T-Forum, not just T-class. Since 2008, the affordable HiFi for you.
Benvenuto nel T-Forum!
Connettiti in modo da farti riconoscere come membro affezionato, oppure registrati così potrai partecipare attivamente alle discussioni.
Cerca
 
 

Risultati secondo:
 

 


Rechercher Ricerca avanzata

Ultimi argomenti
» Fx-Audio D802
Oggi a 19:13 Da antbom

» Primo acquisto cuffie consigli
Oggi a 18:51 Da sportyerre

» Aiuto acquisto puntina Technics SL-D21
Oggi a 18:28 Da CHAOSFERE

» Pioneer a-30 vs onkyo 9010
Oggi a 17:29 Da giucam61

» (GE) Diffusori Kef Coda 9.2 euro 140
Oggi a 17:14 Da antbom

» upgrade 2500 max
Oggi a 16:14 Da natale55

» Autocostruzione PRE
Oggi a 15:44 Da viper

» [BO][TR][PG] Vendo Hifiman HE500
Oggi a 15:39 Da Dexterdm

» [BO][TR][PG] Vendo Schiit Bifrost Uber usb 2gen
Oggi a 15:35 Da Dexterdm

» Nuovo ADCOM GFA-565-SE, acquisto
Oggi a 12:02 Da sound4me

» Pioneer SA-706 non va d'accordo con Canton Quinto 520...
Oggi a 11:49 Da p.cristallini

» Amplificatore per Scythe SCBKS-1100 Kro Craft Speaker Rev. B, quale migliore?
Oggi a 11:44 Da giucam61

» Consigli per impianto 2.1
Oggi a 11:40 Da giucam61

» Denon PMA 50
Oggi a 10:22 Da Enry

» Madame Butterfly
Oggi a 9:53 Da luigigi

» OLD AKG K141 MONITOR E LITTLE DOT MK II V3.0
Ieri a 23:56 Da YAPO

» DAC con I2S e DSD
Ieri a 21:26 Da mrcrowley

» Cavo ad Y RCA per Subwoofer
Ieri a 21:24 Da gianni1879

» Nuovo cd lettore+dac
Ieri a 21:08 Da mrcrowley

» Daphile - Audiophile Music Server & Player OS
Ieri a 20:45 Da dinamanu

» Collegare più sorgenti al T-Amp
Ieri a 20:41 Da giucam61

» OP AMP 627
Ieri a 19:24 Da sportyerre

» Chiarimenti Per Impianto Audio! Help !
Ieri a 18:36 Da dinamanu

» Cavi segnale AudioOasi Air Straight VB
Ieri a 16:34 Da Enry

» ALIENTEK D8 vs FX AUDIO 802C
Ieri a 14:12 Da kalium

» AUDIOLAB 8000SE
Ieri a 12:08 Da Gabriele Barnabei

» R.I.P GREG LAKE
Ieri a 11:25 Da scontin

» Una storia di cavi
Ieri a 10:57 Da Angel2000

» Concerto Ian Paice - Pistoia, 8 dicembre
Ieri a 10:50 Da pallapippo

» AudioNirvana Super 12" Cast Frame in cabinet 5.6MKII - risultato finale
Ieri a 10:11 Da embty2002

» [VENDO] Vinili classica e altro da 4,90 € in su
Ieri a 6:29 Da savi

» [CB + s.s.] Vendo vinili: ampia scelta
Ieri a 6:12 Da savi

» Stamattina... Oggi pomeriggio... Stasera... Stanotte... (parte 14)
Ieri a 0:36 Da CHAOSFERE

» Chi ben comincia...consigli
Gio 8 Dic 2016 - 23:23 Da p.cristallini

» RCF Stereo Amplifier AF 6181
Gio 8 Dic 2016 - 22:28 Da Aggeo

» cablaggio interno
Gio 8 Dic 2016 - 21:46 Da Angel2000

» (GE) Trasformatore toroidale 230 V~ 2 x 45 V 2 x 3.33 A 300 VA Sedlbauer.
Gio 8 Dic 2016 - 14:44 Da scontin

» Antenna FM
Gio 8 Dic 2016 - 13:37 Da fritznet

» Dac per Koss PortaPro?
Gio 8 Dic 2016 - 13:22 Da mako

» TUTORIAL MODIFICHE TPA 3116 COMPLETO
Gio 8 Dic 2016 - 12:39 Da Angel2000

» El GORDO - una torre senza filtri, si può?
Gio 8 Dic 2016 - 12:23 Da Angel2000

» Cuffie bestbuy 150€ no amplificatore
Gio 8 Dic 2016 - 11:50 Da bob80

» Diffusore bookshelf a due vie con woofer caricato in doppio carico Asimmetrico a vista (DCAAV)
Gio 8 Dic 2016 - 11:45 Da ricky84

» [NO] vendo pre+finale valvole classe A
Gio 8 Dic 2016 - 8:23 Da gigetto

» Confronto tra Breeze full mod. vs Drok ta2024b pareri personali e riflessioni
Gio 8 Dic 2016 - 0:33 Da RAMONE67

» L'ho fatto, le ho distrutte :D
Mer 7 Dic 2016 - 21:08 Da zimone-89

»  il trends tamp è oggi un oggetto superato?
Mer 7 Dic 2016 - 19:18 Da alexandros

» Quale ampli per le mie Dynaudio M20
Mer 7 Dic 2016 - 18:13 Da dinamanu

» Casse acustiche quali?b&w 684 o IL tesi 560?
Mer 7 Dic 2016 - 16:26 Da rx78

» impianto entry -level
Mer 7 Dic 2016 - 11:12 Da giucam61

Sondaggio

Interessati alla guida per la costruzione di un server audio?

76% 76% [ 148 ]
24% 24% [ 47 ]

Totale dei voti : 195

I postatori più attivi della settimana
CHAOSFERE
 
giucam61
 
fritznet
 
lello64
 
dinamanu
 
rx78
 
Angel2000
 
gigetto
 
schwantz34
 
sportyerre
 

I postatori più attivi del mese
CHAOSFERE
 
dinamanu
 
lello64
 
Angel2000
 
giucam61
 
fritznet
 
gigetto
 
rx78
 
natale55
 
sportyerre
 

Migliori postatori
Stentor (20392)
 
DACCLOR65 (19629)
 
schwantz34 (15496)
 
Silver Black (15375)
 
nd1967 (12784)
 
flovato (12509)
 
Biagio De Simone (10219)
 
piero7 (9854)
 
wasky (9229)
 
fritznet (8495)
 

Statistiche
Abbiamo 10376 membri registrati
L'ultimo utente registrato è Mirko.atz

I nostri membri hanno inviato un totale di 769620 messaggi in 50076 argomenti
Chi è in linea
In totale ci sono 79 utenti in linea :: 7 Registrati, 0 Nascosti e 72 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

antbom, clipper, finemanca, MrTheCarbon, ninja77, SGH, sportyerre

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo degli utenti in linea è stato 4379 il Lun 25 Mag 2015 - 15:01
Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 


Bookmarking sociale

Bookmarking sociale Digg  Bookmarking sociale Delicious  Bookmarking sociale Reddit  Bookmarking sociale Stumbleupon  Bookmarking sociale Slashdot  Bookmarking sociale Furl  Bookmarking sociale Yahoo  Bookmarking sociale Google  Bookmarking sociale Blinklist  Bookmarking sociale Blogmarks  Bookmarking sociale Technorati  




Conserva e condividi l'indirizzo di T-Forum, not just T-class. Since 2008, the affordable HiFi for you. sul tuo sito sociale bookmarking

differenza hi-end/audio semi-pro (PA)

Pagina 3 di 5 Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: differenza hi-end/audio semi-pro (PA)

Messaggio  mauz il Mer 18 Mag 2011 - 16:17

grazie per le indicazioni sui dac

a wasky > http://www.head-fi.org/forum/thread/506348/violectric-v800-dac > 1100 euri

a robertor > Behringer SRC 2496, si trova sui 130 euri + 30 per la modifica suggerita + un venti/trenta di spese postali http://www.mercatinomusicale.com/mm/a_BEHRINGER-SRC2496-ULTRAMATCH-PRO_id1713863.html

e a schwantz > http://www.head-fi.org/forum/thread/198503/new-dac-rockna-rd-2 > 600 euri

mauz
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 24.01.10
Numero di messaggi : 3102
Località : collina
Provincia (Città) : (BI)
Impianto :
NVA a30px
Royd Merlin
Bushmaster DAC
SONY CDP338ESD
SONY XDR F1HD
Mac Mini

Tornare in alto Andare in basso

Re: differenza hi-end/audio semi-pro (PA)

Messaggio  schwantz34 il Mer 18 Mag 2011 - 16:24

@mauz ha scritto:grazie per le indicazioni sui dac

a wasky > http://www.head-fi.org/forum/thread/506348/violectric-v800-dac > 1100 euri

a robertor > Behringer SRC 2496, si trova sui 130 euri + 30 per la modifica suggerita + un venti/trenta di spese postali http://www.mercatinomusicale.com/mm/a_BEHRINGER-SRC2496-ULTRAMATCH-PRO_id1713863.html

e a schwantz > http://www.head-fi.org/forum/thread/198503/new-dac-rockna-rd-2 > 600 euri

caro mauz, il rockna rd2 se l'ho sentito e anche lo young ...a fronte dei 300 euro di uno e i 1000 dell'altro dico che SECONDO ME si equivalgono e che non ci sono differenze clamorose ...mi sa tanto che l'rd2 (non se ) l'ha sentito pure Wagly , e mi pare che l'abbia stupito anche col confronto col (suo? ) NS.

schwantz34
Membro classe diamante
Membro classe diamante

Data d'iscrizione : 28.10.08
Numero di messaggi : 15496
Località : Caerdydd
Provincia (Città) : Caerdydd
Impianto : minimalista, uso un vecchio walkman con gli auricolari...

Tornare in alto Andare in basso

Re: differenza hi-end/audio semi-pro (PA)

Messaggio  Stentor il Mer 18 Mag 2011 - 16:43

@schwantz34 ha scritto:
il rockna rd2 se l'ho sentito e anche lo young ...a fronte dei 300 euro di uno e i 1000 dell'altro dico che SECONDO ME si equivalgono e che non ci sono differenze clamorose ...mi sa tanto che l'rd2 (non se ) l'ha sentito pure Wagly , e mi pare che l'abbia stupito anche col confronto col (suo? ) NS.

Con che fonte li hai ascoltati ? ...hai utilizzato file in HD oppure no?

Stentor
Membro classe diamante
Membro classe diamante

Data d'iscrizione : 12.07.10
Numero di messaggi : 20392
Località : .
Impianto : .

Tornare in alto Andare in basso

Re: differenza hi-end/audio semi-pro (PA)

Messaggio  schwantz34 il Mer 18 Mag 2011 - 16:47

@Stentor ha scritto:
@schwantz34 ha scritto:
il rockna rd2 se l'ho sentito e anche lo young ...a fronte dei 300 euro di uno e i 1000 dell'altro dico che SECONDO ME si equivalgono e che non ci sono differenze clamorose ...mi sa tanto che l'rd2 (non se ) l'ha sentito pure Wagly , e mi pare che l'abbia stupito anche col confronto col (suo? ) NS.

Con che fonte li hai ascoltati ? ...hai utilizzato file in HD oppure no?


la fonte erano per l'appunto i due dac (collegati ad un lettore cd sony e ad un pc acer one con chiavetta m2tech ), ascoltati con file ANCHE ad alta risoluzione.
Se dovessi comprare oggi un dac prenderei sicuramente il rockna rd2-se che a fronte di meno di un terzo del prezzo del m2tech suona altrettanto bene . Non è poco...

schwantz34
Membro classe diamante
Membro classe diamante

Data d'iscrizione : 28.10.08
Numero di messaggi : 15496
Località : Caerdydd
Provincia (Città) : Caerdydd
Impianto : minimalista, uso un vecchio walkman con gli auricolari...

Tornare in alto Andare in basso

Re: differenza hi-end/audio semi-pro (PA)

Messaggio  wasky il Mer 18 Mag 2011 - 16:50

@schwantz34 ha scritto:caro mauz, il rockna rd2 se l'ho sentito e anche lo young ...a fronte dei 300 euro di uno e i 1000 dell'altro dico che SECONDO ME si equivalgono e che non ci sono differenze clamorose ...mi sa tanto che l'rd2 (non se ) l'ha sentito pure Wagly , e mi pare che l'abbia stupito anche col confronto col (suo? ) NS.

Lo Young dalla sua ha il pregio del grande upsamplig sergio che ne aumenta le prestazioni facendo segnare una ottima defininione in Bit le differenze cazzarola se ci sono Wink

Il setting CLOCK per lo Young era 24bit 192kHz Very High Aliasing ON e Phase Linear 32% su SOX

Ho avuto l'RD2 in casa per alcuni lavoretti e si devo essere onesto suona molto bene meglio del Model 3 in gamma media ma, non del M192 Sergio poi vabbe, i miei sono non default non vale

Però continuo a godere con il ModelIII che ricordo ha circa 6 anni Cool e tra un pò verra affidato alle manine della Aurion e con la E-MU 1212 in analogico

Grazie Mauz per il link avevo già letto quella prova e ho ascoltato il Violectric in casa Smile E' imho spettacolare


Due parole sul DEQ2496 Gia di default rompe le ossa a molti scatolotti cinesi e non Laughing ha a bordo uno dei DAC che amo di più

_________________
"Sentire non è altro che una facoltà permessa da uno dei nostri cinque sensi ma ascoltare è un'arte."   Frank Tyger

wasky
Moderatore di sezione
Moderatore di sezione

Data d'iscrizione : 03.07.09
Numero di messaggi : 9229
Località : Roma
Occupazione/Hobby : Fancazzista Serio
Provincia (Città) : Come il fiore del ciliegio è il migliore tra i fiori, così, il guerriero è il migliore tra gli uomini
Impianto : Amplifon

http://www.kitaudiopro.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: differenza hi-end/audio semi-pro (PA)

Messaggio  schwantz34 il Mer 18 Mag 2011 - 16:57

@wasky ha scritto:
@schwantz34 ha scritto:caro mauz, il rockna rd2 se l'ho sentito e anche lo young ...a fronte dei 300 euro di uno e i 1000 dell'altro dico che SECONDO ME si equivalgono e che non ci sono differenze clamorose ...mi sa tanto che l'rd2 (non se ) l'ha sentito pure Wagly , e mi pare che l'abbia stupito anche col confronto col (suo? ) NS.

Lo Young dalla sua ha il pregio del grande upsamplig sergio che ne aumenta le prestazioni facendo segnare una ottima defininione in Bit le differenze cazzarola se ci sono Wink

Il setting CLOCK per lo Young era 24bit 192kHz Very High Aliasing ON e Phase Linear 32% su SOX

Ho avuto l'RD2 in casa per alcuni lavoretti e si devo essere onesto suona molto bene meglio del Model 3 in gamma media ma, non del M192 Sergio poi vabbe, i miei sono non default non vale

Però continuo a godere con il ModelIII che ricordo ha circa 6 anni Cool e tra un pò verra affidato alle manine della Aurion e con la E-MU 1212 in analogico

Grazie Mauz per il link avevo già letto quella prova e ho ascoltato il Violectric in casa Smile E' imho spettacolare


Due parole sul DEQ2496 Gia di default rompe le ossa a molti scatolotti cinesi e non Laughing ha a bordo uno dei DAC che amo di più

rob, tu hai provato il rockna rd2 di 2 anni fa, se ti capita prova la versione SE ...poi mi dici ...e comq 2 anni fa il rockna veniva 200 euro confrontato col model 3 , il rapporto prezzo/qualita' era comunque in favore mostruosamente del dac rumeno.

schwantz34
Membro classe diamante
Membro classe diamante

Data d'iscrizione : 28.10.08
Numero di messaggi : 15496
Località : Caerdydd
Provincia (Città) : Caerdydd
Impianto : minimalista, uso un vecchio walkman con gli auricolari...

Tornare in alto Andare in basso

Re: differenza hi-end/audio semi-pro (PA)

Messaggio  Stentor il Mer 18 Mag 2011 - 16:59

@schwantz34 ha scritto:
@Stentor ha scritto:
@schwantz34 ha scritto:
il rockna rd2 se l'ho sentito e anche lo young ...a fronte dei 300 euro di uno e i 1000 dell'altro dico che SECONDO ME si equivalgono e che non ci sono differenze clamorose ...mi sa tanto che l'rd2 (non se ) l'ha sentito pure Wagly , e mi pare che l'abbia stupito anche col confronto col (suo? ) NS.

Con che fonte li hai ascoltati ? ...hai utilizzato file in HD oppure no?


la fonte erano per l'appunto i due dac (collegati ad un lettore cd sony e ad un pc acer one con chiavetta m2tech ), ascoltati con file ANCHE ad alta risoluzione.
Se dovessi comprare oggi un dac prenderei sicuramente il rockna rd2-se che a fronte di meno di un terzo del prezzo del m2tech suona altrettanto bene . Non è poco...

Naturalmente con i file in HD hai utilizzato l'ingresso USB del Young e non la chiavetta giusto? .... cmq se mi dici che in quel setup suonavano uguali ti credo ...magari con un setup più rivelatore potrebbero esserci delle differenze Wink

Cmq io rimango troppo contento dello Young ...per quel poco che costa è già per me un piccolo miracolo ...se poi ce ne sono alti di miracoli meglio ancora.

PS allo young è obbligatorio sostituire l'alimentatore di serie ...già con un ZG FT146 ...che è un alimentatore lineare scarso da pochi soldi ..il miglioramento è evidente Wink

Stentor
Membro classe diamante
Membro classe diamante

Data d'iscrizione : 12.07.10
Numero di messaggi : 20392
Località : .
Impianto : .

Tornare in alto Andare in basso

Re: differenza hi-end/audio semi-pro (PA)

Messaggio  schwantz34 il Mer 18 Mag 2011 - 17:05

@Stentor ha scritto:
@schwantz34 ha scritto:
@Stentor ha scritto:
@schwantz34 ha scritto:
il rockna rd2 se l'ho sentito e anche lo young ...a fronte dei 300 euro di uno e i 1000 dell'altro dico che SECONDO ME si equivalgono e che non ci sono differenze clamorose ...mi sa tanto che l'rd2 (non se ) l'ha sentito pure Wagly , e mi pare che l'abbia stupito anche col confronto col (suo? ) NS.

Con che fonte li hai ascoltati ? ...hai utilizzato file in HD oppure no?


la fonte erano per l'appunto i due dac (collegati ad un lettore cd sony e ad un pc acer one con chiavetta m2tech ), ascoltati con file ANCHE ad alta risoluzione.
Se dovessi comprare oggi un dac prenderei sicuramente il rockna rd2-se che a fronte di meno di un terzo del prezzo del m2tech suona altrettanto bene . Non è poco...

Naturalmente con i file in HD hai utilizzato l'ingresso USB del Young e non la chiavetta giusto? .... cmq se mi dici che in quel setup suonavano uguali ti credo ...magari con un setup più rivelatore potrebbero esseri delle differenze Wink

Cmq io rimango troppo contento dello Young ...per quel poco che costa è già per me un piccolo miracolo ...se poi ce ne sono alti di miracoli meglio ancora.

PS allo young è obbligatorio sostituire l'alimentatore di serie ...già con un ZG FT146 ...che è un alimentatore lineare scarso da pochi soldi ..il miglioramento è evidente Wink



sara' ...considera che non penso di averli provati con un setup da buttare via ... ed è quello che ho ...(non è che adesso mi metto a cambiare il setup in funzione del manunta dac ... :-) ) , pre p50sa con finale NVA TSS mkII , cavi ssp NVA e di potenza LS5 , diffusori quad esl 57 ...il piccolo miracolo secondo me è il dac rumeno che con 300 euro è alla pari del dac toscano da 1100 ...ho provato lo young col pc sia con la pennetta tramite una delle 2 uscite coassiali sia con l'usb senza pennetta direttamente al pc, il rockna non avendo usb l'ho connesso al pc tramite coax e pennetta.
Dico solo "comprate il rockna" e i restanti 700 euro usateli per i ciddi... Smile ne vale la pena .
Poi per il resto ho qualche disconero , mi basta il sonneteer sedley e un vecchio pl 71 con una denon dl 304...

schwantz34
Membro classe diamante
Membro classe diamante

Data d'iscrizione : 28.10.08
Numero di messaggi : 15496
Località : Caerdydd
Provincia (Città) : Caerdydd
Impianto : minimalista, uso un vecchio walkman con gli auricolari...

Tornare in alto Andare in basso

Re: differenza hi-end/audio semi-pro (PA)

Messaggio  piero7 il Mer 18 Mag 2011 - 18:44

@robertor ha scritto:
Negli ampli PA della raffinatezza e della musicalità, non gliene frega a nessuno. Chi progetta questi ampli deve badare al concreto, ed il concreto è l'affidabilità e la stabilità di funzionamento, quindi tutto quello che può nuocere a questi parametri passa in secondo piano (se non in terzo o in quarto). Cosa che negli ampli domestici di qualità è un parametro quasi fondamentale. Anche perché un ampli PA viene ascoltato, minimo minimo da 20 metri di distanza (ma proprio minimo davvero) quindi quei dettagli, quelle sfumature che avvertiamo nei nostri salotti li non esistono. Anche perchè ci son un'altro milione di persone accanto a te e il silenzio assoluto, non esiste nel PA. Scena, profondità, disposizione del palcoscenico virtuale nel PA esisterà? Boh! Cosa invece che nell'hifi domestico è fondamentale.

questo è sparare ad alzo zero verso tutti gli utenti dei vari dune e similari e sui 3D che argomentavano sulla bonta sonica dei vari amplificatori professional in uso domestico.

@mauz: se non ricordo male, non mi ricordo il forum dove avevo letto tutto l'ambaradan, il behringer DAC(di derivazione PRO) modificato dava ottimi risultati a costi abbordabili.
http://cgi.ebay.it/Behringer-SRC-2496-ULTRAMATCH-PRO-MODIFICHE-/130515755416?pt=Altro_Audio_da_Casa&hash=item1e63586198

con tutto il rispetto per il dune e per chi ce l'ha a casa, ma vogliamo far passare che è la soluzione definitiva per l'ampli migliore di tutti i tempi? Suvvia, adesso non esageriamo... Very Happy

Ricordi bene, il dac beringher, non semplicemente modificato, ma pesantemente modificato dava ottimi risultati si. La differenza è tutta nelle modifiche, perché liscio, a casa, non suona affatto come suona da modificato (e piuttosto pesantemente).

Ma stiamo andando fuori dal seminato. L'oggetto della discussione non è: cosa è meglio e cosa è peggio, o biasimare chi a casa ha un ampli PA.

piero7
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 06.06.09
Numero di messaggi : 9854
Località : Somewhere over the rainbow
Impianto :

Tornare in alto Andare in basso

Re: differenza hi-end/audio semi-pro (PA)

Messaggio  robertor il Mer 18 Mag 2011 - 21:46

piero, come sai bene io non ho in casa il dune ne quant'altro si possa definire PRO o semiPro.

certo è che al behringer moddato a puntino(se non sbaglio c'era in fase di messa a punto la modifica di vincenzo che però.......vabbè) ci avrei fatto volentieri un bel pensierino.
se non erro la modifica di vincenzo si basava sulle uscite a trasformatori quindi i costi si alzerebbero e non poco a meno di non inserire i trasformatori monacor che, dicono, hanno un rapporto prezzo/prestazioni ottimo.

robertor
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 17.06.08
Numero di messaggi : 4049
Località : Budapest
Provincia (Città) : quasi sempre grigio
Impianto :
Spoiler:
InDiscreto Phono
Shure M75
Buffer B1


http://www.anitavillaetyek.hu

Tornare in alto Andare in basso

Re: differenza hi-end/audio semi-pro (PA)

Messaggio  piero7 il Mer 18 Mag 2011 - 22:16

@robertor ha scritto:piero, come sai bene io non ho in casa il dune ne quant'altro si possa definire PRO o semiPro.

certo è che al behringer moddato a puntino(se non sbaglio c'era in fase di messa a punto la modifica di vincenzo che però.......vabbè) ci avrei fatto volentieri un bel pensierino.
se non erro la modifica di vincenzo si basava sulle uscite a trasformatori quindi i costi si alzerebbero e non poco a meno di non inserire i trasformatori monacor che, dicono, hanno un rapporto prezzo/prestazioni ottimo.

i monacor? Li ho provati sul mio dac, e li ho trovati davvero insoddisfacenti... Ma a prescindere da questo, già per il fatto che richieda modifiche (e sono diverse, e non solo dei trasformatori, se ben ricordo) su quell'apparecchio vorrà pure dire qualche cosa?

piero7
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 06.06.09
Numero di messaggi : 9854
Località : Somewhere over the rainbow
Impianto :

Tornare in alto Andare in basso

Re: differenza hi-end/audio semi-pro (PA)

Messaggio  madqwerty il Mer 18 Mag 2011 - 23:32

@piero7 ha scritto:Però ora si bilancia pure per 50cm di connessione nell'hifi domestico Shut up
eppure, li leggi anche tu i feedback in rete, non sono tutti esattamente schierati sul "non serve perchè tanto con 50cm di connessione va bene tutto" c'è chi al bilanciato crede, anche in uso domestico, e non sono tutti amatori dell'ultima ora, hype-addicted Wink
tra l'altro, un esempio a tema, se la stragrande maggioranza dei chip DAC esce in bilanciato, non ti sembra logico continuare la catena audio per come è iniziata?


Ivano, quando acquisti un'auto, non ti devi preoccupare che la benzina debba essere approvata dalla casa che ha costruito l'auto.
quindi in pratica, quando vai dal benzinaio non ti preoccupi di scegliere la pistola del colore corretto, ne tiri su una a caso, gialla verde o blu che sia, butti dentro e riempi fischiettando ? Wink

@piero7 ha scritto:
Ovviamente parliamo di cose progettate bene, affidabili e stabili, non le minchiate che per essere stabili devono essere usate coi cavi dello stesso fabbricante!!!!

Il parallelo è lo stesso. Casa mia o casa tua, non è un laboratorio dove ogni criticità (dall'utente al resto della catena) debba mettere in crisi l'ampli col rischio che lo faccia rompere... In fondo, quando acquisti un'auto, il costruttore ti dice che servono gomme di misura X cerchio Y non che se non metti queste o quelle, si può rompere qualche cosa! L'oggetto venduto al grande pubblico (e Naim e tutti gli altri hanno il grande pubblico come mercato, non un tecnico specializzato) devono garantire la perfetta funzionalità dell'apparecchio nelle condizioni normali di utilizzo. Se mi dice o questa benzina (certa marca o so cavoli tuoi) non mi pare una cosa seria...
il costruttore ti dice che se buchi una ruota, di scorta hai un ruotino, che ti impone per-modo-di-dire una velocità max di 90 orari...ma tu hai tecnicamente la possibilità di andare a qualsiasi velocità tu ritenga, anche alla solita velocità che fai con le solite ruote....poi capita una curva, giri il volante e la macchina va dritta, colpa di chi ? Wink
i prodotti sul mercato devono prima di tutto garantire aderenza alle specifiche tecniche e alle indicazioni di utilizzo fornite al pubblico PRIMA dell'acquisto nonchè durante, la robustezza e l'affidabilità sono optionals, sennò Swarowsky avrebbe chiuso da un pezzo, o produrrebbe monili in plexiglass Laughing


@piero7 ha scritto:boh, non ce l'ho presente, ma metti lo schema del dune, ad esempio,
avercelo.. Sad
è da qualche tempo che saltuariamente mi passa per la testa l'idea folle di smontarlo e ricavarlo.. Crazy


@MaurArte ha scritto:
Il Dune non ha filtri e neanche è bilanciato...è un finale home tutto a discreti con qualche piccolo adattamento.
A mio avviso va meglio del Behringer A500
Smile
te immagina il Dune Abarth come andrebbe! Very Happy Wink
(qualche giorno fa che veramente ero lì lì per sgurarlo Very Happy e ho notato le resistenze di source da 0.5ohm, che tutti gli altri le hanno da 0.2...
si più che raddoppierebbe lo smorzamento, con 8 resistenze, e la ritaratura del bias Razz (sempre che i mosfet non siano così mal-matchati da richiedere necessariamente R così alte.. Muble)
anche i 2 C di filtro sull'alimentazione, sembrano un po' magrolini, potrebbe essere una cura per le lucette rosse del frontale Very Happy


@piero7 ha scritto:
con tutto il rispetto per il dune e per chi ce l'ha a casa, ma vogliamo far passare che è la soluzione definitiva per l'ampli migliore di tutti i tempi? Suvvia, adesso non esageriamo... Very Happy
non perderti per strada l'altra metà (fondamentale) del discorso, ampli migliore soluzione definitiva entro i 100 euri Wink

madqwerty
Moderatore
Moderatore

Data d'iscrizione : 11.12.08
Numero di messaggi : 6279
Località : Chivasso (TO)
Occupazione/Hobby : IT
Impianto : Powered by T-Forum :-)

Tornare in alto Andare in basso

Re: differenza hi-end/audio semi-pro (PA)

Messaggio  piero7 il Gio 19 Mag 2011 - 0:33

stai andando off topic mad...

1) Il discorso non era su: blianciato o non bilanciato
[nel professionale il bilanciato è fondamentale proprio perchè si potranno utilizzare connessioni chilometriche che nell'home quasi non esistono. Che molti dac escano in bilanciato non aggiunge nulla nella pratica domestica perché molto difficilmente ci saranno le stesse problematiche che ci possono essere in uno stadio o in una piazza, e comunque, bilanciato non è sinonimo di maggiore qualità. L'Ongaku, giusto per fare un esempio, non è bilanciato. Sono esigenze diverse avere a che fare con km o 50 cm di cavo.]

2) Che c'entra mo il colore della pompa della distributore? Se l'auto va a gasolio ci devi mettere gasolio, non benzina. Ma nessun venditore di auto ti dirà mai che se metti il gasolio dalla Esso piuttosto che dalla Q8, non ti garantisce il buon funzionamento del mezzo.

3) Ma che c'entra il paragone con il ruotino? Due pezzi di filo son diversi dal paragone ruotino/ruota. I limiti di un ruotino son noti e chiari, sia chiama "ruotino" apposta! E se in un ampli qualche centinaio di pF rendono instabile l'ampli, costringendoti ad usare il cavo che dice il costruttore, lo trovo scorretto! Ma son tutti cretini gli altri costruttori allora? Stiamo parlando di un paio di metri di cavo!! Ma ci son costruttori che lo fanno potrai obiettare. Strano mondo è questo dell'hifi. Non credo che qualcuno acquisterebbe un'auto che non ti garantisca il funzionamento dell'auto se usi gasolio della Esso piuttosto che della Q8, ma c'è gente che per un amplificatore con queste limitazioni, invece, paga e non batte ciglio... Don't know

piero7
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 06.06.09
Numero di messaggi : 9854
Località : Somewhere over the rainbow
Impianto :

Tornare in alto Andare in basso

Re: differenza hi-end/audio semi-pro (PA)

Messaggio  bonghittu il Gio 19 Mag 2011 - 0:47

@robertor ha scritto:
questo è sparare ad alzo zero verso tutti gli utenti dei vari dune e similari

Si può usare un Dune e fregarsene bellamente Wink





bonghittu
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 09.04.09
Numero di messaggi : 3515
Località : Mammarranca River (CA)
Impianto :
Spoiler:
LG BP125 - SuperPro 707 + NAD C350 + Mosscade 502




Tornare in alto Andare in basso

Re: differenza hi-end/audio semi-pro (PA)

Messaggio  madqwerty il Gio 19 Mag 2011 - 0:55

@piero7 ha scritto:I limiti di un ruotino son noti e chiari
anche quelli dell'ampli schizzinoso Wink lo sono prima che la gente paghi, e quindi è corretto che non batta ciglio Hehe

@bonghittu ha scritto:
@robertor ha scritto:
questo è sparare ad alzo zero verso tutti gli utenti dei vari dune e similari
Si può usare un Dune e fregarsene bellamente Wink
e si riesce pure a tenerlo muto (fine playlist) per eccesso di forumismo Crying or Very sad Very Happy

madqwerty
Moderatore
Moderatore

Data d'iscrizione : 11.12.08
Numero di messaggi : 6279
Località : Chivasso (TO)
Occupazione/Hobby : IT
Impianto : Powered by T-Forum :-)

Tornare in alto Andare in basso

Re: differenza hi-end/audio semi-pro (PA)

Messaggio  Triple Ace il Gio 19 Mag 2011 - 9:55

@Triple Ace ha scritto:
Altra domanda, e se hai una spiegazione simile sei un grande, per le casse? In cosa differiscono le mie Samson da quelle che dovrei mettere in salotto, oltre al fatto che queste sono attive)?
In definitiva, le casse che vanno per la maggiore per suonare live sono attive con mixer passivo: è già una buona differenza dalle casse passive/ampi hi-end o sbaglio?

Ehm... UP! Laughing

Triple Ace
Affezionato
Affezionato

Data d'iscrizione : 22.04.11
Numero di messaggi : 205
Località : Prov. Padova
Occupazione/Hobby : AR 2.5 V6, Bobber Kawa, musica.
Provincia (Città) : -"Buongiorno Caporale" - "Buongiorno un ca$$o!"
Impianto : Supervecchio:
va tutto a finire nelle Cerwin-Vega D6-E!

Supergiovane:
Notebook PB+Creative X-fi 5.1+Creative Megaworks 550 5.1

Tornare in alto Andare in basso

Re: differenza hi-end/audio semi-pro (PA)

Messaggio  Biagio De Simone il Gio 19 Mag 2011 - 11:26

Non sempre, ci sono stati sistemi attivi e multiamplificati di livello assoluto. Smile

Biagio De Simone
Membro classe diamante
Membro classe diamante

Data d'iscrizione : 29.12.10
Numero di messaggi : 10219
Località : ............
Occupazione/Hobby : mi occupo di far avere piena consapevolezza ai B.M. delle loro reali possibilità.
Provincia (Città) : eccellente
Impianto : comprato al MEDIAWORLD, ma a me serve per ascoltare musica, non per guardarlo, peggio ancora mostrarlo.

Tornare in alto Andare in basso

Re: differenza hi-end/audio semi-pro (PA)

Messaggio  arealeo il Gio 19 Mag 2011 - 13:08

Il fatto di avere delle limitazioni nell' utilizzo ad esempio dei cavi fa parte di quel fantastico e meraviglioso mondo dell'Hi-End esoterico, in cui ogni più piccolo dettaglio fa la differenza, c'è chi è disposto ad accettare qualsiasi limitazione se poi il risultato finale è strabiliante, NAIM è stato uno dei primi produttori a proporre catene di una certa caratura mono marca e per molto tempo i suoi apparecchi usavano connettori Din che a meno di non autocostruirne i cavi non permetteva di usarne di altri marchi , è innegabile però che la sinergia che si trova in un mono marca è davvero indiscutibile. Detto ciò però in nessun libretto di istruzioni NAIM verrà scritto di non usare questo o quell'altro cavo. NAIM per dirne uno....ma ce ne sarebbero molti altri.

Altro discorso meritano le apparecchiature professionali, è vero che esistono i prodotti professionali Behringher ma è anche vero che esistono i Crown o gli Audiometrix e miglia di altri marchi il cui prezzo degli apparecchi è ia livelli Hi-End, da alcuni anni un po' per diletto e un po' per lavoro mi occupo di audio professionale e posso garantire che a certi livelli i prezzi tra Hi-End seria e professionale serio si eguagliano, eccezion fatta per il mondo esoterico prerogativa questa solo di una nicchia di apparecchiature. Nel campo professionale nessuno consiglierebbe di montare punte coniche sotto a grossi finali a rack, però anche in campo pro negli studi di registrazione si usano cavi molto costosi, esistono convertitori D/A pro che superano tranquillamente i 10.000 €. Qualcuno poi tirava in ballo i mixer Beheringher, si vanno bene, ma qualcuno ha mai fatto una prova comparativa tra due mixer simili ma di marca diversa, a me spesso capita e vi posso garantire che tra un mixer da 100 € e uno da 1000 € c'è un abisso, se poi passo ai mostri sacri come Midas o Soundcraft o la meno nota D&R oltre ad avere prestazioni audio decisamente superiori, costruzione degna dei migliori pre Hi-End ma hanno anche prezzi decisamente molto più alti, esistono mixer e banchi regia che parto dai 3000 € sino a 100'000 e oltre, esistono poi anche mixer full Valve.

Stesso discorso vale per i diffusori professionali che non significa per forza PA ma anche studio monitor, ecco che in questo campo vediamo marchi di prim’ordine come GENELEC o le meno note ATC, ma come prezzi siamo ben oltre i 1000 €. Inoltre non dobbiamo dimenticare che molte elettroniche del mondo Hi-End sono di derivazione professionale.

Penso che se un raffronto si debba fare allora che vada fatto su questo genere di prodotti, queste sono le apparecchiature che servono per realizzare i Cd che poi ascoltiamo in casa e devono per forza essere al di sopra di ogni sospetto e per forza devono costare, ci mancherebbe.

Di sicuro in un prodotto professionale non graverà sul prezzo finale il fatto che è ha il frontale in madre perla ed è stato costruito da una vergine in una notte di luna piena…..dal settore professionale resta fuori tutto ciò che riguarda quel fascino tutto esoterico che va ben oltre le mera materialità dell’oggetto (dati al banco prova, costruzione, tecnologia impiegate) che avvolge tutti gli oggetti di nicchia e non….

arealeo
Affezionato
Affezionato

Data d'iscrizione : 01.02.11
Numero di messaggi : 148
Località : Mantova
Occupazione/Hobby : Dirigente tecnico / Musica....musica...Hi-End e pro-audio
Provincia (Città) : Sempre ottimo.....cerco di seguire la sorgente della felicità
Impianto : Main System: Wavelenght Audio Cardinal+Napoleon - Tannoy - Klymo
Middle System: Audio Exklusive, Counterpoint, BitWise, Micromega, SqueezedBox
Basic System: Master Sound, MArantz, Electro Voice

Tornare in alto Andare in basso

Re: differenza hi-end/audio semi-pro (PA)

Messaggio  kuki il Gio 19 Mag 2011 - 13:25

@arealeo ha scritto:
Stesso discorso vale per i diffusori professionali che non significa per forza PA ma anche studio monitor, ecco che in questo campo vediamo marchi di prim’ordine come GENELEC o le meno note ATC, ma come prezzi siamo ben oltre i 1000 €. Inoltre non dobbiamo dimenticare che molte elettroniche del mondo Hi-End sono di derivazione professionale.

Quotone!! Ho di recente avuto la fortuna di ascoltare due Meyer upa-1p (4000 euri), veramente incredibili I love you

kuki
Interessato
Interessato

Data d'iscrizione : 17.05.10
Numero di messaggi : 58
Località : Bo
Impianto : Behringer DDM4000 + Shure tk2050 + Scythe SDA1100 + Jbl L830 + Technics SL1200

Tornare in alto Andare in basso

Re: differenza hi-end/audio semi-pro (PA)

Messaggio  LSR il Gio 19 Mag 2011 - 15:59

Ben detto, concordo.... in parte.
Ti critico solo 2 cose:
@arealeo ha scritto:...esistono convertitori D/A pro che superano tranquillamente i 10.000 €.
Pero' questi D/A pro da 10'000E hanno potenzialita' ben diverse da un qualsiasi D/A hi-end uso home a due canali venduto agli audio gonzi, e purtroppo la differenza di prezzo non e' giustificata nel materiale.
Se un D/A pro a 16 canali con clock degno del nome e tutte le altre features adeguate costa 10'000E, quanto dovrebbe costare un D/A hi-end home 2canali con clock a cucu' e due operazionali in uscita da 0.001 Euro?
10'000E diviso 16 (i canali)? Sarebbe ancora tanto.
Pero' se a qualcuno piace pagare 1'000E per la scatola che gli appaga l'occhio... contento lui...

@arealeo ha scritto:Stesso discorso vale per i diffusori professionali che non significa per forza PA ma anche studio monitor, ecco che in questo campo vediamo marchi di prim’ordine come GENELEC o le meno note ATC, ma come prezzi siamo ben oltre i 1000 €.
Anche in ambito hi-end se parliamo di diffusori siamo ben oltre i 1000E. Anzi sotto quella cifra non sei nemmeno lontanamente aiend.

@arealeo ha scritto:Inoltre non dobbiamo dimenticare che molte elettroniche del mondo Hi-End sono di derivazione professionale.
Ecco, esatto Ok

LSR
Affezionato
Affezionato

Data d'iscrizione : 09.07.09
Numero di messaggi : 190
Località : Cremona
Occupazione/Hobby : rally
Impianto : alieno sottocutaneo

Tornare in alto Andare in basso

Re: differenza hi-end/audio semi-pro (PA)

Messaggio  arealeo il Gio 19 Mag 2011 - 16:17

Lo SPECTRAL SDR 2000 all'epoca circa 30 milioni di lire mi pare, era un convertitore D/A nato essenzialmente come oggetto a due canali per applicazioni professionali da notare che il frontale prevedeva i fori per l'inserimento in rack. Chi come me ha avuto la fortuna di sentirlo suonare può garantirne una verve decisamente fuori dal comune.

E' vero però che in campo Hi-End ci sono moltissimi venditori di fumo, ma non tutti, esistono molti cloni di apparecchi cinesi venduti a prezzi assurdi vedi il caso Vincent VS Symphonic Line di cui per due condensatori si giustificavano 3000 € di differenza da un lettore di Cd all'altro, ecco quelle sono speculazioni, ma ci sono oggetti hi-end che da un punto di vista di progettazione costruzione prestazioni sono degli oggetti davvero unici e inimitabili.....ma sentito un finale HALCRO DM 38 o meglio DM 68.

Per quanto riguarda le casse il mio discorso era rivolto a chi sosteneva che con pochi i soldi nel mondo pro mi trovo diffusori di alto livello....ovvio che nel mondo pro ci siano prodotti particolarmente convenienti rispetto alla realtà HiFi ma che questi possano competere con quelli Hi-End mmmm dubito, salvo di non andar sui prodotti più prestigiosi...non dimentichiamo infine che in alcuni studi di registrazione ho visto usare diffusori MArtin Logan come speaker d'ambiente, mentre invece le B&W della serie 800 sono nate come speaker monitor da studio vedi serie 801 e 802 (aaa che bei ricordi).

arealeo
Affezionato
Affezionato

Data d'iscrizione : 01.02.11
Numero di messaggi : 148
Località : Mantova
Occupazione/Hobby : Dirigente tecnico / Musica....musica...Hi-End e pro-audio
Provincia (Città) : Sempre ottimo.....cerco di seguire la sorgente della felicità
Impianto : Main System: Wavelenght Audio Cardinal+Napoleon - Tannoy - Klymo
Middle System: Audio Exklusive, Counterpoint, BitWise, Micromega, SqueezedBox
Basic System: Master Sound, MArantz, Electro Voice

Tornare in alto Andare in basso

Re: differenza hi-end/audio semi-pro (PA)

Messaggio  Stentor il Gio 19 Mag 2011 - 17:00

@arealeo ha scritto:esistono molti cloni di apparecchi cinesi venduti a prezzi assurdi vedi il caso Vincent VS Symphonic Line di cui per due condensatori si giustificavano 3000 € di differenza da un lettore di Cd all'altro

Mahh ..guarda che anche Vincent ha prezzi assurdi...non è il costruttore ma un rimarchiatore alla Openitem di prodotti cinesi.... infatti i Vincent generalmente sono dei Shengya.


Stentor
Membro classe diamante
Membro classe diamante

Data d'iscrizione : 12.07.10
Numero di messaggi : 20392
Località : .
Impianto : .

Tornare in alto Andare in basso

Re: differenza hi-end/audio semi-pro (PA)

Messaggio  piero7 il Gio 19 Mag 2011 - 19:05

Questo dac qua costa 33.000 euro Laughing Laughing Laughing


piero7
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 06.06.09
Numero di messaggi : 9854
Località : Somewhere over the rainbow
Impianto :

Tornare in alto Andare in basso

Re: differenza hi-end/audio semi-pro (PA)

Messaggio  Barone Rosso il Gio 19 Mag 2011 - 19:31

@arealeo ha scritto:Il fatto di avere delle limitazioni nell' utilizzo ad esempio dei cavi fa parte di quel fantastico e meraviglioso mondo dell'Hi-End esoterico, in cui ogni più piccolo dettaglio fa la differenza, c'è chi è disposto ad accettare qualsiasi limitazione se poi il risultato finale è strabiliante, NAIM è stato uno dei primi produttori a proporre catene di una certa caratura mono marca e per molto tempo i suoi apparecchi usavano connettori Din che a meno di non autocostruirne i cavi non permetteva di usarne di altri marchi , è innegabile però che la sinergia che si trova in un mono marca è davvero indiscutibile. Detto ciò però in nessun libretto di istruzioni NAIM verrà scritto di non usare questo o quell'altro cavo. NAIM per dirne uno....ma ce ne sarebbero molti altri.

Altro discorso meritano le apparecchiature professionali, è vero che esistono i prodotti professionali Behringher ma è anche vero che esistono i Crown o gli Audiometrix e miglia di altri marchi il cui prezzo degli apparecchi è ia livelli Hi-End, da alcuni anni un po' per diletto e un po' per lavoro mi occupo di audio professionale e posso garantire che a certi livelli i prezzi tra Hi-End seria e professionale serio si eguagliano, eccezion fatta per il mondo esoterico prerogativa questa solo di una nicchia di apparecchiature. Nel campo professionale nessuno consiglierebbe di montare punte coniche sotto a grossi finali a rack, però anche in campo pro negli studi di registrazione si usano cavi molto costosi, esistono convertitori D/A pro che superano tranquillamente i 10.000 €. Qualcuno poi tirava in ballo i mixer Beheringher, si vanno bene, ma qualcuno ha mai fatto una prova comparativa tra due mixer simili ma di marca diversa, a me spesso capita e vi posso garantire che tra un mixer da 100 € e uno da 1000 € c'è un abisso, se poi passo ai mostri sacri come Midas o Soundcraft o la meno nota D&R oltre ad avere prestazioni audio decisamente superiori, costruzione degna dei migliori pre Hi-End ma hanno anche prezzi decisamente molto più alti, esistono mixer e banchi regia che parto dai 3000 € sino a 100'000 e oltre, esistono poi anche mixer full Valve.

Stesso discorso vale per i diffusori professionali che non significa per forza PA ma anche studio monitor, ecco che in questo campo vediamo marchi di prim’ordine come GENELEC o le meno note ATC, ma come prezzi siamo ben oltre i 1000 €. Inoltre non dobbiamo dimenticare che molte elettroniche del mondo Hi-End sono di derivazione professionale.

Penso che se un raffronto si debba fare allora che vada fatto su questo genere di prodotti, queste sono le apparecchiature che servono per realizzare i Cd che poi ascoltiamo in casa e devono per forza essere al di sopra di ogni sospetto e per forza devono costare, ci mancherebbe.

Di sicuro in un prodotto professionale non graverà sul prezzo finale il fatto che è ha il frontale in madre perla ed è stato costruito da una vergine in una notte di luna piena…..dal settore professionale resta fuori tutto ciò che riguarda quel fascino tutto esoterico che va ben oltre le mera materialità dell’oggetto (dati al banco prova, costruzione, tecnologia impiegate) che avvolge tutti gli oggetti di nicchia e non….

Ma tieni presente che nel professionale si ha pure a che fare con oggetti a produzione limitata e penso che siano pure personalizzati sulle esigenze dell'utente.
Inoltre se c'è dietro un progetto vero e testato a fondo il prezzo, anche di 10'000 euro, si giustifica.

Il problema secondo me viene quando si va sul hi-end esoterico con tutte le sue stranezze e teorie fumose spesso assurdamente costose. Cosa che finisce per alimentare quel humus che permette a personaggi come QS di proliferare indisturbati, ed ormai ce ne sono troppi.



Ultima modifica di Barone Rosso il Gio 19 Mag 2011 - 20:58, modificato 1 volta

Barone Rosso
Moderatore
Moderatore

Data d'iscrizione : 24.03.08
Numero di messaggi : 8020
Località :
Provincia (Città) : Altrove
Impianto : Z + X = Y

Tornare in alto Andare in basso

Re: differenza hi-end/audio semi-pro (PA)

Messaggio  wasky il Gio 19 Mag 2011 - 20:02

@piero7 ha scritto:Questo dac qua costa 33.000 euro Laughing Laughing Laughing


Ed è fatto da un Cantinaro Giapponese in un appartamento di Tokyo dove lavorano in mezzo alla puzza di fritto Laughing



Se ci prova un cantinaro italiano lo massacrano

Bellissima la cazzata sul fatto che hanno argento invecchiato per 20 anni Hehe Hehe Hehe Hehe come se l'argento invecchiando migliora

http://www.tnt-audio.com/tours/audionote.html

L'argento ora usato per i cavi di interconnessione ANJ e per i cavi diffusori è stato in stock per circa 20 anni per ottenere l'effetto "invecchiamento"

A Cazzariiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii

Dai piero 86K per un single Ended di 300B è un furto, Kondo per me dovrebbe andare a fare le marchette a Piazza Vittorio Evil or Very Mad


_________________
"Sentire non è altro che una facoltà permessa da uno dei nostri cinque sensi ma ascoltare è un'arte."   Frank Tyger

wasky
Moderatore di sezione
Moderatore di sezione

Data d'iscrizione : 03.07.09
Numero di messaggi : 9229
Località : Roma
Occupazione/Hobby : Fancazzista Serio
Provincia (Città) : Come il fiore del ciliegio è il migliore tra i fiori, così, il guerriero è il migliore tra gli uomini
Impianto : Amplifon

http://www.kitaudiopro.com

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 3 di 5 Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum