T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti
Benvenuto nel T-Forum!
Connettiti in modo da farti riconoscere come membro affezionato, oppure registrati così potrai partecipare attivamente alle discussioni.
Ultimi argomenti
» Disaccoppiamento Diffusori da stand
Oggi alle 2:33 Da robertopisa

» Ho ordinato i Batpure
Oggi alle 0:09 Da Zio

» tpa3255 vs tda8954
Ieri alle 23:56 Da franzfranz

» SMSL M7: il dac definitivo alla portata di tutti?
Ieri alle 23:52 Da djufuk87

» Calcolo litraggio avendo parametri woofer
Ieri alle 23:10 Da franzfranz

» De Andrè esegue cover dei trapper italiani di oggi
Ieri alle 23:08 Da lello64

» è ora di rivalvolare!
Ieri alle 22:14 Da erduca

» Dipolo con TB W8-2145 e 2 woofer Omnes audio -Clone trio 15 Pure audio-
Ieri alle 22:10 Da SubitoMauro

» Nuovo Impianto
Ieri alle 21:34 Da __Ale__

» scanspeak sta' un pezzo avanti!
Ieri alle 20:54 Da giucam61

» Tipo di box e calcolo litraggio FR10
Ieri alle 20:47 Da saltonm73

» TPA 3116
Ieri alle 20:43 Da embryo

» compatibilità casse
Ieri alle 20:37 Da franzfranz

» Vendo amplificatore integrato ibrido Peachtree iNova
Ieri alle 18:55 Da p.cristallini

» (Veneto) VENDO CHARIO CONSTELLATION PHOENIX
Ieri alle 17:57 Da simonluka

» (VI/ITALIA) Vendo Yamaha RX-V775 sintoamplificatore AV 7.2)
Ieri alle 17:57 Da simonluka

» (VI/ITALIA) Vendo Muse M20 EX2
Ieri alle 17:56 Da simonluka

» Sommer Cable Meridian 2x2.5mm
Ieri alle 16:25 Da Luca Marchetti

» Sommer Cable Meridian 2x2.5mm
Ieri alle 16:24 Da Luca Marchetti

» pilotare cerwin veg p10
Ieri alle 15:02 Da 22b5g41b5dw

» Nuovo Progetto od Upgradare il Vecchio?
Ieri alle 12:35 Da Alessiox

» rame con purezza 7N
Ieri alle 11:41 Da lello64

» [GE-MI] Vendo Celestion 3
Ieri alle 10:01 Da scontin

» Anniversario dei 10 anni!
Ieri alle 9:43 Da danilopace

» Preamplificatore...sono in vena di spendere soldi!
Ieri alle 9:36 Da danilopace

» L’angolo di paradiso di ITACA
Ieri alle 6:33 Da ITACA

» Impianto Home Theatre e Giradischi
Mer 21 Feb 2018 - 21:15 Da fabrizio6684

» consiglio per impianto "multiuso"
Mer 21 Feb 2018 - 21:06 Da fabrizio6684

» Problema stereo schneider
Mer 21 Feb 2018 - 20:19 Da Giuseppe1994

» Audioquest Forest usb
Mer 21 Feb 2018 - 19:25 Da wolfman

Statistiche
Abbiamo 11438 membri registrati
L'ultimo utente registrato è spillek

I nostri membri hanno inviato un totale di 807339 messaggi in 52393 argomenti
I postatori più attivi della settimana
lello64
 
22b5g41b5dw
 
franzfranz
 
giucam61
 
p.cristallini
 
Albert^ONE
 
scontin
 
SGH
 
sportyerre
 
erduca
 

Migliori postatori
Stentor (20392)
 
DACCLOR65 (19633)
 
schwantz34 (15551)
 
Silver Black (15513)
 
nd1967 (12810)
 
flovato (12509)
 
Biagio De Simone (10287)
 
piero7 (9854)
 
fritznet (9358)
 
wasky (9229)
 

Chi è in linea
In totale ci sono 33 utenti in linea: 0 Registrati, 0 Nascosti e 33 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

Nessuno

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 4379 il Lun 25 Mag 2015 - 15:01
Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 


Bookmarking sociale

Bookmarking sociale digg  Bookmarking sociale delicious  Bookmarking sociale reddit  Bookmarking sociale stumbleupon  Bookmarking sociale slashdot  Bookmarking sociale yahoo  Bookmarking sociale google  Bookmarking sociale blogmarks  Bookmarking sociale live      




Conserva e condividi l'indirizzo di T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti sul tuo sito sociale bookmarking


TUNNG Good Arrows

Andare in basso

TUNNG Good Arrows

Messaggio  Artinside il Mer 14 Mar 2012 - 14:03

http://www.ondarock.it/recensioni/2007_tunng.htm


TUNNG
Good Arrows
(Full Time Hobby) 2007
alt-folk
di Raffaello Russo

La fervida creatività dei Tunng ha prodotto il loro terzo album nel lasso di appena trenta mesi: una frequenza di pubblicazioni notevole, senza dubbio non legata a finalità commerciali, quanto invece semplice testimonianza di un’impellenza espressiva e della parallela evoluzione nel suono di una band che, nonostante i molteplici consensi ricevuti, non si accontenta di riprodurre all’infinito la propria giocosa, personalissima e imprevedibile declinazione del paradigma folk-tronico.

Anzi, va da subito sottolineato come in “Good Arrows” l’elettronica costituisca solo uno degli stravaganti divertissement che la band inglese inserisce sul consueto substrato di folk incantato e assolutamente fuori dal tempo, e sia quindi quasi sempre funzionale a conferire movimento e a "sporcare" leggermente le ottime melodie. Ed è proprio sugli aspetti melodici che i Tunng pongono l’accento negli undici brani compresi in questo lavoro, nel quale convivono, in maniera equilibrata e senza apparenti iati, arabeschi folk ed esili battiti elettronici, scarni arpeggi acustici e repentine esplosioni elettriche, oscuri field recordings e vivaci atmosfere sixties.

Sono, infatti, melodie solari e dal gusto piacevolmente retrò, ma al tempo stesso attualissime, a segnare l’incipit di “Good Arrows”, prima nello sghembo folk di “Take” e poi nell’intrigante summer song “Bricks”, entrambe appena puntellate da battiti e disturbi elettronici, che poco incidono sulle loro atmosfere lievi e incantate. Lungo il corso dell’album, tuttavia, i Tunng sembrano divertirsi a presentare continue variazioni su temi acustici, elettrici ed elettronici, coniugando i bassi groovy del cantato con passaggi strumentali più leggiadri (“Spoon”, “Secrets”), oppure creando loop di melodie, originate dall’intreccio delle voci (“King”) e dall’iterazione di uno scarno accordo acustico (“Arms”), che con incredibile naturalezza riconducono a unità armonica una pluralità di elementi eccentrici e tra loro disomogenei.
Ed è questa disarmante capacità a costituire l’autentica “marcia in più” della band che, pur non rinunciando del tutto alle proprie bizzarrie sonore (non solo elettronica: persino un martello pneumatico e la sirena di un’ambulanza!), riesce adesso a confezionare tanti brani accattivanti e persino un potenziale hit estivo quale “Bullets” che, tra note di pianoforte, organetti, melodie cristalline e up tempo e un ritornello decisamente catchy, sarebbe in grado di far smuovere anche i più renitenti avversatori della dimensione fisica della musica.

Non si interpreti, però, questa pronunciata attitudine pop alla stregua di una sorta di “normalizzazione” nel suono della band, e così nemmeno l’afflato di folk corale, essenziale e quasi interamente acustico, di “Hands” e “String” (quest’ultima, con la voce di Becky Jacobs in primo piano, potrebbe essere quasi scambiata per un pezzo dei primi Espers), poiché i Tunng dimostrano qui come l’effetto straniante della loro musica, nei lavori precedenti, non fosse dovuto soltanto alla più ingente presenza di inserti elettronici ma continui a risiedere nella perdurante freschezza di un approccio vagamente freak, autentico e, proprio per questo, per nulla ridondante.

E il fatto che all’immutata spontaneità espressiva si aggiunga, in “Good Arrows”, una maggiore attenzione alle melodie e alla ricerca di una scrittura semplice ed efficace non va certo a detrimento dell’originalità del risultato finale, da valutarsi anzi in maniera del tutto positiva e tale da confermare i Tunng quali interpreti più capaci e attuali del singolare ibrido tra tradizione e modernità, tra folk, pop, elettronica e stravaganze varie.

avatar
Artinside
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 29.01.09
Numero di messaggi : 3182
Località : Sassari
Occupazione/Hobby : Arte Contemporanea
Impianto :
Spoiler:
Sorgente: Jvc xv-n680
Pre: Minimalist autocostruito
Amplificatori: Hifimediy Tk2050 alimentata in AC, Smsl sa-s1 Ta2020, Smsl sa-s2 Ta2024, Helder Audio Ta2024 , S I T amp Ta2024, Sure Ta2024, Sure "Octopus" Tpa 3123, Scythe sda1000, Gainclone Lm1875
Diffusori Esb xl5, Alix Project One
Ampli cuffie: Poppulse mini headphone amp
Cuffie: Grado - Alessandro MS1, Koss Portapro, Jvc ha-fxc51, Monoprice 8320, Jvc Ha-fx34, Awei es-q9, Xkdun Ck-700 etc, etc, etc....


http://www.gavinoganau.com

Tornare in alto Andare in basso

Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum