T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti
Benvenuto nel T-Forum!
Connettiti in modo da farti riconoscere come membro affezionato, oppure registrati così potrai partecipare attivamente alle discussioni.
Ultimi argomenti
» Impianto audio per centro estetico
Oggi alle 15:22 Da carbo90

» AAVT YARLAND FV34A € 350 S.S. COMPRESA
Oggi alle 15:06 Da Albert^ONE

» [CE] Set Misure audio Microfono + Scheda Audio + Jig Arta
Oggi alle 14:59 Da FastFonz

» chiarimenti DAC NOS
Oggi alle 14:41 Da ftalien77

» ciò solo 200 euri.... le scinte e il cinesino.... oppure...
Oggi alle 13:56 Da lello64

» Pro-next essential pre-phono e casse klipsch
Oggi alle 12:10 Da giucam61

» TNT star vs cavo classico da 2.5mm
Oggi alle 10:12 Da Pinve

» lettore CD vintage Cyrus oppure nuovo SONY UHP-H1 ?
Oggi alle 10:01 Da Pinve

» mi manca solo il giradischi :(
Oggi alle 9:37 Da fabio.n

» Lettore cd sacd Marantz SA 8005 Amazon da UK
Oggi alle 7:46 Da gabri65

» [GE + s.s.] Sistema Philips 2.1 MMS 430G/00
Oggi alle 0:22 Da sh4d3

» [GE] CMoyy DIY potenziato - 60 € s.s. incluse
Oggi alle 0:21 Da sh4d3

» TEAC A-H01. Ampli con moduli ICE POWER e doppio DAC 1795 Burr Brown
Ieri alle 20:41 Da nelson1

» AIUTO nella scelta nuovo giradischi
Ieri alle 20:06 Da valterneri

» ALIENTEK D8 [parte 2]
Ieri alle 18:37 Da kalium

» Lucio Battisti - Masters
Ieri alle 14:34 Da ftalien77

» Consigli su Bose Model-501
Ieri alle 11:57 Da valterneri

» finale p101
Ieri alle 11:50 Da icaro17

» MP3 più caro del CD!!
Ieri alle 10:57 Da ftalien77

» cerco anime pie a Roma
Ieri alle 7:06 Da fabe-r

» Acoustic Energy vs Dali vs Monitor Audio
Ieri alle 0:59 Da giucam61

» Un aiuto per una profana totale!
Ieri alle 0:16 Da Kha-Jinn

» Malcom Young
Mer 22 Nov 2017 - 23:43 Da franzfranz

» Consigli per eventuale upgrade impianto di casa
Mer 22 Nov 2017 - 22:43 Da AlexEffe

» Problema fastidioso, cambio gira o sono sfortunato con i dischi?
Mer 22 Nov 2017 - 21:07 Da giucam61

» DAC ES9038PRO Aliexpress
Mer 22 Nov 2017 - 20:49 Da jogas

» ( MI Va Co ) diffusori Altec Stonehenge I
Mer 22 Nov 2017 - 18:50 Da lello64

» Promblema ingresso alimentatore Muse i15w
Mer 22 Nov 2017 - 18:15 Da Gert87

» Miglioramenti impianto...Kro Kraft+Breeze
Mer 22 Nov 2017 - 15:15 Da danilopace

» [RM] FiiO D03K "Taishan" DAC
Mer 22 Nov 2017 - 11:03 Da diechirico

Statistiche
Abbiamo 11171 membri registrati
L'ultimo utente registrato è gil84

I nostri membri hanno inviato un totale di 800452 messaggi in 51889 argomenti
I postatori più attivi della settimana
lello64
 
ftalien77
 
giucam61
 
ivanobertoli
 
nerone
 
dieggs
 
Masterix
 
diechirico
 
valterneri
 
Kha-Jinn
 

I postatori più attivi del mese
giucam61
 
lello64
 
ftalien77
 
nerone
 
fritznet
 
Masterix
 
valterneri
 
Kha-Jinn
 
dieggs
 
fabio.n
 

Migliori postatori
Stentor (20392)
 
DACCLOR65 (19633)
 
schwantz34 (15534)
 
Silver Black (15495)
 
nd1967 (12803)
 
flovato (12509)
 
Biagio De Simone (10275)
 
piero7 (9854)
 
fritznet (9287)
 
wasky (9229)
 

Chi è in linea
In totale ci sono 68 utenti in linea: 10 Registrati, 0 Nascosti e 58 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

AlexEffe, fritznet, gubos, lello64, mumps, nerone, p.cristallini, Phanther68, potowatax, simo848

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 4379 il Lun 25 Mag 2015 - 15:01
Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 


Bookmarking sociale

Bookmarking sociale Digg  Bookmarking sociale Delicious  Bookmarking sociale Reddit  Bookmarking sociale Stumbleupon  Bookmarking sociale Slashdot  Bookmarking sociale Yahoo  Bookmarking sociale Google  Bookmarking sociale Blinklist  Bookmarking sociale Blogmarks  Bookmarking sociale Technorati  




Conserva e condividi l'indirizzo di T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti sul tuo sito sociale bookmarking


Che fine ha fatto Indiana Line?

Pagina 4 di 5 Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Che fine ha fatto Indiana Line?

Messaggio  turo91 il Ven 20 Apr 2012 - 19:45

@franz 01 ha scritto:Dovresti chiedere ad Alfredo,se non ricordo male lui l'ha ascoltato,o su BAW a Bergat che da quanto ho capito è stato colui che ha pensato le modifiche.
Quello che mi viene da dire è che un Crescendo a questo prezzo è assolutamente da tenere in considerazione.
Per il fatto di trovare qualcosa che suoni meglio allo stesso prezzo è una questione troppo soggettiva.
Ti consiglio di provare a contattare la Vela Audio,magari riesci a programmare un ascolto.
Quello che mi sento di sconsigliarti è di comprare a scatola chiusa,ma questo vale per qualsiasi apparecchio.

Questo lo so, ma visto che il rivenditore più vicino è a 100 km da me volevo sapere se almeno vale la pena andarlo ad ascoltare.
avatar
turo91
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 02.03.12
Numero di messaggi : 4587
Provincia (Città) : Sbilanciato
Impianto : Laughing

Tornare in alto Andare in basso

Re: Che fine ha fatto Indiana Line?

Messaggio  gabriele il Sab 21 Apr 2012 - 18:55

turo91, ma prima dell'ampli sentiti per bene le casse... quando hai trovato il suono che ti piace, cerchi l'ampli (stando nel budget) che meglio si abbina. O magari hai già scelto le casse e me lo sono perso io...

gabriele
Membro di riguardo
Membro di riguardo

Data d'iscrizione : 12.05.09
Numero di messaggi : 819
Località : Brescia
Impianto : Project RPM-1,LG BD350,Tuner Pioneer F-201,TCC TC-754,Gainclone LM3875/Topping TP21,Canton Quinto 510

Tornare in alto Andare in basso

Re: Che fine ha fatto Indiana Line?

Messaggio  turo91 il Sab 21 Apr 2012 - 19:50

@gabriele ha scritto:turo91, ma prima dell'ampli sentiti per bene le casse... quando hai trovato il suono che ti piace, cerchi l'ampli (stando nel budget) che meglio si abbina. O magari hai già scelto le casse e me lo sono perso io...

Mi mancano da provare le Dynavoice e i monitor da studio (escluderebbero l'ampli questi), però iniziavo a farmi un'idea intanto.
avatar
turo91
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 02.03.12
Numero di messaggi : 4587
Provincia (Città) : Sbilanciato
Impianto : Laughing

Tornare in alto Andare in basso

Re: Che fine ha fatto Indiana Line?

Messaggio  Enjoy il Ven 25 Gen 2013 - 15:32

@wasky ha scritto:( che per me resta sempre un cesso puntualizzo insieme con il tuo NAD o altra merce del genere )

Perdonatemi se ritiro su questo thread ma sono fortemente incuriosito da questo prodotto che, senza averlo pero` ascoltato, mi sembra di ottima fattura in relazione al prezzo, inoltre ho letto/ascoltato ottime impressioni all' ascolto, anche con diffusori Triangle che sono nel mio mirino. Poi arrivo a leggere l' affermazione di wasky che pero` nel suo sito dice che sia un ottimo prodotto in quella fascia di prezzo.
Ora, considerando che un qualsiasi prodotto e` ovviamente ottimo o meno in relazione alla fascia di mercato dove si colloca, e` o non e` un amplificatore molto ben suonante considerando le alternative (es. Rotel RA-10, NAD 326BEE, Marantz PM6004, o Advanced Acoustic MAP 102)?

Wink
avatar
Enjoy
Affezionato
Affezionato

Data d'iscrizione : 20.12.12
Numero di messaggi : 147
Provincia (Città) : RI
Impianto : Lettore CD Marantz 7001
Ampli Trend Audio 10.1
Diffusori Mordaunt Short Avant 902i
Mobiletto, stand e cavi autocostruiti (by TNT)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Che fine ha fatto Indiana Line?

Messaggio  Enjoy il Sab 26 Gen 2013 - 23:18


Eccomi qui ad aggiungere la mia esperienza sul campo.... Incuriosito come una scimmia da questo ampli, questa mattina sono andato ad ascoltarlo. Inizio dicendo che molto candidamente il negoziante mi ha detto che il progetto era nato per una collaborazione tra Audio Analogue e Indiana Line, collaborazione che pero` e` andata a monte e cosi` AA lo sta` commercializzando con il marchio Vela. Parto dall' unico dubbio, si rischia che questo, unito al relativo CDP, possano rimanere gli unici prodotti di questo "marchio" con ovvie conseguenze sul mercato dell' usato, detto cio` pero` vi posso serenamente dire che con 500 euro uno si porta a casa un prodotto fantastico in relazione al prezzo, niente a che vedere con quelli elencati sopra, sotto tutti i punti di vista, a me e` bastato accenderlo e toccare la manopola del volume per capire che sarebbe amore (alla faccia del NAD che e` di plastica!). Ed infatti ha fatto suonare una coppia di Focal Chorus in maniera fantastica.

Per me e` un best buy assoluto.

Ok

avatar
Enjoy
Affezionato
Affezionato

Data d'iscrizione : 20.12.12
Numero di messaggi : 147
Provincia (Città) : RI
Impianto : Lettore CD Marantz 7001
Ampli Trend Audio 10.1
Diffusori Mordaunt Short Avant 902i
Mobiletto, stand e cavi autocostruiti (by TNT)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Che fine ha fatto Indiana Line?

Messaggio  Stentor il Sab 26 Gen 2013 - 23:28

C'è da dire che l'ampli nad però ha delle capacitá di erogazione non indifferenti ....e che ha una circuitazione completamente a discreti anzichè un chip amp national come nel vela .... che intendiamoci non suona male ...ma è un'altra cosa ...

In una scelta è sempre meglio mettere tutti gli aspetti sul piatto della bilancia Hello

Stentor
Membro classe diamante
Membro classe diamante

Data d'iscrizione : 12.07.10
Numero di messaggi : 20392
Località : .
Impianto : .

Tornare in alto Andare in basso

Re: Che fine ha fatto Indiana Line?

Messaggio  dude il Dom 27 Gen 2013 - 9:10

Ma che scherzi, stentor, ha la manopola d'alluminio, chi se ne frega se è un gainclone, queste sono le valutazioni che ci servono, persone preparate che sanno indirizzare come un fioretto la propria capacità critica Laughing Laughing Laughing

dude
UTENTE DISISCRITTO

Data d'iscrizione : 01.06.09
Numero di messaggi : 1275
Località :
Impianto : (non specificato)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Che fine ha fatto Indiana Line?

Messaggio  dude il Dom 27 Gen 2013 - 9:13

Se uno vuole un gainclone veramente solido. io comprerei questo, bello e cinese, altro che made in italy Laughing Laughing Laughing
http://www.6moons.com/audioreviews/clones/1.html

dude
UTENTE DISISCRITTO

Data d'iscrizione : 01.06.09
Numero di messaggi : 1275
Località :
Impianto : (non specificato)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Che fine ha fatto Indiana Line?

Messaggio  WAVETERM il Dom 27 Gen 2013 - 9:41

Il NAD è una altro pianeta, molto plasticoso ma lo schema è molto originale.

Di Gainclones, il mondo è pieno Smile

Saluti
avatar
WAVETERM
Interessato
Interessato

Data d'iscrizione : 25.07.08
Numero di messaggi : 32

Tornare in alto Andare in basso

Re: Che fine ha fatto Indiana Line?

Messaggio  dude il Dom 27 Gen 2013 - 10:00

Ad un'azienda piccola una manopola in plastica costerebbe molto di più di una in alluminio, solo le grandi produzioni possono investire in un impianto di stampaggio di un pezzo originale in plastica, poi facendone tanti il singolo pezzo costa pochissimo e contribuisce a contenere i costi di produzione. Ora con la Cina tutto é più sfumato e si possono mettere insieme cose diverse. Ma un piccolo produttore la manopola o la fa di legno Laughing o d'alluminio, o la compra già fatta da un produttore di terze parti, non si scappa. Occhio che ci sono anche manopole con fuori un velo d'alluminio e l'interno in plastica. In definitiva valutare un amplificatore dalla manopola é come innamorarsi di una donna per i suoi orecchini Laughing

dude
UTENTE DISISCRITTO

Data d'iscrizione : 01.06.09
Numero di messaggi : 1275
Località :
Impianto : (non specificato)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Che fine ha fatto Indiana Line?

Messaggio  Stentor il Dom 27 Gen 2013 - 10:04

Concordo ...io preferisco guardare sotto le mutandine Very Happy

Stentor
Membro classe diamante
Membro classe diamante

Data d'iscrizione : 12.07.10
Numero di messaggi : 20392
Località : .
Impianto : .

Tornare in alto Andare in basso

Re: Che fine ha fatto Indiana Line?

Messaggio  Enjoy il Dom 27 Gen 2013 - 10:33

@dude ha scritto:Ma che scherzi, stentor, ha la manopola d'alluminio, chi se ne frega se è un gainclone, queste sono le valutazioni che ci servono, persone preparate che sanno indirizzare come un fioretto la propria capacità critica Laughing Laughing Laughing

Dude, fare ironia, di basso profilo tra l'altro, non e` mai servito a niente, se non a permettere ad altri di inquadrare la persona che la pronuncia.

E` ovvio che suona bene altrimenti secondo te uno parla della manopola??? Era solo un modo per dire che e` ben fatto, chissenefrega a chi costa di piu` e a chi di meno, la plastica e` plastica... anche se negli ultimi anni con temini "fighi" tipo policarbonato et simili vendono gli smartphone di PLASTICA a passa 600 euro!!!!

E poi, a me i prodotti NAD all' ascolto non sono mai piaciuti, quindi che faccio lo compro lo stesso perche` e` a componenti discreti???? Questo Vela mi ha colpito positivamente, gainclone o meno, e vorrei confessarvi una cosa, io prima di guardare dentro le mutandine cerco di ascoltare, giusto per capire se mi puo` piacere, e poi solo dopo vado oltre. Nad dal mio punto di vista e` l' ultimo della lista in quanto ad ascolto, per cui me ne frego che lingerie indossa!

Vabbe` dai, buona domenica a tutti Wink
avatar
Enjoy
Affezionato
Affezionato

Data d'iscrizione : 20.12.12
Numero di messaggi : 147
Provincia (Città) : RI
Impianto : Lettore CD Marantz 7001
Ampli Trend Audio 10.1
Diffusori Mordaunt Short Avant 902i
Mobiletto, stand e cavi autocostruiti (by TNT)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Che fine ha fatto Indiana Line?

Messaggio  dude il Dom 27 Gen 2013 - 11:34

@Enjoy ha scritto:
@dude ha scritto:Ma che scherzi, stentor, ha la manopola d'alluminio, chi se ne frega se è un gainclone, queste sono le valutazioni che ci servono, persone preparate che sanno indirizzare come un fioretto la propria capacità critica Laughing Laughing Laughing

Dude, fare ironia, di basso profilo tra l'altro, non e` mai servito a niente, se non a permettere ad altri di inquadrare la persona che la pronuncia.

E` ovvio che suona bene altrimenti secondo te uno parla della manopola??? Era solo un modo per dire che e` ben fatto, chissenefrega a chi costa di piu` e a chi di meno, la plastica e` plastica... anche se negli ultimi anni con temini "fighi" tipo policarbonato et simili vendono gli smartphone di PLASTICA a passa 600 euro!!!!

E poi, a me i prodotti NAD all' ascolto non sono mai piaciuti, quindi che faccio lo compro lo stesso perche` e` a componenti discreti???? Questo Vela mi ha colpito positivamente, gainclone o meno, e vorrei confessarvi una cosa, io prima di guardare dentro le mutandine cerco di ascoltare, giusto per capire se mi puo` piacere, e poi solo dopo vado oltre. Nad dal mio punto di vista e` l' ultimo della lista in quanto ad ascolto, per cui me ne frego che lingerie indossa!

Vabbe` dai, buona domenica a tutti Wink
E' un gainclone, suonerà come un gainclone, anche se tu pansi che sia un portento, purtroppo non lo è, il mondo è pieno di ampli fatti con i chip amp, e tutti hanno pregi e limiti il più importante dei quali è un comportamento non perfetto sui bassi carichi. Pagare 500 euro per un gainclone è folle, poi tu che riferimenti hai? Quali avevi durante quella prova? Perché vuoi convincerci della bontà di quel coso.
Sei allergico all'ironia?
Bel segno di apertura mentale Very Happy
Io non ho niente contro vela e i gainclone, ma sarebbe bene inquadrare un oggetto con obiettività prima di farne il santino, ma se vi piace così per me nessun problema.
P.S. Col Nad io ci ascolto l'audio del televisore fa cacare anche a me Very Happy

dude
UTENTE DISISCRITTO

Data d'iscrizione : 01.06.09
Numero di messaggi : 1275
Località :
Impianto : (non specificato)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Che fine ha fatto Indiana Line?

Messaggio  cavicchi il Dom 27 Gen 2013 - 12:09

@dude ha scritto:
P.S. Col Nad io ci ascolto l'audio del televisore fa cacare anche a me Very Happy

Ma veramente ti fa cacare?
io tra tutte le mie peregrinazioni :

rotel piccoli, nad etc etc, trovo che il 316bee sia il più appagante di tutti.
E' vero , è grezzo come i piedi di Materazzi, non brilla certo per l'apertura della scena etc etc etc
ma ragazzi mette una pressione che fa spavento per essere un piccoletto.

Per l'ascolto da sorgenti 'sporche' o economiche, per me è il numero uno.

Ovvio che non ha gli "ALTI SETOSI" e i cazzi e mazzi!!!!
avatar
cavicchi
Operatore Hi-Fi
Operatore Hi-Fi

Data d'iscrizione : 18.04.11
Numero di messaggi : 1349
Località : Sant'angelo di piove di sacco
Occupazione/Hobby : tiro a campà
Provincia (Città) : pessimo
Impianto : Lettore cd :Musical Fidelity A3
DAC : Musical Fidelity TRIVISTA 21
Pre-Ampli : AudioSpace Line 1.1
Amplificazione : KRELL KSA-50
Diffusori : PEARL EVOLUTION BALLERINA 401/8 oppure BALLERINA 401/12

http://www.cavihifi.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Che fine ha fatto Indiana Line?

Messaggio  Stentor il Dom 27 Gen 2013 - 12:16

@Enjoy ha scritto:
@dude ha scritto:Ma che scherzi, stentor, ha la manopola d'alluminio, chi se ne frega se è un gainclone, queste sono le valutazioni che ci servono, persone preparate che sanno indirizzare come un fioretto la propria capacità critica Laughing Laughing Laughing

Dude, fare ironia, di basso profilo tra l'altro, non e` mai servito a niente, se non a permettere ad altri di inquadrare la persona che la pronuncia.

E` ovvio che suona bene altrimenti secondo te uno parla della manopola??? Era solo un modo per dire che e` ben fatto, chissenefrega a chi costa di piu` e a chi di meno, la plastica e` plastica... anche se negli ultimi anni con temini "fighi" tipo policarbonato et simili vendono gli smartphone di PLASTICA a passa 600 euro!!!!

E poi, a me i prodotti NAD all' ascolto non sono mai piaciuti, quindi che faccio lo compro lo stesso perche` e` a componenti discreti???? Questo Vela mi ha colpito positivamente, gainclone o meno, e vorrei confessarvi una cosa, io prima di guardare dentro le mutandine cerco di ascoltare, giusto per capire se mi puo` piacere, e poi solo dopo vado oltre. Nad dal mio punto di vista e` l' ultimo della lista in quanto ad ascolto, per cui me ne frego che lingerie indossa!

Vabbe` dai, buona domenica a tutti Wink

Nemmeno io amo particolarmente i Nad .... E le mutandine erano una battuta ovviamente.

Però la prima cosa che guardo è l'ascolto e qui, per i miei gusti, i gainclone suonano bene ....ma fino ad un certo punto .... Il vela non l'ho sentito ma il verdi 70 si .... Suono dolce e equilbrato ..piacevole ...ma capacitá di pilotaggio inadeguate alle mie esigenze ...con le Atc di Vella era più seduto del mio copland cta401 che aveva la metá dei watt.

Concordo con Dude nel ritenere i gainclone competitivi ma solo fino ad una certa cifra ...poi ognuno può spendere come preferisce i soldi Smile

Stentor
Membro classe diamante
Membro classe diamante

Data d'iscrizione : 12.07.10
Numero di messaggi : 20392
Località : .
Impianto : .

Tornare in alto Andare in basso

Re: Che fine ha fatto Indiana Line?

Messaggio  dude il Dom 27 Gen 2013 - 16:27

cavihifi ha scritto:
@dude ha scritto:
P.S. Col Nad io ci ascolto l'audio del televisore fa cacare anche a me Very Happy

Ma veramente ti fa cacare?
io tra tutte le mie peregrinazioni :

rotel piccoli, nad etc etc, trovo che il 316bee sia il più appagante di tutti.
E' vero , è grezzo come i piedi di Materazzi, non brilla certo per l'apertura della scena etc etc etc
ma ragazzi mette una pressione che fa spavento per essere un piccoletto.

Per l'ascolto da sorgenti 'sporche' o economiche, per me è il numero uno.

Ovvio che non ha gli "ALTI SETOSI" e i cazzi e mazzi!!!!
Anch'io , che ho il 315, penso che fra quegli ampli lì, direi ad alta diffusione sia il meno peggio, però fortunatamente non esistono solo quel tipo di ampli, con cifre analoghe sul l'usato ti prendi ampli deliziosi, nuovi spendendo il doppio ti compri ampli che valgono il quadruplo Very Happy

dude
UTENTE DISISCRITTO

Data d'iscrizione : 01.06.09
Numero di messaggi : 1275
Località :
Impianto : (non specificato)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Che fine ha fatto Indiana Line?

Messaggio  Karletto il Dom 27 Gen 2013 - 17:47

Sto Vela non l'ho mai ascoltato, ma causa cio' che lessi su un altro foro, mi prese un infatuazione per gli ampli di AA, Crescendo e Fortissimo.

Subito passata dopo averli ascoltati.

Saranno le mie orecchie, sara' che non mi piacciono i gainclone, ma io ampli dal suono cosi' "metallico" non li avevo ancora sentiti, alti trapananti, bassi inesistenti, e poca sensazione di "spinta"

Per 500 euri, vi consiglio vivamente di andare su un buon usato...
avatar
Karletto
Membro di riguardo
Membro di riguardo

Data d'iscrizione : 03.08.12
Numero di messaggi : 879
Località : In mezzo al nulla in Oberschwaben
Occupazione/Hobby : Si lavora e si fatica, per il pane e per la ...
Provincia (Città) : Ottimo !
Impianto : .
----------- 2 canali -----------
Chario Reference 300
Unison Research Unico II
Harman Kardon HD 7425
Cambridge Audio DacMagic
vecchio portatile con foobar
--------------------------------


Tornare in alto Andare in basso

Re: Che fine ha fatto Indiana Line?

Messaggio  Enjoy il Lun 28 Gen 2013 - 11:06

Io non voglio convincere nessuno, tanto meno me, infatti vorrei prendere qualcosa di molto piu` sostanzioso per i miei futuri prossimi diffusori (Focal 826V o Triangle Antal Ex), ero solo qui a dire che mi era piaciuto e che per quel prezzo ci si potrebbe fare un pensierino... alla fine non tutti hanno tempo, modo o capacita` per autocostruirsi un gainclone di caratteristiche paragonabili al Vela. Questa mattina pero` notavo un noto sito on-line che l' AA Crescendo lo vende a poco piu`, per cui per una questione di rivendibilita` il Vela perde ancora piu` punti.

Personalmente non ho esperienze particolari con i gainclone, pero` mi avete messo la curiosita`... per sommi capi, quali sono i pro ed i contro di questa soluzione?

Concludo stringendo virtualmente la mano a Dude e Stentor, mi e` piaciuto il vostro modo di rispondere Smile

Wink
avatar
Enjoy
Affezionato
Affezionato

Data d'iscrizione : 20.12.12
Numero di messaggi : 147
Provincia (Città) : RI
Impianto : Lettore CD Marantz 7001
Ampli Trend Audio 10.1
Diffusori Mordaunt Short Avant 902i
Mobiletto, stand e cavi autocostruiti (by TNT)

Tornare in alto Andare in basso

Elettroniche Indiana Line

Messaggio  maxbar59 il Lun 28 Gen 2013 - 11:41

Coral , alla quale ho scritto a Dicembre, conferma che le elettroniche Indiana Line , Puro, saranno commercializzate indicativamente da fine Febbraio.
Nel frattempo ho acquistato le Diva 655. Direi diffusori decisamente buoni!

maxbar59
Interessato
Interessato

Data d'iscrizione : 07.12.12
Numero di messaggi : 34
Località : ivrea
Impianto : (non specificato)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Che fine ha fatto Indiana Line?

Messaggio  dude il Lun 28 Gen 2013 - 12:09

@maxbar59 ha scritto:Coral , alla quale ho scritto a Dicembre, conferma che le elettroniche Indiana Line , Puro, saranno commercializzate indicativamente da fine Febbraio.
Nel frattempo ho acquistato le Diva 655. Direi diffusori decisamente buoni!
Il puro è un altro progetto, non ha niente a che vedere con quello confluito nella produzione Vela.

dude
UTENTE DISISCRITTO

Data d'iscrizione : 01.06.09
Numero di messaggi : 1275
Località :
Impianto : (non specificato)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Che fine ha fatto Indiana Line?

Messaggio  dude il Lun 28 Gen 2013 - 12:14

@Enjoy ha scritto:Concludo stringendo virtualmente la mano a Dude e Stentor, mi e` piaciuto il vostro modo di rispondere Smile

Wink
Per quel che mi riguarda ho notato quanto ti sia piaciuto
@Enjoy ha scritto: Dude, fare ironia, di basso profilo tra l'altro, non e` mai servito a niente, se non a permettere ad altri di inquadrare la persona che la pronuncia.
Per me non c'è problema tutti pensano che sia un coglione con un pessimo carattere, puoi tranquillamente pensarlo anche tu non sono necessarie strette di mano o baci di giuda Laughing Laughing Laughing

dude
UTENTE DISISCRITTO

Data d'iscrizione : 01.06.09
Numero di messaggi : 1275
Località :
Impianto : (non specificato)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Che fine ha fatto Indiana Line?

Messaggio  Enjoy il Lun 28 Gen 2013 - 12:20

@Enjoy ha scritto:
Per me non c'è problema tutti pensano che sia un coglione con un pessimo carattere, puoi tranquillamente pensarlo anche tu non sono necessarie strette di mano o baci di giuda Laughing Laughing Laughing

Nessun bacio di giuda, ognuno ha le sue esigenze/gusti, le sue idee e soprattutto il suo carattere, la mia era una stretta di mano sincera Smile


Wink
avatar
Enjoy
Affezionato
Affezionato

Data d'iscrizione : 20.12.12
Numero di messaggi : 147
Provincia (Città) : RI
Impianto : Lettore CD Marantz 7001
Ampli Trend Audio 10.1
Diffusori Mordaunt Short Avant 902i
Mobiletto, stand e cavi autocostruiti (by TNT)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Che fine ha fatto Indiana Line?

Messaggio  maxbar59 il Lun 28 Gen 2013 - 12:22

@dude ha scritto:
@maxbar59 ha scritto:Coral , alla quale ho scritto a Dicembre, conferma che le elettroniche Indiana Line , Puro, saranno commercializzate indicativamente da fine Febbraio.
Nel frattempo ho acquistato le Diva 655. Direi diffusori decisamente buoni!
Il puro è un altro progetto, non ha niente a che vedere con quello confluito nella produzione Vela.

Il Puro E' il progetto Indiana Line. Vela doveva esserlo e non lo è mai stato.

maxbar59
Interessato
Interessato

Data d'iscrizione : 07.12.12
Numero di messaggi : 34
Località : ivrea
Impianto : (non specificato)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Che fine ha fatto Indiana Line?

Messaggio  Smanetton il Lun 28 Gen 2013 - 12:30

@Enjoy ha scritto:Personalmente non ho esperienze particolari con i gainclone, pero` mi avete messo la curiosita`... per sommi capi, quali sono i pro ed i contro di questa soluzione?
E' dagli anni '90 che i chipamp sono in circolazione... Nel T-Forum c'è tutta una sezione ad esso dedicata, perché qualche anno fa TUTTI gli smanettoni del forum ne hanno assemblato almeno uno e molti frequentatori ne hanno posseduto almeno uno...
Vedi http://www.tforumhifi.com/f44-gainclone
A parte le realizzazioni più o meno esoteriche (doppia alimentazione, quadruplo trasformatore, componenti spaziali, modifiche "segretissime", add-on per annullare la f.e.m. indotta degli altoparlanti ecc.) ancora oggi si possono trovare kit di montaggio, schede assemblate, ampli cinesi completi...
Un kit assai popolare (1995!), che ancora si trova in commercio è questo: http://www.futuraelettronica.net/pdf_ita/7100-FT104.pdf

E' stato chiamato "gainclone" perché è una copia più o meno fedele del 47 Lab Gaincard, che era venduto a un costo notevole Shocked.
TNT audio ne fece una recensione esauriente, in cui puoi trovare risposta alla tua sete di curiosità: http://www.tnt-audio.com/ampli/47gaincard.html
avatar
Smanetton
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 30.08.08
Numero di messaggi : 2883
Località : Torino
Occupazione/Hobby : Troooppo interessanti!
Provincia (Città) : Torino
Impianto : Nel campo centrale: PC, WaveIo+Audio-gd NFB-12, Notsobad A2x-pro (TA2024 al top!), Mission 780. Nei campi laterali: altri campioni Tripath.

Tornare in alto Andare in basso

Re: Che fine ha fatto Indiana Line?

Messaggio  porfido il Lun 28 Gen 2013 - 12:40

@Smanetton ha scritto:
@Enjoy ha scritto:Personalmente non ho esperienze particolari con i gainclone, pero` mi avete messo la curiosita`... per sommi capi, quali sono i pro ed i contro di questa soluzione?
E' dagli anni '90 che i chipamp sono in circolazione... Nel T-Forum c'è tutta una sezione ad esso dedicata, perché qualche anno fa TUTTI gli smanettoni del forum ne hanno assemblato almeno uno e molti frequentatori ne hanno posseduto almeno uno...
Vedi http://www.tforumhifi.com/f44-gainclone
A parte le realizzazioni più o meno esoteriche (doppia alimentazione, quadruplo trasformatore, componenti spaziali, modifiche "segretissime", add-on per annullare la f.e.m. indotta degli altoparlanti ecc.) ancora oggi si possono trovare kit di montaggio, schede assemblate, ampli cinesi completi...
Un kit assai popolare (1995!), che ancora si trova in commercio è questo: http://www.futuraelettronica.net/pdf_ita/7100-FT104.pdf

E' stato chiamato "gainclone" perché è una copia più o meno fedele del 47 Lab Gaincard, che era venduto a un costo notevole Shocked.
TNT audio ne fece una recensione esauriente, in cui puoi trovare risposta alla tua sete di curiosità: http://www.tnt-audio.com/ampli/47gaincard.html

Bravo Smanett! Smile
E se mi permettete, il termine Gainclone è di per sè molto fuorviante...
I vari lm1875, 3875, 3886 suonano diversi uno dall'altro, hanno potenza diverse e reagiscono diversamente al carico, quindi non li accomunerei così strettamente...
Nell'ambito anche di un solo chip, la differenza tra le varie configurazioni è IMHO notevole...
Non pensiate di ascoltare un chipamp e di avere un'idea di come suonano tutti, perchè non ce l'avete affatto! Very Happy
Se poi ci aggiungiamo le varie (interessantissime) divagazioni come Myref ed affini...

P.S. De gustibus, ma (mooooolto IMHO) un 3875 ben implementato spazza via le TK2050 senza pietà...

avatar
porfido
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 23.11.08
Numero di messaggi : 5044
Località : Ronchi (GO)
Impianto :
Spoiler:


Tornare in alto Andare in basso

Re: Che fine ha fatto Indiana Line?

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 4 di 5 Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum