T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti
Benvenuto nel T-Forum!
Connettiti in modo da farti riconoscere come membro affezionato, oppure registrati così potrai partecipare attivamente alle discussioni.
Ultimi argomenti
» FX 802 vs Bantam Monoblock vs Nad 325BEE
Oggi alle 8:23 Da GP9

» Indiana Line Dj 308
Oggi alle 8:17 Da Sanfilippo Roberto

» Consiglio Primo impianto HiFi
Oggi alle 7:54 Da Rock86

» Dac
Oggi alle 7:45 Da Masterix

» handshell completa giradischi Sony PS LX 3
Oggi alle 7:26 Da valterneri

» hertz hd8 vs audison bit one
Oggi alle 7:13 Da rhaino

» Chromecast Audio - Vostre opinioni ed esperienze
Oggi alle 0:25 Da antbom

» Mettere i diffusori "sdraiati". Controindicazioni?
Ieri alle 23:33 Da donluca

» Topic'it, nuova applicazione mobile per il T-Forum
Ieri alle 23:07 Da uncletoma

» [NA] Vendo Asus Xonar Essence One - 280 euro spedita
Ieri alle 17:27 Da MrTheCarbon

» Radio Internet
Ieri alle 17:24 Da Lhifi

» [PA] Vendo Giradischi Project genie rpm 1.3
Ieri alle 17:01 Da mastri81

» mcintosh mx 132 sempre "mute"
Ieri alle 16:59 Da marco stentella

» player di rete denon o marantz , ne vale la pena?
Ieri alle 16:46 Da ftalien77

» Vostre esperienze di inversione di polarità
Ieri alle 16:29 Da lello64

» "Soundbreaking", una serie di documentari che mi entusiasma
Ieri alle 11:50 Da pallapippo

» Cavo I2S
Ieri alle 11:06 Da dinamanu

» Diffusore triste, voglio provare
Ieri alle 10:19 Da V-Twin

» (TE) Vendo cuffia HiFiMan HE560 VENDUTE
Ieri alle 9:46 Da 55dsl

» Cavi per questo sistema
Ieri alle 1:16 Da MaxBal

» [RM] Pre phono - Cambridge Audio 651P
Mer 18 Ott 2017 - 22:48 Da diechirico

» [RM] Amplificatore Cambridge Audio Azur 640A V2.0
Mer 18 Ott 2017 - 22:47 Da diechirico

» DAC per Raspberry
Mer 18 Ott 2017 - 20:19 Da gabri65

» Nuovo Douk Dac
Mer 18 Ott 2017 - 19:17 Da MaurArte

» Audio pessimo su giradischi GBC TDJ-101
Mer 18 Ott 2017 - 18:12 Da p.cristallini

» Mission LX-2
Mer 18 Ott 2017 - 14:45 Da lello64

» Dubbi su Bluetooth
Mer 18 Ott 2017 - 12:12 Da clipper

» Consiglio gruppi power metal
Mer 18 Ott 2017 - 12:00 Da Luca Marchetti

» [Vendo] Nad C316BEE €210
Mer 18 Ott 2017 - 11:53 Da ghiglie

» Minidisc & Batteria
Mer 18 Ott 2017 - 9:36 Da ftalien77

Statistiche
Abbiamo 11087 membri registrati
L'ultimo utente registrato è Sanfilippo Roberto

I nostri membri hanno inviato un totale di 797540 messaggi in 51711 argomenti
I postatori più attivi della settimana
giucam61
 
Masterix
 
ftalien77
 
lello64
 
nicola.corro
 
Kha-Jinn
 
dinamanu
 
clipper
 
Pinve
 
GP9
 

I postatori più attivi del mese
lello64
 
giucam61
 
dinamanu
 
nerone
 
ftalien77
 
Masterix
 
Kha-Jinn
 
Albert^ONE
 
kalium
 
GP9
 

Migliori postatori
Stentor (20392)
 
DACCLOR65 (19633)
 
schwantz34 (15532)
 
Silver Black (15484)
 
nd1967 (12803)
 
flovato (12509)
 
Biagio De Simone (10275)
 
piero7 (9854)
 
wasky (9229)
 
fritznet (9198)
 

Chi è in linea
In totale ci sono 67 utenti in linea: 3 Registrati, 2 Nascosti e 62 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

cele, mecoc, sonic63

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 4379 il Lun 25 Mag 2015 - 15:01
Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 


Bookmarking sociale

Bookmarking sociale Digg  Bookmarking sociale Delicious  Bookmarking sociale Reddit  Bookmarking sociale Stumbleupon  Bookmarking sociale Slashdot  Bookmarking sociale Yahoo  Bookmarking sociale Google  Bookmarking sociale Blinklist  Bookmarking sociale Blogmarks  Bookmarking sociale Technorati  




Conserva e condividi l'indirizzo di T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti sul tuo sito sociale bookmarking


Apologia di due costruttori di meccaniche di lettura per cd: SONY e PHILIPS.

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Apologia di due costruttori di meccaniche di lettura per cd: SONY e PHILIPS.

Messaggio  Flightangel il Gio 27 Nov 2008 - 15:21

CHIEDO SCUSA PER L'ERRORE DI CARATTERE, MA IL COPIA/INCOLLA DA OPENOFFICE NON FUNZIONA A DOVERE.


Mi perdoneranno gli estimatori dei DVD players, ma voglio portare avanti la mia crociata a favore delle meccaniche di lettura “vere”. In questi ultimi 20 anni una manciata di meccaniche degne di questo nome, hanno visto la luce. Mi riferirò solo a quelle degna di nota, e che dopo tale periodo sono ancora al lavoro, dimostrando la loro reale indistruttibilità, nonché la loro finissima precisione meccanica e raffinata tecnologia elettronica che le governa.

Un po' di teoria quindi:
I pits incisi su un CD sono delle dimensioni di circa 500nm (nanometri) larghi,da 830 a 3000nm lunghi, e profondi 150nm.
Il nanomètro è un'unità di misura di lunghezza, corrispondente a 10-9metri (cioè un milionesimo di millimetro). Il nanometro è usato nella misura di distanze su scala atomica e molecolare: la lunghezza di un legame chimico covalente è tipicamente di 0,1-0,3nm; le celle elementari dei cristalli hanno lunghezze dell'ordine di un nanometro; la doppia elica del DNA ha un diametro di circa 2nm.
Con queste “dimensioni” mi viene fortemente difficile credere che le meccaniche plasticose e traballanti dei DVD players, non manchino di leggere “qualche” pit !

L'origine del CD risale al 1979, quando fu inventato, congiuntamente, dalle aziende Sony e Philips.
La genesi del CD è dovuta alla ricerca, da parte del mondo della telefonia, di un sistema efficiente di moltiplicazione per le informazioni, attraverso la digitalizzazione e semplificazione dei segnali.
L'applicazione congiunta del sistema numerico binario e del laser, diede vita al compact disc.
Il Compact Disc Digital Audio, acronimo CDDA, comunemente abbreviato in CD Audio, è uno standard di registrazione audio digitale su compact disc, il supporto di memoria removibile attualmente più utilizzato.
Il CD Audio è stato la prima applicazione pratica implementata per il compact disc da cui sono derivati tutti gli altri suoi formati e utilizzi vari ( CDR, CD-RW, etc. etc.). La struttura fisica del disco e i protocolli di memorizzazione dei dati sono descritte nel cosiddetto Red Book . Tali specifiche tecniche prevedono una capacità massima di 747 Mb e audio stereofonico LPCM campionato a 44,1 kHz con campioni di 16 bit, quindi, tenendo conto dello spazio occupato per la correzione d'errore, una capacità massima di registrazione di 74 minuti.
Poiché il compact disc non offre alcuna protezione contro la manipolazione e l'usura, è frequente la formazione di graffi o depositi di sporco sulla superficie, che possono comprometterne la lettura. Per ovviare al problema sono adottate complesse tecniche di correzione di errore e di ridondanza dei dati. Il sistema C.I.R.C. ( Cross interleave Reed-Solomon Code) è uno di questi.
In fase di scrittura, vengono innanzitutto intercalati i dati corrispondenti ai due canali stereo, dopodiché la sequenza è scomposta in spezzoni di 8 bit su cui viene effettuata una interpolazione per impedire che si abbiano sequenze consecutive troppo lunghe di zero o uno e contemporaneamente viene aumentata la ridondanza di informazione. Ai 14 bit ottenuti vengono aggiunti altri 3 bit di sincronizzazione.
Dopo questa prima manipolazione, la sequenza è sottoposta ad una ulteriore elaborazione al termine della quale si ottengono raggruppamenti elementari (frame) di 588 bit. Ciascun frame è composto da 24 sottogruppi di 17 bit di dati intercalati a 8 gruppi di 17 bit per la correzione di errore, più 27 bit di sincronismo e 17 di informazioni da mostrare sul display (numero di traccia, posizione ecc). La dispersione dei blocchi di controllo permette di ricostruire i dati mancanti a causa di un eventuale ampio difetto sulla superficie del disco.
Tutte queste operazioni devono essere compiute in senso inverso dal lettore, per ricostruire la sequenza originale di 16 bit per campione per canale.

Fu il 17 agosto 1982 che il primo CD per l'utilizzo commerciale venne prodotto in una fabbrica della Philips ad Hannover in Germania.
Il primo CD musicale ad essere messo in commercio fu The Visitors del gruppo svedese degli ABBA (curiosamente il loro ultimo album prodotto in studio).
Altre fonti rivelano invece che il primo cd musicale prodotto fu “52nd street “ di Billy Joel, altre ancora (Federazione Industria Musicale Italiana), più attendibili, dichiarano che il primo CD pubblicato fu la “Sinfonia delle Alpi” di Richard Strauss suonata dai Berliner Philharmoniker e diretta da Herbert von Karajan.

Di seguito riporterò tra breve, alcune foto delle meccaniche Philips e Sony più famose e tecnologicamente insuperabili.


Ultima modifica di Flightangel il Gio 27 Nov 2008 - 16:04, modificato 2 volte
avatar
Flightangel
CDP Expert
CDP Expert

Data d'iscrizione : 30.03.08
Numero di messaggi : 2352
Località : Catanzaro.
Occupazione/Hobby : Ho un lavoro/Libri,films.
Provincia (Città) : Catanzaro.
Impianto : Primary set-up:
Sony CDP X555 Es - Marantz CD 6004
Ampli autocostruito con chip classe D
Texas Instruments "TAS 5630"
ProAc Response 2.5 (Custom Clone)
--------------------------
Slave set up:
Sony CDP 227 EsD
SMSL SA 4s TA 2024 12volts battery powered.
Mini BLH progetto Fostex+Ap Grundig Alnico

http://www.esternitalia.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Apologia di due costruttori di meccaniche di lettura per cd: SONY e PHILIPS.

Messaggio  Ivan il Gio 27 Nov 2008 - 15:37

Tutto bello e interessante cortesemente potresti usare un carattere più grande!! Glasses Grazie


**********************Perfetto, grazie ancora***********************


Ultima modifica di Ivan il Gio 27 Nov 2008 - 16:27, modificato 1 volta
avatar
Ivan
Giovane Saggio del Forum
Giovane Saggio del Forum

Data d'iscrizione : 11.02.08
Numero di messaggi : 4795
Località : Penisola
Impianto : Ctrl+C, Ctrl+V.

Tornare in alto Andare in basso

Re: Apologia di due costruttori di meccaniche di lettura per cd: SONY e PHILIPS.

Messaggio  pincellone il Gio 27 Nov 2008 - 15:43

Andrew, apprezzo molto le tue considerazioni, ma non tutto quello che viene prodotto oggi e' necessariamente malvagio o non pargonabile ai vecchi player...

E comunque, tra qualche anno si passera' tutti alle memorie a stato solido... (non ti arrabbiare Very Happy )

Ciao

P.
avatar
pincellone
Membro classe argento
Membro classe argento

Data d'iscrizione : 14.06.08
Numero di messaggi : 2867
Località : Troppo lontano da casa mia...
Occupazione/Hobby : Cercare di migliorare le cose
Provincia (Città) : Tra i fiori il ciliegio, tra gli uomini il guerriero
Impianto : Si sente bene, almeno per me.

Tornare in alto Andare in basso

Re: Apologia di due costruttori di meccaniche di lettura per cd: SONY e PHILIPS.

Messaggio  Flightangel il Gio 27 Nov 2008 - 16:06

pincellone ha scritto:Andrew, apprezzo molto le tue considerazioni, ma non tutto quello che viene prodotto oggi e' necessariamente malvagio o non pargonabile ai vecchi player...

E comunque, tra qualche anno si passera' tutti alle memorie a stato solido... (non ti arrabbiare Very Happy )

Ciao

P.

No, non mi arrabbio, perché è tutto vero, tra qualche tempo i cd players spariranno Crying or Very sad Crying or Very sad Crying or Very sad Crying or Very sad Crying or Very sad Crying or Very sad Crying or Very sad Crying or Very sad Crying or Very sad Crying or Very sad Crying or Very sad Crying or Very sad
avatar
Flightangel
CDP Expert
CDP Expert

Data d'iscrizione : 30.03.08
Numero di messaggi : 2352
Località : Catanzaro.
Occupazione/Hobby : Ho un lavoro/Libri,films.
Provincia (Città) : Catanzaro.
Impianto : Primary set-up:
Sony CDP X555 Es - Marantz CD 6004
Ampli autocostruito con chip classe D
Texas Instruments "TAS 5630"
ProAc Response 2.5 (Custom Clone)
--------------------------
Slave set up:
Sony CDP 227 EsD
SMSL SA 4s TA 2024 12volts battery powered.
Mini BLH progetto Fostex+Ap Grundig Alnico

http://www.esternitalia.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Apologia di due costruttori di meccaniche di lettura per cd: SONY e PHILIPS.

Messaggio  schwantz34 il Gio 27 Nov 2008 - 16:30

No ,nn spariranno , anche i giradischi sarebbero dovuti sparire , ma guardate ora ! E' tutto un fiorire di dischi in vinile....

spero...
avatar
schwantz34
Membro classe diamante
Membro classe diamante

Data d'iscrizione : 28.10.08
Numero di messaggi : 15532
Località : Caerdydd
Provincia (Città) : Caerdydd
Impianto : minimalista, uso un vecchio walkman con gli auricolari...

Tornare in alto Andare in basso

Re: Apologia di due costruttori di meccaniche di lettura per cd: SONY e PHILIPS.

Messaggio  bravo20 il Gio 27 Nov 2008 - 17:11

Credo che i cd player resisteranno ancora a lungo, ma visto che stiamo parlando anche dello stato solido: nel caso in cui io voglia passare un mio cd in formato non compresso i cd/dvd dei computer sono abbastanza buoni per l'operazione o dobbiamo pensare a qualche altro sistema?
avatar
bravo20
Affezionato
Affezionato

Data d'iscrizione : 10.11.08
Numero di messaggi : 189
Località : Volta Mantovana
Occupazione/Hobby : IT Specialist
Provincia (Città) : Sempre Allegro
Impianto : ampli opera rsan / alientek d8
diffusori Amphion Xenon/Amphion prio510
Cd player: shanling cd-s100 mkII / Kenwood dsp 4030
Cavi di segnale : vari autocostruiti
cavi di potenza : vari autocostruiti
DAC: Valab e superpro 707 mod Maurarte

http://www.energysolutionsailingteam.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Apologia di due costruttori di meccaniche di lettura per cd: SONY e PHILIPS.

Messaggio  madqwerty il Mar 23 Dic 2008 - 11:54

bravo20 ha scritto:Credo che i cd player resisteranno ancora a lungo, ma visto che stiamo parlando anche dello stato solido: nel caso in cui io voglia passare un mio cd in formato non compresso i cd/dvd dei computer sono abbastanza buoni per l'operazione o dobbiamo pensare a qualche altro sistema?

non ho capito la domanda, il tuo pc/lettore/software deve essere in grado di effettuare "estrazione audio digitale" ad una velocità decente e senza errori, non ricordo più quale software usavo io, ma era in grado anche di effettuare un controllo al volo sugli errori di estrazione (con relativa ri-lettura corretta), te li indicava così come la velocità effettiva..forse era addirittura freeware Cool

in questo senso, una volta che l'operazione è stata effettuata correttamente (zero errori indicati) la sorgente è insignificante, il dato è letto alla perfezione bit per bit...

in linea di massima, qualsiasi lettore cd/dvd degli ultimi anni è in grado di farlo, con velocità discrete/buone e senza errori sistematici che rendano impossibile l'operazione, almeno, io non ho più visto lettori (anche economici) con serie difficoltà ad eseguire D.A.E., negli ultimi 5 anni...prima invece sì..

[OT] sogno il giorno in cui i CD spariranno, e anche il giorno in cui autoradio e lettori costeranno di meno, per via della mancanza di complicate costose e delicate meccaniche,ecc.ecc..il primo arriverà, speriamo anche il secondo.. Wink
avatar
madqwerty
Moderatore
Moderatore

Data d'iscrizione : 11.12.08
Numero di messaggi : 6279
Località : Chivasso (TO)
Occupazione/Hobby : IT
Impianto : Powered by T-Forum :-)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Apologia di due costruttori di meccaniche di lettura per cd: SONY e PHILIPS.

Messaggio  Flightangel il Mar 23 Dic 2008 - 14:15

[quote="madqwerty"]
bravo20 ha scritto:.......................................

in questo senso, una volta che l'operazione è stata effettuata correttamente (zero errori indicati) la sorgente è insignificante, il dato è letto alla perfezione bit per bit...

in linea di massima, qualsiasi lettore cd/dvd degli ultimi anni è in grado di farlo, .......................

Mi trovo in forte disaccordo. Vero che l'operazione è fatta bit per bit; ma solo di quei bit che la meccanica riesce ad estrarre dal suporto. Non credo proprio che le meccaniche ballerine dei dvd players siano in grado di estrarre fino all'ultimo bit dal supporto.
Peraltro i software ti dicono che quello che hanno letto è quello che hanno scritto, ma se sono miopi, scriveranno ciò che hanno visto da miope.Chiaro l'esempio?
avatar
Flightangel
CDP Expert
CDP Expert

Data d'iscrizione : 30.03.08
Numero di messaggi : 2352
Località : Catanzaro.
Occupazione/Hobby : Ho un lavoro/Libri,films.
Provincia (Città) : Catanzaro.
Impianto : Primary set-up:
Sony CDP X555 Es - Marantz CD 6004
Ampli autocostruito con chip classe D
Texas Instruments "TAS 5630"
ProAc Response 2.5 (Custom Clone)
--------------------------
Slave set up:
Sony CDP 227 EsD
SMSL SA 4s TA 2024 12volts battery powered.
Mini BLH progetto Fostex+Ap Grundig Alnico

http://www.esternitalia.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Apologia di due costruttori di meccaniche di lettura per cd: SONY e PHILIPS.

Messaggio  madqwerty il Mar 23 Dic 2008 - 14:39

mmm, si no forse Very Happy non ho grossa esperienza in merito..

io facevo riferimento alle unità CD/DVD dei PC, che spesso sono anche masterizzatori,
quindi credo debbano averlo un minimo di precisione nel posizionamento dell'ottica..
ho notato che negli anni, man mano che cambiavo unità CD, per poi passare a masterizzatori CD, a lettori DVD, ed infine a masterizzatori CD/DVD +-R/RW (sempre restando nel low-mid-cost) le prestazioni mediamente aumentavano, sempre più veloci, sempre meno errori di estrazione...mediamente eh..

vero che i cd non hanno (se non erro) codici di protezione o ridondanza sui dati (tipo CRC)
quindi se il lettore è miope non se ne accorge nemmeno di sbagliare,
però i vari sw implementano dei meccanismi di check (rileggono più volte i dati che devono corrispondere per tot volte, li leggono a settori, coi vari settori sovrapposti tra di loro, ecc.ecc.)

effettivamente non v'è certezza, ma dal poco della mia esperienza passata, quando ho avuto errori di estrazione, e il .wav veniva generato, tali errori erano chiaramente udibili (e non solo la perdita dei bit lsb per esempio, che potrebbero confondersi con la scarsa qualità dell'impianto)
poi boh, magari li ho sempre avuti e non me ne sono mai accorto, vista la mia sensibilità e la qualità dell'impianto, potrebbe anche essere! Cool
avatar
madqwerty
Moderatore
Moderatore

Data d'iscrizione : 11.12.08
Numero di messaggi : 6279
Località : Chivasso (TO)
Occupazione/Hobby : IT
Impianto : Powered by T-Forum :-)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Apologia di due costruttori di meccaniche di lettura per cd: SONY e PHILIPS.

Messaggio  Flightangel il Mar 23 Dic 2008 - 14:49

E invece ce l'hanno, da sempre, dal primo Philips CD100 o il primo SONY CDP 101. E' il sistema C.I.R.C. ( Cross interleave Reed-Solomon Code) sistema di correzione a ridondanza che ripete i campioni analizzando i precedenti.
avatar
Flightangel
CDP Expert
CDP Expert

Data d'iscrizione : 30.03.08
Numero di messaggi : 2352
Località : Catanzaro.
Occupazione/Hobby : Ho un lavoro/Libri,films.
Provincia (Città) : Catanzaro.
Impianto : Primary set-up:
Sony CDP X555 Es - Marantz CD 6004
Ampli autocostruito con chip classe D
Texas Instruments "TAS 5630"
ProAc Response 2.5 (Custom Clone)
--------------------------
Slave set up:
Sony CDP 227 EsD
SMSL SA 4s TA 2024 12volts battery powered.
Mini BLH progetto Fostex+Ap Grundig Alnico

http://www.esternitalia.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Apologia di due costruttori di meccaniche di lettura per cd: SONY e PHILIPS.

Messaggio  madqwerty il Mar 23 Dic 2008 - 15:26

non ti capisco, nomini due lettori,
quindi credo tu intenda dire che i lettori stessi (non solo questi, tutti) implementano dei meccanismi di lettura "sicura/ridondata" ?
se così fosse praticamente abbiamo detto la stessa cosa, tu in modo più dettagliato e preciso, ne convengo .. Ok

un qualcosa del tipo "leggo n volte lo stesso dato, se per n volte ottengo lo stesso risultato, allora sono sicuro che ho letto bene e il dato è valido"

quindi, parlando di potenziali errori non rilevati e quindi inseriti nel flusso .wav,
immagino tu stia parlando di "miopìe" così forti e sistematiche da parte dei lettori, che leggendo per n volte lo stesso dato (sbagliato) o non leggendolo proprio, non si accorgano dell'errore commesso?

io non ho mai verificato questa evenienza, oppure non me ne sono mai accorto, ma non ho una grossa base statistica,
operazione effettuata poche volte, sempre con hardware diverso, e a distanza di mesi l'una dall'altra..
avatar
madqwerty
Moderatore
Moderatore

Data d'iscrizione : 11.12.08
Numero di messaggi : 6279
Località : Chivasso (TO)
Occupazione/Hobby : IT
Impianto : Powered by T-Forum :-)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Apologia di due costruttori di meccaniche di lettura per cd: SONY e PHILIPS.

Messaggio  Flightangel il Mar 23 Dic 2008 - 18:21

Bene: Tutti i lettori cd Stereo Hi Fi, prodotti dal 1982 ad oggi, inglobano il sistema CIRC, per il semplice fatto che è il sistema che richiede l'adozione della correzione di errore come fatto integrante del brevetto cd Audio.
Ciò che in realtà voglio dire è che le meccaniche evolute per esclusivo uso audio, richiedono un inferiore intervento del sistema di corrrezione,diversamente dalle meccaniche Drive ROM che in virtù della loro inferiore qualità obbligano il CIRC ad intervenire più spesso.
avatar
Flightangel
CDP Expert
CDP Expert

Data d'iscrizione : 30.03.08
Numero di messaggi : 2352
Località : Catanzaro.
Occupazione/Hobby : Ho un lavoro/Libri,films.
Provincia (Città) : Catanzaro.
Impianto : Primary set-up:
Sony CDP X555 Es - Marantz CD 6004
Ampli autocostruito con chip classe D
Texas Instruments "TAS 5630"
ProAc Response 2.5 (Custom Clone)
--------------------------
Slave set up:
Sony CDP 227 EsD
SMSL SA 4s TA 2024 12volts battery powered.
Mini BLH progetto Fostex+Ap Grundig Alnico

http://www.esternitalia.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Apologia di due costruttori di meccaniche di lettura per cd: SONY e PHILIPS.

Messaggio  Ospite il Mer 24 Dic 2008 - 9:08

Sul fatto che le meccaniche da 2 lire dei DVD economici siano peggio di quelle Sony e Philips "medie" dei lettori CD normali...


Bè era intuitivo. Troppi bit mi fanno... girare la testa. Laughing

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Apologia di due costruttori di meccaniche di lettura per cd: SONY e PHILIPS.

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum