il grosso dei rumori che vengono da fuori.

avatar
Barone Rosso
Moderatore
Moderatore

Data d'iscrizione : 24.03.08
Numero di messaggi : 8035
Località :
Provincia (Città) : Altrove
Impianto : Z + X = Y

Tornare in alto Andare in basso

Re: Linea elettrica dedicata all'hifi

Messaggio  SaNdMaN il Mar 29 Mag 2012 - 21:30

sickshotshow ha scritto:
SaNdMaN ha scritto:Per sapere se la tua rete elettrica è buona o scarsa dovresti misurarla. Non sempre si hanno 220v in tutte le ore del giorno. C'è un strumento dedicato che misura la corrente. Dovresti provare a misurarla da dove entra in casa, in orari diversi (mattina, pomeriggio, sera). Se è stabile avrai valori molto vicini alla 220. In caso contrario valori molto diversi. In quel caso ci vorrebbe uno stabilizzatore di rete. Peccato che costa una fortuna.
Da qualche anno la tensione della rete elettrica in italia è 230v. Per misurarla basta un qualsiasi tester.

Sì 230. Non era quello il punto però, ma misurarla in diverse ore del giorno per capire lo stato della rete elettrica.
Il tester va bene se lo sai usare (e non dò per scontato che tutti lo sappiano usare). Esistono degli apparecchi molto economici che si attaccano direttamente al contatore e istantaneamente ti dicono il valore della corrente. Puoi anche lasciarlo attaccato e vedere le variazione di tensione in tempo reale. Sì ok, come farebbe un tester Wink
avatar
SaNdMaN
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 29.09.11
Numero di messaggi : 5972
Provincia (Città) : Roma
Impianto : Sorgente: Marantz CD60004
Trasporto: M2Tech HiFace Two
DAC: Musical Fidelity VDAC II -XMOS PCM5102 DAC - Cambridge Audio DAC100 - Behringer Ultramatch PRO CS4398 a trasformatori
HTCP Silverstone: JRiver con Dirac Live Room Correction
Preamplificatore: Gomez - Prebby HV - PrebbyHeadHV - PreFET
Finali: 2 Adcom GFA 555 - TPA3116 - Abletec 240 - TA 10.2
Diffusori: Focal Aria 906 - Dynaudio DM 2/7 - Cerwin Vega SL15
Cuffie: Grado SR325i - Sennheiser HD600
Ampli Cuffie: JHL class A - Prebby Head HV




Tornare in alto Andare in basso

Re: Linea elettrica dedicata all'hifi

Messaggio  adriano gaddari il Mar 29 Mag 2012 - 21:34

Silver Black ha scritto:Siccome sto studiando l'impianto elettrico della casa nuova e sono previsti lavori pesanti (muri da rompere, ecc. ristrutturazione totale insomma), ho pensato anche: "perchè non fare una linea elettrica dedicata per l'impianto hifi?".

Che ne pensat? E' inutile? E' troppo costoso? Che requisiti dovrebbe avere?
Come avrete capito ne so proprio poco, ma sentendo in giro di eventuali benefici miracolosi (equivalenti all'uso di batterie, a quanto dicono) mi sta venendo la voglia di modificare ulteriormente l'impianto elettrico (già faccio mettere la GigaLAN in quasi ogni stanza!).

io l'ho fatto e ne ho tratto grandi benefici,
ho fatto stendere una linea separata con cavo elettrico commerciale da 6 mm , collegata al quadro elettrico domestico a un magnetotermico posto in posizione separata , dal quale sono partito con un cavo Furutek di un paio di metri fino a una ciabatta autocostruita e cablata a stella con lo stesso cavo su 6 prese shuko di Zu import .Non ricordo la spesa , forse un centinaio di euro , ma anche fossero 3-400 , è l'ultima cosa di cui pentirmi.Naturalmente anche in questo caso i risultati sono individuali e legati a diversi fattori , però ritengo l'alimentazione decisiva ai fini di un buon ascolto. Hello

adriano gaddari
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 27.08.11
Numero di messaggi : 1249
Località : nuoro
Occupazione/Hobby : artigiano del vetro
Provincia (Città) : trasparente
Impianto : ANALOGICO -lenco l 78 se con plinto in vetro stratificato (avatar )-stanton 681 EE-goldring 2100
phono -- Graham Slee Amp 2 se
DIGITALE -- marantz cd 75II -macbook con audirvana - m2tech
hiface two - beresford bushmaster mk II alimentato zetagi
PRE--music first audio classic -- Itube di Ifi Audio FINALI--mono hypex ucd 180 hxl
DIFFUSORI--Dipole glass by Gaddari , prog R39 Audiojam2 modificato
ALIMENTAZIONE-furutek ( linea dedicata + ciabatta autocostruita )-- SEGNALE- saec - monster cable - Van Den Hul- Ramm Elite- Rj 142 POTENZA- tellurium blue
CUFFIE-- akg q 701

Tornare in alto Andare in basso

Re: Linea elettrica dedicata all'hifi

Messaggio  Telstar il Mar 29 Mag 2012 - 21:43

Albert^ONE ha scritto:Metti cavi di dimensioni adeguate in tutta la casa e configurazione a stella,per il resto serve un condizionatore di rete che ti pulisce la 220 da tutte le porcherie della linea Enel. Wink

this.
avatar
Telstar
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 26.02.09
Numero di messaggi : 1691
Località : Milano
Provincia (Città) : Incerto
Impianto : Living:
Fanless PC > Infrasonic Quartet > MSB MVC > Firstwatt F3 + Classé CAP-100
Open baffle 2 vie attive con Beyma e Hemp | Software XO | cavi vari Siltech, DNM, autocostruiti |
Studio:
W7 PC > emu 1212m (Amanero USB work in progress) > audio-gd DAC19DSP > CK2III con finali Rohm > AT W1000X |

Tornare in alto Andare in basso

Re: Linea elettrica dedicata all'hifi

Messaggio  Silver Black il Mar 29 Mag 2012 - 23:47

Barone Rosso ha scritto:Il grosso dei disturbi elettrici viene da fuori e non da casa.
Quindi ho qualche dubbio sulla sua utilità.

Poi sono cosa che vanno bene a chi usa i classe A da 500W e non il virtue audio (che ha il grande vantaggio di consumare poco).


A parte che il VT non è detto che sia il mio ampli definitivo, ma se qualcuno dice che accendendo gli elettrodomestici il suono peggiora, vuol dire che anche all'interno dell'abitazione il problema esiste, non viene cioè solo da fuori.

SaNdMaN ha scritto:Quoto Barone Rosso. L'unica cosa che puoi fare è la configurazione a stella che si fa nella ciabatte. In questo caso la faresti nell'impianto di casa. Usando cavi di dimensioni adeguate (almeno 2.5mm.).
Il resto, come dice Barone, viene da fuori. Però in questo modo almeno ottimizzi la linea di casa senza "ponti" e con un cavo adeguato.
Per sapere se la tua rete elettrica è buona o scarsa dovresti misurarla. Non sempre si hanno 220v in tutte le ore del giorno. C'è un strumento dedicato che misura la corrente. Dovresti provare a misurarla da dove entra in casa, in orari diversi (mattina, pomeriggio, sera). Se è stabile avrai valori molto vicini alla 220. In caso contrario valori molto diversi. In quel caso ci vorrebbe uno stabilizzatore di rete. Peccato che costa una fortuna.

Come faccio a misurare qualcosa che non esiste ancora? L'impianto non c'è! Very Happy

sickshotshow ha scritto:Al di là del carico che ci devi connettere male non fa di certo, però non saprei dirti quanto miglioramento potrai rilevare.

Questa estate prevedo di tirarmi una linea dedicata per l'impianto stereo direttamente dal contatore Enel. L'unica interruzione sarà per metterci differenziale e magnetotermico dedicato. Passerò un cavo schermato dentro una canalina esterna fino alla ciabatta dell'impianto. Visto che il lavoro lo faccio io le spese sono basse: circa 50 euro tra cavo schermato e salvavita presi da ebay...
Quando avrò finito vi racconterò le mie impressioni, male che vada ho speso poco Smile

Spero per l'estate di avere già cominciato i lavori, comunque sì, fammi sapere come va che magari lo facciamo in parallelo (ovviamente tutto ciò che mi dirai per me sarà arabo quindi lo passerò al mio elettricista!)

Albert^ONE ha scritto:Metti cavi di dimensioni adeguate in tutta la casa e configurazione a stella,per il resto serve un condizionatore di rete che ti pulisce la 220 da tutte le porcherie della linea Enel. Wink

Allora gli dico così all'elettricista. Condizionatore di rete quanto costerà?

adriano gaddari ha scritto:io l'ho fatto e ne ho tratto grandi benefici,
ho fatto stendere una linea separata con cavo elettrico commerciale da 6 mm , collegata al quadro elettrico domestico a un magnetotermico posto in posizione separata , dal quale sono partito con un cavo Furutek di un paio di metri fino a una ciabatta autocostruita e cablata a stella con lo stesso cavo su 6 prese shuko di Zu import .Non ricordo la spesa , forse un centinaio di euro , ma anche fossero 3-400 , è l'ultima cosa di cui pentirmi.Naturalmente anche in questo caso i risultati sono individuali e legati a diversi fattori , però ritengo l'alimentazione decisiva ai fini di un buon ascolto. Hello

Ok Ok Ok Ottimo! Posso riportare queste istruzioni all'elettricista? In aggiunta posso metterci un condizionatore di rete?
Ehi, credete che questo tipo di ottimizzazione vada bene anche per il PC, oppure visto che lì ho l'UPS manco se ne accorge? Mmm Ba beh dai, una cosa alla volta, pensiamo all'impianto ora.

Intanto ora so cosa dire/chiedere all'elelettricista, a me basta che ci sia UNA presa siffatta diretta col contatore, che userò per l'impianto audio. A tale presa magari attacco una ciabatta... o rovino il risutlato finale così facendo?

_________________
T-Forum, non solo classe T.
www.tforumhifi.com

Se ti piace la fotografia iscriviti a Lucegrafia, il forum di Fotografia per veri appassionati!
"Una fotografia prima la senti, poi la vedi". (Fabrizio Guerra, fotografo)
www.lucegrafia.net
avatar
Silver Black
Amministratore
Amministratore

Data d'iscrizione : 04.02.08
Numero di messaggi : 15477
Località : Veneto, Italia
Occupazione/Hobby : Software developer - Istruttore di Muay Thai
Provincia (Città) : Vicenza (Bassano del Grappa)
Impianto :
Spoiler:
Impianto: ampli: VirtueTwo.2 + JT Dynamic Power Supply (30V, 10A, 300W); diffusori: Proson Conquest 6030 MKII; sorgente: Oppo DV970; cavi segnale: Monster Cable MKII; cavi potenza: Qed Micro






http://www.silvercybertech.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Linea elettrica dedicata all'hifi

Messaggio  sickshotshow il Mer 30 Mag 2012 - 10:30

Silver Black ha scritto:
sickshotshow ha scritto: Questa estate prevedo di tirarmi una linea dedicata per l'impianto stereo direttamente dal contatore Enel. L'unica interruzione sarà per metterci differenziale e magnetotermico dedicato. Passerò un cavo schermato dentro una canalina esterna fino alla ciabatta dell'impianto. Visto che il lavoro lo faccio io le spese sono basse: circa 50 euro tra cavo schermato e salvavita presi da ebay...
Quando avrò finito vi racconterò le mie impressioni, male che vada ho speso poco Smile

Spero per l'estate di avere già cominciato i lavori, comunque sì, fammi sapere come va che magari lo facciamo in parallelo (ovviamente tutto ciò che mi dirai per me sarà arabo quindi lo passerò al mio elettricista!)
Guarda io non sapevo niente fino ad un anno fa quando ho cominciato ad interessarmi alla cosa, ma non sono di certo un esperto. Se ci ho capito qualcosa io dovrebbe essere semplice per tutti! Smile
Avevo iniziato questa discussione: http://www.tforumhifi.com/t18867-comando-ir-per-ciabatta-filtrata-non-ancora-autocostruita?highlight=comando+ir ma poi mi sono fermato per mancanza di tempo. Nel frattempo mi sono procurato quasi tutti i materiali. Lì trovi alcune info generali e più specifiche per una linea elettrica dedicata e per iniziare a costruire un condizionatore di rete. Ovviamente quando riprendo in mano il progetto aggiornerò anche la discussione.
I veri esperti in campo rete elettrica e filtri di rete sono sonic63, valvolas, lebrigant e Massimo Bianco che mi hanno davvero aiutato molto e che ringrazio moltissimo! Ti consiglio di invitarli a partecipare alla discussione. Wink

Silver Black ha scritto:
Albert^ONE ha scritto:Metti cavi di dimensioni adeguate in tutta la casa e configurazione a stella,per il resto serve un condizionatore di rete che ti pulisce la 220 da tutte le porcherie della linea Enel. Wink

Allora gli dico così all'elettricista. Condizionatore di rete quanto costerà?
Secondo me intanto pensa all'impianto, il condizionatore di rete lo puoi sempre aggiungere in un secondo tempo. Io ti consiglio di fartelo costruire da un amico esperto perché per comprarne uno finito vai a spendere molto.
Prodotti buoni li vendono da SI Audio:
http://www.siaudio.it/index.php?option=com_content&view=category&layout=blog&id=37&Itemid=63
Vendono anche degli ottimi kit di montaggio a prezzi umani:
http://www.siaudio.it/index.php?option=com_content&view=category&layout=blog&id=45&Itemid=77
Qui molte info sui condizionatori di rete:
http://www.tforumhifi.com/t18071-condizionatori-di-rete?highlight=condizionatore+di+rete

Silver Black ha scritto:
adriano gaddari ha scritto:io l'ho fatto e ne ho tratto grandi benefici,
ho fatto stendere una linea separata con cavo elettrico commerciale da 6 mm , collegata al quadro elettrico domestico a un magnetotermico posto in posizione separata , dal quale sono partito con un cavo Furutek di un paio di metri fino a una ciabatta autocostruita e cablata a stella con lo stesso cavo su 6 prese shuko di Zu import .Non ricordo la spesa , forse un centinaio di euro , ma anche fossero 3-400 , è l'ultima cosa di cui pentirmi.Naturalmente anche in questo caso i risultati sono individuali e legati a diversi fattori , però ritengo l'alimentazione decisiva ai fini di un buon ascolto. Hello
Ok Ok Ok Ottimo! Posso riportare queste istruzioni all'elettricista? In aggiunta posso metterci un condizionatore di rete?
Ehi, credete che questo tipo di ottimizzazione vada bene anche per il PC, oppure visto che lì ho l'UPS manco se ne accorge? Mmm Ba beh dai, una cosa alla volta, pensiamo all'impianto ora.

Intanto ora so cosa dire/chiedere all'elelettricista, a me basta che ci sia UNA presa siffatta diretta col contatore, che userò per l'impianto audio. A tale presa magari attacco una ciabatta... o rovino il risutlato finale così facendo?
Facendo così non rovini niente, a quella presa ci attacchi la ciabatta o il condizionatore di rete.
Il condizionatore di rete apporta i maggiori benefici alle sorgenti e preamplificatori, gli ampli è meglio lasciarli "lisci" per non limitare la dinamica e non modificare il loro timbro. Se il computer lo usi come sorgente sicuramente gli farà bene però, se non essenziale, toglierei l'ups che "sporca" molto la rete.
avatar
sickshotshow
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 15.04.11
Numero di messaggi : 1502
Provincia (Città) : Padova
Impianto :
Spoiler:

Sorgenti: Asus EEEPC
Dac: Micromega Mydac
Giradischi: Manticore Mantra, Rega RB250, Denon DL103, Lehmann Black Cube
Pre: Pass B1 Buffer
Finali: Pass Mini Aleph
Diffusori: Sony SS-X9ED, Cambridge Audio S30
Cavi:
usb: Wireworld Ultraviolet
segnale: JPS clone
potenza: Audioquest FLX 14.4
alim: Elecaudio CS-331B


Tornare in alto Andare in basso

Re: Linea elettrica dedicata all'hifi

Messaggio  excinghios il Mer 30 Mag 2012 - 11:34

Se la tensione di rete ti arriva in condizioni abbastanza disastrose e con sbalzi tra mattino, sera e notte (in certe zone da 230v puo scendere anche a 210v) ti serve uno di questi:
http://www.kwstore.it/product.php?id_product=30
Sulla qualità della sinusoide ricostruita e dell'eventuale rumore residuo non mi esprimo, sarebbe da indagare.

excinghios
Appassionato
Appassionato

Data d'iscrizione : 08.06.11
Numero di messaggi : 324
Località : Ud
Impianto : SMSL SA-S3 T2021B, casse B&W DM601, sorgente cd/dvd LG dei giostrai

Tornare in alto Andare in basso

Re: Linea elettrica dedicata all'hifi

Messaggio  sonic63 il Mer 30 Mag 2012 - 11:54

Le variazioni della tensione nel corso della giornata non sono veri e propri disturbi di rete e non influiscono sul suono se non con una diminuzione o aumento della potenza massima erogabile (questo naturalmente nei finali, poichè praticamente tutti gli apparecchi che trattano il segnale in tensione hanno alimentazioni stabilizzate), naturalmente se la tensione rimane entro limiti accettabili, diciamo +/- 10%, oltre si potrebbero avere problemi legati allo spostamento dei punti di lavoro, perforazione di isolanti(soprattutto nei condensatori), surriscaldamento dei regolatori di tensione; ma comunque in apparecchi già dalla progettazione e implementazione tirata un pò per il collo.
Gli stabilizzatori di tensione sono MOLTO NEGATIVI per il suono e sarebbero da usare solo in condizioni di rete veramente disastrose, gli unici che limitano i danni al suono sono quelli cosiddetti "a ferro saturo" che lavorano esclusivamente in maniera passiva.
Hello

sonic63
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 21.12.09
Numero di messaggi : 5375
Località : napoli
Impianto : pre e finali autocostruiti + casse autocostruite

Tornare in alto Andare in basso

Re: Linea elettrica dedicata all'hifi

Messaggio  sickshotshow il Mer 30 Mag 2012 - 12:06

Ricapitolando un po' quello che si è detto io farei così:

contatore Enel
I I
I I___ quadro elettrico casa ___ 1
I
I___ quadro elettrico hifi ___2___ 3


1- Impianto elettrico della casa realizzato interamente a stella (che è pure più sano perché riduce i campi elettromagnetici) con conduttori da 2,5mm per le prese e 1,5mm per le luci.

2- Cavo schermato con conduttori da 4mm (6mm se vuoi proprio esagerare). Schermo e terra del cavo collegato al centro stella di casa, dall'altro lato schermo non collegato a niente.

3- Condizionatore di rete con prese filtrate per le sorgenti e non filtrate per i finali. Collegamenti delle prese a stella.

NOTA: La cosa più importante è un buon impianto di messa a terra, altrimenti si rischia di vanificare tutto quanto.

Spero di non aver scritto delle cazzate in caso correggetemi! Smile
avatar
sickshotshow
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 15.04.11
Numero di messaggi : 1502
Provincia (Città) : Padova
Impianto :
Spoiler:

Sorgenti: Asus EEEPC
Dac: Micromega Mydac
Giradischi: Manticore Mantra, Rega RB250, Denon DL103, Lehmann Black Cube
Pre: Pass B1 Buffer
Finali: Pass Mini Aleph
Diffusori: Sony SS-X9ED, Cambridge Audio S30
Cavi:
usb: Wireworld Ultraviolet
segnale: JPS clone
potenza: Audioquest FLX 14.4
alim: Elecaudio CS-331B


Tornare in alto Andare in basso

Re: Linea elettrica dedicata all'hifi

Messaggio  thepescator il Mer 30 Mag 2012 - 12:12

Mi sento di condividere il pensiero di Sonic

Secondo me la linea dedicata ha un senso nella misura in cui è possibile, ma dipende dalla casa, che la presa a cui attacco l'hi fi sia collegata con un unico cavo a frigo, tv, lamapada, tv etc.

Ognuno di questi apparecchi scarica sporcizia sulla linea da cui va a pescare l'HI FI.

La linea dedicata non serve a ripulire le sporcizie dell'enel ma ad evitare che altri apparecchi elettrici inquinino la rete.

Ad essere pignoli la linea dedicata è fondamentalmente incorretta, bisognerebbe parlare di linee dedicate (plurale), una per ogni singolo apparecchio del'impianto che va attaccato alla rete elettrica (cdp, pre, finale, etc).... a meno di non avere un sistema tutto integrato con un'unica linea di alimentazione.
avatar
thepescator
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 26.12.10
Numero di messaggi : 1010
Località : Lombardia.
Occupazione/Hobby : dipende dai giorni / SAP, Moto, Hifi, pesca
Provincia (Città) : easy
Impianto : Lettore DVD economico
Bushmaster MKII
TK2050
cavi di qualità
Neat Motive 2

Tornare in alto Andare in basso

Re: Linea elettrica dedicata all'hifi

Messaggio  sonic63 il Mer 30 Mag 2012 - 12:36

thepescator ha scritto:Mi sento di condividere il pensiero di Sonic

Secondo me la linea dedicata ha un senso nella misura in cui è possibile, ma dipende dalla casa, che la presa a cui attacco l'hi fi sia collegata con un unico cavo a frigo, tv, lamapada, tv etc.

Ognuno di questi apparecchi scarica sporcizia sulla linea da cui va a pescare l'HI FI.

La linea dedicata non serve a ripulire le sporcizie dell'enel ma ad evitare che altri apparecchi elettrici inquinino la rete.

Ad essere pignoli la linea dedicata è fondamentalmente incorretta, bisognerebbe parlare di linee dedicate (plurale), una per ogni singolo apparecchio del'impianto che va attaccato alla rete elettrica (cdp, pre, finale, etc).... a meno di non avere un sistema tutto integrato con un'unica linea di alimentazione.

Condivido tutto quello che hai scritto tranne l'ultimo capoverso.
Secondo me gli apparecchi dell'impianto devo prendere alimentazione da un'unica linea che parte dal quadro elettrico principale, o meglio direttamente dal contatore.
Avendo una linea separata per ogni apparecchio avresti cadute di tensione diverse e più alte sulle varie linee e quindi maggiori differenze tra i potenziali di massa degli apparecchi, questo provoca circolazione di corrente di schermo più alta, corrente che và ad inquinare i percorsi del segnale.
Hello

sonic63
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 21.12.09
Numero di messaggi : 5375
Località : napoli
Impianto : pre e finali autocostruiti + casse autocostruite

Tornare in alto Andare in basso

Re: Linea elettrica dedicata all'hifi

Messaggio  Barone Rosso il Mer 30 Mag 2012 - 12:44

thepescator ha scritto:Mi sento di condividere il pensiero di Sonic

Secondo me la linea dedicata ha un senso nella misura in cui è possibile, ma dipende dalla casa, che la presa a cui attacco l'hi fi sia collegata con un unico cavo a frigo, tv, lamapada, tv etc.

Ognuno di questi apparecchi scarica sporcizia sulla linea da cui va a pescare l'HI FI.

Chi genera sporcizia sono i motori degli aspirapoleveri da 1000w, o quelli della fabbrica più vicina (ma da 100'000w), non certo il motore da 1/2w di un lettore CD.

Questa idea mi sembra un tantino esagerata.

Nb. La lampada non crea nessuna sporcizia, visto che è un carico perfettamente lineare.
avatar
Barone Rosso
Moderatore
Moderatore

Data d'iscrizione : 24.03.08
Numero di messaggi : 8035
Località :
Provincia (Città) : Altrove
Impianto : Z + X = Y

Tornare in alto Andare in basso

Re: Linea elettrica dedicata all'hifi

Messaggio  dude il Mer 30 Mag 2012 - 12:45

Visto che ci sei io la linea dedicata la farei, male non fa, poi ti bastano un paio si schuko a muro, con cavi di adeguata sezione, sempre meglio che trovarti sulla stessa linea elettrodomestici vari, microonde, phon, climatizzatori, no?

dude
UTENTE DISISCRITTO

Data d'iscrizione : 01.06.09
Numero di messaggi : 1275
Località :
Impianto : (non specificato)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Linea elettrica dedicata all'hifi

Messaggio  thepescator il Mer 30 Mag 2012 - 12:53

sonic63 ha scritto:
thepescator ha scritto:Mi sento di condividere il pensiero di Sonic

Secondo me la linea dedicata ha un senso nella misura in cui è possibile, ma dipende dalla casa, che la presa a cui attacco l'hi fi sia collegata con un unico cavo a frigo, tv, lamapada, tv etc.

Ognuno di questi apparecchi scarica sporcizia sulla linea da cui va a pescare l'HI FI.

La linea dedicata non serve a ripulire le sporcizie dell'enel ma ad evitare che altri apparecchi elettrici inquinino la rete.

Ad essere pignoli la linea dedicata è fondamentalmente incorretta, bisognerebbe parlare di linee dedicate (plurale), una per ogni singolo apparecchio del'impianto che va attaccato alla rete elettrica (cdp, pre, finale, etc).... a meno di non avere un sistema tutto integrato con un'unica linea di alimentazione.

Condivido tutto quello che hai scritto tranne l'ultimo capoverso.
Secondo me gli apparecchi dell'impianto devo prendere alimentazione da un'unica linea che parte dal quadro elettrico principale, o meglio direttamente dal contatore.
Avendo una linea separata per ogni apparecchio avresti cadute di tensione diverse e più alte sulle varie linee e quindi maggiori differenze tra i potenziali di massa degli apparecchi, questo provoca circolazione di corrente di schermo più alta, corrente che và ad inquinare i percorsi del segnale.
Hello

Sonic63, ma quante ne sai !!!!??? Shocked
Questa è una buona notizia, visto che è va pure nella direzione del risparmio.
avatar
thepescator
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 26.12.10
Numero di messaggi : 1010
Località : Lombardia.
Occupazione/Hobby : dipende dai giorni / SAP, Moto, Hifi, pesca
Provincia (Città) : easy
Impianto : Lettore DVD economico
Bushmaster MKII
TK2050
cavi di qualità
Neat Motive 2

Tornare in alto Andare in basso

Re: Linea elettrica dedicata all'hifi

Messaggio  thepescator il Mer 30 Mag 2012 - 13:00

Barone Rosso ha scritto:
thepescator ha scritto:Mi sento di condividere il pensiero di Sonic

Secondo me la linea dedicata ha un senso nella misura in cui è possibile, ma dipende dalla casa, che la presa a cui attacco l'hi fi sia collegata con un unico cavo a frigo, tv, lamapada, tv etc.

Ognuno di questi apparecchi scarica sporcizia sulla linea da cui va a pescare l'HI FI.

Chi genera sporcizia sono i motori degli aspirapoleveri da 1000w, o quelli della fabbrica più vicina (ma da 100'000w), non certo il motore da 1/2w di un lettore CD.

Questa idea mi sembra un tantino esagerata.

Nb. La lampada non crea nessuna sporcizia, visto che è un carico perfettamente lineare.

La lampada era un esempio per rendere visivo il concetto di un qualche cosa con tanti apparecchi attaccati, poi hai sicuramente ragione tu.

Non mi riferivo alla sporcizia generata da un lettore cd, ma alla sporcizia che potrebbe incassare se collegato alla stessa linea di un finalone da es. 1000W; fermo restando che non penso che il virtue di Silver generi spurie.
avatar
thepescator
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 26.12.10
Numero di messaggi : 1010
Località : Lombardia.
Occupazione/Hobby : dipende dai giorni / SAP, Moto, Hifi, pesca
Provincia (Città) : easy
Impianto : Lettore DVD economico
Bushmaster MKII
TK2050
cavi di qualità
Neat Motive 2

Tornare in alto Andare in basso

Re: Linea elettrica dedicata all'hifi

Messaggio  sickshotshow il Mer 30 Mag 2012 - 13:18

thepescator ha scritto:
Barone Rosso ha scritto:

Nb. La lampada non crea nessuna sporcizia, visto che è un carico perfettamente lineare.

La lampada era un esempio per rendere visivo il concetto di un qualche cosa con tanti apparecchi attaccati, poi hai sicuramente ragione tu.
Temo che le lampadine elettroniche a risparmio energetico, a causa del loro trasformatorino, un po' di sporcizia la introducano nell'impianto...
avatar
sickshotshow
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 15.04.11
Numero di messaggi : 1502
Provincia (Città) : Padova
Impianto :
Spoiler:

Sorgenti: Asus EEEPC
Dac: Micromega Mydac
Giradischi: Manticore Mantra, Rega RB250, Denon DL103, Lehmann Black Cube
Pre: Pass B1 Buffer
Finali: Pass Mini Aleph
Diffusori: Sony SS-X9ED, Cambridge Audio S30
Cavi:
usb: Wireworld Ultraviolet
segnale: JPS clone
potenza: Audioquest FLX 14.4
alim: Elecaudio CS-331B


Tornare in alto Andare in basso

Re: Linea elettrica dedicata all'hifi

Messaggio  Silver Black il Mer 30 Mag 2012 - 13:20

sickshotshow ha scritto:Ricapitolando un po' quello che si è detto io farei così:

contatore Enel
I I
I I___ quadro elettrico casa ___ 1
I
I___ quadro elettrico hifi ___2___ 3


1- Impianto elettrico della casa realizzato interamente a stella (che è pure più sano perché riduce i campi elettromagnetici) con conduttori da 2,5mm per le prese e 1,5mm per le luci.

2- Cavo schermato con conduttori da 4mm (6mm se vuoi proprio esagerare). Schermo e terra del cavo collegato al centro stella di casa, dall'altro lato schermo non collegato a niente.

3- Condizionatore di rete con prese filtrate per le sorgenti e non filtrate per i finali. Collegamenti delle prese a stella.

NOTA: La cosa più importante è un buon impianto di messa a terra, altrimenti si rischia di vanificare tutto quanto.

Spero di non aver scritto delle cazzate in caso correggetemi! Smile

Ottimo riassunto, per un principiante come me è oro che cola!

dude ha scritto:Visto che ci sei io la linea dedicata la farei, male non fa, poi ti bastano un paio si schuko a muro, con cavi di adeguata sezione, sempre meglio che trovarti sulla stessa linea elettrodomestici vari, microonde, phon, climatizzatori, no?

Mi sa che farò proprio così! Vediamo cosa mi dice l'elettricista, casi possibili:
- costo esagerato
- occhi sgranati come per dire "Ma che cazzo sta dicendo questo?!"
- singolo occhio sgranato e uno sottile come per dire "Ma questo è scemo."
- entrambi gli occhi sottili come per dire "Eccone un altro, un altro audiofilo feticista pazzo!"

Laughing Grazie ragazzi, siete impagabili. Vi aggiornerò sugli esiti della vicenza, intanto se avete altro da dirmi fatemi sapere.

P.S. condizionatori di corrente e altro se posso aggiungerli DOPO l'impianto li aggiungerò appunto dopo, per ora mi servono solo le modifiche da fare assolutamente in fase di progettazione.

_________________
T-Forum, non solo classe T.
www.tforumhifi.com

Se ti piace la fotografia iscriviti a Lucegrafia, il forum di Fotografia per veri appassionati!
"Una fotografia prima la senti, poi la vedi". (Fabrizio Guerra, fotografo)
www.lucegrafia.net
avatar
Silver Black
Amministratore
Amministratore

Data d'iscrizione : 04.02.08
Numero di messaggi : 15477
Località : Veneto, Italia
Occupazione/Hobby : Software developer - Istruttore di Muay Thai
Provincia (Città) : Vicenza (Bassano del Grappa)
Impianto :
Spoiler:
Impianto: ampli: VirtueTwo.2 + JT Dynamic Power Supply (30V, 10A, 300W); diffusori: Proson Conquest 6030 MKII; sorgente: Oppo DV970; cavi segnale: Monster Cable MKII; cavi potenza: Qed Micro






http://www.silvercybertech.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Linea elettrica dedicata all'hifi

Messaggio  sonic63 il Mer 30 Mag 2012 - 13:47

thepescator ha scritto:
Barone Rosso ha scritto:

Chi genera sporcizia sono i motori degli aspirapoleveri da 1000w, o quelli della fabbrica più vicina (ma da 100'000w), non certo il motore da 1/2w di un lettore CD.

Questa idea mi sembra un tantino esagerata.

Nb. La lampada non crea nessuna sporcizia, visto che è un carico perfettamente lineare.

La lampada era un esempio per rendere visivo il concetto di un qualche cosa con tanti apparecchi attaccati, poi hai sicuramente ragione tu.

Non mi riferivo alla sporcizia generata da un lettore cd, ma alla sporcizia che potrebbe incassare se collegato alla stessa linea di un finalone da es. 1000W; fermo restando che non penso che il virtue di Silver generi spurie.

Effettivamente le lampade non generano disturbi, ma solo quelle ad incandescenza che sono un carico puramente resistivo.
Altri tipi di lampade, mi vengono in mente quelle a neon e quelle a basso consumo. sono una fonte di disturbi, come lo sono anche i circuiti di variazione della luminosità realizzati a TRIAC.

In un lettore CD non sono i motori a generare i disturbi che escono dall'apparecchio(anche se con i loro assorbimenti generano modulazione della tensione nelle linee interne all'apparecchio, con riflessioni negative sul suono) ma i circuiti digitali.

Hello

sonic63
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 21.12.09
Numero di messaggi : 5375
Località : napoli
Impianto : pre e finali autocostruiti + casse autocostruite

Tornare in alto Andare in basso

Re: Linea elettrica dedicata all'hifi

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 3 1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum