T-Forum, la vera HiFi alla portata di tuttiAccedi

Benvenuto nell'unico forum in cui 11755 utenti, con i loro 818716 messaggi, hanno scelto di ascoltare con le orecchie, con il cuore e un occhio al portafoglio!

Nuovo look del T-Forum, dai un'occhiata qui.
Il T-Forum ha bisogno del tuo aiuto! Controlla se hai i requisiti necessari e proponiti.
Hai trovato uno spammer nel forum? Segnalalo subito all'amministrazione o a un moderatore!
Diamo il benvenuto ai nostri nuovi moderatori.
Chi sono i top postatori di oggi? Clicca qui per scoprirli.

Controlla qui gli argomenti attivi del giorno.


Condividi

descriptionIn Frequenze - X Factor

more_horiz
L’altra sera ho visto X Factor, con il mio piccininius (a.k.a. Alfredo).
Gliel’ho detto al mio amico Chicco, e lui:
- Ma sei matto? Gli fai vedere quelle schifezze?
- Beh, non mi sembra male, alla fine
- Noooo, lo rovini, proprio tu, impallinato con la musica. Ti diventa teledipendente e magari poi vuole andarci anche lui!!!
Bah; avrò fatto male? Considerato che di tv a casa nostra se ne vede poca, molto poca. Poi, in scooter ho pensato all’adolescente che guarda X Factor (e ad Alfredo, che ha 7 anni):

Primo. E’ una trasmissione in cui protagonista è la musica. Non è a contorno, o un’ospitata marchetta e via. E’ la protagonista, è al centro, e per Alfredo o per l’adolescente che assiste, è cosa positiva. Indipendentemente che sia poppettino semplice e leggero.

Secondo. Guardando la trasmissione diventiamo tutti un pò giudici, ci sentiamo in diritto di criticare e giudicare. E’ lì il bello. Ma per fare questo è necessario stare ad ascoltare bene, prestare attenzione. Per l’Alfredo o adolescente di turno è uno sforzo e un allenamento di analisi prezioso. E’ un occasione in cui è necessaria un’attività di approfondimento superiore alla normalità, all’assistere superficialmente a quello che ti propinano. Deve scavare, un pò. Per giudicare bisogna in qualche modo concentrarsi sul cantato, l’intonazione, l’interpretazione. Nelle edizioni scorse i commenti di Morgan sugli arrangiamenti proposti erano tutt’altro che incompetenti, anzi. L’adolescente non diventa un esperto, ma almeno sa che c’è un altro modo di ascoltare musica. Chissamai, magari diventa audiofilo partendo proprio da qui!!!

Terzo. E’ una gara, e vince chi è più capace. In un mondo di Minetti non è poco, va bene anche questo esempio. Piccolo esempio di meritocrazia che non sia l’indovinare quanti fagioli ci sono in un vaso.

Quarto. Devi essere bravo per vincere (lasciate stare la fattispecie della bravura o meno di chi partecipa realmente, qui sono interessato al messaggio generale che passa). E il messaggio è prezioso. A parte tutti i lustrini, le luci, la smaniosa voglia di apparire e diventare famosi, rimane che devi essere bravo, che devi studiare, che devi impegnarti e lavorare per arrivare a cantare come i più bravi.

Comunque, stasera lo lego al divano e si sorbisce tutta La Sagra di Primavera, per compensare!!!!!

descriptionRe: In Frequenze - X Factor

more_horiz
Direi che sia più indicato un bel classico, vecchio, ma piacevole ed educativo cartone animato Very Happy......in entrambi i casi!!!! Tanto non sperarci troppo....non sarà un audiofilo Lol eyes shut

descriptionRe: In Frequenze - X Factor

more_horiz
Ho visto X-Factor quando era sulla RAI e devo dire che è carino...

...però non venitemi a dire che la protagonista sia la musica, perché di strumentisti non ce ne sono.

Semmai il protagonista è lo "spettacolo vocale" (peraltro di cover) che non ha poco a che fare con "la musica".

Speciale per me - Meno siamo, meglio stiamo! era una trasmissione (di Renzo Arbore) dove la musica era la protagonista !

Non mischiamo la "terra" con la cioccolata !

descriptionRe: In Frequenze - X Factor

more_horiz
OK Vella,
sono d'accordo con te.

Siamo noi che educhiamo i nostri ragazzi, grazie al cielo, non le trasmissioni. Queste sono solo degli spunti, il messaggio educativo è un'altra cosa.

Al tuo amico Chicco puoi dire che se facciamo vedere ai ragazzi tutto ciò che non riteniamo trash, tipo Servizio pubblico, ballarò, mi manda chi l'ha visto, rischiamo di sortire l'effetto opposto.
E' veramente difficile fare il papà....

descriptionRe: In Frequenze - X Factor

more_horiz
@Vella ha scritto:


Terzo. E’ una gara, e vince chi è più capace. In un mondo di Minetti non è poco, va bene anche questo esempio. Piccolo esempio di meritocrazia che non sia l’indovinare quanti fagioli ci sono in un vaso.



Io X-Factor sulla RAI lo ho guardato fino a che non hanno iniziato a fare a gara d'insulti (sullo stile di "amici" il più grande prodotto della TV spazzatura)...pensare che ci sia qualcosa di meritocratico mi sembra o un eccesso di ottimismo oppure molto ingenuo (senza offese...).

descriptionRe: In Frequenze - X Factor

more_horiz
@Vella ha scritto:



Terzo. E’ una gara, e vince chi è più capace. In un mondo di Minetti non è poco,


dai che pero' la Minetti non era cosi malaccio come interprete ..."con te...o senza te ...la mia vitaaaaaaa" , ah quanto tempo è passata,

come eravamo giovani...Gaetano...


descriptionRe: In Frequenze - X Factor

more_horiz
@schwantz34 ha scritto:
@Vella ha scritto:



Terzo. E’ una gara, e vince chi è più capace. In un mondo di Minetti non è poco,


dai che pero' la Minetti non era cosi malaccio come interprete ..."con te...o senza te ...la mia vitaaaaaaa" , ah quanto tempo è passata,

come eravamo giovani...Gaetano...




Secondo me si riferiva ad un'altra Minetti...anche lei niente male

descriptionRe: In Frequenze - X Factor

more_horiz
ma io parlavo di una cantante mica di una zoccola...una zoccola è il tuo ideale , franco?


ps:comq s'era capito, non c'era bisogno dello "spiegatore"... Smile

descriptionRe: In Frequenze - X Factor

more_horiz
La moglie pur di vedere anche questa stagione di XFactor mi ha costretto a fare l'abbonamento Sky...
Dopo avere scoperto che il giorno dopo lo danno in replica su Cielo sul digitale terrestre c'è rimasta di m...a! Mad

Intanto la mia linea dati si è alleggerita parecchio Razz

descriptionRe: In Frequenze - X Factor

more_horiz
@Frankie ha scritto:
@Vella ha scritto:


Terzo. E’ una gara, e vince chi è più capace. In un mondo di Minetti non è poco, va bene anche questo esempio. Piccolo esempio di meritocrazia che non sia l’indovinare quanti fagioli ci sono in un vaso.



Io X-Factor sulla RAI lo ho guardato fino a che non hanno iniziato a fare a gara d'insulti (sullo stile di "amici" il più grande prodotto della TV spazzatura)...pensare che ci sia qualcosa di meritocratico mi sembra o un eccesso di ottimismo oppure molto ingenuo (senza offese...).


Vince chi è più bravo, secondo la giuria ovviamente, ed è questo quello che può cogliere Alfredo/il ragazzetto di turno
Dici di no?
Sarebbe ingenuo non astrarre sufficientemente per cogliere la cosa (senza offese...).

Ultima modifica di Vella il Mer 9 Nov 2011 - 15:46, modificato 1 volta

descriptionRe: In Frequenze - X Factor

more_horiz
@Marco Ravich ha scritto:

...però non venitemi a dire che la protagonista sia la musica, perché di strumentisti non ce ne sono.

Semmai il protagonista è lo "spettacolo vocale" (peraltro di cover) che non ha poco a che fare con "la musica".


Secondo me lo "spettacolo vocale" ha molto a che fare con la musica, anche "se di strumenti" non ce ne sono" (sempre che il "non" nella tua frase ti sia scappato).

Secondo me non bisognerebbe essere come quei puristi della musica che non accettano qualche concessione alla banalità o al puro divertimento o a qualche supposto genere banale, e che mi trovano in completo disaccordo.
Poi io sono il primo ad ascoltare il disco del mio avatar o Steve Reich, ma anche la Minetti citata da Sergio andava via come il pane!!!!!

Considera poi la mia prospettiva pedagogica, secondo cui X Factor non è una vaccata totale. Anzi, mi stava a cuore il messaggio per cui se vuoi arrivare da qualche parte, ti devi fare un discreto cuolo, e studiare (cosa sostanzialmente vera per chi si mette a cantare a X Factor), rispetto ad altri messaggi che ci arrivano via televisione ed altro.

descriptionRe: In Frequenze - X Factor

more_horiz
@schwantz34 ha scritto:
ma io parlavo di una cantante mica di una zoccola...una zoccola è il tuo ideale , franco?


ps:comq s'era capito, non c'era bisogno dello "spiegatore"... Smile


Melius abundare quam deficere....comunque Nicole ed Annalisa IMHO non hanno in comune solo il cognome ma anche una certa dimestichezza col microfono... Laughing

descriptionRe: In Frequenze - X Factor

more_horiz
@Vella ha scritto:
@Frankie ha scritto:
@Vella ha scritto:


Terzo. E’ una gara, e vince chi è più capace. In un mondo di Minetti non è poco, va bene anche questo esempio. Piccolo esempio di meritocrazia che non sia l’indovinare quanti fagioli ci sono in un vaso.



Io X-Factor sulla RAI lo ho guardato fino a che non hanno iniziato a fare a gara d'insulti (sullo stile di "amici" il più grande prodotto della TV spazzatura)...pensare che ci sia qualcosa di meritocratico mi sembra o un eccesso di ottimismo oppure molto ingenuo (senza offese...).


Vince chi è più bravo, secondo la giuria ovviamente, ed è questo quello che può cogliere Alfredo/il ragazzetto di turno
Dici di no?
Sarebbe ingenuo non astrarre sufficientemente per cogliere la cosa (senza offese...).


Francamente dico di no...

descriptionRe: In Frequenze - X Factor

more_horiz
Spostato in area idonea.

_________________
T-Forum, non solo classe T.
www.tforumhifi.com

descriptionRe: In Frequenze - X Factor

more_horiz
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum