T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti
Benvenuto nel T-Forum!
Connettiti in modo da farti riconoscere come membro affezionato, oppure registrati così potrai partecipare attivamente alle discussioni.
Sondaggio
Ti piace il nuovo stile del T-Forum?
Sì, meglio questo nuovo
50% / 21
No, era meglio quello vecchio
50% / 21
Ultimi argomenti
Ho dato una svecchiata al layout del forumOggi alle 0:48Silver BlackCambio diffussori da scaffale max 500euroOggi alle 0:15Luca MarchettiALIENTEK D8Oggi alle 0:06fritznetCostruzione del kit di Chiomenti Lo scherzoIeri alle 23:26giogra8Scheda audio senza preteseIeri alle 23:09Marco RavichProgetto gainclone lm3886Ieri alle 22:37Allen smitheeChromecast audio Ieri alle 22:17lello64Abbinamento Denon 4308Ieri alle 22:12Luchigno8Lettore bd per cd e networkIeri alle 22:10Luca Marchettisigla transistorIeri alle 20:58sportyerreCambio Amplificatore Ieri alle 20:35giucam61[AN] Van Den Hul D-102 MKIII HybridIeri alle 20:17Masterixrichiesta tipo pre amplificatoreIeri alle 19:39Silver BlackPOPU VENUS Ieri alle 16:54antbomDiffusori Elac.Ieri alle 15:48Lele67Casse KEF LS-50 rovinate?Ieri alle 14:24Lele67AudioNirvana Super 12" Cast Frame in cabinet 5.6MKII - risultato finaleIeri alle 13:47giucam61INDIPENDENTEMENTE DALLA CLASSE DI FUNZIONAMENTO ...Ieri alle 11:15giucam61Le mie aj174 in fase fase di lavorazione...Ieri alle 9:15Snap...and Kirishima for all!Sab 25 Mar 2017 - 22:20giucam61Smsl ad18Sab 25 Mar 2017 - 21:45giucam61Posso usare un ta 2024 Sab 25 Mar 2017 - 21:30p.cristalliniConsiglio subwoofer Sab 25 Mar 2017 - 17:56thechainHelp collegamenti......scusate l'ignoranzaSab 25 Mar 2017 - 11:05SnapLa grande sfida: Nuforce vs Hypex vs Fx audio vs SMSLSab 25 Mar 2017 - 9:24scontinposizionamento reflexVen 24 Mar 2017 - 20:13Luca MarchettiGriglie diffusoriVen 24 Mar 2017 - 20:11Luca MarchettiSostituzione condensatori uscita vecchio Pioneer PD-101Ven 24 Mar 2017 - 19:57IJGKit Buffer 6N3 cineseVen 24 Mar 2017 - 18:04neroneAutocostruzione casseVen 24 Mar 2017 - 17:46dinamanu
I postatori più attivi della settimana
1 Messaggio - 25%
1 Messaggio - 25%
1 Messaggio - 25%
1 Messaggio - 25%
I postatori più attivi del mese
283 Messaggi - 22%
243 Messaggi - 19%
142 Messaggi - 11%
140 Messaggi - 11%
111 Messaggi - 9%
85 Messaggi - 7%
81 Messaggi - 6%
68 Messaggi - 5%
68 Messaggi - 5%
62 Messaggi - 5%
Migliori postatori
Stentor (20392)
20392 Messaggi - 15%
DACCLOR65 (19630)
19630 Messaggi - 15%
schwantz34 (15499)
15499 Messaggi - 12%
Silver Black (15435)
15435 Messaggi - 11%
nd1967 (12803)
12803 Messaggi - 10%
flovato (12509)
12509 Messaggi - 9%
10260 Messaggi - 8%
piero7 (9854)
9854 Messaggi - 7%
wasky (9229)
9229 Messaggi - 7%
fritznet (8853)
8853 Messaggi - 7%
Chi è in linea
In totale ci sono 54 utenti in linea :: 5 Registrati, 0 Nascosti e 49 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

dinamanu, enrico massa, Silver Black, Snap, valterneri

Vedere la lista completa

Flusso RSS

Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 
Bookmarking sociale
Bookmarking sociale Digg  Bookmarking sociale Delicious  Bookmarking sociale Reddit  Bookmarking sociale Stumbleupon  Bookmarking sociale Slashdot  Bookmarking sociale Yahoo  Bookmarking sociale Google  Bookmarking sociale Blinklist  Bookmarking sociale Blogmarks  Bookmarking sociale Technorati  




Conserva e condividi l'indirizzo di T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti sul tuo sito sociale bookmarking
Condividere
Vedere l'argomento precedenteAndare in bassoVedere l'argomento seguente
Switters
Membro classe oro
Membro classe oro
Data d'iscrizione : 24.02.11
Numero di messaggi : 5072
Località : Milano
Provincia (Città) : Milano
Impianto : solo stereo, non HiFi...

Re: Multiamplificazione attiva: la grande incognita

il Ven 20 Mag 2011 - 14:32
@wasky ha scritto: Smile con questo si risolve tutto

http://www.minidsp.com/products/minidspkits/2-x-in-4-x-out

Xover - EQ - Delay


Lo so, lo so che risolve Smile Smile ma, come scrivevo sopra, fa molto di più di quello che al momento mi serve, inoltre per fare delle prove con configurazioni diverse ce ne vorrebbero due o tre per diffusore... e comincerebbe a non essere più tanto in classe T... economicamente parlando Smile Smile

@sonic63 ha scritto:Ciao Switters,
vorrei fare con te il punto della situazione.
[...]
Ciò che ti consiglio è questo :
per il momento non stare a romperti la testa valutando quali sono gli altoparlanti adatti, come correggere le rotazioni di fase, non pensare a quello che consigliano i costruttori degli altoparlanti largabanda, se usare filtri passivi, attivi o DSP ecc. oppure ecc.
Adesso sono al lavoro, appena posso ti dò le indicazioni per misurare l'impedenza di ingresso, così ti misuri i tuoi ampli, ti fai due conti, ti procuri i condensatori e le resistenze appropriate e incominci a MULTIAMPLIFICARE.
I filtri li puoi anche mettere all'uscita della sorgente, per provare va bene lo stesso. Il risultato non sarà il massimo, scoprirai che alcuni aspetti migliorano altri peggioreranno. Ma almeno incomincerai ad avere delle basi sulle quali ragionare.
POI, ma solo Poi incominci a raffinare il tutto.

Ottimo, ti ringrazio sonic, comincio a studiare i filtri passivi e faccio la lista della spesa dei componenti necessari.
Per le prime prove però dovrò necessariamente aspettare che mi arrivino le schede del 2020, il thread l'ho aperto proprio per cominciare a raccogliere idee sulle possibili strade da tentare, nell'attesa degli ampli.
E mi sa che mi conviene comprare anche un paio di woofer... ma di quelli che vengono via a poco... Smile

Questo non toglie che vorrei provare anche i filtri attivi, non fosse altro che per fare un paragone, benvengano quindi consigli e suggerimenti anche in quel senso Wink
avatar
wasky
Moderatore di sezione
Moderatore di sezione
Data d'iscrizione : 03.07.09
Numero di messaggi : 9229
Località : Roma
Occupazione/Hobby : Fancazzista Serio
Provincia (Città) : Come il fiore del ciliegio è il migliore tra i fiori, così, il guerriero è il migliore tra gli uomini
Impianto : Amplifon
http://www.kitaudiopro.com

Re: Multiamplificazione attiva: la grande incognita

il Ven 20 Mag 2011 - 14:39
@Switters ha scritto:

Lo so, lo so che risolve Smile Smile ma, come scrivevo sopra, fa molto di più di quello che al momento mi serve, inoltre per fare delle prove con configurazioni diverse ce ne vorrebbero due o tre per diffusore... e comincerebbe a non essere più tanto in classe T... economicamente parlando Smile Smile


Veramente fa quello che a te realmente serve sopratutto per le Fasi e i Group Delay che, se non hai uno strumento di misura col cavolo che metti a punto con il passivo

Perchè due o tre a diffusore ? hai un 6 Vie ? ne serve uno solo 2x4 se hai un due vie o un 2x8 se hai un 3 vie

oppure, ti prendi un DCX della behringer

_________________
"Sentire non è altro che una facoltà permessa da uno dei nostri cinque sensi ma ascoltare è un'arte."   Frank Tyger
Switters
Membro classe oro
Membro classe oro
Data d'iscrizione : 24.02.11
Numero di messaggi : 5072
Località : Milano
Provincia (Città) : Milano
Impianto : solo stereo, non HiFi...

Re: Multiamplificazione attiva: la grande incognita

il Ven 20 Mag 2011 - 14:44
@sonic63 ha scritto:
Spero di essere stato abbastanza chiaro, se hai domande sono a disp.

Ingegnoso...
Sei stato chiarissimo, figurati che credo addirittura di aver capito... Smile Smile

Devo procurarmi un potenziometro (va bene anche un trimmer?) e le resistenze da mettere sulle uscite... proverò col tester da due lire che ho, anche se dubito possa andare bene, male che vada aspetto che mi arrivi l'UNI-T T61E che ho giusto ordinato qualche giorno fa.

Intanto ti ringrazio per la gentilezza e disponibilità...
sonic63
Membro classe oro
Membro classe oro
Data d'iscrizione : 21.12.09
Numero di messaggi : 5276
Località : napoli
Impianto : pre e finali autocostruiti + casse autocostruite

Re: Multiamplificazione attiva: la grande incognita

il Ven 20 Mag 2011 - 14:51
@Switters ha scritto:
@sonic63 ha scritto:
Spero di essere stato abbastanza chiaro, se hai domande sono a disp.

Ingegnoso...
Sei stato chiarissimo, figurati che credo addirittura di aver capito... Smile Smile

Devo procurarmi un potenziometro (va bene anche un trimmer?) e le resistenze da mettere sulle uscite... proverò col tester da due lire che ho, anche se dubito possa andare bene, male che vada aspetto che mi arrivi l'UNI-T T61E che ho giusto ordinato qualche giorno fa.

Intanto ti ringrazio per la gentilezza e disponibilità...
se non hai le resistenze sulle uscite puoi mettere direttamente le casse o un altoparlante qualsiasi, il trimmer forse è troppo piccolo da manovrare ma può andar bene lo stesso, riguardo al tester il problema è che sono costruiti per leggere tensioni alternate a 50-60Hz, a frequenze più alte la loro lettura non è affidabile, però credo che a 200Hz dovrebbero farcela a dare una lettura seria, prova.
Mi raccomando fai tutti i collegamenti per bene e se hai dubbi chiedi.
avatar
roby2k
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo
Data d'iscrizione : 27.10.08
Numero di messaggi : 1392
Località : santa maria capua vetere
Provincia (Città) : CE
Impianto : 1) HTPC, scheda audio esi U46XL, pre SRPP di ECC82 con controllo volume a relais 50k, Adcom GFA-545, TDL MC, clone proac 2.5, sistema 3 vie triamplificato.
DRCizzato.

Re: Multiamplificazione attiva: la grande incognita

il Ven 20 Mag 2011 - 14:57
Mi permetto d'intervenire perchè conosco abbastanza bene l'impianto di sonic63.
Io stesso gli ho contestato più volte il modo in cui ha filtrato i suoi diffusori, senza pretendere di saperne di più ma solo per capirci di più, con tanto di discorsi sulle fasi e risposte irregolari degli altoparlanti.
Bene, posso solo dire che quello che ha fatto funziona e quarzo se funziona.
L'ho già scritto in altra occasione, il suo è l'impianto meglio suonante che abbia mai ascoltato.

P.S.
Un giorno spero di poter sperimentare anch'io tale soluzione.

Switters
Membro classe oro
Membro classe oro
Data d'iscrizione : 24.02.11
Numero di messaggi : 5072
Località : Milano
Provincia (Città) : Milano
Impianto : solo stereo, non HiFi...

Re: Multiamplificazione attiva: la grande incognita

il Ven 20 Mag 2011 - 15:06
@wasky ha scritto:

Veramente fa quello che a te realmente serve sopratutto per le Fasi e i Group Delay che, se non hai uno strumento di misura col cavolo che metti a punto con il passivo

Perchè due o tre a diffusore ? hai un 6 Vie ? ne serve uno solo 2x4 se hai un due vie o un 2x8 se hai un 3 vie

oppure, ti prendi un DCX della behringer

Ciao Roberto, non ho ancora niente, solo i monovia che mi sono costruito da poco Very Happy Very Happy Very Happy
Breve riassunto: ho aperto il thread per capire quali sono le strade percorribili per la multiamplificazione, se leggi i post iniziali vedrai che inizialmente pensavo ai crossover attivi (con OpAmp o DSP), poi sonic mi ha suggerito i passivi, e siccome mi sembrano i più semplici, come primo passo sono forse i più indicati.
Non ho quindi un problema ben definito da risolvere (diffusori X, amplificatori Y e Z), i diffusori me li costruirò io (e per far questo probabilmente, quando i tempi saranno maturi, aprirò un altro thread su come scegliere e abbinare gli altoparlanti ad un amplificatore), intanto per iniziare utilizzerò dei TA2020 e probabilmente dei TA2024.
Una delle tipologie di diffusori che ho preso in considerazione sono i line array, e se mai riuscirò a metterli assieme, mi sembrava interessante poter fare diverse prove e questo potrebbe portare anche a tre o quattro il numero di vie per diffusore.

Non so se mi sono capito... Smile Smile
sonic63
Membro classe oro
Membro classe oro
Data d'iscrizione : 21.12.09
Numero di messaggi : 5276
Località : napoli
Impianto : pre e finali autocostruiti + casse autocostruite

Re: Multiamplificazione attiva: la grande incognita

il Ven 20 Mag 2011 - 15:31
@roby2k ha scritto:
Bene, posso solo dire che quello che ha fatto funziona e quarzo se funziona.
L'ho già scritto in altra occasione, il suo è l'impianto meglio suonante che abbia mai ascoltato.
Embarassed
avatar
Marco Ravich
Membro classe argento
Membro classe argento
Data d'iscrizione : 20.04.09
Numero di messaggi : 3940
Località : Marche
Occupazione/Hobby : musica / informatica
Provincia (Città) : Macerata
Impianto : i5 @ HFX Classic > Zoom R16 > Yamaha A-760 > Canton GLE 70
http://www.forart.it/

Re: Multiamplificazione attiva: la grande incognita

il Ven 20 Mag 2011 - 15:47
@wasky ha scritto: con questo si risolve tutto

http://www.minidsp.com/products/minidspkits/2-x-in-4-x-out

Non sarà altrettanto Hi-End, ma questo costa sicuramente meno (ed è più gestibile):

foo_dsp_xover

avatar
florin
Membro classe argento
Membro classe argento
Data d'iscrizione : 05.02.09
Numero di messaggi : 3236
Località : torino
Impianto : marantz cd4000 tweakkato,ampli truepath autocostruito,Dynamite 8,dac Florini+WaveIO in I2S

Re: Multiamplificazione attiva: la grande incognita

il Ven 20 Mag 2011 - 16:20
@sonic63 ha scritto: Comunque, SECONDO ME, qualsiasi altoparlante pilotato direttamente dall'amplificatore suona meglio e ha scarso bisogno di correzioni della risposta.



Oki
avatar
Biagio De Simone
Membro classe diamante
Membro classe diamante
Data d'iscrizione : 29.12.10
Numero di messaggi : 10260
Località : ............
Occupazione/Hobby : mi occupo di far avere piena consapevolezza ai B.M. delle loro reali possibilità.
Provincia (Città) : eccellente
Impianto : comprato al MEDIAWORLD, ma a me serve per ascoltare musica, non per guardarlo, peggio ancora mostrarlo.

Re: Multiamplificazione attiva: la grande incognita

il Ven 20 Mag 2011 - 18:23
@Marco Ravich ha scritto:
@wasky ha scritto: con questo si risolve tutto

http://www.minidsp.com/products/minidspkits/2-x-in-4-x-out

Non sarà altrettanto Hi-End, ma questo costa sicuramente meno (ed è più gestibile):

foo_dsp_xover

Marco, ma ho capito bene, userebbe la normale scheda di serie montata sulla scheda madre, 5.1 o 7.1? la qualità di una tale soluzione la ritieni adeguata? E' meglio puntare eventualmente su schede aggiuntive di maggior qualità o non ha senso.Tu l' hai provato questo plug in di foobar 2000? Smile
avatar
wasky
Moderatore di sezione
Moderatore di sezione
Data d'iscrizione : 03.07.09
Numero di messaggi : 9229
Località : Roma
Occupazione/Hobby : Fancazzista Serio
Provincia (Città) : Come il fiore del ciliegio è il migliore tra i fiori, così, il guerriero è il migliore tra gli uomini
Impianto : Amplifon
http://www.kitaudiopro.com

Re: Multiamplificazione attiva: la grande incognita

il Ven 20 Mag 2011 - 21:55
@Marco Ravich ha scritto:
@wasky ha scritto: con questo si risolve tutto

http://www.minidsp.com/products/minidspkits/2-x-in-4-x-out

Non sarà altrettanto Hi-End, ma questo costa sicuramente meno (ed è più gestibile):

foo_dsp_xover


Secondo me è anche più aiend e gratis Marco Laughing ma prova allocator che è superiore Wink

Qui è insieme con SPAN per la FFT e con i Delay per i GD


_________________
"Sentire non è altro che una facoltà permessa da uno dei nostri cinque sensi ma ascoltare è un'arte."   Frank Tyger
avatar
wasky
Moderatore di sezione
Moderatore di sezione
Data d'iscrizione : 03.07.09
Numero di messaggi : 9229
Località : Roma
Occupazione/Hobby : Fancazzista Serio
Provincia (Città) : Come il fiore del ciliegio è il migliore tra i fiori, così, il guerriero è il migliore tra gli uomini
Impianto : Amplifon
http://www.kitaudiopro.com

Re: Multiamplificazione attiva: la grande incognita

il Ven 20 Mag 2011 - 21:57
De simone Biagio ha scritto:Marco, ma ho capito bene, userebbe la normale scheda di serie montata sulla scheda madre, 5.1 o 7.1?

Ti occorre una scheda con supporto ASIO e multiout Biagio Smile

_________________
"Sentire non è altro che una facoltà permessa da uno dei nostri cinque sensi ma ascoltare è un'arte."   Frank Tyger
avatar
Biagio De Simone
Membro classe diamante
Membro classe diamante
Data d'iscrizione : 29.12.10
Numero di messaggi : 10260
Località : ............
Occupazione/Hobby : mi occupo di far avere piena consapevolezza ai B.M. delle loro reali possibilità.
Provincia (Città) : eccellente
Impianto : comprato al MEDIAWORLD, ma a me serve per ascoltare musica, non per guardarlo, peggio ancora mostrarlo.

Re: Multiamplificazione attiva: la grande incognita

il Sab 21 Mag 2011 - 0:28
@wasky ha scritto:
De simone Biagio ha scritto:Marco, ma ho capito bene, userebbe la normale scheda di serie montata sulla scheda madre, 5.1 o 7.1?

Ti occorre una scheda con supporto ASIO e multiout Biagio Smile
Grazie Rob. Quindi niente scheda integrata. Smile
avatar
Marco Ravich
Membro classe argento
Membro classe argento
Data d'iscrizione : 20.04.09
Numero di messaggi : 3940
Località : Marche
Occupazione/Hobby : musica / informatica
Provincia (Città) : Macerata
Impianto : i5 @ HFX Classic > Zoom R16 > Yamaha A-760 > Canton GLE 70
http://www.forart.it/

Re: Multiamplificazione attiva: la grande incognita

il Sab 21 Mag 2011 - 9:39
De simone Biagio ha scritto:Quindi niente scheda integrata.
...e perché no ? Sui requisiti minimi non c'è mica scritto ASIO !
System Requirements

  • PC
  • Multichannel sound card, such as a 5.1 or 7.1 surround card
  • WinXP PC (SP2 and above),
  • Foobar2000 version 1.x
  • Multi channel amplifier and Speakers
E comunque: http://www.asio4all.com/

Semmai il problema è che ti servono 3/4 amplificatori !
Switters
Membro classe oro
Membro classe oro
Data d'iscrizione : 24.02.11
Numero di messaggi : 5072
Località : Milano
Provincia (Città) : Milano
Impianto : solo stereo, non HiFi...

Re: Multiamplificazione attiva: la grande incognita

il Sab 21 Mag 2011 - 17:33
@sonic63 ha scritto:
Ti serve anche un tester (di buona qualità), l'ideale sarebbe un oscilloscopio, ma il tester va bene uguale purchè la frequenza in ingresso non sia superiore a 400, max 500Hz. Puoi usare una frequenza intorno ai 200HZ, il tester devi metterlo in AC, portata 2volts, i puntali del tester li metti sui morsetti di uscita dell'ampli, il potenziometro sul cavo lo porti a zero, fai partire il disco test e regoli la tensione in uscita dall'ampli fino a leggere sul tester un valore qualsiasi inferiore a 2 Volts, (per esempio 1,6V) a questo punto ruoti il potenziometro che hai sul cavo di collegamento fino a leggere sul tester la metà della tensione che avevi con il potenziometro del cavo a zero, nel nostro esempio 0,8V. Senza toccare il potenziometro spegni tutto stacchi il cavo e misuri il valore di resistenza del potenziometro(quello sul cavo). Quello è il valore dell'impedenza di ingresso del tuo Amp. Se con il potenziometro da 100K al massimo non arrivi a metà tensione sulle uscite vuol dire che l'impedenza del finale è maggiore di 100K e devi cambiare pot. o aggiungerne un altro in serie.

Il tester che ho dovrebbe arrivare fino a 400Hz, farò le misure a 200 e a 100.
Quello che ho ordinato (http://www.uni-trend.com/UT61e.html) non dovrebbe avere problemi anche con frequenze più alte.

Cominciano le domande... Wink

Da quanti watt il potenziometro?
Vanno bene questi? http://it.rs-online.com/web/search/searchBrowseAction.html?method=getProduct&R=2633006
O son meglio questi? http://it.rs-online.com/web/search/searchBrowseAction.html?method=getProduct&R=0168178

@sonic63 ha scritto:
Misura tutti e due i canali.
Se misuri un amp. integrato questo sistema non è il massimo della vita perchè entri sul potenziometro, comunque per dimensionare i filtri, in prima approssimazione va bene.
Spero di essere stato abbastanza chiaro, se hai domande sono a disp.

Non sono finali, sono schede col potenziometro, se non lo bypasso misurerò l'impedenza col pot del volume al massimo. Le application circuit dei datasheet TA2024 e TA2020 indicano delle resistenze in ingresso di 20K, immagino che dovrei misurare un'impedenza intorno a quel valore, o sbaglio?

Cercando informazioni su crossover passivi ho trovato questo sito che a me è sembrato mooolto interessante: http://www.passivecrossovers.com/italiano/index.htm
Vedo adesso era già stato citato in un paio di post qui sul forum...
sonic63
Membro classe oro
Membro classe oro
Data d'iscrizione : 21.12.09
Numero di messaggi : 5276
Località : napoli
Impianto : pre e finali autocostruiti + casse autocostruite

Re: Multiamplificazione attiva: la grande incognita

il Sab 21 Mag 2011 - 18:48
@Switters ha scritto:


Da quanti watt il potenziometro?
Vanno bene questi? http://it.rs-online.com/web/search/searchBrowseAction.html?method=getProduct&R=2633006
O son meglio questi? http://it.rs-online.com/web/search/searchBrowseAction.html?method=getProduct&R=0168178

@sonic63 ha scritto:
Misura tutti e due i canali.
Se misuri un amp. integrato questo sistema non è il massimo della vita perchè entri sul potenziometro, comunque per dimensionare i filtri, in prima approssimazione va bene.
Spero di essere stato abbastanza chiaro, se hai domande sono a disp.

Non sono finali, sono schede col potenziometro, se non lo bypasso misurerò l'impedenza col pot del volume al massimo. Le application circuit dei datasheet TA2024 e TA2020 indicano delle resistenze in ingresso di 20K, immagino che dovrei misurare un'impedenza intorno a quel valore, o sbaglio?

Cercando informazioni su crossover passivi ho trovato questo sito che a me è sembrato mooolto interessante: http://www.passivecrossovers.com/italiano/index.htm
Vedo adesso era già stato citato in un paio di post qui sul forum...
Se intendi tagliare intorno a 100hz misurale a quella frequenza, altrimenti lascia perdere.
Per 80 centesimi in più prendi il secondo.
non so quanto troverai come impedenza di ingresso, dipende chi ha fatto le schede cosa a pensato di metterci. Poi bisogna vedere il potenziometro che valore ha.
Se puoi mettimi un link del datasheet dei due TA e se puoi lo schema delle tue schede, così vado a vedere(sono curioso). Voglio capire meglio, perchè 20k è un'impedenza un pò bassa, comunque per adesso ce la teniamo.
Ho letto qualche pagina del sito, cerca in rete che troverai sicuramente di meglio, il tizio riesce a spiegarsi in maniera abbastanza elementare, ma dice anche parecchie inesattezze.
sonic63
Membro classe oro
Membro classe oro
Data d'iscrizione : 21.12.09
Numero di messaggi : 5276
Località : napoli
Impianto : pre e finali autocostruiti + casse autocostruite

Re: Multiamplificazione attiva: la grande incognita

il Sab 21 Mag 2011 - 18:57
Per Switters :
che sorgente intendi usare?
sonic63
Membro classe oro
Membro classe oro
Data d'iscrizione : 21.12.09
Numero di messaggi : 5276
Località : napoli
Impianto : pre e finali autocostruiti + casse autocostruite

Re: Multiamplificazione attiva: la grande incognita

il Sab 21 Mag 2011 - 19:07
lascia perdere il link dei datasheet, li ho trovati.
fammi solo vedere lo schema delle tue schede.
Ho dato un'occhiata, BUONE NOTIZIE Very Happy penso che non avrai neanche la necessità di misurare le schede.
Però ho bisogno di vedere le schede che hai preso tu come sono fatte.
Switters
Membro classe oro
Membro classe oro
Data d'iscrizione : 24.02.11
Numero di messaggi : 5072
Località : Milano
Provincia (Città) : Milano
Impianto : solo stereo, non HiFi...

Re: Multiamplificazione attiva: la grande incognita

il Sab 21 Mag 2011 - 20:20
Queste sono le schede:
http://cgi.ebay.it/ws/eBayISAhPI.dll?ViewItem&item=230608704670&ssPageName=STRK:MEWNX:IT









Lo schema non ce l'ho...
Comunque prenderò i potenziometri e proverò a misurare l'impedenza del 2020 che ho già.

Grazie mille...
Cella
Membro classe argento
Membro classe argento
Data d'iscrizione : 06.04.10
Numero di messaggi : 2715
Impianto : Trends TA-10.2
Kingrex T20U
Topping TP32
Muse MU-T15, MU-15 MK2
SMSL SA-36, SA-36A, SA-S1+, SA-S3+, SA-4S
Audiophonics T-amp, Yuanjing 20, Hlly Tamp-20
Dayton DTA-1, MOKS Fenice 20 MKTII

Re: Multiamplificazione attiva: la grande incognita

il Sab 21 Mag 2011 - 20:49
Il valore delle resistenze è stampato sul PCB. Se ti va' di vederci più tardi ti porto l'amplificatore in foto così lo provi, tanto stasera sono a casa.

Ne ho uno solo però, dunche niente multiamp.
Switters
Membro classe oro
Membro classe oro
Data d'iscrizione : 24.02.11
Numero di messaggi : 5072
Località : Milano
Provincia (Città) : Milano
Impianto : solo stereo, non HiFi...

Re: Multiamplificazione attiva: la grande incognita

il Sab 21 Mag 2011 - 21:37
Arrivo Very Happy Very Happy
avatar
Marco Ravich
Membro classe argento
Membro classe argento
Data d'iscrizione : 20.04.09
Numero di messaggi : 3940
Località : Marche
Occupazione/Hobby : musica / informatica
Provincia (Città) : Macerata
Impianto : i5 @ HFX Classic > Zoom R16 > Yamaha A-760 > Canton GLE 70
http://www.forart.it/

Re: Multiamplificazione attiva: la grande incognita

il Dom 22 Mag 2011 - 10:12
Per chi volesse provare la multiamplificazione, suggerisco di dare un'occhio a questo progetto:

http://www.stereo.net.au/forums/showthread.php/29544-Class-D-8-channel-amplifier-build

...dove ha usato due di questi:
Switters
Membro classe oro
Membro classe oro
Data d'iscrizione : 24.02.11
Numero di messaggi : 5072
Località : Milano
Provincia (Città) : Milano
Impianto : solo stereo, non HiFi...

Re: Multiamplificazione attiva: la grande incognita

il Dom 22 Mag 2011 - 10:26
@sonic63 ha scritto:Per Switters :
che sorgente intendi usare?

Per adesso uso un pc (uscita cuffie) e un cellulare (uscita auricolari). Proverò anche un lettore dvd come sorgente.
sonic63
Membro classe oro
Membro classe oro
Data d'iscrizione : 21.12.09
Numero di messaggi : 5276
Località : napoli
Impianto : pre e finali autocostruiti + casse autocostruite

Re: Multiamplificazione attiva: la grande incognita

il Dom 22 Mag 2011 - 12:53
@Switters ha scritto:
@sonic63 ha scritto:Per Switters :
che sorgente intendi usare?

Per adesso uso un pc (uscita cuffie) e un cellulare (uscita auricolari). Proverò anche un lettore dvd come sorgente.
se queste sono le sorgenti che usi e che intendi usare non credo proprio che sia il caso di pensare alla multiamplificazione, personalmente darei la precedenza ad altro.
Comunque, non credo che le sorgenti che indichi possano pilotare due finali (con 20k di impedenza d'ingresso) in parallelo, non puoi neanche aumentare l'impedenza perchè gli stadi di uscita delle tue sorgenti non hanno abbastanza margine dinamico. Quando parlavo di sorgente per una prova pensavo che tu avessi almeno un CD player o un DAC.
Provare puoi sempre provare, e io sono a tua disposizione per aiutarti(per quello che posso) ma la qualità del segnale uscente dalla sorgente è così scarsa che secondo me non vale proprio la pena.
Se proprio vuoi multiamplificare, in queste condizioni devi rivolgerti a crossover attivi, che svolgono una funzione di adattamento di impedenza e possono elevare in tensione il segnale.
avatar
Fabio
Membro classe argento
Membro classe argento
Data d'iscrizione : 02.11.08
Numero di messaggi : 2516
Località : Roma
Occupazione/Hobby : informatico aziendale / ozio
Provincia (Città) : pessimo
Impianto : in firma

Re: Multiamplificazione attiva: la grande incognita

il Dom 22 Mag 2011 - 15:51
Secondo me, senza un sistema di misura attendibile è difficile cimentarsi nella biamplificazione attiva, quasi come quella passiva, che ovviamente è ancora peggio.
La prima cosa comunque è partire dai trasduttori a risalire e non viceversa.
IN base a quello va capito che potenza serve per le vie, che pendenza dare ai filtri, se serve un correttore di fase e dei notch ecc., e in base a come si complica il circuito valutare se conviene o meno un dsp, che io eviterei ma potrebbe essere "meno peggio" di una circuitazione troppo complessa.
I filtri passivi a 6 db lisci suonano, ma trovare due traduttori che nella zona di incrocio non presentano variazione di fase o risposta lineare è alquanto difficile.
Persino nel fullrange+woofer che sto cercando di mettere su sorgono dei problemi, fuguriamoci con un tweeter.
Vedere l'argomento precedenteTornare in altoVedere l'argomento seguente
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum