T-Forum, not just T-class. Since 2008, the affordable HiFi for you.
Benvenuto nel T-Forum!
Connettiti in modo da farti riconoscere come membro affezionato, oppure registrati così potrai partecipare attivamente alle discussioni.
Cerca
 
 

Risultati secondo:
 

 


Rechercher Ricerca avanzata

Ultimi argomenti
» nuove diva 262
Oggi a 20:55 Da Masterix

» Quale cavo ottico per il CD?
Oggi a 20:38 Da CHAOSFERE

» impianto entry -level
Oggi a 20:27 Da CHAOSFERE

» Lettore CD max 200 euro
Oggi a 20:16 Da dinamanu

» Giradischi - quesiti & consigli
Oggi a 19:21 Da beppe61

» Confronto tra Breeze full mod. vs Drok ta2024b pareri personali e riflessioni
Oggi a 19:18 Da rx78

» Amplificatore per chiudere il cerchio
Oggi a 19:14 Da Sistox

» Recupero vinile rovinato
Oggi a 18:52 Da dinamanu

» Monitor Audio Silver 1 vs B6W 686 s2
Oggi a 18:45 Da dinamanu

» TUTORIAL MODIFICHE TPA 3116 COMPLETO
Oggi a 18:32 Da Angel2000

» Player portatile
Oggi a 18:13 Da p.cristallini

» ALIENTEK D8 vs FX AUDIO 802C
Oggi a 18:03 Da Angel2000

» Fonometro Professionale
Oggi a 16:01 Da Docarlo

» Suono un pò duro.....
Oggi a 15:53 Da gigetto

» Stamattina... Oggi pomeriggio... Stasera... Stanotte... (parte 14)
Oggi a 15:17 Da CHAOSFERE

» Acquisto Amplificatore Integrato + Diffusori. Help me !
Oggi a 9:43 Da natale55

» RI-dividere tracce da unico file
Oggi a 9:16 Da lello64

» CAIMAN SEG
Oggi a 9:14 Da Masterix

» Chromecast audio e spotify.
Oggi a 8:04 Da sportyerre

» Rotel RA 1570 con dac incorporato.
Oggi a 6:40 Da micio_mao

» alimentatore autocostruito per alta fedeltà da 7/10 A
Oggi a 0:01 Da dinamanu

» Canale che gracchia e sparisce su Musical Fidelity A1
Ieri a 23:45 Da dinamanu

» JRiver 22
Ieri a 21:26 Da Nadir81

» Amplificatore per Scythe SCBKS-1100 Kro Craft Speaker Rev. B, quale migliore?
Ieri a 21:26 Da Angel2000

» quale alimentatore già pronto all'uso per un TPA 3116?
Ieri a 21:06 Da Angel2000

» Player hi fi
Ieri a 20:34 Da Tasso

» (SR+SS) Kit pcb Pass Aleph 3 + componenti
Ieri a 19:48 Da tix88

» VENDO Kit preamplificatore Sbilanciato->Bilanciato per Anaview/hypex/icepower ecc
Ieri a 14:23 Da MrTheCarbon

» Daphile - Audiophile Music Server & Player OS
Ieri a 12:12 Da luigigi

» Vintage VS nuovo ma new entry...
Ieri a 10:58 Da emmeci

» Consiglio amplificatore buon rapporto qualità/prezzo
Ieri a 10:15 Da dinamanu

» Verdi - consigli per gli acquisti
Ieri a 10:10 Da luigigi

» Pioneer PL12 in pensione.....o forse no?
Ieri a 9:52 Da Motogiullare

» Little Dot MKII e Little Dot I+ appena arrivati...inizia il test-confronto con le AKG K550.
Ieri a 0:48 Da YAPO

» Messaggio per Valterneri NAD90
Mer 30 Nov 2016 - 22:28 Da beppe61

» Berlioz "symphonie fantastique
Mer 30 Nov 2016 - 21:56 Da Milanraf

» Alternativa a Volumio: Moode Audio!
Mer 30 Nov 2016 - 20:11 Da eddy1963

» Cd conviene ripararlo o....
Mer 30 Nov 2016 - 16:55 Da gigetto

» aiuto! amplificatore DENON PMA520AE e diffusori AIWA sxANS70
Mer 30 Nov 2016 - 16:52 Da giucam61

» Amplificatore morto e giradischi con presa differente
Mer 30 Nov 2016 - 16:01 Da giucam61

» Vendo Tweeter Ciare HT200 [40 euro spediti
Mer 30 Nov 2016 - 14:00 Da MrTheCarbon

» Cross-over digitale senza DAC...
Mer 30 Nov 2016 - 13:44 Da dinamanu

» Cuffie per DAC PRO-JECT HEAD BOX S USB
Mer 30 Nov 2016 - 10:12 Da sportyerre

» Cuffie bestbuy 150€ no amplificatore
Mer 30 Nov 2016 - 9:35 Da lello64

» se cambio valvole miglioro?
Mer 30 Nov 2016 - 8:59 Da dinamanu

» Scelta giradischi
Mar 29 Nov 2016 - 23:54 Da dinamanu

» Una storia di cavi
Mar 29 Nov 2016 - 22:39 Da potowatax

» Quale ampli per le mie Dynaudio M20
Mar 29 Nov 2016 - 18:41 Da giucam61

» Sto pensando all'impianto home e l'idea sarebbe...
Mar 29 Nov 2016 - 18:25 Da giucam61

» Pi-Speakers One più stands Norstone Stylum2 (200 euro + SS)
Mar 29 Nov 2016 - 14:51 Da MrTheCarbon

Sondaggio

Interessati alla guida per la costruzione di un server audio?

76% 76% [ 148 ]
24% 24% [ 47 ]

Totale dei voti : 195

Migliori postatori
Stentor (20392)
 
DACCLOR65 (19629)
 
schwantz34 (15476)
 
Silver Black (15370)
 
nd1967 (12784)
 
flovato (12509)
 
Biagio De Simone (10213)
 
piero7 (9854)
 
wasky (9229)
 
fritznet (8457)
 

Statistiche
Abbiamo 10359 membri registrati
L'ultimo utente registrato è bepsi

I nostri membri hanno inviato un totale di 768744 messaggi in 50030 argomenti
Chi è in linea
In totale ci sono 86 utenti in linea :: 9 Registrati, 1 Nascosto e 76 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

checus, dinamanu, emmeci, giucam61, jojo, lello64, Masterix, stail, ucciopino

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo degli utenti in linea è stato 4379 il Lun 25 Mag 2015 - 15:01
Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 


Bookmarking sociale

Bookmarking sociale Digg  Bookmarking sociale Delicious  Bookmarking sociale Reddit  Bookmarking sociale Stumbleupon  Bookmarking sociale Slashdot  Bookmarking sociale Furl  Bookmarking sociale Yahoo  Bookmarking sociale Google  Bookmarking sociale Blinklist  Bookmarking sociale Blogmarks  Bookmarking sociale Technorati  




Conserva e condividi l'indirizzo di T-Forum, not just T-class. Since 2008, the affordable HiFi for you. sul tuo sito sociale bookmarking

Inverting Gainclone T-Network .... da far storcere la bocca

Pagina 2 di 4 Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Inverting Gainclone T-Network .... da far storcere la bocca

Messaggio  lebrigant il Mar 30 Ago 2011 - 12:35

Scusate per le dimensioni, altrimenti non si sarebbero letti i valori dei componenti...

Mi rimetto al giudizio di chiunque sia in grado di giudicare...

Grazie per i complimenti (...pensare che il titolo non a caso l'ho messo perché pensavo fosse una ciofeca) Oki

Ps:
- mad sono tutti bistabili... Wink
- l'scr l'ho messo perchè da qualche parte ho letto che crea meno interferenze del triac perche sempre in fase con la sinusoide dell'alternata (chissà se è vero) Mmm

Un ultima considerazione, calcolando che il finale non posso togliere componenti più di così (è all'osso),
in campo audio credo si possa lavorare sul pre... non so se gli operazionali sono buoni, ma il negoziante dove l'ho acquistati mi ha detto che vanno abbastanza bene (sempre meglio dei tl-072 che volevo utilizzare all'inizio).
O magari voi che avete l'occhio clinico possiate cogliere qualche errore di "gioventù" visto che in campo audio non sono proprio a mio agio....

Quando finisco con gli stampati posto immagini dei master, ma non so come fare, visto che il programma non produce file fotografici Sad

Questo un file di prova dei vecchi stampati, che sto ancora utilizzando per le prove, e che forse rimmanno momentaneamente definitivi Laughing Laughing



potrei postare l'immagine del singolo stampato e con i riferimenti delle dimensioni, cosa ne pensate?




lebrigant
Affezionato
Affezionato

Data d'iscrizione : 13.08.11
Numero di messaggi : 120
Località : Tivoli
Occupazione/Hobby : bruciafili/rompiscatole
Provincia (Città) : potrebbe andare meglio
Impianto : Sorgente: pc-tv-mp3
Amplificatore: Inverting gainclone auto-costruito. Diffusori: Indiana Line Tesi 560.

Tornare in alto Andare in basso

Re: Inverting Gainclone T-Network .... da far storcere la bocca

Messaggio  winser il Mer 31 Ago 2011 - 13:02

sto realizzando anche io un inverting gainclone.... per i finali, da consigli raccolti da vari autocostruttori, ho inserito un trimmer multigiri 10k invece della resistenza che hai previsto tra l' ingresso + ed AGND dell' LM3886 in modo da regolare l' offset in uscita (pin3 LM3886). Per fare cio' devi mettere a 0V l' ingresso del canale e con un multimetro digitale regolare il trimmer 10K fino ad annullare completamente (nei limiti del possibile) la tensione continua sul pin3 dell' LM3886. Inoltre mi è stato suggerito di collegare un condensatore da 220 picoFarad tra l' ingresso negativo (pin9) e l' ingresso positivo (pin10) dell' LM3886 in modo da evitare autoscillazioni dell' LM3886

winser
Interessato
Interessato

Data d'iscrizione : 14.10.08
Numero di messaggi : 23
Località : Verona
Occupazione/Hobby : chitarra fingerpicking - elettronica in generale
Impianto : in costruzione....

Tornare in alto Andare in basso

Re: Inverting Gainclone T-Network .... da far storcere la bocca

Messaggio  lebrigant il Mer 31 Ago 2011 - 15:38

Questa del multigiri mi mancava, il condensatore avevo letto anche io in giro ma lo devo ancora provare (non ne ho di quel valore)...
Però così si rivoluziona un pò l'idea di un circuito ridotto all'osso, pensa avevo tolto anche il condensatore da 4,7 uF in serie all'ingresso invertente!

Se la cosa può interessarti, nello specifico con resistenze che hanno un valore reale poco sotto i 10k (ma tutte dissimili solo di qualche ohm) in uscita ho un offset di 7 mVolt, però è una buona idea per quando ridisegno gli stampati posso inserirlo, sarà a discrezione di chi lo vuol realizzare se utilizzarlo o meno....

Ora che ci penso, il circuito da te utilizzato ha lo stesso numero di componenti? e la retroazione da quanti kohm é?
Curiosità personale... sai dopo aver vagato per mesi in rete analizzando le varie filosofie...

lebrigant
Affezionato
Affezionato

Data d'iscrizione : 13.08.11
Numero di messaggi : 120
Località : Tivoli
Occupazione/Hobby : bruciafili/rompiscatole
Provincia (Città) : potrebbe andare meglio
Impianto : Sorgente: pc-tv-mp3
Amplificatore: Inverting gainclone auto-costruito. Diffusori: Indiana Line Tesi 560.

Tornare in alto Andare in basso

Re: Inverting Gainclone T-Network .... da far storcere la bocca

Messaggio  winser il Mer 7 Set 2011 - 12:47

all' ingresso ho previsto la possibilita' di selezionare (tramite ponticello) tre R di valore 10k - 22k - 47k in modo da variare il guadagno. Come resistenze di reazione ho previsto una configurazione a T con due R da 10k con una da 100 ohm verso massa: A tale riguardo ti rimando al sito Decibel Dungeon - gainclone Tnetwork IGC dove spiega i pro ed i contro della controreazione configurata a T. Puoi inoltre scaricare un file xls per il calcolo delle resistenze e relativo guadagno in configurazione T

winser
Interessato
Interessato

Data d'iscrizione : 14.10.08
Numero di messaggi : 23
Località : Verona
Occupazione/Hobby : chitarra fingerpicking - elettronica in generale
Impianto : in costruzione....

Tornare in alto Andare in basso

Re: Inverting Gainclone T-Network .... da far storcere la bocca

Messaggio  lebrigant il Mer 7 Set 2011 - 20:15

@winser ha scritto:all' ingresso ho previsto la possibilita' di selezionare (tramite ponticello) tre R di valore 10k - 22k - 47k in modo da variare il guadagno. Come resistenze di reazione ho previsto una configurazione a T con due R da 10k con una da 100 ohm verso massa: A tale riguardo ti rimando al sito Decibel Dungeon - gainclone Tnetwork IGC dove spiega i pro ed i contro della controreazione configurata a T. Puoi inoltre scaricare un file xls per il calcolo delle resistenze e relativo guadagno in configurazione T

Per quanto riguarda il guadagno non forzerei la mano, poi io ho già il pre che fa il lavoro sporco, ma questa configurazione a t cosa aggiunge?

Comunque per un fatto di esperienza sono per la semplificazione estrema...

lebrigant
Affezionato
Affezionato

Data d'iscrizione : 13.08.11
Numero di messaggi : 120
Località : Tivoli
Occupazione/Hobby : bruciafili/rompiscatole
Provincia (Città) : potrebbe andare meglio
Impianto : Sorgente: pc-tv-mp3
Amplificatore: Inverting gainclone auto-costruito. Diffusori: Indiana Line Tesi 560.

Tornare in alto Andare in basso

Re: Inverting Gainclone T-Network .... da far storcere la bocca

Messaggio  madqwerty il Gio 8 Set 2011 - 23:19

@winser ha scritto:gainclone Tnetwork IGC dove spiega i pro ed i contro della controreazione configurata a T.
il Gainclone in classe T, spettacolo!!! Laughing

me l'ero persa questa Smile

Why?
Why use a T-network feedback instead of the single resistor? One advantage with the Inverted Gainclone is that it allows you to increase the input impedance. This could negate the requirement of a buffer between source and amp.
The second reason is that it is said to sound better. I am not totally convinced that it sounds better yet. More detailed, certainly but that doesn't necessarily mean better! But don't take my word for it. We are only talking about a handful of resistors here so do try this for yourself (and let me know what you think!
http://www.decdun.me.uk/gainclone7.html

madqwerty
Moderatore
Moderatore

Data d'iscrizione : 11.12.08
Numero di messaggi : 6279
Località : Chivasso (TO)
Occupazione/Hobby : IT
Impianto : Powered by T-Forum :-)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Inverting Gainclone T-Network .... da far storcere la bocca

Messaggio  lebrigant il Sab 10 Set 2011 - 8:25

Cavolo, con l'inglese sto a zero... devo ancora leggerlo... Sad

lebrigant
Affezionato
Affezionato

Data d'iscrizione : 13.08.11
Numero di messaggi : 120
Località : Tivoli
Occupazione/Hobby : bruciafili/rompiscatole
Provincia (Città) : potrebbe andare meglio
Impianto : Sorgente: pc-tv-mp3
Amplificatore: Inverting gainclone auto-costruito. Diffusori: Indiana Line Tesi 560.

Tornare in alto Andare in basso

Re: Inverting Gainclone T-Network .... da far storcere la bocca

Messaggio  lebrigant il Dom 11 Set 2011 - 22:15

DAL SITO DECIBEL DUNGEON... TRADOTTO CON GOOGLE Embarassed


Introduzione.


Niente al mondo della tecnologia si trova ancora qualcosa di molto lungo e anche semplice come il Gainclone si sviluppa ad un ritmo incredibile!
Abbiamo progredito dal circuito molto basilare e semplice invertita, attraverso variazioni tamponata, ha aggiunto reti Zobel, alimentatori regolata e ora abbiamo la rete T-feedback.
Fortunatamente, questa volta, la modifica ad una Conferenza intergovernativa di base è abbastanza facilmente ottenibile e con poca spesa. Si tratta di sostituire il singolo resistore di feedback (o due se li parallele come se avessi nelle mie prime due GC) con una rete di tre resistenze. Da qui il nome! La parte T del nome deriva dal circuito della T-rete in cui vengono utilizzati due resistenze in serie tra l'uscita e l'ingresso del finale di chip, e un altro va dal bivio di queste due resistenze a massa.

Valori di resistenza


Si può vedere nello schema elettrico sopra che ho usato i seguenti valori di resistenza (con il chip LM3875):
Ingresso - 22K
Uscita e ingresso invertente - 10K e 10K (in serie)
Giunzione delle resistenze di feedback serie a massa - 100R
Il valore della resistenza di terra non invertente a massa del segnale varia a seconda del chip che si utilizza e che variano anche tra i chip della stessa marca e modello!
Il modo migliore per determinare il valore della resistenza da non invertente (NI) alla massa del segnale di ingresso è di iniziare con un piatto di 10K trim. Utilizzare un tipo più volta come questo renderà molto più facile regolazione fine!
Regolare il potenziometro in modo che sia circa 10K e poi saldare tra NI e la massa del segnale. Accendere il canale e misurare l'offset DC attraverso i terminali degli altoparlanti.
Regolare il TRIMPOT e rimisurare l'offset.
Continuare così fino ad arrivare vicino a 0 mV offset.
Misurare la resistenza attraverso il potenziometro e trovare una resistenza più vicino in termini di valore, come si può.
Saldare la resistenza al suo posto e ricontrollare l'offset.
Si può essere sfortunati per trovare che non si può raggiungere 0 mV compensare anche con il potenziometro regolare fino in fondo (0R). Se questo è il caso di avere un paio di opzioni. In primo luogo, si potrebbe accettare il minimo offset DC che si possono ottenere. Nulla sotto i 100 mV è abbastanza sicuro. In secondo luogo, si potrebbe provare un chip diverso.
Perché usare questi valori?

I valori che ho usato nel precedente esempio state suggerite da Joe Rasmussen dopo un sacco di calcoli e sono stati scelti perché dovrebbe funzionare con la maggior parte del cuscinetto chip in mente i loro parametri leggermente diversi. È possibile utilizzare altri valori se vuoi, ma dovresti farlo solo se si è certi che si sa come risolvere il guadagno utilizzando i valori che si sceglie.

FAQ


Perché?

Perché usare un T-rete di feedback al posto del singolo resistore? Un vantaggio con il Gainclone invertito è che permette di aumentare la impedenza di ingresso. Questo potrebbe negare l'esigenza di un buffer tra la sorgente e amplificatore.
La seconda ragione è che si dice che il suono migliore. Io non sono del tutto convinto che suona ancora meglio. Più dettagliato, ma che certamente non significa necessariamente migliore! Ma non prendete la mia parola. Stiamo solo parlando di una manciata di resistenze qui così fanno provare questo per te stesso (e fatemi sapere cosa si pensa!
Posso usare il T-rete con il NIGC?

Sì, è possibile! Il vantaggio di aumentare l'impedenza di ingresso non è un problema con il NIGC 'standard' però. E, naturalmente, sarà necessario collegare il T-rete tra l'uscita e ingresso invertente con resistenza di 'variabile' tra ingresso invertente e massa del segnale.
Che importa che tipo di resistenze che uso?

Questo dipende da quanto si pensa che il tipo di resistenza influisce sulla qualità del suono! Mi piace usare pellicole di carbonio e li hanno utilizzati per l'ingresso e le posizioni feedback. Ho usato i film in metallo per le resistenze di messa a terra. Tra l'altro - ho misurato il carbonio 5% fi, resistenze m per ottenere corrispondenze esatte per ogni canale. Posso provare qualcosa di diverso, come Welwyn RC55 è in un momento successivo.
Ha importanza che ciò richiede un percorso di segnale più a lungo?

Direi che se si mantiene il resistenze saldati direttamente al pin del chip, allora probabilmente no. Mi è stato detto che ci sia quasi un pollice (25 mm) dei perni all'interno del corpo di chip in modo da non sottoscrivere l'idea che qualche millimetro più o meno rende molto (se presente) differenza.
Il T-rete influenzano il funzionamento del GC in qualsiasi altro modo?

Non per quanto posso dire. Certo, nelle mie due esperimenti che non ha influenzato la temperatura che il chip lavorato.
Se avete altre domande si prega di utilizzare il modulo di contatto per chiedere a me!


Beh messa così non è male, ma non specifica quanto sia il guadagno effettivo... Mmm

Una cosa molto importante da quello che ho potuto capire io è la lunghezza dei collegamenti... e comunque il trimmer sul pin non invertente è da utilizzare per questa configurazione specifica...

proverò con il io GC lasciando un canale "normale" per vedere se ci sono differenze sostanziali almeno per la qualità sonora, almeno per quanto mi riguarda l'impedenza di entrata (che comunque mi aveva un po preoccupato) non è stato un problema per il pre-amplificatore...

GRAZIE WINSER PER LE "DRITTE"

Non so se lo hai fatto ma dai un occhiata anche alla sezione alimentatori... quasi 30.000 micro farad per ramo per ogni amplificatore per un totale di quasi un farad! Shocked


lebrigant
Affezionato
Affezionato

Data d'iscrizione : 13.08.11
Numero di messaggi : 120
Località : Tivoli
Occupazione/Hobby : bruciafili/rompiscatole
Provincia (Città) : potrebbe andare meglio
Impianto : Sorgente: pc-tv-mp3
Amplificatore: Inverting gainclone auto-costruito. Diffusori: Indiana Line Tesi 560.

Tornare in alto Andare in basso

Re: Inverting Gainclone T-Network .... da far storcere la bocca

Messaggio  lebrigant il Gio 27 Ott 2011 - 10:03

Aggiornamento, questi il progetto definitivo, oggi con il mio nuovo bromografo passerò alla realizzazione Cool ...

L'alimentatorino...


Lo stampato



Protezioni





Per la ventola





Relè statico





Selettore Ingressi





Preamplificatore



Ch L



Ch R



Per finire l'amplificatore (mono)





In più aggiungo uno zip contenente i File Jpeg degli stampati (lato componenti), le immagini possono essere stampate con
le giuste dimensioni utilizzando un programma di elaborazione immagine (es. Photoshop).

Sad ma come faccio ad hostare uno zip?




lebrigant
Affezionato
Affezionato

Data d'iscrizione : 13.08.11
Numero di messaggi : 120
Località : Tivoli
Occupazione/Hobby : bruciafili/rompiscatole
Provincia (Città) : potrebbe andare meglio
Impianto : Sorgente: pc-tv-mp3
Amplificatore: Inverting gainclone auto-costruito. Diffusori: Indiana Line Tesi 560.

Tornare in alto Andare in basso

Re: Inverting Gainclone T-Network .... da far storcere la bocca

Messaggio  Biagio De Simone il Gio 27 Ott 2011 - 10:52

Complimenti per l'ottimo lavoro, anche se poi sarà interessante vedere come monterai tutto sto ben di dio. Mi sembrano un po troppe schede, aspetto con ansia i risultati. Smile

Biagio De Simone
Membro classe diamante
Membro classe diamante

Data d'iscrizione : 29.12.10
Numero di messaggi : 10213
Località : ............
Occupazione/Hobby : mi occupo di far avere piena consapevolezza ai B.M. delle loro reali possibilità.
Provincia (Città) : eccellente
Impianto : comprato al MEDIAWORLD, ma a me serve per ascoltare musica, non per guardarlo, peggio ancora mostrarlo.

Tornare in alto Andare in basso

Re: Inverting Gainclone T-Network .... da far storcere la bocca

Messaggio  lebrigant il Ven 28 Ott 2011 - 6:39

De simone Biagio ha scritto:Complimenti per l'ottimo lavoro, anche se poi sarà interessante vedere come monterai tutto sto ben di dio. Mi sembrano un po troppe schede, aspetto con ansia i risultati. Smile

Sad Hai perfettamente ragione... ho fatto una bozza di come sistemare le schede ma non so proprio immaginare cosa ne uscirà fuori, la mia compagna mi ha dato l'ultimatum Cool quindi il margine di errore è pari a zero Shocked



Sicuramente so come si sentirà.... UNA FAVOLA! Laughing Laughing

PS ancora non ho trovato un sistema per postare il link con i master.... tutta sta fatica e sentirne suonare solo uno è un pò uno spreco... Wink

lebrigant
Affezionato
Affezionato

Data d'iscrizione : 13.08.11
Numero di messaggi : 120
Località : Tivoli
Occupazione/Hobby : bruciafili/rompiscatole
Provincia (Città) : potrebbe andare meglio
Impianto : Sorgente: pc-tv-mp3
Amplificatore: Inverting gainclone auto-costruito. Diffusori: Indiana Line Tesi 560.

Tornare in alto Andare in basso

Re: Inverting Gainclone T-Network .... da far storcere la bocca

Messaggio  Biagio De Simone il Ven 28 Ott 2011 - 12:04

Sei sicuro di voler montare una ventola? due belle alette no!. sarebbe molto bello se tu riuscissi ad avere le schede dei due canali perfettamente simmetriche. Smile

Biagio De Simone
Membro classe diamante
Membro classe diamante

Data d'iscrizione : 29.12.10
Numero di messaggi : 10213
Località : ............
Occupazione/Hobby : mi occupo di far avere piena consapevolezza ai B.M. delle loro reali possibilità.
Provincia (Città) : eccellente
Impianto : comprato al MEDIAWORLD, ma a me serve per ascoltare musica, non per guardarlo, peggio ancora mostrarlo.

Tornare in alto Andare in basso

Re: Inverting Gainclone T-Network .... da far storcere la bocca

Messaggio  lebrigant il Ven 28 Ott 2011 - 12:36

Biagio, c'ho pensato, ed incasina non poco la presenza della ventola, ma ho spazi ristretti (và nello scomparto sotto tv del mobile della sala), mi servirebbero larghe e con i profili molto lunghi per avere la superfice sufficiente... Ma non sono riuscito a trovarle (mai acquistato su internet). Il tutto ha la stessa altezza dei trasformatori. Ho pensato che la ventilazione posteriore forzata possa aiutare un pò tutto a dissipare calore. Per ora non mi viene un'alternativa al problema. Il case sarà auto costruito... Vedo cosa riesco ad inventare. Ho fatto dei test e i circuiti non sembrano penalizzati dal funzionamento dell'scr. Ti terrò informato.

lebrigant
Affezionato
Affezionato

Data d'iscrizione : 13.08.11
Numero di messaggi : 120
Località : Tivoli
Occupazione/Hobby : bruciafili/rompiscatole
Provincia (Città) : potrebbe andare meglio
Impianto : Sorgente: pc-tv-mp3
Amplificatore: Inverting gainclone auto-costruito. Diffusori: Indiana Line Tesi 560.

Tornare in alto Andare in basso

Re: Inverting Gainclone T-Network .... da far storcere la bocca

Messaggio  Biagio De Simone il Ven 28 Ott 2011 - 12:45

@lebrigant ha scritto:Biagio, c'ho pensato, ed incasina non poco la presenza della ventola, ma ho spazi ristretti (và nello scomparto sotto tv del mobile della sala), mi servirebbero larghe e con i profili molto lunghi per avere la superfice sufficiente... Ma non sono riuscito a trovarle (mai acquistato su internet). Il tutto ha la stessa altezza dei trasformatori. Ho pensato che la ventilazione posteriore forzata possa aiutare un pò tutto a dissipare calore. Per ora non mi viene un'alternativa al problema. Il case sarà auto costruito... Vedo cosa riesco ad inventare. Ho fatto dei test e i circuiti non sembrano penalizzati dal funzionamento dell'scr. Ti terrò informato.
se ti può aiutare, il mio gain clone è montato in un piccolo case di hifi 2000 con le non certo grandi alette di serie, e di sicuro non scalda molto; certo c' è da dire che nel mio oltre a' alimentatore lineare con toroidale e le due basette dei finali non c' è altro. come alette potresti anche usare quelle di provenienza pc che credo possano andar bene. Smile

Biagio De Simone
Membro classe diamante
Membro classe diamante

Data d'iscrizione : 29.12.10
Numero di messaggi : 10213
Località : ............
Occupazione/Hobby : mi occupo di far avere piena consapevolezza ai B.M. delle loro reali possibilità.
Provincia (Città) : eccellente
Impianto : comprato al MEDIAWORLD, ma a me serve per ascoltare musica, non per guardarlo, peggio ancora mostrarlo.

Tornare in alto Andare in basso

Re: Inverting Gainclone T-Network .... da far storcere la bocca

Messaggio  lebrigant il Ven 28 Ott 2011 - 19:03

De simone Biagio ha scritto:se ti può aiutare.... certo c' è da dire che nel mio oltre l ' alimentatore lineare con toroidale.... come alette potresti anche usare quelle di provenienza pc....
aiutare?! certamente! sono informazioni molto utili, le alette utilizzate sono di 2 pentium II, ho anche qualche cosa di più grande. L' unica e testare su stada, sarò costretto a fare un case momentaneo in legno grezzo senza rivestimenti metallici, per semplificare il lavoro , tanto già nei primi test non ha dato segni di soffrire per le interferenze esterne... Poi avrò un quadro più preciso della situazione... Il contenitore da te utilizzato lo visionerò per regolarmi per le alette... Su per giù (una cosa casareccia) quanti gradi credi arrivino le alette del tuo gain? magari sono io che sono esagerato (mazza però quanto scaldano i trasformatori!). Grazie ancora per i consigli e le utili osservazioni, tante volte uno non pensa ci siano soluzioni più semplici...

lebrigant
Affezionato
Affezionato

Data d'iscrizione : 13.08.11
Numero di messaggi : 120
Località : Tivoli
Occupazione/Hobby : bruciafili/rompiscatole
Provincia (Città) : potrebbe andare meglio
Impianto : Sorgente: pc-tv-mp3
Amplificatore: Inverting gainclone auto-costruito. Diffusori: Indiana Line Tesi 560.

Tornare in alto Andare in basso

Re: Inverting Gainclone T-Network .... da far storcere la bocca

Messaggio  Biagio De Simone il Ven 28 Ott 2011 - 19:14

Guarda, quanti gradi non saprei dire,diciamo che il contenitore scalda, ma non al punto di sollevare la mano, le alette nel mio caso sono quelle del case HIFI 2000 abbastanza piccolo ma probabilmente il tutto aiuta nella dissipazione. Smile

Biagio De Simone
Membro classe diamante
Membro classe diamante

Data d'iscrizione : 29.12.10
Numero di messaggi : 10213
Località : ............
Occupazione/Hobby : mi occupo di far avere piena consapevolezza ai B.M. delle loro reali possibilità.
Provincia (Città) : eccellente
Impianto : comprato al MEDIAWORLD, ma a me serve per ascoltare musica, non per guardarlo, peggio ancora mostrarlo.

Tornare in alto Andare in basso

Re: Inverting Gainclone T-Network .... da far storcere la bocca

Messaggio  lebrigant il Ven 4 Nov 2011 - 6:31

Poi posto un paio di foto delle alette in mio possesso credo che un paio di esemplari dovrebbero andar bene... (ho dato un'occhita al sito hifi 2000 ma hanno molti prodotti, ricordi il la sigla del modello? o le dimensioni? scusa per la scocciatura) nel frattempo ecco qui le prime foto del mio "piccolo".

primo master (stampato cm 16 x 23)



essendo molto grande sui bordi ho avuto qualche problema...



questo l'altro stampato... la parte tagliata l'ho usata per fare dei test preventivi



anche su questa qualche problema...



esposizione circa 5min 40 sec...
sviluppo 3 minuti, ma sulla confezione era indicato circa 1\2 minuto Mmm

questi i lucidi per la foratura.... quanti buchi... uff





...e questi i master, 2 copie sovrapposte su carta traslucida, i "pettini" sono per per verificare l'esattezza delle dimensioni di stampa...





oggi provvederò al taglio ed alla foratura, solo in secondo tempo penserò alla rimozione dello strato senzibile sviluppato (da effettuare con diluente nitro così come indicato sul flacone del prodotto)...

Posso ritenermi soddisfatto per il risultato, il mio "scanner" ha lavorato bene, come prima esperienza pensavo peggio Oki



lebrigant
Affezionato
Affezionato

Data d'iscrizione : 13.08.11
Numero di messaggi : 120
Località : Tivoli
Occupazione/Hobby : bruciafili/rompiscatole
Provincia (Città) : potrebbe andare meglio
Impianto : Sorgente: pc-tv-mp3
Amplificatore: Inverting gainclone auto-costruito. Diffusori: Indiana Line Tesi 560.

Tornare in alto Andare in basso

Re: Inverting Gainclone T-Network .... da far storcere la bocca

Messaggio  madqwerty il Sab 5 Nov 2011 - 20:57

sempre un lavorone, ri-complimenti! Clap Clap Clap Clap Clap

mi chiedevo una cosa, visti bene i dissipatori... hai ancora intenzione di raffreddarli a ventole?
ho l'impressione che, per utilizzi domestici, siano adeguati già così..
(il mio GC alimentato +/-30 Vcc ha dissipatori simili, forse anche meno, e non ha mai dato problemi di calura, anche con diffusori a 4 ohm..)
Hello

madqwerty
Moderatore
Moderatore

Data d'iscrizione : 11.12.08
Numero di messaggi : 6279
Località : Chivasso (TO)
Occupazione/Hobby : IT
Impianto : Powered by T-Forum :-)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Inverting Gainclone T-Network .... da far storcere la bocca

Messaggio  Biagio De Simone il Sab 5 Nov 2011 - 23:59

Ciao, dovrebbe essere questo, al momento è a casa di un amico. Smile



Euro 45,00

+ IVA 21%

Optionals, ricambi e lavorazioni

Disponibilità:

Modello: Galaxy Maggiorato GX288 230 x 280 mm
con frontale in alluminio 10mm e coperchi 2mm
Descrizione:
1x frontale in alluminio 10mm ossidato argento;
1x retro in alluminio 3mm ossidato nero;
2x fianchi in profilato di alluminio di 10mm ossidato nero,
2x coperchi in alluminio spessore 2mm spazzolati ed ossidati nero.
Dimensioni:
Larghezza: corpo 230mm, utile interna 210 mm
Altezza utile interna: 80mm
Profondità: 280mm
Peso: 2,0 KG.

Biagio De Simone
Membro classe diamante
Membro classe diamante

Data d'iscrizione : 29.12.10
Numero di messaggi : 10213
Località : ............
Occupazione/Hobby : mi occupo di far avere piena consapevolezza ai B.M. delle loro reali possibilità.
Provincia (Città) : eccellente
Impianto : comprato al MEDIAWORLD, ma a me serve per ascoltare musica, non per guardarlo, peggio ancora mostrarlo.

Tornare in alto Andare in basso

Re: Inverting Gainclone T-Network .... da far storcere la bocca

Messaggio  lebrigant il Dom 6 Nov 2011 - 21:39

madquerty: grazie per i complimenti che fanno sempre piacere...
Per il discorso delle alette utilizzando i dati su delle application note per lm3886 ho potuto calcolare i watt effettivi che dovranno dissipare le alette, 26watt calcolando un case abbastanza caldo per via dei trasformatori a pacco lamellare. Ora se non ho sbagliato i calcoli collegando il finale direttamente all'aletta servono dissipatori da circa 3.5 c*\W sicuramente quelli da me utilizzati sono più piccoli cercando a casa ho repetito un paio di alette che fanno al caso mio. Domani stesso faccio una prova e per stare tranquillo dovrebbero rimanere pressoche tiepide utilizzando il tutto all'aperto.
Biagio: grazie per l'ulteriore informazione e scusa ancora per la scocciatura.
Appena avrò fatto questa prova vi faccio sapere.
Durante il test avendo solo altoparlanti da 8 ne metterò 2 in parallelo, anche se non è la stessa cosa sicuramente caricherò un po di più i finali.

lebrigant
Affezionato
Affezionato

Data d'iscrizione : 13.08.11
Numero di messaggi : 120
Località : Tivoli
Occupazione/Hobby : bruciafili/rompiscatole
Provincia (Città) : potrebbe andare meglio
Impianto : Sorgente: pc-tv-mp3
Amplificatore: Inverting gainclone auto-costruito. Diffusori: Indiana Line Tesi 560.

Tornare in alto Andare in basso

Re: Inverting Gainclone T-Network .... da far storcere la bocca

Messaggio  lebrigant il Mar 8 Nov 2011 - 15:10

primi test alette (seguiranno immagini)... Con alette ridimensionate da il sottoscritto (non ho dati specifici) con peso di 1kg e 1,6kg per metro ho raggiunto temperature del contenitore plastico di 45* ponendo sopra l'aletta un foglio di carta per peggiorare lo scambio termico... Le ho accantonate ora stò provando con un aletta da 3,5 kg per metro con misure di mm (LxHxP) 140x 45x60... Dovrebbe bastare anche con dimensioni inferiori ma forse ho rimediato 2 toroidali da 20+20 125VA quindi avrei 68w su 4 hom...

lebrigant
Affezionato
Affezionato

Data d'iscrizione : 13.08.11
Numero di messaggi : 120
Località : Tivoli
Occupazione/Hobby : bruciafili/rompiscatole
Provincia (Città) : potrebbe andare meglio
Impianto : Sorgente: pc-tv-mp3
Amplificatore: Inverting gainclone auto-costruito. Diffusori: Indiana Line Tesi 560.

Tornare in alto Andare in basso

Re: Inverting Gainclone T-Network .... da far storcere la bocca

Messaggio  robertor il Mar 8 Nov 2011 - 15:21

secondo me ti bastano i dissipatori da computer con 20v+20v.

robertor
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 17.06.08
Numero di messaggi : 4049
Località : Budapest
Provincia (Città) : quasi sempre grigio
Impianto :
Spoiler:
InDiscreto Phono
Shure M75
Buffer B1


http://www.anitavillaetyek.hu

Tornare in alto Andare in basso

Re: Inverting Gainclone T-Network .... da far storcere la bocca

Messaggio  lebrigant il Mer 9 Nov 2011 - 1:20

@robertor ha scritto:secondo me ti bastano i dissipatori da computer con 20v+20v.

Ho provato quelli di un pentium III, ma diventano roventi, credo che questo tipo di dissipatori siano studiati per funzionare con ventole che forzano il passaggio dell'aria....
il nocciolo è proprio questo ventola o non ventola...




Quella che più si è comportata meglio è stata quella a destra, ma in aria... dentro
un contenitore chiuso (prese d'aria apparte) la situazione cambia di parecchio...


Dalle application note AN-1192:
...The other way to determine IC power dissipation capabilities
is to analyze the output power specification in the datasheet.
In the case of the LM3886T, there are two output power
specification guarantees: 60W (min) into a 4Ω load using
±28V supplies and 50W(typ) into an 8Ω load from ±35V
supplies. Using these two conditions and the theoretical
maximum power dissipation equation shown below, results
in the following maximum power dissipations:

4.2 SINGLE-ENDED AMPLIFIER Pdmax EQUATION:

Pdmax = VCCtot2/2π2RL

Non-Isolated LM3886T:

1. VCC = ±28V, RL= 4Ω

Pdmax = VCCtot2/2π2RL= (±28V)2/2π2(4Ω) = 39.7W

2. VCC = ±35V, RL= 8ΩPdmax = VCCtot2/2π2RL= (±35V)2/2π2(8Ω) = 31.0W

These results show that the IC can handle a maximum of
≈ 40W of continuous power dissipation without SPiKe Protection being turned on under continuous sinusoidal input
with proper heat sinking...


Se non ho sbagliato i calcoli con l'alimentazione da me utilizzatra finora (21+21Vcc) debbo dissipare 26W
Il calcolo dell'aletta mi restituisce un'aletta da 3,5 °C/W

Ma quello che non ho capito, il corpo del contenitore quanti gradi dovrebbe raggiungere?

Comunque ho "rimediato delle alette che dovrebbero risolvere tutti i problemi.... domani ulteriore prova con buona pace del vicinato.... Laughing Laughing



lebrigant
Affezionato
Affezionato

Data d'iscrizione : 13.08.11
Numero di messaggi : 120
Località : Tivoli
Occupazione/Hobby : bruciafili/rompiscatole
Provincia (Città) : potrebbe andare meglio
Impianto : Sorgente: pc-tv-mp3
Amplificatore: Inverting gainclone auto-costruito. Diffusori: Indiana Line Tesi 560.

Tornare in alto Andare in basso

Re: Inverting Gainclone T-Network .... da far storcere la bocca

Messaggio  madqwerty il Mer 9 Nov 2011 - 19:56

@lebrigant ha scritto:
Ho provato quelli di un pentium III, ma diventano roventi, credo che questo tipo di dissipatori siano studiati per funzionare con ventole che forzano il passaggio dell'aria....
il nocciolo è proprio questo ventola o non ventola...


quelli che usi hanno alette abb.rade, quindi buoni anche per stare senza ventole, e che i P3 avevano assorbimenti modesti quindi dissi magrolini,
io sul mio GC "Magic" alimentato 24/0/24Vac (+-30Vcc circa) ho usato queste per P4

pardon il cambio di riferimento, ma 10 non li avevo Very Happy
alette fittissime molto poco ottimizzate per la convenzione non forzata, ma usandolo a volumi normali, non ricordo problemi..

madqwerty
Moderatore
Moderatore

Data d'iscrizione : 11.12.08
Numero di messaggi : 6279
Località : Chivasso (TO)
Occupazione/Hobby : IT
Impianto : Powered by T-Forum :-)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Inverting Gainclone T-Network .... da far storcere la bocca

Messaggio  lebrigant il Mer 9 Nov 2011 - 22:19

Grazie Mad... Smile

@madqwerty ha scritto:
quelli che usi hanno alette abb.rade, quindi buoni anche per stare senza ventole, e che i P3 avevano assorbimenti modesti quindi dissi magrolini,
io sul mio GC "Magic" alimentato 24/0/24Vac (+-30Vcc circa) ho usato queste per P4

pardon il cambio di riferimento, ma 10 non li avevo Very Happy
alette fittissime molto poco ottimizzate per la convenzione non forzata, ma usandolo a volumi normali, non ricordo problemi..

problema risolto...



ha dimensioni di 280x200x60 con spessore di 15mm... totale 4 Kg! Orrified

tagliando il punto di giuntura che si può vedere su quella in verticale (scusate se impastata ma avevo poca profondità di campo), otterrei un aletta da 280x50x60...
per un peso di 1 Kg tondo... oggi ho tirato il collo al piccoletto... e la temperatura non è salita oltre i 31 °C l'aletta l'ho incartata che sembrava un pacco di natale, l'esemplare era l'ottava parte di quelle in foto del peso di 500 grammi... lol!

dio esiste ed anche le persone di buona volontà Please ...

ora sarà la volta del case che sinceramente non so proprio come costruire....
nel forum c'e' niente su case autocostruiti... in metallo? Mmm

Edit:
L'apparecchiatura su cui era montata non prevede l'utilizzo di ventole, ed è ... hem... era progettata per essere in funzione 24H al giorno per 365 giorni l'anno... Wink

Edit:
...dimenticavo... i toroidali da ben 150W hanno uscite 13,5+13,5 e +21... pensavo, se ne utilizzo uno per ramo positivo ed uno per ramo negativo, ho in uscita ho circa 38 volt stabilizzati... sono troppi? devo mettere circuito per abbassare fino a 35V? (in questo caso i diffusori sarebbero da 8 hom)

lebrigant
Affezionato
Affezionato

Data d'iscrizione : 13.08.11
Numero di messaggi : 120
Località : Tivoli
Occupazione/Hobby : bruciafili/rompiscatole
Provincia (Città) : potrebbe andare meglio
Impianto : Sorgente: pc-tv-mp3
Amplificatore: Inverting gainclone auto-costruito. Diffusori: Indiana Line Tesi 560.

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 4 Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum