T-Forum, not just T-class. Since 2008, the affordable HiFi for you.
Benvenuto nel T-Forum!
Connettiti in modo da farti riconoscere come membro affezionato, oppure registrati così potrai partecipare attivamente alle discussioni.
Cerca
 
 

Risultati secondo:
 

 


Rechercher Ricerca avanzata

Ultimi argomenti
» [VENDO] Vinili classica e altro da 4,90 € in su
Oggi a 6:29 Da savi

» [CB + s.s.] Vendo vinili: ampia scelta
Oggi a 6:12 Da savi

» Stamattina... Oggi pomeriggio... Stasera... Stanotte... (parte 14)
Oggi a 0:36 Da CHAOSFERE

» ALIENTEK D8 vs FX AUDIO 802C
Ieri a 23:58 Da CHAOSFERE

» Nuovo ADCOM GFA-565-SE, acquisto
Ieri a 23:58 Da sound4me

» Pioneer SA-706 non va d'accordo con Canton Quinto 520...
Ieri a 23:30 Da mauretto

» Chi ben comincia...consigli
Ieri a 23:23 Da p.cristallini

» Madame Butterfly
Ieri a 23:02 Da enrico massa

» upgrade 2500 max
Ieri a 22:50 Da Docarlo

» RCF Stereo Amplifier AF 6181
Ieri a 22:28 Da Aggeo

» Consigli per impianto 2.1
Ieri a 22:21 Da Docarlo

» cablaggio interno
Ieri a 21:46 Da Angel2000

» R.I.P GREG LAKE
Ieri a 20:49 Da Docarlo

» Cavo ad Y RCA per Subwoofer
Ieri a 18:39 Da Suono56

» (GE) Trasformatore toroidale 230 V~ 2 x 45 V 2 x 3.33 A 300 VA Sedlbauer.
Ieri a 14:44 Da scontin

» Antenna FM
Ieri a 13:37 Da fritznet

» Dac per Koss PortaPro?
Ieri a 13:22 Da mako

» TUTORIAL MODIFICHE TPA 3116 COMPLETO
Ieri a 12:39 Da Angel2000

» Una storia di cavi
Ieri a 12:25 Da Suono56

» El GORDO - una torre senza filtri, si può?
Ieri a 12:23 Da Angel2000

» Cuffie bestbuy 150€ no amplificatore
Ieri a 11:50 Da bob80

» Diffusore bookshelf a due vie con woofer caricato in doppio carico Asimmetrico a vista (DCAAV)
Ieri a 11:45 Da ricky84

» AudioNirvana Super 12" Cast Frame in cabinet 5.6MKII - risultato finale
Ieri a 11:01 Da giucam61

» Collegare più sorgenti al T-Amp
Ieri a 10:51 Da CHAOSFERE

» [NO] vendo pre+finale valvole classe A
Ieri a 8:23 Da gigetto

» Confronto tra Breeze full mod. vs Drok ta2024b pareri personali e riflessioni
Ieri a 0:33 Da RAMONE67

» Amplificatore per Scythe SCBKS-1100 Kro Craft Speaker Rev. B, quale migliore?
Mer 7 Dic 2016 - 23:52 Da giucam61

» L'ho fatto, le ho distrutte :D
Mer 7 Dic 2016 - 21:08 Da zimone-89

» Daphile - Audiophile Music Server & Player OS
Mer 7 Dic 2016 - 20:53 Da dinamanu

»  il trends tamp è oggi un oggetto superato?
Mer 7 Dic 2016 - 19:18 Da alexandros

» Quale ampli per le mie Dynaudio M20
Mer 7 Dic 2016 - 18:13 Da dinamanu

» AUDIOLAB 8000SE
Mer 7 Dic 2016 - 16:31 Da Gabriele Barnabei

» Casse acustiche quali?b&w 684 o IL tesi 560?
Mer 7 Dic 2016 - 16:26 Da rx78

» impianto entry -level
Mer 7 Dic 2016 - 11:12 Da giucam61

» fissa lettore CD
Mer 7 Dic 2016 - 10:54 Da giucam61

» jbl lsr 305 vs krk rokit 6 g3
Mer 7 Dic 2016 - 8:41 Da luigigi

» CAIMAN SEG
Mer 7 Dic 2016 - 0:42 Da Zio

» (NA) Amplificatore Kingrex con DAC usb e uscita cuffie €270+ sped.
Mer 7 Dic 2016 - 0:20 Da sonic63

» Daphile in ram
Mar 6 Dic 2016 - 23:58 Da ghiglie

» Aiuto lenco L75s
Mar 6 Dic 2016 - 20:36 Da Angel2000

» Ho preso le grado sr80e e vi porto un po' di impressioni
Mar 6 Dic 2016 - 19:02 Da dinamanu

» Alimentatore Muse i25w Ta2021 quale connettore?
Mar 6 Dic 2016 - 18:22 Da Tasso

» Messaggio per Valterneri NAD90
Mar 6 Dic 2016 - 18:05 Da enrico massa

» [to]Vincent sp 997 finali mono
Mar 6 Dic 2016 - 14:51 Da krell2

» OLD AKG K141 MONITOR E LITTLE DOT MK II V3.0
Mar 6 Dic 2016 - 14:47 Da sportyerre

» [AN] Teac UD-H01
Mar 6 Dic 2016 - 14:27 Da Masterix

» Player hi fi
Mar 6 Dic 2016 - 11:38 Da santidonau

» ultimo nato (mau 749 R.I.P)
Mar 6 Dic 2016 - 6:01 Da Tommaso Cantalice

» Alternativa a Volumio: Moode Audio!
Lun 5 Dic 2016 - 22:40 Da eddy1963

» Vendo 2XFostex FE83EN Euro 110 con enclosures bookshelf
Lun 5 Dic 2016 - 22:14 Da potowatax

Sondaggio

Interessati alla guida per la costruzione di un server audio?

76% 76% [ 148 ]
24% 24% [ 47 ]

Totale dei voti : 195

I postatori più attivi della settimana
CHAOSFERE
 
fritznet
 
lello64
 
dinamanu
 
rx78
 
giucam61
 
schwantz34
 
Angel2000
 
savi
 
gigetto
 

I postatori più attivi del mese
CHAOSFERE
 
dinamanu
 
lello64
 
Angel2000
 
giucam61
 
fritznet
 
rx78
 
gigetto
 
natale55
 
R!ck
 

Migliori postatori
Stentor (20392)
 
DACCLOR65 (19629)
 
schwantz34 (15495)
 
Silver Black (15375)
 
nd1967 (12784)
 
flovato (12509)
 
Biagio De Simone (10219)
 
piero7 (9854)
 
wasky (9229)
 
fritznet (8495)
 

Statistiche
Abbiamo 10371 membri registrati
L'ultimo utente registrato è pturci

I nostri membri hanno inviato un totale di 769501 messaggi in 50065 argomenti
Chi è in linea
In totale ci sono 28 utenti in linea :: 1 Registrato, 1 Nascosto e 26 Ospiti :: 1 Motore di ricerca

lordsinclair

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo degli utenti in linea è stato 4379 il Lun 25 Mag 2015 - 15:01
Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 


Bookmarking sociale

Bookmarking sociale Digg  Bookmarking sociale Delicious  Bookmarking sociale Reddit  Bookmarking sociale Stumbleupon  Bookmarking sociale Slashdot  Bookmarking sociale Furl  Bookmarking sociale Yahoo  Bookmarking sociale Google  Bookmarking sociale Blinklist  Bookmarking sociale Blogmarks  Bookmarking sociale Technorati  




Conserva e condividi l'indirizzo di T-Forum, not just T-class. Since 2008, the affordable HiFi for you. sul tuo sito sociale bookmarking

Musica dal vivo VS registrata

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Musica dal vivo VS registrata

Messaggio  GPDB il Gio 3 Nov 2011 - 20:30

@DACCLOR65 ha scritto:
Vabbè allora chi l'ha visto dal vivo dice QUELLO era De Andrè! Laughing

Scusate, ma chi l'ha sentito dal vivo, non corrisponde all'ascolto con casse ed ampli "da giostrai"??
Almeno non credo canti a squrciagola...

GPDB
Affezionato
Affezionato

Data d'iscrizione : 03.03.11
Numero di messaggi : 155
Località : Conegliano
Provincia (Città) : Conegliano
Impianto : Yamaha RX-V2067 +Energy RVS-1&2 & 2xES8
Hypex + JBL-HP420
NuForce DIA + KRO CRAFT revB
Alessandro MS1i

Tornare in alto Andare in basso

Re: Musica dal vivo VS registrata

Messaggio  Stentor il Ven 4 Nov 2011 - 0:59

@GPDB ha scritto:
@DACCLOR65 ha scritto:
Vabbè allora chi l'ha visto dal vivo dice QUELLO era De Andrè! Laughing

Scusate, ma chi l'ha sentito dal vivo, non corrisponde all'ascolto con casse

ed ampli "da giostrai"??
Almeno non credo canti a squrciagola...


direi di no la sorgente è ben diversa...... è la realtà e non un misero cd o un vinile
poi c'è l'emozione....... quella che con un impianto hifi si cerca di ricreare e che a mio avviso casse e diffusori da giostrai non possono lontanamente permetterselo

Stentor
Membro classe diamante
Membro classe diamante

Data d'iscrizione : 12.07.10
Numero di messaggi : 20392
Località : .
Impianto : .

Tornare in alto Andare in basso

Re: Musica dal vivo VS registrata

Messaggio  Silver Black il Ven 4 Nov 2011 - 2:06

@francescosquillace ha scritto:Le AMO,quasi come la mia ragazza... Laughing

Questo è un audiofilo!!!

@GPDB ha scritto:Scusate, ma chi l'ha sentito dal vivo, non corrisponde all'ascolto con casse ed ampli "da giostrai"??
Almeno non credo canti a squrciagola...

No, completamente diverso perchè dal vivo non è una registrazione, è presa diretta tramite microfono. La voce viene solo amplificata, non riprodotta.

_________________
L'HiFi è zero, la musica è tutto. T-Forum, non solo classe T.
www.tforumhifi.com

Silver Black
Amministratore
Amministratore

Data d'iscrizione : 04.02.08
Numero di messaggi : 15375
Località : Veneto, Italia
Occupazione/Hobby : Software developer - Istruttore di Muay Thai
Provincia (Città) : Vicenza (Bassano del Grappa)
Impianto :
Spoiler:
Impianto: ampli: VirtueTwo.2 + JT Dynamic Power Supply (30V, 10A, 300W); diffusori: Proson Conquest 6030 MKII; sorgente: Oppo DV970; cavi segnale: Monster Cable MKII; cavi potenza: Qed Micro






http://www.silvercybertech.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Musica dal vivo VS registrata

Messaggio  GPDB il Ven 4 Nov 2011 - 8:41

@Silver Black ha scritto:

No, completamente diverso perchè dal vivo non è una registrazione, è presa diretta tramite microfono. La voce viene solo amplificata, non riprodotta.

Scusate, non ho proprio idea di cosa succeda a bordo palco, ma i mixers che usano sono analogici o digitali?
Nel qual caso, cosa cambia dal segnale in uscita dal mixer verso gli ampli e lo stesso segnale registrato e poi riprodotto a casa (a parte il pubblico)?

GPDB
Affezionato
Affezionato

Data d'iscrizione : 03.03.11
Numero di messaggi : 155
Località : Conegliano
Provincia (Città) : Conegliano
Impianto : Yamaha RX-V2067 +Energy RVS-1&2 & 2xES8
Hypex + JBL-HP420
NuForce DIA + KRO CRAFT revB
Alessandro MS1i

Tornare in alto Andare in basso

Re: Musica dal vivo VS registrata

Messaggio  DACCLOR65 il Ven 4 Nov 2011 - 8:44

@GPDB ha scritto:
@Silver Black ha scritto:

No, completamente diverso perchè dal vivo non è una registrazione, è presa diretta tramite microfono. La voce viene solo amplificata, non riprodotta.

Scusate, non ho proprio idea di cosa succeda a bordo palco, ma i mixers che usano sono analogici o digitali?
Nel qual caso, cosa cambia dal segnale in uscita dal mixer verso gli ampli e lo stesso segnale registrato e poi riprodotto a casa (a parte il pubblico)?

nel concerto senti la voce vera amplificata, nel cd o lp senti la voce riprodotta che ogni differente diffusore può riprodurre più o MENO vicino alla realtà!

DACCLOR65
Gran Cerimoniere
Gran Cerimoniere

Data d'iscrizione : 04.02.09
Numero di messaggi : 19629
Località : Sicilia, Italia!
Provincia (Città) : Panormus City
Impianto : GPL
Amplificatore: ONKYO A933
Diffusori: PARADIGM MONITOR 9
Sorgenti: SACD DENON DCD 1500-AE, PHILIPS CDR 600, PHILIPS DVDR 3355, TOSHIBA SD-3300
Tape: JVC TD-V662
Cuffia: SONY MDR IF-140
Liquida: PIONEER BDP-170-K + SAMSUNG M3 Portable Series


Spoiler:





http://www.progarchives.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Musica dal vivo VS registrata

Messaggio  hotube il Ven 4 Nov 2011 - 9:09

@DACCLOR65 ha scritto:
nel concerto senti la voce vera amplificata, nel cd o lp senti la voce riprodotta che ogni differente diffusore può riprodurre più o MENO vicino alla realtà!
Beh, non è proprio così! Non ci dimentichiamo che anche in un concerto c'è il lavoro del fonico che può modificare (con equalizzatori, compressori, enhancer, enfatizzatori di armoniche, ecc.) il suono di ogni "strumento", senza poi tralasciare quanto influisca il microfono; e anche in un concerto ci sono degli amplificatori e dei diffusori che possono rispondere al segnale in modo naturale o meno, proprio come avviene in casa.

hotube
Affezionato
Affezionato

Data d'iscrizione : 31.03.10
Numero di messaggi : 172
Località : Lecce
Impianto : Amplificatore X + Casse Y

http://www.mpgallery.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Musica dal vivo VS registrata

Messaggio  adriano gaddari il Ven 4 Nov 2011 - 13:42

Hello condivido completamente quanto dici, e aggiungo che quando la registrazione e molto ben fatta e riprodotta con un buon impianto , sopratutto la voce del cantante di turno si apprezza di più ed e molto più particolareggiata , tutto il resto è psico acustica influenzata notevolmente dal coinvolgimento scenico.
e anche indubbio che molte volte il concerto riprodotto è inferiore rispetto al live perchè le condizioni ambientali ( vedi stadi sopratutto) non consentono acustiche perfette.es. l'ultimo live di Sting a Berlino non è un granchè ,a differenza di live in berlin di E.S.T.,ottimo anche cd.
@hotube ha scritto:quote="DACCLOR65"]
nel concerto senti la voce vera amplificata, nel cd o lp senti la voce riprodotta che ogni differente diffusore può riprodurre più o MENO vicino alla realtà!
Beh, non è proprio così! Non ci dimentichiamo che anche in un concerto c'è il lavoro del fonico che può modificare (con equalizzatori, compressori, enhancer, enfatizzatori di armoniche, ecc.) il suono di ogni "strumento", senza poi tralasciare quanto influisca il microfono; e anche in un concerto ci sono degli amplificatori e dei diffusori che possono rispondere al segnale in modo naturale o meno, proprio come avviene in casa.[/quote]

adriano gaddari
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 27.08.11
Numero di messaggi : 1245
Località : nuoro
Occupazione/Hobby : artigiano del vetro
Provincia (Città) : trasparente
Impianto : ANALOGICO -lenco l 78 se con plinto in vetro stratificato (avatar )-stanton 681 EE-goldring 2100
phono -- Graham Slee Amp 2 se
DIGITALE -- marantz cd 75II -macbook con audirvana - m2tech
hiface two - beresford bushmaster mk II alimentato zetagi
PRE--music first audio classic -- Itube di Ifi Audio FINALI--mono hypex ucd 180 hxl
DIFFUSORI--Dipole glass by Gaddari , prog R39 Audiojam2 modificato
ALIMENTAZIONE-furutek ( linea dedicata + ciabatta autocostruita )-- SEGNALE- saec - monster cable - Van Den Hul- Ramm Elite- Rj 142 POTENZA- tellurium blue
CUFFIE-- akg q 701

Tornare in alto Andare in basso

Re: Musica dal vivo VS registrata

Messaggio  Zruz il Ven 4 Nov 2011 - 14:05

Io i concerti li registro, di solito seguo anche le prove e il piú delle volte la registrazione si sente molto meglio che il concerto, se si ha un impianto di adeguata qualità.
L'ultimo l'ho registrato con 8 Neumann 2 dpa e 2 AKG e c'era un pubblico orrendamente tossicchiante, per fortuna nella registrazione il fenomeno e molto attenuato rispetto al concerto.
Poi le casse sono da considerarsi come strumenti musicali, vanno a gusti é come per il piano, c'é chi preferisce il Bosendorfer, chi il Fazioli, chi lo Steinway ecc...
Nessuno preferisce il Badiloni peró...

Zruz
Interessato
Interessato

Data d'iscrizione : 20.06.11
Numero di messaggi : 99
Località : Lago d'Orta
Impianto : Fenice20 - Yamaha NS10
Dayton DTA 100a - celestion ditton 44
Pop Pulse 2022 mod da Vincenzo klipsch rf82


http://www.riccardosinigaglia.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Musica dal vivo VS registrata

Messaggio  adriano gaddari il Ven 4 Nov 2011 - 14:34

Hello quindi confermi quanto da me asserito in precedenza.
@Zruz ha scritto:Io i concerti li registro, di solito seguo anche le prove e il piú delle volte la registrazione si sente molto meglio che il concerto, se si ha un impianto di adeguata qualità.
L'ultimo l'ho registrato con 8 Neumann 2 dpa e 2 AKG e c'era un pubblico orrendamente tossicchiante, per fortuna nella registrazione il fenomeno e molto attenuato rispetto al concerto.
Poi le casse sono da considerarsi come strumenti musicali, vanno a gusti é come per il piano, c'é chi preferisce il Bosendorfer, chi il Fazioli, chi lo Steinway ecc...
Nessuno preferisce il Badiloni peró...

adriano gaddari
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 27.08.11
Numero di messaggi : 1245
Località : nuoro
Occupazione/Hobby : artigiano del vetro
Provincia (Città) : trasparente
Impianto : ANALOGICO -lenco l 78 se con plinto in vetro stratificato (avatar )-stanton 681 EE-goldring 2100
phono -- Graham Slee Amp 2 se
DIGITALE -- marantz cd 75II -macbook con audirvana - m2tech
hiface two - beresford bushmaster mk II alimentato zetagi
PRE--music first audio classic -- Itube di Ifi Audio FINALI--mono hypex ucd 180 hxl
DIFFUSORI--Dipole glass by Gaddari , prog R39 Audiojam2 modificato
ALIMENTAZIONE-furutek ( linea dedicata + ciabatta autocostruita )-- SEGNALE- saec - monster cable - Van Den Hul- Ramm Elite- Rj 142 POTENZA- tellurium blue
CUFFIE-- akg q 701

Tornare in alto Andare in basso

Re: Musica dal vivo VS registrata

Messaggio  Zruz il Ven 4 Nov 2011 - 14:38

Certo, confermo.

Zruz
Interessato
Interessato

Data d'iscrizione : 20.06.11
Numero di messaggi : 99
Località : Lago d'Orta
Impianto : Fenice20 - Yamaha NS10
Dayton DTA 100a - celestion ditton 44
Pop Pulse 2022 mod da Vincenzo klipsch rf82


http://www.riccardosinigaglia.com/

Tornare in alto Andare in basso

Musica dal vivo VS registrata

Messaggio  Vella il Ven 4 Nov 2011 - 15:38

E' vero che in concerto tutti gli strumenti, compresa la voce, vengono comunque manipolati.
Ma è altresì vero che per sentirla nel nostro impianto la musica deve passare un altro stadio che la modifica sensibilmente, che è la registrazione.
Secondo me, a parte situazioni ambientali del concerto che in alcuni casi possono peggiorare l'ascolto, la musica dal vivo è più intrigante, emozionante.
Senza considerare che devi avere un impianto da mila euro per competere con l'ascolto live.

Vella
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 29.12.10
Numero di messaggi : 3992
Località : Milano
Occupazione/Hobby : finanza/tra un pò scrivo un romanzo
Impianto :
Spoiler:
Asus eeebox+Lubuntu/MPD - Rega Planet 2000 - Benchmark DAC1USB - Electrocompaniet EC3 - Electrocompaniet AW 120 DMB - Duevel Planets - Sennheiser HD600
Chord USB Silver Plus - Mogami 2964 - Atlas Element Integra - WireWorld Stratus 5(2) - QED Anniversary Silver XT Anniversary


Tornare in alto Andare in basso

Re: Musica dal vivo VS registrata

Messaggio  GPDB il Ven 4 Nov 2011 - 17:03

Ma io non sto parlando di registrazioni fatte in mezzo al pubblico, sto parlando del segnale che esce dal mixer del fonico e va agli amplificatori.
Quel segnale è un segnale analogico, probabilmente anche convertito in digitale, trattato e riconvertito in analogico, ma sicuramente non è la "voce" del cantante.
Quindi, a parte un minimo degrado solo se il segnale è analogico, questo può essere registrato e riprodotto in casa così come al concerto in questione.
Poi magari questo non succede e le registrazioni live vengono rimasterizzate in studio con n-mila effetti prima di commercializzarle...

questo sempre secondo la mia nulla esperienza di registrazioni live... Embarassed

GPDB
Affezionato
Affezionato

Data d'iscrizione : 03.03.11
Numero di messaggi : 155
Località : Conegliano
Provincia (Città) : Conegliano
Impianto : Yamaha RX-V2067 +Energy RVS-1&2 & 2xES8
Hypex + JBL-HP420
NuForce DIA + KRO CRAFT revB
Alessandro MS1i

Tornare in alto Andare in basso

Re: Musica dal vivo VS registrata

Messaggio  Vella il Ven 4 Nov 2011 - 17:28

@GPDB ha scritto:Ma io non sto parlando di registrazioni fatte in mezzo al pubblico, sto parlando del segnale che esce dal mixer del fonico e va agli amplificatori.

Registrazioni in mezzo al pubblico, a parte i bootleg, mica se ne fanno, generalmente.

@GPDB ha scritto:

Quel segnale è un segnale analogico, probabilmente anche convertito in digitale, trattato e riconvertito in analogico, ma sicuramente non è la "voce" del cantante.
Quindi, a parte un minimo degrado solo se il segnale è analogico, questo può essere registrato e riprodotto in casa così come al concerto in questione.

Quindi secondo te il segnale che esce dal mixer del fonico e va agli amplificatori (e che si ascolta dal vivo) da un risultato peggiore della registrazione dello stesso segnale che poi viene riprodotto in casa?
Dissento energicamente!!!!

Un suono "riprodotto in casa così come al concerto", nella mia esperienza, non l'ho mai incontrato.

Vella
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 29.12.10
Numero di messaggi : 3992
Località : Milano
Occupazione/Hobby : finanza/tra un pò scrivo un romanzo
Impianto :
Spoiler:
Asus eeebox+Lubuntu/MPD - Rega Planet 2000 - Benchmark DAC1USB - Electrocompaniet EC3 - Electrocompaniet AW 120 DMB - Duevel Planets - Sennheiser HD600
Chord USB Silver Plus - Mogami 2964 - Atlas Element Integra - WireWorld Stratus 5(2) - QED Anniversary Silver XT Anniversary


Tornare in alto Andare in basso

Re: Musica dal vivo VS registrata

Messaggio  GPDB il Ven 4 Nov 2011 - 17:55

@Vella ha scritto:
Quindi secondo te il segnale che esce dal mixer del fonico e va agli amplificatori (e che si ascolta dal vivo) è peggio dello stesso segnale che poi viene registrato e riprodotto in casa?
Dissento energicamente!!!!

Un suono "riprodotto in casa così come al concerto", nella mia esperienza, non l'ho mai incontrato.

No, assolutamente. Stavo sostenendo che in linea teorica si potrebbe avvicinarsi (dal basso) al segnale che viene amplificato dal vivo.
Il degrado potrebbe essere nullo solo se il mixer fosse digitale (non so se si usano..)

Quello che sostengo fin dall'inizio è che negli eventi LIVE non ascoltiamo la voce del cantante, nè direttamente gli strumenti, viene tutto mixato e diventa comunque un segnale analogico amplificato...

Discorso diverso per concerti di classica o musica unplugged.


GPDB
Affezionato
Affezionato

Data d'iscrizione : 03.03.11
Numero di messaggi : 155
Località : Conegliano
Provincia (Città) : Conegliano
Impianto : Yamaha RX-V2067 +Energy RVS-1&2 & 2xES8
Hypex + JBL-HP420
NuForce DIA + KRO CRAFT revB
Alessandro MS1i

Tornare in alto Andare in basso

Re: Musica dal vivo VS registrata

Messaggio  DR AUDIO il Ven 4 Nov 2011 - 18:08

@GPDB ha scritto:Ma io non sto parlando di registrazioni fatte in mezzo al pubblico, sto parlando del segnale che esce dal mixer del fonico e va agli amplificatori.
Quel segnale è un segnale analogico, probabilmente anche convertito in digitale, trattato e riconvertito in analogico, ma sicuramente non è la "voce" del cantante.
Quindi, a parte un minimo degrado solo se il segnale è analogico, questo può essere registrato e riprodotto in casa così come al concerto in questione.
Poi magari questo non succede e le registrazioni live vengono rimasterizzate in studio con n-mila effetti prima di commercializzarle...

questo sempre secondo la mia nulla esperienza di registrazioni live... Embarassed

Scusate mi sento tirato in causa..Sono sound engineering di professione, e sono titolare di un service. Chiarisco tutto in breve come funziona.
Il live(cio che sente il publico pagante)è una cosa la reg. Del live è completamente diversa. Sono due eventi presi contemporaneamente l'uno con l'altro ma di fatto non centrano nulla tra di loro. Vi spiego con parole povere la reg è esattamente cio che il microfono capta(dal banco viene prelevato canale x canale quindi reg. Multi traccia e non LR, post gain(subito dopo il gain,prima di qualsiasi altra cosa)). Questa cosa va in studio neutra così comè.L'esecuzione del live per una ottima riuscita sono necessarie poche cose(ironizzo) un impianto adeguato, linea cablaggi fatti bene, microfoni buoni, un fonico che abbia gusto((verità)diciamo che stiamo nell'intorno dei 300.000€ di investimenti ,apparte il fonico che ti costa 500€ a data.).questo per una cosa che inizzia ad essere buona. Poi che sia analogico o digitale preferisco il digitale perchè è più leggero da caricare sul camion eppoi il digitale ti permette di fare cose che con l'analogico non esistono in maniera letteraria non esistono(suona meglio l'analogico ma non ditelo ingiro).
Scusatemi l'ultima cosa non mi ricordo chi diceva che la voce viene solo amplificata....Un fonico e ti dico chi il fonico lo fá veramente , se tutto il sistema a monte è buono, questo fonico apre solo il canale e non lo tocca più fino a fine concerto. Ma se a monte non è buono c'è un lavoro dietro soprattutto di conoscenza e tempestività che fà paura( tutto tra "")..Un fonico a casa solitamente per pranzo c'è in tavola pasta e cd.
Spesso sento criticare fonici ecc. Senza che la gente sappia nulla, solo perchè è un audiofilo del cavolo che di questo mestiere non conosce un beneamato, purtroppo ma dico anche fortunatamente,la gente non deve per forza di cose conoscere questo mestiere,ma quello che voglio dire, è la gente che conosce e lavora in questo campo che investe in minchiate e fa lavori a 4 soldi stanno distruggendo la reputazione del nostro lavoro!!!

Ascoltatevi un bel concerto jaz in teatro senza un caizer...ke goduria....

DR AUDIO
Operatore Hi-Fi
Operatore Hi-Fi

Data d'iscrizione : 17.10.11
Numero di messaggi : 150
Località : Ortona

http://www.audiolife.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Musica dal vivo VS registrata

Messaggio  Vella il Ven 4 Nov 2011 - 18:47

@GPDB ha scritto:
@Vella ha scritto:
Quindi secondo te il segnale che esce dal mixer del fonico e va agli amplificatori (e che si ascolta dal vivo) è peggio dello stesso segnale che poi viene registrato e riprodotto in casa?
Dissento energicamente!!!!

Un suono "riprodotto in casa così come al concerto", nella mia esperienza, non l'ho mai incontrato.

No, assolutamente. Stavo sostenendo che in linea teorica si potrebbe avvicinarsi (dal basso) al segnale che viene amplificato dal vivo.
Il degrado potrebbe essere nullo solo se il mixer fosse digitale (non so se si usano..)

Quello che sostengo fin dall'inizio è che negli eventi LIVE non ascoltiamo la voce del cantante, nè direttamente gli strumenti, viene tutto mixato e diventa comunque un segnale analogico amplificato...

Discorso diverso per concerti di classica o musica unplugged.


E siamo tutti d'accordo.
Si discute sulla proposizione "riprodotto in casa così come al concerto", cioè sul fatto che anche la registrazione soffre degli stessi limiti (non ascoltiamo la voce del cantante), e in più ha il passaggio della registrazione appunto, che modifica ulteriormente il tutto, rispetto al concerto.

Vella
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 29.12.10
Numero di messaggi : 3992
Località : Milano
Occupazione/Hobby : finanza/tra un pò scrivo un romanzo
Impianto :
Spoiler:
Asus eeebox+Lubuntu/MPD - Rega Planet 2000 - Benchmark DAC1USB - Electrocompaniet EC3 - Electrocompaniet AW 120 DMB - Duevel Planets - Sennheiser HD600
Chord USB Silver Plus - Mogami 2964 - Atlas Element Integra - WireWorld Stratus 5(2) - QED Anniversary Silver XT Anniversary


Tornare in alto Andare in basso

Re: Musica dal vivo VS registrata

Messaggio  adriano gaddari il Ven 4 Nov 2011 - 21:03

Hello concerti come intendi tu ne ho sentiti parecchi, l'ultimo in prima fila di Fresu-Rava-Douglas ,anche su uno che ricordo molto volentieri risale ai primi anni ottanta , in teatro con l'Art Ensemble Of Chicago ,ineccepibile , acusticamente parlando , col teatro insonorizzato da quattro ,dico quattro, casse bose reflecting .
quindi ,partendo dal presupposto che l'acustica sia buona, l'impianto di registrazione sia buono,il ,fonico sia bravo, altrettanto il sound engineering, gli artisti siano in forma , i microfoni siano buoni e ben posizionati al punto che come dici tu devono essere solo aperti e non bisogna intervenire in correzioni ,premesso che il fonico bravo interviene solo per correggere la voce e gli strumenti qualora essi non siano naturali , il risultato sarà un'ottima registrazione tanto live quanto registrata.a questo punto la differenza la fà l'ambiente che tanto più grande è tanto più dispersivo diventa rispetto al propagarsi delle onde sonore.ecco perchè affermo che l'ascolto in casa è più dettagliato rispetto al live e ancora meglio l'ascolto in cuffia .quello che cambia e la dinamica e il coinvolgimento .questo è uno dei motivi per cui non ascolto musica in cuffia,tranne quando devo fare qualche regolazione , niente coinvolgimento se non di carattere tecnico ,mentre ascolto con impianto e diffusori di medioalta efficienza che mi donano dinamica e coinvolgimento molto vicino al live,con meno coinvolgimento ma più dettaglio .(il coinvolgimento è determinato tanto dall'udito quanto dalla vista ).
scusate se mi sono dilungato, è il mio modo di vedere e sentire. Hello
@DR AUDIO ha scritto:
@GPDB ha scritto:Ma io non sto parlando di registrazioni fatte in mezzo al pubblico, sto parlando del segnale che esce dal mixer del fonico e va agli amplificatori.
Quel segnale è un segnale analogico, probabilmente anche convertito in digitale, trattato e riconvertito in analogico, ma sicuramente non è la "voce" del cantante.
Quindi, a parte un minimo degrado solo se il segnale è analogico, questo può essere registrato e riprodotto in casa così come al concerto in questione.
Poi magari questo non succede e le registrazioni live vengono rimasterizzate in studio con n-mila effetti prima di commercializzarle...

questo sempre secondo la mia nulla esperienza di registrazioni live... Embarassed

Scusate mi sento tirato in causa..Sono sound engineering di professione, e sono titolare di un service. Chiarisco tutto in breve come funziona.
Il live(cio che sente il publico pagante)è una cosa la reg. Del live è completamente diversa. Sono due eventi presi contemporaneamente l'uno con l'altro ma di fatto non centrano nulla tra di loro. Vi spiego con parole povere la reg è esattamente cio che il microfono capta(dal banco viene prelevato canale x canale quindi reg. Multi traccia e non LR, post gain(subito dopo il gain,prima di qualsiasi altra cosa)). Questa cosa va in studio neutra così comè.L'esecuzione del live per una ottima riuscita sono necessarie poche cose(ironizzo) un impianto adeguato, linea cablaggi fatti bene, microfoni buoni, un fonico che abbia gusto((verità)diciamo che stiamo nell'intorno dei 300.000€ di investimenti ,apparte il fonico che ti costa 500€ a data.).questo per una cosa che inizzia ad essere buona. Poi che sia analogico o digitale preferisco il digitale perchè è più leggero da caricare sul camion eppoi il digitale ti permette di fare cose che con l'analogico non esistono in maniera letteraria non esistono(suona meglio l'analogico ma non ditelo ingiro).
Scusatemi l'ultima cosa non mi ricordo chi diceva che la voce viene solo amplificata....Un fonico e ti dico chi il fonico lo fá veramente , se tutto il sistema a monte è buono, questo fonico apre solo il canale e non lo tocca più fino a fine concerto. Ma se a monte non è buono c'è un lavoro dietro soprattutto di conoscenza e tempestività che fà paura( tutto tra "")..Un fonico a casa solitamente per pranzo c'è in tavola pasta e cd.
Spesso sento criticare fonici ecc. Senza che la gente sappia nulla, solo perchè è un audiofilo del cavolo che di questo mestiere non conosce un beneamato, purtroppo ma dico anche fortunatamente,la gente non deve per forza di cose conoscere questo mestiere,ma quello che voglio dire, è la gente che conosce e lavora in questo campo che investe in minchiate e fa lavori a 4 soldi stanno distruggendo la reputazione del nostro lavoro!!!

Ascoltatevi un bel concerto jaz in teatro senza un caizer...ke goduria....

adriano gaddari
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 27.08.11
Numero di messaggi : 1245
Località : nuoro
Occupazione/Hobby : artigiano del vetro
Provincia (Città) : trasparente
Impianto : ANALOGICO -lenco l 78 se con plinto in vetro stratificato (avatar )-stanton 681 EE-goldring 2100
phono -- Graham Slee Amp 2 se
DIGITALE -- marantz cd 75II -macbook con audirvana - m2tech
hiface two - beresford bushmaster mk II alimentato zetagi
PRE--music first audio classic -- Itube di Ifi Audio FINALI--mono hypex ucd 180 hxl
DIFFUSORI--Dipole glass by Gaddari , prog R39 Audiojam2 modificato
ALIMENTAZIONE-furutek ( linea dedicata + ciabatta autocostruita )-- SEGNALE- saec - monster cable - Van Den Hul- Ramm Elite- Rj 142 POTENZA- tellurium blue
CUFFIE-- akg q 701

Tornare in alto Andare in basso

Re: Musica dal vivo VS registrata

Messaggio  Solomon il Ven 4 Nov 2011 - 21:06

L'Hi Fi infatti è un giochino divertente, che non vuole essere REAL FI, o una riproduzione totalmente reale dell'evento sonoro. Per così tanti ed ovvi motivi che elencarli tutti prenderebbe miliardi di caratteri. Smile

In un certo senso è più "semplice", creare ALTA FEDELTA' nel passaggio tra ESECUZIONE, REGISTRAZIONE, RIPRODUZIONE di un evento musicale acustico. Niente strumenti elettrici. In quel caso, il principale ostacolo al tentativo di ricreare PERFETTAMENTE l'evento sonoro sarebbe l'orecchio di chi registra, manipola, e mette su un disco l'esecuzione.

Ostacolo, non per incapacità o ignoranza, semplicemente perché (dopo aver partecipato all'evento), il nostro editor ha cercato di memorizzare l'effetto dinamico/timbrico/sonoro percepito. I SENSORI che hanno captato quell'evento, sono le sue orecchie, legatissime ed avviluppate ad un GUSTO.
Non è detto che un secondo SPETTATORE abbia PERCEPITO l'evento allo stesso modo.

Chi registra, ovviamente, mette del suo. TUTTO QUESTO ESCLUDENDO LA CAPACITA' DEL MIXER, DEI MICROFONI, DEL DAT (o altro sistema), che potrebbero non essere in grado di sostenere ed impiantare il SEME di una corretta registrazione.

Se dunque un evento acustico, è già DAVVERO COMPLESSO da registrare, pur utilizzando per natura, strumenti con un suono liberamente riproducibile nell'aria, nel campo della musica "elettrica", a mio modesto avviso, non c'è proprio alcuna possibilità di raggiungere la MINIMA coerenza! Hehe

Iniziamo dal suono di un SYNTH... ecco, prendiamo un "programma" di una qualunque workstation a campioni... mi spiegate quale potrebbe essere la COERENZA TIMBRICA di quel suono? Cioè, se attacco una cuffia al SYNTH... che sento? Un mix tra il suono in uscita dallo stadio analogico del synth, creato a monte dal convertitore D/A della workstation, che proviene dalla CPU, che analizzava un campione. E dunque che suono mi arriva?
Per capirlo, dovrei fare una media di tutti gli elementi in gioco e stabilire effettivamente che tipo di suono sto ascoltando.

Ok, quel suono chiamato ad esempio "SINE LEAD 77", ascoltato con una CUFFIA suona in un modo, ascoltato con altra cuffia suona in altro modo. Bene, togliamo la cuffia in uscita dal SYNTH e andiamo a registrare in STUDIO!

Il nostro amato SYNTH è collegato al banco tramite le sue belle uscite non bilanciate su JACK da 1/4. Dal banco ci restituiscono un suono tramite l'uscita cuffia. Suono proveniente già dall'out del banco, tramite un ampli per cuffie.

Ebbene, adesso che stiamo sentendo in STUDIO? Sentiamo un "SINE LEAD 77" totalmente diverso da quello che sentivamo in CUFFIA direttamente dal PHONES OUT del SYNTH. Ma proprio diverso.
E questo suono, effettivamente diverso, verrà registrato, divenendo L'EVENTO SONORO.

Altro dubbio, ma quel suono totalmente diverso... come lo sentiranno quei signori nella stanza MONITOR?

Se io lo sentivo in cuffia, ed aveva un certo suono, quei signori lo sentiranno probabilmente dai diffusori monitor, se sono attivi dunque dal loro ampli integrato, dal banco da cui arriva il suono, per non parlare di compressori, limiter, equalizzatori, ecc.. Insomma, quel suono che partiva dal campione del SYNTH, uscirà sempre diverso, e peggio di peggio entrerà SEMPRE IN ORECCHIE DIVERSE! CON GUSTI ED OPINIONI DIVERSE!!!

Moltiplichiamo tutto questo per tutte le chitarre, i samples, il basso, la batteria, i compressori, e la post produzione... ma qualcuno mi vuole spiegare con QUALE MAGIA ALCHIMISTICA, CON QUALE MARCHINGEGNO ALIENO dovremmo sentire la musica come era stata concepita? Ma concepita dove? Nella CPU del SAMPLER? Nella testa del chitarrista che a casa sentiva il suo riff con testata e cassa Marshall valvolare, ed in studio esce dal pre out per entrare nel banco dove tutto cambia, il suono cambia, la cuffia cambia, il mondo cambia!!

Dicono - "che bello, lo sentite come lo sentivamo NOI IN STUDIO!"
rispondo - MA SPERIAMO PROPRIO DI NO, che spesso in studio non esistono i BASSI, il suono è flat, emozione ZERO!!".
Eh no, speriamo di sentirlo magari con maggiore dinamica e calore, magari con più corpo, magari più simile all'idea di qualuno dei membri del gruppo. MAGARI SPERIAMO DI SENTIRLO COME L'HA SENTITO LA FIGLIA DI UNO DEI MUSICISTI DEL GRUPPO, che magari sogna di diventare musicista anche lei, e che magari nella sua TESTA suonava MOOOOOLTO meglio che in studio!

Ok. Se anche trasmettessero i pensieri telepaticamente i membri di una band come una unica persona, avendo chiaro in mente il suono che vogliono ottenere, e condividessero questa CONSAPEVOLEZZA con il fonico, non penso che una registrazione possa venire fuori in modo COERENTE. Si dovranno più o meno accontentare di come SUONANO i diffusori monitor in studio, magari proprio incapaci di far vibrare un SYNTH come se fosse IL TROMBONE di PETRELLA.


E dunque, si chiama HI FI, ed è un paradosso, è un gioco. Non proviamo a chiamarla o confonderla con l'idea di REAL FI. Che la REALTA' sonora, con l'umanità di un ORECCHIO in mezzo è impossibile!



****


Chiudo questo lungo intervento con una riflessione: credo che il GUSTO (dato come mix di storia personale, caratteristiche biologiche e aspettative timbriche), sia DETERMINANTE nella visione musicale.
La coerenza è una chimera, la fedeltà è una illusione, ed è invece la nostra simpatica soggettiva a decidere se quella registrazione ci piace, ci emoziona o no, se quell'impianto suona BENE o no, se ci stiamo divertendo o no.

La musica è un camaleonte, e noi possiamo solo descrivere quale dei suoi colori ci piace di più.



Ultima modifica di Solomon il Ven 4 Nov 2011 - 21:49, modificato 1 volta

_________________
- Album scelto per adesso: Steven Wilson - Hand. Cannot. Erase. - Kscope - Bluray DTS/LPCM/24-96
- Tu creasti per loro un tempio nell'udito - R.M. Rilke -

Solomon
Moderatore di sezione
Moderatore di sezione

Data d'iscrizione : 07.07.10
Numero di messaggi : 2237
Località : Palermo
Provincia (Città) : Palermo
Impianto : decisamente multicanale

Tornare in alto Andare in basso

Re: Musica dal vivo VS registrata

Messaggio  DR AUDIO il Ven 4 Nov 2011 - 21:40

@Solomon ha scritto:

Chiudo questo lungo intervento con una riflessione: credo che il GUSTO (dato come mix di storia personale, caratteristiche biologiche e aspettative timbriche), sia DETERMINANTE nella visione musicale.
La coerenza è una chimera, la fedeltà è una illusione, ed è invece la nostra simpatica soggettiva a decidere se quella registrazione ci piace, ci emoziona o no, se quell'impianto suona BENE o no, se ci stiamo divertento o no.

La musica è un camaleonte, e noi possiamo solo descrivere quale dei suoi colori ci piace di più.


Finalmente un pensiero che condivido completamente

DR AUDIO
Operatore Hi-Fi
Operatore Hi-Fi

Data d'iscrizione : 17.10.11
Numero di messaggi : 150
Località : Ortona

http://www.audiolife.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Musica dal vivo VS registrata

Messaggio  flovato il Ven 4 Nov 2011 - 22:24

@DR AUDIO ha scritto:
@Solomon ha scritto:

Chiudo questo lungo intervento con una riflessione: credo che il GUSTO (dato come mix di storia personale, caratteristiche biologiche e aspettative timbriche), sia DETERMINANTE nella visione musicale.
La coerenza è una chimera, la fedeltà è una illusione, ed è invece la nostra simpatica soggettiva a decidere se quella registrazione ci piace, ci emoziona o no, se quell'impianto suona BENE o no, se ci stiamo divertento o no.

La musica è un camaleonte, e noi possiamo solo descrivere quale dei suoi colori ci piace di più.


Finalmente un pensiero che condivido completamente

Il grande Salvo colpisce ancora. Laughing

Quoto. Oki

flovato
UTENTE BANNATO

Data d'iscrizione : 23.12.10
Numero di messaggi : 12509
Impianto : (non specificato)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Musica dal vivo VS registrata

Messaggio  DACCLOR65 il Ven 4 Nov 2011 - 22:24

@Solomon ha scritto:
Chiudo questo lungo intervento con una riflessione: credo che il GUSTO (dato come mix di storia personale, caratteristiche biologiche e aspettative timbriche), sia DETERMINANTE nella visione musicale.
La coerenza è una chimera, la fedeltà è una illusione, ed è invece la nostra simpatica soggettiva a decidere se quella registrazione ci piace, ci emoziona o no, se quell'impianto suona BENE o no, se ci stiamo divertendo o no.

La musica è un camaleonte, e noi possiamo solo descrivere quale dei suoi colori ci piace di più.


Clap Clap Clap Clap Clap Wink

DACCLOR65
Gran Cerimoniere
Gran Cerimoniere

Data d'iscrizione : 04.02.09
Numero di messaggi : 19629
Località : Sicilia, Italia!
Provincia (Città) : Panormus City
Impianto : GPL
Amplificatore: ONKYO A933
Diffusori: PARADIGM MONITOR 9
Sorgenti: SACD DENON DCD 1500-AE, PHILIPS CDR 600, PHILIPS DVDR 3355, TOSHIBA SD-3300
Tape: JVC TD-V662
Cuffia: SONY MDR IF-140
Liquida: PIONEER BDP-170-K + SAMSUNG M3 Portable Series


Spoiler:





http://www.progarchives.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Musica dal vivo VS registrata

Messaggio  pallapippo il Ven 4 Nov 2011 - 22:36

@Silver Black ha scritto:
@GPDB ha scritto:Scusate, ma chi l'ha sentito dal vivo, non corrisponde all'ascolto con casse ed ampli "da giostrai"??
Almeno non credo canti a squrciagola...

No, completamente diverso perchè dal vivo non è una registrazione, è presa diretta tramite microfono. La voce viene solo amplificata, non riprodotta.
Sono in disaccordo. Passa comunque attraverso un impianto che ha proprie caratteristiche timbriche

@DACCLOR65 ha scritto:nel concerto senti la voce vera amplificata, nel cd o lp senti la voce riprodotta che ogni differente diffusore può riprodurre più o MENO vicino alla realtà!
Anche nei concerti la voce viene riprodotta da diffusori ... ognuno dei quali avrà una propria timbrica caratteristica. Smile

@DR AUDIO ha scritto:
@Solomon ha scritto:

Chiudo questo lungo intervento con una riflessione: credo che il GUSTO (dato come mix di storia personale, caratteristiche biologiche e aspettative timbriche), sia DETERMINANTE nella visione musicale.
La coerenza è una chimera, la fedeltà è una illusione, ed è invece la nostra simpatica soggettiva a decidere se quella registrazione ci piace, ci emoziona o no, se quell'impianto suona BENE o no, se ci stiamo divertento o no.

La musica è un camaleonte, e noi possiamo solo descrivere quale dei suoi colori ci piace di più.


Finalmente un pensiero che condivido completamente
Quoto.

E, per tornare al titolo del 3d: la maggior parte delle volte i concerti AMPLIFICATI che ho ascoltato mi hanno dato, dal punto di vista della qualità del suono, minor soddisfazione di quel che provo a casa. Il valore aggiunto ovviamente c'è, ma sta nel coinvolgimento emotivo: essere lì, in quel momento, e vedere i musicisti che in tempo reale creano la musica davanti a te. Ma, come qualità del suono ... ben poche volte sono rimasto soddisfatto.

A meno che non si misuri la qualità della musica solo sulla base dell' (il tutto, ovviamente e rigorosamente IMHO Smile ).

Hello



pallapippo
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 20.02.08
Numero di messaggi : 4976
Provincia (Città) : Pistoia (Montecatini Terme)
Impianto :
Spoiler:
Sorgenti:
cdp: Advance Acoustic MCD 203, modificato (con GE Jan 5751)

giradischi: Pioneer PL-112D; testina: Audio-Techica AT95 EB;

liquida:Asus Eee PC 1001PX; software: wtfplay; dac: Geek Out 450;


pre: Yaqin MS-12B modificato da MaurArte (valvole Mullard CV4003 KB/D e Tungsol 12AX7)

finale: Connexelectronic TA3020 V2a con alimentatore A1000SMPS, il tutto modificato ed assemblato da Vincenzo;

casse: Sonus Faber "Concerto" Grand Piano.

Cuffia: Akg K270, pilotata da equalizzatore JVC Sea-10 ed ampli "CMoy by Biosciencegeek" (TLE2062);

cavi segnale: XLR ---> RCA by Vincenzo; Mogami "Stentor"; artigianali assemblati con RG58;
cavi potenza: Transparent HP 14-4 (biwiring)
cavi alimentazione: by Vincenzo; by bobby052cavihifi; A.V.A.
distr. di rete: by bobby052cavihifi.


Tornare in alto Andare in basso

Re: Musica dal vivo VS registrata

Messaggio  GPDB il Sab 5 Nov 2011 - 1:38

@DR AUDIO ha scritto:
Scusate mi sento tirato in causa..Sono sound engineering di professione, e sono titolare di un service. Chiarisco tutto in breve come funziona.
Il live(cio che sente il publico pagante)è una cosa la reg. Del live è completamente diversa. Sono due eventi presi contemporaneamente l'uno con l'altro ma di fatto non centrano nulla tra di loro. Vi spiego con parole povere la reg è esattamente cio che il microfono capta(dal banco viene prelevato canale x canale quindi reg. Multi traccia e non LR, post gain(subito dopo il gain,prima di qualsiasi altra cosa)). Questa cosa va in studio neutra così comè.L'esecuzione del live per una ottima riuscita sono necessarie poche cose(ironizzo) un impianto adeguato, linea cablaggi fatti bene, microfoni buoni, un fonico che abbia gusto((verità)diciamo che stiamo nell'intorno dei 300.000€ di investimenti ,apparte il fonico che ti costa 500€ a data.).questo per una cosa che inizzia ad essere buona. Poi che sia analogico o digitale preferisco il digitale perchè è più leggero da caricare sul camion eppoi il digitale ti permette di fare cose che con l'analogico non esistono in maniera letteraria non esistono(suona meglio l'analogico ma non ditelo ingiro).
Scusatemi l'ultima cosa non mi ricordo chi diceva che la voce viene solo amplificata....Un fonico e ti dico chi il fonico lo fá veramente , se tutto il sistema a monte è buono, questo fonico apre solo il canale e non lo tocca più fino a fine concerto. Ma se a monte non è buono c'è un lavoro dietro soprattutto di conoscenza e tempestività che fà paura( tutto tra "")..Un fonico a casa solitamente per pranzo c'è in tavola pasta e cd.
Spesso sento criticare fonici ecc. Senza che la gente sappia nulla, solo perchè è un audiofilo del cavolo che di questo mestiere non conosce un beneamato, purtroppo ma dico anche fortunatamente,la gente non deve per forza di cose conoscere questo mestiere,ma quello che voglio dire, è la gente che conosce e lavora in questo campo che investe in minchiate e fa lavori a 4 soldi stanno distruggendo la reputazione del nostro lavoro!!!

Ascoltatevi un bel concerto jaz in teatro senza un caizer...ke goduria....

DR Audio, grazie per la spiegazione, e scusami per le miesemplificazioni che non volevano sminuire il lavoro dei fonici... Embarassed
Mi piacerebbe approfondire quello che succede a bordo palco... Mmm
Per esempio la separazione LR che troviamo nei CD viene o no effettuata anche nel concerto? io cerco sempre di piazzarmi in mezzo per avere una certa immagine sonora, ma chi è seduto lateralmente perde parte del messaggio musicale? Oppure questa viene ricreata in studio in maniera completamente diversa dallo stadio, mixando le singole tracce?

GPDB
Affezionato
Affezionato

Data d'iscrizione : 03.03.11
Numero di messaggi : 155
Località : Conegliano
Provincia (Città) : Conegliano
Impianto : Yamaha RX-V2067 +Energy RVS-1&2 & 2xES8
Hypex + JBL-HP420
NuForce DIA + KRO CRAFT revB
Alessandro MS1i

Tornare in alto Andare in basso

Re: Musica dal vivo VS registrata

Messaggio  adriano gaddari il Sab 5 Nov 2011 - 9:13

Hello nessuno mette in dubbio che tutti percepiamo il suono in modo diverso,cosa peraltro comune anche agli altri sensi, e anche che tutti gli impianti suonano in modo diverso l'uno dall'altro , però chissà perche la voce di Bob Dylan (per esempio ) la riconosco tanto dal vero,quanto sentita nell'impianto hi-fi
, quanto sentita pessimamente attraverso una cornetta telefonica , e quindi riesco a valutare ,come singolo individuo , dove la sento meglio.
come nell'esempio precedente ,in una rappresentazione Live in teatro e tanto meno nello stadio ,provate, ad ascoltare un concerto ad occhi chiusi e vedrete come sarà difficile individuare la posizione giusta dei componesti che suonano l'evento,cosa che risulta più semplice con un BUON
impianto di riproduzione .la differenza del dettaglio è ancora più evidente. Hello
@Solomon ha scritto:L'Hi Fi infatti è un giochino divertente, che non vuole essere REAL FI, o una riproduzione totalmente reale dell'evento sonoro. Per così tanti ed ovvi motivi che elencarli tutti prenderebbe miliardi di caratteri. Smile

In un certo senso è più "semplice", creare ALTA FEDELTA' nel passaggio tra ESECUZIONE, REGISTRAZIONE, RIPRODUZIONE di un evento musicale acustico. Niente strumenti elettrici. In quel caso, il principale ostacolo al tentativo di ricreare PERFETTAMENTE l'evento sonoro sarebbe l'orecchio di chi registra, manipola, e mette su un disco l'esecuzione.

Ostacolo, non per incapacità o ignoranza, semplicemente perché (dopo aver partecipato all'evento), il nostro editor ha cercato di memorizzare l'effetto dinamico/timbrico/sonoro percepito. I SENSORI che hanno captato quell'evento, sono le sue orecchie, legatissime ed avviluppate ad un GUSTO.
Non è detto che un secondo SPETTATORE abbia PERCEPITO l'evento allo stesso modo.

Chi registra, ovviamente, mette del suo. TUTTO QUESTO ESCLUDENDO LA CAPACITA' DEL MIXER, DEI MICROFONI, DEL DAT (o altro sistema), che potrebbero non essere in grado di sostenere ed impiantare il SEME di una corretta registrazione.

Se dunque un evento acustico, è già DAVVERO COMPLESSO da registrare, pur utilizzando per natura, strumenti con un suono liberamente riproducibile nell'aria, nel campo della musica "elettrica", a mio modesto avviso, non c'è proprio alcuna possibilità di raggiungere la MINIMA coerenza! Hehe

Iniziamo dal suono di un SYNTH... ecco, prendiamo un "programma" di una qualunque workstation a campioni... mi spiegate quale potrebbe essere la COERENZA TIMBRICA di quel suono? Cioè, se attacco una cuffia al SYNTH... che sento? Un mix tra il suono in uscita dallo stadio analogico del synth, creato a monte dal convertitore D/A della workstation, che proviene dalla CPU, che analizzava un campione. E dunque che suono mi arriva?
Per capirlo, dovrei fare una media di tutti gli elementi in gioco e stabilire effettivamente che tipo di suono sto ascoltando.

Ok, quel suono chiamato ad esempio "SINE LEAD 77", ascoltato con una CUFFIA suona in un modo, ascoltato con altra cuffia suona in altro modo. Bene, togliamo la cuffia in uscita dal SYNTH e andiamo a registrare in STUDIO!

Il nostro amato SYNTH è collegato al banco tramite le sue belle uscite non bilanciate su JACK da 1/4. Dal banco ci restituiscono un suono tramite l'uscita cuffia. Suono proveniente già dall'out del banco, tramite un ampli per cuffie.

Ebbene, adesso che stiamo sentendo in STUDIO? Sentiamo un "SINE LEAD 77" totalmente diverso da quello che sentivamo in CUFFIA direttamente dal PHONES OUT del SYNTH. Ma proprio diverso.
E questo suono, effettivamente diverso, verrà registrato, divenendo L'EVENTO SONORO.

Altro dubbio, ma quel suono totalmente diverso... come lo sentiranno quei signori nella stanza MONITOR?

Se io lo sentivo in cuffia, ed aveva un certo suono, quei signori lo sentiranno probabilmente dai diffusori monitor, se sono attivi dunque dal loro ampli integrato, dal banco da cui arriva il suono, per non parlare di compressori, limiter, equalizzatori, ecc.. Insomma, quel suono che partiva dal campione del SYNTH, uscirà sempre diverso, e peggio di peggio entrerà SEMPRE IN ORECCHIE DIVERSE! CON GUSTI ED OPINIONI DIVERSE!!!

Moltiplichiamo tutto questo per tutte le chitarre, i samples, il basso, la batteria, i compressori, e la post produzione... ma qualcuno mi vuole spiegare con QUALE MAGIA ALCHIMISTICA, CON QUALE MARCHINGEGNO ALIENO dovremmo sentire la musica come era stata concepita? Ma concepita dove? Nella CPU del SAMPLER? Nella testa del chitarrista che a casa sentiva il suo riff con testata e cassa Marshall valvolare, ed in studio esce dal pre out per entrare nel banco dove tutto cambia, il suono cambia, la cuffia cambia, il mondo cambia!!

Dicono - "che bello, lo sentite come lo sentivamo NOI IN STUDIO!"
rispondo - MA SPERIAMO PROPRIO DI NO, che spesso in studio non esistono i BASSI, il suono è flat, emozione ZERO!!".
Eh no, speriamo di sentirlo magari con maggiore dinamica e calore, magari con più corpo, magari più simile all'idea di qualuno dei membri del gruppo. MAGARI SPERIAMO DI SENTIRLO COME L'HA SENTITO LA FIGLIA DI UNO DEI MUSICISTI DEL GRUPPO, che magari sogna di diventare musicista anche lei, e che magari nella sua TESTA suonava MOOOOOLTO meglio che in studio!

Ok. Se anche trasmettessero i pensieri telepaticamente i membri di una band come una unica persona, avendo chiaro in mente il suono che vogliono ottenere, e condividessero questa CONSAPEVOLEZZA con il fonico, non penso che una registrazione possa venire fuori in modo COERENTE. Si dovranno più o meno accontentare di come SUONANO i diffusori monitor in studio, magari proprio incapaci di far vibrare un SYNTH come se fosse IL TROMBONE di PETRELLA.


E dunque, si chiama HI FI, ed è un paradosso, è un gioco. Non proviamo a chiamarla o confonderla con l'idea di REAL FI. Che la REALTA' sonora, con l'umanità di un ORECCHIO in mezzo è impossibile!



****


Chiudo questo lungo intervento con una riflessione: credo che il GUSTO (dato come mix di storia personale, caratteristiche biologiche e aspettative timbriche), sia DETERMINANTE nella visione musicale.
La coerenza è una chimera, la fedeltà è una illusione, ed è invece la nostra simpatica soggettiva a decidere se quella registrazione ci piace, ci emoziona o no, se quell'impianto suona BENE o no, se ci stiamo divertendo o no.

La musica è un camaleonte, e noi possiamo solo descrivere quale dei suoi colori ci piace di più.


adriano gaddari
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 27.08.11
Numero di messaggi : 1245
Località : nuoro
Occupazione/Hobby : artigiano del vetro
Provincia (Città) : trasparente
Impianto : ANALOGICO -lenco l 78 se con plinto in vetro stratificato (avatar )-stanton 681 EE-goldring 2100
phono -- Graham Slee Amp 2 se
DIGITALE -- marantz cd 75II -macbook con audirvana - m2tech
hiface two - beresford bushmaster mk II alimentato zetagi
PRE--music first audio classic -- Itube di Ifi Audio FINALI--mono hypex ucd 180 hxl
DIFFUSORI--Dipole glass by Gaddari , prog R39 Audiojam2 modificato
ALIMENTAZIONE-furutek ( linea dedicata + ciabatta autocostruita )-- SEGNALE- saec - monster cable - Van Den Hul- Ramm Elite- Rj 142 POTENZA- tellurium blue
CUFFIE-- akg q 701

Tornare in alto Andare in basso

Re: Musica dal vivo VS registrata

Messaggio  adriano gaddari il Sab 5 Nov 2011 - 9:18

Hello dimenticavo.curiosità e coincidenza.ho appena visto che
questo tema è affrontato anche da Andrea Della Sala nell'editoriale dell'ultimo n. di Fedeltà del Suono. study

adriano gaddari
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 27.08.11
Numero di messaggi : 1245
Località : nuoro
Occupazione/Hobby : artigiano del vetro
Provincia (Città) : trasparente
Impianto : ANALOGICO -lenco l 78 se con plinto in vetro stratificato (avatar )-stanton 681 EE-goldring 2100
phono -- Graham Slee Amp 2 se
DIGITALE -- marantz cd 75II -macbook con audirvana - m2tech
hiface two - beresford bushmaster mk II alimentato zetagi
PRE--music first audio classic -- Itube di Ifi Audio FINALI--mono hypex ucd 180 hxl
DIFFUSORI--Dipole glass by Gaddari , prog R39 Audiojam2 modificato
ALIMENTAZIONE-furutek ( linea dedicata + ciabatta autocostruita )-- SEGNALE- saec - monster cable - Van Den Hul- Ramm Elite- Rj 142 POTENZA- tellurium blue
CUFFIE-- akg q 701

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum