T-Forum, not just T-class. Since 2008, the affordable HiFi for you.
Benvenuto nel T-Forum!
Connettiti in modo da farti riconoscere come membro affezionato, oppure registrati così potrai partecipare attivamente alle discussioni.
Cerca
 
 

Risultati secondo:
 

 


Rechercher Ricerca avanzata

Ultimi argomenti
» Comprare da amazon.uk
Oggi a 5:38 Da Kha-Jinn

» PyCorePlayer
Oggi a 3:16 Da scontin

» Q Acoustic, Deli, Wharfedale o Indiana Line
Oggi a 2:58 Da DarioKreutzer

» Amplificatore per Scythe SCBKS-1100 Kro Craft Speaker Rev. B, quale migliore?
Oggi a 0:56 Da Rikkardo92

» Ok, sto uscendo un po' fuori di testa.... :|
Oggi a 0:39 Da Kha-Jinn

» SMSL ad18
Oggi a 0:35 Da Massimo

» informazioni amplificatori in kit LesaHiFi
Oggi a 0:19 Da Easlay

» UPS?
Oggi a 0:15 Da Kha-Jinn

» Quale amplificatore per TAS5630 2.1
Oggi a 0:12 Da ergmt

» wtfplay
Ieri a 22:29 Da Nadir81

» back to the vinyl
Ieri a 21:13 Da Pinve

» consiglio cuffie circumaurali e relativo dac/ampli
Ieri a 21:11 Da sportyerre

» Aiuto lenco L75s
Ieri a 21:03 Da savi

» Breeze tpa3116 60 euro spedito
Ieri a 20:50 Da kalium

» TPA 3116
Ieri a 20:43 Da kalium

» consiglio ampli valvolare moooolto semplice per montaggio in aria!
Ieri a 20:38 Da Easlay

» Ps3
Ieri a 20:23 Da PolleriaOsvaldo

» TUTORIAL VIDEO INSTALLAZIONE VOLUMIO PER RASPBERRY PI
Ieri a 19:50 Da micio_mao

» Giro la manopola e sento un fruscio
Ieri a 19:34 Da jenw84

» Testina per thorens td 160
Ieri a 17:38 Da giorginhos

» Consiglio per diffusori: meglio nuovo o vecchio?
Ieri a 16:37 Da R!ck

» Quale amplificazione per diffusori muscolosi come le Cerwin Vega?
Ieri a 16:26 Da Bc9999

» Alimentatore per Kt88
Ieri a 15:00 Da Easlay

» Technics SL-QD22
Ieri a 14:20 Da mrcrowley

» RCA da pannello
Ieri a 9:49 Da dinamanu

» Neofita alle prese con amplificatore problematico toppong vx2
Ieri a 7:28 Da Kha-Jinn

» Douk DAC (XMOS+PCM5102/DSD1796): ne vale la pena?
Ieri a 1:15 Da argon

» NUPRIME IDA8 Vs CYRUS ONE
Lun 16 Gen 2017 - 23:51 Da GP9

» Nuprime ida-8 è il riferimento?
Lun 16 Gen 2017 - 23:37 Da GP9

» [VA] Vendo diffusori Focal Chorus 807V - € 450,00 -
Lun 16 Gen 2017 - 21:16 Da Gi0

» Pilotaggio dynavoice fx7
Lun 16 Gen 2017 - 20:42 Da andreaje

» Canton GLE
Lun 16 Gen 2017 - 20:32 Da scontin

» Technics SU-7300 - Riparazione leva On/Off
Lun 16 Gen 2017 - 20:28 Da michele.bartolettistella

» Pensil-R70.3 Mark Audio CHR-70.3
Lun 16 Gen 2017 - 18:22 Da gianni1879

» da vinile a 24/96
Lun 16 Gen 2017 - 17:38 Da fritznet

» partiamo da zero ma proprio zero?
Lun 16 Gen 2017 - 17:36 Da giucam61

» Upgrade impianto
Lun 16 Gen 2017 - 16:13 Da Cesfa

» Starter Kit.
Lun 16 Gen 2017 - 16:13 Da cooljazzz

» VENDO LOTTO RED HOT CHILI PEPPERS
Lun 16 Gen 2017 - 15:07 Da quatermass

» [PU+RN] Svendo altoparlanti, nuovi e usati tra tweeter, medi e woofer
Lun 16 Gen 2017 - 14:19 Da Rino88ex

» I migliori album del 2016
Lun 16 Gen 2017 - 13:18 Da nd1967

» Qualità a "fine" vinile: fisima mia o verità?
Lun 16 Gen 2017 - 12:49 Da dinamanu

» Cambio fonorivelatore MM: da Om10 a...?
Lun 16 Gen 2017 - 11:17 Da Curelin

» costruzione cavo mini jack --> mini jack e mini jack -->rca
Lun 16 Gen 2017 - 11:08 Da xax

» Griglia protettiva per Woofer da 10"
Lun 16 Gen 2017 - 9:43 Da gianni1879

» Kit Shunt Salas BIB LV
Lun 16 Gen 2017 - 9:21 Da ghiglie

» Alientek D8 quale sub ??
Lun 16 Gen 2017 - 9:10 Da gianni1879

» Scelta difficile diffusori da scaffale
Lun 16 Gen 2017 - 0:06 Da dieggs

» Cuffie Sennheiser con filo o WiFi?
Dom 15 Gen 2017 - 22:59 Da sportyerre

» Stamattina... Oggi pomeriggio... Stasera... Stanotte... (parte 14)
Dom 15 Gen 2017 - 20:22 Da CHAOSFERE

Sondaggio

Interessati alla guida per la costruzione di un server audio?

76% 76% [ 151 ]
24% 24% [ 47 ]

Totale dei voti : 198

I postatori più attivi della settimana
Kha-Jinn
 
giucam61
 
giorginhos
 
dinamanu
 
Nadir81
 
scontin
 
Easlay
 
gigihrt
 
Pinve
 
pallapippo
 

Migliori postatori
Stentor (20392)
 
DACCLOR65 (19629)
 
schwantz34 (15498)
 
Silver Black (15391)
 
nd1967 (12785)
 
flovato (12509)
 
Biagio De Simone (10220)
 
piero7 (9854)
 
wasky (9229)
 
fritznet (8614)
 

Statistiche
Abbiamo 10494 membri registrati
L'ultimo utente registrato è ergmt

I nostri membri hanno inviato un totale di 774548 messaggi in 50369 argomenti
Chi è in linea
In totale ci sono 30 utenti in linea :: 4 Registrati, 0 Nascosti e 26 Ospiti :: 1 Motore di ricerca

luigigi, ninja77, savi, Tommaso Cantalice

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo degli utenti in linea è stato 4379 il Lun 25 Mag 2015 - 15:01
Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 


Bookmarking sociale

Bookmarking sociale Digg  Bookmarking sociale Delicious  Bookmarking sociale Reddit  Bookmarking sociale Stumbleupon  Bookmarking sociale Slashdot  Bookmarking sociale Yahoo  Bookmarking sociale Google  Bookmarking sociale Blinklist  Bookmarking sociale Blogmarks  Bookmarking sociale Technorati  




Conserva e condividi l'indirizzo di T-Forum, not just T-class. Since 2008, the affordable HiFi for you. sul tuo sito sociale bookmarking

Come determinare la qualità intrinseca di un WAV ?

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Come determinare la qualità intrinseca di un WAV ?

Messaggio  Silver Black il Mer 26 Ott 2011 - 2:57

@Alfredo Di Pietro ha scritto:
@Silver Black ha scritto:
@Alfredo Di Pietro ha scritto:Le incisioni con "troppa" dinamica primo sono di difficile digeribilità da parte di un impianto domestico,
secondo obbligano l'orecchio a salti mortali per poter intelligere il messaggio musicale con il risultato che nelle parti più deboli uno non capisce niente e va ad alzare il volume e quando questo esplode ritorna subito ad abbassarlo...

Ma è proprio per questo che l'interpretazione del risultato dell'algoritmo DR14 varia in base al GENERE MUSICALE.
Ossia, DR10 è buono o cattivo? Dipende. Dal genere musicale. C'è una tabella sul sito ufficiale che indica come intepretare correttamente il DR.

Certamente Sergio Smile

Ciò che ci tenevo a mettere in evidenza, è che probabilmente se un tipo di suono non compresso dinamicamente dà fastidio se è rock, potrebbe invece risultare piacevole per la classica.

@fritznet ha scritto:In sintesi: personalmente non sono per niente convinto che una dose anche minima di compressione renda in sè il contenuto più "digeribile" (mi piace questa analogia) all'ascolto, all'impianto probabilmente sì... Smile

Probabilmente è un parametro molto soggettivo.

_________________
T-Forum, non solo classe T.
www.tforumhifi.com

Lucegrafia, il forum di Fotografia per veri appassionati.
"Una fotografia prima la senti, poi la vedi". (Fabrizio Guerra, fotografo)
www.lucegrafia.net

Silver Black
Amministratore
Amministratore

Data d'iscrizione : 04.02.08
Numero di messaggi : 15391
Località : Veneto, Italia
Occupazione/Hobby : Software developer - Istruttore di Muay Thai
Provincia (Città) : Vicenza (Bassano del Grappa)
Impianto :
Spoiler:
Impianto: ampli: VirtueTwo.2 + JT Dynamic Power Supply (30V, 10A, 300W); diffusori: Proson Conquest 6030 MKII; sorgente: Oppo DV970; cavi segnale: Monster Cable MKII; cavi potenza: Qed Micro






http://www.silvercybertech.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come determinare la qualità intrinseca di un WAV ?

Messaggio  DR AUDIO il Mer 26 Ott 2011 - 9:11

@sonic63 ha scritto:
Vuoi dire che il rullante di una batteria ha una dinamica maggiore di 98db ?
Cioè dal pianissimo al fortissimo di un rullante ci sono più 98 db di pressione sonora di differenza ?

Caspita se ha una escursione del genere.

DR AUDIO
Operatore Hi-Fi
Operatore Hi-Fi

Data d'iscrizione : 17.10.11
Numero di messaggi : 150
Località : Ortona

http://www.audiolife.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come determinare la qualità intrinseca di un WAV ?

Messaggio  Marco Ravich il Mer 26 Ott 2011 - 9:37

@Silver Black ha scritto:Ciò che ci tenevo a mettere in evidenza, è che probabilmente se un tipo di suono non compresso dinamicamente dà fastidio se è rock, potrebbe invece risultare piacevole per la classica.
Mah, secondo la mia esperienza non è così.

La dinamica è un'indicatore di buona registrazione, missaggio e mastering (in taluni casi): a me è capitato di ascoltare un disco di prog-deathmetal che ha DR11 e devo dire che si sente proprio la perizia dei fonici che ci hanno lavorato: suoni belli pesanti ma comunque dinamici.

...e guarda caso l'etichetta è EARACHE (inglese) !


Marco Ravich
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 20.04.09
Numero di messaggi : 3935
Località : Marche
Occupazione/Hobby : musica / informatica
Provincia (Città) : Macerata
Impianto : i5 @ HFX Classic > Zoom R16 > Yamaha A-760 > Canton GLE 70

http://www.forart.it/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come determinare la qualità intrinseca di un WAV ?

Messaggio  Silver Black il Mer 26 Ott 2011 - 12:11

@Marco Ravich ha scritto:Mah, secondo la mia esperienza non è così.

La dinamica è un'indicatore di buona registrazione, missaggio e mastering (in taluni casi): a me è capitato di ascoltare un disco di prog-deathmetal che ha DR11 e devo dire che si sente proprio la perizia dei fonici che ci hanno lavorato: suoni belli pesanti ma comunque dinamici.

Ma guarda che neanche a me dà fastidio tanta dinamica, anzi, più dinamica c'è meglio è! Dicevo che se a qualcuno può dare fastidio troppa dinamica, può dipendere anche dal genere.

_________________
T-Forum, non solo classe T.
www.tforumhifi.com

Lucegrafia, il forum di Fotografia per veri appassionati.
"Una fotografia prima la senti, poi la vedi". (Fabrizio Guerra, fotografo)
www.lucegrafia.net

Silver Black
Amministratore
Amministratore

Data d'iscrizione : 04.02.08
Numero di messaggi : 15391
Località : Veneto, Italia
Occupazione/Hobby : Software developer - Istruttore di Muay Thai
Provincia (Città) : Vicenza (Bassano del Grappa)
Impianto :
Spoiler:
Impianto: ampli: VirtueTwo.2 + JT Dynamic Power Supply (30V, 10A, 300W); diffusori: Proson Conquest 6030 MKII; sorgente: Oppo DV970; cavi segnale: Monster Cable MKII; cavi potenza: Qed Micro






http://www.silvercybertech.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come determinare la qualità intrinseca di un WAV ?

Messaggio  Alfredo Di Pietro il Mer 26 Ott 2011 - 14:59

Intendiamoci, l'integrità dinamica è ottima cosa ma deve essere ben digerita non solo dalle orecchie ma anche dall'apparato di riproduzione e dal locale in cui si ascolta.

Venendo meno la tenuta di uno di questi elementi è molto meglio piuttosto ridimensionarla.

Alfredo Di Pietro
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 23.04.08
Numero di messaggi : 1329
Località : Cesate (MI)
Occupazione/Hobby : Musica - Stereofonia - Motociclette - Computer
Provincia (Città) : Lunatico
Impianto : Amplificatore X + Casse Y

http://nuke.nonsoloaudiofili.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come determinare la qualità intrinseca di un WAV ?

Messaggio  Alfredo Di Pietro il Mer 26 Ott 2011 - 15:00

@DR AUDIO ha scritto:
@sonic63 ha scritto:
Vuoi dire che il rullante di una batteria ha una dinamica maggiore di 98db ?
Cioè dal pianissimo al fortissimo di un rullante ci sono più 98 db di pressione sonora di differenza ?

Caspita se ha una escursione del genere.

Ce l'ha, ce l'ha...

Alfredo Di Pietro
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 23.04.08
Numero di messaggi : 1329
Località : Cesate (MI)
Occupazione/Hobby : Musica - Stereofonia - Motociclette - Computer
Provincia (Città) : Lunatico
Impianto : Amplificatore X + Casse Y

http://nuke.nonsoloaudiofili.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come determinare la qualità intrinseca di un WAV ?

Messaggio  Alfredo Di Pietro il Mer 26 Ott 2011 - 15:06

@fritznet ha scritto:La difficoltà è maggiore nel percepire suoni a bassa intensità dopo aver ascoltato quelli ad alta intensità che non il contrario.
Credo che comunque l'orecchio umano abbia una dinamica superiore a 100 db ( attorno ai 120 anche se la risposta di frequenza non è lineare), che non è affatto limitata.
In sintesi: personalmente non sono per niente convinto che una dose anche minima di compressione renda in sè il contenuto più "digeribile" (mi piace questa analogia) all'ascolto, all'impianto probabilmente sì... Smile

All'impianto e all'ambiente.

Il mio ragionamento era diverso, non parlavo di difficoltà a percepire i suoni ma del "trauma" che si riceve quando, dopo aver ascoltato un pianissimo, si passa a una sferzata in "fff" che ti fa sobbalzare dalla sedia.

In questi casi viene naturale abbassare il volume per cercare di contenere il salto "eccessivo".
Diverso è poi ascoltare questi dislivelli marcati dal vivo, in grandi spazi, e un'altra cosa è farlo in un piccolo ambiente confinato come quello domestico, dov'è la stanza che va in crisi ancor prima delle orecchie e dell'impianto.

Una dinamica integra è cosa sacrosanta, ma ci devono anche essere le condizioni adeguate affinchè possa dispiegarsi senza fenomeni deleteri.

Alfredo Di Pietro
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 23.04.08
Numero di messaggi : 1329
Località : Cesate (MI)
Occupazione/Hobby : Musica - Stereofonia - Motociclette - Computer
Provincia (Città) : Lunatico
Impianto : Amplificatore X + Casse Y

http://nuke.nonsoloaudiofili.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come determinare la qualità intrinseca di un WAV ?

Messaggio  fritznet il Mer 26 Ott 2011 - 15:21

@Alfredo Di Pietro ha scritto:
All'impianto e all'ambiente.

Il mio ragionamento era diverso, non parlavo di difficoltà a percepire i suoni ma dal "trauma" che si riceve quando, dopo aver ascoltato un pianissimo, si passa a una sferzata di fff c he ti fa sobbalzare dalla sedia.
In questi casi viene naturale abbassare il volume proprio perchè oltre un certo limite diventa fastidiosa.

Si, probabilmente anche il modo in cui varia la dinamica sulla scala temporale ha il suo influsso, nel senso che una variazione di livello molto brusca può essere fastidiosa, mentre se tale crescita è più diluita nel tempo (come ad esempio nella musica classica) la cosa è meno traumatica, anche se credo che a questo punto (come già suggeriva prima silverblack) , a parità di stimoli, subentrino molti fattori soggettivi, come la diversa risposta e/o sensibilità dell'apparato uditivo, l'abitudine o meno ad ascoltare musica a volumi elevati, i gusti personali etc etc.
Se le variazioni sono lente credo che lo stapedio faccia in tempo a modificare la sensibilità, visto che interviene già sopra i 70 dB. Fra l'altro ricordavo male, lo stapedio interviene sulla staffa, non sul timpano, sul timpano lavora un muscolo apposito, il tensore del timpano.

fritznet
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 27.02.10
Numero di messaggi : 8614
Occupazione/Hobby : .
Provincia (Città) : .
Impianto : Il marketing usa spesso numeri a sproposito, allora anche io!


Tornare in alto Andare in basso

Re: Come determinare la qualità intrinseca di un WAV ?

Messaggio  Silver Black il Mer 26 Ott 2011 - 17:03

Sicuramente il collo di bottiglia principale è l'impianto (diffusori prima e amplificazione dopo) e ambiente, non l'udito umano.

_________________
T-Forum, non solo classe T.
www.tforumhifi.com

Lucegrafia, il forum di Fotografia per veri appassionati.
"Una fotografia prima la senti, poi la vedi". (Fabrizio Guerra, fotografo)
www.lucegrafia.net

Silver Black
Amministratore
Amministratore

Data d'iscrizione : 04.02.08
Numero di messaggi : 15391
Località : Veneto, Italia
Occupazione/Hobby : Software developer - Istruttore di Muay Thai
Provincia (Città) : Vicenza (Bassano del Grappa)
Impianto :
Spoiler:
Impianto: ampli: VirtueTwo.2 + JT Dynamic Power Supply (30V, 10A, 300W); diffusori: Proson Conquest 6030 MKII; sorgente: Oppo DV970; cavi segnale: Monster Cable MKII; cavi potenza: Qed Micro






http://www.silvercybertech.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come determinare la qualità intrinseca di un WAV ?

Messaggio  Marco Ravich il Mer 26 Ott 2011 - 18:37

Scusate la rudezza ragazzi, ma stiamo "urinando fuori dal vaso".

Torniamo ontopic.

Come determinare strumentalmente se un determinato WAV è "buono" per testare l'impianto ?

Marco Ravich
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 20.04.09
Numero di messaggi : 3935
Località : Marche
Occupazione/Hobby : musica / informatica
Provincia (Città) : Macerata
Impianto : i5 @ HFX Classic > Zoom R16 > Yamaha A-760 > Canton GLE 70

http://www.forart.it/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come determinare la qualità intrinseca di un WAV ?

Messaggio  DR AUDIO il Mer 26 Ott 2011 - 19:05

@Marco Ravich ha scritto:
@Silver Black ha scritto:Ciò che ci tenevo a mettere in evidenza, è che probabilmente se un tipo di suono non compresso dinamicamente dà fastidio se è rock, potrebbe invece risultare piacevole per la classica.
Mah, secondo la mia esperienza non è così.

La dinamica è un'indicatore di buona registrazione, missaggio e mastering (in taluni casi): a me è capitato di ascoltare un disco di prog-deathmetal che ha DR11 e devo dire che si sente proprio la perizia dei fonici che ci hanno lavorato: suoni belli pesanti ma comunque dinamici.

...e guarda caso l'etichetta è EARACHE (inglese) !


A prescindere dal fatto che per dinamica si intende un valore adimensionale dello strumento misurato e registrato. Premesso ciò anche in un missaggio dove i fader si alzano e si abbassano per dare spazi ad altri strumenti in esecuzione, quello si chiama compressione "manuale"(dato che software e banchi digitali permettono di fare ciò, dato che possono essere programmati).Questo processo è identico per alcuni parametri ai più prestigiosi compressori. Volevo precisare che anche in un disco metal ultra compresso il vostro tanto caro DR14 potrà esprimere valori di rilievo che secondo voi espimono la bontà di registrazione. Ma badate bene STA ANALIZZANDO IL PICCO PICCO DEL BRANO quindi anche con massima compressione vi leggerà (in base al brano) un valore più o meno di merito. Immaginate questo: ipotizzate di avere una traccia di batteria stracompressa la quale sta suonando un 4/4 a 80bpm sono strasicuro che il DR14 vi darà il massimo valore di qualità. Il discorso cambia notevolmente se mettete un sint che suona insieme alla nostra batteria.

DR AUDIO
Operatore Hi-Fi
Operatore Hi-Fi

Data d'iscrizione : 17.10.11
Numero di messaggi : 150
Località : Ortona

http://www.audiolife.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come determinare la qualità intrinseca di un WAV ?

Messaggio  DR AUDIO il Mer 26 Ott 2011 - 19:10

@Marco Ravich ha scritto:Scusate la rudezza ragazzi, ma stiamo "urinando fuori dal vaso".

Torniamo ontopic.

Come determinare strumentalmente se un determinato WAV è "buono" per testare l'impianto ?

Pink noise microfono da misura un computer con SIA Smaart Live meglio di così non esiste.

DR AUDIO
Operatore Hi-Fi
Operatore Hi-Fi

Data d'iscrizione : 17.10.11
Numero di messaggi : 150
Località : Ortona

http://www.audiolife.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come determinare la qualità intrinseca di un WAV ?

Messaggio  DR AUDIO il Mer 26 Ott 2011 - 19:24

@Marco Ravich ha scritto:Scusate la rudezza ragazzi, ma stiamo "urinando fuori dal vaso".

Torniamo ontopic.

Come determinare strumentalmente se un determinato WAV è "buono" per testare l'impianto ?
E cmq a parte gli scherzi per testare un impianto ci vuole uno ed un solo cd...Quello che hai già ascoltato un miliardo di volte compresso o non compresso di genere x o di genere y. Per intenderci quello che ti ricordi parole soli melodie attacchi fraseggi ecc a memoria. E' l'unico disco con il quale voi potete avere un riferimento concreto. Perchè con esso riuscite sicuramente ad avere un metro di misura e paragone (in base al vostro gusto) per la scelta di un impianto.

DR AUDIO
Operatore Hi-Fi
Operatore Hi-Fi

Data d'iscrizione : 17.10.11
Numero di messaggi : 150
Località : Ortona

http://www.audiolife.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come determinare la qualità intrinseca di un WAV ?

Messaggio  fritznet il Mer 26 Ott 2011 - 20:56

@Marco Ravich ha scritto:Scusate la rudezza ragazzi, ma stiamo "urinando fuori dal vaso".

Torniamo ontopic.

Come determinare strumentalmente se un determinato WAV è "buono" per testare l'impianto ?

Mah, personalmente non mi sembrava OT , visto che si parlava di dinamica della riproduzione e dinamica dell'ultimo trasduttore presente nella catena, comunque ok Smile

fritznet
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 27.02.10
Numero di messaggi : 8614
Occupazione/Hobby : .
Provincia (Città) : .
Impianto : Il marketing usa spesso numeri a sproposito, allora anche io!


Tornare in alto Andare in basso

Re: Come determinare la qualità intrinseca di un WAV ?

Messaggio  fritznet il Mer 26 Ott 2011 - 21:03

@DR AUDIO ha scritto:...


...... Premesso ciò anche in un missaggio dove i fader si alzano e si abbassano per dare spazi ad altri strumenti in esecuzione, quello si chiama compressione "manuale"(dato che software e banchi digitali permettono di fare ciò, dato che possono essere programmati).Questo processo è identico per alcuni parametri ai più prestigiosi compressori....

.

Scusami ma non credo che sia la stessa cosa attribuire volumi relativi (anche dinamici)durante il mixing, ed utilizzare un compressore.
Nel primo caso definiamo i livelli relativi di varie tracce e strumenti , nel secondo comprimiamo l'escursione dinamica del segnale stesso. A me sembrano due cose completamente diverse, stante anche il fatto che i fader non hanno nè soglie nè tempi di attacco e rilascio, a differenza dei compressori.

fritznet
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 27.02.10
Numero di messaggi : 8614
Occupazione/Hobby : .
Provincia (Città) : .
Impianto : Il marketing usa spesso numeri a sproposito, allora anche io!


Tornare in alto Andare in basso

Re: Come determinare la qualità intrinseca di un WAV ?

Messaggio  DR AUDIO il Mer 26 Ott 2011 - 23:46

@fritznet ha scritto:
@DR AUDIO ha scritto:...


...... Premesso ciò anche in un missaggio dove i fader si alzano e si abbassano per dare spazi ad altri strumenti in esecuzione, quello si chiama compressione "manuale"(dato che software e banchi digitali permettono di fare ciò, dato che possono essere programmati).Questo processo è identico per alcuni parametri ai più prestigiosi compressori....

.

Scusami ma non credo che sia la stessa cosa attribuire volumi relativi (anche dinamici)durante il mixing, ed utilizzare un compressore.
Nel primo caso definiamo i livelli relativi di varie tracce e strumenti , nel secondo comprimiamo l'escursione dinamica del segnale stesso. A me sembrano due cose completamente diverse, stante anche il fatto che i fader non hanno nè soglie nè tempi di attacco e rilascio, a differenza dei compressori.


Ti rispondo dicendoti che per assurdo potremmo utilizzare i fader invece che un compressore xhè sono esattamente la stessa identica cosa e ti assicuro per conservare maggiori dinamiche spesso si usa questo stratagemma con cognizione..Fare un disco esclusivamente utilizzando i fader a posto dei comp. è un lavoro praticamente senza senso xkè sarebbe estremamente laborioso e volumi e volumi di carte di calcolo. Ti spiego come funziona il compressore per sommi capi.
Il compressore è un dispositivo che ; superta una threshold(soglia)da noi impostata, egli effettua un abbassamento di volume pari al rapporto di compressione(ratio) per la parte passante la soglia. Un rapporto per dirti 2:1 significa che su un segnale che passa la soglia viene diminuito di 2 volte e così via. Questo corrisponde per intero ad un movimento di fader che in campo digitale è istantaneo sia nella programmazione di un software che nella reale programmazione di un banco digitale(non vedere i fader motorizzati quelli non arrivano mai ma il software interno del banco e la sua gestione dei segnali si)..continuiamo...
L'attacco ed il rilascio definiscono quanto veloce sia ad entrare e uscire questa compressione( quindi lavora sul transiente) . Identica cosa lo fai con il fader. es.(immaginati di essere superman nel dominio digitale lo sei) Devo abbassare il volume fino ad X. Fra quanto tempo muovo il fader per abbassare il volume fino ad X?(attacco) Da questo punto X devo rialzare il fader per tornare con il prossimo transiente fino ad y. Fra quanto tempo riparto?(Rilascio)
Per sommi capi questo è il funzionamento di un comp. come puoi ben capire non è che un fader automatico. Chiaramente come dicevo prima in fase di reg viene utilizzato il comp. per comodità senno un album verrebbe prodotto oggi e finito di missare tra 30anni.
Spero di averti fatto chiarezza

DR AUDIO
Operatore Hi-Fi
Operatore Hi-Fi

Data d'iscrizione : 17.10.11
Numero di messaggi : 150
Località : Ortona

http://www.audiolife.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come determinare la qualità intrinseca di un WAV ?

Messaggio  fritznet il Mer 26 Ott 2011 - 23:56

@DR AUDIO ha scritto:
Ti rispondo dicendoti che per assurdo potremmo utilizzare i fader invece che un compressore xhè sono esattamente la stessa identica cosa e ti assicuro per conservare maggiori dinamiche spesso si usa questo stratagemma con cognizione..Fare un disco esclusivamente utilizzando i fader a posto dei comp. è un lavoro praticamente senza senso xkè sarebbe estremamente laborioso e volumi e volumi di carte di calcolo. Ti spiego come funziona il compressore per sommi capi.
Il compressore è un dispositivo che ; superta una threshold(soglia)da noi impostata, egli effettua un abbassamento di volume pari al rapporto di compressione(ratio) per la parte passante la soglia. Un rapporto per dirti 2:1 significa che su un segnale che passa la soglia viene diminuito di 2 volte e così via. Questo corrisponde per intero ad un movimento di fader che in campo digitale è istantaneo sia nella programmazione di un software che nella reale programmazione di un banco digitale(non vedere i fader motorizzati quelli non arrivano mai ma il software interno del banco e la sua gestione dei segnali si)..continuiamo...
L'attacco ed il rilascio definiscono quanto veloce sia ad entrare e uscire questa compressione( quindi lavora sul transiente) . Identica cosa lo fai con il fader. es.(immaginati di essere superman nel dominio digitale lo sei) Devo abbassare il volume fino ad X. Fra quanto tempo muovo il fader per abbassare il volume fino ad X?(attacco) Da questo punto X devo rialzare il fader per tornare con il prossimo transiente fino ad y. Fra quanto tempo riparto?(Rilascio)
Per sommi capi questo è il funzionamento di un comp. come puoi ben capire non è che un fader automatico. Chiaramente come dicevo prima in fase di reg viene utilizzato il comp. per comodità senno un album verrebbe prodotto oggi e finito di missare tra 30anni.
Spero di averti fatto chiarezza

Ho ben chiaro come funzionano un compressore ed un fader, ma sono rimasto evidentemente all'era analogica se continuo a non vedere il fader come compressore, in un banco analogico sarebbe impossibile usare un fader come compressore, nel digitale a quanto pare no Smile

fritznet
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 27.02.10
Numero di messaggi : 8614
Occupazione/Hobby : .
Provincia (Città) : .
Impianto : Il marketing usa spesso numeri a sproposito, allora anche io!


Tornare in alto Andare in basso

Re: Come determinare la qualità intrinseca di un WAV ?

Messaggio  DR AUDIO il Gio 27 Ott 2011 - 0:01

@fritznet ha scritto:
@DR AUDIO ha scritto:
Ti rispondo dicendoti che per assurdo potremmo utilizzare i fader invece che un compressore xhè sono esattamente la stessa identica cosa e ti assicuro per conservare maggiori dinamiche spesso si usa questo stratagemma con cognizione..Fare un disco esclusivamente utilizzando i fader a posto dei comp. è un lavoro praticamente senza senso xkè sarebbe estremamente laborioso e volumi e volumi di carte di calcolo. Ti spiego come funziona il compressore per sommi capi.
Il compressore è un dispositivo che ; superta una threshold(soglia)da noi impostata, egli effettua un abbassamento di volume pari al rapporto di compressione(ratio) per la parte passante la soglia. Un rapporto per dirti 2:1 significa che su un segnale che passa la soglia viene diminuito di 2 volte e così via. Questo corrisponde per intero ad un movimento di fader che in campo digitale è istantaneo sia nella programmazione di un software che nella reale programmazione di un banco digitale(non vedere i fader motorizzati quelli non arrivano mai ma il software interno del banco e la sua gestione dei segnali si)..continuiamo...
L'attacco ed il rilascio definiscono quanto veloce sia ad entrare e uscire questa compressione( quindi lavora sul transiente) . Identica cosa lo fai con il fader. es.(immaginati di essere superman nel dominio digitale lo sei) Devo abbassare il volume fino ad X. Fra quanto tempo muovo il fader per abbassare il volume fino ad X?(attacco) Da questo punto X devo rialzare il fader per tornare con il prossimo transiente fino ad y. Fra quanto tempo riparto?(Rilascio)
Per sommi capi questo è il funzionamento di un comp. come puoi ben capire non è che un fader automatico. Chiaramente come dicevo prima in fase di reg viene utilizzato il comp. per comodità senno un album verrebbe prodotto oggi e finito di missare tra 30anni.
Spero di averti fatto chiarezza

Ho ben chiaro come funzionano un compressore ed un fader, ma sono rimasto evidentemente all'era analogica se continuo a non vedere il fader come compressore, in un banco analogico sarebbe impossibile usare un fader come compressore, nel digitale a quanto pare no Smile
Nemmeno io lo vedo come compressore xò quello che ci tenevo a dire per tornare ontopic è che il dr14 non serve a nada x stabilire la bontà intrinseca di reg. Poi se uno vuole pensare il contrario non sono io a dire di non pensarlo.

DR AUDIO
Operatore Hi-Fi
Operatore Hi-Fi

Data d'iscrizione : 17.10.11
Numero di messaggi : 150
Località : Ortona

http://www.audiolife.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come determinare la qualità intrinseca di un WAV ?

Messaggio  fritznet il Gio 27 Ott 2011 - 0:16

Sono d'accordo, in sè la dinamica da sola non determina la bontà di una registrazione, e credo che sia molto difficile stabilire univocamente dei parametri per dare una definizione. Anche l'estensione in frequenza da sola non basta. D'altra parte se fosse semplice ottenere buone registrazioni basterebbe poter investire molto in attrezzature di qualità per ottenerle.
Evidentemente anche per fare buone o eccellenti registrazioni ci vuole un tocco da artista.



fritznet
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 27.02.10
Numero di messaggi : 8614
Occupazione/Hobby : .
Provincia (Città) : .
Impianto : Il marketing usa spesso numeri a sproposito, allora anche io!


Tornare in alto Andare in basso

Re: Come determinare la qualità intrinseca di un WAV ?

Messaggio  Marco Ravich il Gio 27 Ott 2011 - 13:12

@DR AUDIO ha scritto:Pink noise microfono da misura un computer con SIA Smaart Live meglio di così non esiste.
Ao, allora non ci capiamo:

NON MI INTERESSA MISURARE LA QUALITA' DI RIPRODUZIONE DI UN IMPIANTO, MA QUELLA *INTRINSECA* DI UN FILE WAV !

In altre parole, d'accordo che per testare un'impianto ci vuole "sempre quello" ma - strumentalmente parlando - come lo si sceglie ?

Sono stato a raduni dove si sono ascoltate cose a mio avviso "poco adatte" a capire la qualità di un'impianto. Ecco, vorrei un tool che aiuti nella scelta (il TT DR Meter è un primo passo, ma insufficiente IMHO).

Marco Ravich
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 20.04.09
Numero di messaggi : 3935
Località : Marche
Occupazione/Hobby : musica / informatica
Provincia (Città) : Macerata
Impianto : i5 @ HFX Classic > Zoom R16 > Yamaha A-760 > Canton GLE 70

http://www.forart.it/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come determinare la qualità intrinseca di un WAV ?

Messaggio  Marco Ravich il Gio 27 Ott 2011 - 13:17

@DR AUDIO ha scritto:Ti rispondo dicendoti che per assurdo potremmo utilizzare i fader invece che un compressore xhè sono esattamente la stessa identica cosa e ti assicuro per conservare maggiori dinamiche spesso si usa questo stratagemma con cognizione..
Questo lo dici tu: alzare il volume non è affatto come comprimere.

http://it.wikipedia.org/wiki/Compressione_del_livello_audio

La compressione della gamma dinamica, chiamata anche compressione dell'intervallo dinamico, compressione del volume, compressione, limitazione (limiting), oppure DRC (dynamic range compression) (spesso visibile nelle impostazioni dei lettori DVD) è il processo che modifica l'intervallo dinamico di un segnale audio.

Aumento compressione = riduzione dinamica

Aumento volume != riduzione dinamica

Marco Ravich
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 20.04.09
Numero di messaggi : 3935
Località : Marche
Occupazione/Hobby : musica / informatica
Provincia (Città) : Macerata
Impianto : i5 @ HFX Classic > Zoom R16 > Yamaha A-760 > Canton GLE 70

http://www.forart.it/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come determinare la qualità intrinseca di un WAV ?

Messaggio  DR AUDIO il Gio 27 Ott 2011 - 15:00

@Marco Ravich ha scritto:
@DR AUDIO ha scritto:Pink noise microfono da misura un computer con SIA Smaart Live meglio di così non esiste.
Ao, allora non ci capiamo:

NON MI INTERESSA MISURARE LA QUALITA' DI RIPRODUZIONE DI UN IMPIANTO, MA QUELLA *INTRINSECA* DI UN FILE WAV !

In altre parole, d'accordo che per testare un'impianto ci vuole "sempre quello" ma - strumentalmente parlando - come lo si sceglie ?

Sono stato a raduni dove si sono ascoltate cose a mio avviso "poco adatte" a capire la qualità di un'impianto. Ecco, vorrei un tool che aiuti nella scelta (il TT DR Meter è un primo passo, ma insufficiente IMHO).

Sai xke le banane ciquita hanno quel colorito e quelle dimensioni? Se le vedi sono tutte uguali così come le Melinda ecc.? Perchè qualcuno si è inventato un suo metro di misura x etichettare una certa qualità, a prescindere se siano buone o meno. Ma le pecore lo prendono per buono..Apri le orecchie invece di stare a sentire il tipo che ti dice le mie banane sono più buone xke sono più gialle e grandi di quelle di eurospin. Poifai tu il mio è un consiglio

DR AUDIO
Operatore Hi-Fi
Operatore Hi-Fi

Data d'iscrizione : 17.10.11
Numero di messaggi : 150
Località : Ortona

http://www.audiolife.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come determinare la qualità intrinseca di un WAV ?

Messaggio  DR AUDIO il Gio 27 Ott 2011 - 15:21

@Marco Ravich ha scritto:
@DR AUDIO ha scritto:Ti rispondo dicendoti che per assurdo potremmo utilizzare i fader invece che un compressore xhè sono esattamente la stessa identica cosa e ti assicuro per conservare maggiori dinamiche spesso si usa questo stratagemma con cognizione..
Questo lo dici tu: alzare il volume non è affatto come comprimere.

http://it.wikipedia.org/wiki/Compressione_del_livello_audio

La compressione della gamma dinamica, chiamata anche compressione dell'intervallo dinamico, compressione del volume, compressione, limitazione (limiting), oppure DRC (dynamic range compression) (spesso visibile nelle impostazioni dei lettori DVD) è il processo che modifica l'intervallo dinamico di un segnale audio.

Aumento compressione = riduzione dinamica

Aumento volume != riduzione dinamica

Se leggi bene sul link che hai postato e conosci esattamente il funzionamento di un comp. ti rendi conto che è asattamente la stessa cosa di alzare ed abbassare il volume ma lo fa in maniera automatica.. Per variazioni di intervalli dinamici non pensi che si parli di volume??? segue dicendo che viene anche chiamata compressione di volume(la virgola sta per oppure). Ma non quello della manopola del tuo amp. Per discorso pegiorativo della fedeltà è inteso come non più naturale, es. se un uomo bisbiglia e poi urla e c'è un intervallo dinamico identico tra il bisbiglio ed un urlo anche se non è in clipping xkè l'abbiamo registrato senza saturare il risultato non è più reale, perchè i due livelli di compressione (o livelli di volume o intervalli dinamici) sono identici, seppur registrato a livello qualitativo come cristo comanda.

DR AUDIO
Operatore Hi-Fi
Operatore Hi-Fi

Data d'iscrizione : 17.10.11
Numero di messaggi : 150
Località : Ortona

http://www.audiolife.it

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum