T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti
Benvenuto nel T-Forum!
Connettiti in modo da farti riconoscere come membro affezionato, oppure registrati così potrai partecipare attivamente alle discussioni.
Sondaggio
Ti piace il nuovo stile del T-Forum?
Sì, meglio questo nuovo
46% / 27
No, era meglio quello vecchio
54% / 32
Ultimi argomenti
HelP! DAC!Ieri alle 23:46johnny99
ALIENTEK D8Ieri alle 20:36kalium
SurplusIeri alle 10:06gubos
POPU VENUS Ieri alle 8:31gigetto
Diffusori Elac.Dom 26 Mar 2017 - 15:48Lele67
Casse KEF LS-50 rovinate?Dom 26 Mar 2017 - 14:24Lele67
I postatori più attivi della settimana
8 Messaggi - 19%
7 Messaggi - 16%
7 Messaggi - 16%
4 Messaggi - 9%
3 Messaggi - 7%
3 Messaggi - 7%
3 Messaggi - 7%
3 Messaggi - 7%
3 Messaggi - 7%
2 Messaggi - 5%
I postatori più attivi del mese
285 Messaggi - 22%
250 Messaggi - 19%
142 Messaggi - 11%
142 Messaggi - 11%
113 Messaggi - 9%
85 Messaggi - 7%
82 Messaggi - 6%
70 Messaggi - 5%
68 Messaggi - 5%
62 Messaggi - 5%
Migliori postatori
Stentor (20392)
20392 Messaggi - 15%
DACCLOR65 (19630)
19630 Messaggi - 15%
schwantz34 (15499)
15499 Messaggi - 12%
Silver Black (15436)
15436 Messaggi - 11%
nd1967 (12803)
12803 Messaggi - 10%
flovato (12509)
12509 Messaggi - 9%
10260 Messaggi - 8%
piero7 (9854)
9854 Messaggi - 7%
wasky (9229)
9229 Messaggi - 7%
fritznet (8853)
8853 Messaggi - 7%
Chi è in linea
In totale ci sono 41 utenti in linea :: 4 Registrati, 1 Nascosto e 36 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

landrupp, mrcrowley, pallapippo, Snap

Vedere la lista completa

Flusso RSS

Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 
Bookmarking sociale
Bookmarking sociale Digg  Bookmarking sociale Delicious  Bookmarking sociale Reddit  Bookmarking sociale Stumbleupon  Bookmarking sociale Slashdot  Bookmarking sociale Yahoo  Bookmarking sociale Google  Bookmarking sociale Blinklist  Bookmarking sociale Blogmarks  Bookmarking sociale Technorati  




Conserva e condividi l'indirizzo di T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti sul tuo sito sociale bookmarking
Condividere
Vedere l'argomento precedenteAndare in bassoVedere l'argomento seguente
avatar
maurizio3929
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo
Data d'iscrizione : 02.07.08
Numero di messaggi : 1827
Località : Roma
Impianto : Impianto sempre aleatorio....

Amplificazione :
- S.M.S.L. 36 TA2024
Sorgente:
- Sony CDP-991
Diffusori:
- Boston Acoustics CS 26
Connessioni:
- Cavi di segnale autocostruiti.
- Cavi di potenza autocostruiti.

Re: Altro giretto al Media World

il Gio 9 Apr 2009 - 11:03
@Andrea Gianelli ha scritto:
@Mulo ha scritto:Ah, le Mosscade non hanno bassi veloci...
Caspita, sei riuscito ad acoltarle: posso chiederti dove?
Ho cercato per lungo tempo un rivenditore che mi facesse fare una prova d'ascolto, ma senza esito: solo acquistabili on-line, almeno nella mia zona.


Andrea,
Mulo, dietro mia esplicita richiesta, ha riferito di non avere mai ascoltato le mosscade, ma che in base ai dati di targa ed alla componentistica utilizzata non lo ispiravano granchè. Peccato...
ciao
m.
avatar
Mulo
UTENTE BANNATO
Data d'iscrizione : 21.03.09
Numero di messaggi : 4429
Località : qui
Provincia (Città) : quo qua
Impianto : principesco

Re: Altro giretto al Media World

il Gio 9 Apr 2009 - 11:41
@maurizio3929 ha scritto:
Mulo, dietro mia esplicita richiesta, ha riferito di non avere mai ascoltato le mosscade, ma che in base ai dati di targa ed alla componentistica utilizzata non lo ispiravano granchè.
Non solo dati (che non contano quasi niente) e componenti (che non ho visto in dettaglio), ma soprattutto: a) quel che ne dice la gente, in relazione a quel che mi interessa e b) l'estetica scialba e impersonale... Smile

Peccato? Allora dico: peccato anche per chi non ha ascoltato le Polk Audio Monitor 30, che ritengo essere una gran bella scelta per 150 euro... Resta da valutare le Tesi 204, per sapere se sono anche meglio, o meno. Smile


Insomma ognuno ha il suo peccato, perchè è assurdo pensare che qualcuno abbia sentito tutte le alternative esistenti. Suspect

In quest'ottica, è non solo legittimo ma necessario ascoltare anche i propri istinti, il proprio intuito... Altrimenti ci si priva di una componente conoscitiva vera e propria: che non deve imporsi sulle altre, ma che non deve neppure essere rinnegata, pena l'auto-mortificazione autolesionistica. Happy shock
avatar
Andrea Gianelli
Membro classe argento
Membro classe argento
Data d'iscrizione : 12.07.08
Numero di messaggi : 2608
Località : S. Pietro all'Olmo
Occupazione/Hobby : Consulente
Provincia (Città) : Milano
Impianto : Lettore Philips CD460, amplificatore "BeoAffordable" (con modulo Bang&Olufsen ICEpower 50ASX2 e pre phono/linea integrati by Camillo Gianelli), diffusori a sospensione pneumatica Boston Acoustics T-930 "improved" con woofer Indiana Line W20.

Re: Altro giretto al Media World

il Gio 9 Apr 2009 - 12:09
Permettimi una sola considerazione in merito: se tu avessi ascoltato le "voci attendibili" che popolano il settore, non avresti MAI comprato il tuo buon Pioneer, ma un Rotel di costo almeno doppio (e qualità inferiore).
Considera dunque che non tutto quel che leggi e senti corrisponde a verità, così come il costo dei materiali non sempre è sinonimo di qualità dei componenti che li adottano. Un esempio in merito viene dalle vecchie Philips di mio papà, col mitico woofer Bombardon da 12": ebbene il cono di quell'altoparlante era in economicissimo polistirolo e le sospensioni in (indistruttibile) gomma. Risultato? Nessun altoparlante dell'epoca aveva una così bassa frequenza di risonanza e tantomeno la stessa linearità, il tutto con distorsione del 2% a 20 watt (se riesci vai a vedere i risultati di un moderno bass-reflex in merito).
Spero che il concetto sia chiaro: non sempre i prodotti costosi e raccomandati dalla stampa del settore sono i migliori. Il tuo Pioneer così come i classe T ne sono la più chiara dimostrazione. Perchè dunque non accettare che ciò possa esistere anche per i diffusori? Non hai un buon esempio sotto gli occhi (e le orecchie) con le tue valide Polk?
Sarebbe dunque molto interessante poter ascoltare tutto quanto elencato: Mosscade, Polk, Tesi 204 e le lillipuziane Tangent a sospensione pneumatica, che continuano a stimolare la mia curiosità.
avatar
Mulo
UTENTE BANNATO
Data d'iscrizione : 21.03.09
Numero di messaggi : 4429
Località : qui
Provincia (Città) : quo qua
Impianto : principesco

Re: Altro giretto al Media World

il Gio 9 Apr 2009 - 13:42
@Andrea Gianelli ha scritto:
Permettimi una sola considerazione in merito: se tu avessi ascoltato le "voci attendibili" che popolano il settore, non avresti MAI comprato il tuo buon Pioneer, ma un Rotel di costo almeno doppio (e qualità inferiore).
Considera dunque che non tutto quel che leggi e senti corrisponde a verità, così come il costo dei materiali non sempre è sinonimo di qualità dei componenti che li adottano. Un esempio in merito viene dalle vecchie Philips di mio papà, col mitico woofer Bombardon da 12": ebbene il cono di quell'altoparlante era in economicissimo polistirolo e le sospensioni in (indistruttibile) gomma. Risultato? Nessun altoparlante dell'epoca aveva una così bassa frequenza di risonanza e tantomeno la stessa linearità, il tutto con distorsione del 2% a 20 watt (se riesci vai a vedere i risultati di un moderno bass-reflex in merito).
Spero che il concetto sia chiaro: non sempre i prodotti costosi e raccomandati dalla stampa del settore sono i migliori. Il tuo Pioneer così come i classe T ne sono la più chiara dimostrazione. Perchè dunque non accettare che ciò possa esistere anche per i diffusori? Non hai un buon esempio sotto gli occhi (e le orecchie) con le tue valide Polk?
Sarebbe dunque molto interessante poter ascoltare tutto quanto elencato: Mosscade, Polk, Tesi 204 e le lillipuziane Tangent a sospensione pneumatica, che continuano a stimolare la mia curiosità.
Guarda che le riviste italiane mica li celebrano tanto i Rotel...

Casomai quelle inglesi...

E poi i Rotel mi piacciono...

E Audio Review a suo tempo ha parlato molto bene dell' A-207R (predecessore del mio) in "L' Affare del Mese"...

E poi le mie fonti attendibili non sono mica le riviste e basta... Sennò come farei ad essermi fatto una prima opinione delle Mosscade... Solo che le cose che leggo, e specialmente se le leggo sui forum, cerco di leggerle non "at face value", ma portando fuori l'implicito, il non detto o non capito, insomma leggendo fra le righe, misurando tutto sulla mia esperienza.


Per le Tesi 204, mica per niente Fedeltà del Suono le ha incluse nell'ultimo numero della Guida, a fianco di recensioni di casse da scaffale tutte molto più costose (min. 500 euro).


E per le Polk Audio, bisogna dire che solo la serie Monitor è davvero competitiva nella sua fascia. La serie RTi attuale di fascia media non è niente di speciale (ovviamente in rapporto alle migliori della categoria: le Canton?), quindi mi spiego il disinteresse (attuale, perchè qualche anno fa le Polk erano periodicamente presenti su Audio Review) della stampa, al limite; stampa (italiana) che tende sempre a considerare la fascia media, piuttosto che l'entry level, di un dato costruttore.
avatar
Cyan
Membro di riguardo
Membro di riguardo
Data d'iscrizione : 25.06.08
Numero di messaggi : 669
Località : Lazio
Impianto : Ta 10.1 casse diy subwoofer

Re: Altro giretto al Media World

il Gio 9 Apr 2009 - 20:54
@Mulo ha scritto:Ah, le Mosscade non hanno bassi veloci...

Le mie Monitor 30 sì. Very Happy


Sinceramente non ci trovo nulla di tanto interessante nelle Mosscade, il woofer è un banale fibra di vetro, il tweeter una banale cupola morbida, e la sospensione pneumatica a questi livelli non mi interessa.


Per me le casse Pro non sono una scelta realmente competitiva, se si cerca un suono raffinato, a meno di andare su pochissimi modelli molto raffinati e costosi (insomma: al limite le due categorie, amatoriale e professionale, si riconciliano). Just my opinion.

Sentiamo...tu quali diffusori pro hai ascoltato?
E poi, come ha detto maurizio, hai sentito le mosscade?
avatar
Mulo
UTENTE BANNATO
Data d'iscrizione : 21.03.09
Numero di messaggi : 4429
Località : qui
Provincia (Città) : quo qua
Impianto : principesco

Re: Altro giretto al Media World

il Gio 9 Apr 2009 - 21:01
E ridagli con il terzo grado...


Tu intanto comincia col farmi un elenco di tutti i diffusori non Pro che hai mai avuto; mosscade ed energy?
avatar
Cyan
Membro di riguardo
Membro di riguardo
Data d'iscrizione : 25.06.08
Numero di messaggi : 669
Località : Lazio
Impianto : Ta 10.1 casse diy subwoofer

Re: Altro giretto al Media World

il Gio 9 Apr 2009 - 21:05
Non sono pro quelli che hai elencato Very Happy .
Cmq le behringer e le adam che ritengo ottime non le ho ascoltate, e lo ho scritto. Solo che per le adam i pareri sono unanimi: l'80% le preferisce alla concorrenza, nelle fasce di prezzo dei vari modelli.
Però mi sembra un'assurdità dire che solo i modelli top dei monitor siano raffinati, e gli altri no.
avatar
Mulo
UTENTE BANNATO
Data d'iscrizione : 21.03.09
Numero di messaggi : 4429
Località : qui
Provincia (Città) : quo qua
Impianto : principesco

Re: Altro giretto al Media World

il Gio 9 Apr 2009 - 21:45
Non ho detto che "solo i top sono raffinati", ho suggerito che se si cercano le nuance (insomma, il "bel suono") IMO sono più indicati i diffusori non Pro con amplificazione separata, a livello di fascia media.


Comunque... Ora le mie 3 scelte sono Canton GLE420, KEF C3, e Tangent E5.


Le KEF C3 mi interessano un sacco soprattutto per il reflex anteriore, per il tweeter ripreso pari pari dalle serie superiori, e perchè su Audioreview si dice (fra le altre cose) che hanno un mediobasso "snello ed incisivo", come piace a me (cioè non sbrodolato), e che il tweeter sa essere dolce, ma sa anche venire fuori quando serve...cosa che apprezzo molto: vale a dire la capacità dinamica, anche alle alte frequenze.
avatar
Cyan
Membro di riguardo
Membro di riguardo
Data d'iscrizione : 25.06.08
Numero di messaggi : 669
Località : Lazio
Impianto : Ta 10.1 casse diy subwoofer

Re: Altro giretto al Media World

il Gio 9 Apr 2009 - 21:52
Le krk da 300 euro sono usatissime per l'ascolto di musica, non solo negli studi di registrazione.
Termini come nuance o medi liquidi poi contano poco. Sono termini usati spesso dai venditori per coprire gli occhi degli audiofili col prosciutto. E il problema è che gli audiofili ci credono così tanto che poi li usano a loro volta.
Se mai vale quello che ho detto, cioè che la VERA alta fedeltà dei monitor può non piacere a tutti (infatti piace a pochi), ma molti preferiscono un suono non proprio fedele, ma più arrotondato (bassi forti e alti morbidi). In questo caso il termine nuance può andare bene. Ma non c'entra niente la fascia di prezzo dei monitor.

Effettivamente per me sarebbero potuto essere meglio altri diffusori, come magari le kef (proprio per il woofer in alluminio), o le canton.
Se ascoltassi più classica e jazz non avrei dubbi sulle mosscade.
avatar
Mulo
UTENTE BANNATO
Data d'iscrizione : 21.03.09
Numero di messaggi : 4429
Località : qui
Provincia (Città) : quo qua
Impianto : principesco

Re: Altro giretto al Media World

il Gio 9 Apr 2009 - 22:01
No no, non attribuirmi le tue categorie mentali...

Io "nuance" lo intendo in senso proprio, cioè come sottigliezze, non come suono suadente solo per il gusto di esserlo. E per sottigliezze intendo sia la capacità di districare le minime sfumature vocali e strumentali, che quella di rendere le più sottili differenze cromatiche dei suoni.


E credimi, non voglio i medi più liquidi di quello che dovrebbero essere (il problema è che non li voglio neanche più rozzi del dovuto), e tanto meno voglio degli alti uniformemente morbidi (l'ho detto anche qui sopra a proposito delle KEF).


Tieni presente che ho sempre avuto un debole spiccato per i diffusori monitor (ho avuto le Acoustic Energy AE1 MkII, le Harbeth HL-P3/ES, le Epos ES12) e pure per le cuffie di impostazione monitor (ho le Sennheiser HD650).
avatar
Cyan
Membro di riguardo
Membro di riguardo
Data d'iscrizione : 25.06.08
Numero di messaggi : 669
Località : Lazio
Impianto : Ta 10.1 casse diy subwoofer

Re: Altro giretto al Media World

il Gio 9 Apr 2009 - 22:06
I monitor da studio spiccano ANCHE (perchè io direi che spiccano in tutto quello che è la VERA alta fedeltà), almeno in base al prezzo, e alla marca (dato che anche lì ci sono marche non proprio buone) per il dettaglio. Cioè quelle sfumature di cui parli. Proprio perchè ciò è necessario per mixare bene.
A te sono piaciuto le acoustic energy?...Sapessi a me, me le comprerei se avessi i soldi Very Happy
Ma stai facendo confusione. Io con monitor intendo diffusori professionali, utilizzati negli studi di registrazione. I marchi citati da te non li usa nessuno. I marchi più usati, almeno negli studi di fascia alta, tipo genelec, adam, atc, pmc, dynaudio (diffusori pro, non quelli del sito hifi), etc.
avatar
Mulo
UTENTE BANNATO
Data d'iscrizione : 21.03.09
Numero di messaggi : 4429
Località : qui
Provincia (Città) : quo qua
Impianto : principesco

Re: Altro giretto al Media World

il Gio 9 Apr 2009 - 22:11
A me non interessa cosa usano negli studi, mi interessa cosa suona meglio in casa mia. Un sacco di appassionati hanno impianti molto migliori di quelli degli studi di registrazione dei loro artisti preferiti. Buon per loro...


Le AE1 MkII erano spietatamente analitiche...pure un pelino troppo. Infatti le hanno riprogettate, e le MkIII sono un'altra cosa.

Un diffusore VERAMENTE hi-fi non deve essere analisi e basta, e neanche prevalentemente questo. Deve saper riprodurre la musica nella sua naturale armonia, senza esasperare il dettaglio a scapito del resto (come la tibrica, o il decadimento naturale dei suoni) come fanno i monitor da studio (o molte cuffie monitor, tipo le K240M, K271S, etc.; per fortuna non le HD650). Ogni cosa ha la sua propria ragion d'essere...


E se sentissi che medie frequenze avevano le Harbeth, capiresti cosa manca ai monitor professionali... (peccato che me le hanno portate via di casa - letteralmente - quando le avevo appena comprate)

Ma anche le Epos avevano medi stupendi (tipico di questo marchio, un po' come per Harbeth). E non che fossero arrotondati o chissà cosa...
avatar
Andrea Gianelli
Membro classe argento
Membro classe argento
Data d'iscrizione : 12.07.08
Numero di messaggi : 2608
Località : S. Pietro all'Olmo
Occupazione/Hobby : Consulente
Provincia (Città) : Milano
Impianto : Lettore Philips CD460, amplificatore "BeoAffordable" (con modulo Bang&Olufsen ICEpower 50ASX2 e pre phono/linea integrati by Camillo Gianelli), diffusori a sospensione pneumatica Boston Acoustics T-930 "improved" con woofer Indiana Line W20.

Re: Altro giretto al Media World

il Gio 9 Apr 2009 - 22:47
@Mulo ha scritto:Comunque... Ora le mie 3 scelte sono Canton GLE420, KEF C3, e Tangent E5.

Posso chiederti un favore? Ascolta anche le Tangent E4 e fammi sapere come suonano a rispetto alle E5, ok?
Questo per me, mentre per te direi di considerare anche le Tesi 204: io ho ascoltato le 504 e credo proprio che le piccoline potrebbero piacerti. Wink
avatar
Cyan
Membro di riguardo
Membro di riguardo
Data d'iscrizione : 25.06.08
Numero di messaggi : 669
Località : Lazio
Impianto : Ta 10.1 casse diy subwoofer

Re: Altro giretto al Media World

il Gio 9 Apr 2009 - 22:53
@Mulo ha scritto:A me non interessa cosa usano negli studi, mi interessa cosa suona meglio in casa mia. Un sacco di appassionati hanno impianti molto migliori di quelli degli studi di registrazione dei loro artisti preferiti. Buon per loro...


Le AE1 MkII erano spietatamente analitiche...pure un pelino troppo. Infatti le hanno riprogettate, e le MkIII sono un'altra cosa.

Un diffusore VERAMENTE hi-fi non deve essere analisi e basta, e neanche prevalentemente questo. Deve saper riprodurre la musica nella sua naturale armonia, senza esasperare il dettaglio a scapito del resto (come la tibrica, o il decadimento naturale dei suoni) come fanno i monitor da studio (o molte cuffie monitor, tipo le K240M, K271S, etc.; per fortuna non le HD650). Ogni cosa ha la sua propria ragion d'essere...


E se sentissi che medie frequenze avevano le Harbeth, capiresti cosa manca ai monitor professionali... (peccato che me le hanno portate via di casa - letteralmente - quando le avevo appena comprate)

Ma anche le Epos avevano medi stupendi (tipico di questo marchio, un po' come per Harbeth). E non che fossero arrotondati o chissà cosa...

Fatti un po' di ascolti, poi vediamo se ai monitor mancano ste cose. Come dare cose a discapito di altre. Se mai sono così fedeli che vanno a discapito di chi ama il suono piacione, addolcito.
avatar
Andrea Gianelli
Membro classe argento
Membro classe argento
Data d'iscrizione : 12.07.08
Numero di messaggi : 2608
Località : S. Pietro all'Olmo
Occupazione/Hobby : Consulente
Provincia (Città) : Milano
Impianto : Lettore Philips CD460, amplificatore "BeoAffordable" (con modulo Bang&Olufsen ICEpower 50ASX2 e pre phono/linea integrati by Camillo Gianelli), diffusori a sospensione pneumatica Boston Acoustics T-930 "improved" con woofer Indiana Line W20.

Re: Altro giretto al Media World

il Gio 9 Apr 2009 - 23:03
@Cyan ha scritto:Fatti un po' di ascolti, poi vediamo se ai monitor mancano ste cose. Come dare cose a discapito di altre. Se mai sono così fedeli che vanno a discapito di chi ama il suono piacione, addolcito.
Idea Rilfessione davvero molto interessante la tua: si tratta della stessa ragione che ha decretato il successo dei bass-reflex, sino a far quasi del tutto scomparire la (permettimi di dire migliore) sospensione pneumatica, a parte rare eccezioni (Mosscade, Rogers e...le Tangent E4).
Una cosa però l'aggiungerei: i mini-monitor, collocati in ambienti relativamente grandi, presentano insormontabili limiti fisici... certamente che in una piccola stanza sarebbero l'ideale. Wink
avatar
Cyan
Membro di riguardo
Membro di riguardo
Data d'iscrizione : 25.06.08
Numero di messaggi : 669
Località : Lazio
Impianto : Ta 10.1 casse diy subwoofer

Re: Altro giretto al Media World

il Gio 9 Apr 2009 - 23:06
Sì, però purtroppo si fa davvero confusione. Io con monitor non parlo di casse con la scritta monitor. Parlo di diffusori professionali, principalmente di quelli attivi.
Ci sono diffusori pro che a malapena le torri giganti ad alta efficienza possono eguagliare a capacità di sonorizzare ambienti grandi, ad esempio queste: http://www.genelec.com/products/main-monitors/1036a/
Riescono a riprodurre il rombo di un aereo con la stessa intensità.
avatar
Andrea Gianelli
Membro classe argento
Membro classe argento
Data d'iscrizione : 12.07.08
Numero di messaggi : 2608
Località : S. Pietro all'Olmo
Occupazione/Hobby : Consulente
Provincia (Città) : Milano
Impianto : Lettore Philips CD460, amplificatore "BeoAffordable" (con modulo Bang&Olufsen ICEpower 50ASX2 e pre phono/linea integrati by Camillo Gianelli), diffusori a sospensione pneumatica Boston Acoustics T-930 "improved" con woofer Indiana Line W20.

Re: Altro giretto al Media World

il Gio 9 Apr 2009 - 23:17
@Cyan ha scritto:Sì, però purtroppo si fa davvero confusione. Io con monitor non parlo di casse con la scritta monitor. Parlo di diffusori professionali, principalmente di quelli attivi.
Ci sono diffusori pro che a malapena le torri giganti ad alta efficienza possono eguagliare a capacità di sonorizzare ambienti grandi, ad esempio queste: http://www.genelec.com/products/main-monitors/1036a/
Riescono a riprodurre il rombo di un aereo con la stessa intensità.
Hello Nessuna confusione e ancora una volta d'accordo.
Questi sono i migliori diffusori che ho avuto occasione di ascoltare: http://www.genelec.com/products/3-way-monitors/1038b/
Guarda caso in uno studio di registrazione: si tratta un sistema tri-amplificato, a mio avviso imbattibile in fatto di dinamica ed estensione (vera). In proposito dai un'occhiata alle specifiche tecniche.
Colgo l'occasione per chiderti com'è composto al momento il tuo impianto principale: già che sei in quest'ottica potresti prendere in considerazione una coppia di Philips MFB usate. Wink
avatar
Cyan
Membro di riguardo
Membro di riguardo
Data d'iscrizione : 25.06.08
Numero di messaggi : 669
Località : Lazio
Impianto : Ta 10.1 casse diy subwoofer

Re: Altro giretto al Media World

il Gio 9 Apr 2009 - 23:28
Al momento mosscade + ta 10.1
Quando avrò i soldi probabilmente passerò alle adam s1x.
avatar
Mulo
UTENTE BANNATO
Data d'iscrizione : 21.03.09
Numero di messaggi : 4429
Località : qui
Provincia (Città) : quo qua
Impianto : principesco

Re: Altro giretto al Media World

il Ven 10 Apr 2009 - 8:44
@Cyan ha scritto:Sì, però purtroppo si fa davvero confusione. Io con monitor non parlo di casse con la scritta monitor. Parlo di diffusori professionali, principalmente di quelli attivi.
Ci sono diffusori pro che a malapena le torri giganti ad alta efficienza possono eguagliare a capacità di sonorizzare ambienti grandi, ad esempio queste: http://www.genelec.com/products/main-monitors/1036a/
Riescono a riprodurre il rombo di un aereo con la stessa intensità.
La scritta Monitor ce l'hanno solo le mie economiche Monitor 30, e nessuna delle casse che avevo in passato.

Comunque per me ci può anche esser scritto "pasta e fagioli" purchè suonino come dico io, cioè (in estrema sintesi, e lo so che le parole non rendono l'idea) naturali e nitide. Smile


E non mi interessano i rimbombi di aerei, di quelli ce ne sono abbastanza...



P.S. Visto che le ho tanto nominate, un po' di 'letteratura' sulle KEF... (che continuano a tentarmi Dribbling )

Kef's new C series is set to challenge the entry level speaker market. We expect a lot from a brand with the pedigree of Kef, and we are happy to say that Kef have not disappointed with the C3 bookshelf speakers. The Kef C3 bookshelf speakers use technology found in Kef's higher end ranges to create a complex, detailed and thoroughly enjoyable listening experience, with a sound that seems much larger than the C3's actual size. The Kef C3 bookshelf speakers natural sound makes them ideal for both music and movies alike and the slightly larger cabinet and driver size over the C1's make them ideal for small to mid sized listening rooms.

An incredibly accurate 19mm tweeter with Kef's own 'tangerine' waveguide tweeter cover, (also used on the Kef Q series), is used in the C3 speakers. The tweeter cover helps to smoothen out and evenly disperse the HF allowing for a more enjoyable listening experience, whilst also protecting the tweeter driver from harm. The Kef C3 bookshelf speakers also use a slot-ported 130mm midrange/bass cone along side the tweeter found in Kef's Q series, to produce a complex, realistic and exciting soundstage with a little more added grunt than their siblings, the C1 speakers.







Per finire, continuano ad ispirarmi molto le System Fidelity SF-3030 (Andrea, per te ci sono le SF-3010 in sospensione pneumatica Wink ) , da soli 175€ online...

La serie...: http://www.systemfidelity.com/3000.html

avatar
Andrea Gianelli
Membro classe argento
Membro classe argento
Data d'iscrizione : 12.07.08
Numero di messaggi : 2608
Località : S. Pietro all'Olmo
Occupazione/Hobby : Consulente
Provincia (Città) : Milano
Impianto : Lettore Philips CD460, amplificatore "BeoAffordable" (con modulo Bang&Olufsen ICEpower 50ASX2 e pre phono/linea integrati by Camillo Gianelli), diffusori a sospensione pneumatica Boston Acoustics T-930 "improved" con woofer Indiana Line W20.

Re: Altro giretto al Media World

il Ven 10 Apr 2009 - 11:20
@Cyan ha scritto:Al momento mosscade + ta 10.1
Quando avrò i soldi probabilmente passerò alle adam s1x.
Hello Grazie per il feedback, ma manca ancora un'informazione fondamentale: come alimenti il Trends?
Qualora non lo avessi già fatto, prima di pensare all'acquisto di nuove casse, prova l'alimentazione a batteria (meglio una per auto, anche di recupero, purchè ben carica).


@Mulo ha scritto:Per finire, continuano ad ispirarmi molto le System Fidelity SF-3030 (Andrea, per te ci sono le SF-3010 in sospensione pneumatica Wink ) , da soli 175€ online...

La serie...: http://www.systemfidelity.com/3000.html
Wow! Grazie mille per la preziosissima segnalazione. Oki

PS: per ora la mia grande sala gradisce i diffusori che vedi in firma, con woofer da 8" che lavora in un volume di oltre 40 litri. Tuttavia, se per qualche ragione dovessi ritirarmi in spazi angusti (non si sa mai nella vita...) prenderò in considerazione sia le SF-3010 da te segnalate sia le Tangent E4, che guadagnano un dB (che non si sente) e una quindicina di Hz in estensione in basso (qualcuno nel caso la risposta di queste ultime sia presa a -6 dB anzichè a -3 dB, ma comunque con ogni probabilità udibile anche in piccoli ambienti). Beh, non resta che ascoltarle! Wink


Ultima modifica di Andrea Gianelli il Ven 10 Apr 2009 - 11:31, modificato 2 volte
avatar
Cyan
Membro di riguardo
Membro di riguardo
Data d'iscrizione : 25.06.08
Numero di messaggi : 669
Località : Lazio
Impianto : Ta 10.1 casse diy subwoofer

Re: Altro giretto al Media World

il Ven 10 Apr 2009 - 11:23
Con lo zetagi. Ma non mi va di usare una batteria: poco pratico.
avatar
Andrea Gianelli
Membro classe argento
Membro classe argento
Data d'iscrizione : 12.07.08
Numero di messaggi : 2608
Località : S. Pietro all'Olmo
Occupazione/Hobby : Consulente
Provincia (Città) : Milano
Impianto : Lettore Philips CD460, amplificatore "BeoAffordable" (con modulo Bang&Olufsen ICEpower 50ASX2 e pre phono/linea integrati by Camillo Gianelli), diffusori a sospensione pneumatica Boston Acoustics T-930 "improved" con woofer Indiana Line W20.

Re: Altro giretto al Media World

il Ven 10 Apr 2009 - 11:43
@Cyan ha scritto:Con lo zetagi. Ma non mi va di usare una batteria: poco pratico.
Sappi comunque che non stai sfruttando appieno le qualità di pilotaggio dell'ampli: molti possessori delle Mosscade si sono lamentati con me del fatto che col TA2024 la membrana del woofer stentasse a muoversi...ecco, con una bella batteria per auto (che si collega come l'alimentatore, con cavo adattato e di sezione adeguata, sempre rispettando la corretta polarità) vedrai i coni muoversi come zio Ampére comanda! Wink

PS: tieni presente che Renato Fornasieri, mio caro amico nonchè progettista (ora in pensione) dei diffusori Indiana Line, mi aveva già detto ai tempi degli esordi del T-Amp che il punto a cui prestare la maggior attenzione stava proprio nell'alimentazione. Poi, dopo qualche tempo che utilizzavo un esagerato alimentatore autocostruito (da mio padre, altro progettista elettronico, prendendo spunto anche dai suggerimenti del buon Fornasieri), mio zio (elettronico pure lui: ma sono solo io la "pecora nera" di famiglia?) ebbe la geniale intuizione della batteria e tale miglioria risultò decisiva e nettamente superiore (in tutto) a qualunque altra alimentazione.
avatar
schwantz34
Membro classe diamante
Membro classe diamante
Data d'iscrizione : 28.10.08
Numero di messaggi : 15499
Località : Caerdydd
Provincia (Città) : Caerdydd
Impianto : minimalista, uso un vecchio walkman con gli auricolari...

Re: Altro giretto al Media World

il Ven 10 Apr 2009 - 11:48
@Andrea Gianelli ha scritto:
@Cyan ha scritto:Con lo zetagi. Ma non mi va di usare una batteria: poco pratico.
Sappi comunque che non stai sfruttando appieno le qualità di pilotaggio dell'ampli: molti possessori delle Mosscade si sono lamentati con me del fatto che col TA2024 la membrana del woofer stentasse a muoversi...ecco, con una bella batteria per auto (che si collega come l'alimentatore, con cavo adattato e di sezione adeguata, sempre rispettando la corretta polarità) vedrai i coni muoversi come zio Ampére comanda! Wink

PS: tieni presente che Renato Fornasieri, mio caro amico nonchè progettista (ora in pensione) dei diffusori Indiana Line, mi aveva già detto ai tempi degli esordi del T-Amp che il punto a cui prestare la maggior attenzione stava proprio nell'alimentazione. Poi, dopo qualche tempo che utilizzavo un esagerato alimentatore autocostruito (da mio padre, altro progettista elettronico, prendendo spunto anche dai suggerimenti del buon Fornasieri), mio zio (elettronico pure lui: ma sono solo io la "pecora nera" di famiglia?) ebbe la geniale intuizione della batteria e tale miglioria risultò decisiva e nettamente superiore (in tutto) a qualunque altra alimentazione.


Andrea ciao , non nego che con la batteria si senta bene , anzi ....pero' una batteria per auto in salotto ....insomma , non è proprio il massimo
avatar
Mulo
UTENTE BANNATO
Data d'iscrizione : 21.03.09
Numero di messaggi : 4429
Località : qui
Provincia (Città) : quo qua
Impianto : principesco

Re: Altro giretto al Media World

il Ven 10 Apr 2009 - 11:53
Andrea, dubito che le EVO E4 siano realmente più estese in basso delle SF-3010, visto che le dimensioni del woofer sono quelle ed il cabinet è (ma dovrei controllare) anche più piccolo, nelle E4. Ed i miracoli non si fanno, certamente non a questi livelli di costi.


Mi piacciono le SF anche per questa apparente onestà nel dichiarare le specifiche dei loro diffusori.


Trovo le SF-3030 irresistibili per meno di 200€; ...anche per il loro buon (e onesto) peso di 4,8 Kg.


In pratica, la progressione per me sarebbe questa: SF-3030 -> KEF C3 -> Canton GLE420. Le Canton continuano ad essere le più belle (e suonano da dio), ma costano anche 100 euro in più delle SF3030 che quindi sono pienamente in gioco.



Edit: Controllato. Eh sì, niente da fare: le E4 sono più minuscole delle SF-3010. Adirittura, dichiarano 1 dB di più di efficienza. E' fisicamente impossibile che siano più estese in basso; e che lo siano altrettanto (55Hz) che le più grandi (e reflex) E5, peraltro. E5 che sono pure di 2 dB meno efficienti (86 dB).
avatar
Andrea Gianelli
Membro classe argento
Membro classe argento
Data d'iscrizione : 12.07.08
Numero di messaggi : 2608
Località : S. Pietro all'Olmo
Occupazione/Hobby : Consulente
Provincia (Città) : Milano
Impianto : Lettore Philips CD460, amplificatore "BeoAffordable" (con modulo Bang&Olufsen ICEpower 50ASX2 e pre phono/linea integrati by Camillo Gianelli), diffusori a sospensione pneumatica Boston Acoustics T-930 "improved" con woofer Indiana Line W20.

Re: Altro giretto al Media World

il Ven 10 Apr 2009 - 12:47
@schwantz34 ha scritto:Andrea ciao , non nego che con la batteria si senta bene , anzi ....pero' una batteria per auto in salotto ....insomma , non è proprio il massimo
Hello Caro Sergio, come non condividere? Ma a me piace, anche esteticamente: sai che bello quando ricevo le persone e la prima cosa che notano è la batteria piazzata lì, a fianco del mobiletto dell'impianto, in bella vista...la casa è il biglietto da visita di chi la abita, no? E il sottoscritto un po' pazzoide lo è! Wink
Pensa che fino a qualche tempo fa stavo con una ragazza molto "conforme" (troppo direi...) e su certe cose ha sempre trovato in me un muro di gomma... io ho i miei gusti (a presindere dalle convenzioni) e devo ammettere che mi piace anche sorprendere gli altri con la mia originalità... Happy shock

“Ti criticheranno sempre, parleranno male di te e sarà così difficile che incontri qualcuno al quale tu possa andare bene come sei. Quindi vivi come credi, fai quello che ti dice il cuore. La vita è un’opera di teatro che non ha prove iniziali. Canta, ridi, balla, ama. Vivi intensamente ogni momento della tua vita, prima che cali il sipario e l’opera finisca senza applausi”. (Charlie Chaplin)
Vedere l'argomento precedenteTornare in altoVedere l'argomento seguente
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum