T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti
Benvenuto nel T-Forum!
Connettiti in modo da farti riconoscere come membro affezionato, oppure registrati così potrai partecipare attivamente alle discussioni.
Ultimi argomenti
» [PA] Vendo Giradischi Project genie rpm 1.3
Oggi alle 3:37 Da mastri81

» [PA] Vendo Amplificatore Harman Kardon HK680
Oggi alle 3:26 Da mastri81

» Mission LX-2
Oggi alle 0:58 Da Kha-Jinn

» Giradischi project essential II
Ieri alle 23:56 Da giucam61

» Diffusore triste, voglio provare
Ieri alle 23:53 Da giucam61

» Vu meter audio
Ieri alle 23:16 Da clipper

» DAC per Raspberry
Ieri alle 22:50 Da gabri65

» Dubbi su Bluetooth
Ieri alle 21:07 Da GP9

» FX 802 vs Bantam Monoblock vs Nad 325BEE
Ieri alle 21:06 Da pinkflo2

» player di rete denon o marantz , ne vale la pena?
Ieri alle 21:06 Da gabri65

» Continuo con il Rasp o lascio perdere?
Ieri alle 20:51 Da gabri65

» Sorgente in sostituzione del Raspberry+Hifiberry
Ieri alle 20:36 Da gabri65

» Emu 1212m pci ex
Ieri alle 17:42 Da franz 01

» Am Audio A5 850 euro
Ieri alle 17:41 Da franz 01

» Sony uhp h1
Ieri alle 17:11 Da Luca Marchetti

» Consiglio gruppi power metal
Ieri alle 17:10 Da pij

» Invertire Sx con DX
Ieri alle 16:45 Da hsh1979

» PS Audio Nuwave o M2tech Young
Ieri alle 15:52 Da alessioashtangi

» Consiglio per upgrade diffusori / upgrade impianto
Ieri alle 13:01 Da giucam61

» Aleph 2 classe A 100W di Nelson Pass - chi ben comincia
Ieri alle 12:58 Da neno_07

» aiuto miglioramento sala d'ascolto
Ieri alle 12:10 Da gubos

» problema audio con Thorens TD320MKii
Ieri alle 10:59 Da elmolewis

» Cerco pre prebby hv
Ieri alle 9:59 Da verderame

» [Vendo] Nad C316BEE €210
Ieri alle 8:47 Da Dreammachine

» Acquisto dussun dove ?
Ieri alle 8:43 Da chiccoevani

» Nuovo Douk Dac
Lun 16 Ott 2017 - 23:55 Da uncletoma

» Consiglio impianto per diffusori KEF Coda 70
Lun 16 Ott 2017 - 21:44 Da Kha-Jinn

» consiglio su impianto digital
Lun 16 Ott 2017 - 21:13 Da Piper

» rumore fastidioso da dove viene?
Lun 16 Ott 2017 - 21:04 Da MaxBal

» Topic'it, nuova applicazione mobile per il T-Forum
Lun 16 Ott 2017 - 20:27 Da Luca Marchetti

Statistiche
Abbiamo 11084 membri registrati
L'ultimo utente registrato è HeyGio'

I nostri membri hanno inviato un totale di 797320 messaggi in 51696 argomenti
I postatori più attivi della settimana
giucam61
 
clipper
 
Masterix
 
GP9
 
Kha-Jinn
 
erduca
 
gabri65
 
ftalien77
 
Luca Marchetti
 
uncletoma
 

I postatori più attivi del mese
lello64
 
giucam61
 
nerone
 
dinamanu
 
ftalien77
 
Masterix
 
Kha-Jinn
 
Albert^ONE
 
kalium
 
erduca
 

Migliori postatori
Stentor (20392)
 
DACCLOR65 (19633)
 
schwantz34 (15532)
 
Silver Black (15480)
 
nd1967 (12803)
 
flovato (12509)
 
Biagio De Simone (10275)
 
piero7 (9854)
 
wasky (9229)
 
fritznet (9195)
 

Chi è in linea
In totale ci sono 33 utenti in linea: 2 Registrati, 0 Nascosti e 31 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

Luca Marchetti, potowatax

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 4379 il Lun 25 Mag 2015 - 15:01
Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 


Bookmarking sociale

Bookmarking sociale Digg  Bookmarking sociale Delicious  Bookmarking sociale Reddit  Bookmarking sociale Stumbleupon  Bookmarking sociale Slashdot  Bookmarking sociale Yahoo  Bookmarking sociale Google  Bookmarking sociale Blinklist  Bookmarking sociale Blogmarks  Bookmarking sociale Technorati  




Conserva e condividi l'indirizzo di T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti sul tuo sito sociale bookmarking


LISA GERRARD - Immortal Memory

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

LISA GERRARD - Immortal Memory

Messaggio  Artinside il Ven 2 Mar 2012 - 10:45

http://www.ondarock.it/recensioni/2004_gerrard.htm


LISA GERRARD
Immortal Memory
(4ad) 2004
folk-new age
di Mauro Roma

Voce degli "immortali" Dead Can Dance , Lisa Gerrard è da sempre artista votata alla ricerca di percorsi intensamente spirituali, spaziando dal gotico alla world music, dalla new age alla musica sacra. Negli ultimi anni però l’attività della vocalist australiana si è concentrata sulle colonne sonore (tra le quali quella pluripremiata per il "Gladiatore" di Ridley Scott e la suggestiva, recente, "Whale Rider).
E anche questo suo terzo lavoro solista, scritto a quattro mani col compositore irlandese Patrick Cassidy, è a tutti gli effetti una colonna sonora, solo che il film è inesistente, o meglio lasciato all’immaginario dell’ascoltatore. Lo schema è quello classico: Cassidy dipinge arrangiamenti lussuosi, sontuose sezioni d’archi sintetizzate fluide ed eleganti, Gerrard li accarezza con la sua voce impareggiabile: rispetto ai due precedenti lavori solisti (entrambi in coppia col percussionista Pieter Bourke), la cantante sembra voler spingere maggiormente sul pedale della new age di stampo celtico alla Enya, piuttosto che cercare i suoi consueti accenti etnici e arcaici.

Il canto di Gerrard si è sempre caratterizzato per il suo essere "universale", per la sua straordinaria capacità di inglobare influenze tra loro lontanissime tanto geograficamente, quanto culturalmente, esprimendosi in un linguaggio ora inventato di sana pianta, ora mescolanza di svariati linguaggi reali. Stavolta sono tre lingue antiche (Latino, Gaelico e Aramaico) a finire nello sconfinato repertorio vocale della Gerrard.
Atmosferici e maestosi, i tappeti sonori di Patrick Cassidy costruiscono sfondi a volte anche troppo invasivi rispetto alla voce di Lisa, che si tiene spesso quasi in disparte, come ad esempio nel brano "Amergin’s Invocation", che d’altro canto esalta la qualità "cinematica" del disco, o in "Sailing to Byzantium".

Composizioni come l’iniziale "Song of Amergin" e "Elegy" presentano invece la coppia al meglio delle loro possibilità: nella seconda in particolare, la Gerrard sfodera uno dei suoi salmi più suggestivi di sempre (era Dead Can Dance compresa), un canto trascendentale tutto in sordina, immerso in una contemplazione mistica di fascino immenso. Un capolavoro che vale da solo l’intera opera.
Il resto del disco avanza lento, magico e solenne tra il tenebroso canto medievale di "Paradise Lost", le atmosfere morriconiane della title track e due parentesi, molto riuscite, di estrema rarefazione come "Maranatha" e "Abwoon". Peccato che la chiusura, affidata alla lunga "Psallit (in aure dei)", non sia delle migliori, rovinata da un organo piuttosto kitsch e fuori luogo, e da un arrangiamento che ancora una volta sovrasta eccessivamente la voce di Gerrard che comunque, spingendosi verso il suo registro più basso, offre come sempre un vero spettacolo.

Con il prevedibile limite che nei suoi brani non contenga nulla che non sia già stato ascoltato, "Immortal Memory" è uno di quegli album nei quali la classe (immensa) sconfina spesso in un eccessivo manierismo new age. Innegabile comunque il piacere e la magia dell’ascolto, la bellezza talvolta davvero splendente dei suoi inni, la potente suggestione di molti suoi passaggi.

avatar
Artinside
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 29.01.09
Numero di messaggi : 3182
Località : Sassari
Occupazione/Hobby : Arte Contemporanea
Impianto :
Spoiler:
Sorgente: Jvc xv-n680
Pre: Minimalist autocostruito
Amplificatori: Hifimediy Tk2050 alimentata in AC, Smsl sa-s1 Ta2020, Smsl sa-s2 Ta2024, Helder Audio Ta2024 , S I T amp Ta2024, Sure Ta2024, Sure "Octopus" Tpa 3123, Scythe sda1000, Gainclone Lm1875
Diffusori Esb xl5, Alix Project One
Ampli cuffie: Poppulse mini headphone amp
Cuffie: Grado - Alessandro MS1, Koss Portapro, Jvc ha-fxc51, Monoprice 8320, Jvc Ha-fx34, Awei es-q9, Xkdun Ck-700 etc, etc, etc....


http://www.gavinoganau.com

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum