T-Forum, la vera HiFi alla portata di tuttiAccedi

Benvenuto nell'unico forum in cui 11751 utenti, con i loro 818576 messaggi, hanno scelto di ascoltare con le orecchie, con il cuore e un occhio al portafoglio!

Nuovo look del T-Forum, dai un'occhiata qui.
Il T-Forum ha bisogno del tuo aiuto! Controlla se hai i requisiti necessari e proponiti.
Hai trovato uno spammer nel forum? Segnalalo subito all'amministrazione o a un moderatore!
Diamo il benvenuto ai nostri nuovi moderatori.
Chi sono i top postatori di oggi? Clicca qui per scoprirli.

Controlla qui gli argomenti attivi del giorno.


Condividi

descriptionAMPLIFICATORE IN CLASSE "A" CON MOSFET DI NUOVA ELETTRONICA

more_horiz
Apro questo nuovo T per postare il mio nuovo amplificatore in classe "A" gentilmente regalatomi dal mio amico Ing. Angelo come regalo di Natale.
Come più volte cosigliato dai moderatori si chiede di rimanere strettamente IN ARGOMENTO, grazie.
Premetto che siccome il tutto è coperto dal copyr non posso postare lo schema elettrico con i valori.
Come sapete al mio ritorno dalle vacanza del Mote Rosa mi è stato recapitato un pacco di Nuova Elettronica.
Al suo interno vi era l'ampplificatore in questione completo di tutte le parti (eccetto il mobile),con incluso il n.206 di Nuova Elettronica Ott-Nov.2000, dove veniva presentato l'ampli.



come solitamente si fà mi sono letto in primis tutto l'articolo per capire di cosa si stava parlando.
STADIO FINALI
1) Classe "A"
2) 12W + 12W rms 24W + 24W musicali su carico di 8ohm
3) 24W + 24W rms 48W + 48W musicali su carico di 4ohm
4) possibilità di raddoppiare la potenza collegando in parallelo altri due mosfet

5) Doppia alimentazione 40V e 35V
6) Corrente a riposo 0,7 A
7) max segnale di BF da appliccare sull'ingresso 0,7 V RMS corrispondente a 2V P/P (picco/picco)
Cool finali utilizzati 2SK2150 TOSHIBA (max tensione Drain-Source 500V )
(max tensione Gate-Source +/- 30V)
(max corrente Drain 15A)
(resistenza RDS ON 0,29 ohm)
9) stabilizzatore di corrente E507 collegato agli emettitori dei transistor TR1 e TR2 (quelli che prelevano per primi il segnale) per alimentare i due emettitori con una corrente costante di 2 milliamper, anche se ai suoi capi la tensione dovesse variare ta 3 e 50 V, caratteristica questa per ottenere una perfetta linearità del segnale preamplificato.
10) Segnale di BF amplificato e sfasato di 180° posto sui collettori dei TR1 e TR2 segnale che giunge direttamente alle basi di altri 2 transistor TR2 e TR3 (PNP). Il TR3 pilota il Gate del primo Mosfet ed il TR4 il Gate del secondo Mosfet.
11) Presenza di trimmer per la taratura della corrente a riposo.
12) Presenza di resistenza a variazione termica, da collegare sui dissipatori di calore, in modo da intervenire automaticamente sulla corrente di riposo dei Mosfet, appena la temperature dei loro corpi supera i massimi valori consentiti.
13)Presenza di 2 diodi zener da 9,1V per impedire che sui Gate di mosfet giungano segnali maggiori di 9,1V per evitare il loro danneggiamento.
SCHEMA ELETTRICO DELLO STADIO FINALE

STADIO DI ALIMENTAZIONE
1)) Seppur non detto, dallo schema elettrico si evince che trattasi del classico Moltiplicatore di Capacità con presenza di 2 Mosfet

2) trasformatore con secondatio 30V 60W (molto piccolo)
3) uscite 35V e 40V

Il montaggio ti tutto il kit è abbastanza impegnativo.Circa 2 ore per completare il montaggio.
Ottime le PCB con fori pre-staganti su entranbi i lati
Tutti i componenti hanno tollerenza abbastanza basse, ho misurato le resistenze ad una ad una i loro valori sono molto prossimi e quelli descritti sullo schema elettrico.
Le tre PCB complete

LO STADIO DI ALIMENTAZIONE



GLI STADI FINALI




COME VIENE CONSIGLIATO L'ASSEMBLAGGIO





Ieri sera, ho dato fuoco alle polveri, dopo aver eseguito la taratura a riposo come descritto, attraverso il trimmer.Assorbimento max di 0,75 A ho ottenuto proprio il valore desiderato in quanto il trimmer è veramente ben calibrato e molto sensibile, anche se il testo dice che non è un valore critico e ci si può attestare da 0,65A a 0,75A, ma ho voluto toccare la precisione con un pò di pazienza in più.
Il primo collegamento l'ho eseguito direttamente dalla sorgente il mio lettore Cd Sony.
Alla prima accensione IL SILENZIO TOTALE Shocked Shocked Shocked Shocked
Rileggendo bene il testo, viene dettto che i due condensatori elettrolitici posti prima dell'uscita all'altoparlante si caricano e si scaricano lentamente per evitare il classico TOC o BUM sui diffusori grazie a 2 resistenze da 200.000 ohm in parallelo agli elettrolitici.
Per cui ho riacceso il tutto con il volume a zero ho aspettato qualche secondo,(dovevo aspettare con l'esattezza 25-26 secondi tempo misurato dopo le altre prove) e i due canali hanno cominciato ruvidamente a gracchiare, sino a quando i condensatori si sono completamente caricati.
A questo punto, i due canali hanno cominciato ad esprimere per bene la loro voce.
Per circa 2 ore ho messo giu di tutto.jazz, fusion, Pink F, Dire St, ecc.ecc.
Che dire è un CLASSE A fatto per benino e si sente.
Assenza di rumori di fondo delle correnti continue. Zero dico Zero.
Ottima definizione timbrica, precisa, frenata e mai affaticante.Panorama musicale profondo per niente colorito o esaltato, caldo e morbido.
Come in precedenza detto, il trasformatore è veramente piccolo.Portando il volume del mio lettore cd oltre il 50%(ha il controllo volume variabile),l'ampli è come se si spegne, anzi si interrompe proprio.
Non mi sembra un vero clipping o distorsione ma credo riconducibile ad una insufficenza di corrente-tensione.
E' da precisare che in precedenza questo kit portava un toroidale da 120W con doppio secondario per alimentare i v-meter.Ora lo forniscono con uno tradizionale da 60W Embarassed Embarassed Embarassed che tra l'altro scalda anche un po ad unico secondario e se si volessero collegare i vu meter bisogna fare delle modifiche volanti sull'alimentatore i cui componenti vengono comunque forniti.
Devo approfondire questo difetto, probabile sia imputato alle 2 resistenze variabili che leggono la temperatura dei mosfet, che per le prove non ho collegato sui dissipatori, ma queti ultimi restando freddi non dovrebbero errere i responsabili di queste interruzioni, ma penso che siano i picchi sul segnale d'ingresso che talvolta hanno superato i valori consigliati.Approfondirò la questione.
Le altre prove le ho fatto pilotando il tutto con il mio pre-equolizzatore luxman a 10 bande.

Altro mondo, i bassi del mio sub si fanno ben presenti, non invadenti, le voci diventano ancor più nitide brillanti presenti e assolutamente non affaticanti. I Tw sono frenati e per niente stridenti.
Posso ricondurlo al caldo suono del valvolare ascoltato qualche giorno fà dal mio amico Vito, che era presente alle prove, il quale è rimasto fortemente impressionato dall'ampli, seppur anche lui mi ha detto che il mio "minimalist" resta per lui il preferito, non sopportando quel difetto di spegnimento.
Che dire come considerazione finale.
Per essere un regalo è un regalo graditissimo, il costo totale dello stadio di alimentazione, i due finali, il trasformatore, la rivista n.206, tutte le viti, terminali rca, interruttori, cordone di alimentazione, connettori per i diffusori, tutta la minuteria necessaria,ECCETTO IL CONTENITORE CON I DISSIPATORI per € 120,00 compresa la spedizione credo che valga proprio la pena, anche se al momento preferisco il mio "THE MINIMALIST", che alcuni pensano sia il PICCOLETTO.
Spero di essere stato esaudiente e chiaro.

descriptionRe: AMPLIFICATORE IN CLASSE "A" CON MOSFET DI NUOVA ELETTRONICA

more_horiz
ciao gigi, bel lavoro, bravo.

visto che hai inserito gli schemi elettrici perche' non inserisci anche la lista della spesa per questo classe A?

grazie

descriptionRe: AMPLIFICATORE IN CLASSE "A" CON MOSFET DI NUOVA ELETTRONICA

more_horiz
@robertor ha scritto:
ciao gigi, bel lavoro, bravo.

visto che hai inserito gli schemi elettrici perche' non inserisci anche la lista della spesa per questo classe A?

grazie


La spesa totale è in fondo all'articolo
Cqm € 120,00 con spese di spedizione- ESCLUSO: cas-dissipatori-vu-meter

descriptionRe: AMPLIFICATORE IN CLASSE "A" CON MOSFET DI NUOVA ELETTRONICA

more_horiz
per lista della spesa intendevo la lista dei componenti per montare questo ampli .

descriptionRe: AMPLIFICATORE IN CLASSE "A" CON MOSFET DI NUOVA ELETTRONICA

more_horiz
@robertor ha scritto:
per lista della spesa intendevo la lista dei componenti per montare questo ampli .

perchè è materiale protetto da copyright, non si può pubblicare tutto tutto Wink

complimenti Gigi ! mi era sfuggita questa nuova bestiola accaldata Very Happy

descriptionRe: AMPLIFICATORE IN CLASSE "A" CON MOSFET DI NUOVA ELETTRONICA

more_horiz
allora pardon.

descriptionRe: AMPLIFICATORE IN CLASSE "A" CON MOSFET DI NUOVA ELETTRONICA

more_horiz
@madqwerty ha scritto:
@robertor ha scritto:
per lista della spesa intendevo la lista dei componenti per montare questo ampli .

perchè è materiale protetto da copyright, non si può pubblicare tutto tutto Wink

complimenti Gigi ! mi era sfuggita questa nuova bestiola accaldata Very Happy

Mad credevo che di avertelo detto mi pe. Cqm hanno messo un trafo che fa cagare.Appena posso un bel toro da almeno 300W.Come quello che spedivano prima.

descriptionRe: AMPLIFICATORE IN CLASSE "A" CON MOSFET DI NUOVA ELETTRONICA

more_horiz
@robertor ha scritto:
per lista della spesa intendevo la lista dei componenti per montare questo ampli .

Mandami in pe privata il n.di fax e ti mando la lista della spesa.
Cqm conviene comprare tutto bello e fatto.
Tra pcb casini vari non conviene.

descriptionHelp, Problema di regolazione del bias su amli di nuova elettronica

more_horiz
Ho questo problema su questo amplificatore. A quanto pare ha un problema di progettazione per quanto riguarda la regolazione della corrente di riposo dei finali, non si riesce a settarla a 0.7 A, coinvolge il transistor che è collgato al trimmer.
Qualcuno a risolto in qualche modo?

grazie

descriptionRe: AMPLIFICATORE IN CLASSE "A" CON MOSFET DI NUOVA ELETTRONICA

more_horiz
@vacuum ha scritto:
Ho questo problema su questo amplificatore. A quanto pare ha un problema di progettazione per quanto riguarda la regolazione della corrente di riposo dei finali, non si riesce a settarla a 0.7 A, coinvolge il transistor che è collgato al trimmer.
Qualcuno a risolto in qualche modo?

grazie

Ciao ti leggo solo ora.
Se il tuo ampli è proprio come quello mio io non ho avuto problemi di regolazione.Ho regolato proprio a 0,70A. Ho letto dello stesso problema capitato ad altri, ma poi risolto.Rileggi bene le istruzioni per il settaggio del bias, almeno altri 2 non avevano compreso bene come si faceva e poi hanno risolto.

descriptionBello

more_horiz
Ciao a tutti, stavo proprio costruendo questo amplificatore quando ho visto questa bella descrizione, complimenti!, una curiosita' mi chiedo come mai io non ho nello schema l'NTC e la resistenza collegate alla base del trasistor TR5, mi sembra strano!

descriptionRe: AMPLIFICATORE IN CLASSE "A" CON MOSFET DI NUOVA ELETTRONICA

more_horiz
Buona sera Gigi dai dati che hai indicato non è possibile che il finale sia in classe A quando eroga 12 W su 8 ohm, la corrente minima (con fase 0) dovrebbe essere di almeno 1,2 A , quindi i finali per restare in classe A dovrebbero dissipare almeno 21 W cadauno cioè complessivamente oltre 48 W per canale, fra l'altro da come risulta reazionato non può superare la corrente impostata.

descriptioncuriosità

more_horiz
Salve Gigi so che è un argomento vecchiotto però anche se nuova elettronica ha chiuso io ho i loro libri e grazie a quelli sto realizzando questo amplificatore. Ho già rifatto il circuito stampato alla vecchia maniera ma ora purtroppo mi mancano i valori di alcuni componenti che sulla rivista non sono riportati. Tipo il voltaggio di tutti i condesatori elettrlitici con i loro gradi. E DZC1 ho capito che è un diodo zener stabilizzatore ma i suoi parametri quali sono? Potresti aiutarmi? Ovviamente chiedo aiuto a chiunque conosca questo amplificatore. Grazie

descriptionRe: AMPLIFICATORE IN CLASSE "A" CON MOSFET DI NUOVA ELETTRONICA

more_horiz
Ciao passa nelle sezione presentazioni dicci qualcosa di te , magari poi qualcuno ti risponderà Laughing

descriptionRe: AMPLIFICATORE IN CLASSE "A" CON MOSFET DI NUOVA ELETTRONICA

more_horiz
Ok grazie

descriptionclasse A a mosfet verticali

more_horiz
@sili78 ha scritto:
Salve Gigi so che è un argomento vecchiotto però anche se nuova elettronica ha chiuso io ho i loro libri e grazie a quelli sto realizzando questo amplificatore. Ho già rifatto il circuito stampato alla vecchia maniera ma ora purtroppo mi mancano i valori di alcuni componenti che sulla rivista non sono riportati. Tipo il voltaggio di tutti i condesatori elettrlitici con i loro gradi. E DZC1 ho capito che è un diodo zener stabilizzatore ma i suoi parametri quali sono? Potresti aiutarmi? Ovviamente chiedo aiuto a chiunque conosca questo amplificatore. Grazie


DZC1 è una sigla di fantasia scritta da Nuova Elettronica, il componente è siglato E507 ed un generatore di corrente costante di circa 2 mA.
Si trova anche sotto la sigla CA507  ( dichiarato per 1,8 mA)


lo schema dell'ampli di questo 3ad è copiato da un precedente kit di NE LX252 , con finali Mosfet verticali VMP1 in contenitore To3 metallico dorato

descriptionRe: AMPLIFICATORE IN CLASSE "A" CON MOSFET DI NUOVA ELETTRONICA

more_horiz
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum