T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti
Benvenuto nel T-Forum!
Connettiti in modo da farti riconoscere come membro affezionato, oppure registrati così potrai partecipare attivamente alle discussioni.
Sondaggio

Ti piace il nuovo stile del T-Forum?

51% 51% [ 73 ]
49% 49% [ 70 ]

Totale dei voti : 143

Ultimi argomenti
» DAC con 2-3 ingressi ottici
Oggi alle 2:37 Da Kha-Jinn

» ALIENTEK D8 [parte 2]
Oggi alle 1:41 Da Nadir81

» Ifi iPurifier2
Oggi alle 1:01 Da dinamanu

» Il vintage, quello buono.
Oggi alle 0:23 Da dinamanu

» Teac cd-p800nt
Ieri alle 23:04 Da Luca Marchetti

» diffusori 18 sound
Ieri alle 22:02 Da lello64

» amplificatore rotto?
Ieri alle 20:36 Da dinamanu

» Stamattina... Oggi pomeriggio... Stasera... Stanotte... (parte 14)
Ieri alle 20:32 Da CHAOSFERE

» Miglior Integrato usato per 500 euro
Ieri alle 19:43 Da silver surfer

» SOS: Impianto AKAI 1980
Ieri alle 19:26 Da mikunos

» Il mio angolo e non solo
Ieri alle 18:16 Da SubitoMauro

» Wrapping Rega RP1
Ieri alle 17:58 Da bob80

» Nuovo amplificatore ...ritorno al futuro?
Ieri alle 15:30 Da lello64

» Multipresa
Ieri alle 15:14 Da sportyerre

» sostituzione testina vecchio piatto Marantz TT275
Ieri alle 13:46 Da franci92

» Douk dac vs altri
Ieri alle 7:26 Da Luca Marchetti

» [to] Canton gle 496
Ieri alle 0:42 Da krell2

» Trasmettitore bt
Mar 27 Giu 2017 - 22:27 Da Luca Marchetti

» Trovatemi un DAC
Mar 27 Giu 2017 - 19:03 Da Calbas

» aiuto miglioramento sala d'ascolto
Mar 27 Giu 2017 - 16:09 Da dieggs

» Cannucce nel condotto reflex
Mar 27 Giu 2017 - 14:32 Da Sestante

» Alimentatore Lineare Audiophonics per RaspBerry PI 3 B
Mar 27 Giu 2017 - 14:21 Da Adr2016

» Ci risiamo
Lun 26 Giu 2017 - 22:42 Da zimone-89

» Consiglio sull usato
Lun 26 Giu 2017 - 20:34 Da giucam61

» (PD) vendo m2tech Young prima serie
Lun 26 Giu 2017 - 17:00 Da alluce

» vendo: Focusrite, Scarlett 2I4 2Nd Gen, 2 In 4 Out Interfaccia Audio Usb
Lun 26 Giu 2017 - 15:38 Da mumps

» cd723 + SL PG200A
Lun 26 Giu 2017 - 15:32 Da arivel

» La mia opinione sul tpa3116
Lun 26 Giu 2017 - 13:02 Da fritznet

» Ciare PH 250 - Le contro Zu in stile italiano
Lun 26 Giu 2017 - 9:08 Da Tancredi76

» INDIPENDENTEMENTE DALLA CLASSE DI FUNZIONAMENTO ...
Dom 25 Giu 2017 - 23:30 Da uncletoma

Statistiche
Abbiamo 10868 membri registrati
L'ultimo utente registrato è Marco Sospiri

I nostri membri hanno inviato un totale di 789472 messaggi in 51254 argomenti
Migliori postatori
Stentor (20392)
 
DACCLOR65 (19630)
 
schwantz34 (15508)
 
Silver Black (15460)
 
nd1967 (12803)
 
flovato (12509)
 
Biagio De Simone (10261)
 
piero7 (9854)
 
wasky (9229)
 
fritznet (9069)
 

Chi è in linea
In totale ci sono 31 utenti in linea: 0 Registrati, 0 Nascosti e 31 Ospiti :: 1 Motore di ricerca

Nessuno

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 4379 il Lun 25 Mag 2015 - 15:01
Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 


Bookmarking sociale

Bookmarking sociale Digg  Bookmarking sociale Delicious  Bookmarking sociale Reddit  Bookmarking sociale Stumbleupon  Bookmarking sociale Slashdot  Bookmarking sociale Yahoo  Bookmarking sociale Google  Bookmarking sociale Blinklist  Bookmarking sociale Blogmarks  Bookmarking sociale Technorati  




Conserva e condividi l'indirizzo di T-Forum, la vera HiFi alla portata di tutti sul tuo sito sociale bookmarking


Luoghi comuni da smentire: è vero che il T-Amp non riproduce le basse frequenze?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Luoghi comuni da smentire: è vero che il T-Amp non riproduce le basse frequenze?

Messaggio  Silver Black il Gio 3 Apr 2008 - 12:28

Chiariamolo subito: il T-Amp suona a partire da 20 Hz, solamente che mentre la risposta del livello sonoro è lineare fino a un certo valore, con le frequenze più basse ha un picco calante non indifferente. Per cui, la pressione sonora delle frequenza inferiori a quel certo valore sarà via via minore man mano che ci avviciniamo ai 20 Hz. Basterà alzare il volume per sentirle, ma di conseguenza i medio-alti saranno ben più presenti, con un discreto spostamento dello spettro sonoro percepito dall'ascoltatore.

Ecco che per riportare questo spettro sonoro nello spazio giusto serve un subwoofer amplificato, che si occuperà di suonare SOLO quelle frequenze che mettono più in difficoltà il T-Amp (e a volume correttamente tarato), porterà il giusto livello sonoro anche a quelle frequenze più basse che richiedono quella spinta (energia) in più che il povero T-Amp, da solo, non riesce a dare.

Quindi? La botta nello stomaco il T-Amp non la dà, ma il sub amplificato sì. E dove le prende quelle frequenze? O dal T-Amp stesso, visto che è un amplificatore Hi-Fi "completo" (20 Hz - 20 KHz), oppure, come nel caso di un sub amplificato, direttamente dalla sorgente mediante cavetti RCA, così bypassa completamente il T-Amp e il segnale ai diffusori è perfettamente integro).

In entrambi i casi, con o senza il sub collegato direttamente alla sorgente, si ottengono le frequenze basse al volume desiderato. Certo, con il sub connesso direttamente alla sorgente i vantaggi sono evidenti, ma non dimentichiamo la cosa più importante di questo discorso, che il buon Ferdinando mi ha permesso di sottolineare: il T-Amp suona tutte le frequenze.

Ecco la prova che avvalora la mia tesi:
http://www.michael.mardis.com/sonic/measure/5066-freq.html

dove si vede, in rosso ("stock") la risposta in frequenza del T-Amp originario e in verde quella del chip modificato. Il T-Amp originario comincia a "perdere colpi" ai 80 Hz, con un picco deciso sotto i 50 Hz (a 40 Hz siamo a -3 db), ma come si vede arriva a riprodurre fino a 10 Hz, anche se con una riduzione di ben -9 db (ricordo che 3 db in meno equivalgono a un dimezzamento del volume percepito).

Alla pagina seguente altre misurazioni e vari chip in classe T modificati a confronto:
http://www.michael.mardis.com/sonic/measure/default.html

Spero con questo post di avere smentito il luogo comune più fastidioso che si sente a proposito del T-Amp originale!

_________________
T-Forum, non solo classe T.
www.tforumhifi.com

Se ti piace la fotografia iscriviti a Lucegrafia, il forum di Fotografia per veri appassionati!
"Una fotografia prima la senti, poi la vedi". (Fabrizio Guerra, fotografo)
www.lucegrafia.net
avatar
Silver Black
Amministratore
Amministratore

Data d'iscrizione : 04.02.08
Numero di messaggi : 15460
Località : Veneto, Italia
Occupazione/Hobby : Software developer - Istruttore di Muay Thai
Provincia (Città) : Vicenza (Bassano del Grappa)
Impianto :
Spoiler:
Impianto: ampli: VirtueTwo.2 + JT Dynamic Power Supply (30V, 10A, 300W); diffusori: Proson Conquest 6030 MKII; sorgente: Oppo DV970; cavi segnale: Monster Cable MKII; cavi potenza: Qed Micro






http://www.silvercybertech.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Luoghi comuni da smentire: è vero che il T-Amp non riproduce le basse frequenze?

Messaggio  pallapippo il Gio 3 Apr 2008 - 16:00

Ciao.

I grafici che hai citato, nonché i commenti apposti ad essi da Michael Mardis, semmai confermano che non si tratta di un luogo comune, ma della realtà.

Precisiamo: non è il chip 2024 che ha il vuoto sui bassi, ma il Sonic T-amp. Il valore dei condensatori di entrata, non rispondente alle specifiche Tripath, causa quell'abbassamento della curva sulle basse frequenze, che può essere completamente risolto (vedi la curva verde?) mediante sostituzione degli stessi condensatori (se leggi dettagliatamente l'interessantissimo sito cui facevi riferimento, lo troverai scritto in modo molto più competente di come qui l'ho rozzamente descritto io).

Prima di acquistare un subwoofer amplificato (con il quale peraltro si deve avere la fortuna di "indovinare" un felice accoppiamento con l'acustica delle casse preesistenti), risulterebbe a mio avviso più economico e più "audiophile" correggere questa curva dei bassi deficitaria direttamente all'origine... o con una modifica (economica, basta saperla fare - o avere l'amico che ce la fa!) sui Sonic T-amp, oppure acquistando amplificatori sempre basati sul 2024, tipo il Trends, il Sonic Super T-amp o altri, che avendo i condensatori di ingresso di corretto valore, permettono al 2024 di lavorare ottimamente anche sulla parte bassa della gamma audio.

A conferma, vedi infatti anche questo grafico dal solito sito:
http://www.michael.mardis.com/sonic/measure/combined-freq.html

a parte l'amp6, il quale ha un chip diverso (il 2020), gli altri tre hanno tutti il 2024... e fra essi solo il Sonic T-amp (curva rossa) presenta il calo sui bassi.

Ciao. Luca.
avatar
pallapippo
Membro classe oro
Membro classe oro

Data d'iscrizione : 20.02.08
Numero di messaggi : 5076
Provincia (Città) : Pistoia (Montecatini Terme)
Impianto :
Spoiler:
Sorgenti:
cdp: Advance Acoustic MCD 203, modificato (con GE Jan 5751)

giradischi: Pioneer PL-112D; testina: Audio-Techica AT95 EB;

liquida:Asus Eee PC 1001PX; software: wtfplay; dac: Geek Out 450;


pre: Yaqin MS-12B modificato da MaurArte (valvole Mullard CV4003 KB/D e Tungsol 12AX7)

finale: Connexelectronic TA3020 V2a con alimentatore A1000SMPS, il tutto modificato ed assemblato da Vincenzo;

casse: Sonus Faber "Concerto" Grand Piano.

Cuffia: Akg K270, pilotata da equalizzatore JVC Sea-10 ed ampli "CMoy by Biosciencegeek" (TLE2062);

cavi segnale: XLR ---> RCA by Vincenzo; Mogami "Stentor"; artigianali assemblati con RG58;
cavi potenza: Transparent HP 14-4 (biwiring)
cavi alimentazione: by Vincenzo; by bobby052cavihifi; A.V.A.
distr. di rete: by bobby052cavihifi.


Tornare in alto Andare in basso

Re: Luoghi comuni da smentire: è vero che il T-Amp non riproduce le basse frequenze?

Messaggio  Silver Black il Gio 3 Apr 2008 - 16:17

@pallapippo ha scritto:I grafici che hai citato, nonché i commenti apposti ad essi da Michael Mardis, semmai confermano che non si tratta di un luogo comune, ma della realtà.

Il luogo comune che intendo sfatare è quello che spesso si sente che cioè "il T-Amp non riproduce le basse frequenze", come se non coprisse l'intero spettro di frequenze udibili (in teoria). In realtà l'amplificatore T-Amp è un amplificatore "completo", copre cioè il full-range da 20 Hz a 20 KHz.


Precisiamo: non è il chip 2024 che ha il vuoto sui bassi, ma il Sonic T-amp. Il valore dei condensatori di entrata, non rispondente alle specifiche Tripath, causa quell'abbassamento della curva sulle basse frequenze, che può essere completamente risolto (vedi la curva verde?) mediante sostituzione degli stessi condensatori (se leggi dettagliatamente l'interessantissimo sito cui facevi riferimento, lo troverai scritto in modo molto più competente di come qui l'ho rozzamente descritto io).

Decisamente sì! Non l'ho sottolineato, ma pensavo fosse chiaro che il chip TA-2024 non ha questo limite di per sè, ma è l'implementazione della SonicImpact su questo amplificatore il collo di bottiglia, proprio per le cause che tu descrivi.


Prima di acquistare un subwoofer amplificato (con il quale peraltro si deve avere la fortuna di "indovinare" un felice accoppiamento con l'acustica delle casse preesistenti), risulterebbe a mio avviso più economico e più "audiophile" correggere questa curva dei bassi deficitaria direttamente all'origine... o con una modifica (economica, basta saperla fare - o avere l'amico che ce la fa!) sui Sonic T-amp, oppure acquistando amplificatori sempre basati sul 2024, tipo il Trends, il Sonic Super T-amp o altri, che avendo i condensatori di ingresso di corretto valore, permettono al 2024 di lavorare ottimamente anche sulla parte bassa della gamma audio.

Se uno non volesse apportare modifiche all'amplificatore, però un sub amplificato per tarato (e mai esuberante!) può colmare il "vuoto" in basso del T-Amp. Anche se modifichi, infatti, i condensatori, avresti comunque il limite, di fatto, della bassa potenza di questo ampli, mancanza di potenza che proprio in basso si fa sentire.
Ecco quindi che un sub amplficato mette una pezza a entrambi i problemi (di cui solo uno correggibile modificando il T-Amp con la sostituzione dei condensatori).

_________________
T-Forum, non solo classe T.
www.tforumhifi.com

Se ti piace la fotografia iscriviti a Lucegrafia, il forum di Fotografia per veri appassionati!
"Una fotografia prima la senti, poi la vedi". (Fabrizio Guerra, fotografo)
www.lucegrafia.net
avatar
Silver Black
Amministratore
Amministratore

Data d'iscrizione : 04.02.08
Numero di messaggi : 15460
Località : Veneto, Italia
Occupazione/Hobby : Software developer - Istruttore di Muay Thai
Provincia (Città) : Vicenza (Bassano del Grappa)
Impianto :
Spoiler:
Impianto: ampli: VirtueTwo.2 + JT Dynamic Power Supply (30V, 10A, 300W); diffusori: Proson Conquest 6030 MKII; sorgente: Oppo DV970; cavi segnale: Monster Cable MKII; cavi potenza: Qed Micro






http://www.silvercybertech.com

Tornare in alto Andare in basso

Luoghi comuni da smentire: è vero che il T-Amp non riproduce le basse frequenze?

Messaggio  filo5847 il Gio 3 Apr 2008 - 16:28

Il vero problema da superare, a mio parere, è la fatica d'ascolto: dopo un paio di ore di musica, il T-Amp inizia a manifestare questo tratto. La colpa non è del chip, ma della scheda della Sonic Impact che non è proprio il massimo della qualità. La " Fenice 20 ", invece, oltre a risolvere il problema del basso, rende il suono dolce e riposante.
avatar
filo5847
Appassionato
Appassionato

Data d'iscrizione : 04.02.08
Numero di messaggi : 264
Località : Salerno
Occupazione/Hobby : Docente di Filosofia e storia nei Licei.
Provincia (Città) : salerno
Impianto : (non specificato)
Philips Dvd Sacd; Panasonic Dvd audio; Dvd Amstrad. Marantz 63; Fenice 20; Dayton A 100a; Marantz sintoampli vintage; Casse Klipsch RF10; Mosscade 502; Wharfedale Moviestar; Audio-video Philips con canale centrale Klipsch serie RF.

Tornare in alto Andare in basso

Re: Luoghi comuni da smentire: è vero che il T-Amp non riproduce le basse frequenze?

Messaggio  Silver Black il Gio 3 Apr 2008 - 19:06

Ma tecnicamente a cosa sarebbe dovuta questa "fatica di ascolto"? Io con il mio T-Amp non la avverto... Forse è solo un certa asprezza delle medio-alte frequenze che il nostro cervello coglie? Non so... Forse merito anche del mio sub, ma io non mi stanco per niente. E devo aggiungere che ascolto a livelli di volume elevati.

_________________
T-Forum, non solo classe T.
www.tforumhifi.com

Se ti piace la fotografia iscriviti a Lucegrafia, il forum di Fotografia per veri appassionati!
"Una fotografia prima la senti, poi la vedi". (Fabrizio Guerra, fotografo)
www.lucegrafia.net
avatar
Silver Black
Amministratore
Amministratore

Data d'iscrizione : 04.02.08
Numero di messaggi : 15460
Località : Veneto, Italia
Occupazione/Hobby : Software developer - Istruttore di Muay Thai
Provincia (Città) : Vicenza (Bassano del Grappa)
Impianto :
Spoiler:
Impianto: ampli: VirtueTwo.2 + JT Dynamic Power Supply (30V, 10A, 300W); diffusori: Proson Conquest 6030 MKII; sorgente: Oppo DV970; cavi segnale: Monster Cable MKII; cavi potenza: Qed Micro






http://www.silvercybertech.com

Tornare in alto Andare in basso

Luoghi comuni da smentire....

Messaggio  filo5847 il Ven 4 Apr 2008 - 0:44

E' un problema che può manifestarsi, in particolare, con alcuni diffusori. Le Snell KII, ad esempio, diffusori che utilizzo da molti anni, hanno un registro acuto molto analitico, trasparente e introspettivo. In una situazione del genere il T-Amp può generare un suono un poco affaticante. Con le Jamo, invece, casse meno introspettive delle Snell, il problema non si manifesta. Comunque, la cosa è stata, tempo fa, segnalata dallo stesso Cadeddu.
avatar
filo5847
Appassionato
Appassionato

Data d'iscrizione : 04.02.08
Numero di messaggi : 264
Località : Salerno
Occupazione/Hobby : Docente di Filosofia e storia nei Licei.
Provincia (Città) : salerno
Impianto : (non specificato)
Philips Dvd Sacd; Panasonic Dvd audio; Dvd Amstrad. Marantz 63; Fenice 20; Dayton A 100a; Marantz sintoampli vintage; Casse Klipsch RF10; Mosscade 502; Wharfedale Moviestar; Audio-video Philips con canale centrale Klipsch serie RF.

Tornare in alto Andare in basso

Re: Luoghi comuni da smentire: è vero che il T-Amp non riproduce le basse frequenze?

Messaggio  ANTONIO55 il Ven 4 Apr 2008 - 8:31

La fatica d'ascolto (avvertibile dopo un paio d'ore con il T-amp) con il Trends TA-10.1 è completamente sparita e l'asprezza dei medio-acuti del T-amp con alcuni brani, lascia il posto a suoni ancora più trasparenti e a volte più caldi.
Io avevo da un anno il T-amp e l'ho apprezzato da subito come la maggior parte degli audiofili, ma passando al Trends ho avvertito le differenze acustiche.
Provare per credere.....
Antonio
avatar
ANTONIO55
Appassionato
Appassionato

Data d'iscrizione : 28.02.08
Numero di messaggi : 325
Località : Roma
Occupazione/Hobby : Impiegato non fannullone/Hi-Fi
Provincia (Città) : Ottimo dopo la prova con il Gainclone
Impianto : Gainclone Dual Mono Premium + lettore Cd JVC XL-E300 + giradischi Pioneer PL200X + casse ESB 100LD

Tornare in alto Andare in basso

Re: Luoghi comuni da smentire: è vero che il T-Amp non riproduce le basse frequenze?

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum