T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti
Benvenuto nel T-Forum!
Connettiti in modo da farti riconoscere come membro affezionato, oppure registrati così potrai partecipare attivamente alle discussioni.
Sondaggio

Ti piace il nuovo stile del T-Forum?

51% 51% [ 73 ]
49% 49% [ 70 ]

Totale dei voti : 143

Ultimi argomenti
» Gegè Telesforo - Nu Joy
Oggi alle 16:45 Da potowatax

» l'audiofilo chi e' secondo voi?
Oggi alle 16:42 Da Calbas

» Arcam FMJ A19
Oggi alle 16:41 Da Alessandro Marchese

» il dubbio...
Oggi alle 15:16 Da Albert^ONE

» Spyro Gyra
Oggi alle 15:12 Da Albert^ONE

» Wynton Marsalis
Oggi alle 14:45 Da andy65

» ECM Selected Recording
Oggi alle 14:32 Da andy65

» LP jazz a Roma da non perdere
Oggi alle 14:25 Da andy65

» Roy Hargrove
Oggi alle 14:09 Da andy65

» Mel Lewis & The Jazz Orchestra - Make Me Smile & Other New Works by Bob Brookmeyer
Oggi alle 14:04 Da andy65

» Bill Evans - From Left to Right
Oggi alle 14:02 Da andy65

» concerti al manzoni di milano
Oggi alle 14:01 Da andy65

» John Coltrane - Giant Steps
Oggi alle 13:58 Da andy65

» ecco l'onesto epigono ...Johnny Winter con Muddy Waters e JL Hooker
Oggi alle 13:44 Da andy65

» Un incredibile diluvio sonoro lungo 11 minuti!
Oggi alle 12:48 Da giucam61

» Nuovo Douk Dac
Oggi alle 12:40 Da giucam61

» Tre magiche chitarre
Oggi alle 11:24 Da Zio

» Consiglio (conferma?) Nuovo Impianto (Budget 400 euro )
Oggi alle 10:43 Da nerone

» Marantz PM6006 da Amazon UK (Home AV Direct)
Oggi alle 9:56 Da giucam61

» CD SPECIALE! Di HANK JONES "blueseggiante" (per amanti jazz alla Oscar Peterson)
Oggi alle 9:33 Da andy65

» [Vendo] Schiit Modi Multibit
Oggi alle 8:47 Da Kha-Jinn

» [Vendo] Marantz PM6005
Oggi alle 8:38 Da Kha-Jinn

» Acid Jazz
Oggi alle 1:35 Da giucam61

» Quali sono i dischi da avere di Petrucciani?
Ieri alle 23:31 Da lello64

» Steely Dan
Ieri alle 23:30 Da lello64

» The Yellowjackets
Ieri alle 22:51 Da andy65

» Consiglio: impianto si o no e cosa (poco spazio, max 600€)
Ieri alle 22:15 Da giucam61

» Consiglio preamplificatore lesahifi
Ieri alle 22:06 Da dinamanu

» Quali dischi di Pat Metheny?
Ieri alle 21:53 Da andy65

» Miles Davis: Live at Montreux (1991)
Ieri alle 21:47 Da andy65

Statistiche
Abbiamo 11029 membri registrati
L'ultimo utente registrato è angelo alvarenz

I nostri membri hanno inviato un totale di 795257 messaggi in 51572 argomenti
I postatori più attivi della settimana
dinamanu
 
andy65
 
giucam61
 
lello64
 
nerone
 
Kha-Jinn
 
Nadir81
 
Albert^ONE
 
Peppe Guercia
 
wolfman
 

Migliori postatori
Stentor (20392)
 
DACCLOR65 (19633)
 
schwantz34 (15512)
 
Silver Black (15477)
 
nd1967 (12803)
 
flovato (12509)
 
Biagio De Simone (10275)
 
piero7 (9854)
 
wasky (9229)
 
fritznet (9180)
 

Chi è in linea
In totale ci sono 65 utenti in linea: 7 Registrati, 1 Nascosto e 57 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

Alessandro Marchese, brico, Calbas, dieggs, Nadir81, potowatax, rattaman

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 4379 il Lun 25 Mag 2015 - 15:01
Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 


Bookmarking sociale

Bookmarking sociale Digg  Bookmarking sociale Delicious  Bookmarking sociale Reddit  Bookmarking sociale Stumbleupon  Bookmarking sociale Slashdot  Bookmarking sociale Yahoo  Bookmarking sociale Google  Bookmarking sociale Blinklist  Bookmarking sociale Blogmarks  Bookmarking sociale Technorati  




Conserva e condividi l'indirizzo di T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti sul tuo sito sociale bookmarking


Messa a terra della caracassa del nostro amplificatore

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Messa a terra della caracassa del nostro amplificatore

Messaggio  fuzzu82 il Gio 1 Mar 2012 - 0:01

Stasera, verificando alcune cose per un piccolo progetto che ho in mente, mi sono accorto che sia il mio Nad 302 che il Marantaz cd5000 nonostante abbiano la carcassa metallica non hanno la messa a terra: il che mi sembra strano, non dovrebbbere PER LEGGE tutti gli elettrodomestici con carcassa metallica averla?
Nel caso volessi sostituire i cavi e collegare la terra alla carcassa, secondo voi farei un errore?
avatar
fuzzu82
Affezionato
Affezionato

Data d'iscrizione : 10.02.12
Numero di messaggi : 101
Località : Vicenza
Impianto : Amplificatore:
-NAD 302 25 Watts
Sorgenti:
- Giradischi Pioneer PL-112D
- Lettore Marantz CD5400 OSE
- Lettore Mp3 Ipod Classic
Casse:
- JPW ML310, 6 Ohms, 60 Watts, 89 dB/Watt

Tornare in alto Andare in basso

Re: Messa a terra della caracassa del nostro amplificatore

Messaggio  Dan73 il Gio 1 Mar 2012 - 1:05

fuzzu82 ha scritto:Stasera, verificando alcune cose per un piccolo progetto che ho in mente, mi sono accorto che sia il mio Nad 302 che il Marantaz cd5000 nonostante abbiano la carcassa metallica non hanno la messa a terra: il che mi sembra strano, non dovrebbbere PER LEGGE tutti gli elettrodomestici con carcassa metallica averla?
Nel caso volessi sostituire i cavi e collegare la terra alla carcassa, secondo voi farei un errore?
Se sono vecchi potrebbero non avere messa a terra, se sono nuovi e fatti bene non devono avere messa a terra, controlla sul retro se hanno il simbolo del doppio isolamento o isolamento rinforzato, un doppio quadrato concentrico se ce l'hanno se a posto.
avatar
Dan73
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 11.09.08
Numero di messaggi : 1425
Località : Formia (LT)
Impianto : Sorgente: Linux FreeOsx / Squeezebox
Ampli1:Fenice20 / Sure2024
Dac1: Dac Ah (mod. leggere)
Diffusori1: Klipsch rb-61



Tornare in alto Andare in basso

Re: Messa a terra della caracassa del nostro amplificatore

Messaggio  fuzzu82 il Gio 1 Mar 2012 - 19:44

Hai ragione, ho appena verificato e in effetti entrambi hanno il simbolo che dici tu.
Mi rimangono 2 domande:
1) sto completando dei cavi di potenza schermati (una mia variazione al progetto TNT-star) e volevo collegare le calze alla carcassa dell'ampli convinto che questa fosse messa a massa, ma mi sbagliavo. A questo punto credo che sia inutile (se non dannoso) collegarle alla caracassa, o sbaglio?
2) stavo inoltre autocostruendomi una ciabatta con cavo di alimentazione schermato, e mi chiedevo: ma che senso ha usare una tale soluzione, se poi i cavi di alimentazione del cd, ampli etc. non sono a loro volta schermati? Non sarebbe meglio sostituirli tutti?
avatar
fuzzu82
Affezionato
Affezionato

Data d'iscrizione : 10.02.12
Numero di messaggi : 101
Località : Vicenza
Impianto : Amplificatore:
-NAD 302 25 Watts
Sorgenti:
- Giradischi Pioneer PL-112D
- Lettore Marantz CD5400 OSE
- Lettore Mp3 Ipod Classic
Casse:
- JPW ML310, 6 Ohms, 60 Watts, 89 dB/Watt

Tornare in alto Andare in basso

Re: Messa a terra della caracassa del nostro amplificatore

Messaggio  Andrea Zani il Gio 1 Mar 2012 - 20:12

massa e terra sono due cose diverse..
anche se non sono connessi a terra non è detto che il case non sia a massa
avatar
Andrea Zani
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 21.05.10
Numero di messaggi : 1764
Località : Ponderano(Bi)
Occupazione/Hobby : /Parassita Circuitale
Impianto : non finirò mai
di lavorarci

Tornare in alto Andare in basso

Re: Messa a terra della caracassa del nostro amplificatore

Messaggio  ZANETTI il Gio 1 Mar 2012 - 22:49

Ciao, forse spenderesti una bella cifra a cambiare cavi ma secondo me il problema rimarrà sempre, se non blocchi in ingresso eventuali segnali spuri, se non vuoi comprare un bel alimentatore, puoi fartene uno da solo come ho fatto io, scatola metallica con 6 prese ognuna con filtro, la scatola è collegata e fissata con soli 10cm di cavo 3x2,5 direttamente sulla parete.

ZANETTI
Interessato
Interessato

Data d'iscrizione : 24.02.12
Numero di messaggi : 56
Località : venezia
Impianto : Amplificatore X + Casse Y

Tornare in alto Andare in basso

Re: Messa a terra della caracassa del nostro amplificatore

Messaggio  fuzzu82 il Ven 2 Mar 2012 - 13:20

Andrea Zani ha scritto:massa e terra sono due cose diverse..
anche se non sono connessi a terra non è detto che il case non sia a massa

In effetti nel post di prima ho fatto un pò di confusione nell usare i due termini, scusatemi.
Non capisco però, se il case ha il doppio isolamento e l'ampli non ha il filo di terra, come possa essere collegato a massa...
avatar
fuzzu82
Affezionato
Affezionato

Data d'iscrizione : 10.02.12
Numero di messaggi : 101
Località : Vicenza
Impianto : Amplificatore:
-NAD 302 25 Watts
Sorgenti:
- Giradischi Pioneer PL-112D
- Lettore Marantz CD5400 OSE
- Lettore Mp3 Ipod Classic
Casse:
- JPW ML310, 6 Ohms, 60 Watts, 89 dB/Watt

Tornare in alto Andare in basso

Re: Messa a terra della caracassa del nostro amplificatore

Messaggio  fuzzu82 il Ven 2 Mar 2012 - 13:23

ZANETTI ha scritto:Ciao, forse spenderesti una bella cifra a cambiare cavi ma secondo me il problema rimarrà sempre, se non blocchi in ingresso eventuali segnali spuri, se non vuoi comprare un bel alimentatore, puoi fartene uno da solo come ho fatto io, scatola metallica con 6 prese ognuna con filtro, la scatola è collegata e fissata con soli 10cm di cavo 3x2,5 direttamente sulla parete.

Ma infatti la mia intenzione era di prendere e costruirmi una ciabatta apposta, montarci un filtro e usare un cavo schermato di alimentazione. Ma mi sembra un pò assurdo fermarsi a questo e non schermare anche le singole alimentazioni alle singole utenze (ampli, cd, ...). Se come c'è scritto in qualche topic il filtro serve a proteggere anche dai disturbi generati dalle singole elettroniche, non sarebbe meglio schermarne i cavi?
avatar
fuzzu82
Affezionato
Affezionato

Data d'iscrizione : 10.02.12
Numero di messaggi : 101
Località : Vicenza
Impianto : Amplificatore:
-NAD 302 25 Watts
Sorgenti:
- Giradischi Pioneer PL-112D
- Lettore Marantz CD5400 OSE
- Lettore Mp3 Ipod Classic
Casse:
- JPW ML310, 6 Ohms, 60 Watts, 89 dB/Watt

Tornare in alto Andare in basso

Re: Messa a terra della caracassa del nostro amplificatore

Messaggio  Andrea Zani il Ven 2 Mar 2012 - 18:21

fuzzu82 ha scritto:
Andrea Zani ha scritto:massa e terra sono due cose diverse..
anche se non sono connessi a terra non è detto che il case non sia a massa

In effetti nel post di prima ho fatto un pò di confusione nell usare i due termini, scusatemi.
Non capisco però, se il case ha il doppio isolamento e l'ampli non ha il filo di terra, come possa essere collegato a massa...
perche se è a doppio isolamento non serve la terra,che non centra con la massa,la massa può benissimo essere collegata a telaio per schermarlo
avatar
Andrea Zani
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 21.05.10
Numero di messaggi : 1764
Località : Ponderano(Bi)
Occupazione/Hobby : /Parassita Circuitale
Impianto : non finirò mai
di lavorarci

Tornare in alto Andare in basso

Re: Messa a terra della caracassa del nostro amplificatore

Messaggio  fuzzu82 il Ven 2 Mar 2012 - 20:31

Andrea Zani ha scritto:
fuzzu82 ha scritto:

In effetti nel post di prima ho fatto un pò di confusione nell usare i due termini, scusatemi.
Non capisco però, se il case ha il doppio isolamento e l'ampli non ha il filo di terra, come possa essere collegato a massa...
perche se è a doppio isolamento non serve la terra,che non centra con la massa,la massa può benissimo essere collegata a telaio per schermarlo

Scusami, ma proprio non capisco: ho 2 fili che arrivano all'amplificatore, fase e neutro, quindi cosa collegherei al telaio per schermarlo?
avatar
fuzzu82
Affezionato
Affezionato

Data d'iscrizione : 10.02.12
Numero di messaggi : 101
Località : Vicenza
Impianto : Amplificatore:
-NAD 302 25 Watts
Sorgenti:
- Giradischi Pioneer PL-112D
- Lettore Marantz CD5400 OSE
- Lettore Mp3 Ipod Classic
Casse:
- JPW ML310, 6 Ohms, 60 Watts, 89 dB/Watt

Tornare in alto Andare in basso

Re: Messa a terra della caracassa del nostro amplificatore

Messaggio  Dan73 il Ven 2 Mar 2012 - 20:40

fuzzu82 ha scritto:
Andrea Zani ha scritto:
perche se è a doppio isolamento non serve la terra,che non centra con la massa,la massa può benissimo essere collegata a telaio per schermarlo

Scusami, ma proprio non capisco: ho 2 fili che arrivano all'amplificatore, fase e neutro, quindi cosa collegherei al telaio per schermarlo?
Nessuno dei 2, si prende la massa del circuito lo 0v della continua all'interno dell'apparecchio se c'è.
avatar
Dan73
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 11.09.08
Numero di messaggi : 1425
Località : Formia (LT)
Impianto : Sorgente: Linux FreeOsx / Squeezebox
Ampli1:Fenice20 / Sure2024
Dac1: Dac Ah (mod. leggere)
Diffusori1: Klipsch rb-61



Tornare in alto Andare in basso

Re: Messa a terra della caracassa del nostro amplificatore

Messaggio  francoiacc il Ven 2 Mar 2012 - 23:09

Se vuoi mettere il telaio a terra prendi un cavo a tre conduttori e metti il cavo di terra sotto una vite. Comunque se lo chassis ha un doppio isolameto e' gia' di per se sicuro e non necessita di messa a terra.
Poi il collegamento tra la massa e la terra e' un'altro discorso, puo' essere molto deleterio aumentando il ronzio e non e' detto che sia necessario ai fini della sicurezza su apparecchiature a bassa tensione.
avatar
francoiacc
Membro di riguardo
Membro di riguardo

Data d'iscrizione : 13.05.11
Numero di messaggi : 669
Occupazione/Hobby : Geografia / tubi termoionici
Provincia (Città) : Regno di Napoli e delle due Si
Impianto : Monofonici 300B SE Autocostruiti
Kismet 3 2A3 SE
Pre SRPP 6SN7 + 6N6P autocostruito
Pre Phono T-Phonum MKII
Giradischi Pro-Ject 6Perspex DC + AT-440MLA
CDP NAD 545BEE
Hackberry con MPD + FiioE10 + DAC autocostruito doppio WM8740
Diffusori Tannoy Saturn S10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Messa a terra della caracassa del nostro amplificatore

Messaggio  sonic63 il Ven 2 Mar 2012 - 23:15

francoiacc ha scritto:Se vuoi mettere il telaio a terra prendi un cavo a tre conduttori e metti il cavo di terra sotto una vite. Comunque se lo chassis ha un doppio isolameto e' gia' di per se sicuro e non necessita di messa a terra.
Poi il collegamento tra la massa e la terra e' un'altro discorso, puo' essere molto deleterio aumentando il ronzio e non e' detto che sia necessario ai fini della sicurezza su apparecchiature a bassa tensione.

ottimo consiglio Oki

sonic63
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 21.12.09
Numero di messaggi : 5375
Località : napoli
Impianto : pre e finali autocostruiti + casse autocostruite

Tornare in alto Andare in basso

Re: Messa a terra della caracassa del nostro amplificatore

Messaggio  Andrea Zani il Ven 2 Mar 2012 - 23:16

Dan73 ha scritto:
fuzzu82 ha scritto:

Scusami, ma proprio non capisco: ho 2 fili che arrivano all'amplificatore, fase e neutro, quindi cosa collegherei al telaio per schermarlo?
Nessuno dei 2, si prende la massa del circuito lo 0v della continua all'interno dell'apparecchio se c'è.
già nessuno!!!
quella è alternata la massa si prende il riferimento (lo "0" ) in continua dopo il ponte e i condensatori di filtro.
non ci mettere la terra!! che ci fai con la terra?!?! di solito peggiora il suono e si rischiano loop di terra.
Potessi io essere sicuro di avere un buon isolamento da non utilizzare la terra per sicurezza...ci si guadagna solo...
Tu vuoi mettere la terra per schermare i case i fili ecc...ecc ma la terra non serve a questo! è la massa che fa questo lavoro,se è connessa la case.
chiaro? Very Happy
avatar
Andrea Zani
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 21.05.10
Numero di messaggi : 1764
Località : Ponderano(Bi)
Occupazione/Hobby : /Parassita Circuitale
Impianto : non finirò mai
di lavorarci

Tornare in alto Andare in basso

Re: Messa a terra della caracassa del nostro amplificatore

Messaggio  Dan73 il Ven 2 Mar 2012 - 23:28

Collegare un apparecchio con doppio isolamento a terra è superfluo, potrebbe essere dannoso e probabilmente è illegale.
avatar
Dan73
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 11.09.08
Numero di messaggi : 1425
Località : Formia (LT)
Impianto : Sorgente: Linux FreeOsx / Squeezebox
Ampli1:Fenice20 / Sure2024
Dac1: Dac Ah (mod. leggere)
Diffusori1: Klipsch rb-61



Tornare in alto Andare in basso

Re: Messa a terra della caracassa del nostro amplificatore

Messaggio  fuzzu82 il Sab 3 Mar 2012 - 8:17

Andrea Zani ha scritto:
Tu vuoi mettere la terra per schermare i case i fili ecc...ecc ma la terra non serve a questo! è la massa che fa questo lavoro,se è connessa la case.
chiaro? Very Happy
Si, grazie mille Smile !!
Mi riamangono delle curiosità: se nel mio caso è pericoloso o cmq controproducente collegare la terra alla carcassa (perchè potrebbe essere collegata a massa) credo però che se collegassi le mie calze direttamente alle terra del mio impianto domestico (magari con morsetto predisposto sulla mia ciabatta) non dovrei fare alcun danno, anzi, dovrei effettivamente scaricare a terra certi disturbi, giusto?
Inoltre mi rimane il dubbio sull'utilità di sostituire tutti i cavi di alimentazione con cavo schermato: che senso ha schermare il cavo di alimentazione che porta tensione alla ciabatta, e poi continuare con normalissimo filo... Non è un controsenso?
avatar
fuzzu82
Affezionato
Affezionato

Data d'iscrizione : 10.02.12
Numero di messaggi : 101
Località : Vicenza
Impianto : Amplificatore:
-NAD 302 25 Watts
Sorgenti:
- Giradischi Pioneer PL-112D
- Lettore Marantz CD5400 OSE
- Lettore Mp3 Ipod Classic
Casse:
- JPW ML310, 6 Ohms, 60 Watts, 89 dB/Watt

Tornare in alto Andare in basso

Re: Messa a terra della caracassa del nostro amplificatore

Messaggio  Marco Ravich il Sab 3 Mar 2012 - 8:46

Posso fare una domanda/obiezione ?

Perché tutte le apparecchiature audio pro (non-HIFI) *HANNO* la messa a terra ?
Se, come dite, è deleiteria i produttori sono masochisti ?

@fuzzu82: smetti di chiamare il case "carcassa", dà un'idea negativa !

carcàssa

  1. insieme delle ossa che costituiscono la cavità toracica degli animali; anche lo scheletro di un animale morto
  2. [in senso figurato] persona distrutta dalla malattia o dagli stenti
  3. ossatura di una nave o di una costruzione
avatar
Marco Ravich
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 20.04.09
Numero di messaggi : 3944
Località : Marche
Occupazione/Hobby : musica / informatica
Provincia (Città) : Macerata
Impianto : i5 @ HFX Classic > Zoom R16 > Yamaha A-760 > Canton GLE 70

http://www.forart.it/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Messa a terra della caracassa del nostro amplificatore

Messaggio  fuzzu82 il Sab 3 Mar 2012 - 10:12

Marco Ravich ha scritto:

@fuzzu82: smetti di chiamare il case "carcassa", dà un'idea negativa !


Non so perchè ero convinto che fosse il terminologia elettrica giusta da usare!!
Chiedo venia! Smile
avatar
fuzzu82
Affezionato
Affezionato

Data d'iscrizione : 10.02.12
Numero di messaggi : 101
Località : Vicenza
Impianto : Amplificatore:
-NAD 302 25 Watts
Sorgenti:
- Giradischi Pioneer PL-112D
- Lettore Marantz CD5400 OSE
- Lettore Mp3 Ipod Classic
Casse:
- JPW ML310, 6 Ohms, 60 Watts, 89 dB/Watt

Tornare in alto Andare in basso

Re: Messa a terra della caracassa del nostro amplificatore

Messaggio  Dan73 il Sab 3 Mar 2012 - 10:54

Marco Ravich ha scritto:Posso fare una domanda/obiezione ?

Perché tutte le apparecchiature audio pro (non-HIFI) *HANNO* la messa a terra ?
Se, come dite, è deleiteria i produttori sono masochisti ?

@fuzzu82: smetti di chiamare il case "carcassa", dà un'idea negativa !

carcàssa

  1. insieme delle ossa che costituiscono la cavità toracica degli animali; anche lo scheletro di un animale morto
  2. [in senso figurato] persona distrutta dalla malattia o dagli stenti
  3. ossatura di una nave o di una costruzione
Distinguiamo le prospettive:
1) Prospettiva audio
La messa a terra non è deleteria potrebbe essere deleteria perchè potrebbe raccogliere disturbi
provenienti dall'impianto stesso essendo la terra un cestino dell'immondizia.
2) Prospettiva sicurezza
Da questo punto di vista non è mai stata un idea geniale prima di tutto si appoggia al differenziale che
potrebbe non funzionare perfettamente, poi mettiamo per esempio che la corrente di fuga si verifica mentre
hai l'apparecchio in mano, non si prende la corrente? Io non ci scommetterei.
avatar
Dan73
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 11.09.08
Numero di messaggi : 1425
Località : Formia (LT)
Impianto : Sorgente: Linux FreeOsx / Squeezebox
Ampli1:Fenice20 / Sure2024
Dac1: Dac Ah (mod. leggere)
Diffusori1: Klipsch rb-61



Tornare in alto Andare in basso

Re: Messa a terra della caracassa del nostro amplificatore

Messaggio  Marco Ravich il Sab 3 Mar 2012 - 11:49

Dan73 ha scritto:Distinguiamo le prospettive:
1) Prospettiva audio
La messa a terra non è deleteria potrebbe essere deleteria perchè potrebbe raccogliere disturbi
provenienti dall'impianto stesso essendo la terra un cestino dell'immondizia.
2) Prospettiva sicurezza
Da questo punto di vista non è mai stata un idea geniale prima di tutto si appoggia al differenziale che
potrebbe non funzionare perfettamente, poi mettiamo per esempio che la corrente di fuga si verifica mentre
hai l'apparecchio in mano, non si prende la corrente? Io non ci scommetterei.
OK, quindi in sostanza porta più danni che benefici (sotto ogni punto di vista)...

...ma allora perché nelle apparecchiature PRO la mettono ?
avatar
Marco Ravich
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 20.04.09
Numero di messaggi : 3944
Località : Marche
Occupazione/Hobby : musica / informatica
Provincia (Città) : Macerata
Impianto : i5 @ HFX Classic > Zoom R16 > Yamaha A-760 > Canton GLE 70

http://www.forart.it/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Messa a terra della caracassa del nostro amplificatore

Messaggio  Dan73 il Sab 3 Mar 2012 - 12:09

Marco Ravich ha scritto:
Dan73 ha scritto:Distinguiamo le prospettive:
1) Prospettiva audio
La messa a terra non è deleteria potrebbe essere deleteria perchè potrebbe raccogliere disturbi
provenienti dall'impianto stesso essendo la terra un cestino dell'immondizia.
2) Prospettiva sicurezza
Da questo punto di vista non è mai stata un idea geniale prima di tutto si appoggia al differenziale che
potrebbe non funzionare perfettamente, poi mettiamo per esempio che la corrente di fuga si verifica mentre
hai l'apparecchio in mano, non si prende la corrente? Io non ci scommetterei.
OK, quindi in sostanza porta più danni che benefici (sotto ogni punto di vista)...

...ma allora perché nelle apparecchiature PRO la mettono ?
Non lo so, costruire un dispositivo dalla bassa potenza in doppio isolamento (ipotizzo tensioni interne minori di 25ac e 60cc) è abbastanza facile, si tratta di isolare la 220 in entrata, per i pro in cui ci sono potenze piu elevate potrebbe essere più semplice usare la terra, per la parte audio forse considerano irrilevanti i potenziale disturbi, ma le mie sono congetture sto andando a fantasia.
avatar
Dan73
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 11.09.08
Numero di messaggi : 1425
Località : Formia (LT)
Impianto : Sorgente: Linux FreeOsx / Squeezebox
Ampli1:Fenice20 / Sure2024
Dac1: Dac Ah (mod. leggere)
Diffusori1: Klipsch rb-61



Tornare in alto Andare in basso

Re: Messa a terra della caracassa del nostro amplificatore

Messaggio  Marco Ravich il Sab 3 Mar 2012 - 12:25

Dan73 ha scritto:per i pro in cui ci sono potenze piu elevate potrebbe essere più semplice usare la terra
Sì ma per PRO non intendo solo gli amplificatori... anche gli effetti rack ce l'hanno !

Questo è un xover elettronico, ad esempio:


...forse perché poi usano connessioni bilanciate ?

Mah ! Misteri dell'audio !
avatar
Marco Ravich
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 20.04.09
Numero di messaggi : 3944
Località : Marche
Occupazione/Hobby : musica / informatica
Provincia (Città) : Macerata
Impianto : i5 @ HFX Classic > Zoom R16 > Yamaha A-760 > Canton GLE 70

http://www.forart.it/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Messa a terra della caracassa del nostro amplificatore

Messaggio  fuzzu82 il Dom 4 Mar 2012 - 14:49

Dan73 ha scritto:Non lo so, costruire un dispositivo dalla bassa potenza in doppio isolamento (ipotizzo tensioni interne minori di 25ac e 60cc) è abbastanza facile, si tratta di isolare la 220 in entrata, per i pro in cui ci sono potenze piu elevate potrebbe essere più semplice usare la terra, per la parte audio forse considerano irrilevanti i potenziale disturbi, ma le mie sono congetture sto andando a fantasia.

Secondo me è una scelta che fanno loro a priori anche per distinguere apparecchiate di livello diverso. Cmq un case in metallo anche se perfettamente isolato (doppio isolamento) potrebbe essere interessato a disturbi, magari anche provenienti dall'esterno: se collegato a terra potrebbe isolare i circuiti da questi disturbi, in caso contrario no.
La differenza di costo tra una scelta e l'altra è abb esigua, imho è solo una scelta progettuale (una delle tante) per distinguere un prodotto di fascia alta da una bassa...
avatar
fuzzu82
Affezionato
Affezionato

Data d'iscrizione : 10.02.12
Numero di messaggi : 101
Località : Vicenza
Impianto : Amplificatore:
-NAD 302 25 Watts
Sorgenti:
- Giradischi Pioneer PL-112D
- Lettore Marantz CD5400 OSE
- Lettore Mp3 Ipod Classic
Casse:
- JPW ML310, 6 Ohms, 60 Watts, 89 dB/Watt

Tornare in alto Andare in basso

Re: Messa a terra della caracassa del nostro amplificatore

Messaggio  Andrea Zani il Dom 4 Mar 2012 - 16:10

fuzzu82 ha scritto:
Dan73 ha scritto:Non lo so, costruire un dispositivo dalla bassa potenza in doppio isolamento (ipotizzo tensioni interne minori di 25ac e 60cc) è abbastanza facile, si tratta di isolare la 220 in entrata, per i pro in cui ci sono potenze piu elevate potrebbe essere più semplice usare la terra, per la parte audio forse considerano irrilevanti i potenziale disturbi, ma le mie sono congetture sto andando a fantasia.

Secondo me è una scelta che fanno loro a priori anche per distinguere apparecchiate di livello diverso. Cmq un case in metallo anche se perfettamente isolato (doppio isolamento) potrebbe essere interessato a disturbi, magari anche provenienti dall'esterno: se collegato a terra potrebbe isolare i circuiti da questi disturbi, in caso contrario no.
La differenza di costo tra una scelta e l'altra è abb esigua, imho è solo una scelta progettuale (una delle tante) per distinguere un prodotto di fascia alta da una bassa...
non è il case ad essere isolato ma il trasformatore ad avere un doppio isolamento che, in caso di problemi, eviti di scaricare a sul case la tensione...
se parli di disturbi a radiofrequenza non è la terra ma la massa a schermare il case,per me la terra salvo in alcuni casi non serve una mazza Very Happy Very Happy
avatar
Andrea Zani
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 21.05.10
Numero di messaggi : 1764
Località : Ponderano(Bi)
Occupazione/Hobby : /Parassita Circuitale
Impianto : non finirò mai
di lavorarci

Tornare in alto Andare in basso

Re: Messa a terra della caracassa del nostro amplificatore

Messaggio  valvolas il Dom 4 Mar 2012 - 19:54

La terra di protezione sta nell'impianto elettrico la terra del circuito interno è un'altra cosa.Una volta si tendeva a collegare ai telai a terra di protezione x problemi di ronzii,e per motivi di protezione.Se il case nn è a terra di protezione e recente di fabbricazione ti conviene ''non svegliare il can che dorme'' e lasciarlo cosi.Schermare i cavi di potenza mi pare poco utile se non abiti a chernobil,o con problematiche particolari che riscontri (disturbi effettivi all'ascolto).Molte ''geometrie'' di cavi schermati di alimentazione lasciano (arrivati al telaio) il conduttore isolato e NON collegato come fosse una specie di parafulmine (è un termine improprio ma di meglio nn mi viene) che ''catalizza'' i rumori e le emi,nel tratto del cavo,indirizzandolo verso la terra di protezione che invece dal lato spina è collegata.Funziona?? Francamente non lo so,è un ''cosi fan tutti'' da una secolo (è piu') a questa parte.Era interessante(ma qui il discorso diventa un po' diverso)un post di Sonic (se nn ricordo male) in altro argomento che proponeva di non mettere la terra di protezione nella stessa schermatura della fase ed il neutro ed è una soluzione che sto verificando,su alc cavi..
avatar
valvolas
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 26.03.11
Numero di messaggi : 5253
Località : Lombardia
Provincia (Città) : Mi
Impianto : Valvolas minimalist classe A by Gigi6c/finale integrato valvolare 6L6-Ecc88 suitcase
by Gigi6c/pre-minimalist V4 /rotel ra-413/pre tube minimalist 6n6P/pretube bymau ecc88/Ecc82 pretty
casse:indiana line 11 50/national SB-22 alnico/Mayu 103 by Hell67 cavi:di tutto..autocostruito (senza la kriptonite di Urano)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Messa a terra della caracassa del nostro amplificatore

Messaggio  sonic63 il Dom 4 Mar 2012 - 20:50

valvolas ha scritto:La terra di protezione sta nell'impianto elettrico la terra del circuito interno è un'altra cosa.Una volta si tendeva a collegare ai telai a terra di protezione x problemi di ronzii,e per motivi di protezione.Se il case nn è a terra di protezione e recente di fabbricazione ti conviene ''non svegliare il can che dorme'' e lasciarlo cosi.Schermare i cavi di potenza mi pare poco utile se non abiti a chernobil,o con problematiche particolari che riscontri (disturbi effettivi all'ascolto).Molte ''geometrie'' di cavi schermati di alimentazione lasciano (arrivati al telaio) il conduttore isolato e NON collegato come fosse una specie di parafulmine (è un termine improprio ma di meglio nn mi viene) che ''catalizza'' i rumori e le emi,nel tratto del cavo,indirizzandolo verso la terra di protezione che invece dal lato spina è collegata.Funziona?? Francamente non lo so,è un ''cosi fan tutti'' da una secolo (è piu') a questa parte.Era interessante(ma qui il discorso diventa un po' diverso)un post di Sonic (se nn ricordo male) in altro argomento che proponeva di non mettere la terra di protezione nella stessa schermatura della fase ed il neutro ed è una soluzione che sto verificando,su alc cavi..
Ciao Valvolas Very Happy
Ricordi bene, se proprio bisogna metterla sta benedetta terra(che raccoglie schifezze in giro), almeno cerchiamo di lasciarla un poco in disparte.
Hai fatto qualche prova in merito?
Hello

sonic63
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 21.12.09
Numero di messaggi : 5375
Località : napoli
Impianto : pre e finali autocostruiti + casse autocostruite

Tornare in alto Andare in basso

Re: Messa a terra della caracassa del nostro amplificatore

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum