T-Forum, not just T-class. Since 2008, the affordable HiFi for you.
Benvenuto nel T-Forum!
Connettiti in modo da farti riconoscere come membro affezionato, oppure registrati così potrai partecipare attivamente alle discussioni.
Cerca
 
 

Risultati secondo:
 

 


Rechercher Ricerca avanzata

Ultimi argomenti
» Casse acustiche quali?b&w 684 o IL tesi 560?
Oggi a 13:10 Da rx78

» AudioNirvana Super 12" Cast Frame in cabinet 5.6MKII - risultato finale
Oggi a 13:04 Da Zio

» Confronto tra Breeze full mod. vs Drok ta2024b pareri personali e riflessioni
Oggi a 12:33 Da dieggs

» Stamattina... Oggi pomeriggio... Stasera... Stanotte... (parte 14)
Oggi a 12:21 Da fritznet

» Collegare più sorgenti al T-Amp
Oggi a 11:19 Da giucam61

» impianto entry -level
Oggi a 11:12 Da giucam61

» fissa lettore CD
Oggi a 10:54 Da giucam61

» Amplificatore per Scythe SCBKS-1100 Kro Craft Speaker Rev. B, quale migliore?
Oggi a 10:50 Da giucam61

» AUDIOLAB 8000SE
Oggi a 10:07 Da dinamanu

» jbl lsr 305 vs krk rokit 6 g3
Oggi a 8:41 Da luigigi

» Daphile - Audiophile Music Server & Player OS
Oggi a 8:38 Da luigigi

» ALIENTEK D8 vs FX AUDIO 802C
Oggi a 7:57 Da gigetto

» Quale ampli per le mie Dynaudio M20
Oggi a 5:12 Da SubitoMauro

» CAIMAN SEG
Oggi a 0:42 Da Zio

» (NA) Amplificatore Kingrex con DAC usb e uscita cuffie €270+ sped.
Oggi a 0:20 Da sonic63

» Daphile in ram
Ieri a 23:58 Da ghiglie

» Aiuto lenco L75s
Ieri a 20:36 Da Angel2000

» Ho preso le grado sr80e e vi porto un po' di impressioni
Ieri a 19:02 Da dinamanu

» Alimentatore Muse i25w Ta2021 quale connettore?
Ieri a 18:22 Da Tasso

» Messaggio per Valterneri NAD90
Ieri a 18:05 Da enrico massa

» [to]Vincent sp 997 finali mono
Ieri a 14:51 Da krell2

» OLD AKG K141 MONITOR E LITTLE DOT MK II V3.0
Ieri a 14:47 Da sportyerre

» [AN] Teac UD-H01
Ieri a 14:27 Da Masterix

» Player hi fi
Ieri a 11:38 Da santidonau

» [NO] vendo pre+finale valvole classe A
Ieri a 8:30 Da gigetto

» ultimo nato (mau 749 R.I.P)
Ieri a 6:01 Da Tommaso Cantalice

» Alternativa a Volumio: Moode Audio!
Lun 5 Dic 2016 - 22:40 Da eddy1963

» Vendo 2XFostex FE83EN Euro 110 con enclosures bookshelf
Lun 5 Dic 2016 - 22:14 Da potowatax

» Amplificatore per chiudere il cerchio
Lun 5 Dic 2016 - 21:05 Da Sistox

» El GORDO - una torre senza filtri, si può?
Lun 5 Dic 2016 - 19:41 Da Rino88ex

» Giradischi - quesiti & consigli
Lun 5 Dic 2016 - 19:25 Da dinamanu

» nuove diva 262
Lun 5 Dic 2016 - 19:00 Da CHAOSFERE

» [NA] VENDO Monoblock Icepower 500a con Alimentazione Lineare + Cavi + Filtri di rete [700 euro)
Lun 5 Dic 2016 - 17:48 Da MrTheCarbon

» JRiver 22
Lun 5 Dic 2016 - 15:57 Da gigihrt

» Cd conviene ripararlo o....
Lun 5 Dic 2016 - 8:44 Da gigetto

» Quale cavo ottico per il CD?
Lun 5 Dic 2016 - 8:43 Da gigetto

» Cavi component Hama 1,5m.
Lun 5 Dic 2016 - 0:26 Da wolfman

» Marble Machine
Dom 4 Dic 2016 - 13:31 Da natale55

» leboncoin.fr: Qualcuno è riuscito a comprare qualcosa?
Dom 4 Dic 2016 - 13:04 Da embty2002

» Concerto Ian Paice - Pistoia, 8 dicembre
Dom 4 Dic 2016 - 12:31 Da pallapippo

» Lettore CD max 200 euro
Dom 4 Dic 2016 - 12:06 Da sound4me

» Recupero vinile rovinato
Dom 4 Dic 2016 - 0:27 Da dinamanu

» VENDO Kit preamplificatore Sbilanciato->Bilanciato per Anaview/hypex/icepower ecc
Sab 3 Dic 2016 - 16:48 Da MrTheCarbon

» Problemi con la rotazione a 45RPM - Thorens
Sab 3 Dic 2016 - 16:11 Da enrico massa

» [Risolto]ECC99
Sab 3 Dic 2016 - 12:55 Da dinamanu

» (BO) vendo diffusori Klipsch Heresy 3 1200 euro+ss
Sab 3 Dic 2016 - 9:27 Da schwantz34

» NO al solito condotto reflex
Ven 2 Dic 2016 - 23:17 Da Abe1977

» Monitor Audio Silver 1 vs B6W 686 s2
Ven 2 Dic 2016 - 18:45 Da dinamanu

» TUTORIAL MODIFICHE TPA 3116 COMPLETO
Ven 2 Dic 2016 - 18:32 Da Angel2000

» Player portatile
Ven 2 Dic 2016 - 18:13 Da p.cristallini

Sondaggio

Interessati alla guida per la costruzione di un server audio?

76% 76% [ 148 ]
24% 24% [ 47 ]

Totale dei voti : 195

I postatori più attivi della settimana
fritznet
 
lello64
 
CHAOSFERE
 
rx78
 
dinamanu
 
savi
 
gigetto
 
valterneri
 
Masterix
 
giucam61
 

I postatori più attivi del mese
dinamanu
 
CHAOSFERE
 
lello64
 
Angel2000
 
giucam61
 
fritznet
 
gigetto
 
rx78
 
R!ck
 
natale55
 

Migliori postatori
Stentor (20392)
 
DACCLOR65 (19629)
 
schwantz34 (15482)
 
Silver Black (15375)
 
nd1967 (12784)
 
flovato (12509)
 
Biagio De Simone (10217)
 
piero7 (9854)
 
wasky (9229)
 
fritznet (8489)
 

Statistiche
Abbiamo 10367 membri registrati
L'ultimo utente registrato è monterix

I nostri membri hanno inviato un totale di 769300 messaggi in 50052 argomenti
Chi è in linea
In totale ci sono 72 utenti in linea :: 4 Registrati, 3 Nascosti e 65 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

dinamanu, marcovgl, ray, SGH

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo degli utenti in linea è stato 4379 il Lun 25 Mag 2015 - 15:01
Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 


Bookmarking sociale

Bookmarking sociale Digg  Bookmarking sociale Delicious  Bookmarking sociale Reddit  Bookmarking sociale Stumbleupon  Bookmarking sociale Slashdot  Bookmarking sociale Furl  Bookmarking sociale Yahoo  Bookmarking sociale Google  Bookmarking sociale Blinklist  Bookmarking sociale Blogmarks  Bookmarking sociale Technorati  




Conserva e condividi l'indirizzo di T-Forum, not just T-class. Since 2008, the affordable HiFi for you. sul tuo sito sociale bookmarking

E' possibile distinguere il 44.1kHz/16-bit di un cd standard dai nuovi formati ad alta risoluzione?

Pagina 2 di 4 Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: E' possibile distinguere il 44.1kHz/16-bit di un cd standard dai nuovi formati ad alta risoluzione?

Messaggio  luigigi il Mer 25 Apr 2012 - 15:07

@furio ha scritto:A casa mia, con il mio impianto, con i miei file, io sento molte differenze.
Tutte a vantaggio dell'alta risoluzione.
E di molto.

Malgrado gli acufeni Crying or Very sad ..... Concord Very Happy Very Happy

luigigi
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 06.02.12
Numero di messaggi : 2595
Località : Padania inferiore
Occupazione/Hobby : Formatore , tecnico commerciale, chitarrista
Provincia (Città) : Lodi
Impianto : Mdac- CJ PV 10 (A?) - Am Audio A 50 -Magneplanar 1.6 - Cavi Pierpabass - Kimbre timbre -Qed silver - Supra -

http://digilander.libero.it/MSQuintet/

Tornare in alto Andare in basso

Re: E' possibile distinguere il 44.1kHz/16-bit di un cd standard dai nuovi formati ad alta risoluzione?

Messaggio  Vella il Mer 25 Apr 2012 - 16:25

Guarnieri Luigi ha scritto:
@furio ha scritto:A casa mia, con il mio impianto, con i miei file, io sento molte differenze.
Tutte a vantaggio dell'alta risoluzione.
E di molto.

Malgrado gli acufeni Crying or Very sad ..... Concord Very Happy Very Happy

E' vero, differenze anch'io; però con certe registrazioni preferisco il cd. Più fluido, accarezzante, organico.

Vella
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 29.12.10
Numero di messaggi : 3992
Località : Milano
Occupazione/Hobby : finanza/tra un pò scrivo un romanzo
Impianto :
Spoiler:
Asus eeebox+Lubuntu/MPD - Rega Planet 2000 - Benchmark DAC1USB - Electrocompaniet EC3 - Electrocompaniet AW 120 DMB - Duevel Planets - Sennheiser HD600
Chord USB Silver Plus - Mogami 2964 - Atlas Element Integra - WireWorld Stratus 5(2) - QED Anniversary Silver XT Anniversary


Tornare in alto Andare in basso

Re: E' possibile distinguere il 44.1kHz/16-bit di un cd standard dai nuovi formati ad alta risoluzione?

Messaggio  florin il Mer 25 Apr 2012 - 16:37

@furio ha scritto:
Una copia del master in 24-96 è favolosa (direi indistinguibile) una in 16-44 fa pietà. Punto.

Anche la matematica conferma quest'affermazione,in 24bit ci sono 256 volte in più d'informazioni.

florin
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 05.02.09
Numero di messaggi : 3236
Località : torino
Impianto : marantz cd4000 tweakkato,ampli truepath autocostruito,Dynamite 8,dac Florini+WaveIO in I2S

Tornare in alto Andare in basso

Re: E' possibile distinguere il 44.1kHz/16-bit di un cd standard dai nuovi formati ad alta risoluzione?

Messaggio  R!ck il Mer 25 Apr 2012 - 18:17

Qualcuno ha letto l'articolo che avevo linkato? Cosa ne pansate?


192kHz considered harmful

192kHz digital music files offer no benefits. They're not quite neutral either; practical fidelity is slightly worse. The ultrasonics are a liability during playback.

Neither audio transducers nor power amplifiers are free of distortion, and distortion tends to increase rapidly at the lowest and highest frequencies. If the same transducer reproduces ultrasonics along with audible content, any nonlinearity will shift some of the ultrasonic content down into the audible range as an uncontrolled spray of intermodulation distortion products covering the entire audible spectrum. Nonlinearity in a power amplifier will produce the same effect. The effect is very slight, but listening tests have confirmed that both effects can be audible.




Above: Illustration of distortion products resulting from intermodulation of a 30kHz and a 33kHz tone in a theoretical amplifier with a nonvarying total harmonic distortion (THD) of about .09%. Distortion products appear throughout the spectrum, including at frequencies lower than either tone.

Inaudible ultrasonics contribute to intermodulation distortion in the audible range (light blue area). Systems not designed to reproduce ultrasonics typically have much higher levels of distortion above 20kHz, further contributing to intermodulation. Widening a design's frequency range to account for ultrasonics requires compromises that decrease noise and distortion performance within the audible spectrum. Either way, unneccessary reproduction of ultrasonic content diminishes performance.

There are a few ways to avoid the extra distortion:

A dedicated ultrasonic-only speaker, amplifier, and crossover stage to separate and independently reproduce the ultrasonics you can't hear, just so they don't mess up the sounds you can.

Amplifiers and transducers designed for wider frequency reproduction, so ultrasonics don't cause audible intermodulation. Given equal expense and complexity, this additional frequency range must come at the cost of some performance reduction in the audible portion of the spectrum.

Speakers and amplifiers carefully designed not to reproduce ultrasonics anyway.

Not encoding such a wide frequency range to begin with. You can't and won't have ultrasonic intermodulation distortion in the audible band if there's no ultrasonic content.

They all amount to the same thing, but only 4) makes any sense.

If you're curious about the performance of your own system, the following samples contain a 30kHz and a 33kHz tone in a 24/96 WAV file, a longer version in a FLAC, some tri-tone warbles, and a normal song clip shifted up by 24kHz so that it's entirely in the ultrasonic range from 24kHz to 46kHz:

Intermod Tests:
30kHz tone + 33kHz tone (24 bit / 96kHz) [5 second WAV]http://people.xiph.org/~xiphmont/demo/30_and_33.wav [30 second FLAC] http://people.xiph.org/~xiphmont/demo/30_and_33-long.flac
26kHz - 48kHz warbling tones (24 bit / 96kHz) [10 second WAV] http://people.xiph.org/~xiphmont/demo/warbles-96.wav
26kHz - 96kHz warbling tones (24 bit / 192kHz) [10 second WAV] http://people.xiph.org/~xiphmont/demo/warbles-192.wav
Song clip shifted up by 24kHz (24 bit / 96kHz WAV) [10 second WAV] http://people.xiph.org/~xiphmont/demo/Pido_O_trollbat.wav
(original version of above clip) http://people.xiph.org/~xiphmont/demo/Pido_O.wav (16 bit / 44.1kHz WAV)

Assuming your system is actually capable of full 96kHz playback [6], the above files should be completely silent with no audible noises, tones, whistles, clicks, or other sounds. If you hear anything, your system has a nonlinearity causing audible intermodulation of the ultrasonics. Be careful when increasing volume; running into digital or analog clipping, even soft clipping, will suddenly cause loud intermodulation tones.

In summary, it's not certain that intermodulation from ultrasonics will be audible on a given system. The added distortion could be insignificant or it could be noticable. Either way, ultrasonic content is never a benefit, and on plenty of systems it will audibly hurt fidelity. On the systems it doesn't hurt, the cost and complexity of handling ultrasonics could have been saved, or spent on improved audible range performance instead.
Sampling fallacies and misconceptions


Sampling fallacies and misconceptions


Sampling theory is often unintuitive without a signal processing background. It's not surprising most people, even brilliant PhDs in other fields, routinely misunderstand it. It's also not surprising many people don't even realize they have it wrong.



Above: Sampled signals are often depicted as a rough stairstep (red) that seems a poor approximation of the original signal. However, the representation is mathematically exact and the signal recovers the exact smooth shape of the original (blue) when converted back to analog.

The most common misconception is that sampling is fundamentally rough and lossy. A sampled signal is often depicted as a jagged, hard-cornered stair-step facsimile of the original perfectly smooth waveform. If this is how you envision sampling working, you may believe that the faster the sampling rate (and more bits per sample), the finer the stair-step and the closer the approximation will be. The digital signal would sound closer and closer to the original analog signal as sampling rate approaches infinity.

Similarly, many non-DSP people would look at the following:



And say, "Ugh!" It might appear that a sampled signal represents higher frequency analog waveforms badly. Or, that as audio frequency increases, the sampled quality falls and frequency response falls off, or becomes sensitive to input phase.

Looks are deceiving. These beliefs are incorrect.

All signals with content entirely below the Nyquist frequency (half the sampling rate) are captured perfectly and completely by sampling; an infinite sampling rate is not required. Sampling doesn't affect frequency response or phase. The analog signal can be reconstructed losslessly, smoothly, and with the exact timing of the original analog signal.

So the math is ideal, but what of real world complications? The most notorious is the band-limiting requirement. Signals with content over the Nyquist frequency must be lowpassed before sampling to avoid aliasing distortion; this analog lowpass is the infamous antialiasing filter. Antialiasing can't be ideal in practice, but modern techniques bring it very close. ...and with that we come to oversampling.
Oversampling

Sampling rates over 48kHz are irrelevant to high fidelity audio data, but they are internally essential to several modern digital audio techniques. Oversampling is the most relevant example [7].

Oversampling is simple and clever. You may recall from my A Digital Media Primer for Geeks that high sampling rates provide a great deal more space between the highest frequency audio we care about (20kHz) and the Nyquist frequency (half the sampling rate). This allows for simpler, smoother, more reliable analog anti-aliasing filters, and thus higher fidelity. This extra space between is 20kHz and the Nyquist frequency is essentially just spectral padding for the analog filter.



Above: Whiteboard diagram from A Digital Media Primer for Geeks illustrating the transition band width available for a 48kHz ADC/DAC (left) and a 96kHz ADC/DAC (right).

That's only half the story. Because digital filters have few of the practical limitations of an analog filter, we can complete the anti-aliasing process with greater efficiency and precision digitally. The very high rate raw digital signal passes through a digital anti-aliasing filter, which has no trouble fitting a transition band into a tight space. After this further digital anti-aliasing, the extra padding samples are simply thrown away. Oversampled playback approximately works in reverse.

This means we can use low rate 44.1kHz or 48kHz audio with all the fidelity benefits of 192kHz or higher sampling (smooth frequency response, low aliasing) and none of the drawbacks (ultrasonics that cause intermodulation distortion, wasted space). Nearly all of today's analog-to-digital converters (ADCs) and digital-to-analog converters (DACs) oversample at very high rates. Few people realize this is happening because it's completely automatic and hidden.

ADCs and DACs didn't always transparently oversample. Thirty years ago, some recording consoles recorded at high sampling rates using only analog filters, and production and mastering simply used that high rate signal. The digital anti-aliasing and decimation steps (resampling to a lower rate for CDs or DAT) happened in the final stages of mastering. This may well be one of the early reasons 96kHz and 192kHz became associated with professional music production [8].

R!ck
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 03.09.09
Numero di messaggi : 4496
Località : Roma
Impianto : -------------

Tornare in alto Andare in basso

Re: E' possibile distinguere il 44.1kHz/16-bit di un cd standard dai nuovi formati ad alta risoluzione?

Messaggio  furio il Mer 25 Apr 2012 - 23:40

L'articolo l'avevo già letto in occasione di un altro 3ad.

Sul 192 sono d'accordo, nessun beneficio.

Su un sacco di altre menate (che sul 3d vecchio avevo argomentato) sono nettamente contrario.
Chi scrive deve difendere il codec ogg vorbis, vedo un palese conflitto di interessi.


furio
Membro di riguardo
Membro di riguardo

Data d'iscrizione : 22.10.11
Numero di messaggi : 662
Località : Torino
Occupazione/Hobby : Ateo praticante / rockettaro impenitente
Provincia (Città) : TO
Impianto : HTPC, Oppo BDP-105, Thorens TD 145MK11,
braccio Grace, pick-up Fideliry Research FR-1 MKII;
Pre monotriodo, finale con Hypex NC400;
Denon AVR3808; Casse tre vie autocostruite

Tornare in alto Andare in basso

Re: E' possibile distinguere il 44.1kHz/16-bit di un cd standard dai nuovi formati ad alta risoluzione?

Messaggio  R!ck il Gio 26 Apr 2012 - 0:18

Io per esempio i 24 bit li preferirei.
Senza addentrarmi in discussioni troppo complesse direi perchè permettono di utilizzare il volume digitale senza troppi problemi in alcuni contesti può essere utile.
Rendere fattibile il volume digitale ( con i dovuti accorgimenti) sarebbe in teoria un gran cosa: si elimina dalla catena un "pezzo" a vantaggio della trasparenza.
Che poi è quello che capita in dac che hanno un controllo del volume interno (sabre 9018)

Quindi un magari il 192/24 non porta benefici ma un 96/24 il suo perchè ce l'ha....

R!ck
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 03.09.09
Numero di messaggi : 4496
Località : Roma
Impianto : -------------

Tornare in alto Andare in basso

Re: E' possibile distinguere il 44.1kHz/16-bit di un cd standard dai nuovi formati ad alta risoluzione?

Messaggio  Vella il Gio 26 Apr 2012 - 0:42

@burmar ha scritto:
@Silver Black ha scritto:Se bypassi il DAC integrato nel lettore e metti uno stesso DAC per tutti i lettori, da quelli da 30 euro fino a quelli da n mila euro... è vero che non c'è differenza.

Mah??? ne sei veramente convinto che la meccanica e l'elettronica della parte di output digitale non influenzino il suono?
Ti porto il mio piccolo esempio.
Stesso DAC.
Quello integrato nell'Harman HD990.
Ovviamente stessi cavi segnale e potenza.
Tra la meccanica (penosa da dvd) interna all'HK e la KSS240a del Sony, buon lettore ma non certo un top dei top collegata in ottico (ha solo uscita ottica) con un buon cavo (QED performance) c'è una bella differenza.
Dettaglio, precisione e articolazione del basso... meno fastidio sugli alti.
Insomma, non c'è storia...

Quoto.
La meccanica fà la sua differenza.
Provato almeno quattro o cinque lettori cd col mio Benchmark, e mica tutti andavano allo stesso modo. Non night and day, ma si sentiva.

Vella
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 29.12.10
Numero di messaggi : 3992
Località : Milano
Occupazione/Hobby : finanza/tra un pò scrivo un romanzo
Impianto :
Spoiler:
Asus eeebox+Lubuntu/MPD - Rega Planet 2000 - Benchmark DAC1USB - Electrocompaniet EC3 - Electrocompaniet AW 120 DMB - Duevel Planets - Sennheiser HD600
Chord USB Silver Plus - Mogami 2964 - Atlas Element Integra - WireWorld Stratus 5(2) - QED Anniversary Silver XT Anniversary


Tornare in alto Andare in basso

Re: E' possibile distinguere il 44.1kHz/16-bit di un cd standard dai nuovi formati ad alta risoluzione?

Messaggio  Vella il Gio 26 Apr 2012 - 1:47

@R!ck ha scritto:Esistono altre voci "autorevoli" contro l'alta definizione o quanto meno la poca utilità fuori dagli studi di registrazione:


Posizione simile di Dan Lavry (anche se questa posizione potrebbero essere inficiate da ragioni "commerciali")
...
...
Daniel Weiss
...
...
Bob Katz http://en.wikipedia.org/wiki/Bob_Katz
...

Aggiungerei anche il parere della Benchmark, tramite l'ingegnere capo John Siau; diceva anche lui che oltre 24/96 è inutile andare.
Se ritrovo l'articolo su Sounstage! lo posto.

Vella
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 29.12.10
Numero di messaggi : 3992
Località : Milano
Occupazione/Hobby : finanza/tra un pò scrivo un romanzo
Impianto :
Spoiler:
Asus eeebox+Lubuntu/MPD - Rega Planet 2000 - Benchmark DAC1USB - Electrocompaniet EC3 - Electrocompaniet AW 120 DMB - Duevel Planets - Sennheiser HD600
Chord USB Silver Plus - Mogami 2964 - Atlas Element Integra - WireWorld Stratus 5(2) - QED Anniversary Silver XT Anniversary


Tornare in alto Andare in basso

Re: E' possibile distinguere il 44.1kHz/16-bit di un cd standard dai nuovi formati ad alta risoluzione?

Messaggio  Silver Black il Gio 26 Apr 2012 - 1:59

@osservatore ha scritto:Quindi secondo te la meccanica non fa alcuna differenza?

Se la meccanica è a regola d'arte, anche se una è economica e una costosissima, no, nessuna differenza. Si tratta solo di leggere land e pit.
Sarebbe come dire che un hard disk legge meglio i dati di altri hard disk! Nella mia esperienza se un lettore legge meglio di altri è solo perchè riesce magari a leggere CD rovinati dove altri invece si arrendono, ma la qualità del dato grezzo letto, a parità di DAC, non ne è influenzata.
E se fate i test cambiando uscita, uno su ottica e uno normale... eh no, non vale! Wink

Questo è ciò che penso, ovviamente sono solo i miei due cents.

_________________
L'HiFi è zero, la musica è tutto. T-Forum, non solo classe T.
www.tforumhifi.com

Silver Black
Amministratore
Amministratore

Data d'iscrizione : 04.02.08
Numero di messaggi : 15375
Località : Veneto, Italia
Occupazione/Hobby : Software developer - Istruttore di Muay Thai
Provincia (Città) : Vicenza (Bassano del Grappa)
Impianto :
Spoiler:
Impianto: ampli: VirtueTwo.2 + JT Dynamic Power Supply (30V, 10A, 300W); diffusori: Proson Conquest 6030 MKII; sorgente: Oppo DV970; cavi segnale: Monster Cable MKII; cavi potenza: Qed Micro






http://www.silvercybertech.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: E' possibile distinguere il 44.1kHz/16-bit di un cd standard dai nuovi formati ad alta risoluzione?

Messaggio  Vella il Gio 26 Apr 2012 - 2:06

Per analizzare un file audio per benino, ecco il link a Sonic Visualizer
http://www.sonicvisualiser.org/

preso da quest'articolo
http://www.soundstagehifi.com/index.php?option=com_content&view=article&id=299:understanding-digital-music-hi-rez-or-not&catid=69:sound-reasoning&Itemid=5

e cha fa così


Vella
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 29.12.10
Numero di messaggi : 3992
Località : Milano
Occupazione/Hobby : finanza/tra un pò scrivo un romanzo
Impianto :
Spoiler:
Asus eeebox+Lubuntu/MPD - Rega Planet 2000 - Benchmark DAC1USB - Electrocompaniet EC3 - Electrocompaniet AW 120 DMB - Duevel Planets - Sennheiser HD600
Chord USB Silver Plus - Mogami 2964 - Atlas Element Integra - WireWorld Stratus 5(2) - QED Anniversary Silver XT Anniversary


Tornare in alto Andare in basso

Re: E' possibile distinguere il 44.1kHz/16-bit di un cd standard dai nuovi formati ad alta risoluzione?

Messaggio  luigigi il Gio 26 Apr 2012 - 8:06

@Silver Black ha scritto:
@osservatore ha scritto:Quindi secondo te la meccanica non fa alcuna differenza?

Se la meccanica è a regola d'arte, anche se una è economica e una costosissima, no, nessuna differenza. Si tratta solo di leggere land e pit.
Sarebbe come dire che un hard disk legge meglio i dati di altri hard disk! Nella mia esperienza se un lettore legge meglio di altri è solo perchè riesce magari a leggere CD rovinati dove altri invece si arrendono, ma la qualità del dato grezzo letto, a parità di DAC, non ne è influenzata.
E se fate i test cambiando uscita, uno su ottica e uno normale... eh no, non vale! Wink

Questo è ciò che penso, ovviamente sono solo i miei due cents.
A questo punto, per la musica liquida il PC non dovrebbe avere nessuna influenza ... butta fuori solo stringhe di numeri. Nel mio caso non è così. Tra portatile (i5 4 GB di ram) e il fisso recuoerato (vecchiotto e con soli 2 Gb di ram) c'è una bella differenza e senza tante prove comparative. Basta accenderli e sentire ... colpa della Ram ? Boh Ironic Ironic

luigigi
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 06.02.12
Numero di messaggi : 2595
Località : Padania inferiore
Occupazione/Hobby : Formatore , tecnico commerciale, chitarrista
Provincia (Città) : Lodi
Impianto : Mdac- CJ PV 10 (A?) - Am Audio A 50 -Magneplanar 1.6 - Cavi Pierpabass - Kimbre timbre -Qed silver - Supra -

http://digilander.libero.it/MSQuintet/

Tornare in alto Andare in basso

Re: E' possibile distinguere il 44.1kHz/16-bit di un cd standard dai nuovi formati ad alta risoluzione?

Messaggio  R!ck il Gio 26 Apr 2012 - 8:58

@Vella ha scritto:
Aggiungerei anche il parere della Benchmark, tramite l'ingegnere capo John Siau; diceva anche lui che oltre 24/96 è inutile andare.
Se ritrovo l'articolo su Sounstage! lo posto.

Da quello che ho letto ci sono molti convertitori usb realizzati in maniera approssimativa.
Il benchmark è uno dei pochi che pur non avendo un'interfaccia usb alla page e non accetti una risoluzione elevatissima "polverizza" a molti dac sul mercato per valori di jitter e di range dinamico.
Sarebbe da prendere come "riferimento" (il nome non è un caso) nei confronti di altri dac con interfacce da 192/24 usb 2.0, xmos e compagnia cantante.

R!ck
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 03.09.09
Numero di messaggi : 4496
Località : Roma
Impianto : -------------

Tornare in alto Andare in basso

Re: E' possibile distinguere il 44.1kHz/16-bit di un cd standard dai nuovi formati ad alta risoluzione?

Messaggio  osservatore il Gio 26 Apr 2012 - 10:22

@Silver Black ha scritto:
@osservatore ha scritto:Quindi secondo te la meccanica non fa alcuna differenza?

Se la meccanica è a regola d'arte, anche se una è economica e una costosissima, no, nessuna differenza. Si tratta solo di leggere land e pit.
Sarebbe come dire che un hard disk legge meglio i dati di altri hard disk! Nella mia esperienza se un lettore legge meglio di altri è solo perchè riesce magari a leggere CD rovinati dove altri invece si arrendono, ma la qualità del dato grezzo letto, a parità di DAC, non ne è influenzata.
E se fate i test cambiando uscita, uno su ottica e uno normale... eh no, non vale! Wink

Questo è ciò che penso, ovviamente sono solo i miei due cents.

Nei lettori CD interviene il circuito di correzione degli errori che influenza pesantemente il suono...nelle meccaniche cattive interviene di più in quelle buone di meno...tutto li. Quando invece rippi un CD il processo dura il tempo necessario a che tutti i dati vengono letti (nel caso il laser ripassa sul CD più volte), non c'è correzione degli errori. Wink

osservatore
UTENTE DISISCRITTO

Data d'iscrizione : 25.11.11
Numero di messaggi : 1263
Località : Bruxelles
Occupazione/Hobby : .
Provincia (Città) : .
Impianto : .

Tornare in alto Andare in basso

Re: E' possibile distinguere il 44.1kHz/16-bit di un cd standard dai nuovi formati ad alta risoluzione?

Messaggio  danilopace il Sab 28 Apr 2012 - 14:12

Io sarei già molto contento di riuscire ad ottimizzare l'ambiente di ascolto.....primo e fondamentale parametro per l'alta fedeltà....Secondo me è inutile utilizzare musica ad alta risoluzione e impianti costosissimi se poi le casse le teniamo sulla scrivania o in libreria....
Per questo motivo io mi tengo stretto il mio Wadia degli anni 90 e mi preoccupo, al momento, soltanto i trovare una degna collocazione per l'impianto (ma soprattutto delle casse degno di questo nome...).

L'alta risoluzione per me può stare tranquillamente lì dov'è, per ora non so che farmene...

danilopace
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 06.11.10
Numero di messaggi : 1318
Località : Rimini
Provincia (Città) : Rimini
Impianto :
Spoiler:
Impianto principale
SORGENTI: CD player Sony XE220, Sqeezebox Touch
DAC: Wadia Digimaster X32
PRE: XINDAK XA3200 MkII
FINALE: ClassDaudio by Sonic Sound
DIFFUSORI: Indiana Line Tesi 560
CAVI: Potenza Audioquest FLX-DB 14/4 biwire - Segnale Mogami 2534 "Stentor" - Digitale Mogami 2964

Impianto secondario
SORGENTI: Tablet+ricevitore BT NuForce, Netbook + Foobar2000DarkOne
DAC: FiiO E10, FiiO D07K
AMPLI: Breeze Audio TPA3116 modificato+alimentatore Alpha
AMPLI CUFFIE: A1 Clone Gold
DIFFUSORI: Scythe Kro Kraft RevB
CUFFIE: Philips Fidelio X1, Creative Aurvana Live!
CAVO CUFFIE: Mogami by Portento Audio
CAVO USB: Mogami by Portento Audio con alimentazione a batteria



Tornare in alto Andare in basso

Re: E' possibile distinguere il 44.1kHz/16-bit di un cd standard dai nuovi formati ad alta risoluzione?

Messaggio  Stentor il Sab 28 Apr 2012 - 14:36

@Silver Black ha scritto:
@osservatore ha scritto:Quindi secondo te la meccanica non fa alcuna differenza?

Se la meccanica è a regola d'arte, anche se una è economica e una costosissima, no, nessuna differenza. Si tratta solo di leggere land e pit.
Sarebbe come dire che un hard disk legge meglio i dati di altri hard disk! Nella mia esperienza se un lettore legge meglio di altri è solo perchè riesce magari a leggere CD rovinati dove altri invece si arrendono, ma la qualità del dato grezzo letto, a parità di DAC, non ne è influenzata.
E se fate i test cambiando uscita, uno su ottica e uno normale... eh no, non vale! Wink

Questo è ciò che penso, ovviamente sono solo i miei due cents.

Ciao Sergio ....sei proprio fuori strada Laughing Hehe Hehe Hehe

Fai una prova con un file a bassa risoluzione tratto direttamente da un downsampling del master e il medesimo letto da una meccanica ottima ...prendi pure la Kallista da oltre € 20.000 .... strano ma suonerà meglio quello sul computer ....si evita una serie di deleteri passaggi che cominciano con il glass master per stampare i CD.

Provare per credere .... ti compri un album della deutsche grammophon i qualità CD e il medesimo CD...prendi un lettore CD con ingresso digitale e falli suonare tutti e due!!!!

Diverso è quando rippi un file sul PC che le schifezze ....leggendolo dal CD te le sei già pipate tutte Laughing

La differenza si stente anche con i file normali ....figuriamoci con quelli ad alta risoluzione Very Happy

Stentor
Membro classe diamante
Membro classe diamante

Data d'iscrizione : 12.07.10
Numero di messaggi : 20392
Località : .
Impianto : .

Tornare in alto Andare in basso

Re: E' possibile distinguere il 44.1kHz/16-bit di un cd standard dai nuovi formati ad alta risoluzione?

Messaggio  Stentor il Sab 28 Apr 2012 - 14:40

Guarnieri Luigi ha scritto: Nel mio caso non è così. Tra portatile (i5 4 GB di ram) e il fisso recuoerato (vecchiotto e con soli 2 Gb di ram) c'è una bella differenza e senza tante prove comparative. Basta accenderli e sentire ... colpa della Ram ? Boh Ironic Ironic

....del sistema operativo..... dell'alimentazione diversa ...etc. etc...

La mia workstation audio, utilizzando le uscite analogiche della Asus Xonar Essence Stx cambiava suono semplicemente con un cavo di alimentazione diverso ....figurati tutto il PC se la cosa non è possibile (anche se sull'uscita digitale probabilmente si sente meno)

Stentor
Membro classe diamante
Membro classe diamante

Data d'iscrizione : 12.07.10
Numero di messaggi : 20392
Località : .
Impianto : .

Tornare in alto Andare in basso

Re: E' possibile distinguere il 44.1kHz/16-bit di un cd standard dai nuovi formati ad alta risoluzione?

Messaggio  Ferruccio il Sab 28 Apr 2012 - 16:40

@Stentor ha scritto:
Guarnieri Luigi ha scritto: Nel mio caso non è così. Tra portatile (i5 4 GB di ram) e il fisso recuoerato (vecchiotto e con soli 2 Gb di ram) c'è una bella differenza e senza tante prove comparative. Basta accenderli e sentire ... colpa della Ram ? Boh Ironic Ironic

....del sistema operativo..... dell'alimentazione diversa ...etc. etc...

La mia workstation audio, utilizzando le uscite analogiche della Asus Xonar Essence Stx cambiava suono semplicemente con un cavo di alimentazione diverso ....figurati tutto il PC se la cosa non è possibile (anche se sull'uscita digitale probabilmente si sente meno)

Esatto ..... senza essere un esperto posso dirti che non sono solo le caratteristiche tecniche del pc a farne un buon riproduttore audio. Tutto è importante in un pc (configurazione hw e configurazione sw)

Test fatto adesso, stesso brano - in formato flac 24/96, stesso dac (MF V-DAC2 + Hiface) e due pc globalmente diversi (uguali solo nel s.o. e nel sw audio - Foobar2000 configurato con KS a 32 bit - ...... thanks per il suggerimento IVANO !!!):

1 caso - Thinkpad "catorcio" IBM G40 (P4 - 2 gb) - Win7 preparato come si deve - DPC Latency (Current Latency da un minimo di 51 a max 123)

2 caso - Vaio core I7 - 8 gb - Win 7 non preparato - DPC Latency (Current Latency da un minimo di 193 a max 1312)

Come vedi questi parametri mi dicono che non è sicuramente il processore e la ram che possono differenziare, per l'uso audio, un pc, vecchio ma configurato bene, da un'altro, molto più giovane, magari velocissimo e potente, ma non configurato e inadatto perciò all'ascolto della musica.

Ciao

Ferro

p.s. tieni conto che tra i due ci sono più di dieci anni di differenza e il nuovo non è sicuramente un portatile economico ma a sentirlo suonare così come è messo lo butterei subito giù dalla finestra Laughing Laughing Laughing

Ferruccio
Affezionato
Affezionato

Data d'iscrizione : 17.03.11
Numero di messaggi : 168
Località : Brescia
Impianto : Amplificatore X + Casse Y

Tornare in alto Andare in basso

Re: E' possibile distinguere il 44.1kHz/16-bit di un cd standard dai nuovi formati ad alta risoluzione?

Messaggio  luigigi il Lun 30 Apr 2012 - 18:29

@Ferruccio ha scritto:
@Stentor ha scritto:

....del sistema operativo..... dell'alimentazione diversa ...etc. etc...

La mia workstation audio, utilizzando le uscite analogiche della Asus Xonar Essence Stx cambiava suono semplicemente con un cavo di alimentazione diverso ....figurati tutto il PC se la cosa non è possibile (anche se sull'uscita digitale probabilmente si sente meno)
Cool Cool Cool

Esatto ..... senza essere un esperto posso dirti che non sono solo le caratteristiche tecniche del pc a farne un buon riproduttore audio. Tutto è importante in un pc (configurazione hw e configurazione sw)

Test fatto adesso, stesso brano - in formato flac 24/96, stesso dac (MF V-DAC2 + Hiface) e due pc globalmente diversi (uguali solo nel s.o. e nel sw audio - Foobar2000 configurato con KS a 32 bit - ...... thanks per il suggerimento IVANO !!!):

1 caso - Thinkpad "catorcio" IBM G40 (P4 - 2 gb) - Win7 preparato come si deve - DPC Latency (Current Latency da un minimo di 51 a max 123)

2 caso - Vaio core I7 - 8 gb - Win 7 non preparato - DPC Latency (Current Latency da un minimo di 193 a max 1312)

Come vedi questi parametri mi dicono che non è sicuramente il processore e la ram che possono differenziare, per l'uso audio, un pc, vecchio ma configurato bene, da un'altro, molto più giovane, magari velocissimo e potente, ma non configurato e inadatto perciò all'ascolto della musica.

Ciao

Ferro

p.s. tieni conto che tra i due ci sono più di dieci anni di differenza e il nuovo non è sicuramente un portatile economico ma a sentirlo suonare così come è messo lo butterei subito giù dalla finestra Laughing Laughing Laughing

Mmmmmm.... rientrato ora dal ponte .... Cool

Approfondirò, approfondirò .....

luigigi
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 06.02.12
Numero di messaggi : 2595
Località : Padania inferiore
Occupazione/Hobby : Formatore , tecnico commerciale, chitarrista
Provincia (Città) : Lodi
Impianto : Mdac- CJ PV 10 (A?) - Am Audio A 50 -Magneplanar 1.6 - Cavi Pierpabass - Kimbre timbre -Qed silver - Supra -

http://digilander.libero.it/MSQuintet/

Tornare in alto Andare in basso

Re: E' possibile distinguere il 44.1kHz/16-bit di un cd standard dai nuovi formati ad alta risoluzione?

Messaggio  luigigi il Lun 30 Apr 2012 - 19:39

@Ferruccio ha scritto:
@Stentor ha scritto:

....del sistema operativo..... dell'alimentazione diversa ...etc. etc...

La mia workstation audio, utilizzando le uscite analogiche della Asus Xonar Essence Stx cambiava suono semplicemente con un cavo di alimentazione diverso ....figurati tutto il PC se la cosa non è possibile (anche se sull'uscita digitale probabilmente si sente meno)

Esatto ..... senza essere un esperto posso dirti che non sono solo le caratteristiche tecniche del pc a farne un buon riproduttore audio. Tutto è importante in un pc (configurazione hw e configurazione sw)

Test fatto adesso, stesso brano - in formato flac 24/96, stesso dac (MF V-DAC2 + Hiface) e due pc globalmente diversi (uguali solo nel s.o. e nel sw audio - Foobar2000 configurato con KS a 32 bit - ...... thanks per il suggerimento IVANO !!!):

1 caso - Thinkpad "catorcio" IBM G40 (P4 - 2 gb) - Win7 preparato come si deve - DPC Latency (Current Latency da un minimo di 51 a max 123)

2 caso - Vaio core I7 - 8 gb - Win 7 non preparato - DPC Latency (Current Latency da un minimo di 193 a max 1312)

Come vedi questi parametri mi dicono che non è sicuramente il processore e la ram che possono differenziare, per l'uso audio, un pc, vecchio ma configurato bene, da un'altro, molto più giovane, magari velocissimo e potente, ma non configurato e inadatto perciò all'ascolto della musica.

Ciao

Ferro

p.s. tieni conto che tra i due ci sono più di dieci anni di differenza e il nuovo non è sicuramente un portatile economico ma a sentirlo suonare così come è messo lo butterei subito giù dalla finestra Laughing Laughing Laughing
Provato a mettere 32 bit sul catorcio .... ma si blocca . Proverò poi col portatile..

luigigi
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 06.02.12
Numero di messaggi : 2595
Località : Padania inferiore
Occupazione/Hobby : Formatore , tecnico commerciale, chitarrista
Provincia (Città) : Lodi
Impianto : Mdac- CJ PV 10 (A?) - Am Audio A 50 -Magneplanar 1.6 - Cavi Pierpabass - Kimbre timbre -Qed silver - Supra -

http://digilander.libero.it/MSQuintet/

Tornare in alto Andare in basso

Re: E' possibile distinguere il 44.1kHz/16-bit di un cd standard dai nuovi formati ad alta risoluzione?

Messaggio  luigigi il Lun 30 Apr 2012 - 19:40

@Stentor ha scritto:
Guarnieri Luigi ha scritto: Nel mio caso non è così. Tra portatile (i5 4 GB di ram) e il fisso recuoerato (vecchiotto e con soli 2 Gb di ram) c'è una bella differenza e senza tante prove comparative. Basta accenderli e sentire ... colpa della Ram ? Boh Ironic Ironic

....del sistema operativo..... dell'alimentazione diversa ...etc. etc...

La mia workstation audio, utilizzando le uscite analogiche della Asus Xonar Essence Stx cambiava suono semplicemente con un cavo di alimentazione diverso ....figurati tutto il PC se la cosa non è possibile (anche se sull'uscita digitale probabilmente si sente meno)
cioè intendi il 230 del PC ?? Azz.... se parte la saga anche dei cavi di alimentazione dei PC, sono rovinato Crying or Very sad Crying or Very sad

luigigi
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 06.02.12
Numero di messaggi : 2595
Località : Padania inferiore
Occupazione/Hobby : Formatore , tecnico commerciale, chitarrista
Provincia (Città) : Lodi
Impianto : Mdac- CJ PV 10 (A?) - Am Audio A 50 -Magneplanar 1.6 - Cavi Pierpabass - Kimbre timbre -Qed silver - Supra -

http://digilander.libero.it/MSQuintet/

Tornare in alto Andare in basso

Re: E' possibile distinguere il 44.1kHz/16-bit di un cd standard dai nuovi formati ad alta risoluzione?

Messaggio  Stentor il Lun 30 Apr 2012 - 19:50

Guarnieri Luigi ha scritto:
@Stentor ha scritto:

....del sistema operativo..... dell'alimentazione diversa ...etc. etc...

La mia workstation audio, utilizzando le uscite analogiche della Asus Xonar Essence Stx cambiava suono semplicemente con un cavo di alimentazione diverso ....figurati tutto il PC se la cosa non è possibile (anche se sull'uscita digitale probabilmente si sente meno)
cioè intendi il 230 del PC ?? Azz.... se parte la saga anche dei cavi di alimentazione dei PC, sono rovinato Crying or Very sad Crying or Very sad

In realtà i miei cavi costosi non so perché con il pc andavano peggio ...ne ho utilizzato uno economico e molto filtrato: il cableri d'eupen Volga (ammesso e concesso che si scriva cosí) che ha una particolare pasta di ferrite morbida che ricopre i cavi e un filtro annegato nella schuko

Stentor
Membro classe diamante
Membro classe diamante

Data d'iscrizione : 12.07.10
Numero di messaggi : 20392
Località : .
Impianto : .

Tornare in alto Andare in basso

Re: E' possibile distinguere il 44.1kHz/16-bit di un cd standard dai nuovi formati ad alta risoluzione?

Messaggio  luigigi il Lun 30 Apr 2012 - 19:58

@Stentor ha scritto:
Guarnieri Luigi ha scritto:
cioè intendi il 230 del PC ?? Azz.... se parte la saga anche dei cavi di alimentazione dei PC, sono rovinato Crying or Very sad Crying or Very sad

In realtà i miei cavi costosi non so perché con il pc andavano peggio ...ne ho utilizzato uno economico e molto filtrato: il cableri d'eupen Volga (ammesso e concesso che si scriva cosí) che ha una particolare pasta di ferrite morbida che ricopre i cavi e un filtro annegato nella schuko
Già.... il mistero dei cavi... ho raccolto in un file word un lungo 3d apparso su altro forum (.... si può dire ? Embarassed Embarassed ) secondo me molto interessante di un paziente audiofilo che ha raccolto molto materiale dalla rete. A qualcuno interessa ?

luigigi
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 06.02.12
Numero di messaggi : 2595
Località : Padania inferiore
Occupazione/Hobby : Formatore , tecnico commerciale, chitarrista
Provincia (Città) : Lodi
Impianto : Mdac- CJ PV 10 (A?) - Am Audio A 50 -Magneplanar 1.6 - Cavi Pierpabass - Kimbre timbre -Qed silver - Supra -

http://digilander.libero.it/MSQuintet/

Tornare in alto Andare in basso

Re: E' possibile distinguere il 44.1kHz/16-bit di un cd standard dai nuovi formati ad alta risoluzione?

Messaggio  Stentor il Lun 30 Apr 2012 - 20:00

Guarnieri Luigi ha scritto:
@Stentor ha scritto:

In realtà i miei cavi costosi non so perché con il pc andavano peggio ...ne ho utilizzato uno economico e molto filtrato: il cableri d'eupen Volga (ammesso e concesso che si scriva cosí) che ha una particolare pasta di ferrite morbida che ricopre i cavi e un filtro annegato nella schuko
Già.... il mistero dei cavi... ho raccolto in un file word un lungo 3d apparso su altro forum (.... si può dire ? Embarassed Embarassed ) secondo me molto interessante di un paziente audiofilo che ha raccolto molto materiale dalla rete. A qualcuno interessa ?

Mandami un mp ...lo leggo con piacere

Stentor
Membro classe diamante
Membro classe diamante

Data d'iscrizione : 12.07.10
Numero di messaggi : 20392
Località : .
Impianto : .

Tornare in alto Andare in basso

Re: E' possibile distinguere il 44.1kHz/16-bit di un cd standard dai nuovi formati ad alta risoluzione?

Messaggio  luigigi il Lun 30 Apr 2012 - 21:08

@Ferruccio ha scritto:
@Stentor ha scritto:

....del sistema operativo..... dell'alimentazione diversa ...etc. etc...

La mia workstation audio, utilizzando le uscite analogiche della Asus Xonar Essence Stx cambiava suono semplicemente con un cavo di alimentazione diverso ....figurati tutto il PC se la cosa non è possibile (anche se sull'uscita digitale probabilmente si sente meno)

Esatto ..... senza essere un esperto posso dirti che non sono solo le caratteristiche tecniche del pc a farne un buon riproduttore audio. Tutto è importante in un pc (configurazione hw e configurazione sw)

Test fatto adesso, stesso brano - in formato flac 24/96, stesso dac (MF V-DAC2 + Hiface) e due pc globalmente diversi (uguali solo nel s.o. e nel sw audio - Foobar2000 configurato con KS a 32 bit - ...... thanks per il suggerimento IVANO !!!):

1 caso - Thinkpad "catorcio" IBM G40 (P4 - 2 gb) - Win7 preparato come si deve - DPC Latency (Current Latency da un minimo di 51 a max 123)

2 caso - Vaio core I7 - 8 gb - Win 7 non preparato - DPC Latency (Current Latency da un minimo di 193 a max 1312)

Come vedi questi parametri mi dicono che non è sicuramente il processore e la ram che possono differenziare, per l'uso audio, un pc, vecchio ma configurato bene, da un'altro, molto più giovane, magari velocissimo e potente, ma non configurato e inadatto perciò all'ascolto della musica.

Ciao

Ferro

p.s. tieni conto che tra i due ci sono più di dieci anni di differenza e il nuovo non è sicuramente un portatile economico ma a sentirlo suonare così come è messo lo butterei subito giù dalla finestra Laughing Laughing Laughing
Si ma qui .... o si apre un nuovo 3d, o ci si spiega meglio ....
Insomma mi passi un failettino per una buona configurazione ??? O bisogna far caso per caso ???? Sostanzialmente si tratta si impostare la latenza o anche altro ??

luigigi
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 06.02.12
Numero di messaggi : 2595
Località : Padania inferiore
Occupazione/Hobby : Formatore , tecnico commerciale, chitarrista
Provincia (Città) : Lodi
Impianto : Mdac- CJ PV 10 (A?) - Am Audio A 50 -Magneplanar 1.6 - Cavi Pierpabass - Kimbre timbre -Qed silver - Supra -

http://digilander.libero.it/MSQuintet/

Tornare in alto Andare in basso

Re: E' possibile distinguere il 44.1kHz/16-bit di un cd standard dai nuovi formati ad alta risoluzione?

Messaggio  Vella il Lun 30 Apr 2012 - 22:43

Guarnieri Luigi ha scritto:
Già.... il mistero dei cavi... ho raccolto in un file word un lungo 3d apparso su altro forum (.... si può dire ? Embarassed Embarassed ) secondo me molto interessante di un paziente audiofilo che ha raccolto molto materiale dalla rete. A qualcuno interessa ?
[/quote]

Il "paziente audiofilo" è uno malato di audiofilia, dico bene?

Secondo me non ci sono problemi a mettere il link dell'altro forum, non sarebbe la prima volta.

Vella
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 29.12.10
Numero di messaggi : 3992
Località : Milano
Occupazione/Hobby : finanza/tra un pò scrivo un romanzo
Impianto :
Spoiler:
Asus eeebox+Lubuntu/MPD - Rega Planet 2000 - Benchmark DAC1USB - Electrocompaniet EC3 - Electrocompaniet AW 120 DMB - Duevel Planets - Sennheiser HD600
Chord USB Silver Plus - Mogami 2964 - Atlas Element Integra - WireWorld Stratus 5(2) - QED Anniversary Silver XT Anniversary


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 4 Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum