T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti
Benvenuto nel T-Forum!
Connettiti in modo da farti riconoscere come membro affezionato, oppure registrati così potrai partecipare attivamente alle discussioni.
Sondaggio
Ti piace il nuovo stile del T-Forum?
Sì, meglio questo nuovo
49% / 21
No, era meglio quello vecchio
51% / 22
Ultimi argomenti
SurplusOggi alle 10:06gubossigla transistorOggi alle 9:54sportyerreChromecast audio Oggi alle 9:06enrico massaCostruzione del kit di Chiomenti Lo scherzoOggi alle 8:34dinamanuProgetto gainclone lm3886Oggi alle 8:32dinamanuPOPU VENUS Oggi alle 8:31gigettoHo dato una svecchiata al layout del forumOggi alle 8:30gigettoAbbinamento Denon 4308Oggi alle 7:53Luchigno8Cambio diffussori da scaffale max 500euroOggi alle 0:15Luca MarchettiALIENTEK D8Oggi alle 0:06fritznetScheda audio senza preteseIeri alle 23:09Marco RavichLettore bd per cd e networkIeri alle 22:10Luca MarchettiCambio Amplificatore Ieri alle 20:35giucam61[AN] Van Den Hul D-102 MKIII HybridIeri alle 20:17Masterixrichiesta tipo pre amplificatoreIeri alle 19:39Silver BlackDiffusori Elac.Ieri alle 15:48Lele67Casse KEF LS-50 rovinate?Ieri alle 14:24Lele67AudioNirvana Super 12" Cast Frame in cabinet 5.6MKII - risultato finaleIeri alle 13:47giucam61INDIPENDENTEMENTE DALLA CLASSE DI FUNZIONAMENTO ...Ieri alle 11:15giucam61Le mie aj174 in fase fase di lavorazione...Ieri alle 9:15Snap...and Kirishima for all!Sab 25 Mar 2017 - 22:20giucam61Smsl ad18Sab 25 Mar 2017 - 21:45giucam61Posso usare un ta 2024 Sab 25 Mar 2017 - 21:30p.cristalliniConsiglio subwoofer Sab 25 Mar 2017 - 17:56thechainHelp collegamenti......scusate l'ignoranzaSab 25 Mar 2017 - 11:05SnapLa grande sfida: Nuforce vs Hypex vs Fx audio vs SMSLSab 25 Mar 2017 - 9:24scontinposizionamento reflexVen 24 Mar 2017 - 20:13Luca MarchettiGriglie diffusoriVen 24 Mar 2017 - 20:11Luca MarchettiSostituzione condensatori uscita vecchio Pioneer PD-101Ven 24 Mar 2017 - 19:57IJGKit Buffer 6N3 cineseVen 24 Mar 2017 - 18:04nerone
I postatori più attivi della settimana
3 Messaggi - 18%
3 Messaggi - 18%
2 Messaggi - 12%
2 Messaggi - 12%
2 Messaggi - 12%
1 Messaggio - 6%
1 Messaggio - 6%
1 Messaggio - 6%
1 Messaggio - 6%
1 Messaggio - 6%
I postatori più attivi del mese
283 Messaggi - 22%
244 Messaggi - 19%
142 Messaggi - 11%
142 Messaggi - 11%
111 Messaggi - 9%
85 Messaggi - 7%
81 Messaggi - 6%
68 Messaggi - 5%
68 Messaggi - 5%
62 Messaggi - 5%
Migliori postatori
Stentor (20392)
20392 Messaggi - 15%
DACCLOR65 (19630)
19630 Messaggi - 15%
schwantz34 (15499)
15499 Messaggi - 12%
Silver Black (15435)
15435 Messaggi - 11%
nd1967 (12803)
12803 Messaggi - 10%
flovato (12509)
12509 Messaggi - 9%
10260 Messaggi - 8%
piero7 (9854)
9854 Messaggi - 7%
wasky (9229)
9229 Messaggi - 7%
fritznet (8853)
8853 Messaggi - 7%
Chi è in linea
In totale ci sono 66 utenti in linea :: 5 Registrati, 2 Nascosti e 59 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

Dieci13, enrico massa, giucam61, p.cristallini, thechain

Vedere la lista completa

Flusso RSS

Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 
Bookmarking sociale
Bookmarking sociale Digg  Bookmarking sociale Delicious  Bookmarking sociale Reddit  Bookmarking sociale Stumbleupon  Bookmarking sociale Slashdot  Bookmarking sociale Yahoo  Bookmarking sociale Google  Bookmarking sociale Blinklist  Bookmarking sociale Blogmarks  Bookmarking sociale Technorati  




Conserva e condividi l'indirizzo di T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti sul tuo sito sociale bookmarking
Condividere
Vedere l'argomento precedenteAndare in bassoVedere l'argomento seguente
avatar
madqwerty
Moderatore
Moderatore
Data d'iscrizione : 11.12.08
Numero di messaggi : 6279
Località : Chivasso (TO)
Occupazione/Hobby : IT
Impianto : Powered by T-Forum :-)

Re: Inverting Gainclone T-Network .... da far storcere la bocca

il Mer 9 Nov 2011 - 23:43
ammazza Surprised altro che scaldare, gli devi mettere la sciarpa al gainclone con quegli universi di alluminio Hehe Hehe
(apropò, non capisco bene le condizioni "peggiorative" che mettevi in atto qua e là nelle prove, io cmq preferirei non peggiorare nulla Wink )

case diy in metallo s'è visto qualcosina qua e là, ma generalmente non è materia per principianti "random", attrezzatura non alla portata di chiunque (e se la porti, la sai già usare Very Happy ) il legno è decisamente più amico del diy Smile

+-38 Volt di alimentazione, dovrebbe reggere, stando alla carta, in sodo mai provato.. abbonda con l'alluminio, per te non dovrebbe essere un problema Very Happy
avatar
lebrigant
Affezionato
Affezionato
Data d'iscrizione : 13.08.11
Numero di messaggi : 120
Località : Tivoli
Occupazione/Hobby : bruciafili/rompiscatole
Provincia (Città) : potrebbe andare meglio
Impianto : Sorgente: pc-tv-mp3
Amplificatore: Inverting gainclone auto-costruito. Diffusori: Indiana Line Tesi 560.

Re: Inverting Gainclone T-Network .... da far storcere la bocca

il Mer 9 Nov 2011 - 23:57
@madqwerty ha scritto:...apropò, non capisco bene le condizioni "peggiorative" che mettevi in atto qua e là nelle prove, io cmq preferirei non peggiorare nulla Wink ....

+-38 Volt di alimentazione, dovrebbe reggere, stando alla carta, in sodo mai provato.. abbonda con l'alluminio, per te non dovrebbe essere un problema Very Happy

per le condizioni pegiorative, dicevo che ho incartato le alette, per limitare lo scambio termico.... neanche a farlo a posta gli ho messo la sciarpa! Laughing

abbondo con l'alluminio? intendi 38 volt e un paio de chili de alette?? Very Happy Very Happy

(dicono che fritte sono molto buone Wink )

Edit:

Penso che il case per reggere tutta stà robba dovrà essere blindato....
avatar
Andrea Zani
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo
Data d'iscrizione : 21.05.10
Numero di messaggi : 1764
Località : Ponderano(Bi)
Occupazione/Hobby : /Parassita Circuitale
Impianto : non finirò mai
di lavorarci

Re: Inverting Gainclone T-Network .... da far storcere la bocca

il Lun 14 Nov 2011 - 19:59
ciao
non ho capito se hai usato la T network oppure no?
dallo schema non sembra...o almeno non sembra a me Laughing
il trimmer per l'ingresso non invertente da portare a massa in modo da regolare l'offset non lo vedo..lo hai gia sosituito con una resistenza di valore opportuno?
mi interessa molto questo progetto...sto provando una connessione parallelo con dei cip simli LM4780 o LM4781 e ci sono molte problematiche da risolvere,anche perche il mio è un parallelo invertente quindi bassa impedenza d'ingresso,anche se utilizzerò un buffer a valvole mi piacerebbe poter alzare l'impedenza d'ingresso e trovare il modo di controllare e regolare l'offset.
avatar
lebrigant
Affezionato
Affezionato
Data d'iscrizione : 13.08.11
Numero di messaggi : 120
Località : Tivoli
Occupazione/Hobby : bruciafili/rompiscatole
Provincia (Città) : potrebbe andare meglio
Impianto : Sorgente: pc-tv-mp3
Amplificatore: Inverting gainclone auto-costruito. Diffusori: Indiana Line Tesi 560.

Re: Inverting Gainclone T-Network .... da far storcere la bocca

il Mar 15 Nov 2011 - 16:23
Lo schema riportato non prevede la T-network, ma nella progettazione dello stampato ho previsto di poter effettuare la modifica, comunque almeno il mio esemplare non aveva problemi di offset in uscita avevo una continua irrisoria nell'ordine di alcuni millivolt, poi per quanto riguarda l'impedenza d'ingresso, se vedi i valori della resistenza in serie all'ingresso e quella per la controreazione e la confronti con i valori del progetto originale, noterai che nel primo (adottato da me) ho valori 10 volte maggiori di quello originale (es la controreazione 220K anziché 22k) così da aumentare seppur di poco l'impedenza totale, è anche il motivo per il quale non ho inserito nel progetto la t-network, se vedi il sito indicato nei post precedenti dice che è una configurazione un poco delicata e di rispettare i valori indicati... cosa che non posso fare io, ma che tenterò di utilizzare se non altro per vedere se il suono cambia (se la cosa mi gusterà la lascerò permanente), secondo me è sempre il caso di fare prove sul campo per vedere se i miglioramenti seguono il nostro personale gusto... parallelo LM4780? intendi utilizzarne due in mono? Ma cosa cambia tra collegamento in parallelo e a ponte (ho visto le tipologie sul datasheet della national)?
avatar
Andrea Zani
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo
Data d'iscrizione : 21.05.10
Numero di messaggi : 1764
Località : Ponderano(Bi)
Occupazione/Hobby : /Parassita Circuitale
Impianto : non finirò mai
di lavorarci

Re: Inverting Gainclone T-Network .... da far storcere la bocca

il Mar 15 Nov 2011 - 17:13
capisco...
in realtà sono propenso per un parallelo con il cip lm4781 che ha 3 ampli da 35W circa.
Il mono è a ponte ed è un'altra cosa.
Il parallello aumenta la corrente erogabile in base a quanti ampli monti e hanno tutti la stessa fase(a differenza della configurazione a ponte che devi fare un ramo amplificatore con fase positiva e uno con fase negativa) e non aumenta la tensione d'uscita(come nella configurazione a ponte) ma solo la corrente.
In pratica aumenta la capacità di pilotare carichi bassi perche in base al numero gli ampli si dividono il carico.
Per esempio se ho due ampli in parallelo con un diffusore da 4 ohm ogni ampli vede 8 ohm se ho un carico da 2 l'ampli vede 4 e così via il carico si spartisce in base agli ampli connessi al parallelo,ovviamente l'alimentatore deve permettere questo.
Certo che questa apparentemente rosea situazione non è indolore ,l'offset deve essere il più simile per ogni ampli il guadagno deve essere UGUALE (resistori da 0,1%)
io vorrei usare la configurazione invertente in modo da poter regolare agevolmente l'offset senza variare il guadagno,il probelma è che la configurazione invertente abbassa l'impedenza e il parallelo di tre ampli la abbassa ulteriormente..
Il buffer spero sia in grado di far accoppiare al meglio il tutto
avatar
lebrigant
Affezionato
Affezionato
Data d'iscrizione : 13.08.11
Numero di messaggi : 120
Località : Tivoli
Occupazione/Hobby : bruciafili/rompiscatole
Provincia (Città) : potrebbe andare meglio
Impianto : Sorgente: pc-tv-mp3
Amplificatore: Inverting gainclone auto-costruito. Diffusori: Indiana Line Tesi 560.

Re: Inverting Gainclone T-Network .... da far storcere la bocca

il Mar 15 Nov 2011 - 20:02
purtroppo le mie conoscenze nel campo audio sono limitate, potresti approfondire sul discorso del t-network, e da li ricalcolarti una rete su misura con il valore di tutte le resistenze maggiorato, da quello che ho potuto trovare in rete al momento di scegliere la configurazione non puoi aumentare più di 10 volte il valore delle resistenze.Di certo non avrai valori ottimali ma almeno così limiti un po i danni. Altra soluzione è progettare un amplificatore con pilota integrato e finali discreti... tipo LME49830 leggi anche le application note (AN-1850.pdf).
Su ebay:
http://www.ebay.com/itm/LME49830-2SK1530-2SJ201-300W-MONO-Power-Amplifier-Kit-/260827006906#ht_4453wt_932.
certo non è la stessa.... però che numeri...
http://it.emcelettronica.com/amplificatore-di-potenza-con-lme49810
Io ci avevo fatto un pensierino, però non la sfrutterei mai tutta sta potenza...
altro schema:
http://www.mygazines.com/issue/34232/5


:EDIT: se può interessarti... http://www.tech-diy.com/Amplifiers/LM4780_Parallel/Paraclone/
avatar
Andrea Zani
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo
Data d'iscrizione : 21.05.10
Numero di messaggi : 1764
Località : Ponderano(Bi)
Occupazione/Hobby : /Parassita Circuitale
Impianto : non finirò mai
di lavorarci

Re: Inverting Gainclone T-Network .... da far storcere la bocca

il Mer 16 Nov 2011 - 18:13
@lebrigant ha scritto:purtroppo le mie conoscenze nel campo audio sono limitate, potresti approfondire sul discorso del t-network, e da li ricalcolarti una rete su misura con il valore di tutte le resistenze maggiorato, da quello che ho potuto trovare in rete al momento di scegliere la configurazione non puoi aumentare più di 10 volte il valore delle resistenze.Di certo non avrai valori ottimali ma almeno così limiti un po i danni. Altra soluzione è progettare un amplificatore con pilota integrato e finali discreti... tipo LME49830 leggi anche le application note (AN-1850.pdf).
Su ebay:
http://www.ebay.com/itm/LME49830-2SK1530-2SJ201-300W-MONO-Power-Amplifier-Kit-/260827006906#ht_4453wt_932.
certo non è la stessa.... però che numeri...
http://it.emcelettronica.com/amplificatore-di-potenza-con-lme49810
Io ci avevo fatto un pensierino, però non la sfrutterei mai tutta sta potenza...
altro schema:
http://www.mygazines.com/issue/34232/5


:EDIT: se può interessarti... http://www.tech-diy.com/Amplifiers/LM4780_Parallel/Paraclone/
ciao
la T-network ,mi sono informato e la configurazione con 10k è come se avessi un'impedenza da 10 K in ingresso..preferisco mettere un buffer piuttosto che smanettare senza saper cosa fare su questo partitore che tra l'altro non si sa bene che guadagno può fornire.
Alcuni cip hanno un guadagno minimo e uno max per la stabilità da rispettare.
Il discorso della potenza è vario...
Vorrei provare il parallelo multiplo,che non aumenta la potenza ma aumenta la capacità di pilotaggio,potrebbe essere che con un ampli da 30 watt riesci a pilotare un diffusore piuttosto impegnativo(anche se il mio finale principale è da 200W su 8 ohm Laughing )
se si cura bene l'alimentazione voglio proprio vedere cosa esce da sto cip...
Il problema nella mia configurazione sta nel parallelo di una bassa resitenza in ingresso pensavo ad un buffer a valvole ma con un'impedenza di ingresso bassa i condensatori d'uscita del buffer dovranno essere di valore elevato esite un nuovo OP della National a guadagno unitario dalle prestazioni eccezionali,magari...
avatar
robertor
Membro classe argento
Membro classe argento
Data d'iscrizione : 17.06.08
Numero di messaggi : 4049
Località : Budapest
Provincia (Città) : quasi sempre grigio
Impianto :
Spoiler:
InDiscreto Phono
Shure M75
Buffer B1

http://www.anitavillaetyek.hu

Re: Inverting Gainclone T-Network .... da far storcere la bocca

il Mer 16 Nov 2011 - 19:39
su autocostruire un ragazzo ha pubblicato il suo GC con il buffer a valvole Gomes.
avatar
Andrea Zani
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo
Data d'iscrizione : 21.05.10
Numero di messaggi : 1764
Località : Ponderano(Bi)
Occupazione/Hobby : /Parassita Circuitale
Impianto : non finirò mai
di lavorarci

Re: Inverting Gainclone T-Network .... da far storcere la bocca

il Mer 16 Nov 2011 - 19:42
@robertor ha scritto:su autocostruire un ragazzo ha pubblicato il suo GC con il buffer a valvole Gomes.
ma dopo il buffer c'è un parallelo a bassa imp?
avatar
Andrea Zani
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo
Data d'iscrizione : 21.05.10
Numero di messaggi : 1764
Località : Ponderano(Bi)
Occupazione/Hobby : /Parassita Circuitale
Impianto : non finirò mai
di lavorarci

Re: Inverting Gainclone T-Network .... da far storcere la bocca

il Mer 16 Nov 2011 - 19:44
Il buffer National:
http://www.national.com/ds/LM/LME49600.pdf
leggete un po il datasheet
avatar
robertor
Membro classe argento
Membro classe argento
Data d'iscrizione : 17.06.08
Numero di messaggi : 4049
Località : Budapest
Provincia (Città) : quasi sempre grigio
Impianto :
Spoiler:
InDiscreto Phono
Shure M75
Buffer B1

http://www.anitavillaetyek.hu

Re: Inverting Gainclone T-Network .... da far storcere la bocca

il Mer 16 Nov 2011 - 20:00
vai su autocostruire e trovi anche gli schemi di quanto costruito.
avatar
lebrigant
Affezionato
Affezionato
Data d'iscrizione : 13.08.11
Numero di messaggi : 120
Località : Tivoli
Occupazione/Hobby : bruciafili/rompiscatole
Provincia (Città) : potrebbe andare meglio
Impianto : Sorgente: pc-tv-mp3
Amplificatore: Inverting gainclone auto-costruito. Diffusori: Indiana Line Tesi 560.

Re: Inverting Gainclone T-Network .... da far storcere la bocca

il Mer 16 Nov 2011 - 22:57
@Andrea Zani ha scritto:
ciao
la T-network ,mi sono informato e la configurazione con 10k è come se avessi un'impedenza da 10 K in ingresso..preferisco mettere un buffer piuttosto che smanettare senza saper cosa fare su questo partitore che tra l'altro non si sa bene che guadagno può fornire.
Alcuni cip hanno un guadagno minimo e uno max per la stabilità da rispettare.
Il discorso della potenza è vario...
Vorrei provare il parallelo multiplo,che non aumenta la potenza ma aumenta la capacità di pilotaggio,potrebbe essere che con un ampli da 30 watt riesci a pilotare un diffusore piuttosto impegnativo(anche se il mio finale principale è da 200W su 8 ohm Laughing )
se si cura bene l'alimentazione voglio proprio vedere cosa esce da sto cip...
Il problema nella mia configurazione sta nel parallelo di una bassa resitenza in ingresso pensavo ad un buffer a valvole ma con un'impedenza di ingresso bassa i condensatori d'uscita del buffer dovranno essere di valore elevato esite un nuovo OP della National a guadagno unitario dalle prestazioni eccezionali,magari...

si, si ho capito, per l'appunto intendevo, approfondisci il discorso della t-network per poi ricalcolarti la rete con valori maggiorati... per l'impedenza di 10k a cui ti riferisci credo che comunque l'impedenza totale della t-network sia molto più bassa, il progetto che ho adottato io ha 10k di impedenza in ingresso, senza t-network ma con controreazione da 220k, i due valori maggiorati entrambi non modificano il guadagno complessivo dell'ampli, ma non credo si possano aumentare ulteriormente... per il parallelo so bene di cosa parli (già mi avevi spiegato in un post precedente) vengo dal dal mondo hi-fi car, e ricordo bene gli zapco da 25W cher potevano scendere fino a 0,5 ohm! Dribbling

@robertor ha scritto:su autocostruire un ragazzo ha pubblicato il suo GC con il buffer a valvole Gomes.

potresti essere più preciso, non riesco a trovarlo... link please? Please

@Andrea Zani ha scritto:Il buffer National:
http://www.national.com/ds/LM/LME49600.pdf
leggete un po il datasheet

...se compri su internet non avrai problemi ad reperirlo, ma per il circuito? lo proggetti da zero o ti affidi al datasheet... mi sembrano poche soluzioni, dovresti provare nel caso a cercare tra le application notes...

@robertor ha scritto:vai su autocostruire e trovi anche gli schemi di quanto costruito.

dove dove Don't know Don't know

:EDIT:
oggi fatta prova con due toroidali dati di targa:
ingresso 380Vac uscita 20+20 150 VA
rifacendo i conti con 240 Volt e calcolando i watt...
ingresso 240V uscita 12,5+12,5 77 Watt

utilizzandone 2 ho ottenuto una tensione duale di +-35,6 Vdc...

resto di stucco (è un barbatrucco Laughing) il suono cambia notevolmente ed i bassi sono moooolto più profondi....
i condensatori dell'alimentatore soffrivano un poco perché erano proprio da 35 volt! Laughing così ne ho compreti di nuovi 4 da 6800uF 50v, 4 da 4700uf 50v e 2 da 2200uf 100v da mettere tra il positivo e negativo (vedi schema).

se non ho sbagliato nessun calcolo i 150 watt (credo qualche cosa di più) dovrebbero avanzare così potrò utilizzare altoparlanti da 8 ohm... le orecchie già ringraziano afro

:RI-EDIT: cavolo ma dove la metto tutta sta robbbbbbba?! cosi sarò costretto anche all'auto costruzione del mobile.... che scatole Crying or Very sad
avatar
Andrea Zani
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo
Data d'iscrizione : 21.05.10
Numero di messaggi : 1764
Località : Ponderano(Bi)
Occupazione/Hobby : /Parassita Circuitale
Impianto : non finirò mai
di lavorarci

Re: Inverting Gainclone T-Network .... da far storcere la bocca

il Gio 17 Nov 2011 - 17:59
@lebrigant ha scritto:
@Andrea Zani ha scritto:
ciao
la T-network ,mi sono informato e la configurazione con 10k è come se avessi un'impedenza da 10 K in ingresso..preferisco mettere un buffer piuttosto che smanettare senza saper cosa fare su questo partitore che tra l'altro non si sa bene che guadagno può fornire.
Alcuni cip hanno un guadagno minimo e uno max per la stabilità da rispettare.
Il discorso della potenza è vario...
Vorrei provare il parallelo multiplo,che non aumenta la potenza ma aumenta la capacità di pilotaggio,potrebbe essere che con un ampli da 30 watt riesci a pilotare un diffusore piuttosto impegnativo(anche se il mio finale principale è da 200W su 8 ohm Laughing )
se si cura bene l'alimentazione voglio proprio vedere cosa esce da sto cip...
Il problema nella mia configurazione sta nel parallelo di una bassa resitenza in ingresso pensavo ad un buffer a valvole ma con un'impedenza di ingresso bassa i condensatori d'uscita del buffer dovranno essere di valore elevato esite un nuovo OP della National a guadagno unitario dalle prestazioni eccezionali,magari...

si, si ho capito, per l'appunto intendevo, approfondisci il discorso della t-network per poi ricalcolarti la rete con valori maggiorati... per l'impedenza di 10k a cui ti riferisci credo che comunque l'impedenza totale della t-network sia molto più bassa, il progetto che ho adottato io ha 10k di impedenza in ingresso, senza t-network ma con controreazione da 220k, i due valori maggiorati entrambi non modificano il guadagno complessivo dell'ampli, ma non credo si possano aumentare ulteriormente... per il parallelo so bene di cosa parli (già mi avevi spiegato in un post precedente) vengo dal dal mondo hi-fi car, e ricordo bene gli zapco da 25W cher potevano scendere fino a 0,5 ohm! Dribbling

@robertor ha scritto:su autocostruire un ragazzo ha pubblicato il suo GC con il buffer a valvole Gomes.

potresti essere più preciso, non riesco a trovarlo... link please? Please

@Andrea Zani ha scritto:Il buffer National:
http://www.national.com/ds/LM/LME49600.pdf
leggete un po il datasheet

...se compri su internet non avrai problemi ad reperirlo, ma per il circuito? lo proggetti da zero o ti affidi al datasheet... mi sembrano poche soluzioni, dovresti provare nel caso a cercare tra le application notes...

@robertor ha scritto:vai su autocostruire e trovi anche gli schemi di quanto costruito.

dove dove Don't know Don't know

:EDIT:
oggi fatta prova con due toroidali dati di targa:
ingresso 380Vac uscita 20+20 150 VA
rifacendo i conti con 240 Volt e calcolando i watt...
ingresso 240V uscita 12,5+12,5 77 Watt

utilizzandone 2 ho ottenuto una tensione duale di +-35,6 Vdc...

resto di stucco (è un barbatrucco Laughing) il suono cambia notevolmente ed i bassi sono moooolto più profondi....
i condensatori dell'alimentatore soffrivano un poco perché erano proprio da 35 volt! Laughing così ne ho compreti di nuovi 4 da 6800uF 50v, 4 da 4700uf 50v e 2 da 2200uf 100v da mettere tra il positivo e negativo (vedi schema).

se non ho sbagliato nessun calcolo i 150 watt (credo qualche cosa di più) dovrebbero avanzare così potrò utilizzare altoparlanti da 8 ohm... le orecchie già ringraziano afro

:RI-EDIT: cavolo ma dove la metto tutta sta robbbbbbba?! cosi sarò costretto anche all'auto costruzione del mobile.... che scatole Crying or Very sad
neanche io l'ho trovato quel circuito... Crying or Very sad
per il buffer mi rimetto allo schema del datasheet un buffer è un buffer..non ci sono varianti,almeno in questo caso,dato che non è un normale op adattato a buffer è ampli a guadagno unitario dicasi adattatore d'impedenza dicasi buffer,quello è.. Laughing

per le mie valutazioni sul circuito che ho in mente:
guardando i datasheet temo dovrò puntare ancora sull'LM4780 ho visto i grafici del collegamento in paralllelo dei due dispositivi(lm4781 è il confronto) la distorsione armonica ad alta frequenza è decisamente migliore nel primo,in configurazione invertente dovrebbe migliorare ulteriormente,però ne userò due per canale quindi 4 amp in parallelo(un circuito ponte/parallelo l'ho già quindi...) e l'imp.scendeeee ancora.. speriamo nel buffer..
Anche io sono stato molto interessato dagli impianti car,e ricordo gli Zapco ,Steg,Audison HC ...fatastiche prestazioni solo ora capisco come è stato possibile costruire ampli con le suddette caratteristiche.
due è meglio di uno sopratutto se si tratta di trafo...la corrente va nelle basse frequenze,più corrente più basse frequenze e capacità di pilotaggio(vedi anche ampli in parallelo Laughing .. Wink
Per la T network non trovo il file del documento per calcolare il guadagno di cui parlavi all'inizio, o meglio,non me lo fa scaricare..
quindi tu hai usato la res di retroazione da 220K e hai un impedenza d'ingresso che vale 10K se non ho capito male?
per lm 4780 la resitenza in serie all'ingresso non deve superare il 1K ohm pena possibili oscillazioni c'è sul datasheet

avatar
lebrigant
Affezionato
Affezionato
Data d'iscrizione : 13.08.11
Numero di messaggi : 120
Località : Tivoli
Occupazione/Hobby : bruciafili/rompiscatole
Provincia (Città) : potrebbe andare meglio
Impianto : Sorgente: pc-tv-mp3
Amplificatore: Inverting gainclone auto-costruito. Diffusori: Indiana Line Tesi 560.

Re: Inverting Gainclone T-Network .... da far storcere la bocca

il Ven 18 Nov 2011 - 3:58
@Andrea Zani ha scritto:
Per la T network non trovo il file del documento per calcolare il guadagno di cui parlavi all'inizio, o meglio,non me lo fa scaricare..

é un vero peccato... Crying or Very sad

@Andrea Zani ha scritto:
quindi tu hai usato la res di retroazione da 220K e hai un impedenza d'ingresso che vale 10K se non ho capito male?
per lm 4780 la resitenza in serie all'ingresso non deve superare il 1K ohm pena possibili oscillazioni c'è sul datasheet

Se non erro basta aggiungere un condensatote da pochi pioco farad tra gli ingressi... dovrebbe essere anche sullo schema che ho postato (l'ultimo) ma non ricordo, 47-220 pF, sono i valori che ho rilevato in rete passando per tutti i valori intermedi....
buon lavoro e fammi sapere come suona... Ok

PS: Contenitore work in progress.... misure 48 x 35 x 10... un bestione Laughing

seguiranno foto, oggi non nho fatto in tempo, havevo colloquio con il parroco....
si si ho deciso di rovinarmi anche io Hehe Hehe
avatar
lebrigant
Affezionato
Affezionato
Data d'iscrizione : 13.08.11
Numero di messaggi : 120
Località : Tivoli
Occupazione/Hobby : bruciafili/rompiscatole
Provincia (Città) : potrebbe andare meglio
Impianto : Sorgente: pc-tv-mp3
Amplificatore: Inverting gainclone auto-costruito. Diffusori: Indiana Line Tesi 560.

Re: Inverting Gainclone T-Network .... da far storcere la bocca

il Sab 19 Nov 2011 - 1:43
contenitore working in progress....









non sono riuscito a resistere Smile
sono veramente soddisfatto di come sta venendo... (peccato per qualche sbavatura) Glasses
ed é solo l'inizio! Cool Dribbling
avatar
lebrigant
Affezionato
Affezionato
Data d'iscrizione : 13.08.11
Numero di messaggi : 120
Località : Tivoli
Occupazione/Hobby : bruciafili/rompiscatole
Provincia (Città) : potrebbe andare meglio
Impianto : Sorgente: pc-tv-mp3
Amplificatore: Inverting gainclone auto-costruito. Diffusori: Indiana Line Tesi 560.

Re: Inverting Gainclone T-Network .... da far storcere la bocca

il Ven 2 Dic 2011 - 21:31
causa puzzle 2000 pezzi Shocked i lavori hanno subito un rallentamento...

mobile work in progresssss....







spero di finire prima di natale.... Crying or Very sad
avatar
lebrigant
Affezionato
Affezionato
Data d'iscrizione : 13.08.11
Numero di messaggi : 120
Località : Tivoli
Occupazione/Hobby : bruciafili/rompiscatole
Provincia (Città) : potrebbe andare meglio
Impianto : Sorgente: pc-tv-mp3
Amplificatore: Inverting gainclone auto-costruito. Diffusori: Indiana Line Tesi 560.

Re: Inverting Gainclone T-Network .... da far storcere la bocca

il Ven 2 Dic 2011 - 21:44
alcune immagini non sono più visibili perche le ho cancellate per sostituirle prossimamente con quelle della versione definitiva. Smile

:EDIT:

quando saranno definitivamente cancellate dal server... I see
avatar
lebrigant
Affezionato
Affezionato
Data d'iscrizione : 13.08.11
Numero di messaggi : 120
Località : Tivoli
Occupazione/Hobby : bruciafili/rompiscatole
Provincia (Città) : potrebbe andare meglio
Impianto : Sorgente: pc-tv-mp3
Amplificatore: Inverting gainclone auto-costruito. Diffusori: Indiana Line Tesi 560.

Finalmente.... l'ascolto!

il Sab 17 Dic 2011 - 18:25
L'assemblaggio.... Cool



il fissaggio dell'ampli alla piccola aletta... Laughing



finali ed alette montate, purtroppo il contenitore é una scatola cinese! Sad



il rele allo stadio solido per l'accenzione... study



il piccolo alimentatore per le funzioni accessorie...



tutti i componenti assemblati.... Orrified



i preamplificatori ed il selettore degli ingressi....



le protezioni per le casse acustiche...



vari particolari....



il meccanismo per l'accensione e la selezione dell'ingresso push and pull...



led stand-by



acceso... casse ancora scollegate.... ingresso 2 selezionato



acceso... casse collegate.... ingresso uno selezionato



durante l'ultimo test prima della chiusura definitiva.... finalmente....

Dribbling


che dire è stata una faticaccia, tutte le alimentazioni alternate sono schermate da delle garze, ed l'alimentazione 220 volt è protetta da una cannuccia in alluminio, la presa di alimentazione è dotata di interruttore e filtro di rete.... dopo alcuni inconvenienti (saranno segnalate le opportune modifiche degli schemi ho potuto dare fiato alle trombe.... che trombe, le casse oramai sono da buttare le sospenzioni pneumatiche cadono a pezzi ed un altoparlante provoca il surriscaldamento anomalo di un canale (però come fischia i coni quasi escono fuori), successivamente se necessario (ma le garze sembrano tenere bene) provvedero a fare due vaschette per separare le zone di preamplificazione e quella di alimentazione, comunque apparte un bassissimo ronzio che si sente soltanto avvicinando l'orecchio all'altoparlante (il preamplificatore non ha regolazione di volume che è sempre al max) il suono mi sembra abbastanza bilanciato su tutte le frequenze, ma quando ruoto la manopola del loudness (l'unica regolazione esterna) gli alti diventano brillanti ed i bassi molto profondi ma le medie frequenze risultano sempre ben udibili.... sono soddisfatto e se pur c'e' qualche pecca questo risultato è il massimo in assoluto che potevo fare con le mie conoscenze tecniche e pratiche.... grazie anche ai numerosi consigli trovati qui sul forum il piccoletto (peserà 7-8 kg) si comporta meglio della precedente versione seppur con minime modifiche allo schema originario. Ampiamente sovradimensionato l'ampli dovrà patire le pene dell'inferno perche dove andrà colllocato avrà poco spazio sopra e sotto... non più di 4 centimetri totali! Evil or Very Mad

:EDIT:

quando sarà finito definitivamente posterò una presentazione come si deve... Party



avatar
Biagio De Simone
Membro classe diamante
Membro classe diamante
Data d'iscrizione : 29.12.10
Numero di messaggi : 10260
Località : ............
Occupazione/Hobby : mi occupo di far avere piena consapevolezza ai B.M. delle loro reali possibilità.
Provincia (Città) : eccellente
Impianto : comprato al MEDIAWORLD, ma a me serve per ascoltare musica, non per guardarlo, peggio ancora mostrarlo.

Re: Inverting Gainclone T-Network .... da far storcere la bocca

il Sab 17 Dic 2011 - 18:43
accidenti, peserà 6 kg più del mio, unico alimentatore e due schedini con 3675 in un contnitore hifi 2000 Embarassed Clap Clap Clap Domanda, per gli angoli del conenitore, hai usato una troncatrice? Smile
avatar
lebrigant
Affezionato
Affezionato
Data d'iscrizione : 13.08.11
Numero di messaggi : 120
Località : Tivoli
Occupazione/Hobby : bruciafili/rompiscatole
Provincia (Città) : potrebbe andare meglio
Impianto : Sorgente: pc-tv-mp3
Amplificatore: Inverting gainclone auto-costruito. Diffusori: Indiana Line Tesi 560.

Re: Inverting Gainclone T-Network .... da far storcere la bocca

il Sab 17 Dic 2011 - 18:59
visto che sono riuscito a far entrare tutto in una scatola Laughing

tutto realizzato con una lima, per più di mezza realizzazione senza nenche la morza poi mi sono rotto e l'ho comprata Wink, ed una sega circolare da falegname con lama per alluminio (adattata)...
tagli fatti a occhio e si vede Hehe

grazie per i complimenti dopo un c..o così ci volevano proprio...

manca solo il frontale in legno laccato bianco (da fare) una mega manopola da 6cm di diametro (grazie papà) e il plexigas da mettere davanti i led... ancora un paio di giorni di lavoro, però dopo natale sennò la mia compagna mi caccia di casa Please

:EDIT: aspè per il peso me sa che ho esagerato però 6 kg li fa di sicuro... poi lo peso Laughing

avatar
Andrea Zani
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo
Data d'iscrizione : 21.05.10
Numero di messaggi : 1764
Località : Ponderano(Bi)
Occupazione/Hobby : /Parassita Circuitale
Impianto : non finirò mai
di lavorarci

Re: Inverting Gainclone T-Network .... da far storcere la bocca

il Mar 27 Dic 2011 - 14:00
grande......adoro le megamanopole Kiss Kiss
avatar
lebrigant
Affezionato
Affezionato
Data d'iscrizione : 13.08.11
Numero di messaggi : 120
Località : Tivoli
Occupazione/Hobby : bruciafili/rompiscatole
Provincia (Città) : potrebbe andare meglio
Impianto : Sorgente: pc-tv-mp3
Amplificatore: Inverting gainclone auto-costruito. Diffusori: Indiana Line Tesi 560.

Re: Inverting Gainclone T-Network .... da far storcere la bocca

il Gio 29 Dic 2011 - 14:57
@Andrea Zani ha scritto:grande......adoro le megamanopole Kiss Kiss
allora siamo già in due Wink

aggiornamento:

Acquistato due diffusori (ascoltando più la voce del portafogli che del cantante), nello specifico 2 indiana line tesi 560 (non sono male ma peccano molto sulle frequenze più alte, almeno per i miei gusti).

Dopo rodaggio di quest'ultime come dice sempre gigi, ho dato fuoco alle polveri con buona pace del vicinato... Hehe

Il mostriciattolo non si è comportato male, nel tugurio dove l'ho inserito (seguiranno foto) con TA di 15°c circa ha raggiunto una temperatura esterna del case di circa 25°c a volume sostenuto per più di 2 ore...
calcolando le temperature estive non rimpiango le generose dimensioni delle alette...

Come si sente? Non mi dispiace affatto... Dribbling
avatar
lebrigant
Affezionato
Affezionato
Data d'iscrizione : 13.08.11
Numero di messaggi : 120
Località : Tivoli
Occupazione/Hobby : bruciafili/rompiscatole
Provincia (Città) : potrebbe andare meglio
Impianto : Sorgente: pc-tv-mp3
Amplificatore: Inverting gainclone auto-costruito. Diffusori: Indiana Line Tesi 560.

Re: Inverting Gainclone T-Network .... da far storcere la bocca

il Mar 28 Feb 2012 - 21:11
Ultimo post per questo 3D, poi vedo se si riesce a dare una riordinata a tutto sto lavoro... mi sto godendo da alcuni mesi la mia creatura, collegandolo a delle Indiana line tesi 560, non sono il massimo, ma per le mie orecchie (e soprattutto per le mie tasche) sono più che sufficenti. Laughing

una vista dall'alto...



il piccoletto... si fa per dire l'ho messo sulla bilancia pesapersone la lancetta sfiorava i 13 kg Orrified

la manopola non è grande come avrei voluto però va benissimo....



lo so che le scritte con il pennarello non sono eleganti... tanto non si vedono Embarassed



Finalmente nella sua destinazione definitiva.... veramente poco areata, ma ho potuto verificare che la sua mole aiuta molto a dissipare il calore... Hehe



a luci spente...



penso che non serva aggiungere altro, solo.... ammazza come se sente! Laughing




Switters
Membro classe oro
Membro classe oro
Data d'iscrizione : 24.02.11
Numero di messaggi : 5072
Località : Milano
Provincia (Città) : Milano
Impianto : solo stereo, non HiFi...

Re: Inverting Gainclone T-Network .... da far storcere la bocca

il Mar 28 Feb 2012 - 23:25
Mi ero perso gli ultimi sviluppi! Bel lavoro, complimenti per il case autocostruito, se ne parlava giusto ieri in un altro thread Smile
avatar
Biagio De Simone
Membro classe diamante
Membro classe diamante
Data d'iscrizione : 29.12.10
Numero di messaggi : 10260
Località : ............
Occupazione/Hobby : mi occupo di far avere piena consapevolezza ai B.M. delle loro reali possibilità.
Provincia (Città) : eccellente
Impianto : comprato al MEDIAWORLD, ma a me serve per ascoltare musica, non per guardarlo, peggio ancora mostrarlo.

Re: Inverting Gainclone T-Network .... da far storcere la bocca

il Mer 29 Feb 2012 - 11:46
Bravo, ora di corsa a dare indicazioni sul 3D del case. Ancora complimenti. Smile
Vedere l'argomento precedenteTornare in altoVedere l'argomento seguente
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum