T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti
Benvenuto nel T-Forum!
Connettiti in modo da farti riconoscere come membro affezionato, oppure registrati così potrai partecipare attivamente alle discussioni.
Ultimi argomenti
» ALIENTEK D8 [parte 2]
Oggi alle 16:32 Da Umby66

» scanspeak sta' un pezzo avanti!
Oggi alle 16:21 Da dinamanu

» musica dal pc
Oggi alle 15:42 Da lello64

» APM Tool Lite USO
Oggi alle 15:32 Da PietroM84

» Giradischi suona anche se collegato a stereo
Oggi alle 14:33 Da lello64

» Sure Tk 2050 anti bumb
Oggi alle 13:59 Da MetalBat

» [PU+ss] Coppia woofer 10" Ciare HW250 upgradati
Oggi alle 13:53 Da Rino88ex

» Subwoofer ripolo- Lo faccio o lascio perdere?
Oggi alle 12:14 Da SubitoMauro

» Anniversario dei 10 anni!
Oggi alle 11:39 Da pallapippo

» è ora di rivalvolare!
Oggi alle 11:09 Da Curelin

» [MB] Cambridge Audio DacMagic 100
Oggi alle 10:20 Da verderame

» Cavi potenza Neutral Cable Mantra 2 - Euro 200
Oggi alle 8:50 Da Enry

» rame con purezza 7N
Oggi alle 2:03 Da lello64

» corso di chitarra libro
Oggi alle 1:34 Da lello64

» Project pre dac s2
Oggi alle 0:36 Da giucam61

» thorens td 160
Oggi alle 0:24 Da gaspare

» SMSL M7: il dac definitivo alla portata di tutti?
Ieri alle 23:42 Da Nadir81

» consigli su casse, ampli, dac..
Ieri alle 23:10 Da Kha-Jinn

» ASUS Clique R100, alternativa ai network player?
Ieri alle 21:55 Da bru.b

» aiuto, consiglio impianto, budget 7500.
Ieri alle 21:28 Da Albert^ONE

» Vendo coppia diffusori Grundig Box 1500 A Professional
Ieri alle 20:50 Da silver surfer

» Consiglio T Amp con bose + sub per locale pubblico
Ieri alle 19:09 Da blackpixie

» Canton CT-1000............ follia audiofila [mini-recensione]
Ieri alle 17:41 Da lello64

» ronzio amplificatore Pioneer
Ieri alle 15:19 Da vinse

» Acquisto giradischi
Ieri alle 14:07 Da Ivan

» [PN] Vendo alimentatore variabile ideale per lasse D o TA
Ieri alle 13:11 Da magistercylindrus

» migliore accoppiamento per le mie casse
Ieri alle 10:49 Da freeride

» Galactron pre + finale
Ieri alle 10:32 Da verderame

» Dodocool DA106 di nuovo disponibile, con sconto
Ieri alle 10:22 Da danilopace

» quale alimentatore già pronto all'uso per un TPA 3116?
Ieri alle 10:18 Da hivaru

Statistiche
Abbiamo 11430 membri registrati
L'ultimo utente registrato è TheJumper

I nostri membri hanno inviato un totale di 807172 messaggi in 52377 argomenti
I postatori più attivi della settimana
lello64
 
scontin
 
p.cristallini
 
giucam61
 
MetalBat
 
sportyerre
 
22b5g41b5dw
 
Ivan
 
Carlol
 
Nabucodonosor
 

Migliori postatori
Stentor (20392)
 
DACCLOR65 (19633)
 
schwantz34 (15551)
 
Silver Black (15512)
 
nd1967 (12810)
 
flovato (12509)
 
Biagio De Simone (10287)
 
piero7 (9854)
 
fritznet (9356)
 
wasky (9229)
 

Chi è in linea
In totale ci sono 90 utenti in linea: 9 Registrati, 0 Nascosti e 81 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

brico, Carlol, dinamanu, ftalien77, Masterix, nerone, pallapippo, Rino88ex, Umby66

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 4379 il Lun 25 Mag 2015 - 15:01
Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 


Bookmarking sociale

Bookmarking sociale digg  Bookmarking sociale delicious  Bookmarking sociale reddit  Bookmarking sociale stumbleupon  Bookmarking sociale slashdot  Bookmarking sociale yahoo  Bookmarking sociale google  Bookmarking sociale blogmarks  Bookmarking sociale live      




Conserva e condividi l'indirizzo di T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti sul tuo sito sociale bookmarking


Alimentatore "di recupero"

Andare in basso

Alimentatore "di recupero"

Messaggio  Davidebender il Mar 18 Gen 2011 - 20:42

Oggi ho smantellato un vecchio gruppo di continuità, dentro c'era un alimentatore che esteticamente si presenta simile a questo:



Collegato alla 220v ho trovato i seguenti valori;

Blu e Marrone: 18,5v

Giallo e bianco: 14,5v

Giallo e grigio: 7,2v

Bianco e grigio: 7,2v

Immagino che i due grigi siano le masse, quindi questo alimentatore dovrebbe dare 7,2v sui primari (i cavi di sezione più grande erano il giallo e il bianco) e 18,5v sul secondario?

Come posso sfruttare questo alimentatore, e che tensioni potrei ottenere dopo un ponte raddrizzatore?
avatar
Davidebender
Interessato
Interessato

Data d'iscrizione : 16.12.10
Numero di messaggi : 51
Località : Lanciano
Impianto : sempre a basso volume, sigh.

Tornare in alto Andare in basso

Re: Alimentatore "di recupero"

Messaggio  Artinside il Mar 18 Gen 2011 - 21:05

@Davidebender ha scritto:Oggi ho smantellato un vecchio gruppo di continuità, dentro c'era un alimentatore che esteticamente si presenta simile a questo:



Collegato alla 220v ho trovato i seguenti valori;

Blu e Marrone: 18,5v

Giallo e bianco: 14,5v

Giallo e grigio: 7,2v

Bianco e grigio: 7,2v

Immagino che i due grigi siano le masse, quindi questo alimentatore dovrebbe dare 7,2v sui primari (i cavi di sezione più grande erano il giallo e il bianco) e 18,5v sul secondario?

Come posso sfruttare questo alimentatore, e che tensioni potrei ottenere dopo un ponte raddrizzatore?
Ci puoi alimentare un bel Gainclone con chip lm1875 che "gradisce" 18-19 volts per ramo Smile
avatar
Artinside
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 29.01.09
Numero di messaggi : 3182
Località : Sassari
Occupazione/Hobby : Arte Contemporanea
Impianto :
Spoiler:
Sorgente: Jvc xv-n680
Pre: Minimalist autocostruito
Amplificatori: Hifimediy Tk2050 alimentata in AC, Smsl sa-s1 Ta2020, Smsl sa-s2 Ta2024, Helder Audio Ta2024 , S I T amp Ta2024, Sure Ta2024, Sure "Octopus" Tpa 3123, Scythe sda1000, Gainclone Lm1875
Diffusori Esb xl5, Alix Project One
Ampli cuffie: Poppulse mini headphone amp
Cuffie: Grado - Alessandro MS1, Koss Portapro, Jvc ha-fxc51, Monoprice 8320, Jvc Ha-fx34, Awei es-q9, Xkdun Ck-700 etc, etc, etc....


http://www.gavinoganau.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Alimentatore "di recupero"

Messaggio  madqwerty il Mar 18 Gen 2011 - 21:19

@Davidebender ha scritto:Immagino che i due grigi siano le masse
non ti fidare troppo, cmq non dovrebbe essere importante conoscere la fase dei secondari (il termine "massa" in questo contesto non ha troppo senso Wink )
a meno che tu non li voglia collegare in parallelo..

@Davidebender ha scritto:quindi questo alimentatore dovrebbe dare 7,2v sui primari
ocio, il primario è dove circola la 220Vac, in uscita sono tutti secondari, grandi i piccoli che siano..

@Davidebender ha scritto:che tensioni potrei ottenere dopo un ponte raddrizzatore?
ponte+condensatori di filtro..
a vuoto, la tensione alternata *1.4 (nei tuoi casi quindi circa 26V , circa 20V ,
col carico collegato dipende da molte cose, caratteristiche del trafo (sua potenza e resistenza interna) dei diodi (quanta caduta di tensione hanno) e da quelle del carico (quanto assorbe)
avatar
madqwerty
Moderatore
Moderatore

Data d'iscrizione : 11.12.08
Numero di messaggi : 6279
Località : Chivasso (TO)
Occupazione/Hobby : IT
Impianto : Powered by T-Forum :-)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Alimentatore "di recupero"

Messaggio  Davidebender il Mar 18 Gen 2011 - 21:29

@madqwerty ha scritto:
@Davidebender ha scritto:Immagino che i due grigi siano le masse
non ti fidare troppo, cmq non dovrebbe essere importante conoscere la fase dei secondari (il termine "massa" in questo contesto non ha troppo senso Wink )
a meno che tu non li voglia collegare in parallelo..

a vuoto, la tensione alternata *1.4 (nei tuoi casi quindi circa 26V , circa 20V ,
col carico collegato dipende da molte cose, caratteristiche del trafo (sua potenza e resistenza interna) dei diodi (quanta caduta di tensione hanno) e da quelle del carico (quanto assorbe)

Magari un gainclone Laughing

Il fatto è che 18,5v ce l'ho sul secondario più piccolo (che credo eroghi meno potenza) mentre 14,5v ce li ho tra il bianco e il giallo, che hanno i cavi più grandi quindi dovrebbero poter dare più corrente, purtroppo sul trasformatore non c'è scritto assolutamente nulla...

Per cui se io volessi utilizzare i due secondari da 7,2v per ottenere 14,4v dovrei collegare come in questa figura?



Ho due condensatori da 4700uF (35v) che dovrebbero andare più che bene, quindi mi mancherebbero solo i 2 diodi se il collegamento fosse giusto?
avatar
Davidebender
Interessato
Interessato

Data d'iscrizione : 16.12.10
Numero di messaggi : 51
Località : Lanciano
Impianto : sempre a basso volume, sigh.

Tornare in alto Andare in basso

Re: Alimentatore "di recupero"

Messaggio  madqwerty il Mar 18 Gen 2011 - 22:23

@Davidebender ha scritto:
Per cui se io volessi utilizzare i due secondari da 7,2v per ottenere 14,4v dovrei collegare come in questa figura?

no, quello è un collegamento in parallelo.
sarebbe serie se (mantenendo la connessione tra 4 e 5) tu prendessi la tensione "+" su 3 e la massa su 6.
sarebbe ugualmente serie se, in duale, tu prendessi la tensione "+" su 3, la tensione "-" su 6, e la massa su 4-5 (sempre connessi assieme)
ma per fare serie o paralleli coi secondari, occorre conoscere le fasi di questi secondari..senza istruzioni, non so quali alternative oltre ad un oscilloscopio (o una schedina audio adattata con poco Wink )

Ho due condensatori da 4700uF (35v) che dovrebbero andare più che bene, quindi mi mancherebbero solo i 2 diodi se il collegamento fosse giusto?
4 diodi è meglio, o direttamente un ponte diodi Wink
avatar
madqwerty
Moderatore
Moderatore

Data d'iscrizione : 11.12.08
Numero di messaggi : 6279
Località : Chivasso (TO)
Occupazione/Hobby : IT
Impianto : Powered by T-Forum :-)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Alimentatore "di recupero"

Messaggio  Davidebender il Mar 18 Gen 2011 - 22:34

Potrei fare delle prove, usando i diodi presenti sul pcb dell'ups, e andare per tentativi... ovvero;



facciamo finta che 3 e 4 siano 3 e 6 dell'immagine precedente, ovvero i due secondari da 7,2;

se il collegamento è corretto dovrei riuscire a misurare con il tester +14v DC anche senza collegare il condensatore? senza collegare il condensatore perchè se invece avessi -14v il condensatore provocherebbe un corto, giusto?
avatar
Davidebender
Interessato
Interessato

Data d'iscrizione : 16.12.10
Numero di messaggi : 51
Località : Lanciano
Impianto : sempre a basso volume, sigh.

Tornare in alto Andare in basso

Re: Alimentatore "di recupero"

Messaggio  madqwerty il Mar 18 Gen 2011 - 23:12

@Davidebender ha scritto:finta che 3 e 4 siano 3 e 6 dell'immagine precedente, ovvero i due secondari da 7,2;
ok, con anche i vecchi 4 e 5 connessi (ovvero, i due secondari da 7.2 in serie tra loro)

@Davidebender ha scritto:se il collegamento è corretto dovrei riuscire a misurare con il tester +14v DC anche senza collegare il condensatore? senza collegare il condensatore perchè se invece avessi -14v il condensatore provocherebbe un corto, giusto?
DC ne vedi se raddrizzi e filtri l'AC che esce nature dal trafo, rimaniamo su AC e solo trafo..
corti non ne dovresti fare mai, se son giusti misuri tra i nuovi 3 e 4 14.4V AC o giù di lì, se son invertite le fasi misuri 0 o giù di lì..
non son sicuro di quello che ho detto Embarassed te prova, nella peggiore delle ipotesi ti va a fuoco la casa! Very Happy
avatar
madqwerty
Moderatore
Moderatore

Data d'iscrizione : 11.12.08
Numero di messaggi : 6279
Località : Chivasso (TO)
Occupazione/Hobby : IT
Impianto : Powered by T-Forum :-)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Alimentatore "di recupero"

Messaggio  Davidebender il Mar 18 Gen 2011 - 23:27

ok domani provo e vedo cosa succede Laughing
avatar
Davidebender
Interessato
Interessato

Data d'iscrizione : 16.12.10
Numero di messaggi : 51
Località : Lanciano
Impianto : sempre a basso volume, sigh.

Tornare in alto Andare in basso

Re: Alimentatore "di recupero"

Messaggio  gigi6c il Lun 21 Feb 2011 - 20:00

@Davidebender ha scritto:Oggi ho smantellato un vecchio gruppo di continuità, dentro c'era un alimentatore che esteticamente si presenta simile a questo:



Collegato alla 220v ho trovato i seguenti valori;

Blu e Marrone: 18,5v

Giallo e bianco: 14,5v

Giallo e grigio: 7,2v

Bianco e grigio: 7,2v

Immagino che i due grigi siano le masse, quindi questo alimentatore dovrebbe dare 7,2v sui primari (i cavi di sezione più grande erano il giallo e il bianco) e 18,5v sul secondario?

Come posso sfruttare questo alimentatore, e che tensioni potrei ottenere dopo un ponte raddrizzatore?

Ciao ho fatto in passato un piccolo applicativo che ho pubblicato sul forum.ricordati sempre prima di cercare qui su c'è il ben di dio
http://www.megaupload.com/?d=ZHQBAOFZ

gigi6c
Membro classe bronzo
Membro classe bronzo

Data d'iscrizione : 22.10.10
Numero di messaggi : 1967
Località : MARINA DI GINOSA (TA)
Occupazione/Hobby : ASPIRANTE RIVOLUZIONARIO
Provincia (Città) : DIREI RU-MORE PIU CHE UMORE
Impianto : NU CASIN,
CASA=NON C'E' L'HO PIU'!!!!!!!!!
UFF.099-8495112(CHIAMATEMI TUTTI QUI COSÌ NON FACCIO UNA MAZZA)
scottiluigi@quipo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Alimentatore "di recupero"

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum